RaiPlay Sound - Podcast non ufficiale

Feed Podcast da RaiPlay Sound e script per la loro generazione.

In questo elenco sono presenti i podcast generati su tutti i contenuti trovati su RaiPlay Sound, esclusi gli audio dei film e i programmi del palinsesto RadioRai.

Questo sito non ospita i file audio mp3, quelli rimangono sul sito della RAI, qui semplicemente trovi l'indice dei podcast e per ogni podcast l'indice delle puntante nel formato che piace alle app di podcast (RSS).

Per i più curiosi, tutto il codice che ho usato per questo lavoro è su timendum/raiplaysound.

Ultimo aggiornamento: 2022-11-08.

Istruzioni

Per usare questo progetto, basta:

  1. Sfogliare l'enorme lista qui sotto e trovare il podcast che ti piace
  2. Clicca con il tasto destro sul nome e scegli "copia collegamento"
  3. Vai sulla tua app di podcast preferita (per Android consiglio Podcast Addict, o PocketCasts oppure AntennaPod)
  4. Clicca sul pulsante per aggiungere un nuovo podcast, cerca l'opzione RSS
  5. Incolla l'indirizzo ottenuto nel secondo passo (es: https://timendum.github.io/raiplaysound/titolo.xml)

Tutto qui, per usare un qualsiasi podcast offerto dalla Rai indicato qui sotto, è tutto già pronto, devi solo aggiungerlo nella tua app.

Fai da te

Sei uno smanettone e vuoi rifare da solo il lavoro, oppure crearti un feed più aggiornato? Eccoti le istruzioni

Installazione

Clonare il repository

git clone https://github.com/timendum/raiplaysound.git

Installare le dipendenze

pip install -r requirements.txt

Utilizzo

Per generare un singolo Feed podcast:

python single.py https://www.raiplaysound.it/…

Per generare tutti i feed in un colpo solo nella cartella dist.

python all.py

Per aggiornare questa pagina:

python index.py

Tag

Salta a: Accessibilita e inclusione Altri sport Ambiente e ecologia Americano Amicizia Animali parlanti Animazione Architettura e opere d'arte Arte Astrofisica Astronomia Atletica leggera Attualità Audiolibri Avventura Azione Basket Biathlon Biodiversità Biografico Biologia Biotecnologie Bisogni educativi speciali Black music Blues Boxe Calcio Campagne sociali Canzoncine e ninna nanne Canzone d'autore Cartonianimati Ciclismo Cinema Città e monumenti Classica/o Classico Classico/a/i Colonne sonore Comico Commedia Competizioni e partite Corsi di lingua Corsi per materia/tema Corsilezioni Costume e società Cronaca Cucina ed enogastronomia Cultura Dance music Danza e ballo Digitale Diritto Docufiction Documentari Docuserie Dramma Drammatico Economia e finanza Educational Educazione civica Epica/o Erotico Europa Eventi e manifestazioni Fantascienza Fantasy Fate e principesse Fiabe e favole Filosofia Fisica Formula 1 Fotografia Fumetti Gangster Geografia Giallo e crime Giochi e quiz Girl power Giudiziario Gossip Grandi eventi Guerra Hits Hollywood Horror In divisa Inchieste e reportage Informazionerubrichespeciali Interviste Intrattenimento Istituzioni Italiana Italiano/a Jazz Letteratura italiana Letteratura straniera Libri e letteratura Lifestyle Lingue classiche Lingue e culture straniere Magia Matematica Medicina Messa in onda Radio Messa in onda Tv Mistery Mitologico Moda e bellezza Mondo animale Mondo/esteri Monografico Musica Musica antica Musica barocca Musica contemporanea Musica da camera Musica elettronica Musica medioevale Musica moderna Musica oratorio Musica popolare/folk Musica rinascimentale Musica sacra Musica sinfonica Musicadalvivo Natura News e approfondimento Noir Nuoto Opera lirica Original Pallanuoto Pallavolo Parodia Pedagogia Personaggi Politica e istituzioni Politico Poliziesco Pop Popoli e culture Programmi d'archivio Programmiradio Programmitv Psicologico Racconti Radiocronache Radiodramma Rassegna stampa Religioso Religioso/a Rock Romanzo Salute e benessere Satira Sceneggiato Sci Sci alpino Sci di fondo Scientifico Scienza Scienze sociali Sentimentale Serieaudio Sociale e sostenibilità Soul Spagnolo Speciale approfondimento Speciale elezioni Sport Sport estremi e street sports Sport paralimpici Sportivo Storia Storia antica Storia contemporanea Storia dell'arte Storia della radio Storia della tv Storia medievale Storia moderna Storico Storie comuni Storie vere Storytelling Talk show Teatro Teatro civile Teatrodalvivo Tecnologia Tecnologico Tennis Territorio Thriller Uomini e società Varietà Viaggi

Accessibilita e inclusione

#Anch'io - In occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne la redazione di Tre Soldi ha provato a fare il punto sulla situazione chiedendo via e-mail ad amiche e conoscenti di raccontare un episodio di molestia o abuso. Le risposte sono state superiori alle aspettative e il passaparola ha portato nei nostri studi storie di donne che hanno colto l'occasione per condividere la loro esperienza con gli ascoltatori. A partire dal #Metoo internazionale che ha aiutato ad acquisire consapevolezza e denunciare abusi, #Anch'io fa emergere un vissuto condiviso dalla maggior parte delle donne raccontandoci che nessuna condizione sociale, nessun luogo, nessun professione e nessuna età mettono al riparo da qualche genere di violenza.

#Braccio 5 - Braccio cinque - segnali radio dal carcere di Regina Coeli è il frutto di un laboratorio radiofonico realizzato all'interno del più antico penitenziario di Roma, insieme alla cooperativa PID, Pronto Intervento Disagio. Dal 15 aprile al 22 giugno del 2018 un gruppo di detenuti si è trovato ogni settimana nella sala multimediale dell'istituto, situata sotto la sezione 5. Hanno condotto finte dirette (non essendo possibile effettuare una vera trasmissione), realizzato interviste immaginarie, (non avendo il permesso di avere ospiti dall'esterno), dato voce a sceneggiati sonori di fantascienza.

Benvenuti al MOI - "Benvenuti al MOI. Voci di migranti (vecchi e nuovi) dall'ex villaggio olimpico di Torino" di Davide Tosco | Mercato Ortofrutticolo all'Ingrosso (MOI) era il nome dei mercati generali di Torino che in occasione delle Olimpiadi invernali del 2006, con una rapida operazione edilizia, viene trasformato in villaggio olimpico per ospitare gli atleti che parteciperanno alle competizioni sportive. Negli anni successivi gli edifici sono destinati all'edilizia popolare e sociale, quattro palazzine rimangono però inutilizzate. A seguito della cosiddetta 'emergenza Nord Africa', della crisi Libica nel 2009 e della situazione Siriana, l'Italia diventa territorio di destinazione di nuovi flussi migratori dall'Africa Subsahariana, accrescono le affluenze in città che trovano rifugio nell'ex-villaggio olimpico. Nel marzo 2013 quattro palazzine vengono progressivamente occupate da rifugiati e richiedenti asilo. Il numero degli abitanti cresce rapidamente fino a raggiungere il migliaio di residenti, diventando di fatto la più numerosa occupazione abitativa irregolare d'Europa. La carenza di strutture di accoglienza contribuisce a creare una situazione di illegalità che per alcuni anni viene tollerata. Nel 2017 MOI diventa Migranti un'Opportunità di Inclusione, un progetto di riqualificazione gestito da un tavolo inter-istituzionale (città, regione, prefettura, Diocesi e Compagnia di San Paolo). Benvenuti al MOI presenta il punto di vista dei nuovi abitanti e dà voce alla popolazione locale, in gran parte alla terza o quarta generazione di immigrati a Torino dal Sud Italia.

Come d'inverno i pappagalli - "Come d'inverno i pappagalli" di Alice Gussoni - Come vive chi non ha una casa? Quanto tempo è necessario per svolgere tutte quelle azioni quotidiane che normalmente si risolvono in poche ore? Mangiare, vestirsi, lavarsi, curarsi. Graziano è un uomo di 55 anni e vive per strada da tre

Dante Istoriato. A riveder le stelle - Le audiodescrizioni dedicate all'Ipervisione della Galleria degli Uffizi sui disegni della Divina Commedia di Federico Zuccari. Il progetto "Dante Istoriato. A riveder le stelle" è l'omaggio che le Gallerie degli Uffizi dedicano al Sommo Poeta, nell'anniversario dei 700 anni dalla morte, pubblicando sul sito ufficiale le tre cantiche della Divina Commedia istoriate da Federico Zuccari. Al fine di ampliare le opportunità di fruizione della mostra virtuale, Rai Pubblica Utilità ha collaborato con Gallerie degli Uffizi per rendere completamente accessibile l'esposizione digitale, realizzando le audiodescrizioni di ciascuna delle 92 tavole che compongono il percorso virtuale della mostra (di cui 88 immagini, 3 introduzioni - una per Cantica - e 1 frontespizio). La voce di Federico Pacifici e i testi di Luca Della Bianca accompagnano le illustrazioni di Federico Zuccari, consentendo anche alle persone con disabilità visive di apprezzarle nei poetici dettagli.

Generazione Vulcano. Essere adolescenti alle isole Eolie - "Generazione Vulcano. Essere adolescenti alle isole Eolie" di Marta Bellingreri e Giulia Frigieri - Mentre la natura paradisiaca nutre i loro occhi, la mattina la sveglia per chi deve andare a scuola sulle isole dell'arcipelago eolico suona molto presto. Prima il bus, poi l'aliscafo, per raggiungere il liceo a Lipari, l'isola-città dell'arcipelago. A Stromboli invece non c'è settimana che passi senza una salita al Vulcano. In queste isole consumate dal turismo estivo, i racconti fuori stagione di chi le abita in età adolescenziale restituiscono l'euforia di chi cresce in un'isola che come nessun altro luogo al mondo potrà mai chiamare casa.

Gli acchiappagiochi - Audiodescrizione del Cartone animato "Gli Acchiappagiochi". In un universo molto colorato c'è un piccolo pianeta popolato da bambini alieni di ogni tipo. Qui ha sede un posto molto speciale: il quartier generale degli Acchiappagiochi. Gli Acchiappagiochi sono cinque amici che viaggiano nello spazio esplorando pianeti fantastici, con una grande missione: scoprire, giocare e collezionare tutti i giochi dell'Universo. Ad aiutare gli Acchiappagiochi nella loro missione c'è Mr. Moustache, un simpatico alieno, che ha dedicato tutta la sua vita allo studio dei giochi per insegnarli alle nuove generazioni. In ogni episodio c'è un'avventura da affrontare, nuovi amici da conoscere e un gioco da acchiappare! Regia: Andrea Bozzetto, Branko Rakic

Health me! La sanità a portata di mano - Spesso la sanità è un labirinto. Conoscere i percorsi di cura di cui abbiamo diritto e capire come usare i servizi sanitari sul territorio ci aiuta a non perdere tempo quando abbiamo un problema di salute, a evitare esami e visite inutili e a risparmiare soldi. Ma soprattutto sapere quali sono i nostri diritti sanitari è il primo passo per farli valere e difenderli. Da come si prenota una prestazione specialistica a cosa fare in caso di liste di attesa troppo lunghe, dai modi per accedere gratuitamente agli screening oncologici ai servizi che si trovano all'interno di un consultorio familiare, da che cos'è il fascicolo sanitario elettronico a come si previene la fertilità, come funzionano i centri per i disturbi alimentari e quelli per le infezioni trasmesse per via sessuale e come si ottengono l'assistenza a domicilio per gli anziani non autosufficienti e le cure palliative per adulti e bambini. Una guida pratica, che tiene conto delle diverse organizzazioni regionali, per orientarsi nel panorama sanitario italiano tra criticità, opportunità e nuovi scenari evolutivi. Un podcast ideato e curato da Chiara Daina

Il mio posto. Un incontro al Parco Saraceno - Di Francesca Leonardi.

Isole d'inverno - L'Italia è piena di isole meravigliose, un tempo teatro di vita marinara e oggi sempre di più luoghi di turismo di massa. Si riempiono ad ogni stagione estiva per svuotarsi subito dopo. Chissà allora che lo spirito dell'isola, che anche quando è vicina continua ad essere un suggestivo altrove, non risieda proprio lì, in quel negativo dell'immagine da cartolina che ce le fa amara, desiderare. Di Graziano Graziani.

La via maestra. Napoli contro la dispersione scolastica - "La via maestra. Napoli contro la dispersione scolastica" di Marta Bellingreri e Costanza Spocci - Dai Maestri di Strada, per un attimo si dimentica la scuola noiosa "dove si scrive e basta" e gli spari della Camorra tanto comuni sotto casa a Ponticelli, quartiere di Napoli Est. Tramite i loro laboratori, i Maestri di Strada mettono in atto una pedagogia che pone al centro l'incontro coi ragazzi, in un quartiere con il tasso di abbandono scolastico tra i più alti d'Italia. Le loro possibilità inesplorate, i loro talenti nascosti, i loro sogni diventano musica, teatro, bellezza. Grazie a questi stimoli, alcuni di loro si instradano su un futuro diverso, imparando un mestiere e immaginando quello che un giorno potrebbe essere un vero e proprio lavoro.

Lampadino e Caramella - "Lampadino e Caramella nel MagiRegno degli Zampa" è un cartone animato rivoluzionario per la sua metodologia: inclusivo e senza barriere, è adatto a tutti i bambini.

Le vite degli altri - Mettersi nei panni di chi è sopravvissuto ad una strage, di una professoressa transgender, di una donna ucraina da anni in Italia per assistere gli anziani, di una persona che ha conosciuto la depressione, del fratello di un ragazzo con sindrome di Down. Fondazione Empatia Milano, che promuove e diffonde l'empatia attraverso attività culturali, propone l'ascolto di dieci storie 'scritte a voce'. Per entrare in punta di piedi nelle vite degli altri. "Le vite degli altri" è un audiodocumentario con storie a cura di Fondazione Empatia Milano, montaggio di Massimo D'Anolfi e Martina Parenti, musiche di Massimo Mariani, grafica a cura di Elisa Vendramin.

Lo specchio di Lorenzo - Audiodescrizione del corto animato "Lo specchio di Lorenzo". Nel mondo di Lorenzo, niente è come appare realmente. Tutto si trasforma, gli umani spaventosi vengono sostituiti da animali, le stanze diventano boschi e il coraggio si traduce nel ritornello di "Heroes", brano rappresentativo del modo in cui il protagonista vede il fratello maggiore, inizialmente suo unico "ponte" con l'esterno. Tutto quello che piace a Lorenzo ha colori caldi, rassicuranti, luminosi; in opposizione, i momenti di disagio e paura sono bui e freddi. Quello in cui vive il piccolo è il mondo creato dalla bolla del suo autismo, che gli impedisce di comunicare, isolandolo. Un giorno, però, questa bolla verrà squarciata da qualcosa di nuovo, un piccolo specchio. Così, quando Lorenzo trova il coraggio di guardarci dentro, vede se stesso e il mondo che lo circonda senza paura, imparando gradualmente a comunicare e parlare attraverso il suo riflesso, grazie all'aiuto dell'amica Sofia e del fratello "supereroe" Michele. Regia: Angela Conigliaro

MUSA. Il museo del Labanof - "MUSA. Il museo del Labanof" di Giulia Nucci con Renato Rinaldi - Musa sta per museo universitario delle scienze antropologiche, mediche e forensi per i diritti umani ed è la nuova sfida del Labanof. Nel laboratorio di antropologia e odontologia forense di Milano ogni giorno medici legali, biologi, archeologi e antropologi studiano ossa, resti umani e corpi per ricostruirne la vita e la morte. Questo infinito lavoro viene finalmente offerto a noi visitatori. Aggirandoci tra i corridoi e le stanze del museo, fra ossa appese alle pareti, diorami, testi scritti, murales e video, finiremo per capire cosa le scienze mediche e forensi possono fare per la tutela della giustizia e dei diritti umani. Un reportage sull'allestimento del Musa e il racconto della sua nascita e dei suoi obiettivi attraverso le voci di Cristina Cattaneo e di Davide Porta che lavorano insieme al Labanof da 25 anni e di Andrea Perin museografo.

Museo nazionale - In Italia non esiste un Museo Nazionale. La nostra storia - e la nostra arte - è policentrica: ogni regione ha un museo importante, ogni museo un'opera memorabile. Questa situazione particolare è il prodotto della nostra storia e forse anche dei suoi limiti. Sicuramente è un pregio del nostro territorio, una qualità diffusa da ricordare e valorizzare. Per esempio con un progetto che solo grazie alla radio si può realizzare. Costituire un Museo Nazionale nel quale trovino collocazione, nel mondo virtuale e narrativo della radio, centocinquanta opere d'arte capaci di raccontare la storia d'Italia. Come ogni museo che si rispetti c'è uno staff dedicato: lo scrittore Luca Scarlini funge da direttore, e poi ci sono i curatori della collezione e i "prestatori" delle opere scelte, l'allestitore delle sale, il designer sonoro e così via. Centocinquanta storici dell'arte propongono le opere che a loro libero giudizio devono far parte di un Museo Nazionale, rispettando un solo vincolo: le opere scelte appartengono a collezioni permanenti di musei pubblici italiani. Ogni puntata è dedicata a un'opera della collezione. Oltre alle opere d'arte è possibile ascoltare visite guidate personalizzate, incontrare gli storici dell'arte, ascoltare i loro racconti e trovare informazioni, bibliografie e percorsi museali italiani. Un gioco radiofonico sulle opere e i luoghi dell'arte italiana per coniugare curiosità e passione con l'impegno a conoscere e difendere il grande patrimonio museale del nostro paese.

New York orizzontale - Si dice che New York sia una città solo per i molto ricchi, o per i molto poveri. Quella dei molto ricchi ha a che fare con la verticalità: la carriera, i grattacieli, le penthouse, le feste esclusive sui rooftop, i tacchi di scarpe che non si sporcano. Quella dei molto poveri è una metropoli orizzontale. Si muove sui marciapiedi, nei sotterranei delle case, lungo le linee della metropolitana, impone l'uso di scarpe pesanti e comode. In queste cinque puntate esploriamo la New York di chi rivolge lo sguardo a terra: quella dei "canners", le persone che vivono raccogliendo bottiglie e lattine per strada per poi scambiarle per 5 centesimi a pezzo. A New York sono in migliaia, persone con origini e storie molto diverse. Solo in pochi vivono per strada, la maggioranza sono immigrati con una casa e una famiglia, ma in grande difficoltà. È facile riconoscerli: spingono carrelli da supermercato straripanti di sacchi colmi di contenitori vuoti. Alcuni ne raccolgono abbastanza per guadagnare 200 dollari al mese, altri anche 2000, dipende dalle ore di lavoro e dalle strategie adottate. Il "canning" è possibile grazie a una legge statale approvata nei primi anni ottanta conosciuta come Bottle Bill e inizialmente pensata come incentivo per la raccolta differenziata e il riciclo. Le storie raccontate in queste cinque puntate sono molto personali e sono il risultato di oltre un anno di lavoro sul campo in un redemption center di Brooklyn, Sure We Can. Il progetto è stato realizzato con il sostegno del Brown Institute for Media Innovation alla Columbia University (più informazioni sul sito canners.nyc). Alcuni nomi sono stati cambiati per proteggere le identità dei canners più vulnerabili. Di Francesca Berardi.

Rotta per la Galite, l'altra Ponza - "Rotta per la Galite, l'altra Ponza" di Francesca Bellino | La Galite è la principale isola dell'arcipelago tunisino che si trova a 64 km a nord di Tabarka, nel cuore del Mediterraneo. Qui, tra fine '800 e inizio '900, ha vissuto una piccola comunità italiana proveniente da Ponza. Il primo ponzese a mettere piede sull'isola nel 1843 fu Antonio D'Arco a seguito di un naufragio. Ci rimase sei anni prima di essere portato in salvo da una barca siciliana e ci tornò nel 1872 insieme alla moglie e ai figli. Negli anni successivi altre famiglie seguirono il suo esempio attratti dai fondali pescosi e una vita in libertà. Nel 1903 vivevano alla Galite 103 persone e nel 1936 ben 250, una comunità che serviva anche da assistenza ai pescatori stagionali che da Ponza partivano per la pesca delle aragoste. La Galite, chiamata Yalta dai tunisini, era considerata da chi viveva di pesca un'America nel Mediterraneo per la ricchezza dei fondali. La maggior parte della comunità ponzese ha vissuto su quest'isola fino il 1956, anno della conquista dell'indipendenza dai francesi da parte dei tunisini. Alcuni negli anni Sessanta sono tornati a Ponza, mentre moli altri, avendo la nazionalità francese, hanno scelto di trasferirsi in Costa Azzurra dove oggi ancora vivono molti discendenti dei ponzo-galitani. Per tutti la Galite rimane nella memoria come una terra speculare a Ponza, una terra sorella, a tratti gemella: l'altra Ponza. È ancora molto forte nei discendenti dei vecchi abitanti della Galite il desiderio di mantenere un legame con l'isola e tenere viva la memoria di questa bella storia di migrazione italiana in Tunisia.

Un archivio salvato - Nel carcere di San Sebastiano, a Sassari, nord della Sardegna, sei detenuti e un professore hanno recuperato l'archivio dell'ex colonia penale di Tramariglio, piccolo borgo non lontano da Alghero, attiva dal 1940 al 1962 e oggi sede del Parco Naturale Regionale di Porto Conte. Questa è una storia di un carcere. Di un carcere e di un lavoro. Di un carcere, di un lavoro e di tante pagine. Una storia che dal carcere di oggi parla del carcere di ieri. E Ieri è quasi sessant'anni fa. Di Daria Corrias e Stefano A. Tedde.

Virgole fatte male - L'associazione Quore-To Housing, è un co-housing sociale che a Torino accoglie le persone LGBTQI+ (lesbiche, gay, bisessuali e transessuali) in difficoltà e in condizioni di estrema vulnerabilità. È una delle prime esperienze di questo tipo in Italia e offre un luogo sicuro e protetto da dove poter ripartire dopo una situazione difficile. Gabriele ha trascorso un breve periodo all'interno della struttura torinese, raccogliendo le storie di alcuni residenti. Tony, Airidia e Fulvio raccontano un po' della loro vita condividendo momenti e storie spesso molto difficili. Cose che nel 2022 non vorremmo più sentire e che invece accadono ancora. Questo documentario di Gabriele Iannoli è stato prodotto dal Centro Sperimentale di Cinematografia, sede Abruzzo, corso di reportage audiovisivo, con la direzione artistica di Daniele Segre.

Vite di Alice - "Vite di Alice" del collettivo Lorem ipsum. "L'unione fa la forza, così vivono le orchidee. Sono belle, tutte diverse tra loro e fragili. Ma se tu metti tutte le orchidee insieme, le radici si attorcigliano e crescono, iniziano a fiorire" Alice è arrivata in Italia dalla Russia 25 anni fa. Qui incontra un uomo. La storia di Alice è la storia di troppe donne che convivono ogni giorno con la violenza. Non solo fisica che lascia i segni sulla pelle, ma anche psicologica, che si insinua nella testa e stravolge la vita delle vittime, economica che le imbriglia al partner e sessuale che subiscono in silenzio. Alice si è salvata grazie alla sua sete di vita e all'amore per i figli. Ma deve la sua rinascita anche alle altre donne vittime di violenza: la forza è arrivata proprio dalla condivisione del dolore con le donne di Reama, la rete antiviolenza di Fondazione Pangea Onlus, rete per l'empowerment e l'auto mutuo aiuto che, capillarmente, raccoglie vite di donne sfuggite alla violenza e le aiuta a rimettersi in piedi. La storia di Alice è una storia di paura e di coraggio, di violenza e di rinascita. Solo insieme, ammette Alice, è possibile rifiorire.

Xenos - Nell'antica Grecia, ai tempi di Omero, Xenos significava straniero, ospite, amico, era il viandante al quale si mostrava rispetto e ospitalità. Cosa rimane, oggi, di questo senso di alterità, del reale desiderio di conoscenza di altre culture? Dove si è perso il linguaggio dell'accoglienza per far posto invece alla paura, trasformando spesso un bene prezioso in un nemico? Il podcast Xenos recupera lo spirito costruttivo dell'accezione originaria del termine attraverso le voci di molti stranieri, arrivati in Italia per cercare un approdo lontano da guerre, povertà, persecuzioni. Straniera è anche la persona straordinaria ma invisibile perché dotata di differenti abilità. Migranti e disabili, a loro è offerto spazio e tempo per rompere le proprie solitudini e presentarsi rivelando talenti, aspirazioni. Per abbattere i pregiudizi e crescere nella reciprocità. Xenos è un podcast scritto e realizzato da Sandra Salvato e Antonella Palermo con la collaborazione tecnica di Emanuele Donnini. Musiche originali di Riccardo Brizzi e Michele Mingrone, con effetti e supervisione di Sergio Nachira. Hanno contribuito: Trio GoInBa, Stefano Indino, Ady Cohen, Franco Baggiani, Filomeno Lopes. La copertina è dell'artista Riccardo Brizzi. Il programma è presentato da Federcasse.

Altri sport

Domenica Sport - Contenitore di informazione sportiva con la collaborazione di esperti del settore per commentare le giornate dei campionati di tutte le serie. All'interno: Tutto il calcio minuto per minuto.

Sabato Sport - Contenitore di informazione sportiva con la collaborazione di esperti del settore per commentare le giornate dei campionati di tutte le serie. All'interno: Tutto il calcio minuto per minuto.

Ambiente e ecologia

Antropocene - L'era in cui viviamo è quella in cui una sola specie, la nostra, ha modificato gli equilibri naturali del pianeta che in piena crisi climatica è destinato a diventare sempre meno ospitale e vivibile. Gli unici che possono rimediare a questa situazione  ancora una volta siamo noi. Antropocene, l'era umana! Riusciremo a convincere la natura che stiamo diventando la versione migliore di noi e che possiamo continuare a vivere insieme?

Barbapapà - Una grande famiglia felice - Dai mitici libri per bambini francesi diventati un altrettanto famoso cartoon che ha accompagnato intere generazioni a partire dagli anni Settanta, i leggendari Barbapapà, la più pop delle famiglie, tornano con la loro straordinaria capacità di trasformarsi in qualsiasi cosa, per intrattenere anche il pubblico di oggi e, serie ecologista ante litteram, per rinnovare il loro messaggio verde, efficace anche per le nuove generazioni. Personaggi gentili, liberi e gioiosi, dalle forme tonde e colori pop che hanno scelto di vivere in campagna, fin dall'inizio i Barbapapà sono stati i pionieri della consapevolezza ambientale.

Blister - Le pillole di approfondimento giornalistico realizzate come un racconto: documentari radiofonici immersivi per affrontare ogni tipo di argomento per capire meglio il mondo in cui viviamo, spaziando in tutti i campi, dalla scienza alla cronaca, dagli esteri all'economia, dalla cultura allo sport. La voce narrante si intreccia con gli interventi degli ospiti, con le musiche, con i sonori, per creare un vero e proprio viaggio di conoscenza. Ideato e curato da Camilla Francisci, è realizzato dalla Redazione Social e Podcast di Radio1.

Come si farà? Il futuro in 20 minuti - Il podcast degli Eugenio in Via Di Gioia focalizzato sulla macro-tematica uomo e futuro, approfondita attraverso interviste ad ospiti speciali. L'obiettivo è quello di provare a fornire uno sguardo sulla società moderna e la sua evoluzione, l'antropocene e l'impatto dell'uomo sul Pianeta Terra, la quarta rivoluzione e l'inserimento delle tecnologie nella nostra quotidianità, il capitalismo e la globalizzazione, la crescita delle disuguaglianze e l'impatto che tutto ciò avrà sulle relazioni umane.

Diari del nucleare. Sul confine tra sviluppo e progresso - "Diari del Nucleare. Sul confine tra sviluppo e progresso" è la prosecuzione di una ricerca ambientale intrapresa intorno al film Terra Incognita. Viaggiando nel cuore europeo tra Italia, Francia e Germania, gli autori raccolgono segni della transizione energetica e delle sue controverse diramazioni. Facendo risaltare il rapporto geopolitica - umano - energia e linguaggio, Diari del Nucleare si propone come strumento narrativo al centro dello stallo storico dell'Antropocene. Da Plinio a Latouche, dalle alture di Frascati alle scure sponde boscose del Baltico, Diari del Nucleare è un'esplorazione sonora che affronta la cultura atomica con approccio epistemologico e psicogeografico. Contributi di Barbara Curli, Angelo Tartaglia, Paola Ricci Sindoni, Emanuele Leonardi, Davide Orsini, Nadia Cherubini, Antonio Della Corte, Erin e Travis Wilkerson, Serge Latouche, Paola Batistoni, Roberto Roberti, Umberto Minopoli, Alessandro Bonito-Oliva, Giuseppe Celentano, Simonetta Turtu, Stella Bonavita. Un ringraziamento speciale a Laura Moretti - ENEA, Alma Mater Studiorum, Legambiente, Politecnico di Torino, Università degli Studi di Torino. Le fotografie sono di E. Carnuccio, E. Masi, T. Rigoni. Scritto e diretto da Enrico Masi, Stefano Migliore e Davide Rabacchin, prodotto da Caucaso, musiche originali di Fabrizio Puglisi e Alberto Capelli - ATMAN, l'attrice Laura Pizzirani, il fonico Jacopo Bonora.

Folli giardinieri: storie d'amore e di grandi maestri del verde - Le storie di quattro leggendari botanici, giardinieri e architetti del paesaggio italiani Libereso Guglielmi, Ippolito Pizzetti, Gian Lupo Osti, Maria Teresa Parpagliolo Shephard raccontate da Maury Dattilo.

Gli acchiappagiochi - Audiodescrizione del Cartone animato "Gli Acchiappagiochi". In un universo molto colorato c'è un piccolo pianeta popolato da bambini alieni di ogni tipo. Qui ha sede un posto molto speciale: il quartier generale degli Acchiappagiochi. Gli Acchiappagiochi sono cinque amici che viaggiano nello spazio esplorando pianeti fantastici, con una grande missione: scoprire, giocare e collezionare tutti i giochi dell'Universo. Ad aiutare gli Acchiappagiochi nella loro missione c'è Mr. Moustache, un simpatico alieno, che ha dedicato tutta la sua vita allo studio dei giochi per insegnarli alle nuove generazioni. In ogni episodio c'è un'avventura da affrontare, nuovi amici da conoscere e un gioco da acchiappare! Regia: Andrea Bozzetto, Branko Rakic

I podcast dell'Arma dei Carabinieri - Una selezione di podcast dedicati all'Arma dei Carabinieri articolata in cinque sezioni: per la narrativa, "I racconti del tempo", che propone brani realizzati in esclusiva dai più importanti scrittori del nostro tempo per le ultime edizioni del Calendario storico. Interpretati dagli stessi autori. "Storia dell'Arma", che raccoglie le pagine più interessanti e significative sulla storia dell'Istituzione più antica d'Italia. "L'Arma per l'Ambiente", con gli articoli di maggiore interesse sui temi ambientali tratti dalla rivista #NATURA. Una sezione dedicata alla Banda dell'Arma dei Carabinieri, diretta dal Maestro Massimo Martinelli, che propone una selezione di brani eseguiti durante i suoi oltre 100 anni di storia. Infine "Il carabiniere letto", che propone pagine di attualità ed editoriali con interventi degli intellettuali più significativi del Paese, tratti dalla rivista istituzionale "Il Carabiniere". Speaker: Claudio Campobasso, Giovanna Montanucci.

Il Caffè - Il programma culturale condotto da Pino Strabioli. In ogni puntata, notizie e approfondimenti su teatro, cinema, libri e musica. Ogni settimana ospiti i protagonisti della tv di ieri e di oggi, attori, scrittori e musicisti. Un viaggio nel racconto della memoria e nella scoperta delle novità che si muovono in campo culturale.

Il giro del mondo in Wiki - Con la serie Il giro del mondo in Wiki, 25 puntate in onda nel mese di agosto, Wikiradio si fa enciclopedia viaggiante. Sotto la guida esperta di Patrizia Giancotti, Gian Luca Favetto, Adriana Polveroni, Roberto Silvestri e Valerio Corzani andremo in capo al mondo per raccontare i luoghi attraverso lo sguardo insolito, critico, a volte eccentrico, di esploratrici, scrittori, artisti, documentaristi e musicisti. Tutti i lunedì saremo in viaggio con le esploratrici, i martedì con gli scrittori, i mercoledì con gli artisti, i giovedì con i documentaristi e i venerdì con i musicisti. Il giro del mondo in Wiki è un programma di Loredana Rotundo, con Marcello Anselmo, Natascia Cerqueti e Maddalena Gnisci

Il mondo nuovo - Il nuovo programma di Radio 1 che affronta i temi di attualità, dalla salute alla psicanalisi, dalla cultura all'ambiente, dai giovani ai social. A Vanessa Giovagnoli si affiancano 5 coconduttori, 5 esperti che si alternano dal lunedì al venerdì: Giovanna Zucconi, Massimo Recalcati, Antonella Viola, Stefano Mancuso e Carlotta Vagnoli

In Antartide - Voliamo in Antartide al seguito della XXXVIII Spedizione Italiana nel continente più remoto della Terra. Insieme al giornalista di RaiNews24 Andrea Bettini entriamo nella base Mario Zucchelli sul Mare di Ross e nella base italo-francese Concordia sul Plateau Antartico. Un'avventura a decine di gradi sottozero per scoprire la vita del personale e degli scienziati che compiono studi su cambiamenti climatici, biologia marina, atmosfera, geologia, astronomia. Ricerche fondamentali perché ciò che accade in quel luogo lontano influenza tutto il pianeta. Ogni giorno un aggiornamento sulla missione direttamente dall'altro capo del mondo. Un podcast di Andrea Bettini. Direzione Artistica: Andrea Borgnino. Responsabile di produzione: Anna Maria Delogu. Sound designer: Alexandra Genzini. Esperta della materia: Claudia Salati. Si ringrazia il PNRA – Programma Nazionale di Ricerche in Antartide. Foto di Claudio Scarchilli - PNRA

Isole d'inverno - L'Italia è piena di isole meravigliose, un tempo teatro di vita marinara e oggi sempre di più luoghi di turismo di massa. Si riempiono ad ogni stagione estiva per svuotarsi subito dopo. Chissà allora che lo spirito dell'isola, che anche quando è vicina continua ad essere un suggestivo altrove, non risieda proprio lì, in quel negativo dell'immagine da cartolina che ce le fa amara, desiderare. Di Graziano Graziani.

Muso a Muso - Orsi e lupi erano estinti, il loro nome rimaneva legato solo a storie e leggende popolari. Negli ultimi vent'anni sono tornati a popolare in gran numero le montagne del Trentino, recuperando i loro spazi. Una presenza che arricchisce la biodiversità ma che sta aumentando anche quella conflittualità che sembrava sepolta nei ricordi. Questo è il racconto degli incontri (o degli scontri) fra gli uomini e gli orsi e i lupi che sono tornati a vivere accanto alle loro case. Un'esplorazione attraverso interviste originali e voci del passato custodite dalla Teca. Muso a Muso è un podcast della Tgr Rai di Trento, scritto da Alessandro Franzi, supervisione di Massimo Mazzalai, tecnici di produzione Rolando Eccher, Sergio Benvenuti, Enrico Gremes, Paolo Bosatra, Luca Castagnoli, Alberto Grosello e Roberto Lorenzi.

Nelle tracce del Lupo - Il primo podcast italiano dedicato al lupo nasce per invitare l'ascoltatore alla conversazione tra il mondo selvatico e quello umano. Nelle Tracce Del Lupo racconta la nostra attitudine culturale verso la natura muovendosi "nelle" tracce di questo animale elusivo, per quanto studiato e conosciuto. Il viaggio attraversa sia le aree alpine dell'Italia, che negli ultimi dieci anni si sono confrontate con la presenza di questo predatore, sia il cuore dell'Appennino che ci ha sempre convissuto, anche quando nel resto d'Europa era praticamente estinto. In Lupi e uomini, Barry Lopez scrive: «essere rigorosi in tema di lupi equivale a pretendere certezze dalle nuvole». Seguire la sua inafferrabile traccia significa metterci in relazione con un contesto biologico e geografico, culturale e filosofico; significa sentirci esploratori curiosi di imparare i meccanismi della natura. Significa percepirne la presenza fisica. Per questo abbiamo ascoltato biologi, esploratori, storici, guardiacaccia, addetti forestali, naturalisti, scrittori, pastori. Di recente il percorso che ha portato il lupo a ripopolare i boschi italiani, dopo essersi rintanato nel Parco Nazionale d'Abruzzo per un secolo, è stato fotografato dal primo censimento realizzato tra il 2018 e il 2021 su scala nazionale, coinvolgendo migliaia di addetti e centinaia di associazioni, grazie al coordinamento di ISPRA. Abbiamo camminato nelle sue tracce, anche in compagnia di chi ha partecipato a questa mappatura, provando a capirne la prospettiva, annusando i segni del suo passaggio per stabilire una relazione più genuina con il nostro senso di appartenenza al mondo selvatico. I cinque episodi del podcast descrivono come il lupo sia un fondamentale regolatore di biodiversità, un marker vivente dell'ecosistema, che arricchisce la rete di relazioni nella quale siamo immersi. Come tutto ciò che è selvatico dentro di noi, è bello sapere che esiste, ma non è obbligatorio doverlo incontrare. Davide Sapienza: testo e voce narrante Lorenzo Pavolini: testo, registrazioni, montaggio Francesco Garolfi: musiche originali

Next Generation - La ripresa raccontata dalle nuove generazioni. Il Next Generation EU non è solo un piano di ripresa: è il simbolo della ripartenza che dobbiamo costruire ogni giorno. Questo podcast racconta la Next Generation, storie grandi e piccole di giovani che con il loro entusiasmo e impegno quotidiano danno forma al futuro. Ogni puntata approfondisce le tante sfumature dei temi centrali per il rilancio del nostro Paese tramite la voce dei suoi protagonisti. Next Generation è un podcast della Fondazione Antonio Megalizzi per Rai Radio1. Nata per promuovere il dibattito democratico e favorire lo sviluppo del senso critico, con particolare riguardo verso le nuove generazioni, la Fondazione si muove nel solco dei progetti e dei sogni concreti di Antonio Megalizzi, giornalista trentino vittima dell'attentato di Strasburgo del dicembre 2018. Capo progetto Rai Dario Dionoro. In redazione Sabrina Fasanella, Andrea Fioravanti, Caterina Moser e Nicola Pifferi. Voce Nicola Pifferi. Sonorizzazione Rossella Biagi.

Nutrire il Pianeta - I 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'Onu, illustrati da Arianna Voto insieme a esperti internazionali in occasione del Food System Summit, il vertice delle Nazioni Unite sui Sistemi Alimentari.

Piccola storia dell'ambientalismo - Da Antonio Cederna a Wangari Maathai, dai disastri ecologici alle conferenze storiche, una piccola storia dell'ambientalismo raccontata da Stefano Caserini, Massimo De Giuseppe, Francesco Erbani, Marco Gisotti, Gad Lerner, Stefano Paolucci, Telmo Pievani per Wikiradio.

Quadrare i conti - La pandemia, la guerra in Ucraina, l'inflazione. Mai come adesso gli italiani sono alle prese con i problemi di budget e hanno dunque bisogno di avere il maggior numero di consigli utili per far quadrare i conti a fine mese. Dagli investimenti alle assicurazioni, dalle valute allo spread, dal risparmio sulle bollette fino ai mutui e al rapporto con le banche quando si apre un conto corrente. Quadrare i conti, Manuale di economia per le famiglie è un podcast che offre informazioni e consigli utili in tema di economia alle famiglie; venti puntate per spiegare che l'economia è un argomento più agevole di quanto possa apparire e, soprattutto, si può imparare, seguendo bene i consigli di Monica Setta, anche a far fortuna risparmiando. Quadrare i conti è un podcast originale, ideato e condotto da Monica Setta, regia di Natalia Sangiorgi

Risalento. Verso un nuovo paesaggio pugliese - "Risalento. Verso un nuovo paesaggio pugliese" di Viola Berlanda - Puglia. Siamo in terra d'Arneo, nel cuore del Salento. In un contesto dove il batterio chiamato Xilella sta continuando ad uccidere tutti gli ulivi, il territorio e i suoi abitanti si ritrovano a combattere una dura lotta contro elementi naturali ed umani. Partendo dalle storie intime legate ad un piccolo bosco appena nato ed alla sua custode, si esplorano vita, morte e minacce del nostro tacco in coma.

Rotta per la Galite, l'altra Ponza - "Rotta per la Galite, l'altra Ponza" di Francesca Bellino | La Galite è la principale isola dell'arcipelago tunisino che si trova a 64 km a nord di Tabarka, nel cuore del Mediterraneo. Qui, tra fine '800 e inizio '900, ha vissuto una piccola comunità italiana proveniente da Ponza. Il primo ponzese a mettere piede sull'isola nel 1843 fu Antonio D'Arco a seguito di un naufragio. Ci rimase sei anni prima di essere portato in salvo da una barca siciliana e ci tornò nel 1872 insieme alla moglie e ai figli. Negli anni successivi altre famiglie seguirono il suo esempio attratti dai fondali pescosi e una vita in libertà. Nel 1903 vivevano alla Galite 103 persone e nel 1936 ben 250, una comunità che serviva anche da assistenza ai pescatori stagionali che da Ponza partivano per la pesca delle aragoste. La Galite, chiamata Yalta dai tunisini, era considerata da chi viveva di pesca un'America nel Mediterraneo per la ricchezza dei fondali. La maggior parte della comunità ponzese ha vissuto su quest'isola fino il 1956, anno della conquista dell'indipendenza dai francesi da parte dei tunisini. Alcuni negli anni Sessanta sono tornati a Ponza, mentre moli altri, avendo la nazionalità francese, hanno scelto di trasferirsi in Costa Azzurra dove oggi ancora vivono molti discendenti dei ponzo-galitani. Per tutti la Galite rimane nella memoria come una terra speculare a Ponza, una terra sorella, a tratti gemella: l'altra Ponza. È ancora molto forte nei discendenti dei vecchi abitanti della Galite il desiderio di mantenere un legame con l'isola e tenere viva la memoria di questa bella storia di migrazione italiana in Tunisia.

Salto di specie by M'illumino di Meno - Il podcast di RaiPlay Sound che racconta le più belle storie di transizione ambientale, energetica e umana incontrate da M'illumino di meno, la campagna per il risparmio energetico e gli stili di vita sostenibili di Caterpillar e Rai Radio2. Di Sara Zambotti e Massimo Cirri. Cura e progetto audio di Francesca Dal Cero. Con la collaborazione di Roberta Galimberti. Special guest Elianto.

Storie della Scienza - Programma condotto dal filosofo della scienza Telmo Pievani, con la partecipazione della giornalista scientifica Silvia Bencivelli, che approfondisce come e perché la scienza sia diventata così centrale nel mondo di oggi. Le puntate raccontano la storia e l'evoluzione del pensiero scientifico, con le scoperte, le intuizioni, gli esperimenti, le invenzioni, l'applicazione del metodo scientifico.

Terre sostenibili - Un podcast su borghi italiani misconosciuti ma ricchi di una storia raccontata dagli stessi abitanti. Storie di ieri che rivivono - oggi - attraverso le loro azioni positive, in nome della sostenibilità socio-ambientale. Un auspicio per la ripresa del turismo di prossimità più attento e solidale. Condotto da Vittoria De Matteis.

Americano

Fumettisti dei diritti civili: quattro disegnatori afroamericani - Le vite di Zelda Mavin Jackson (Jackie Ormes ), Elmer Simms Campbell, Emory Douglas, Oliver Wendell Harrington, raccontate da Gianluca Diana

Storie di DJ afroamericani per il Civil Rights Movement - "Storie di DJ afroamericani per il Civil Rights Movement" di Gianluca Diana - Quattro voci dell'afroamerica di peso nella radiofonia dello scorso secolo, capaci dietro ad un mestiere apparentemente frivolo, di contribuire in modo determinante alla stagione del "Civil Right Movement". Richard Durham. WMAQ - Chicago. Autore del leggendario format "Destination Freedom"; Dr. Daddy-O. WWEZ - New Orleans. Il primo programma condotto da un afroamericano nella città della musica; Rufus Thomas. WDIA-AM – Memphis. Il noto cantautore è stato prima di tutto la voce di Memphis per eccellenza; "Chattie" Hattie Leeper. WGIV-AM – Cherlotte, NC. La prima donna nera nonchè imprenditrice di successo nel mondo discografico.

Amicizia

Alice & Lewis - Audiodescrizione del cartone animato "Alice & Lewis". Ispirato all'omonimo romanzo di Lewis Carrol, la serie racconta le stravaganti avventure di Alice, sei anni, che, grazie ad una chiave magica, riesce ad aprire qualsiasi porta e ad arrivare nel Paese delle Meraviglie. Qui incontra un coniglio accattivante, Lewis, e i due diventano amici per la pelle. Alice ama giocare con Lewis e gli altri suoi amici, anche se questo significa vedersela con la capricciosa regina dai capelli rossi, con castelli di carte in bilico sulla collina, e soprattutto con le regole e le convenzioni eccentriche di questo regno parallelo. Regia: Bernard Ling

Angelo chi legge - Accolgono gli ospiti, accompagnano gli autori e vegliano sui dialoghi: sono gli angeli di pordenonelegge, hanno vent'anni e vivono immersi nel festival dei libri. Abbiamo chiesto loro di raccontare un libro in pochi minuti nel modo più efficace, usando il loro linguaggio e trasmettendo anche i loro sentimenti. Un libro da consigliare, una lettura che li ha emozionati rivolgendosi principalmente ai loro coetanei, Un progetto pordenonelegge realizzato in collaborazione con la Sede Rai FVG. A cura di Mario Mirasola e Riccardo Cicconetti.

Barbapapà - Una grande famiglia felice - Dai mitici libri per bambini francesi diventati un altrettanto famoso cartoon che ha accompagnato intere generazioni a partire dagli anni Settanta, i leggendari Barbapapà, la più pop delle famiglie, tornano con la loro straordinaria capacità di trasformarsi in qualsiasi cosa, per intrattenere anche il pubblico di oggi e, serie ecologista ante litteram, per rinnovare il loro messaggio verde, efficace anche per le nuove generazioni. Personaggi gentili, liberi e gioiosi, dalle forme tonde e colori pop che hanno scelto di vivere in campagna, fin dall'inizio i Barbapapà sono stati i pionieri della consapevolezza ambientale.

Cole Tiger e l'esercito fantasma - Nati durante una eclissi di luna piena, Cole Tiger e Aquene sono amici per la pelle. Da un po' di tempo un fantasma, il signor Nessuno, mette sottosopra le loro vite entrando e uscendo indisturbato dalle loro case. Seguiamolo… Questa è la storia Cole Tiger, il bambino dai capelli rosso fuoco e dagli occhi azzurro cielo e della sua inseparabile amica Aquene, una nativa americana, dai capelli neri e dagli occhi profondi come la notte. Da qualche tempo, la presenza di un fantasma che entra ed esce dalle loro case indisturbato e il ritrovamento di alcuni oggetti misteriosi mette scompiglio nelle loro vite... Secondo una antica profezia - raccontano i saggi - i due intrepidi bambini sono venuti al mondo per ristabilire la pace nella cittadina e liberare le anime dei loro antenati rimaste incatenate sulla terra, a causa di una maledizione... Ma come faranno Cole Tiger e Aquene a portare a termine la loro missione? Che l'avventura abbia inizio!

Gli acchiappagiochi - Audiodescrizione del Cartone animato "Gli Acchiappagiochi". In un universo molto colorato c'è un piccolo pianeta popolato da bambini alieni di ogni tipo. Qui ha sede un posto molto speciale: il quartier generale degli Acchiappagiochi. Gli Acchiappagiochi sono cinque amici che viaggiano nello spazio esplorando pianeti fantastici, con una grande missione: scoprire, giocare e collezionare tutti i giochi dell'Universo. Ad aiutare gli Acchiappagiochi nella loro missione c'è Mr. Moustache, un simpatico alieno, che ha dedicato tutta la sua vita allo studio dei giochi per insegnarli alle nuove generazioni. In ogni episodio c'è un'avventura da affrontare, nuovi amici da conoscere e un gioco da acchiappare! Regia: Andrea Bozzetto, Branko Rakic

Il compagno - di Cesare Pavese letto da Valerio Binasco

L'Arco di Chiara - Siamo gli speaker di Radioimmaginaria, la radio degli adolescenti. Una domenica di giugno del 2021, in un bosco dell'appennino tosco emiliano, Chiara, una ragazzina di 15 anni, viene uccisa a coltellate da un suo amico sedicenne. Alla fine di un interrogatorio estenuante, Alex sembra essere il maggiore indiziato di questo delitto. Dice di averla uccisa perché si accollava. Alex ora è in carcere in attesa di processo. La storia però è ancora piena di aspetti che devono essere approfonditi. Raccontare quello che è successo a questa nostra coetanea è doveroso. Poteva accadere a chiunque di noi. Scritto da Lorenzo Liberatore, Marco Regazzi, Noemi Sassatelli, musiche di Daniele Bengi Benati, prodotto da Radioimmaginaria. Post Produzione Simone Gigante. La canzone "Sad Story" è cantata da Matil; consulenze legali di Giovanni Annunziata di Studio Legale Giovanni Annunziata, Marco Cappucci, Francesca Tranchida di Studio Legale Capucci, Giulia Maienza, Andrea Pontecorvi e Pietro Puchet di Herbert Smith Freehills. Un ringraziamento speciale va ai genitori di Chiara, Giusi e Vincenzo, Francesca Taibbi, a Martina e all'Associazione L'Arco di Chiara che ha ispirato il titolo di questo podcast.

L'età da inventare - Comunque la si viva, la vecchiaia spesso fa paura o porta con sé la malinconia del tramonto Per alcuni inoperosità forzata e solitudine. Per altri una lontana minaccia da sfuggire. Eppure oggi è diventata un tempo importante dell'esistenza, e si presenta come un'età da inventare. Mons. Vincenzo Paglia propone una visione penetrante e innovativa della vecchiaia. Un periodo libero dalla tirannia della produttività e disponibile per rafforzare legami e momenti di ascolto, un tempo degli affetti, della riflessione, del contributo offerto alla comunità. Un orizzonte spirituale che permette di dare senso al ciclo della vita, proiettando le proprie speranze nel futuro nel sentire la vecchiaia stessa come un compimento verso l'Eterno. Di Monsignor Vicenzo Paglia

Lampadino e Caramella - "Lampadino e Caramella nel MagiRegno degli Zampa" è un cartone animato rivoluzionario per la sua metodologia: inclusivo e senza barriere, è adatto a tutti i bambini.

Leo da Vinci - Audiodescrizione del cartone annimato "Leo da Vinci". Il quindicenne Leonardo Da Vinci giunto a Firenze da Vinci nel 1467, ed il suo amico Lollo lavorano nella bottega del Verrocchio, il primo come apprendista pittore e il secondo come aiuto cuoco. La bottega del maestro fiorentino è frequentata anche dal giovane Lorenzo de' Medici (non ancora "magnifico"). Leo trascorre il tempo libero inventando mille cose. Lisa invece lavora presso le scuderie dei Medici. Un giorno una ciurma di pirati, la cui nave si è arenata alla foce dell'Arno, vengono avvicinati da Adolino, un losco figuro che offre loro di mettersi al servizio di un nobile signore fiorentino noto come il "Cospiratore", il quale vuole sostituirsi ai Medici nel governo della città. Regia: Sergio Manfio

Lo specchio di Lorenzo - Audiodescrizione del corto animato "Lo specchio di Lorenzo". Nel mondo di Lorenzo, niente è come appare realmente. Tutto si trasforma, gli umani spaventosi vengono sostituiti da animali, le stanze diventano boschi e il coraggio si traduce nel ritornello di "Heroes", brano rappresentativo del modo in cui il protagonista vede il fratello maggiore, inizialmente suo unico "ponte" con l'esterno. Tutto quello che piace a Lorenzo ha colori caldi, rassicuranti, luminosi; in opposizione, i momenti di disagio e paura sono bui e freddi. Quello in cui vive il piccolo è il mondo creato dalla bolla del suo autismo, che gli impedisce di comunicare, isolandolo. Un giorno, però, questa bolla verrà squarciata da qualcosa di nuovo, un piccolo specchio. Così, quando Lorenzo trova il coraggio di guardarci dentro, vede se stesso e il mondo che lo circonda senza paura, imparando gradualmente a comunicare e parlare attraverso il suo riflesso, grazie all'aiuto dell'amica Sofia e del fratello "supereroe" Michele. Regia: Angela Conigliaro

Lupo - Audiodescrizione del Cartone animato "Lupo". "Lupo" è un eroe con moltissima immaginazione e un sacco di idee per rendere la vita, sua e dei suoi amici nella prateria, più piacevole. E se un giorno come un altro può rivelarsi una fantastica avventura... allora tanto meglio! C'è un problema di siccità? Uno dei suoi amici si è fatto male? Nessuno ha mai provato prima a navigare un fiume con una canoa? Nessuna sfida è troppo grande per Lupo, nessun ostacolo insormontabile, perché lui ha sempre un'idea. Regia: Paul Leluc

Manolito - Su Rai Radio Kids la versione audio di Manolito, il personaggio creato dalla penna di Elvira Lindo, ormai vera e propria star della letteratura per ragazzi. Si tratta della lettura del libro "Ecco Manolito" (Lapis Edizioni - 2014), suddiviso in puntate quotidiane. Le divertenti avventure del ragazzino di Madrid sono state tradotte da Luisa Mattia e raccontate da Tiziana Martello, la voce ufficiale di Rai Radio Kids. Regia di Veronica Salvi. Manolito Garcia Moreno è un esuberante, logorroico e irriverente ragazzino che vive in un quartiere periferico di Madrid. Nella vita di Manolito qualsiasi situazione "normale", dal compleanno del nonno a una merenda insieme agli amici, si trasforma in un caotico susseguirsi di eventi da risolvere nella maniera più rocambolesca e esilarante possibile. Manolito vive in una realtà in cui la gente è semplice, i ragazzini giocano ancora per strada e i genitori, seppure affettuosi, non vanno per il sottile quando devono giudicare un comportamento sbagliato e agire di conseguenza. Una realtà in cui le madri hanno il compito di educare i figli e di tenere puliti e dignitosi quei pochi metri quadrati di appartamento, in cui gli anziani vanno al circolo e i padri vanno al bar, in cui l'unico spazio verde è un minuscolo parco con un solo albero al centro, che per questo viene chiamato "Parco dell'Impiccato". Una realtà in cui non si va in vacanza e non ci si aspetta nemmeno un granché dalla vita, ma in cui ogni giorno, visto attraverso i "quattro occhi" di Manolito, può diventare il miglior giorno del "mondo mondiale".

Mini Cuccioli a scuola - Audiodescrizione del Cartone animato "Mini Cuccioli a scuola". I Mini Cuccioli vivono le loro prime esperienze a scuola, dove il gioco è lo strumento per apprendere e imparare a conoscere sé stessi e il mondo circostante. La conoscenza avviene attraverso l'esperienza del fare: recitando, imparando e suonare in gruppo, visitando città e musei, giocando con la matematica, e così via. Questo luogo è anche l'occasione per incontrare nuovi compagni: Ciccio il riccio, Gelsomina la lontra, Cocò la volpe, Nicola il picchio, Cangiante il camaleonte e Federico il lombrico. E ad accogliere gli alunni ci sono inoltre dei simpatici insegnanti: Laura la lince, Giovanni il gufo, Sebastiano il fenicottero, Celeste la cicogna ed Ester la tartaruga, la Direttrice della scuola. E anche in questa nuova avventura i Mini Cuccioli sono in compagnia dell'Albero Matusalemme, sempre disponibile ad aiutarli a trovare soluzioni ai loro problemi. Regia: Sergio Manfio

Pimpa - Audiodescrizione dei cartoni animati de "Pimpa". Pimpa, cagnolina a pallini rossi che si muove e parla come una bambina, è stata creata nel 1975 dal prestigioso artista e scrittore italiano Altan. Con le sue storie divertenti e poetiche, la Pimpa è diventata negli anni uno dei grandi beniamini dei bambini nel mondo del fumetto Regia: Altan

Xenos - Nell'antica Grecia, ai tempi di Omero, Xenos significava straniero, ospite, amico, era il viandante al quale si mostrava rispetto e ospitalità. Cosa rimane, oggi, di questo senso di alterità, del reale desiderio di conoscenza di altre culture? Dove si è perso il linguaggio dell'accoglienza per far posto invece alla paura, trasformando spesso un bene prezioso in un nemico? Il podcast Xenos recupera lo spirito costruttivo dell'accezione originaria del termine attraverso le voci di molti stranieri, arrivati in Italia per cercare un approdo lontano da guerre, povertà, persecuzioni. Straniera è anche la persona straordinaria ma invisibile perché dotata di differenti abilità. Migranti e disabili, a loro è offerto spazio e tempo per rompere le proprie solitudini e presentarsi rivelando talenti, aspirazioni. Per abbattere i pregiudizi e crescere nella reciprocità. Xenos è un podcast scritto e realizzato da Sandra Salvato e Antonella Palermo con la collaborazione tecnica di Emanuele Donnini. Musiche originali di Riccardo Brizzi e Michele Mingrone, con effetti e supervisione di Sergio Nachira. Hanno contribuito: Trio GoInBa, Stefano Indino, Ady Cohen, Franco Baggiani, Filomeno Lopes. La copertina è dell'artista Riccardo Brizzi. Il programma è presentato da Federcasse.

Animali parlanti

Alice & Lewis - Audiodescrizione del cartone animato "Alice & Lewis". Ispirato all'omonimo romanzo di Lewis Carrol, la serie racconta le stravaganti avventure di Alice, sei anni, che, grazie ad una chiave magica, riesce ad aprire qualsiasi porta e ad arrivare nel Paese delle Meraviglie. Qui incontra un coniglio accattivante, Lewis, e i due diventano amici per la pelle. Alice ama giocare con Lewis e gli altri suoi amici, anche se questo significa vedersela con la capricciosa regina dai capelli rossi, con castelli di carte in bilico sulla collina, e soprattutto con le regole e le convenzioni eccentriche di questo regno parallelo. Regia: Bernard Ling

Dixi Simple Songs - Dixi e i suoi amici affrontano avventure basate sui testi di canzoni tradizionali universalmente note, molto apprezzate dai più piccoli e dai loro familiari.

Gli acchiappagiochi - Audiodescrizione del Cartone animato "Gli Acchiappagiochi". In un universo molto colorato c'è un piccolo pianeta popolato da bambini alieni di ogni tipo. Qui ha sede un posto molto speciale: il quartier generale degli Acchiappagiochi. Gli Acchiappagiochi sono cinque amici che viaggiano nello spazio esplorando pianeti fantastici, con una grande missione: scoprire, giocare e collezionare tutti i giochi dell'Universo. Ad aiutare gli Acchiappagiochi nella loro missione c'è Mr. Moustache, un simpatico alieno, che ha dedicato tutta la sua vita allo studio dei giochi per insegnarli alle nuove generazioni. In ogni episodio c'è un'avventura da affrontare, nuovi amici da conoscere e un gioco da acchiappare! Regia: Andrea Bozzetto, Branko Rakic

Krud dal pianeta Cott - Krud, l'alieno pasticcione che vuole invadere la Terra è tornato ma c'è una terribile novità: è diventato buono! Con Armando Traverso e Andrea Calabretta, regia di Isabella Carbone

Lampadino e Caramella - "Lampadino e Caramella nel MagiRegno degli Zampa" è un cartone animato rivoluzionario per la sua metodologia: inclusivo e senza barriere, è adatto a tutti i bambini.

Lo specchio di Lorenzo - Audiodescrizione del corto animato "Lo specchio di Lorenzo". Nel mondo di Lorenzo, niente è come appare realmente. Tutto si trasforma, gli umani spaventosi vengono sostituiti da animali, le stanze diventano boschi e il coraggio si traduce nel ritornello di "Heroes", brano rappresentativo del modo in cui il protagonista vede il fratello maggiore, inizialmente suo unico "ponte" con l'esterno. Tutto quello che piace a Lorenzo ha colori caldi, rassicuranti, luminosi; in opposizione, i momenti di disagio e paura sono bui e freddi. Quello in cui vive il piccolo è il mondo creato dalla bolla del suo autismo, che gli impedisce di comunicare, isolandolo. Un giorno, però, questa bolla verrà squarciata da qualcosa di nuovo, un piccolo specchio. Così, quando Lorenzo trova il coraggio di guardarci dentro, vede se stesso e il mondo che lo circonda senza paura, imparando gradualmente a comunicare e parlare attraverso il suo riflesso, grazie all'aiuto dell'amica Sofia e del fratello "supereroe" Michele. Regia: Angela Conigliaro

Lupo - Audiodescrizione del Cartone animato "Lupo". "Lupo" è un eroe con moltissima immaginazione e un sacco di idee per rendere la vita, sua e dei suoi amici nella prateria, più piacevole. E se un giorno come un altro può rivelarsi una fantastica avventura... allora tanto meglio! C'è un problema di siccità? Uno dei suoi amici si è fatto male? Nessuno ha mai provato prima a navigare un fiume con una canoa? Nessuna sfida è troppo grande per Lupo, nessun ostacolo insormontabile, perché lui ha sempre un'idea. Regia: Paul Leluc

Mini Cuccioli a scuola - Audiodescrizione del Cartone animato "Mini Cuccioli a scuola". I Mini Cuccioli vivono le loro prime esperienze a scuola, dove il gioco è lo strumento per apprendere e imparare a conoscere sé stessi e il mondo circostante. La conoscenza avviene attraverso l'esperienza del fare: recitando, imparando e suonare in gruppo, visitando città e musei, giocando con la matematica, e così via. Questo luogo è anche l'occasione per incontrare nuovi compagni: Ciccio il riccio, Gelsomina la lontra, Cocò la volpe, Nicola il picchio, Cangiante il camaleonte e Federico il lombrico. E ad accogliere gli alunni ci sono inoltre dei simpatici insegnanti: Laura la lince, Giovanni il gufo, Sebastiano il fenicottero, Celeste la cicogna ed Ester la tartaruga, la Direttrice della scuola. E anche in questa nuova avventura i Mini Cuccioli sono in compagnia dell'Albero Matusalemme, sempre disponibile ad aiutarli a trovare soluzioni ai loro problemi. Regia: Sergio Manfio

One Love - Nella lontana lontana, ma vicina vicina Galassia Amour, circondato da stelle di zucchero e lune di panna, galleggia un pianeta dal cuore pulsante, One Love, la patria dei piccoli deliziosi Amo e Ama, i due Baby-Hugs (Abbraccini) che con la loro intelligenza mischiata a un pizzico di follia stellare, energetico divertimento, forza di volontà, coraggio e tantissimo 'volersi bene', risolvono i piccoli enormi problemi, gli enigmi, che ogni giorno arrivano a turbare quel mondo. Perché anche su quel meraviglioso pianeta esistono i guai, e bisogna sempre prendersene cura, magari abbracciandosi stretti stretti e sprigionando così una potente aura benigna.

Pimpa - Audiodescrizione dei cartoni animati de "Pimpa". Pimpa, cagnolina a pallini rossi che si muove e parla come una bambina, è stata creata nel 1975 dal prestigioso artista e scrittore italiano Altan. Con le sue storie divertenti e poetiche, la Pimpa è diventata negli anni uno dei grandi beniamini dei bambini nel mondo del fumetto Regia: Altan

Animazione

Dixi Simple Songs - Dixi e i suoi amici affrontano avventure basate sui testi di canzoni tradizionali universalmente note, molto apprezzate dai più piccoli e dai loro familiari.

Gli acchiappagiochi - Audiodescrizione del Cartone animato "Gli Acchiappagiochi". In un universo molto colorato c'è un piccolo pianeta popolato da bambini alieni di ogni tipo. Qui ha sede un posto molto speciale: il quartier generale degli Acchiappagiochi. Gli Acchiappagiochi sono cinque amici che viaggiano nello spazio esplorando pianeti fantastici, con una grande missione: scoprire, giocare e collezionare tutti i giochi dell'Universo. Ad aiutare gli Acchiappagiochi nella loro missione c'è Mr. Moustache, un simpatico alieno, che ha dedicato tutta la sua vita allo studio dei giochi per insegnarli alle nuove generazioni. In ogni episodio c'è un'avventura da affrontare, nuovi amici da conoscere e un gioco da acchiappare! Regia: Andrea Bozzetto, Branko Rakic

Lupo - Audiodescrizione del Cartone animato "Lupo". "Lupo" è un eroe con moltissima immaginazione e un sacco di idee per rendere la vita, sua e dei suoi amici nella prateria, più piacevole. E se un giorno come un altro può rivelarsi una fantastica avventura... allora tanto meglio! C'è un problema di siccità? Uno dei suoi amici si è fatto male? Nessuno ha mai provato prima a navigare un fiume con una canoa? Nessuna sfida è troppo grande per Lupo, nessun ostacolo insormontabile, perché lui ha sempre un'idea. Regia: Paul Leluc

One Love - Nella lontana lontana, ma vicina vicina Galassia Amour, circondato da stelle di zucchero e lune di panna, galleggia un pianeta dal cuore pulsante, One Love, la patria dei piccoli deliziosi Amo e Ama, i due Baby-Hugs (Abbraccini) che con la loro intelligenza mischiata a un pizzico di follia stellare, energetico divertimento, forza di volontà, coraggio e tantissimo 'volersi bene', risolvono i piccoli enormi problemi, gli enigmi, che ogni giorno arrivano a turbare quel mondo. Perché anche su quel meraviglioso pianeta esistono i guai, e bisogna sempre prendersene cura, magari abbracciandosi stretti stretti e sprigionando così una potente aura benigna.

Architettura e opere d'arte

100 anni di Bauhaus - Le vite di Walter Adolph Gropius, Annelise Else Frieda Fleischmann, Marianne Brandt e Marcel Breuer, raccontate da Enrico Morteo

Il Caffè - Il programma culturale condotto da Pino Strabioli. In ogni puntata, notizie e approfondimenti su teatro, cinema, libri e musica. Ogni settimana ospiti i protagonisti della tv di ieri e di oggi, attori, scrittori e musicisti. Un viaggio nel racconto della memoria e nella scoperta delle novità che si muovono in campo culturale.

Il saccheggio. Storia di una biblioteca depredata - La sera del 18 aprile del 2012 i carabinieri entrano nell'antica Biblioteca dei Girolamini, nel cuore di Napoli. Trovano un caos biblico: volumi preziosi spostati, altri dentro grandi scatoloni. Ma soprattutto scoprono che alcune scaffalature sono state svuotate completamente. Una banda, di notte, svaligiava i libri con carrelli e camion. A capo dell'organizzazione c'era nientemeno che il direttore, Marino Massimo De Caro. Questa è la storia di un saccheggio senza precedenti. Autrice Carla Manzocchi Regia Luca Bernardini Letture Claudio Vigolo.

Museo nazionale - In Italia non esiste un Museo Nazionale. La nostra storia - e la nostra arte - è policentrica: ogni regione ha un museo importante, ogni museo un'opera memorabile. Questa situazione particolare è il prodotto della nostra storia e forse anche dei suoi limiti. Sicuramente è un pregio del nostro territorio, una qualità diffusa da ricordare e valorizzare. Per esempio con un progetto che solo grazie alla radio si può realizzare. Costituire un Museo Nazionale nel quale trovino collocazione, nel mondo virtuale e narrativo della radio, centocinquanta opere d'arte capaci di raccontare la storia d'Italia. Come ogni museo che si rispetti c'è uno staff dedicato: lo scrittore Luca Scarlini funge da direttore, e poi ci sono i curatori della collezione e i "prestatori" delle opere scelte, l'allestitore delle sale, il designer sonoro e così via. Centocinquanta storici dell'arte propongono le opere che a loro libero giudizio devono far parte di un Museo Nazionale, rispettando un solo vincolo: le opere scelte appartengono a collezioni permanenti di musei pubblici italiani. Ogni puntata è dedicata a un'opera della collezione. Oltre alle opere d'arte è possibile ascoltare visite guidate personalizzate, incontrare gli storici dell'arte, ascoltare i loro racconti e trovare informazioni, bibliografie e percorsi museali italiani. Un gioco radiofonico sulle opere e i luoghi dell'arte italiana per coniugare curiosità e passione con l'impegno a conoscere e difendere il grande patrimonio museale del nostro paese.

Stanotte a... - Alberto Angela ci porta alla scoperta dei musei più importanti del mondo e lo fa entrandoci di notte, l'unico momento possibile per osservare le sale vuote o i reperti preziosi fuori dalle vetrine, perché non ci sono visitatori. Di notte il Museo cambia volto. Siamo solo noi davanti ai capolavori, immersi nel silenzio.

Storia dell'arte - Maturadio - Lezioni di Storia dell'arte in podcast. "Maturadio - Lezioni in podcast" è un progetto nato dalla collaborazione tra Ministero dell'Istruzione, Rai Radio 3 e Treccani dedicato alle studentesse e agli studenti che stanno preparando l'esame di maturità.

Tracce - Storie di cammini - Per questa nuova serie abbiamo compiuto un viaggio a piedi che non ha precedenti nella storia del turismo italiano: è il primo cammino solidale in Europa, quello nelle Terre Mutate. Un percorso che nell'azione del camminare si propone di ricucire i lembi di terra e di quotidianità, riparando la rete di relazioni umane strappate da un'ininterrotta onda sismica, che dal 1997 ha colpito Marche, Umbria, Lazio e Abruzzo a più riprese. 14 tappe, 257 chilometri, da Fabriano all'Aquila, una straordinaria avventura a piedi raccontata in occasione della ricorrenza del 30 ottobre 2016, quando la "grande botta" devastò Norcia e Amatrice. Un podcast di Valentina Lo Surdo, regia e sound disegn Erika Manni e Pino Zingarelli, supervisione di Cristiana Castellotti.

Arte

100 anni di Bauhaus - Le vite di Walter Adolph Gropius, Annelise Else Frieda Fleischmann, Marianne Brandt e Marcel Breuer, raccontate da Enrico Morteo

Alle Otto Della Sera - Nei suoi dieci anni di trasmissioni, Alle 8 Della Sera ha vinto sfide impossibili degne di un super eroe: raccontare alla radio sera dopo sera, gli ultimi quattro canti del Paradiso o il teorema di Fermat, la vita di Carlo Magno o le teorie sull'evoluzione di Darwin, il De bello Gallico di Giulio Cesare, la vita di Khomeini o quella di Karol Woitila... La regia dei cicli è stata curata da Angela Zamparelli, Giancarlo Simoncelli e Vittorio Attamamte. Post produzione per il web a cura di Angela Zamparelli, Giancarlo Simoncelli e Giovanna Romano

Andrea Camilleri - 6 settembre 1925 - 17 luglio 2019

Anna Magnani, bravissima! - Il 7 marzo nasceva a Roma Anna Magnani, una delle più grandi interpreti femminili della storia del cinema

Artishow - Inestimabili cose qualunque. Sono anni che attacco sul frigo i biglietti delle mostre che visito. Ne ho centinaia e non riesco a buttarli. In effetti l'arte è la cosa più salutare che il mio frigo abbia mai ospitato. Benvenuti a Artishow, una serie di ritratti (da 10 minuti ciascuno) di artisti contemporanei che hanno segnato il mio percorso per un motivo ben preciso: hanno saputo trasformare cose comuni in opere dal valore inestimabile. Un podcast di  Ema Stokholma e Priscilla La Gioia. Con Ema Stokholma. Regia e sound design Leonardo Carioti. A cura di Riccardo Pandolfi.

Dante Istoriato. A riveder le stelle - Le audiodescrizioni dedicate all'Ipervisione della Galleria degli Uffizi sui disegni della Divina Commedia di Federico Zuccari. Il progetto "Dante Istoriato. A riveder le stelle" è l'omaggio che le Gallerie degli Uffizi dedicano al Sommo Poeta, nell'anniversario dei 700 anni dalla morte, pubblicando sul sito ufficiale le tre cantiche della Divina Commedia istoriate da Federico Zuccari. Al fine di ampliare le opportunità di fruizione della mostra virtuale, Rai Pubblica Utilità ha collaborato con Gallerie degli Uffizi per rendere completamente accessibile l'esposizione digitale, realizzando le audiodescrizioni di ciascuna delle 92 tavole che compongono il percorso virtuale della mostra (di cui 88 immagini, 3 introduzioni - una per Cantica - e 1 frontespizio). La voce di Federico Pacifici e i testi di Luca Della Bianca accompagnano le illustrazioni di Federico Zuccari, consentendo anche alle persone con disabilità visive di apprezzarle nei poetici dettagli.

Dario Fo - L'eterno giullare e maschera del teatro di Parola

Enzo Jannacci - Cantautore fuori da ogni schema, stravagante e generoso, tra i più grandi e amati. Lui è stato grande con i grandi come Giorgio Gaber, Dario Fo, Cochi e Renato, Beppe Viola, Paolo Rossi e Adriano Celentano. Forte del suo indiscusso eclettismo, "l'irregolare" Enzo attraversa almeno cinquant'anni di storia: dal rock 'n' roll dei Cinquanta al cabaret dei Sessanta, dalla canzone d'autore alla musica libera da schemi dei decenni successivi.

Federico Fellini, il visionario - Un omaggio al grande maestro del cinema italiano

Felinità - Una playlist sui nostri amici gatti tutta da ascoltare

Frank Sinatra - Il ricordo di uno dei più grandi artisti contemporanei

Fumettisti dei diritti civili: quattro disegnatori afroamericani - Le vite di Zelda Mavin Jackson (Jackie Ormes ), Elmer Simms Campbell, Emory Douglas, Oliver Wendell Harrington, raccontate da Gianluca Diana

Giorgio Gaber - 'Un ragazzo milanese perennemente spettinato che suonava la chitarra e cantava a squarciagola il rock and roll'

I tipi pasoliniani - A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini, un modo particolare di ricordare un artista che ha lasciato il segno nella coscienza del Paese, attraverso un grande e multiforme dialogo intorno alle sue opere e parole. Davide Rondoni e David Riondino conversano tra loro – e con scrittori, personaggi della società, del giornalismo, della cultura e dell'arte – intervallando canzoni, poesie, citazioni e storie, chiedendosi e chiedendo quanto ci sia di pasoliniano in ciascuno e quali siano i tipi e i temi pasoliniani per antonomasia. "I tipi pasoliniani" è un podcast di Davide Rondoni e David Riondino, con la regia di Elisabetta Malantrucco, direzione artistica Andrea Borgnino, responsabile della produzione Anna Maria Delogu, esperta di produzione Paola Manduca, esperta web e di produzione Claudia Salati.

Il Caffè - Il programma culturale condotto da Pino Strabioli. In ogni puntata, notizie e approfondimenti su teatro, cinema, libri e musica. Ogni settimana ospiti i protagonisti della tv di ieri e di oggi, attori, scrittori e musicisti. Un viaggio nel racconto della memoria e nella scoperta delle novità che si muovono in campo culturale.

Il mestiere dell'artista da Giotto a Leonardo - La storia dell'arte italiana dal Trecento in poi attraverso una formidabile galleria di artisti, di nuovi territori di espressione e di stile personali Di Claudio Strinati

Il Mestiere dell'artista, da Raffaello a Caravaggio - Una straordinaria pagina di storia dell'arte italiana dai primi del '500 ai primi del '600

Il saccheggio. Storia di una biblioteca depredata - La sera del 18 aprile del 2012 i carabinieri entrano nell'antica Biblioteca dei Girolamini, nel cuore di Napoli. Trovano un caos biblico: volumi preziosi spostati, altri dentro grandi scatoloni. Ma soprattutto scoprono che alcune scaffalature sono state svuotate completamente. Una banda, di notte, svaligiava i libri con carrelli e camion. A capo dell'organizzazione c'era nientemeno che il direttore, Marino Massimo De Caro. Questa è la storia di un saccheggio senza precedenti. Autrice Carla Manzocchi Regia Luca Bernardini Letture Claudio Vigolo.

L'arte, secondo lei - Isabella d'Este e Gabriella Lonardi Buontempo sono le protagoniste di questo ciclo di "Vite" che esplora il poco noto universo del mecenatismo e collezionismo femminile. Di Costantino D'Orazio.

Le origini dell'arte contemporanea - Venti conversazioni sui protagonisti dell'arte contemporanea. Il metodo scientifico e il paradosso: per avvicinarsi alle opere di Warhol e alle canzoni di Wilma Goich. Le case degli artisti, il fiume televisivo, la tomba di Berlusconi e le tombe che restituiscono le opere d'arte. Venti proposte per conoscere l'arte del '900 e l'esistenza esemplare del casellante dell'autostrada. La confusione dei linguaggi, la sacralità dell'arte, il cinema e la fotografia. Di Vittorio Sgarbi

Lucio Battisti - Avrebbe compiuto 75 anni

Marcello Mastroianni - Marcello Mastroianni

Massimo Troisi - Scusate il ritardo, ecco a voi Massimo Troisi

Mercanti di bellezza - Le vite di Leo Castelli e Ileana Sonnanbend, raccontate da Costantino D'Orazio

Mina - Un'artista eclettica e versatile

Modugno - Il ricordo di Mister Volare dagli archivi Rai

Mostre impossibili - Le mostre impossibili e le visite guidate ai Musei italiani. Uno spazio dedicato alle voci dei tanti storici dell'arte, critici e archeologi che in questi anni hanno collaborato alla trasmissione Radio3 suite. Se l'emergenza sanitaria ha per il momento bloccato l'accesso a mostre e musei, la radio permetterà visite guidate in luoghi reali e immaginari. Con il potere evocativo delle parole e i suggerimenti di esperti attraverseremo le sale di musei italiani poco conosciuti ma visiteremo anche, con percorsi pensati per l'occasione, le collezioni dei Grandi Musei.

Museo nazionale - In Italia non esiste un Museo Nazionale. La nostra storia - e la nostra arte - è policentrica: ogni regione ha un museo importante, ogni museo un'opera memorabile. Questa situazione particolare è il prodotto della nostra storia e forse anche dei suoi limiti. Sicuramente è un pregio del nostro territorio, una qualità diffusa da ricordare e valorizzare. Per esempio con un progetto che solo grazie alla radio si può realizzare. Costituire un Museo Nazionale nel quale trovino collocazione, nel mondo virtuale e narrativo della radio, centocinquanta opere d'arte capaci di raccontare la storia d'Italia. Come ogni museo che si rispetti c'è uno staff dedicato: lo scrittore Luca Scarlini funge da direttore, e poi ci sono i curatori della collezione e i "prestatori" delle opere scelte, l'allestitore delle sale, il designer sonoro e così via. Centocinquanta storici dell'arte propongono le opere che a loro libero giudizio devono far parte di un Museo Nazionale, rispettando un solo vincolo: le opere scelte appartengono a collezioni permanenti di musei pubblici italiani. Ogni puntata è dedicata a un'opera della collezione. Oltre alle opere d'arte è possibile ascoltare visite guidate personalizzate, incontrare gli storici dell'arte, ascoltare i loro racconti e trovare informazioni, bibliografie e percorsi museali italiani. Un gioco radiofonico sulle opere e i luoghi dell'arte italiana per coniugare curiosità e passione con l'impegno a conoscere e difendere il grande patrimonio museale del nostro paese.

Omaggio a Pasolini - Dalla poesia agli esordi al cinema

Ossessionati dall'arte - Collezionisti e falsari dal Cinquecento a oggi

Pezzi da 90 - C'è sempre più spazio a Pezzi da 90. S'inforcano le bici e corrono le puntate ancora calde. Fanno cantare i Pezzi da 90, e fanno sorridere e fanno piacere le vecchie storie raccontate. Scrivi un libro, fai un film, azzecchi una canzone, vinci un mondiale, perdi un Sanremo? E finisci a Pezzi. Pezzi da 90 è un programma che racconta di artisti, di scienziati, di persone, di storielle e di storiacce. E così piace a tutti. Semplice!

Pezzi da 90 - Mike Bongiorno - Mike Bongiorno, il primo , il più grande, con allegria!

Quando l'abito fa l'artista - Le vite di Rosa Bonheur e Sonia Terk Delaunay, raccontate da Costantino D'Orazio

Queen - "Si può essere tutto ciò che si vuole, basta trasformarsi in tutto ciò che si pensa di poter essere"

Quello che le artiste non dicono - Spesso ribelli, sempre passionali e tutte non convenzionali sono le quattro artiste a cui è dedicato un percorso che prende le mosse dall'arte rinascimentale e arriva all'arte contemporanea. Di e con Costantino D'Orazio.

Sguardi Uniti d'America - Quattro fotografi che hanno raccontato l'America del '900 - Le vite di William Eugene Smith, Robert Louis Frank, Vivian Maier, William Eggleston, raccontate da Valerio Corzani

Stanotte a... - Alberto Angela ci porta alla scoperta dei musei più importanti del mondo e lo fa entrandoci di notte, l'unico momento possibile per osservare le sale vuote o i reperti preziosi fuori dalle vetrine, perché non ci sono visitatori. Di notte il Museo cambia volto. Siamo solo noi davanti ai capolavori, immersi nel silenzio.

Statue in piazza - Il più grande museo italiano, diffuso su tutto il territorio nazionale: è la nostra statuaria monumentale. Un museo ai più ignoto, o indifferente; sovente trascurato, umiliato, trasferito; e però ancora conservato, restaurato, qualche volta ammirato. Un museo che, anno dopo anno, continua ad arricchirsi di nuove opere e protagonisti. Di Giovanni Carlo Federico Villa, a cura di Monica D'Onofrio, regia e scelte musicali di Cristiana Munzi.

Storia dell'arte - Maturadio - Lezioni di Storia dell'arte in podcast. "Maturadio - Lezioni in podcast" è un progetto nato dalla collaborazione tra Ministero dell'Istruzione, Rai Radio 3 e Treccani dedicato alle studentesse e agli studenti che stanno preparando l'esame di maturità.

Super Sanremo - Dal 29 gennaio 1951

The Beatles - L'omaggio di Pezzi da 90 al gruppo che ha rivoluzionato la storia della musica

Tracce - Storie di cammini - Per questa nuova serie abbiamo compiuto un viaggio a piedi che non ha precedenti nella storia del turismo italiano: è il primo cammino solidale in Europa, quello nelle Terre Mutate. Un percorso che nell'azione del camminare si propone di ricucire i lembi di terra e di quotidianità, riparando la rete di relazioni umane strappate da un'ininterrotta onda sismica, che dal 1997 ha colpito Marche, Umbria, Lazio e Abruzzo a più riprese. 14 tappe, 257 chilometri, da Fabriano all'Aquila, una straordinaria avventura a piedi raccontata in occasione della ricorrenza del 30 ottobre 2016, quando la "grande botta" devastò Norcia e Amatrice. Un podcast di Valentina Lo Surdo, regia e sound disegn Erika Manni e Pino Zingarelli, supervisione di Cristiana Castellotti.

Van Gogh - l 27 luglio 1890, domenica, Vincent van Gogh esce da una locanda di Auvers e si avvia verso i campi. Entra in una fattoria, si stende nella buca del letame, fuma con calma la sua pipa. Sono passati appena dieci anni da quando ha stabilito di essere un pittore, e negli ultimi cinque anni ha rivoluzionato passato e futuro dell'arte moderna, senza che nessuno l'abbia capito. Quel giorno, però, non ha con sé i colori, la tela, il cavalletto, ma una pistola: "Quella pistola in mano sua è come un pennello, e con quel colpo Vincent non si uccide, si termina", dice Giordano Bruno Guerri nella sua appassionata ricostruzione della vita del pittore.

Astrofisica

Margherita Hack - Scienziata per caso - L'astrofisica Margherita Hack in una lunga intervista ripercorre i momenti più importanti del suo percorso di vita e della sua carriera scientifica. Una delle menti più brillanti della comunità scientifica italiana, è stata la prima donna a dirigere un osservatorio astronomico in Italia e ha dato un notevole contributo nello studio e nella classificazione spettrale di molte categorie di stelle.

Storie della Scienza - Programma condotto dal filosofo della scienza Telmo Pievani, con la partecipazione della giornalista scientifica Silvia Bencivelli, che approfondisce come e perché la scienza sia diventata così centrale nel mondo di oggi. Le puntate raccontano la storia e l'evoluzione del pensiero scientifico, con le scoperte, le intuizioni, gli esperimenti, le invenzioni, l'applicazione del metodo scientifico.

Virgo. L'universo si fa suono - Immaginate di poter viaggiare nello spazio e nel tempo solo attraverso un segnale simile al suono, ma restando fermi, sulla terra. Per trent'anni e per tre generazioni, un gruppo di scienziati ha inseguito il sogno di captare delle speciali onde provenienti da luoghi molto remoti del cosmo, onde teorizzate da Albert Einstein oltre un secolo fa ma, che nessuno era ancora riuscito a intercettare. Grazie alla visionaria intuizione di due fisici, Adalberto Giazotto e Alain Brillet, e grazie al lavoro di un gruppo di scienziati di diversi paesi europei, l'esperimento Virgo viene costruito nelle campagne vicino a Pisa. Virgo è un interferometro, una grande macchina con due tunnel lunghi tre chilometri in grado di captare le onde gravitazionali, flebili segnali emanati da violenti eventi cosmici avvenuti a milioni e miliardi di anni luce dalla terra. Questa è la storia dell'esperimento Virgo, ma anche la storia del gruppo di scienziati che ha creduto in un sogno che sembrava impossibile. Di Raffaele Passerini. Musiche originali di Riccardo Amorese. Produttore esecutivo Fabiana Carobolante. Supervisione di Elisabetta Parisi. Realizzato con la partecipazione della equipe di Virgo e di Vincenzo Napolano per la consulenza scientifica.

Astronomia

Come è fatto un calendario - Come è fatto un calendario Settembre, ottobre, novembre e dicembre rimandano ai numeri 7, 8, 9 e 10: perché? E perché un anno prevede dodici mesi? Che differenza c'è tra un calendario lunare e uno solare? "Come è fatto un calendario", ideato da Paolo Conte, indaga le origini storiche, astronomiche e culturali della nostra visione del tempo. Ma racconta anche altri calendari, antichi e moderni come quello maya, quello cinese e quello persiano: modi diversi di scandire il ritmo dei giorni.

Margherita Hack - Scienziata per caso - L'astrofisica Margherita Hack in una lunga intervista ripercorre i momenti più importanti del suo percorso di vita e della sua carriera scientifica. Una delle menti più brillanti della comunità scientifica italiana, è stata la prima donna a dirigere un osservatorio astronomico in Italia e ha dato un notevole contributo nello studio e nella classificazione spettrale di molte categorie di stelle.

Segnati dalla Luna: Buzz Aldrin e Harrison Schmitt - Le vite di Buzz Aldrin e Harrison Schmitt, raccontate da Paolo Conte

Storie della Scienza - Programma condotto dal filosofo della scienza Telmo Pievani, con la partecipazione della giornalista scientifica Silvia Bencivelli, che approfondisce come e perché la scienza sia diventata così centrale nel mondo di oggi. Le puntate raccontano la storia e l'evoluzione del pensiero scientifico, con le scoperte, le intuizioni, gli esperimenti, le invenzioni, l'applicazione del metodo scientifico.

Virgo. L'universo si fa suono - Immaginate di poter viaggiare nello spazio e nel tempo solo attraverso un segnale simile al suono, ma restando fermi, sulla terra. Per trent'anni e per tre generazioni, un gruppo di scienziati ha inseguito il sogno di captare delle speciali onde provenienti da luoghi molto remoti del cosmo, onde teorizzate da Albert Einstein oltre un secolo fa ma, che nessuno era ancora riuscito a intercettare. Grazie alla visionaria intuizione di due fisici, Adalberto Giazotto e Alain Brillet, e grazie al lavoro di un gruppo di scienziati di diversi paesi europei, l'esperimento Virgo viene costruito nelle campagne vicino a Pisa. Virgo è un interferometro, una grande macchina con due tunnel lunghi tre chilometri in grado di captare le onde gravitazionali, flebili segnali emanati da violenti eventi cosmici avvenuti a milioni e miliardi di anni luce dalla terra. Questa è la storia dell'esperimento Virgo, ma anche la storia del gruppo di scienziati che ha creduto in un sogno che sembrava impossibile. Di Raffaele Passerini. Musiche originali di Riccardo Amorese. Produttore esecutivo Fabiana Carobolante. Supervisione di Elisabetta Parisi. Realizzato con la partecipazione della equipe di Virgo e di Vincenzo Napolano per la consulenza scientifica.

Volare - L'Italia nello spazio, dai satelliti a Marte. La cupola e i moduli della Stazione Spaziale Internazionale, gli astronauti, gli strumenti delle missioni scientifiche, i satelliti. C'è molta Italia lassù nello spazio. Questo podcast racconta in cinque episodi i protagonisti, gli oggetti, le idee e le storie che hanno portato il nostro paese oltre l'atmosfera terrestre. Volare è un podcast originale di Radio3, ideato da Marco Spagnoli con Luca Tancredi Barone e Marco Motta. La regia è di Costanza Spocci, le musiche di Riccardo Amorese. Produttrice esecutiva Sara Sanzi, supervisione di Cristiana Castellotti.

Atletica leggera

Domenica Sport - Contenitore di informazione sportiva con la collaborazione di esperti del settore per commentare le giornate dei campionati di tutte le serie. All'interno: Tutto il calcio minuto per minuto.

Sabato Sport - Contenitore di informazione sportiva con la collaborazione di esperti del settore per commentare le giornate dei campionati di tutte le serie. All'interno: Tutto il calcio minuto per minuto.

Attualità

Alcatraz - "Fratello, la cosa assurda non è che sono un italiano nel braccio della morte di un carcere di massima sicurezza degli Stati Uniti. La cosa assurda è che tu stai fuori. Che tutti lì fuori siete liberi e state di schifo. Dov'è la tua libertà, tesoro? Nei lager dei quartieri di merda in cui vi hanno ficcato come bestiame, che cosa vi aspettate di diventare, onorevoli? Vi tengono in vita solo perché dovete comprare. Consigli per gli acquisti? Fanculo. Chi di noi due è nel braccio della morte? lo o te? Benvenuto ad Alcatraz, tesoro." CREDITS Di Diego Cugia. Con Roberto Pedicini

Alle Otto Della Sera - Nei suoi dieci anni di trasmissioni, Alle 8 Della Sera ha vinto sfide impossibili degne di un super eroe: raccontare alla radio sera dopo sera, gli ultimi quattro canti del Paradiso o il teorema di Fermat, la vita di Carlo Magno o le teorie sull'evoluzione di Darwin, il De bello Gallico di Giulio Cesare, la vita di Khomeini o quella di Karol Woitila... La regia dei cicli è stata curata da Angela Zamparelli, Giancarlo Simoncelli e Vittorio Attamamte. Post produzione per il web a cura di Angela Zamparelli, Giancarlo Simoncelli e Giovanna Romano

Aspettando Viva Rai2! - Prove di risveglio con la rassegna stampa più improbabile d'Italia! Dal Lunedì al Venerdì Rosario Fiorello ed il compagno di viaggio Fabrizio Biggio commentano da un bar di Roma, a modo loro, i fatti accaduti e quelli che accadranno durante la giornata. Seguire attentamente le avvertenze e le ironie del caso.

Dal deserto rosso - Aprile 2020: i dati statistici e la cronaca tracciano una mappa algoritmica perfetta della zona rossa, in tempo reale su tutto il pianeta. Ma come documentare che cosa sta avvenendo nell'antropologia degli individui e della collettività? Da un'idea e a cura di Maria Borio, con montaggio di Alexandra Genzini, è nato per Pordenonelegge, "Dal deserto rosso". Abbiamo chiesto a scrittrici e scrittori di portare una testimonianza che rappresenti l'immaginario di oggi e che aggiunga contenuti di riflessione ai contenuti della comunicazione e della cronaca: un testo in prosa o in poesia e una conversazione intorno ad esso, direttamente dalla voce degli autori e dai suoni che hanno abitato i loro spazi.

Dissidenti – Donne e uomini contro Putin - Un podcast originale in sei puntate di RaiPlay Sound e Radio3. Sei ritratti di donne e uomini che si oppongono al leader russo, e alla sua guerra. E con le loro idee sovversive, provano a gettare le basi per la Russia che verrà.

Edo e Zac l'attualità riscattata dalla grande musica - La musica può servire egregiamente nel percepire in modo diverso e originale le immagini e i fatti del nostro tempo. Una manifestazione sportiva, una tragedia umanitaria, una crisi politica o una kermesse cinematografica possono essere lette e interpretate in misura diversa e più estesa sulla base di connessioni letterarie, storiche ed artistiche: secondo canoni e vocabolari estranei al consueto lessico mediatico. Una volta a settimana, il sabato dalle 18.00 alle 18.45, Edoardo Camurri e Guido Zaccagnini individueranno una parola chiave, legata all'attualità, sulla quale stendere un programma musicale: frutto, per l'appunto, di ragionamenti - ellittici ma non troppo - e cortocircuiti culturali.

Elisabetta II. Regina d'Inghilterra - È il più anziano sovrano del mondo, e il monarca che ha regnato più a lungo nella storia della Gran Bretagna. Elisabetta II è regina non solo del Regno Unito, ma anche di Canada, Australia, Nuova Zelanda e di altri 12 stati membri del Commonwealth. Ha vissuto il progressivo smantellamento del glorioso Impero Britannico. Ha attraversato molte guerre e grandi sconvolgimenti economici e sociali.

Fuga dall’inferno. Ucraina ventiventidue - Allo scoppio del conflitto in Ucraina, il 24 febbraio del 2022, una quarantina di italiani sono rimasti bloccati, nella regione di Kherson, occupata fin da subito dall'esercito russo. Per diverse settimane hanno vissuto sulla loro pelle una guerra a un passo dall'Europa. Sono stati costretti a rifugiarsi negli scantinati, sotto i bombardamenti. "Fuga dall'inferno. Ucraina ventiventidue" racconta le loro storie, le paure, e i pericoli affrontati da queste famiglie per uscire dall'Ucraina e tornare in Italia, attraversando sotto le bombe la linea del fronte e la terra di nessuno. Mentre sul campo raccontavamo il conflitto in corso, li abbiamo seguiti e alcune volte anche aiutati, a lasciarsi alle spalle la distruzione di quei territori. Ma una volta tornati a casa dimenticare certe scene, per loro, è stato impossibile.

Genova per tutti - Venti anni dopo il G8. Quando nel 2001 Genova ospita per la prima volta il G8, è la prima volta nella storia che il dissenso e la protesta vengono incarnati da un movimento di massa che non rivendica niente per se stesso ma chiede giustizia per il mondo intero. Un altro mondo è possibile, era uno degli slogan che precedeva e ha accompagnato quei giorni di vent'anni fa. Un podcast originale scritto e realizzato da Mauro Pescio e Daria Corrias per Rai Radio3. Supervisione e ricerche d'archivio: Fabiana Carobolante e Giulia Nucci. Musiche: Pino Zingarelli. Tecnici di sala: Andrea Luchetti e Fiore Liborio. Tecnici del suono: Massimo Lamioni e Alfredo Morana.

Health me! La sanità a portata di mano - Spesso la sanità è un labirinto. Conoscere i percorsi di cura di cui abbiamo diritto e capire come usare i servizi sanitari sul territorio ci aiuta a non perdere tempo quando abbiamo un problema di salute, a evitare esami e visite inutili e a risparmiare soldi. Ma soprattutto sapere quali sono i nostri diritti sanitari è il primo passo per farli valere e difenderli. Da come si prenota una prestazione specialistica a cosa fare in caso di liste di attesa troppo lunghe, dai modi per accedere gratuitamente agli screening oncologici ai servizi che si trovano all'interno di un consultorio familiare, da che cos'è il fascicolo sanitario elettronico a come si previene la fertilità, come funzionano i centri per i disturbi alimentari e quelli per le infezioni trasmesse per via sessuale e come si ottengono l'assistenza a domicilio per gli anziani non autosufficienti e le cure palliative per adulti e bambini. Una guida pratica, che tiene conto delle diverse organizzazioni regionali, per orientarsi nel panorama sanitario italiano tra criticità, opportunità e nuovi scenari evolutivi. Un podcast ideato e curato da Chiara Daina

Il Caffè - Il programma culturale condotto da Pino Strabioli. In ogni puntata, notizie e approfondimenti su teatro, cinema, libri e musica. Ogni settimana ospiti i protagonisti della tv di ieri e di oggi, attori, scrittori e musicisti. Un viaggio nel racconto della memoria e nella scoperta delle novità che si muovono in campo culturale.

Il mondo nuovo - Il nuovo programma di Radio 1 che affronta i temi di attualità, dalla salute alla psicanalisi, dalla cultura all'ambiente, dai giovani ai social. A Vanessa Giovagnoli si affiancano 5 coconduttori, 5 esperti che si alternano dal lunedì al venerdì: Giovanna Zucconi, Massimo Recalcati, Antonella Viola, Stefano Mancuso e Carlotta Vagnoli

Il salto - Il salto è la storia della morte di Carlo Giuliani, della verità giudiziaria e dei tanti punti che l'ordinanza di archiviazione dell'inchiesta che lo riguarda ha lasciato irrisolti. In quel tragico momento, fotografato da diversi angoli e mostrato al pubblico centinaia di volte, sono molti i particolari che non quadrano e che, se spostati, potrebbero modificare l'immagine complessiva di ciò che avvenne quel giorno. Sfumature, secondo alcuni, o indizi che porterebbero a scenari completamente diversi da quelli noti. Il salto prova a ricostruire l'accaduto, a porre domande e spostare un cono di luce dove ancora non era arrivato. Scritto da Sara Menafra. Editing Matteo Miavaldi. Supervisione Fabiana Carobolante, Daria Corrias, Giulia Nucci. Tecnico di sala Aldo Pantaleoni.

Il senso della Serie A - Non solo gol, non solo schemi, non solo scudetto. Il racconto dell'ultima giornata campionato di Serie A attraverso le parole di chi ama così tanto il calcio da poterne dire anche male. Con Francesco Graziani

In Antartide - Voliamo in Antartide al seguito della XXXVIII Spedizione Italiana nel continente più remoto della Terra. Insieme al giornalista di RaiNews24 Andrea Bettini entriamo nella base Mario Zucchelli sul Mare di Ross e nella base italo-francese Concordia sul Plateau Antartico. Un'avventura a decine di gradi sottozero per scoprire la vita del personale e degli scienziati che compiono studi su cambiamenti climatici, biologia marina, atmosfera, geologia, astronomia. Ricerche fondamentali perché ciò che accade in quel luogo lontano influenza tutto il pianeta. Ogni giorno un aggiornamento sulla missione direttamente dall'altro capo del mondo. Un podcast di Andrea Bettini. Direzione Artistica: Andrea Borgnino. Responsabile di produzione: Anna Maria Delogu. Sound designer: Alexandra Genzini. Esperta della materia: Claudia Salati. Si ringrazia il PNRA – Programma Nazionale di Ricerche in Antartide. Foto di Claudio Scarchilli - PNRA

L'edicola del sabato - Il programma informativo del sabato che apre la giornata di Radio 1. Rassegna stampa, per proseguire con approfondimenti, collegamenti con i corrispondenti ed ospiti al telefono. Conduce Sabrina Baldetti. Regia di Paola de Gaudio

L'isola. New York 9/11 - Un podcast originale di Rai Radio 3 racconta la città di New York nelle ore e nei giorni che seguirono l'attentato alle Torri Gemelle. Una città vista dal basso, con gli occhi attoniti e terrorizzati di chi ci viveva in quella fine estate di venti anni fa. La mappa di un luogo che si è trasformato in apocalisse, ripercorsa insieme ai protagonisti: i newyorkesi. Per ogni strada, per ogni sobborgo una voce, un suono, una testimonianza. Con due testimoni d'eccezione: Steve McCurry e Amitav Ghosh. "L'isola - New York 9/11" è un podcast originale realizzato da Costanza Spocci, Vittorio Giacopini e Roberto Zichittella. La regia è di Costanza Spocci, le musiche di Riccardo Amorese. Collaborazione di Manuela Cavalieri e Donatella Mulvoni. Produttrice esecutiva Sara Sanzi, supervisione di Cristiana Castellotti e Elisabetta Parisi.

L'Ora della Venezia Giulia - "L'Ora della Venezia Giulia" è la trasmissione prodotta dalla Sede Rai del Friuli Venezia Giulia che si rivolge alla Comunità Nazionale Italiana di Slovenia e Croazia. Lo spazio quotidiano si apre con il notiziario realizzato dalla Tgr, la Testata giornalistica regionale. A seguire, il programma della nostra sede, "Sconfinamenti", a cura di Massimo Gobessi. Ogni domenica "L'ora della Venezia Giulia" si conclude con la rubrica "Il pensiero religioso", a cura della diocesi di Trieste.

La posta in gioco - Un voto importantissimo, per gli equilibri dell'America e del mondo. L' 8 novembre Stati Uniti alle urne per le midterm, le elezioni di metà mandato, in cui tradizionalmente il partito del presidente in carica perde consensi (e seggi). In gioco quest'anno non c'è solo il controllo del Congresso che potrebbe passare ai repubblicani, in gioco – secondo il presidente Biden – ci sono diritti e democrazia. I temi cruciali, le sfide decisive, i candidati in primo piano, il possibile impatto sul futuro politico di Joe Biden e di Donald Trump, in vista delle presidenziali del 2024. Di Laura Pepe Regia di Leonardo Patané

Next Generation - La ripresa raccontata dalle nuove generazioni. Il Next Generation EU non è solo un piano di ripresa: è il simbolo della ripartenza che dobbiamo costruire ogni giorno. Questo podcast racconta la Next Generation, storie grandi e piccole di giovani che con il loro entusiasmo e impegno quotidiano danno forma al futuro. Ogni puntata approfondisce le tante sfumature dei temi centrali per il rilancio del nostro Paese tramite la voce dei suoi protagonisti. Next Generation è un podcast della Fondazione Antonio Megalizzi per Rai Radio1. Nata per promuovere il dibattito democratico e favorire lo sviluppo del senso critico, con particolare riguardo verso le nuove generazioni, la Fondazione si muove nel solco dei progetti e dei sogni concreti di Antonio Megalizzi, giornalista trentino vittima dell'attentato di Strasburgo del dicembre 2018. Capo progetto Rai Dario Dionoro. In redazione Sabrina Fasanella, Andrea Fioravanti, Caterina Moser e Nicola Pifferi. Voce Nicola Pifferi. Sonorizzazione Rossella Biagi.

Ovunque Proteggi - Le storie di chi nel 2020 si è preso cura di noi. Ad un anno dall'arrivo della pandemia in Italia Domenico Marocchi, inviato per i programmi del daytime della Rai, ripercorre gli incontri più toccanti con i medici che hanno lottato contro il virus. Il racconto di un anno vissuto sempre in prima linea, davanti agli ospedali e nelle zone rosse.

Patrick - Patrick Zaki è lo studente egiziano, iscritto a un master d'eccellenza europeo tenuto presso l'Università di Bologna, che il 7 febbraio 2020 viene arrestato appena atterrato al Cairo, dove era rientrato per salutare la sua famiglia. Da allora, per lui, inizia un percorso kafkiano nel limbo della detenzione cautelare che il sistema giudiziario egiziano gli rinnova ogni 15 o 45 giorni fino a  settembre, quando Patrick viene rinviato a giudizio. Le accuse a carico di Patrick Zaki sono legate a suoi scritti circolati sul web, che il regime egiziano ritiene sovversivi, pericolosi, addirittura terroristici. Per Amnesty International, quello di Patrick Zaki è l'ennesimo caso fabbricato per mettere a tacere il dissenso: Zaki è un prigioniero di coscienza. Ora che il processo è iniziato, questo podcast vuole ricostruire dall'interno la vicenda di Patrick, con le voci di parenti, amici, colleghi e docenti tra Bologna e Il Cairo. Nel farlo vuole anche raccontare l'intenso lavoro dell'inedita campagna che per più di 20 mesi ne ha chiesto la liberazione e che ha sollecitato il Parlamento italiano a votare una mozione che impegna il governo a conferire a Patrick la cittadinanza. Un'iniziativa che non ha rallentato l'export di armamenti nei confronti dell'Egitto. Export che invece di bloccarsi - come chiesto da diverse risoluzioni del Parlamento europeo - aumenta. Un podcast di Azzurra Meringolo

Prima dell'alba - Daily - Prima dell'Alba è la Rassegna stampa di Radio 1 condotta da Enrica Belli e Pablo Rojas, in diretta ogni mattina dal lunedì al venerdì dalle 5 alle 6,30. In questa parte i titoli, le interviste e gli editoriali principali dei giornali.

Quadrare i conti - La pandemia, la guerra in Ucraina, l'inflazione. Mai come adesso gli italiani sono alle prese con i problemi di budget e hanno dunque bisogno di avere il maggior numero di consigli utili per far quadrare i conti a fine mese. Dagli investimenti alle assicurazioni, dalle valute allo spread, dal risparmio sulle bollette fino ai mutui e al rapporto con le banche quando si apre un conto corrente. Quadrare i conti, Manuale di economia per le famiglie è un podcast che offre informazioni e consigli utili in tema di economia alle famiglie; venti puntate per spiegare che l'economia è un argomento più agevole di quanto possa apparire e, soprattutto, si può imparare, seguendo bene i consigli di Monica Setta, anche a far fortuna risparmiando. Quadrare i conti è un podcast originale, ideato e condotto da Monica Setta, regia di Natalia Sangiorgi

Rebus - Rebus è la versione audio della trasmissione tv in onda ogni domenica su Rai3. Cronache e sguardi sull'Italia e sul mondo. Corrado Augias e Giorgio Zanchini passano in rassegna i fatti della settimana e li commentano con servizi originali ed ospiti in studio. Grande spazio ai temi culturali, alle questioni bioetiche e agli eventi politici ed economici destinati a lasciare un segno nella vita di tutti.

Salto di specie by M'illumino di Meno - Il podcast di RaiPlay Sound che racconta le più belle storie di transizione ambientale, energetica e umana incontrate da M'illumino di meno, la campagna per il risparmio energetico e gli stili di vita sostenibili di Caterpillar e Rai Radio2. Di Sara Zambotti e Massimo Cirri. Cura e progetto audio di Francesca Dal Cero. Con la collaborazione di Roberta Galimberti. Special guest Elianto.

Santa subito - "Santa subito" di Alessandro Piva | Santa Subito è la storia di Santa Scorese, giovane attivista cattolica barese che per anni ha subito le attenzioni morbose di uno sconosciuto. Una storia di persecuzione molti anni prima che esistesse il reato di stalking. Il racconto si sofferma sugli avvenimenti che hanno portato al tragico epilogo della vicenda, ma anche sulla forza dei suoi familiari nell'andare avanti, costretti a convivere con il dolore di una lacerazione tragica e assurda. Alessandro Piva, regista del docufilm vincitore della 14esima edizione della Festa del Cinema di Roma, dichiara: "Tra femminicidio e martirio, Santa Subito racconta la storia di un destino annunciato. Paradigma di troppe altre storie dallo stesso finale: il mio piccolo, personale appello affinché le donne siano lasciate meno sole, quando si ritrovano in balia di una psicosi travestita da amore". Le letture del diario di Santa sono di Federica Torchetti.

Scalfari. A sentimental journey - Chi è Eugenio Scalfari? Molto è stato raccontato sull'intellettuale, il giornalista, il fondatore di "La Repubblica" la cui vita ha accompagnato a lungo la storia del nostro Paese. Scalfari è stato non solo uno degli analisti più raffinati dei cambiamenti della società italiana, ma anche il narratore della propria esistenza. Ma chi è l'uomo dietro il grande personaggio pubblico? Questo documentario, attraverso lo sguardo delle figlie Donata ed Enrica, ci accompagna in un viaggio intimo tra le sue battaglie e le sue passioni, grazie anche ad archivi video-fotografici inediti.

Scritto letto detto - Giovanni Paolo Fontana incontra e intervista scrittori, giornalisti e testimoni che, attraverso i loro racconti, abbiano indagato il passato, con uno sguardo attento al nostro contemporaneo.

Terapia di coppia - I litigi sono una dimensione spesso irrazionale all'interno della vita di una coppia; possono servire alla crescita personale, possono svelarci aspetti della nostra personalità, possono aiutarci a capire chi siamo e ad accettare le nostre debolezze, così come quelle di chi amiamo. Molto più sovente diventano il calvario di una relazione e con il tempo il conflitto contribuisce a distruggerla. Terapia di Coppia ci immerge dentro questi frangenti di quotidianità, anche funesta. Ogni episodio è una finestra spalancata sui passaggi più complicati di un ménage sentimentale ormai eroso dalla routine. Elemento cardine di questo affresco relazionale è l'incomprensione del punto di vista dell'altro che, se compreso e trattato con creatività ed empatia, potrebbe contribuire a trasformare un rapporto conflittuale in un processo di crescita individuale. Terapia di Coppia è come una medicina amara per fornire al pubblico strumenti pratici utile alla gestione delle emozioni distruttive che sono alla base di rapporti bloccati nel loro percorso evolutivo. Ideato, diretto e prodotto da Davide Tosco Con la collaborazione della Compagnia Quinta Tinta Voci di Simona Guandalini, Roberto Garelli,Sergio Sasso, Carmen Maimone,Matteo Barbero, Laura Mottola, Andrea Bruno, Valentina Pintau, Daniela Lusso e Stefano Gorno Con l'amichevole partecipazione di Caterina Olivetti Fonico di presa diretta Luca Mangani Musiche e sound design Luis Manghél Consulenza psicologica Cristina Testa, Alfredo Malaspina Consulenza sonora Alberto Nonis Coordinamento Simona Guandalini

Tre soldi - Uno spazio nella sera di Radio3 dedicato all'audiodocumentario. Percorsi sonori che raccontano la realtà di oggi e di ieri con il linguaggio della testimonianza diretta. Tre soldi è un programma a cura di Fabiana Carobolante, Daria Corrias e Giulia Nucci.

Tutti gli uomini di Putin - Un podcast originale in sei puntate che racconta l'ascesa del leader russo e la costruzione del putinismo, fino alla decisione di attaccare l'Ucraina, presa da un uomo troppo solo al comando. Chi potrà fermarlo?

Vite a Mare - Voci, suoni, interviste. La cronaca di 17 giorni a bordo della Geo Barents, la nave umanitaria di Medici senza Frontiere in acque SAR -Search and Rescue- maltesi e libiche. Il racconto in tre puntate è di Valeria Riccioni, che ha partecipato a tutte le operazioni di salvataggio dei migranti. La giornalista ripercorre ogni momento del viaggio insieme ai naufraghi e al team di MsF. Regia di Leonardo Patanè.

Xenos - Nell'antica Grecia, ai tempi di Omero, Xenos significava straniero, ospite, amico, era il viandante al quale si mostrava rispetto e ospitalità. Cosa rimane, oggi, di questo senso di alterità, del reale desiderio di conoscenza di altre culture? Dove si è perso il linguaggio dell'accoglienza per far posto invece alla paura, trasformando spesso un bene prezioso in un nemico? Il podcast Xenos recupera lo spirito costruttivo dell'accezione originaria del termine attraverso le voci di molti stranieri, arrivati in Italia per cercare un approdo lontano da guerre, povertà, persecuzioni. Straniera è anche la persona straordinaria ma invisibile perché dotata di differenti abilità. Migranti e disabili, a loro è offerto spazio e tempo per rompere le proprie solitudini e presentarsi rivelando talenti, aspirazioni. Per abbattere i pregiudizi e crescere nella reciprocità. Xenos è un podcast scritto e realizzato da Sandra Salvato e Antonella Palermo con la collaborazione tecnica di Emanuele Donnini. Musiche originali di Riccardo Brizzi e Michele Mingrone, con effetti e supervisione di Sergio Nachira. Hanno contribuito: Trio GoInBa, Stefano Indino, Ady Cohen, Franco Baggiani, Filomeno Lopes. La copertina è dell'artista Riccardo Brizzi. Il programma è presentato da Federcasse.

Audiolibri

12 fiabe 12 maghi - Piccolaradio in collaborazione con la casa editrice LOCOMOCTAVIA vi farà ascoltare 5 fiabe tratte dal libro 12 fiabe 12 maghi

Bellinda e il mostro - Nella nuova puntata di Piccolaradio potrete ascoltare una delle tante versioni della favola La Bella e la Bestia: Bellinda e il Mostro, fiaba di tutti i tempi e di tutti di Bruno Cicognani (1970). Con Rita Morelli, Raul Grassilli, Corrado Pani, Giotto Tempestini. Regia di Umberto Benedetto.

Cento giorni con Dante - Grandi interpreti per la Divina Commedia - Un podcast al giorno sul sito di Rai Radio3. Dalle registrazioni del Teatro Nazionale di Genova le voci storiche del teatro italiano leggono la Divina Commedia. Cento giorni insieme alla Divina Commedia e agli attori che hanno fatto la storia del teatro italiano. Il 25 marzo 2021 prende il via il progetto promosso da Rai Radio 3 e dal Teatro Nazionale di Genova in occasione delle celebrazioni dantesche. Sotto la direzione di Davide Livermore sono state recuperate dagli archivi del Teatro le registrazioni delle letture teatrali effettuate a Genova tra il 1984 e il 1986 nel corso di un'iniziativa che per la prima volta proponeva in teatro la lettura integrale della Divina Commedia, affidando i singoli canti ad attori come Arnoldo Foà, Aroldo Tieri, Eros Pagni, Ferruccio De Ceresa, Ugo Maria Morosi, Roberto Herlitzka, Gabriele Lavia, Mariano Rigillo, Massimo De Francovich, Giuseppe Pambieri, Tino Carraro, Paolo Poli, Giulio Bosetti e molti altri. Nato da un'idea di Carlo Repetti, che in quegli anni aveva già un ruolo di rilievo tra i collaboratori del grande direttore Ivo Chiesa, il progetto inaugurò la pratica dei reading teatrali ed ebbe un eccezionale successo di pubblico. A partire dal 25 marzoRai Radio 3 pubblicherà sul suo sito, giorno per giorno, i singoli canti sotto forma di podcast, proponendone inoltre degli estratti nel corso delle trasmissioni. Cento giorni con Dante è una straordinaria occasione per gli ascoltatori: fare, insieme, un viaggio nell'opera dantesca e nel teatro italiano, attraverso le voci di attori che hanno lasciato un segno indelebile sulla scena italiana.

Chi ha rapito Cappuccetto Rosso? - Con Gianni Agus, Annamaria Ackermann, Vittorio Mezzogiorno. Scritto da Italo Fasan, regia di Gennaro Magliulo (1966)

Cole Tiger e l'esercito fantasma - Nati durante una eclissi di luna piena, Cole Tiger e Aquene sono amici per la pelle. Da un po' di tempo un fantasma, il signor Nessuno, mette sottosopra le loro vite entrando e uscendo indisturbato dalle loro case. Seguiamolo… Questa è la storia Cole Tiger, il bambino dai capelli rosso fuoco e dagli occhi azzurro cielo e della sua inseparabile amica Aquene, una nativa americana, dai capelli neri e dagli occhi profondi come la notte. Da qualche tempo, la presenza di un fantasma che entra ed esce dalle loro case indisturbato e il ritrovamento di alcuni oggetti misteriosi mette scompiglio nelle loro vite... Secondo una antica profezia - raccontano i saggi - i due intrepidi bambini sono venuti al mondo per ristabilire la pace nella cittadina e liberare le anime dei loro antenati rimaste incatenate sulla terra, a causa di una maledizione... Ma come faranno Cole Tiger e Aquene a portare a termine la loro missione? Che l'avventura abbia inizio!

Favole II parte - Piccolaradio

Favole sugli animali - favole con animali come protagonisti

Fiabe dal mondo - Una raccolta di fiabe, storie e leggende tratte dal repertorio tradizionale dei diversi Paesi del Mondo.

Fiabe della Buonanotte - C'era una volta in un regno lontano lontano… così iniziano le fiabe più belle della letteratura mondiale, riscritte da Isabelle Adriani con Isabella Carbone e raccolte nel volume "Le fiabe di Isabelle". Siete pronti a viaggiare con noi alla volta di luoghi incantati, in un tempo senza tempo, dove la magia della polvere di stelle realizza i desideri?

Fiabe e racconti che fanno paura - Piccolaradio ha pensato ai più piccini anche per la notte di Halloween.

Fiabe e storie radiofoniche ispirate a Pinocchio - Il burattino di legno oltre la sua veste classica.

Giro d'Italia - La divina Commedia nei nostri dialetti | L'incipit dell'Inferno tradotto in 12 dialetti italiani e interpretato da 12 attori madre lingua con l'originale interpretato da Sandro Lombardi. | Un progetto di Giovanni Guerrieri (I sacchi di sabbia, Pisa) | Sandro Lombardi e Federico Tiezzi (Compagnia Lombardi- Tiezzi, Firenze) | con la collaborazione scientifica di Francesco Morosi (Scuola Normale Superiore di Pisa)

Gnomi, folletti e orchi - Gnomi, folletti e orchi

Histoire de Babar, le petit elephant - di Jean de Brunhoff musicato da Francis Poulenc - Histoire de Babar, per voce e orchestra

I consigli di lettura di BISCOTTI - I consigli di lettura per l'estate di BISCOTTI

I nostri consigli di lettura - I nostri consigli di lettura

Il giro del mondo in ottanta giorni di Jules Verne - "Il giro del mondo in 80 giorni", di Jules Verne in 15 puntate. Compagnia di Prosa della RAI di Firenze (1973). Con Warner Bentivegna e Paolo Poli. Regia di Vilda Ciurlo.

Il Piccolo Principe - Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry (Compagnia di prosa della Rai di Roma, registrazione del 20 novembre 1951) con Enrico Maria Salerno, regia di Alberto Casella

L'isola del tesoro - di Robert Louis Stevenson (Primo programma 1965)

Le avventure di Pinocchio di Carlo Collodi - Pinocchio di Carmelo Bene

Le favole dei fratelli Grimm - Le fiabe delle tradizione tedesca

Le favole di Carnevale - Le favole di Carnevale

Le favole di Hans Christian Andersen - Le favole di Hans Christian Andersen

Le favole di ottobre - Le favole di ottobre

Le fiabe Italiane - Le fiabe Italiane

Le recensioni dei bambini - Le recensioni dei bambini raccolte nel sito ibiscotti.org

Manolito - Su Rai Radio Kids la versione audio di Manolito, il personaggio creato dalla penna di Elvira Lindo, ormai vera e propria star della letteratura per ragazzi. Si tratta della lettura del libro "Ecco Manolito" (Lapis Edizioni - 2014), suddiviso in puntate quotidiane. Le divertenti avventure del ragazzino di Madrid sono state tradotte da Luisa Mattia e raccontate da Tiziana Martello, la voce ufficiale di Rai Radio Kids. Regia di Veronica Salvi. Manolito Garcia Moreno è un esuberante, logorroico e irriverente ragazzino che vive in un quartiere periferico di Madrid. Nella vita di Manolito qualsiasi situazione "normale", dal compleanno del nonno a una merenda insieme agli amici, si trasforma in un caotico susseguirsi di eventi da risolvere nella maniera più rocambolesca e esilarante possibile. Manolito vive in una realtà in cui la gente è semplice, i ragazzini giocano ancora per strada e i genitori, seppure affettuosi, non vanno per il sottile quando devono giudicare un comportamento sbagliato e agire di conseguenza. Una realtà in cui le madri hanno il compito di educare i figli e di tenere puliti e dignitosi quei pochi metri quadrati di appartamento, in cui gli anziani vanno al circolo e i padri vanno al bar, in cui l'unico spazio verde è un minuscolo parco con un solo albero al centro, che per questo viene chiamato "Parco dell'Impiccato". Una realtà in cui non si va in vacanza e non ci si aspetta nemmeno un granché dalla vita, ma in cui ogni giorno, visto attraverso i "quattro occhi" di Manolito, può diventare il miglior giorno del "mondo mondiale".

Piccolaestate - Quest'anno Piccolaestate si avvale della collaborazione di Locomoctavia Audiolibri - una compagnia teatrale e piccola casa editrice indipendente - che ha registrato per noi alcune fiabe della tradizione, a queste si affiancheranno le meravigliose storie, favole e filastrocche del nostro sconfinato archivio radiofonico. Piccolaestate, per le bambine, i bambini e i grandi a loro vicini.

Pollicino e la fata Trilli visitano altre favole - Pollicino e la fata Trilli visitano altre favole

Racconti di Roma - Il podcast ripercorre le avventure di personaggi passati alla storia per le loro gesta fino ad arrivare a quelle storie che, tramandate nel corso dei secoli, hanno dato vita a vere e proprie leggende. La prima serie è interamente dedicata al "boja de Roma" Mastro Titta, all'anagrafe Giovanni Battista Bugatti che nella sua lunga carriera di esecutore delle condanne a morte, come lui stesso riporta, ha eseguito ben 514 esecuzioni nello stato Pontificio. L'attore Antonello Fassari, già Mastro Titta nella famosa commedia musicale Rugantino, legge, interpretando, "Mastro Titta, il boia di Roma. Memorie di un carnefice scritte da lui stesso". "Esordii nella mia carriera di giustiziere di Sua Santità, impiccando e squartando a Foligno Nicola Gentilucci, un giovinotto che, tratto dalla gelosia, aveva ucciso prima un prete e il suo cocchiere, poi, costretto a buttarsi alla macchia, grassato due frati. Giunto a Foligno incominciai a conoscere le prime difficoltà del mestiere: non trovai alcuno che volesse vendermi il legname necessario per rizzare la forca e dovetti andar la notte a sfondare la porta d'un magazzino per provvedermelo. Ma non per questo mi scoraggiai e in quattr'ore di lavoro assiduo ebbi preparata la brava forca e le quattro scale che mi servivano". Inizia così questo racconto che ci porta indietro nei secoli e che, attraverso le sue storie ci aiuta a conoscere usanze e modi di parlare ormai persi nel tempo ma non per questo meno ricchi di significato e valore.

Staffetta di scrittura creativa - La raccolta dei racconti scritti da bambini

Tante storie e favole di Gianni Rodari - Giovannino Perdigiorno e il paese degli uomini pianta; Il paese del nulla; Il pianeta bugiardo; Le avventure di Piertonto.

Tarzan nella giungla del linguaggio - Piccolaradio

Una favola al giorno -

Avventura

Alice & Lewis - Audiodescrizione del cartone animato "Alice & Lewis". Ispirato all'omonimo romanzo di Lewis Carrol, la serie racconta le stravaganti avventure di Alice, sei anni, che, grazie ad una chiave magica, riesce ad aprire qualsiasi porta e ad arrivare nel Paese delle Meraviglie. Qui incontra un coniglio accattivante, Lewis, e i due diventano amici per la pelle. Alice ama giocare con Lewis e gli altri suoi amici, anche se questo significa vedersela con la capricciosa regina dai capelli rossi, con castelli di carte in bilico sulla collina, e soprattutto con le regole e le convenzioni eccentriche di questo regno parallelo. Regia: Bernard Ling

Alla deriva, storie di naufraghi - Le vite di Luis Alejandro Velazco, Donald Crowhurst, Louis Zamperini, Simone Guli' e la nave Principessa Mafalda, raccontate da Marco SIlvestri. Letture di Maria Zamponi

Barbapapà - Una grande famiglia felice - Dai mitici libri per bambini francesi diventati un altrettanto famoso cartoon che ha accompagnato intere generazioni a partire dagli anni Settanta, i leggendari Barbapapà, la più pop delle famiglie, tornano con la loro straordinaria capacità di trasformarsi in qualsiasi cosa, per intrattenere anche il pubblico di oggi e, serie ecologista ante litteram, per rinnovare il loro messaggio verde, efficace anche per le nuove generazioni. Personaggi gentili, liberi e gioiosi, dalle forme tonde e colori pop che hanno scelto di vivere in campagna, fin dall'inizio i Barbapapà sono stati i pionieri della consapevolezza ambientale.

Cole Tiger e l'esercito fantasma - Nati durante una eclissi di luna piena, Cole Tiger e Aquene sono amici per la pelle. Da un po' di tempo un fantasma, il signor Nessuno, mette sottosopra le loro vite entrando e uscendo indisturbato dalle loro case. Seguiamolo… Questa è la storia Cole Tiger, il bambino dai capelli rosso fuoco e dagli occhi azzurro cielo e della sua inseparabile amica Aquene, una nativa americana, dai capelli neri e dagli occhi profondi come la notte. Da qualche tempo, la presenza di un fantasma che entra ed esce dalle loro case indisturbato e il ritrovamento di alcuni oggetti misteriosi mette scompiglio nelle loro vite... Secondo una antica profezia - raccontano i saggi - i due intrepidi bambini sono venuti al mondo per ristabilire la pace nella cittadina e liberare le anime dei loro antenati rimaste incatenate sulla terra, a causa di una maledizione... Ma come faranno Cole Tiger e Aquene a portare a termine la loro missione? Che l'avventura abbia inizio!

Donne che fendono l'aria: acrobate e tiratrici - Le vite di Miss Zaeo, Annie Oakley, Elisa Mantovani e Madame Saqui raccontate da Marzia Coronati. Miss Zaeo, l'incantevole trapezista della Belle Epoque, Annie Oakley, la mitica tiratrice del Wild West Show di Buffallo Bill, Elisa Mantovani, l'acrobata che attraversò le cascate del Niagara su una corda, Madame Saqui, la funambola delle feste di corte. Quattro biografie travolgenti di quattro donne eccezionali, oggi giunte a noi solo grazie al tramandarsi dei racconti tra famiglie di circensi e pochi articoli di giornale sapientemente conservati dal Centro educativo di documentazione delle arti circensi di Verona. Quattro storie nomadi che intrecciano arte, musica, sport e vicende politiche e sociali da ogni angolo del mondo.

Fiabe dal mondo - Una raccolta di fiabe, storie e leggende tratte dal repertorio tradizionale dei diversi Paesi del Mondo.

Generazione Vulcano. Essere adolescenti alle isole Eolie - "Generazione Vulcano. Essere adolescenti alle isole Eolie" di Marta Bellingreri e Giulia Frigieri - Mentre la natura paradisiaca nutre i loro occhi, la mattina la sveglia per chi deve andare a scuola sulle isole dell'arcipelago eolico suona molto presto. Prima il bus, poi l'aliscafo, per raggiungere il liceo a Lipari, l'isola-città dell'arcipelago. A Stromboli invece non c'è settimana che passi senza una salita al Vulcano. In queste isole consumate dal turismo estivo, i racconti fuori stagione di chi le abita in età adolescenziale restituiscono l'euforia di chi cresce in un'isola che come nessun altro luogo al mondo potrà mai chiamare casa.

I ragazzi della Via Pal - I ragazzi della Via Pal

I tre moschettieri - I tre moschettieri

Il Conte di Montecristo - Il Conte di Montecristo

Il libro della giungla - Il libro della giungla

In viaggio con Laura e Andrea - In ogni puntata Misterio, il Grande libro dei misteri, conduce Laura e Andrea in una strabiliante avventura da ascoltare tutta d'un fiato alla scoperta di luoghi e di epoche affascinanti e misteriose della storia. Laura e Andrea, volti noti della tv dei Ragazzi, viaggiano a bordo di Iridella, la navicella saputella, per risolvere e spiegare piccoli grandi misteri. Gli effetti speciali, le canzoni e i suoni rendono ogni puntata un vero e proprio viaggio in giro per il mondo.

Le avventure di Gordon Pym - Le avventure di Gordon Pym

Le avventure di Tom Sawyer - Le avventure di Tom Sawyer

Le tigri di Mompracem - Le tigri di Mompracem

Leo da Vinci - Audiodescrizione del cartone annimato "Leo da Vinci". Il quindicenne Leonardo Da Vinci giunto a Firenze da Vinci nel 1467, ed il suo amico Lollo lavorano nella bottega del Verrocchio, il primo come apprendista pittore e il secondo come aiuto cuoco. La bottega del maestro fiorentino è frequentata anche dal giovane Lorenzo de' Medici (non ancora "magnifico"). Leo trascorre il tempo libero inventando mille cose. Lisa invece lavora presso le scuderie dei Medici. Un giorno una ciurma di pirati, la cui nave si è arenata alla foce dell'Arno, vengono avvicinati da Adolino, un losco figuro che offre loro di mettersi al servizio di un nobile signore fiorentino noto come il "Cospiratore", il quale vuole sostituirsi ai Medici nel governo della città. Regia: Sergio Manfio

Lupo - Audiodescrizione del Cartone animato "Lupo". "Lupo" è un eroe con moltissima immaginazione e un sacco di idee per rendere la vita, sua e dei suoi amici nella prateria, più piacevole. E se un giorno come un altro può rivelarsi una fantastica avventura... allora tanto meglio! C'è un problema di siccità? Uno dei suoi amici si è fatto male? Nessuno ha mai provato prima a navigare un fiume con una canoa? Nessuna sfida è troppo grande per Lupo, nessun ostacolo insormontabile, perché lui ha sempre un'idea. Regia: Paul Leluc

Mini Cuccioli a scuola - Audiodescrizione del Cartone animato "Mini Cuccioli a scuola". I Mini Cuccioli vivono le loro prime esperienze a scuola, dove il gioco è lo strumento per apprendere e imparare a conoscere sé stessi e il mondo circostante. La conoscenza avviene attraverso l'esperienza del fare: recitando, imparando e suonare in gruppo, visitando città e musei, giocando con la matematica, e così via. Questo luogo è anche l'occasione per incontrare nuovi compagni: Ciccio il riccio, Gelsomina la lontra, Cocò la volpe, Nicola il picchio, Cangiante il camaleonte e Federico il lombrico. E ad accogliere gli alunni ci sono inoltre dei simpatici insegnanti: Laura la lince, Giovanni il gufo, Sebastiano il fenicottero, Celeste la cicogna ed Ester la tartaruga, la Direttrice della scuola. E anche in questa nuova avventura i Mini Cuccioli sono in compagnia dell'Albero Matusalemme, sempre disponibile ad aiutarli a trovare soluzioni ai loro problemi. Regia: Sergio Manfio

Nelle tracce del Lupo - Il primo podcast italiano dedicato al lupo nasce per invitare l'ascoltatore alla conversazione tra il mondo selvatico e quello umano. Nelle Tracce Del Lupo racconta la nostra attitudine culturale verso la natura muovendosi "nelle" tracce di questo animale elusivo, per quanto studiato e conosciuto. Il viaggio attraversa sia le aree alpine dell'Italia, che negli ultimi dieci anni si sono confrontate con la presenza di questo predatore, sia il cuore dell'Appennino che ci ha sempre convissuto, anche quando nel resto d'Europa era praticamente estinto. In Lupi e uomini, Barry Lopez scrive: «essere rigorosi in tema di lupi equivale a pretendere certezze dalle nuvole». Seguire la sua inafferrabile traccia significa metterci in relazione con un contesto biologico e geografico, culturale e filosofico; significa sentirci esploratori curiosi di imparare i meccanismi della natura. Significa percepirne la presenza fisica. Per questo abbiamo ascoltato biologi, esploratori, storici, guardiacaccia, addetti forestali, naturalisti, scrittori, pastori. Di recente il percorso che ha portato il lupo a ripopolare i boschi italiani, dopo essersi rintanato nel Parco Nazionale d'Abruzzo per un secolo, è stato fotografato dal primo censimento realizzato tra il 2018 e il 2021 su scala nazionale, coinvolgendo migliaia di addetti e centinaia di associazioni, grazie al coordinamento di ISPRA. Abbiamo camminato nelle sue tracce, anche in compagnia di chi ha partecipato a questa mappatura, provando a capirne la prospettiva, annusando i segni del suo passaggio per stabilire una relazione più genuina con il nostro senso di appartenenza al mondo selvatico. I cinque episodi del podcast descrivono come il lupo sia un fondamentale regolatore di biodiversità, un marker vivente dell'ecosistema, che arricchisce la rete di relazioni nella quale siamo immersi. Come tutto ciò che è selvatico dentro di noi, è bello sapere che esiste, ma non è obbligatorio doverlo incontrare. Davide Sapienza: testo e voce narrante Lorenzo Pavolini: testo, registrazioni, montaggio Francesco Garolfi: musiche originali

Pimpa - Audiodescrizione dei cartoni animati de "Pimpa". Pimpa, cagnolina a pallini rossi che si muove e parla come una bambina, è stata creata nel 1975 dal prestigioso artista e scrittore italiano Altan. Con le sue storie divertenti e poetiche, la Pimpa è diventata negli anni uno dei grandi beniamini dei bambini nel mondo del fumetto Regia: Altan

Rotta per la Galite, l'altra Ponza - "Rotta per la Galite, l'altra Ponza" di Francesca Bellino | La Galite è la principale isola dell'arcipelago tunisino che si trova a 64 km a nord di Tabarka, nel cuore del Mediterraneo. Qui, tra fine '800 e inizio '900, ha vissuto una piccola comunità italiana proveniente da Ponza. Il primo ponzese a mettere piede sull'isola nel 1843 fu Antonio D'Arco a seguito di un naufragio. Ci rimase sei anni prima di essere portato in salvo da una barca siciliana e ci tornò nel 1872 insieme alla moglie e ai figli. Negli anni successivi altre famiglie seguirono il suo esempio attratti dai fondali pescosi e una vita in libertà. Nel 1903 vivevano alla Galite 103 persone e nel 1936 ben 250, una comunità che serviva anche da assistenza ai pescatori stagionali che da Ponza partivano per la pesca delle aragoste. La Galite, chiamata Yalta dai tunisini, era considerata da chi viveva di pesca un'America nel Mediterraneo per la ricchezza dei fondali. La maggior parte della comunità ponzese ha vissuto su quest'isola fino il 1956, anno della conquista dell'indipendenza dai francesi da parte dei tunisini. Alcuni negli anni Sessanta sono tornati a Ponza, mentre moli altri, avendo la nazionalità francese, hanno scelto di trasferirsi in Costa Azzurra dove oggi ancora vivono molti discendenti dei ponzo-galitani. Per tutti la Galite rimane nella memoria come una terra speculare a Ponza, una terra sorella, a tratti gemella: l'altra Ponza. È ancora molto forte nei discendenti dei vecchi abitanti della Galite il desiderio di mantenere un legame con l'isola e tenere viva la memoria di questa bella storia di migrazione italiana in Tunisia.

Spia per scommessa - Spia per scommessa

Spie - Chi sono veramente gli 007? Come si diventa un agente segreto? E fino a che punto ci si può fidare della parola di una spia? Il podcast racconta in sei puntate cosa si nasconde dietro il mestiere di "spia". Gli agenti segreti della realtà sono molto diversi dal James bond che siamo abituati a vedere al cinema: non guidano Aston Martin, non bevono Martini in elegantissimi bar. Sono uomini e donne normali, che spesso svolgono lavori d'ufficio, hanno delle famiglie, insomma fanno di tutto per rimanere invisibili. Ma cosa succede quando le spie entrano davvero in azione? Quali sono i segreti custoditi dagli 007? Spie è un podcast di Enrico Franceschini e Federico Varese prodotto da Chora Media per Radio1. Scritto da Enrico Franceschini e Federico Varese, con la cura editoriale di Sabrina Tinelli con Alessia Rafanelli. Capo progetto Rai Dario Dionoro. Producer Matteo Perkins.

Storie straordinarie di piccole donne avventurose - "Storie straordinarie di piccole donne avventurose" di Carola Susani - Louisa May Alcott

Topo Gigio - Audiodescrizioni del Cartone animato "Topo Gigio". Le nuove avventure del primo Topo che ha imparato a vivere nel mondo degli umani. O quasi. Per Topo Gigio qualunque cosa è una novità e così... una noiosa ricerca scolastica sui magneti, una gita allo zoo, un semplice gioco in cortile o il dare una mano ad un amico, diventano super eccitanti! Al suo fianco, l'amica del cuore Zoe, il buddy con cui truccare la bici "Bike" Bob, e il "GTeam", ovvero Talpa, Piccione, Coniglietti, Rospo e Tartaruga, che lo seguono nelle sue spericolate missioni. L'avventura sarà irresistibile! Regia: Davide Rosio, Giorgio Scorza

Vent'anni dopo - Vent'anni dopo

Ventimila leghe sotto i mari - "Ventimila leghe sotto i mari" di Jules Verne letto da Piero Baldini. Ascolta l'audiolibro.

Azione

Spie - Chi sono veramente gli 007? Come si diventa un agente segreto? E fino a che punto ci si può fidare della parola di una spia? Il podcast racconta in sei puntate cosa si nasconde dietro il mestiere di "spia". Gli agenti segreti della realtà sono molto diversi dal James bond che siamo abituati a vedere al cinema: non guidano Aston Martin, non bevono Martini in elegantissimi bar. Sono uomini e donne normali, che spesso svolgono lavori d'ufficio, hanno delle famiglie, insomma fanno di tutto per rimanere invisibili. Ma cosa succede quando le spie entrano davvero in azione? Quali sono i segreti custoditi dagli 007? Spie è un podcast di Enrico Franceschini e Federico Varese prodotto da Chora Media per Radio1. Scritto da Enrico Franceschini e Federico Varese, con la cura editoriale di Sabrina Tinelli con Alessia Rafanelli. Capo progetto Rai Dario Dionoro. Producer Matteo Perkins.

Basket

Domenica Sport - Contenitore di informazione sportiva con la collaborazione di esperti del settore per commentare le giornate dei campionati di tutte le serie. All'interno: Tutto il calcio minuto per minuto.

Sabato Sport - Contenitore di informazione sportiva con la collaborazione di esperti del settore per commentare le giornate dei campionati di tutte le serie. All'interno: Tutto il calcio minuto per minuto.

Biathlon

Domenica Sport - Contenitore di informazione sportiva con la collaborazione di esperti del settore per commentare le giornate dei campionati di tutte le serie. All'interno: Tutto il calcio minuto per minuto.

Sabato Sport - Contenitore di informazione sportiva con la collaborazione di esperti del settore per commentare le giornate dei campionati di tutte le serie. All'interno: Tutto il calcio minuto per minuto.

Biodiversità

In Antartide - Voliamo in Antartide al seguito della XXXVIII Spedizione Italiana nel continente più remoto della Terra. Insieme al giornalista di RaiNews24 Andrea Bettini entriamo nella base Mario Zucchelli sul Mare di Ross e nella base italo-francese Concordia sul Plateau Antartico. Un'avventura a decine di gradi sottozero per scoprire la vita del personale e degli scienziati che compiono studi su cambiamenti climatici, biologia marina, atmosfera, geologia, astronomia. Ricerche fondamentali perché ciò che accade in quel luogo lontano influenza tutto il pianeta. Ogni giorno un aggiornamento sulla missione direttamente dall'altro capo del mondo. Un podcast di Andrea Bettini. Direzione Artistica: Andrea Borgnino. Responsabile di produzione: Anna Maria Delogu. Sound designer: Alexandra Genzini. Esperta della materia: Claudia Salati. Si ringrazia il PNRA – Programma Nazionale di Ricerche in Antartide. Foto di Claudio Scarchilli - PNRA

L'asino che vola! - È vero che il cammello ha l'acqua nelle gobbe o che il camaleonte cambia colore? Scopriamolo insieme a "L'asino che vola!", il programma che sfata i miti e le false credenze sugli animali. Di e con Graziano Ciocca e Sara Ciocca. Con la regia di Isabella Carbone

Muso a Muso - Orsi e lupi erano estinti, il loro nome rimaneva legato solo a storie e leggende popolari. Negli ultimi vent'anni sono tornati a popolare in gran numero le montagne del Trentino, recuperando i loro spazi. Una presenza che arricchisce la biodiversità ma che sta aumentando anche quella conflittualità che sembrava sepolta nei ricordi. Questo è il racconto degli incontri (o degli scontri) fra gli uomini e gli orsi e i lupi che sono tornati a vivere accanto alle loro case. Un'esplorazione attraverso interviste originali e voci del passato custodite dalla Teca. Muso a Muso è un podcast della Tgr Rai di Trento, scritto da Alessandro Franzi, supervisione di Massimo Mazzalai, tecnici di produzione Rolando Eccher, Sergio Benvenuti, Enrico Gremes, Paolo Bosatra, Luca Castagnoli, Alberto Grosello e Roberto Lorenzi.

Biografico

100 anni di Bauhaus - Le vite di Walter Adolph Gropius, Annelise Else Frieda Fleischmann, Marianne Brandt e Marcel Breuer, raccontate da Enrico Morteo

A memoria. Storie di poeti - "A memoria. Storie di poeti" è un ciclo di trasmissioni dedicate alla vita e alla poesia di dieci poeti di ogni tempo. Ideato e condotto da Irene Santori. A cura di Paola Tagliolini. Letture di Gianluigi Fogacci.

Alla deriva, storie di naufraghi - Le vite di Luis Alejandro Velazco, Donald Crowhurst, Louis Zamperini, Simone Guli' e la nave Principessa Mafalda, raccontate da Marco SIlvestri. Letture di Maria Zamponi

America Latina - Da Simon Bolivar a Nestor Kirchner, da Fidel Castro ad Atahualpa Yupanqui un lungo viaggio nella storia dell'America Latina in 20 tappe, con Gennaro Carotenuto

Amori sulle punte - Personaggi immortali di balletti classici come Giselle e Odette e Odile sono ancora portatori di messaggi non solo d'amore. Scopriamo declinazioni delle loro storie con sempre nuovi snodi, rappresentazioni e finali delle loro vicende a sorpresa. Con l'esperta e critica teatrale Rossella Battisti.

Anna Banti - Le ragioni della scelta di uno pseudonimo, la passione e propensione per la Storia dell'Arte che la porta all'amore e al matrimonio con Roberto Longhi, uno dei più importanti storici dell'arte italiani. E poi la genesi del suo capolavoro, Artemisia, la leggenda del suo caratteraccio e le voci sui "padroni di Firenze", come lei e suo marito venivano chiamati nel mondo culturale di quegli anni. Un modo per ricordare e celebrare una grande scrittrice italiana a volte sottovalutata.

Anton Cechov - Florinda Fiamma racconta la vita di Anton Cechov.

Apriamo le danze - Dal creatore del balletto moderno, Jean-Georges Noverre, alle stelle della danza del '900, da Isadora Duncan, a Rudolf Nureyev, Lindsay Kemp, Martha Graham, Merce Cunningham, una breve storia della danza raccontata da Donatella Bertozzi ed Elisa Vaccarino.

Archeologia - Dalla scoperta di Troia al brutale assassinio di Khaled al-Asaad, il nostro remoto passato raccontato da Vito Bianchi e Carlo Dellonte

Architettura - Forme, materiali, spazi e....genio tra autostrade e ponti

Arcipelago Sud - Il podcast di Goffredo Fofi dedicato alle grandi personalità del Sud Italia che si sono distinte nel campo dell'arte, della cultura, della musica, della politica, del pensiero filosofico, della letteratura, del cinema... e di tutto il resto. A cura Marcello Anselmo, con la collaborazione di Anna Antonelli.

Artemisia - "Artemisia è il capolavoro (conosciuto da pochissimi) di una grande scrittrice italiana (conosciuta da pochissimi) e grande storica dell'arte accanto al marito Roberto Longhi (che ha avuto il merito di riscoprire Caravaggio, genio fino allora dimenticato dalla storia dell'arte, e la sua cerchia di artisti, tra cui Orazio Gentileschi, padre di Artemisia). Il romanzo racconta liberamente la storia della prima grande pittrice che ha operato in Italia, nel Seicento, la prima donna che si è distinta in un mestiere di uomini ed è oggi conosciuta solo grazie alla riscoperta fatta dai due storici. Anna Banti ha visto un suo quadro a Londra nel 1939 e negli anni successivi (durante la seconda guerra mondiale) scrive a Firenze un racconto di cento pagine sulla sua vita, ma nella notte tra il 3 e il 4 agosto 1944 il manoscritto sparisce sotto le macerie della sua casa distrutta dalle mine dei tedeschi in fuga dalla città. Invece di riscriverlo Anna Banti riparte da quella perdita e la prima pagina comincia tra gli sfollati fiorentini che si rifugiano nei giardini di Boboli. E lo riscrive in una forma completamente nuova, un flusso di coscienza che la collega alla figura di Artemisia che ha appena raccontato e perduto ma non accetta di farsi dimenticare. Sullo sfondo di una Firenze distrutta, Anna Banti ripercorre un'intera esistenza ricostruita in un racconto onirico che scorre davanti ai nostri occhi come una fuga di quadri seicenteschi." - Patrizia Zappa Mulas -

Balilla Blues - "Balilla Blues" di Cristiano Cenci e Alice Gussoni - Il vociare di una folla eccitata si fa strada nel fruscio di una vecchia registrazione: "Duce! Evviva il Duce!" si leva chiara e forte la voce di un bambino. L'uomo tanto invocato parla con voce perentoria: "Questo è il passato, ma noi fascisti non viviamo sul passato …" Gli applausi e le grida di approvazione sfumano in un lungo silenzio. Sentiamo la voce di Ivano Cipriani, classe '26, che ci racconta l'inizio della sua storia: "Quando nacqui mia madre aveva trentun anni. Figlio di una vecchia ero predisposto a malattie e inganni. Mi dettero il nome di Ivano, anche se in realtà avrebbero voluto chiamarmi Ivan, ma l'impiegato dell'anagrafe spiegò a mio padre che il Duce aveva proibito di usare nomi stranieri". Figlio di antifascisti costretti a lasciare la Toscana per rifugiarsi a Roma, Ivano Cipriani ha deciso di scrivere un diario in tarda età, nel quale ricostruisce i primi anni della sua infanzia e adolescenza. Quasi 100 anni dopo è lo stesso Ivano a raccontare questa storia dal suo inizio fino a un'epifania musicale inaspettata. Il diario omonimo, pubblicato da Terre di mezzo Editore, è stato vincitore del Premio Pieve dell' Archivio dei diari .

Bearzot - Il carro del vincitore - Le polemiche, gli insulti e persino le minacce di morte sul muro di casa. Poi, il trionfo al campionato del mondo di calcio 1982 e anche chi lo aveva insultato improvvisamente passò dalla sua parte. Eppure nessuno uomo di successo è stato lasciato solo come Enzo Bearzot a cui oggi è intitolato solo stadio di Gorizia da mille posti. Questo è il racconto della sua storia lungo il filo dei ricordi di Gian Paolo Ormezzano

Belle di fama e di sventura. La virtù del potere - Quattro meravigliose figure femminili, donne che nell'immaginario attuale a volte sono del tutto travisate rispetto al ruolo che ebbero al tempo tra coloro cui dobbiamo il nostro Rinascimento. La nobilissima imperatrice Galla Placidia, capace in qualche modo di unire l'Europa con una vita e matrimoni avventurosissimi; Matilda di Canossa, figura fondamentale dell'anno Mille, una delle donne che hanno fatto la Storia; Lucrezia Borgia, castellana e non solo 'madrina' della letteratura italiana, ma vera mecenate e promotrice di Ariosto e Bembo e Trissino; Caterina Cornaro, regina di Cipro e poi signora di Asolo, l'anima del carattere veneziano. Di Giovanni Carlo Federico Villa.

Bowienext - Nascita di una galassia - Per chi ha David Bowie nel cuore, un documentario "corale" che raccoglie interviste e tributi artistici da tutto il mondo, il primo nel suo genere dedicato ad una popstar. Un viaggio nel passato proiettato nel futuro.

Bruno Neri, calciatore e partigiano - La storia di Bruno Neri, calciatore nel Faenza, nella Fiorentina e nel Torino che alla carriera sportiva affianca uno stile di vita ed una testimonianza antifascista. È il 1931 quando all'inaugurazione dello stadio Giovanni Berta di Firenze, presenti il podestà ed altri gerarchi fascisti, il calciatore Bruno Neri rifiuta di fare il saluto romano. Dopo l'8 settembre '43, entra nelle formazioni partigiane con il nome di Berni. Viene ucciso, durante una ricognizione, il 10 luglio del '44, insieme al comandante della sua Brigata. Un personaggio fuori dal comune, dalla forte personalità, dotato di una grande tenacia e di una inarrestabile determinazione, dentro e fuori dal campo. Un podcast di Matteo Cavezzali e Gianni Gozzoli

C'era una volta l'Ammerica - "C'era una volta l'Ammerica" - Lo scrittore Francesco Neri racconta le vite di Joe Petrosino, Fiorello La Guardia, Antonio Meucci e Vincenzo James Capone, con quattro storie di migranti italiani divenuti famosi nel mondo.

Campioni di sport e di diritti civili - Le storie esemplari di Arthur Ashe e Faruk Hadzibegic raccontate da Francesco Neri

Campioni ribelli - Cambiare le regole, non solo del gioco. I ribelli che non accettano il quieto vivere. I ribelli che anche se si rovinano la vita, rendono la tua più bella. I ribelli che non contano le vittorie ma che cambiano le cose. Perché nella vita e nello sport ribellarsi è anche un atto di amore. Un podcast di Francesco Repice e Francesco Graziani. Regia Alex Messina

Cesare Pavese - Florinda Fiamma racconta la vita di Cesare Pavese

Come tutto cominciò: quattro firme italiane - Le vite di Giorgio Bocca, Giancarlo Fusco, Enzo Forcella e Rosellina Balbi, raccontate da Francesco Neri e Enzo Forcella

Conoscere la Cina - Dalla fine dell'Impero alla nascita della Repubblica la Cina raccontata da Marina Miranda, Guido Samarani, Paolo Santangelo

Dalle ombre del Tanztheater alle luci di Broadway - Le vite di quattro danzatori e coreografi del XX secolo, pionieri della danza moderna, raccontate da Rossella Battisti

Dante, il sogno di un'Italia libera - Un viaggio emotivo e avvincente che ci porta nelle stanze dei personaggi più potenti del 1300: i Papi, i Re e gli Imperatori che hanno determinato il destino dell'Italia e dell'Europa per i decenni successivi. Interviste e finzione si intrecciano in una narrazione potente ed evocativa sui momenti e i personaggi più importanti del Medioevo, attraverso il racconto che ne ha fatto Dante nella sua Commedia. A decodificare i versi del grande Poeta, alcuni tra i più attenti studiosi danteschi del mondo che forniscono il contesto storico degli eventi narrati e offrono un punto di vista privilegiato su uno dei capitoli più importanti della storia europea.

Danza per elementi dall'aria di Paul Taylor al fuoco di Bob Fosse - Quattro protagonisti della danza contemporanea raccontati da Rossella Battisti

David Bowie - London Boy - David Bowie raccontato attraverso testimonianze e racconti inediti di amici e collaboratori degli anni giovanili. Dal 1947, anno di nascita, al 1973, l'anno che segna la sua consacrazione al mondo intero attraverso la nascita e la morte di Ziggy Stardust. L'ardua ascesa al successo di un uomo divenuto una leggenda, in un travolgente viaggio musicale nel tempo.

Donne che fendono l'aria: acrobate e tiratrici - Le vite di Miss Zaeo, Annie Oakley, Elisa Mantovani e Madame Saqui raccontate da Marzia Coronati. Miss Zaeo, l'incantevole trapezista della Belle Epoque, Annie Oakley, la mitica tiratrice del Wild West Show di Buffallo Bill, Elisa Mantovani, l'acrobata che attraversò le cascate del Niagara su una corda, Madame Saqui, la funambola delle feste di corte. Quattro biografie travolgenti di quattro donne eccezionali, oggi giunte a noi solo grazie al tramandarsi dei racconti tra famiglie di circensi e pochi articoli di giornale sapientemente conservati dal Centro educativo di documentazione delle arti circensi di Verona. Quattro storie nomadi che intrecciano arte, musica, sport e vicende politiche e sociali da ogni angolo del mondo.

Donne coraggio - Le vite di donne che hanno vissuto con coraggio le loro scelte radicali come ambientaliste, attiviste, militanti pacifiste, raccontate da Silvia Cavicchioli, Marcello Flores, Emanuele Giordana, Marco Gisotti, Monica Lanfranco, Riccardo Michelucci, Farian Sabahi

Donne e uomini della Resistenza - Le vite straordinarie di quattro partigiani raccontate da Francesco Neri

Dostoevskij sottopelle - Un racconto originale ed inedito, intraprende un'indagine nuova all'interno della vicenda artistica e umana del grande scrittore russo Fëdor Michajlovic Dostoevskij (Mosca, 11 novembre 1821 - San Pietroburgo, 9 febbraio 1881), sul confine fra ciò che sta sopra e ciò che sta sotto la superficie, fra la realtà dei fatti e la perlustrazione della psiche, fra la biografia e l'invenzione letteraria.

Economia - Dalla Banca d'Italia al caso Enron, dal Bancomat al Fondo monetario Internazionale, al fallimento della Lehman Brothers e allo Schema Ponzi, 13 storie rilevanti dell'economia mondiale di ieri e di oggi raccontate da Stefano Feltri e Roberta Carlini

Ei fu. Vita, conquiste e disfatte di Napoleone Bonaparte - Alessandro Barbero ci racconta le gesta del primo grande protagonista dell'era contemporanea, anzi, stando ai manuali scolastici, di colui che ne ha provocato l'inizio. Un racconto della vita di Napoleone Bonaparte, dalla sua infanzia alla sua fine. Un uomo nato su un'isola, la Corsica, luogo remoto di quell'impero che lui stesso fonderà, esportando, paradossalmente, idee rivoluzionarie nell'intera Europa; incendiando gli animi di milioni di individui in tutto il continente, dividendone e spaccandone l'opinione pubblica, al suo tempo come anche adesso.

Emilio De Marchi - Florinda Fiamma racconta la vita di Emilio De Marchi

Eric Weil - Ebreo tedesco, è stato tra i primi a capire i pericoli del nazionalsocialismo. Allievo di Cassirer, notato da Goebbels come giovane talento, fuggì dalla Germania ancor prima dell'avvento di Hitler. Ironico, colto, pensò il male assoluto con gli strumenti della ragione.

Fattore J 27. Leggende e superstizioni delle grandi stelle del rock - Le vite di Janis Joplin, Brian Jones, Amy Jade Winehouse, Jimi Hendrix raccontate da Dario Salvatori

Federico Fellini raccontato da Italo Moscati - Federico Fellini gigante del cinema mondiale

Film - Dentro e fuori dal film: la storia , i set, la critica,

Filosofia, Sociologia, Psicologia - Mettiamo la testa a posto: un viaggio istruttivo nella storia del pensiero del Novecento guidati da Marilia Albanese, Matteo Borri Stefano Caldirola, Gabriella Caramore, Franesco Codello, Giusppe Di Giacomo, Maurizio Ferraris, Simona Forti, Giulio Giorello, Raffaele Mantegazza, Alessandro Mariotti, Fabio Raimondi, Massimo Recalcati, Rocco Ronchi, Paolo Soldini, Gabriella Turnaturi , Luigi Zoja

First lady - Le donne che hanno fatto l'America - Le vite di Martha Washington, Eleanor Roosevelt, Jacqueline Kennedy, Lou Hoover e Mary Lincoln, raccontate da Dario Salvatori - Letture di Patrizia Hartman

Folli giardinieri: storie d'amore e di grandi maestri del verde - Le storie di quattro leggendari botanici, giardinieri e architetti del paesaggio italiani Libereso Guglielmi, Ippolito Pizzetti, Gian Lupo Osti, Maria Teresa Parpagliolo Shephard raccontate da Maury Dattilo.

Fotografia - I luoghi, gli oggetti, le persone negli obiettivi della Polaroid, della Leica , della Cabina fotografica e negli scatti di Dorothea Lange, Robert Capa, Gianni Berengo Gardin, Vivian Maier, Gabriele Basilico e molti altri da Alessandra Mauro e Sara Antonelli

Fratelli Grimm - L'infanzia felice ad Hanau, le sofferenze in adolescenza, una zia fiabesca, le passeggiate nei boschi, una versione diversa della fiaba di Biancaneve. I fratelli Grimm raccontati da Florinda Fiamma.

Free as a Bird - Storia di John Lennon - Un programma di Valeria D'Onofrio. Regia di Ferdinando D'Urbano. A Cura di Pietro Luchetti. Per le voci si ringraziano Stefano Palazzesi, Valentina Montanari, Alberto Biciocchi, Emilio Levi, Gianluca Favaretto.

Fumetti - Il colorato mondo dei fumetti e dell'animazione raccontato da Luca Raffaelli, Giulio Giorello ed Emilio Gentile

Fumettisti dei diritti civili: quattro disegnatori afroamericani - Le vite di Zelda Mavin Jackson (Jackie Ormes ), Elmer Simms Campbell, Emory Douglas, Oliver Wendell Harrington, raccontate da Gianluca Diana

Fuori combattimento - Storie vere di pugili - Le vite di Angelo Jacopucci, Arthur Cravan, Rubin Carter e Hertzko Haft, raccontate da Angelo Ferracuti

Fuorilegge. Quattro storie criminali - Le vite di Paul Kelly, Joe Masseria, Albert Anastasia e Joe Gallo, raccontate da Nicola Attadio

Gabriele d'Annunzio - Le leggende sulla sua nascita, l'adolescenza in un convitto dove lo chiamavano «lupacchiotto della Majella» e lui prende a morsi un compagno per difendersi, il legame con la sua terra natìa. Ma anche la superstizione, la spavalderia e le descrizioni poetiche. Florinda Fiamma racconta alcuni aspetti poco noti della vita del Vate.

Gershom Scholem - A cura di Marco Filoni

Giochi - Storia dei giochi. I passatempi a tutte le latitudini raccontati da Andrea Angiolino

Giorgio Colli - Studioso rigoroso, grande erudito, la sua vita è stata quella di un grande animatore culturale. A lui si devono importanti imprese editoriali – fra tutte, quella legata all'edizione critica delle opere di Nietzsche.

Gli uomini di questa città io non li conosco - La vita e l'opera di Franco Scaldati, una delle figure più significative della seconda metà del novecento europeo, raccontata da Franco Maresco.

Grazia Deledda - «Piccola di statura, con la testa piuttosto grossa, mani e piedi minuscoli (con tutte le caratteristiche fisiche sedentarie delle donne della sua razza, forse d'origine libica, con lo stesso profilo un po' camuso), i denti selvaggi e il labbro superiore molto allungato); aveva (però) una carnagione bianca e vellutata, bellissimi capelli neri lievemente ondulati e gli occhi grandi, a mandorla, di un nero dorato e a volte verdognolo, con la grande pupilla appunto delle donne di razza camitica, che un poeta latino chiamò "doppia pupilla", di un fascino passionale, irresistibile».

Hegel - Il padre dell'idealismo tedesco aveva una passione per lo "spirito divino", certo; ma anche per lo "spirito di vino" – era infatti un buon intenditore. Amava visitare Paesi diversi dal suo (fu il primo filosofo "viaggiatore") e come professore era piuttosto problematico. Fu anche giornalista, con un indubbio talento nel fare i titoli.

I circensi - Il circo è considerato anacronistico, vecchio, addirittura estinto, e invece è ancora vivo, resiste al mondo contemporaneo, ha resistito al Covid e si ripropone al pubblico nel suo evolversi continuo. È un mondo affascinante, ma anche complicato e sofferente. Il problema principale è rappresentato dalle condizioni di vita di molti animali ancora portati in pista, animali addestrati che vivono in cattività. Per questo il circo si trova davanti a un bivio e non può esistere più in quella forma che ormai rappresenta il passato. Ma come vivono i circensi oggi? Come i giovani affrontano le contraddizioni tra l'eredità familiare e le richieste dettate dall'evoluzione dei tempi? E dove affondano le loro radici? Francesca Bellino ha incontrato parte della quinta generazione della dinastia Togni, Giorgia e Ugo Vinicio, figli di Vinicio Togni Canestrelli, terzogenito di Lidia Togni e Riccardo Canestrelli. Li ha seguiti nella loro quotidianità vissuta in bilico tra il desiderio di seguire la tradizione familiare e la voglia di trasgredire a una vita nomade in cui tutto è provvisorio e in cui la ricerca dell'equilibro non è soltanto una sfida da palcoscenico, ma un compito quotidiano.

I Maestri dell'arte moderna e contemporanea - Ritratti d'artista raccontati da Costantino D'Orazio, Flaminio Gualdoni, Adriana Polveroni, Angela Vettese

I miei premi - I miei premi

I tipi pasoliniani - A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini, un modo particolare di ricordare un artista che ha lasciato il segno nella coscienza del Paese, attraverso un grande e multiforme dialogo intorno alle sue opere e parole. Davide Rondoni e David Riondino conversano tra loro – e con scrittori, personaggi della società, del giornalismo, della cultura e dell'arte – intervallando canzoni, poesie, citazioni e storie, chiedendosi e chiedendo quanto ci sia di pasoliniano in ciascuno e quali siano i tipi e i temi pasoliniani per antonomasia. "I tipi pasoliniani" è un podcast di Davide Rondoni e David Riondino, con la regia di Elisabetta Malantrucco, direzione artistica Andrea Borgnino, responsabile della produzione Anna Maria Delogu, esperta di produzione Paola Manduca, esperta web e di produzione Claudia Salati.

Il mestiere di registrare musica - Le vite di Alan Lomax, Violeta Parra, Hugh Tracey e Cosimo Matassa raccontate da Gianluca Diana.

Il Risorgimento - Dalla fucilazione dei Fratelli Bandiera alle prime elezioni dell'Italia unita 13 storie risorgimentali raccontate da Roberto Balzani, Silvia Cavicchioli, Emilio Franzina, Mario Isnenghi e Giuseppe Parlato

Il segno delle donne - Le storie di donne italiane, che hanno lasciato un segno profondo nella storia culturale, politica e sociale del nostro Paese. Una docu-fiction che fa riemergere i caratteri e le personalità delle protagoniste attraverso i "faccia a faccia" con le attrici che danno loro voce e volto. Le interviste sono realizzate mettendo in scena parole realmente usate dalle protagoniste, accuratamente selezionate e storicamente verificate, grazie all'uso di fonti dirette come lettere, diari, colloqui con giornalisti e discorsi pubblici, portati alla luce dagli autori, con la consulenza della storica Silvia Salvatici.

Il Sessantotto - Storie di Sessantotto in Italia e nel mondo

Il sistema periodico - Il sistema periodico

Immanuel Kant - A cura di Marco Filoni

Impostori: storie di seducenti ingannatori - di Massimiliano Griner - Letture di Alessandro Pala

In scena - Rossella Falk - Il documentario racconta la grande attrice attraverso un collage delle sue stesse parole, estratte dalle interviste da lei rilasciate in vita. Una sorta di autobiografia postuma in cui Rossella Falk dialoga virtualmente con i suoi amici e ripercorre i momenti più intensi delle sue memorabili prove d'artista.

Italiane - Da Grazia Deledda a Rita Levi Montalcini, da Francesca Cabrini a Nilde Iotti. Figlie del popolo o aristocratiche, raffinate o incolte, "Italiane" è un affresco di circa 250 storie che, a partire dal Risorgimento, racconta il nostro paese attraverso la vita delle tante donne a cui noi tutti dobbiamo dire grazie e verso le quali si sente il dovere civile di conservarne la memoria e proseguirne l'impegno.  In tutte risiede il merito di aver contribuito alla crescita collettiva delle donne, alla loro emancipazione e alla consapevolezza d'essere protagoniste. "Italiane" è una produzione Rai Per il Sociale realizzata in collaborazione con il Dipartimento per l'informazione e l'editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Dipartimento per le Pari Opportunità della PCM, la Direzione Radio Rai e RaiPlay Sound.

Jules e Jim - Ad alta voce festeggia il Maggio francese con la lettura di Valentina Carnelutti del romanzo Henri-Pierre Roché "Hules e Jim". Traduzione di Ena Marchi per ed Adelphi.

L'altra scena. Quattro rivoluzionarie del Teatro - Molto prima che Marina Abramovic facesse la Muraglia cinese a piedi, o si mettesse nuda con Ulay a mo' di stipite in una parete. Prima che Orlane iniziasse a mutarsi in cyborg e prima ancora che le Femen intervenissero a seno nudo in piazza per rivendicare giuste libertà, certe eleganti signore edoardiane ed elisabettiane creavano un'innovativa perfomance in cui il personale diventava smaccatamente politico, il politico performativo e il performativo pubblico. Di Andrea Porcheddu

L'arte, secondo lei - Isabella d'Este e Gabriella Lonardi Buontempo sono le protagoniste di questo ciclo di "Vite" che esplora il poco noto universo del mecenatismo e collezionismo femminile. Di Costantino D'Orazio.

L'Infanzia nella Storia - Il fare e il disfare l'infanzia tra educazione e guerra: ritratti di bambini, soli o in gruppo, raccontati da Eraldo Affinati, Guido Barbieri, Emanuele Giordana, Bruno Maida, Riccardo Michelucci

L'Italia liberata - Dalla direttiva Longo all'insurrezione di Trieste, la Liberazione dal nazifascismo in 15 tappe

La ginnastica della mente - 4 grandi scacchisti sovietici - Le vite di Mikhail Moiseyevich Botvinnik, Boris Spassky, Anatolij Karpov e Garry Kasparov, raccontate da Valerio Corzani e Boris Spassky

La guerra di Gino - La guerra di Gino racconta la formazione e le avventure di Gino Belluzzo, partigiano di città, e di sua moglie Irlanda Fabbris. La vicenda si ambienta a Torino nel periodo tra il 25 luglio '43 e il 25 aprile '45, con digressioni nel ventennio fascista precedente. Gino e Irlanda si conoscono da bambini nelle case popolari in cui abitano entrambi. La famiglia di Irlanda è immigrata dal Veneto, dove il padre Luigi ha perso il lavoro per la sua attività antifascista.

La marcia su Roma - È stata la marcia su Roma a permettere a Mussolini di conquistare il potere? O la marcia è stata lo spettacolo pubblico che è diventato il simbolo della vittoria del fascismo? Cosa ha permesso nel giro di due settimane a Mussolini di diventare capo del governo, una ipotesi che nessuno prendeva in considerazione a inizio ottobre del 1922? La 'resistibile' ascesa al potere di Mussolini, le responsabilità della vecchia classe politica liberale, gli errori e il settarismo dei partiti socialista, cattolico e comunista, le complicità e le connivenze delle istituzioni statali, che spianarono la strada alla violenza fascista e al suo regime totalitario, nel racconto di Marcello Flores, studioso dei totalitarismi e autore di "Perché il fascismo è nato in Italia" e Mimmo Franzinelli, studioso del fascismo e dell'Italia del Novecento, autore de "L'insurrezione fascista. Storia e mito della marcia su Roma"

La nostra Africa - Pezzi d'Africa in Movimento raccontati da Alessandro Triulzi, Daniele Scaglione, Donatello Santarone, Giuseppe Gariazzo, Karin Pallaver, Marcella Emiliani, Marinella Correggia, Roberto Silvestri

La Prima Donna che - Cura omeopatica contro gli stereotipi femminili, pillole di tre minuti che attraverso materiali d'archivio e voci di giovani testimonial raccontano le storie di donne pioniere in tutti i campi. Donne che hanno vissuto con forza, hanno aperto strade nuove, senza paura. Scardinando pregiudizi, conquistando ruoli, infrangendo monopoli, in una società a lungo legata al pensiero maschile

La Prima guerra mondiale - Dalla prima battaglia dell'Isonzo al Milite ignoto la Prima guerra mondiale in 9 lezioni, con Bruna Bianchi, Patrizia Dogliani Emilio Franzina, Emilio Gentile, Mario Isnenghi e Paolo Soldini

La rivoluzione russa - La rivoluzione russa in quattro date, raccontate dallo storico Marcello Flores

La scienza diffusa - La biologia, l' astronomia, la fisica e la matematica, le vite delle scienziate degli scienziati, raccontate da PIero Bianucci, Fabio Pagan, Telmo Pievani e Daniele Scaglione

La scrittrice cucinava qui - Le vite di Virginia Woolf, Elsa Morante, Simone de Beauvoir, Agatha Christie e Pamela Lyndon Travers, raccontate da Stefania Aphel Barzini

La Seconda guerra mondiale - Battaglie, occupazioni, bombardamenti, armistizi, una selezione degli eventi bellici che dal 1939 al 1945 sconvolsero il mondo, raccontati da David Bidussa, Simona Colarizi, Daniele Fiorentino, Marcello Flores, Emilio Gentile, Gabriella Gribaudi, Michela Ponzani

La tregua - La tregua

Le canaglie del mare. Storie di pirati, bucanieri e corsari inglesi - Da sempre il mare nasconde insidie di ogni tipo ed è soggetto a regole e codici che sfuggono agli uomini della terra ferma. Tanto è un mondo a parte che anche oggi, nell'età della globalizzazione e del controllo poliziesco di ogni aspetto e di ogni attività, la pirateria continua a imperversare in alcune parti del globo. Nella storia e nel nostro immaginario, tuttavia, questa parola evoca uomini del Seicento, galeoni e affascinanti paesaggi marini dell'America centrale. La grande età della pirateria nei Caraibi ebbe inizio intorno al 1560 e si concluse solamente verso il 1720, non appena le nazioni dell'Europa Occidentale, che possedevano colonie nelle Americhe, cominciarono a esercitare più controllo lungo le vie commerciali marittime del Nuovo Continente. Tuttavia, il periodo durante il quale i pirati ebbero maggiore successo va dal 1640 fino al 1680. È una forbice temporale in cui prosperarono nei Caraibi grazie soprattutto a porti inglesi come Nelson's Dockyard, Port Royal, Antigua, Barbados. In queste quattro puntate Valerio Corzani ripercorre la storia di grandi personaggi, figure leggendarie dell'epoca d'oro della pirateria, analizzando cause, conseguenze e dimensioni di un fenomeno che non smette di colpire il nostro immaginario. Sono le vite di Francis Drake, Henry Morgan, Anne Bonny e Mary Read e di Edward Teach detto Barbanera raccontate da Valerio Corzani.

Le gattoparde. Storie di aristocratiche siciliane al tramonto di un'epoca - L'aristocratica famiglia Piccolo è tenuta insieme dalla forte e decisa baronessa Teresa Mastrogiovanni Tasca Filangeri di Cutò che si è ritirata a vita più modesta e tranquilla, stanca dei troppi scandali che hanno sconvolto la loro vita e qui Agata, sua figlia, narra la storia delle donne che l'hanno preceduta. Le vicende narrate da Agata abbracciano gli eventi salienti della storia siciliana, dai grandi cambiamenti successivi all'Unità d'Italia al terremoto di Messina, e Aphel riesce a cogliere il controcampo femminile di quegli avvenimenti che hanno travolto le famiglie aristocratiche, restituendoci con grande abilità la forza vitale di donne che non si arrendono e riescono con talento a tenere insieme i pezzi di un mondo che si sta dissolvendo. Suggerimenti di lettura Stefania Aphel Barzini, "Le Gattoparde : Il tramonto di un'epoca in una grande saga siciliana", Giunti 2021

Le grandi storie di Numeri Primi - Le imprese nello sport e quelle nella vita. I talenti sprecati e le vittorie di chi il talento se l'è costruito. I successi che si bruciano troppo in fretta e le sconfitte che in realtà sono delle grandi vittorie. Perché nello sport e nella vita non sai mai come va a finire. Un podcast di Francesco Graziani Regia di Alex Messina

Le interviste impossibili - I grandi autori di tutti i tempi ci parlano attraverso le loro opere. Ma cosa direbbero se provassimo a interrogarli sulla loro vita, sulla loro esperienza, e magari provassimo a confrontarci con loro su temi che ancora scuotono il nostro presente? Una serie realizzata con la supervisione scientifica dei testi del dipartimento di lingue e letterature straniere dell' Università di Modena e Reggio Emilia.

Le maliarde e le ribelli - "Le maliarde e le ribelli: storie di donne che incantarono le scene". Le vite della bella Otero, Carlotta Ikede, Ida Rubinstein e Bronislawa Nijinska raccontate da Rossella Battisti con letture di Patrizia Hartman.

Le parole di Beethoven - "Le parole di Beethoven", è un piccolo lessico beethoveniano curato da Giovanni Bietti e pensato per il podcast. Abbiamo iniziato con la parola "sordità" per proseguire con altre parole chiave che ci aiutano a comprendere meglio le scelte e straordinaria forza innovatrice del compositore: stile, sonata, sinfonia. Troverete anche molti nomi: Bach, Mozart, Schubert, Haydn. Sono richiami, incontri, incroci intorno alla vicenda umana e artistica di Beethoven, a conclusione della quale, in musica niente sarà più lo stesso.

Le parole per dirlo - Vite dissonanti di donne che hanno inventato una maniera di stare al mondo tutta loro, mandando all'aria i cliché sul femminile e quello che era stato previsto per il loro sesso. Storie femminili di epoche diverse di chi ha cercato la sua voce a qualunque costo, pagando a volte anche un prezzo molto alto in termini di follia, morte, esclusione sociale… Sono donne che hanno espresso il loro talento nel territorio della scrittura e che hanno lottato per uscire dalla prigione simbolica dentro cui è stata rinchiusa da sempre l'anima e il corpo delle donne : Jeanette Winterson, Virginia Woolf, Gertrude Stein, Marie Cardinal. Di Rossana Campo.

Le piccole virtù - Le piccole virtù

Le strade dell'Utopia - Di Alessandro Leogrande

Letteratura nordamericana - Narrativa e poesia da Jack London a Sylvia Plath, da Margaret Mitchell a Truman Capote, da Susan Sontag a James Baldwin, Walt Withman, Foster Wallace e...Moby Dick raccontati da Sara Antonelli, Luca Briasco, Mario Corona, Gian Luca Favetto

Ligabue - È andata così - È andata così, l'autobiografia artistica di Ligabue, la cronaca dell'avventura dei trent'anni su e giù da un palco. Una serie che racconta Ligabue per come lo conosciamo ma anche e soprattutto per come non lo si è mai visto. Stefano Accorsi è il fedele complice del cantautore in questa avventura che, oltre a loro due, conta un'importante serie di testimonianze a ricordare il periodo storico a cui via via gli episodi sono ancorati. Materiale di repertorio raro e classico, curiosità inedite, l'album di famiglia di Luciano, esibizioni.

Limonov - Emmanuel Carrère letto da Elio De Capitani

Lisetta Carmi, un'anima in cammino - I suoi scatti, la sua visione del mondo, i suoi lavori appassionati e in controtendenza con la società italiana degli anni Sessanta e Settanta, hanno segnato il mondo dell'arte fino a oggi: i travestiti e i portuali di Genova, l'erotismo e l'autoritarismo del cimitero monumentale di Staglieno, i viaggi per documentare il mondo, il fulminante incontro fotografico con Ezra Pound. Infine il profondo incontro mistico con Babaji in India nel 1976 e la costruzione dell'Ashram di Cisternino, il primo costruito in Occidente e meta ogni anno di migliaia di devoti da tutto il mondo. Una vita incredibile quella di Lisetta carmi, iniziata il 15 febbraio del 1924 in via Sturla a Genova in una famiglia di origine ebraica. Di Daniele Segre.

Loro di Napoli. Storie e voci della canzone napoletana - Nessuna altra città al mondo può dire di essere la patria della canzone come Napoli. Un'arte che ha influenzato non solo la cultura locale, ma quella internazionale, che riconosce la canzone napoletana come un marchio registrato, ben identificato geograficamente e musicalmente. Le storie e le voci intorno alla canzone hanno influenzato stili, dato il via a mode, segnato epoche e vicende. Quattro storie, quattro vite, quattro voci che da Napoli hanno diffuso la canzone napoletana nel mondo: Guglielmo e Teodoro Cottrau, E.A. Mario, Gilda Mignonette e Sergio Bruni.

Lucio Battisti alla radio - I live, le ospitate e le interviste radiofoniche di Lucio Battisti raccontate per Radio Techeté da Luciano Ceri, Andrea Borgnino ed Elisabetta Malantrucco.

Lucio Dalla “Briciola”, la storia inizia il 4 marzo 1943 - "Briciola", come era soprannominato Lucio Dalla, è stato un protagonista in numerosi programmi di Rai Radio nel corso degli anni. Qui potrete ascoltare una selezione accurata di alcune partecipazioni del cantautore bolognese a importanti kermesse canore e a trasmissioni musicali. Non mancano, poi, alcune interviste a Dalla realizzate da storici conduttori Rai nel tempo, non solo sugli aspetti canori, ma anche sulla sfera più personale. Ascolterete un Dalla poco conosciuto e qualche sorpresa……

Maestri di vita, maestri d'amore - Le storie di quattro pedagogisti italiani raccontate da Francesco Neri

Margherita Hack - Scienziata per caso - L'astrofisica Margherita Hack in una lunga intervista ripercorre i momenti più importanti del suo percorso di vita e della sua carriera scientifica. Una delle menti più brillanti della comunità scientifica italiana, è stata la prima donna a dirigere un osservatorio astronomico in Italia e ha dato un notevole contributo nello studio e nella classificazione spettrale di molte categorie di stelle.

Matilde Serao - Dall'infanzia spensierata in Grecia al ritorno in Italia e le giornate passate in redazione con il padre, lo studio disordinato, la passione per la scrittura e per i giornali. La fondazione di quotidiani, periodici e la pubblicazione di diversi romanzi negli anni in cui diventa madre di quattro figli. La genesi e le curiosità del romanzo Il paese di cuccagna sulla Napoli perseguitata dal gioco del lotto: il fascino di una donna intraprendente e instancabile e il suo impegno per le donne delle categorie più deboli.

Mercè Rodoreda - Dall'infanzia felice in un giardino pieno di fiori che sembra fatato alla passione contrastata per la danza, un sogno di libertà che fa da sfondo al suo romanzo "La piazza del Diamante". E poi il suo impegno politico, il viaggio per la Catalogna con un bibliobus, le sue riflessioni sulla scrittura e l'esilio. La vita e le storie di quella che viene ritenuta la più grande scrittrice catalana.

Musei - Dal Museo d'Orsay al meno noto Museo della Guerra per la Pace Diego de Henriquez, 10 brevi visite guidate da Andrea Angiolino, Alfonso Botti, Steve della Casa, Stefano Chiodi, Patrizia Giancotti, Gian Luca Favetto, Flaminio Gualdoni, Elisa Guzzo Vaccarino, Angela Vettese

Nativos - Un messaggio dai Nativos o Indios rivolto a tutti noi, dalla loro viva voce, per la vita sulla terra: saggezza, acume, ironia, frasi e storie da non dimenticare che ci fanno scoprire chi siamo. Martirio di persone che pochi conoscono. Le loro meravigliose musiche, i suoni della foresta e dei grandi musicisti brasiliani. Guardiane della terra, capi carismatici, guerriere, curandeiros, attivisti, sono "nativos", portavoce dei popoli originari del Brasile in lotta per il diritto alla sopravvivenza. Di e con l'antropologa Patrizia Giancotti.

Nicolás Gómez Dávila - A cura di Marco Filoni

Non solo economisti - Le vite di Otto-Albert Hirschmann, Giorgio Fuà, Giacomo Becattini, Amartya Cumar Sen, raccontate da Luigino Bruni

Omissis - Graziella De Palo: una storia italiana - 1980. Muoiono giornalisti e giudici, tremano e crollano case in Irpinia, un'esplosione alla stazione di Bologna, un aereo nel mare di Ustica, un bomba sul treno Italicus. E in tutte queste storie se ne smarrisce una, che attira a sé quanto di più oscuro c'era in Italia: la storia di una ragazza di 24 anni. Questa è la storia di due amiche che crescono, inseparabili, negli anni Settanta, che militano, ventenni, nel Partito radicale e diventano giornaliste. Una si occupa di cultura, l'altra di traffico d'armi. L'altra è Graziella De Palo. La sorte di Graziella e del suo collega Italo Toni diventa un nodo, tuttora non sciolto, di un groviglio di interessi, depistaggi, trame dove tutto è collegato: la strage di Bologna e Gladio, l'assassinio di Ilaria Alpi e le navi dei veleni, la P2 e la morte di Aldo Moro. Sulla vicenda di Graziella è stato posto il segreto di Stato. Un podcast di Loredana Lipperini. Regia di Fabiana Carobolante. Suono di Alfredo Morana. Con la collaborazione ai testi di Michele De Mieri, alle interviste e alle ricerche d'archivio di Benedetta Annibali e Marcello Anselmo, alle riprese di Roberta Ginocchio.La segreteria organizzativa è di Barbara Mittiga e la supervisione di Cristiana Castellotti.

Ossessionati dall'arte - Collezionisti e falsari dal Cinquecento a oggi

Outsider: scrittori irregolari - Scrittori irregolari, di generazioni diverse, che per questioni caratteriali, di condizione sociale o per scelta politica o culturale, hanno scritto e vissuto in una condizione di isolamento. Luigi Di Ruscio, amato da Fortini e Quasimodo, operaio metalmeccanico in una fabbrica di Oslo, Lucio Mastronardi, l'autore de "Il maestro di Vigevano", Guido Morselli, appartato e rifiutato in vita da tutti gli editori, Mariateresa Di Lascia, leader radicale autrice di un solo romanzo, "Passaggio in ombra", con il quale vinse il Premio Strega. Sono tutte figure di grande fascino letterario e esistenziale. Di e con Angelo Ferracuti.

Piano Condor. Continente desaparecido - Di Alessandro Leogrande

Pier Paolo Pasolini, il corsaro vero - Un secolo fa nasceva Pier Paolo Pasolini. Poeta, scrittore, pittore, regista, giornalista, Pasolini è stato soprattutto un intellettuale, eretico e controcorrente ma sempre acuto e profetico nell'osservare la realtà con il coraggio della ragione e delle idee. Brutalmente assassinato a 53 anni, l'autore degli "Scritti corsari" ha detto molto, ma molto avrebbe avuto ancora da dire. La testimonianza di Dacia Maraini. Di Claudia Fayenz

Poeti - Ritratti di poeti raccontati da Franco Buffoni, Gian Luca Favetto, Daria Galateria, Massimo Raffaeli, Sara Antonelli

Pointe Ninì - Storie di montagna al femminile - Pointe Ninì, una vetta, sulle cime del Monte Bianco, è il simbolo di una montagna alta e femminile di cui si è saputo troppo poco. È il ritratto in quattro puntate di una grande alpinista vissuta a cavallo degli anni Trenta, attraverso il suo memorabile diario. In un'epoca dominata dal culto della personalità e nell'alpinismo in particolare dal mito eroico della vetta, il diario di Ninì Pietrasanta è una testimonianza unica dell'approccio all'alpinismo di una donna fuori dal comune. Attratta irresistibilmente verso l'alta quota, qui trova uno spazio di libertà che la società dell'epoca non consente alle donne. La voce di Ninì è interpretata da Valentina Carnelutti. Un podcast ideato e scritto da Francesca Borghetti. Regia di Danilo Paoni. Con il contributo di Linda Cottino, storica dell'alpinismo, Anna Torretta, alpinista, Lorenzo Boccalatte. Prodotto per RaiPlay Sound - direzione artistica Andrea Borgnino, responsabile di produzione Anna Maria Delogu, esperto di produzione e web Claudia Salati - in collaborazione con CAI Club Alpino Italiano.

Premiata ditta. Da Flaiano e Fellini a Garinei e Giovannini - "Premiata ditta. Da Flaiano e Fellini a Garinei e Giovannini" di GIampiero VIgorito è una serie dedicata ad alcuni importanti sodalizi artistici tra scrittori, sceneggiatori, registi cinematografici e teatrali e autori televisivi italiani.

Profeti della rivoluzione sessuale - Le vite di Otto Gross, Wilhelm Reich, Alfred Kinsey, William Masters e Virginia Johnson, raccontate da Massimiliano Griner. Letture di Sabrina Sabatino

Quando l'abito fa l'artista - Le vite di Rosa Bonheur e Sonia Terk Delaunay, raccontate da Costantino D'Orazio

Racconti di Roma - Il podcast ripercorre le avventure di personaggi passati alla storia per le loro gesta fino ad arrivare a quelle storie che, tramandate nel corso dei secoli, hanno dato vita a vere e proprie leggende. La prima serie è interamente dedicata al "boja de Roma" Mastro Titta, all'anagrafe Giovanni Battista Bugatti che nella sua lunga carriera di esecutore delle condanne a morte, come lui stesso riporta, ha eseguito ben 514 esecuzioni nello stato Pontificio. L'attore Antonello Fassari, già Mastro Titta nella famosa commedia musicale Rugantino, legge, interpretando, "Mastro Titta, il boia di Roma. Memorie di un carnefice scritte da lui stesso". "Esordii nella mia carriera di giustiziere di Sua Santità, impiccando e squartando a Foligno Nicola Gentilucci, un giovinotto che, tratto dalla gelosia, aveva ucciso prima un prete e il suo cocchiere, poi, costretto a buttarsi alla macchia, grassato due frati. Giunto a Foligno incominciai a conoscere le prime difficoltà del mestiere: non trovai alcuno che volesse vendermi il legname necessario per rizzare la forca e dovetti andar la notte a sfondare la porta d'un magazzino per provvedermelo. Ma non per questo mi scoraggiai e in quattr'ore di lavoro assiduo ebbi preparata la brava forca e le quattro scale che mi servivano". Inizia così questo racconto che ci porta indietro nei secoli e che, attraverso le sue storie ci aiuta a conoscere usanze e modi di parlare ormai persi nel tempo ma non per questo meno ricchi di significato e valore.

Radio - Le radio nel mondo da Radio Bari a Radio Caroline

Ragazze al voto - Settantacinque anni fa, era il 1946, per la prima volta le donne hanno diritto al voto in Italia. Le voci di alcune ragazze di allora - che oggi sono quasi centenarie - e che raccontano l'emozione di quell'esperienza.

Registi - Il cinema secondo i registi

Ribelli. Storie di chi non ha mai voluto arrendersi - Di Nicola Attadio

Santa subito - "Santa subito" di Alessandro Piva | Santa Subito è la storia di Santa Scorese, giovane attivista cattolica barese che per anni ha subito le attenzioni morbose di uno sconosciuto. Una storia di persecuzione molti anni prima che esistesse il reato di stalking. Il racconto si sofferma sugli avvenimenti che hanno portato al tragico epilogo della vicenda, ma anche sulla forza dei suoi familiari nell'andare avanti, costretti a convivere con il dolore di una lacerazione tragica e assurda. Alessandro Piva, regista del docufilm vincitore della 14esima edizione della Festa del Cinema di Roma, dichiara: "Tra femminicidio e martirio, Santa Subito racconta la storia di un destino annunciato. Paradigma di troppe altre storie dallo stesso finale: il mio piccolo, personale appello affinché le donne siano lasciate meno sole, quando si ritrovano in balia di una psicosi travestita da amore". Le letture del diario di Santa sono di Federica Torchetti.

Scomparsi - Serie dedicata a due grandi protagonisti della cultura italiana scomparsi improvvisamente e misteriosamente. Di Francesco Neri

Scrittori alla sbarra - Degli scrittori si sa molto, ne parlano i personaggi delle loro opere. Quello che non si sa è che spesso la vita irregolare, qualche dissoluta abitudine, i debiti, la politica li hanno fatti finire in galera. Una mattina, un paio di questurini si sono presentati al loro indirizzo e senza porsi troppe domande li hanno buttati in una cella lurida. Daria Galateria racconta dei guai con la giustizia di venti scrittori, uno per puntata. Di qualcuno scoprirete la grandezza, di un altro la meschinità. Qualcuno vi lascerà l'amaro in bocca, di altri diventerete appassionati lettori. Andato in onda dal 21 febbraio al 17 marzo 2000. Di Daria Galateria. Regia di Giancarlo Simoncelli.

Scrittrici e scrittori francesi - Le molteplici espressioni letterarie nella Francia a cavallo tra 800 e 900. Da Apollinaire a Yourcenar, da Flaubert a Gary, da Colette a De Beauvoir, da Stendhal a Zola, da Celine a Simenon raccontati da Gian Luca Favetto, Daria Galateria e Massimo Raffaeli

Scrittrici e scrittori italiani - Scrittrici e scrittori italiani dell'Ottocento e del Novecento

Scuola - Dieci lezioni intorno alla storia della scuola e ad alcuni protagonisti di metodi ed esperienze educative del nostro tempo

Se questo è un uomo - Se questo è un uomo

Segnati dalla Luna: Buzz Aldrin e Harrison Schmitt - Le vite di Buzz Aldrin e Harrison Schmitt, raccontate da Paolo Conte

Sguardi Uniti d'America - Quattro fotografi che hanno raccontato l'America del '900 - Le vite di William Eugene Smith, Robert Louis Frank, Vivian Maier, William Eggleston, raccontate da Valerio Corzani

Silfidi, cigni e altre creature fantastiche nel balletto - Le vite straordinarie di quattro ballerine che hanno fatto la storia della danza

Simone Weil - La sua è stata una vita troppo breve. Sempre alla ricerca della verità, sempre dalla parte degli ultimi. Genio precoce, scelse di fare l'operaia in fabbrica, poi combattere nella guerra di Spagna. Sino all'avvicinamento a tematiche religiose e al misticismo.

Soli. Storie di eremiti contemporanei - Le vite di Tadeusx Wrona, Suor Stella Lepore da Roccaporena, Fabrizio Cardinali da Cupramontana, Adriana Zarri, raccontate da Angelo Ferracuti

Sono state via - Voci perdute e ritrovate degli anni '70 - Il ciclo è dedicato a quattro figure di culto della musica folk rock, quattro donne musiciste che hanno coltivato il proprio talento attraverso straordinari percorsi personali. Di Paola De Angelis

Sophia Loren. Voce di una diva - La storia della vita privata e pubblica della grande attrice italiana, ricostruita dal giornalista e critico Marco Spagnoli, attraverso una ricerca approfondita negli archivi della Rai in un Podcast realizzato da Radiotre con la collaborazione di Rai Documentari. Sophia – Voce di Diva racconta l'attrice attraverso le sue parole: dalle prime interviste radiofoniche con il decano dei giornalisti cinematografici italiani Lello Bersani, fino ad arrivare alla consacrazione internazionale. È un progetto che si avvale di materiali di repertorio rarissimi e straordinari. Raccoglie le interviste dei tanti giornalisti Rai che hanno seguito Sophia Loren nella sua 'favola' di ragazzina. nata nell'Italia della Seconda Guerra Mondiale e diventata l'ultima 'diva' dello Star System internazionale. Hanno partecipato al racconto, insieme all'autore Marco Spagnoli e alla voce narrante dell'attrice Orsetta De Rossi, Enrico Lucherini, il primo press agent e Ufficio stampa di Sophia Loren, e Tonino Pinto, inviato speciale della Rai, che incontrò in esclusiva l'attrice in occasione dell'Oscar alla carriera a Hollywood. Sono stati due protagonisti della storia del cinema italiano e offrono il loro sguardo particolare che ha accompagnato la diva dagli inizi fino ad oggi con grande coinvolgimento.

Storia d'Italia dal Dopoguerra ad oggi - Prima Parte - Dal Dopoguerra al rapimento di Mario Sossi

Storia d'Italia dal Dopoguerra ad oggi - Seconda Parte - Dal Referendum sul divorzio ad oggi

Storia delle epidemie - La febbre gialla, il vaiolo, la peste e l'influenza spagnola: Wikiradio propone una raccolta di puntate dedicata alla storia delle epidemie. Cinque lezioni di Silvano Tagliagambe, professore emerito di Filosofia della Scienza e Gilberto Corbellini, docente di storia della medicina e bioetica all'Università di Roma La Sapienza, che ricostruiscono l'esplosione e la diffusione di diverse epidemie in vari paesi del mondo tra Ottocento e Novecento e le storie degli scienziati che ne hanno ricercato cause e scoperto vaccini. Dal primo volontario a sottoporsi al contagio del virus della febbre gialla al medico svizzero che isolò il bacillo della peste, dalla scoperta della penicillina e del DNA al dilagare dell'influenza spagnola: cinque podcast per conoscere le emergenze sanitarie del passato e le vite di coloro che le hanno combattute.

Storia di una canzone - Dieci canzoni che raccontano una storia, anzi molte storie: quella di chi le ha incise, di chi le ha scritte e di chi le ha cantate. Pezzi che si collocano in un momento cruciale per la vita dell'artista che si trova a condividerle: con gli impresari, i discografici e, soprattutto, con il pubblico. Storia di una canzone affronta le circostanze dietro a ogni opera con l'intenzione, più che di spiegarne semplicemente l'importanza, di coinvolgere chi ascolta nella riscoperta di qualche passaggio importante, nelle vicende della musica che amiamo di più.

Storie di DJ afroamericani per il Civil Rights Movement - "Storie di DJ afroamericani per il Civil Rights Movement" di Gianluca Diana - Quattro voci dell'afroamerica di peso nella radiofonia dello scorso secolo, capaci dietro ad un mestiere apparentemente frivolo, di contribuire in modo determinante alla stagione del "Civil Right Movement". Richard Durham. WMAQ - Chicago. Autore del leggendario format "Destination Freedom"; Dr. Daddy-O. WWEZ - New Orleans. Il primo programma condotto da un afroamericano nella città della musica; Rufus Thomas. WDIA-AM – Memphis. Il noto cantautore è stato prima di tutto la voce di Memphis per eccellenza; "Chattie" Hattie Leeper. WGIV-AM – Cherlotte, NC. La prima donna nera nonchè imprenditrice di successo nel mondo discografico.

Storie di lavoratori e lavoro - Lotte per la conquista dei diritti dei lavoratori raccontate da Roberto Bertinetti, Lorenzo Bertucelli, Danilo Chirico, Ornella Domenicali, Emilio Gentile, Gabriele Mammarella, Riccardo Michelucci, Walter Passerini, Alessandro Portelli, Andrea Sangiovanni

Storie di vittime dimenticate - "Storie di vittime dimenticate" di Francesco Neri è un ciclo dedicato alle storie di Antonio Landieri, Federico Del Prete, Franco Imposimato e Simonetta Lamberti, vittime innocenti della criminalità organizzata.

Storie straordinarie di piccole donne avventurose - "Storie straordinarie di piccole donne avventurose" di Carola Susani - Louisa May Alcott

Super Gettoni di Letteratura - di Florinda Fiamma

Teatro - Lo spazio scenico e gli attori nelle pratiche teatrali tra Ottocento e Novecento raccontati da Giulio Baffi, Gianfranco Capitta, Guido Di Palma, Gian Luca Favetto, Angelo Foletto, Laura Mariani, Antonella Ottai, Gianni Poli, Oliviero Ponte di Pino, Rodolfo Sacchettini,

Temporary Road - (una) Vita di Franco Battiato - Un ritratto confidenziale ed emozionante intervallato da immagini di repertorio e riprese live, il tutto senza mai tradire lo spirito composto ed essenziale del musicista siciliano. Considerato il "Maestro" per eccellenza della musica italiana, capace di coniugare sperimentazione e pop, spiritualità e successo, meditazione e cinema, Franco Battiato è soprattutto un ineffabile spirito libero, impossibile da contenere in un'unica dimensione.

Tra animali e dei - "Tra animali e dei" di Gioia Lussana e Antonio Rigopoulos - Due insigni studiosi ci raccontano storia e storie di divinità tra il divino e il mondo animale: Siva e Shakti, Ganesha, dio elefante, e Hanuman, dio scimmia, figure divine collegate tra loro ed entrate nel nostro immaginario anche grazie a letteratura e musica d'oriente e occidente, senza che molti di noi ne conoscano effettivamente l'origine, la 'vita', i miti e i culti popolari. Gioia Lussana è una ricercatrice sul campo, laureata con Raniero Gnoli e dottore di ricerca con Raffele Torella, autrice di diversi libri e articoli tra cui La dea che scorre; Lo Yoga della bellezza. Antonio Rigopoulos è professore ordinario di Indologia all'Università Ca' Foscari di Venezia.

Tracce di giullari - Raccontare le vite di autori letterari di cui rimangono pochi e incerti frammenti storiografici implica la necessità di leggerne e ricostruirne la storia attraverso la trama degli spunti biografici che, in filigrana, si può evincere dalle opere sopravvissute. Immanuel Romano detto Manoello Giudeo, Ruggeri Apugliese, Matazone da Caligano e Michele detto Cielo o Ciullo d'Alcamo sono quattro autori di testi definiti popolari o giullareschi, che vissero in Italia tra il XIII e il XIV secolo, con beneficio del dubbio per quanto riguarda il penultimo, considerato da alcuni attivo nella prima metà del XV secolo. L'attore e autore Matteo Belli li racconterà e reciterà.

Tre rivoluzionari della scena - Le vite di Leo de Berardinis, Judith Malina, Vsevolod Emilevic Mejerchol'd, raccontate da Andrea Porcheddu

Un attore in cerca d'autore. Sulle tracce di Pirandello - Un viaggio di ricerca dell'attore Fabrizio Falco nei luoghi pirandelliani, dalla Sicilia a Milano, per riflettere sull'eredità dello scrittore.

Un giorno dopo l'altro. Mario Dondero a memoria - "Un giorno dopo l'altro. Mario Dondero a memoria" di Angelo Ferracuti - Le tre puntate di "Un giorno dopo l'altro" sono fatte di piccoli frammenti narrativi e di vita di Mario Dondero, uno dei più grandi fotografi europei del '900, grande viaggiatore, soprattutto in Europa e in Africa, dove ha documentato tutte le guerre di liberazione dei popoli. Scritte da Angelo Ferracuti, che è stato suo discepolo, ha lavorato con lui a molti reportage sul campo soprattutto per "Diario" e "il Manifesto", e gli ha dedicato la biografia narrativa "Non ci resta che l'amore" (Il Saggiatore, 2021), queste piccole narrazioni radiofoniche sono inframmezzate dalla voce del fotografo milanese, più volte intervistato da Radio3. Precedute dalla voce malinconica di Luigi Tenco, sono alcuni momenti e situazioni che anticipano alcuni celebri scatti dell'artista scomparso a Petritoli nel 2015, dagli anni giovanili del Bar Jamaica a Brera vissuti insieme ai suoi compagni di avventura e di vita Luciano Bianciardi e Ugo Mulas, al Maggio francese sulle barricate, la foto rubata al processo all'eroe della resistenza greca Alekos Panagulis, condannato a morte, quella memorabile del Noveau roman con Samuel Beckett, Claude Simon, Nathalie Sarraute, Claude Mauriac, Claude Ollier, Robert Pinget e Alain Robbe-Grillet, il documentario girato a Reggio Emilia negli anni '60 nella terra dei comunisti, fino al crollo del muro di Berlino. Tutte storie della Storia di uno dei testimoni più originali della cultura italiana del secondo '900, una vera leggenda del fotogiornalismo, quello che un altro scrittore, Francesco Biamonti descrisse così: "Si è messo in testa di avere un forte, definitivo appuntamento con l'angelo della storia, e corre qua e là a cercarlo, tra macchine fotografiche logore, consumate, appese alla spalla. Dall'Africa salta in Siberia, e poi te lo ritrovi a Parigi, in Liguria, di ritorno da qualche altra parte".

Un po' di Europa - Da Altiero Spinelli alla Banca centrale europea, 5 capitoli di storia europea raccontati da Stefano Cingolani, Patrizia Dogliani, Marcello Flores, Paolo Soldini, Andrea Terzi

Vagabondi eccezionali - "Vagabondi eccezionali" è un ciclo di quattro trasmissioni in cui si raccontano le storie di quattro persone straordinarie vissute nel secolo scorso. Monsieur Chouchani era uno straordinario maestro di Talmud, conosceva decine di lingue perfettamente e girava il mondo con una valigia vuota; Moondog, virtuoso polistrumentista, compositore e contrappuntista cieco vissuto sempre per strada; Tommaso Lipari (detto l'omu cani), comparso misteriosamente a Mazara del Vallo e che qualcuno ha pensato essere Ettore Majorana sotto mentite spoglie; Efa, coraggiosa donna vissuta nei boschi dietro Trieste tra gli animali selvatici. Ideato e condotto da Marzia Coronati, regia di Cristiana Munzi.

Vita di Galileo - Vita di Galileo

Vite che non sono la tua - Racconti di vite fantastiche, mitiche o romanzesche, marginali, naturali o surreali. Un programma dal 2014 sino a marzo 2022 a cura di Paola Tagliolini, con la regia di Ornella Bellucci dal 2017, dal settembre 2021 con la cura e la regia anche di Cristiana Munzi.

Vitti d'arte, Vitti d'amore - AUDIODESCRIZIONE Rai Documentari presenta un documentario realizzato in occasione dei 90 anni dell'attrice. Monica Vitti brilla in una luce intatta agli occhi di spettatori di ogni latitudine e la sua leggenda sopravvive nel cuore di un pubblico sconfinato che continua ad amarla incondizionatamente. Un'antidiva dal fascino magnetico che, con arguta ironia, è diventata anche il simbolo della comicità al femminile, segnando uno spartiacque con i modelli di attrice e donna convenzionali della sua epoca.

Vittime di mafia - Due giudici, un sacerdote, un sindacalista, un giornalista, un politico, un generale, un attivista, un avvocato e un'intera famiglia di Via dei Gerogofili. 10 storie di vittime di mafia in Italia raccontate da Lirio Abbate, Raffaele Sardo, Mimmo Franzinelli, Alessandro Leogrande e Giovanni Bianconi.

Voltagabbana - Uomini che non hanno tradito sé stessi - Le vite di Roger Casement, John Brown e Castner Hanway, Robert Catesby, e la rivolta dei Sepoys, raccontate da Massimilano Griner. Letture di Patrizia Hartman

Wik...ing on the Moon - I luoghi, le missioni, le esplorazioni, gli astronauti, la musica, il cinema, raccontati da Francesco Ballo, Patrizia Caraveo, Stefano Catucci, Danilo Di Termini, Marcello Flores, Elena Lazzaretto, Emanuela Martini, Fabio Pagan

Wiki Technologicus - Le connessioni tra l'umano e le macchine raccontate da Luca De Biase, Alessandro Loppi, Federico Mello, Gino Roncaglia.

Wikiradio - Wikiradio costruisce giorno per giorno una sorta di almanacco di cose notevoli ed utili da sapere per orientarsi nella nostra modernità. Ogni puntata racconta un evento accaduto proprio nel giorno in cui va in onda, intrecciando il passato con il presente, la memoria storica con ciò che oggi essa significa per noi. Dalla storia all'economia, dal cinema alla scienza, la letteratura, il teatro, le arti visive, la musica, i grandi momenti che hanno segnato un punto di svolta raccontati da esperti, studiosi, critici, con spezzoni di repertorio, sequenze cinematografiche, brani musicali, in un articolato mosaico che vuole restituire agli ascoltatori tutti i significati possibili di un avvenimento. A cura di Loredana Rotundo, con Marcello Anselmo, Natascia Cerqueti e Maddalena Gnisci.

Biologia

L'asino che vola! - È vero che il cammello ha l'acqua nelle gobbe o che il camaleonte cambia colore? Scopriamolo insieme a "L'asino che vola!", il programma che sfata i miti e le false credenze sugli animali. Di e con Graziano Ciocca e Sara Ciocca. Con la regia di Isabella Carbone

Risalento. Verso un nuovo paesaggio pugliese - "Risalento. Verso un nuovo paesaggio pugliese" di Viola Berlanda - Puglia. Siamo in terra d'Arneo, nel cuore del Salento. In un contesto dove il batterio chiamato Xilella sta continuando ad uccidere tutti gli ulivi, il territorio e i suoi abitanti si ritrovano a combattere una dura lotta contro elementi naturali ed umani. Partendo dalle storie intime legate ad un piccolo bosco appena nato ed alla sua custode, si esplorano vita, morte e minacce del nostro tacco in coma.

Biotecnologie

ConverseRai - Un podcast per capire il mondo che cambia, la transizione ecologica e quella digitale che stiamo vivendo. Esperte ed esperti nei settori più diversi – dalla cyber-sicurezza alla space economy, dall'economia sostenibile alle fake news, dagli open data alla robotica - raccontano la loro passione, quella per la quale lavorano da anni e che porta dentro di sé i valori nei quali credono. Ogni puntata di ConverseRai è un modo per alimentare la conversazione e la curiosità, una delle molle principali per acquisire conoscenza. Una produzione Rai per il Sociale per l'inclusione Digitale in collaborazione con RaiPlay Sound.

Storie della Scienza - Programma condotto dal filosofo della scienza Telmo Pievani, con la partecipazione della giornalista scientifica Silvia Bencivelli, che approfondisce come e perché la scienza sia diventata così centrale nel mondo di oggi. Le puntate raccontano la storia e l'evoluzione del pensiero scientifico, con le scoperte, le intuizioni, gli esperimenti, le invenzioni, l'applicazione del metodo scientifico.

Bisogni educativi speciali

Dante Istoriato. A riveder le stelle - Le audiodescrizioni dedicate all'Ipervisione della Galleria degli Uffizi sui disegni della Divina Commedia di Federico Zuccari. Il progetto "Dante Istoriato. A riveder le stelle" è l'omaggio che le Gallerie degli Uffizi dedicano al Sommo Poeta, nell'anniversario dei 700 anni dalla morte, pubblicando sul sito ufficiale le tre cantiche della Divina Commedia istoriate da Federico Zuccari. Al fine di ampliare le opportunità di fruizione della mostra virtuale, Rai Pubblica Utilità ha collaborato con Gallerie degli Uffizi per rendere completamente accessibile l'esposizione digitale, realizzando le audiodescrizioni di ciascuna delle 92 tavole che compongono il percorso virtuale della mostra (di cui 88 immagini, 3 introduzioni - una per Cantica - e 1 frontespizio). La voce di Federico Pacifici e i testi di Luca Della Bianca accompagnano le illustrazioni di Federico Zuccari, consentendo anche alle persone con disabilità visive di apprezzarle nei poetici dettagli.

La via maestra. Napoli contro la dispersione scolastica - "La via maestra. Napoli contro la dispersione scolastica" di Marta Bellingreri e Costanza Spocci - Dai Maestri di Strada, per un attimo si dimentica la scuola noiosa "dove si scrive e basta" e gli spari della Camorra tanto comuni sotto casa a Ponticelli, quartiere di Napoli Est. Tramite i loro laboratori, i Maestri di Strada mettono in atto una pedagogia che pone al centro l'incontro coi ragazzi, in un quartiere con il tasso di abbandono scolastico tra i più alti d'Italia. Le loro possibilità inesplorate, i loro talenti nascosti, i loro sogni diventano musica, teatro, bellezza. Grazie a questi stimoli, alcuni di loro si instradano su un futuro diverso, imparando un mestiere e immaginando quello che un giorno potrebbe essere un vero e proprio lavoro.

Le vite degli altri - Mettersi nei panni di chi è sopravvissuto ad una strage, di una professoressa transgender, di una donna ucraina da anni in Italia per assistere gli anziani, di una persona che ha conosciuto la depressione, del fratello di un ragazzo con sindrome di Down. Fondazione Empatia Milano, che promuove e diffonde l'empatia attraverso attività culturali, propone l'ascolto di dieci storie 'scritte a voce'. Per entrare in punta di piedi nelle vite degli altri. "Le vite degli altri" è un audiodocumentario con storie a cura di Fondazione Empatia Milano, montaggio di Massimo D'Anolfi e Martina Parenti, musiche di Massimo Mariani, grafica a cura di Elisa Vendramin.

Quattro scrittrici che inventano l'infanzia - Le vite di Ida Baccini, Lina Schwarz, Amelia Pincherle Rosselli e Ada Gobetti raccontate da Carola Susani.

Black music

Fattore J 27. Leggende e superstizioni delle grandi stelle del rock - Le vite di Janis Joplin, Brian Jones, Amy Jade Winehouse, Jimi Hendrix raccontate da Dario Salvatori

Blues

Fattore J 27. Leggende e superstizioni delle grandi stelle del rock - Le vite di Janis Joplin, Brian Jones, Amy Jade Winehouse, Jimi Hendrix raccontate da Dario Salvatori

La stanza della musica - La stanza della musica è lo spazio dedicato alla musica dal vivo, aperto a diversi generi musicali (classica, jazz, etnica ecc.). Negli anni sono intervenuti ospiti di grande prestigio, italiani e stranieri, fra cui Alexander Romanovsky, Paolo Fresu, Uri Caine, Maurizio Baglini, Natalia Gutman con Eliso Virsaladze, Alessandro Carbonare, Trilok Gurtu, l'Orchestra di Piazza Vittorio e molti altri. La stanza della musica è però aperta anche ai giovani talenti, ad esempio il Trio Quodlibet, che nel 2019 ha realizzato l'integrale dei Trii per archi di Beethoven. A cura di Stefano Roffi.

Riflessioni (disordinate) di un malato di musica - di e con GeGè Telesforo. Il "malato di musica" GeGè Telesforo, il pianista Domenico Sanna in stallo creativo e il prof. Vincenzo Martorella, giornalista musicologo, si incontrano casualmente nello studio dell'Istituto J.L.M. (Jacob Levi Moreno) per intraprendere il "Percorso Introspettivo per il recupero della Consapevolezza Artistica".

Trio Quodlibet - Trii di Beethoven per violino, viola e violoncello

Boxe

Fuori combattimento - Storie vere di pugili - Le vite di Angelo Jacopucci, Arthur Cravan, Rubin Carter e Hertzko Haft, raccontate da Angelo Ferracuti

Calcio

Bearzot - Il carro del vincitore - Le polemiche, gli insulti e persino le minacce di morte sul muro di casa. Poi, il trionfo al campionato del mondo di calcio 1982 e anche chi lo aveva insultato improvvisamente passò dalla sua parte. Eppure nessuno uomo di successo è stato lasciato solo come Enzo Bearzot a cui oggi è intitolato solo stadio di Gorizia da mille posti. Questo è il racconto della sua storia lungo il filo dei ricordi di Gian Paolo Ormezzano

Bruno Neri, calciatore e partigiano - La storia di Bruno Neri, calciatore nel Faenza, nella Fiorentina e nel Torino che alla carriera sportiva affianca uno stile di vita ed una testimonianza antifascista. È il 1931 quando all'inaugurazione dello stadio Giovanni Berta di Firenze, presenti il podestà ed altri gerarchi fascisti, il calciatore Bruno Neri rifiuta di fare il saluto romano. Dopo l'8 settembre '43, entra nelle formazioni partigiane con il nome di Berni. Viene ucciso, durante una ricognizione, il 10 luglio del '44, insieme al comandante della sua Brigata. Un personaggio fuori dal comune, dalla forte personalità, dotato di una grande tenacia e di una inarrestabile determinazione, dentro e fuori dal campo. Un podcast di Matteo Cavezzali e Gianni Gozzoli

Coppe europee - Radiocronache degli incontri di Champions League, Europa League, Conference League e Nations League

Domenica Sport - Contenitore di informazione sportiva con la collaborazione di esperti del settore per commentare le giornate dei campionati di tutte le serie. All'interno: Tutto il calcio minuto per minuto.

Il senso della Serie A - Non solo gol, non solo schemi, non solo scudetto. Il racconto dell'ultima giornata campionato di Serie A attraverso le parole di chi ama così tanto il calcio da poterne dire anche male. Con Francesco Graziani

Sabato Sport - Contenitore di informazione sportiva con la collaborazione di esperti del settore per commentare le giornate dei campionati di tutte le serie. All'interno: Tutto il calcio minuto per minuto.

Serie A - Radiocronache delle partite di Serie A

Tutto il calcio minuto per minuto - Appuntamento storico del Giornale radio, con i campionati di Serie A e B, anticipi e posticipi. Un classico che va sempre di moda. Conducono i radiocronisti della Redazione sportiva.

Women's EURO 2022 - FIFA Women's EURO England 2022

Zona Cesarini - Radiocronache sportive, interviste, dibattiti, letteratura sportiva, le ultime notizie, curiosità e tanta buona musica. Ampio spazio a tutti gli sport e al valore sociale che, in essi, veicola. Con Maurizio Ruggeri e Savino Zaba. Regia di Ombretta Conti e, tutti i venerdì, di Gabriele Brocani. Programmista multimediale Antonio Tisi

Campagne sociali

Profeti della rivoluzione sessuale - Le vite di Otto Gross, Wilhelm Reich, Alfred Kinsey, William Masters e Virginia Johnson, raccontate da Massimiliano Griner. Letture di Sabrina Sabatino

Canzoncine e ninna nanne

Dixi Simple Songs - Dixi e i suoi amici affrontano avventure basate sui testi di canzoni tradizionali universalmente note, molto apprezzate dai più piccoli e dai loro familiari.

Krud dal pianeta Cott - Krud, l'alieno pasticcione che vuole invadere la Terra è tornato ma c'è una terribile novità: è diventato buono! Con Armando Traverso e Andrea Calabretta, regia di Isabella Carbone

L'acchiappasuoni - Questa è la storia di Lorenzo, del gatto Lulù e del suo incredibile acchiappasuoni con il quale cattura e conserva tutti suoni del mondo. Ma questa è anche la storia del cattivo alieno Krud che cerca di ostacolarlo in ogni modo! Riuscirà il nostro amico acchiappasuoni a farcela, nonostante i dispetti del terribile Krud? Aprite le orecchie e lo scoprirete! Un podcast di Lorenzo Tozzi, con Lorenzo Tozzi e Andrea Calabretta, regia di Natalia Sangiorgi

Canzone d'autore

Ce soir Paolo Conte - L'artista ha accettato il gioco di aggiungere nuove ipotesi a quelle già messe in musica, fornendo diverse chiavi di lettura dei propri brani, sulla base di scalette musicali tratte da tutta la sua opera, da "Azzurro" a "Razmataz". E non si è sottratto neppure a seguire un fil rouge tematico per ciascuna puntata (il ballo, i viaggi, l'esotismo, il mondo del jazz, le fughe, etc). Ma il gioco lo ha condotto alla sua maniera, che è quella di spiazzarti sul più bello, uscendo dal prevedibile per regalarti un triplo salto nel cielo della fantasia, dello sconcerto e della meraviglia. Con Paolo Conte. Regia di Vittorio Attamante. A cura di Ermanno Anfossi. Trasmesso dal 22 luglio al 2 agosto 2002 "L'applauso che desidero è quello circense. Sono come l'acrobata che riceve l'applauso quando riesce ad arrivare dall'altra parte"

Divas. Icone latinoamericane - Le vite di La Lupe, Silvia Pinal, Yma Sumac e Toto' La Momposina, raccontate da Marco Silvestri

Falò - Falò è nato per raccontare le canzoni ma ha finito per scoprire le persone. I sei protagonisti di questa edizione, descrivendo le loro opere, hanno inaspettatamente rivelato frammenti ancora più preziosi di vita e di scelte profonde. L'amore per le parole di Niccolò e la generosità con cui gli artisti si sono a lui confidati, fa di Falò una serie di incontri di disarmante sincerità e di intensità rara. L'apporto lucido e analitico ma spesso altrettanto affettuoso di firme autorevoli della stampa specializzata, completa un progetto ambizioso che intende offrire agli ascoltatori una lettura inedita e sorprendente sulla composizione di una canzone. Regia di Francesca Dal Cero.

Ligabue - È andata così - È andata così, l'autobiografia artistica di Ligabue, la cronaca dell'avventura dei trent'anni su e giù da un palco. Una serie che racconta Ligabue per come lo conosciamo ma anche e soprattutto per come non lo si è mai visto. Stefano Accorsi è il fedele complice del cantautore in questa avventura che, oltre a loro due, conta un'importante serie di testimonianze a ricordare il periodo storico a cui via via gli episodi sono ancorati. Materiale di repertorio raro e classico, curiosità inedite, l'album di famiglia di Luciano, esibizioni.

Lucio Dalla “Briciola”, la storia inizia il 4 marzo 1943 - "Briciola", come era soprannominato Lucio Dalla, è stato un protagonista in numerosi programmi di Rai Radio nel corso degli anni. Qui potrete ascoltare una selezione accurata di alcune partecipazioni del cantautore bolognese a importanti kermesse canore e a trasmissioni musicali. Non mancano, poi, alcune interviste a Dalla realizzate da storici conduttori Rai nel tempo, non solo sugli aspetti canori, ma anche sulla sfera più personale. Ascolterete un Dalla poco conosciuto e qualche sorpresa……

Lucio Dalla. Chi Rompe Paga - "Chi rompe paga" è un lungo viaggio nel mondo del cantautore bolognese che mai come in questa esclusiva monografia si e' abbandonato ai ricordi, alle interpretazioni più' profonde delle sue canzoni, al valore dei sentimenti, dell'amicizia, del rapporto genitori-figli. E ancora retroscena e inediti sulle sue esperienze televisive e cinematografiche. Parole affettuose per i suoi ''compagni di viaggio'': gli artisti con i quali nel corso della sua lunga carriera ha condiviso momenti indimenticabili Di Lucio Dalla. Regia di Vittorio Attamante.

Pezzi da 90 - Claudio Baglioni - Cantautore e conduttore televisivo del sessantottesimo Festival della Canzone italiana #Sanremo2018

Pezzi da 90 - Lucio Dalla - Dice che era un bell'uomo e veniva, veniva dal mare

Cartonianimati

Alice & Lewis - Audiodescrizione del cartone animato "Alice & Lewis". Ispirato all'omonimo romanzo di Lewis Carrol, la serie racconta le stravaganti avventure di Alice, sei anni, che, grazie ad una chiave magica, riesce ad aprire qualsiasi porta e ad arrivare nel Paese delle Meraviglie. Qui incontra un coniglio accattivante, Lewis, e i due diventano amici per la pelle. Alice ama giocare con Lewis e gli altri suoi amici, anche se questo significa vedersela con la capricciosa regina dai capelli rossi, con castelli di carte in bilico sulla collina, e soprattutto con le regole e le convenzioni eccentriche di questo regno parallelo. Regia: Bernard Ling

Barbapapà - Una grande famiglia felice - Dai mitici libri per bambini francesi diventati un altrettanto famoso cartoon che ha accompagnato intere generazioni a partire dagli anni Settanta, i leggendari Barbapapà, la più pop delle famiglie, tornano con la loro straordinaria capacità di trasformarsi in qualsiasi cosa, per intrattenere anche il pubblico di oggi e, serie ecologista ante litteram, per rinnovare il loro messaggio verde, efficace anche per le nuove generazioni. Personaggi gentili, liberi e gioiosi, dalle forme tonde e colori pop che hanno scelto di vivere in campagna, fin dall'inizio i Barbapapà sono stati i pionieri della consapevolezza ambientale.

Gli acchiappagiochi - Audiodescrizione del Cartone animato "Gli Acchiappagiochi". In un universo molto colorato c'è un piccolo pianeta popolato da bambini alieni di ogni tipo. Qui ha sede un posto molto speciale: il quartier generale degli Acchiappagiochi. Gli Acchiappagiochi sono cinque amici che viaggiano nello spazio esplorando pianeti fantastici, con una grande missione: scoprire, giocare e collezionare tutti i giochi dell'Universo. Ad aiutare gli Acchiappagiochi nella loro missione c'è Mr. Moustache, un simpatico alieno, che ha dedicato tutta la sua vita allo studio dei giochi per insegnarli alle nuove generazioni. In ogni episodio c'è un'avventura da affrontare, nuovi amici da conoscere e un gioco da acchiappare! Regia: Andrea Bozzetto, Branko Rakic

Krud dal pianeta Cott - Krud, l'alieno pasticcione che vuole invadere la Terra è tornato ma c'è una terribile novità: è diventato buono! Con Armando Traverso e Andrea Calabretta, regia di Isabella Carbone

Lampadino e Caramella - "Lampadino e Caramella nel MagiRegno degli Zampa" è un cartone animato rivoluzionario per la sua metodologia: inclusivo e senza barriere, è adatto a tutti i bambini.

Leo da Vinci - Audiodescrizione del cartone annimato "Leo da Vinci". Il quindicenne Leonardo Da Vinci giunto a Firenze da Vinci nel 1467, ed il suo amico Lollo lavorano nella bottega del Verrocchio, il primo come apprendista pittore e il secondo come aiuto cuoco. La bottega del maestro fiorentino è frequentata anche dal giovane Lorenzo de' Medici (non ancora "magnifico"). Leo trascorre il tempo libero inventando mille cose. Lisa invece lavora presso le scuderie dei Medici. Un giorno una ciurma di pirati, la cui nave si è arenata alla foce dell'Arno, vengono avvicinati da Adolino, un losco figuro che offre loro di mettersi al servizio di un nobile signore fiorentino noto come il "Cospiratore", il quale vuole sostituirsi ai Medici nel governo della città. Regia: Sergio Manfio

Lo specchio di Lorenzo - Audiodescrizione del corto animato "Lo specchio di Lorenzo". Nel mondo di Lorenzo, niente è come appare realmente. Tutto si trasforma, gli umani spaventosi vengono sostituiti da animali, le stanze diventano boschi e il coraggio si traduce nel ritornello di "Heroes", brano rappresentativo del modo in cui il protagonista vede il fratello maggiore, inizialmente suo unico "ponte" con l'esterno. Tutto quello che piace a Lorenzo ha colori caldi, rassicuranti, luminosi; in opposizione, i momenti di disagio e paura sono bui e freddi. Quello in cui vive il piccolo è il mondo creato dalla bolla del suo autismo, che gli impedisce di comunicare, isolandolo. Un giorno, però, questa bolla verrà squarciata da qualcosa di nuovo, un piccolo specchio. Così, quando Lorenzo trova il coraggio di guardarci dentro, vede se stesso e il mondo che lo circonda senza paura, imparando gradualmente a comunicare e parlare attraverso il suo riflesso, grazie all'aiuto dell'amica Sofia e del fratello "supereroe" Michele. Regia: Angela Conigliaro

Lupo - Audiodescrizione del Cartone animato "Lupo". "Lupo" è un eroe con moltissima immaginazione e un sacco di idee per rendere la vita, sua e dei suoi amici nella prateria, più piacevole. E se un giorno come un altro può rivelarsi una fantastica avventura... allora tanto meglio! C'è un problema di siccità? Uno dei suoi amici si è fatto male? Nessuno ha mai provato prima a navigare un fiume con una canoa? Nessuna sfida è troppo grande per Lupo, nessun ostacolo insormontabile, perché lui ha sempre un'idea. Regia: Paul Leluc

Mini Cuccioli a scuola - Audiodescrizione del Cartone animato "Mini Cuccioli a scuola". I Mini Cuccioli vivono le loro prime esperienze a scuola, dove il gioco è lo strumento per apprendere e imparare a conoscere sé stessi e il mondo circostante. La conoscenza avviene attraverso l'esperienza del fare: recitando, imparando e suonare in gruppo, visitando città e musei, giocando con la matematica, e così via. Questo luogo è anche l'occasione per incontrare nuovi compagni: Ciccio il riccio, Gelsomina la lontra, Cocò la volpe, Nicola il picchio, Cangiante il camaleonte e Federico il lombrico. E ad accogliere gli alunni ci sono inoltre dei simpatici insegnanti: Laura la lince, Giovanni il gufo, Sebastiano il fenicottero, Celeste la cicogna ed Ester la tartaruga, la Direttrice della scuola. E anche in questa nuova avventura i Mini Cuccioli sono in compagnia dell'Albero Matusalemme, sempre disponibile ad aiutarli a trovare soluzioni ai loro problemi. Regia: Sergio Manfio

Pimpa - Audiodescrizione dei cartoni animati de "Pimpa". Pimpa, cagnolina a pallini rossi che si muove e parla come una bambina, è stata creata nel 1975 dal prestigioso artista e scrittore italiano Altan. Con le sue storie divertenti e poetiche, la Pimpa è diventata negli anni uno dei grandi beniamini dei bambini nel mondo del fumetto Regia: Altan

Topo Gigio - Audiodescrizioni del Cartone animato "Topo Gigio". Le nuove avventure del primo Topo che ha imparato a vivere nel mondo degli umani. O quasi. Per Topo Gigio qualunque cosa è una novità e così... una noiosa ricerca scolastica sui magneti, una gita allo zoo, un semplice gioco in cortile o il dare una mano ad un amico, diventano super eccitanti! Al suo fianco, l'amica del cuore Zoe, il buddy con cui truccare la bici "Bike" Bob, e il "GTeam", ovvero Talpa, Piccione, Coniglietti, Rospo e Tartaruga, che lo seguono nelle sue spericolate missioni. L'avventura sarà irresistibile! Regia: Davide Rosio, Giorgio Scorza

Ciclismo

Domenica Sport - Contenitore di informazione sportiva con la collaborazione di esperti del settore per commentare le giornate dei campionati di tutte le serie. All'interno: Tutto il calcio minuto per minuto.

Fuori dal Giro - Storia di quando Bartali e Coppi risalirono l'Italia in solitaria con le loro bici. Era il 1945 e c'era la guerra

La tappa della mia vita - Pensieri in bicicletta di ciclisti speciali

Sabato Sport - Contenitore di informazione sportiva con la collaborazione di esperti del settore per commentare le giornate dei campionati di tutte le serie. All'interno: Tutto il calcio minuto per minuto.

Cinema

20 Divi, 20 Film - Oltre sessanta anni di film, da Via Col Vento a Titanic. Trame, scene, facce, battute. Miti e divi. La supremazia statunitense. La swinging London di Julie Christie. La Francia della "nouvelle vague". L'Italia dei grandi maestri. I retroscena e le battaglie di produttori e registi per portare a termine le loro opere. Giovanna Gagliardo ha pescato nella sua memoria venti film, venti attori, venti storie da raccontare in 20 appuntamenti, sera dopo sera, cercando di ricostruire le emozioni, le reazioni e le illusioni suscitate dal grande cinema. Regia di Giancarlo Simoncelli

Alain Delon - Da "Rocco e i suoi fratelli" a "Mr. Klein"

Aldo Fabrizi - I film e i personaggi

Alfred Hitchcock - Italo Moscati racconta il mago del brivido, una leggenda fatta di paura, di emozioni e di sudori caldi e freddi Regia di Angela Zamparelli A cura di Giancarlo Simoncelli

Alle Otto Della Sera - Nei suoi dieci anni di trasmissioni, Alle 8 Della Sera ha vinto sfide impossibili degne di un super eroe: raccontare alla radio sera dopo sera, gli ultimi quattro canti del Paradiso o il teorema di Fermat, la vita di Carlo Magno o le teorie sull'evoluzione di Darwin, il De bello Gallico di Giulio Cesare, la vita di Khomeini o quella di Karol Woitila... La regia dei cicli è stata curata da Angela Zamparelli, Giancarlo Simoncelli e Vittorio Attamamte. Post produzione per il web a cura di Angela Zamparelli, Giancarlo Simoncelli e Giovanna Romano

Andrea Camilleri - 6 settembre 1925 - 17 luglio 2019

Anna Magnani - Anna Magnani simbolo di una romanità verace e genuina Di Italo Moscati

Anna Magnani, bravissima! - Il 7 marzo nasceva a Roma Anna Magnani, una delle più grandi interpreti femminili della storia del cinema

Avventure per 7 giorni - La programmazione natalizia del Cinema alla radio di Hollywood Party propone, dal 20 al 27 dicembre, una serie di puntate dedicate ai film tratti dai più celebri romanzi per ragazzi, titoli che hanno sicuramente segnato le prime letture (e forse anche i primi regali) di diverse generazioni di ascoltatori.

Bellezza e bizzarria - il cinema insolito secondo Goffredo Fofi - L'intenzione di questa panoramica strana su film insoliti che non si vedono più, anche se a volte sono nella storia del cinema, è quella di raccontare opere insolite rispetto a quelle che si possono vedere oggi, opere che, in un momento come questo dove il cinema langue e non produce grandi invenzioni non esistono più. C'è stato un momento (durato quasi un secolo) in cui il cinema è stato importantissimo nella vita di tutti. Nel cinema ci sono sempre stati i film colossi, i film d'amore, i film comici e tutta una varietà di generi abbastanza vasta. I film di cui forse oggi è più interessante parlare e rivedere sono quelli un po' a cavallo dei generi, quelli che si sottraggono alla definizione di genere, quelli che intrecciano le cose e che spesso sono più rivelatori, perché sono opere dove conta l'azzardo, conta la bizzarria, conta l'invenzione. L'idea di partenza di questa carrellata di film insoliti, nasce dell'opera di Mario Praz "Bellezza e bizzarria". Bellezza quindi che nasce anche dalla bizzarria, dalla diversità, dall'insolito, da un cinema che non è quello abituale, con delle invenzioni a volte geniali, a volte tra il miserabile e il geniale, ma che sempre danno delle informazioni diverse su cos'era il mondo, cos'era la cultura, cos'era la società. Scavare in queste diversità, in queste bizzarrie, credo sia più produttivo che non raccontare per l'ennesima volta i capolavori conclamati della storia del cinema. Goffredo Fofi

Bernardo Bertolucci - Un cofanetto per salutare il grande Bernardo Bertolucci

Blade Runner - La versione radiofonica di un classico della fantascienza. Il capolavoro di Philp K. Dick da cui Ridley Scott trasse spunto per uno dei cult movie piu belli della storia del cinema. Adattamento e regia di Armando Traverso. A cura di Emma Caggiano. Con Michele Gammino, Sandro Jovino, Emanuela Rossi, Renato Mori, Laura Boccanera, Marco Mete, Mino Caprio, Chiara Colizzi, Laura Mercatali, Francesco Meoni, Emanuela D'Amico.

Brividi alla radio - Per omaggiare Dario Argento alla vigilia dei suoi ottant'anni (7 settembre 2020), in un momento importante della sua carriera, Hollywood Party dedica un cofanetto speciale del Cinema alla Radio al maestro dell'horror italiano.

Buon compleanno, Clint - Un cofanetto per i 90 anni di Clint Eastwood

Buona la 25^ - I primi 25 anni di Hollywood Party, gli ultimi 25 anni di cinema italiano

Cinema alla radio con l'autore - Sette film raccontati dai loro registi

Cinema e liberazione - Una raccolta di podcast del Cinema alla radio per celebrare il 25 aprile

Cofanetto horror - Da Dario Argento a Mario Bava

Cofanetto Jeanne Moreau - Omaggio all'icona del cinema francese

Dario Fo - L'eterno giullare e maschera del teatro di Parola

Divi, miliardi e altri disastri - Steve Della Casa racconta i segreti dei grandi film. I retroscena dei film italiani diventati oggetti di culto ma che hanno avuto una lavorazione travagliata, le liti, gli amori, i licenziamenti, le trovate, le giravolte raccontati con le voci dei protagonisti come Federico Fellini, Lello Bersani, Elio Pandolfi, Dario Argento, Mario Bava e le musiche originali di Riccardo Amorese. Autore e presentatore Steve Della Casa. Musiche originali e messa in scena Riccardo Amorese. Attori Orsetta De Rossi, Claudio De Pasqualis. Produttore esecutivo Francesca Levi. Supervisione Elisabetta Parisi.

Dopo la rivoluzione - Il '68 e il cinema - I film che hanno anticipato, attraversato, ma anche raccontato a posteriori il '68. 18 marzo: Speciale Dopo la Rivoluzione | 25 marzo: "I pugni in tasca" di Marco Bellocchio | 01 aprile: "Il laureato" di Mike Nichols | 08 aprile: "Zabriskie Point" di Michelangelo Antonioni | 22 aprile: "Sbatti il mostro in prima pagina" di Marco Bellocchio | 29 aprile: "Les amants reguliers" di Philippe Garrel |

Enzo Jannacci - Cantautore fuori da ogni schema, stravagante e generoso, tra i più grandi e amati. Lui è stato grande con i grandi come Giorgio Gaber, Dario Fo, Cochi e Renato, Beppe Viola, Paolo Rossi e Adriano Celentano. Forte del suo indiscusso eclettismo, "l'irregolare" Enzo attraversa almeno cinquant'anni di storia: dal rock 'n' roll dei Cinquanta al cabaret dei Sessanta, dalla canzone d'autore alla musica libera da schemi dei decenni successivi.

Ettore Scola - Da "C'eravamo tanto amati" a "La terrazza"

Federico Fellini raccontato da Italo Moscati - Federico Fellini gigante del cinema mondiale

Federico Fellini, il visionario - Un omaggio al grande maestro del cinema italiano

Felinità - Una playlist sui nostri amici gatti tutta da ascoltare

Film anni 1920-1929 - I film del periodo 1920-1929 raccontati da Goffredo Fofi nella rubrica cinematografica "Bellezza e bizzarria" in onda per Zazà su Rai Radio 3. Ascolta i podcast.

Film anni 1930-1939 - I film del periodo 1930-1939 raccontati da Goffredo Fofi nella rubrica cinematografica "Bellezza e bizzarria" in onda per Zazà su Rai Radio 3. Ascolta i podcast.

Film anni 1940-1949 - I film del periodo 1940-1949 raccontati da Goffredo Fofi nella rubrica cinematografica "Bellezza e bizzarria" in onda per Zazà su Rai Radio 3. Ascolta i podcast.

Film anni 1950-1959 - I film del periodo 1950-1959 raccontati da Goffredo Fofi nella rubrica cinematografica "Bellezza e bizzarria" in onda per Zazà su Rai Radio 3. Ascolta i podcast.

Film anni 1960-1969 - I film del periodo 1960-1969 raccontati da Goffredo Fofi nella rubrica cinematografica "Bellezza e bizzarria" in onda per Zazà su Rai Radio 3. Ascolta i podcast.

Film anni 1970-1979 - I film del periodo 1970-1979 raccontati da Goffredo Fofi nella rubrica cinematografica "Bellezza e bizzarria" in onda per Zazà su Rai Radio 3. Ascolta i podcast.

Film anni 1980-1989 - I film del periodo 1980-1989 raccontati da Goffredo Fofi nella rubrica cinematografica "Bellezza e bizzarria" in onda per Zazà su Rai Radio 3. Ascolta i podcast.

Film anni 1990-1999 - l film del periodo 1990-1999 raccontati da Goffredo Fofi nella rubrica cinematografica "Bellezza e bizzarria" in onda per Zazà su Rai Radio 3. Ascolta i podcast.

Film anni 2000- 2009 - I film del periodo 2000-2009 raccontati da Goffredo Fofi nella rubrica cinematografica "Bellezza e bizzarria" in onda per Zazà su Rai Radio 3. Ascolta i podcast.

Francesco Rosi - Da "Le mani sulla città" a "Tre fratelli"

Frank Sinatra - Il ricordo di uno dei più grandi artisti contemporanei

Full Monty - la primissima anteprima del Cinema alla Radio

Gian Maria Volonté - L'attore, il personaggio, il cittadino

Giorgio Gaber - 'Un ragazzo milanese perennemente spettinato che suonava la chitarra e cantava a squarciagola il rock and roll'

Giuliano Montaldo - Il Cinema alla radio di Hollywood Party per i 90 anni di Giuliano Montaldo

Greta Garbo - L'attrice, la diva, la leggenda, il mito che conosciamo, i suoi film, la sua uscita clandestina dal cinema e dalla scena della vita. Sfuggente e misteriosa, di lei resta ancora molto da capire

Hollywood Dance Party - È tutto vero: canticchiare durante il Cinema alla radio si può e ascoltando le puntate di questo cofanetto estivo dedicato ai film musicali potrebbe anche venire voglia di sgranchirsi le gambe.

Hollywood Party - Il cinema alla radio - Ogni domenica l'ascolto o la rilettura di un classico del cinema o un'anteprima con tutte le anticipazioni.

I Film della mia vita - Antonio Monda, professore di Cinema alla New York University e Direttore della Festa del Cinema di Roma, ci racconta i Film della sua vita, pellicole che gli sono rimaste nel cuore e che riassumono l'opera di grandi registi e il loro posto nella storia del cinema. Tra l'aneddoto personale e l'analisi filmica, un catalogo di film da riscoprire insieme. Conduce: Antonio Monda

I film della pandemia - Che sia un approccio più scientifico e realistico, storico o metaforico, la rappresentazione della diffusione di un virus e le catastrofiche conseguenze appaiono in numerosi film. Il viaggio alla ricerca dei legami tra cinema e pandemia ha avuto inizio con "Contagion", il film profetico di Steven Soderbergh per poi proseguire con un punto di vista metaforico grazie al cult di George Romero "La città verrà distrutta all'alba" (1973). Infine il capolavoro sperimentale di Chris Marker: "La Jetée" (1962), film che ha ispirato "L'esercito delle 12 scimmie di Gilliam", raccontato da Dario Zonta

I film di Mario Monicelli - I film, le sceneggiature, i personaggi

I film illuminati da Giuseppe Rotunno - Il Cinema alla radio ricorda Giuseppe Rotunno con un cofanetto di podcast che riuniscono alcuni dei suoi capolavori, da Rocco e i suoi fratelli (1960) di Visconti ad Amarcord (1973) di Fellini. Artigiano della tecnica, come l'ha definito Daniele Ciprì durante una delle dirette di Hollywood Party, Rotunno conosceva a fondo la luce al punto che le sue composizioni visive apparivano immediatamente naturali.

I suoni del cinema - L'incredibile storia del suono e del doppiaggio sul grande schermo raccontata attraverso la voce di uno dei più famosi doppiatori italiani, Claudio Sorrentino.

I tipi pasoliniani - A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini, un modo particolare di ricordare un artista che ha lasciato il segno nella coscienza del Paese, attraverso un grande e multiforme dialogo intorno alle sue opere e parole. Davide Rondoni e David Riondino conversano tra loro – e con scrittori, personaggi della società, del giornalismo, della cultura e dell'arte – intervallando canzoni, poesie, citazioni e storie, chiedendosi e chiedendo quanto ci sia di pasoliniano in ciascuno e quali siano i tipi e i temi pasoliniani per antonomasia. "I tipi pasoliniani" è un podcast di Davide Rondoni e David Riondino, con la regia di Elisabetta Malantrucco, direzione artistica Andrea Borgnino, responsabile della produzione Anna Maria Delogu, esperta di produzione Paola Manduca, esperta web e di produzione Claudia Salati.

Jean-Luc Godard - "Fino all'ultimo respiro" e "Il disprezzo"

John Ford - I film del regista che ha plasmato il western

John Huston - Da "Giungla d'asfalto" a "Sotto il vulcano"

La vita avventurosa di Roberto Rossellini - Chi si immerge nel mondo di Roberto Rossellini resta suggestionato da immagini difficili da conciliare. Si affastellano materiali di due razze distinte: da una parte i libri dei cinefili, che passano la vita a contare i fotogrammi; dall'altra la valanga dei ritagli rosa sulla sua movimentata vita privata. Ma proprio da qui nasce e prende colore "La vita avventurosa di Roberto Rossellini", che forse rende giustizia al caro estinto, tracciando il ritratto di una delle personalità più complesse e contraddittorie dell'Italia del Dopoguerra. Di Maurizio Giammusso. A cura di Giancarlo Simoncelli. Trasmesso dal 17 novembre al 12 dicembre 2008

Le Felliniadi - Il 20 gennaio 2020 Federico Fellini avrebbe compiuto cent'anni. In occasione di quest'anniversario Hollywood Party omaggia il regista riminese che col suo cinema ha incantato il mondo.

Lucio Battisti - Avrebbe compiuto 75 anni

Marcello Mastroianni - Marcello Mastroianni

Marco Bellocchio - I film del regista

Martin Scorsese - Un cofanetto dedicato al maestro in occasione della sua presenza alla 13^ Festa del Cinema di Roma

Massimo Troisi - Scusate il ritardo, ecco a voi Massimo Troisi

Mina - Un'artista eclettica e versatile

Modugno - Il ricordo di Mister Volare dagli archivi Rai

Monica o Come Tu Mi Vuoi - Andrea Camilleri aveva poco più di trent'anni quando arrivò a Radio Rai. Aveva già alle spalle una ricca esperienza teatrale, era stato il primo a portare Beckett in Italia, e a Radio2 iniziò una lunga fertilissima carriera che lo avrebbe portato a firmare più di 1300 regie radiofoniche, a realizzare trasmissioni di ricerca e sperimentazione, tra cui molti degli episodi delle "Interviste impossibili", prima di approdare alla televisione. Tra le sue tante creazioni durante la sua collaborazione con Radio2 ci piace riproporvi questo suo omaggio a Monica Vitti: "Monica o come tu mi vuoi" un programma in 16 puntate realizzato nel 1968. Un programma di cui è autore e regista, e anche in alcuni momenti conduttore, e in cui Camilleri con una geniale e appassionata intuizione, traccia, forse per primo, uno dei più accurati e piu' affettuosi ritratti che mai siano stati dedicati a Monica Vitti. Al termine delle sedici puntate Camilleri ritiene di poter definire compiuto non soltanto il ritratto di Monica Vitti, ma anche di poter stabilire quanto nel personaggio umano di Monica Vitti c'è di sovrimpresso o di immaginato. È la prima volta che un'attrice viene sotto posta ad una diagnosi così minuziosa e l'esperimento si annuncia senza dubbio interessante.

Neorealismo - I film di De Sica e Rossellini

Oggetti che vivono sulla scena - Con Enrico Morteo scopriamo come gli oggetti abbiano vissuto e raccontato la vita degli italiani attraverso la loro presenza sui set televisivi e cinematografici.

Omaggio a Pasolini - Dalla poesia agli esordi al cinema

Pezzi da 90 - C'è sempre più spazio a Pezzi da 90. S'inforcano le bici e corrono le puntate ancora calde. Fanno cantare i Pezzi da 90, e fanno sorridere e fanno piacere le vecchie storie raccontate. Scrivi un libro, fai un film, azzecchi una canzone, vinci un mondiale, perdi un Sanremo? E finisci a Pezzi. Pezzi da 90 è un programma che racconta di artisti, di scienziati, di persone, di storielle e di storiacce. E così piace a tutti. Semplice!

Pezzi da 90 - Mike Bongiorno - Mike Bongiorno, il primo , il più grande, con allegria!

Pier Paolo Pasolini, il corsaro vero - Un secolo fa nasceva Pier Paolo Pasolini. Poeta, scrittore, pittore, regista, giornalista, Pasolini è stato soprattutto un intellettuale, eretico e controcorrente ma sempre acuto e profetico nell'osservare la realtà con il coraggio della ragione e delle idee. Brutalmente assassinato a 53 anni, l'autore degli "Scritti corsari" ha detto molto, ma molto avrebbe avuto ancora da dire. La testimonianza di Dacia Maraini. Di Claudia Fayenz

Queen - "Si può essere tutto ciò che si vuole, basta trasformarsi in tutto ciò che si pensa di poter essere"

Roberto Rossellini - Padre del Neorealismo, cineasta raffinato ed innovatore, Rossellini con i suoi film ha sempre inseguito – con consapevolezza e personalità – il racconto della realtà, regalandoci lezioni di cinema indimenticabili e ancora preziose.

Sala 3 - I film del 1970 - 1970 - 2020: sono passati cinquant'anni dall'uscita al cinema di questi film, titoli che hanno influenzato in modo indelebile il cinema di allora, ma anche del nostro presente

Senti chi parla - Dieci puntate del Cinema alla Radio in cui le parole sono davvero importanti: dall'espressionismo di Totò al latino maccheronico de "L’armata Brancaleone" fino e alle riflessioni critiche di Nanni Moretti o all'italiano letterario de "Il Gattopardo"... Tutto a riprova che la lingua e il cinema sono gli specchi più nitidi che un Paese possa avere.

Sergio Leone - Sguardi e colpi di pistola. Cieli infiniti. Deserti e cactus. E orizzonti nuovi. Una montagna di sensibilità e talento, un uomo grande e grosso, un incantatore, un inventore di trappole filmiche, un duellante sotto il sole, un maestro che era stato un alunno, un innamorato dell'avventura e delle donne che non amava scandali e mondanità E ancora, un tipo speciale nato nel cinema e per il cinema che ha lasciato una traccia fatta soprattutto di film pellicole che sono la sua lunga, potente, fascinosa ombra Di Italo Moscati A cura di Giancarlo Simoncelli Regia di Angela Zamparelli

Silenzio... autori in sala - "La Terra dell'Abbastanza", "Diaz", "La Bocca Del Lupo" ascoltati e commentati con gli autori

Sinfonia Bergman - "Il posto delle fragole" e "Sinfonia d'autunno"

Sophia Loren - Buon compleanno Sophia!

Sophia Loren. Voce di una diva - La storia della vita privata e pubblica della grande attrice italiana, ricostruita dal giornalista e critico Marco Spagnoli, attraverso una ricerca approfondita negli archivi della Rai in un Podcast realizzato da Radiotre con la collaborazione di Rai Documentari. Sophia – Voce di Diva racconta l'attrice attraverso le sue parole: dalle prime interviste radiofoniche con il decano dei giornalisti cinematografici italiani Lello Bersani, fino ad arrivare alla consacrazione internazionale. È un progetto che si avvale di materiali di repertorio rarissimi e straordinari. Raccoglie le interviste dei tanti giornalisti Rai che hanno seguito Sophia Loren nella sua 'favola' di ragazzina. nata nell'Italia della Seconda Guerra Mondiale e diventata l'ultima 'diva' dello Star System internazionale. Hanno partecipato al racconto, insieme all'autore Marco Spagnoli e alla voce narrante dell'attrice Orsetta De Rossi, Enrico Lucherini, il primo press agent e Ufficio stampa di Sophia Loren, e Tonino Pinto, inviato speciale della Rai, che incontrò in esclusiva l'attrice in occasione dell'Oscar alla carriera a Hollywood. Sono stati due protagonisti della storia del cinema italiano e offrono il loro sguardo particolare che ha accompagnato la diva dagli inizi fino ad oggi con grande coinvolgimento.

Storie di Divi e di Film - I retroscena di venti film memorabili e le storie di venti attori indimenticabili. Si comincia con "Il figlio dello sceicco", omaggio tutto italiano al primo latin lover di Hollywood, per passare poi alla nascita dei generi: il noir, con "La fiamma del peccato"; la commedia sentimentale con "La vita è meravigliosa"; il giallo con "La finestra sul cortile"; il western all'italiana con "Per un pugno di dollari". Senza dimenticare gli anni Sessanta con i loro film clamorosi come "Jules e Jim", "Bella di giorno" e "Easy rider".

Straziami Ma Di Risi Saziami - Un ciclo dedicato a Dino Risi

Super Sanremo - Dal 29 gennaio 1951

Suso Cecchi D'Amico - I film, i personaggi, le sceneggiature

Tanto pe' sognà - È stato un grande attore a teatro, al cinema, in televisione. Era bravo a cantare, a recitare, ma soprattutto era capace, in modo speciale, di farci ridere. A cent'anni dalla nascita di Nino Manfredi (22 marzo), Hollywood Party gli dedica una programmazione speciale del Cinema alla radio: un ciclo di puntate che oltre ai consueti appuntamenti domenicali prevede anche un'intera settimana di racconti cinematografici e approfondimenti.

The Beatles - L'omaggio di Pezzi da 90 al gruppo che ha rivoluzionato la storia della musica

Totò - Il Principe

Totò Peppino e la Malafemmina - il primo Cinema alla Radio

Ugo Tognazzi - L'omaggio a 30 anni dalla scomparsa

Un'estate da mattatore - Cofanetto Gassman

Vitti d'arte, Vitti d'amore - AUDIODESCRIZIONE Rai Documentari presenta un documentario realizzato in occasione dei 90 anni dell'attrice. Monica Vitti brilla in una luce intatta agli occhi di spettatori di ogni latitudine e la sua leggenda sopravvive nel cuore di un pubblico sconfinato che continua ad amarla incondizionatamente. Un'antidiva dal fascino magnetico che, con arguta ironia, è diventata anche il simbolo della comicità al femminile, segnando uno spartiacque con i modelli di attrice e donna convenzionali della sua epoca.

Vittorio De Sica - La vita, la carriera e gli amori del grande regista Di Italo Moscati

Vittorio Gassman - I film con il mattatore

Werner Herzog: l'ultimo Romantico - Werner Herzog: l'ultimo Romantico

Woody Allen - Io e Annie, Manhattan, La Rosa Purpurea del Cairo, Midnight in Paris

Città e monumenti

Angelo chi legge - Accolgono gli ospiti, accompagnano gli autori e vegliano sui dialoghi: sono gli angeli di pordenonelegge, hanno vent'anni e vivono immersi nel festival dei libri. Abbiamo chiesto loro di raccontare un libro in pochi minuti nel modo più efficace, usando il loro linguaggio e trasmettendo anche i loro sentimenti. Un libro da consigliare, una lettura che li ha emozionati rivolgendosi principalmente ai loro coetanei, Un progetto pordenonelegge realizzato in collaborazione con la Sede Rai FVG. A cura di Mario Mirasola e Riccardo Cicconetti.

Il Caffè - Il programma culturale condotto da Pino Strabioli. In ogni puntata, notizie e approfondimenti su teatro, cinema, libri e musica. Ogni settimana ospiti i protagonisti della tv di ieri e di oggi, attori, scrittori e musicisti. Un viaggio nel racconto della memoria e nella scoperta delle novità che si muovono in campo culturale.

Il saccheggio. Storia di una biblioteca depredata - La sera del 18 aprile del 2012 i carabinieri entrano nell'antica Biblioteca dei Girolamini, nel cuore di Napoli. Trovano un caos biblico: volumi preziosi spostati, altri dentro grandi scatoloni. Ma soprattutto scoprono che alcune scaffalature sono state svuotate completamente. Una banda, di notte, svaligiava i libri con carrelli e camion. A capo dell'organizzazione c'era nientemeno che il direttore, Marino Massimo De Caro. Questa è la storia di un saccheggio senza precedenti. Autrice Carla Manzocchi Regia Luca Bernardini Letture Claudio Vigolo.

La marcia su Roma - È stata la marcia su Roma a permettere a Mussolini di conquistare il potere? O la marcia è stata lo spettacolo pubblico che è diventato il simbolo della vittoria del fascismo? Cosa ha permesso nel giro di due settimane a Mussolini di diventare capo del governo, una ipotesi che nessuno prendeva in considerazione a inizio ottobre del 1922? La 'resistibile' ascesa al potere di Mussolini, le responsabilità della vecchia classe politica liberale, gli errori e il settarismo dei partiti socialista, cattolico e comunista, le complicità e le connivenze delle istituzioni statali, che spianarono la strada alla violenza fascista e al suo regime totalitario, nel racconto di Marcello Flores, studioso dei totalitarismi e autore di "Perché il fascismo è nato in Italia" e Mimmo Franzinelli, studioso del fascismo e dell'Italia del Novecento, autore de "L'insurrezione fascista. Storia e mito della marcia su Roma"

Lovely Planet - Salvarsi la vita viaggiando e ascoltare la Terra, sono solo due delle raccomandazioni che scaturiscono dai racconti dei protagonisti di questa decima edizione. Dai parchi nazionali europei ai luoghi del Bardo, dai cavalli in corsa nella steppa mongola alle passeggiate tra le tombe del Pere Lachaise, si torna a viaggiare con Radio3, sfogliando un'altra collezione di guide turistiche speciali. Per l'estate 2022 e per le stagioni che verranno 10 nuove storie da ascoltare e da condividere. Quest'anno viaggiando persino con i numeri in un tour matematico dell'Europa e come sempre girando per città e Paesi, tornando a Sarajevo trent'anni dopo e riscoprendo Tirana città per giovani, lambendo il tetto del mondo nel Pakistan 'paese dei cattivi' e ritrovando un piccolo atlante di storia a Novi Sad. Sempre in compagnia di persone che segnano una strada e offrono un'ispirazione, un souvenir o un indirizzo da annotare, indicazioni di viaggio su un pianeta da amare. "Lovely Planet. Le guide di Radio3" è un programma di Anna Maria Giordano.

Statue in piazza - Il più grande museo italiano, diffuso su tutto il territorio nazionale: è la nostra statuaria monumentale. Un museo ai più ignoto, o indifferente; sovente trascurato, umiliato, trasferito; e però ancora conservato, restaurato, qualche volta ammirato. Un museo che, anno dopo anno, continua ad arricchirsi di nuove opere e protagonisti. Di Giovanni Carlo Federico Villa, a cura di Monica D'Onofrio, regia e scelte musicali di Cristiana Munzi.

Classica/o

Cento giorni con Dante - Grandi interpreti per la Divina Commedia - Un podcast al giorno sul sito di Rai Radio3. Dalle registrazioni del Teatro Nazionale di Genova le voci storiche del teatro italiano leggono la Divina Commedia. Cento giorni insieme alla Divina Commedia e agli attori che hanno fatto la storia del teatro italiano. Il 25 marzo 2021 prende il via il progetto promosso da Rai Radio 3 e dal Teatro Nazionale di Genova in occasione delle celebrazioni dantesche. Sotto la direzione di Davide Livermore sono state recuperate dagli archivi del Teatro le registrazioni delle letture teatrali effettuate a Genova tra il 1984 e il 1986 nel corso di un'iniziativa che per la prima volta proponeva in teatro la lettura integrale della Divina Commedia, affidando i singoli canti ad attori come Arnoldo Foà, Aroldo Tieri, Eros Pagni, Ferruccio De Ceresa, Ugo Maria Morosi, Roberto Herlitzka, Gabriele Lavia, Mariano Rigillo, Massimo De Francovich, Giuseppe Pambieri, Tino Carraro, Paolo Poli, Giulio Bosetti e molti altri. Nato da un'idea di Carlo Repetti, che in quegli anni aveva già un ruolo di rilievo tra i collaboratori del grande direttore Ivo Chiesa, il progetto inaugurò la pratica dei reading teatrali ed ebbe un eccezionale successo di pubblico. A partire dal 25 marzoRai Radio 3 pubblicherà sul suo sito, giorno per giorno, i singoli canti sotto forma di podcast, proponendone inoltre degli estratti nel corso delle trasmissioni. Cento giorni con Dante è una straordinaria occasione per gli ascoltatori: fare, insieme, un viaggio nell'opera dantesca e nel teatro italiano, attraverso le voci di attori che hanno lasciato un segno indelebile sulla scena italiana.

Confidenze musicali - Sei grandi della musica classica si raccontano a Maria Carfora attraverso un dialogo informale e profondo. Quali sono le esperienze formative più significative, quali i momenti salienti della loro carriera, quanti i sacrifici e le soddisfazioni dietro un mondo così magico. Vere e proprie confidenze con l'ospite, che permettono di entrare in sintonia con un mondo da sempre tanto ammirato. Un panorama costellato di stelle internazionali che attraverso il talento, l'empatia, la passione, entrano nella storia a volte passando dal mito.

Il compagno - di Cesare Pavese letto da Valerio Binasco

Il Conte di Montecristo - Il Conte di Montecristo

La morte di Ivan Ilich - La morte di Ivan Ilich

Lezioni di musica - Musicologi e musicisti italiani tra i più affermati e riconosciuti, insieme alle voci storiche di alcuni conduttori delle principali trasmissioni musicali di Radio3, accompagnano gli ascoltatori in un percorso divulgativo che vuole essere a un tempo didattico e coinvolgente. Grandi capolavori del repertorio sinfonico e di quello da camera, ma anche generi e forme musicali diversi, vengono esplorati con la proposta di esempi spesso eseguiti dal vivo al pianoforte o con l'offerta di ascolti rari e di grande qualità. La sigla è tratta da "The Young Person's Guide to the Orchestra, Variazioni e Fuga su un tema di Purcell", di Benjamin Britten nell'esecuzione dello stesso Britten. La trasmissione è a cura di Paola Damiani con la collaborazione di Nicola Pedone.

Tutte le voci dell'Orchestra - La storia e le storie dell'Orchestra Rai, una sorta di dietro le quinte che racconta voci, progetti, difficoltà, ricordi, viaggi, scontri, emozioni, ospiti importanti, colpi di fulmine inattesi, serate indimenticabili e giornate di impegno e fatica, prime esecuzioni, momenti della vita personale che si incrociano con quelli di vita artistica. Il tutto può essere convogliato attraverso l'uso di documentazione di prima mano, raccolta in interviste, incontri e registrazioni sul campo, materiali esistenti, storici o nuovi, contributi speciali.

VeneziAcustica - Venezia Acustica, diario di un cacciatore di suoni, è una trasmissione radiofonica immaginata come un brano di musica in otto movimenti - puntate. Una Ouverture, sei puntate dedicate ai sei sestieri veneziani e un Gran Finale. Mi permetto di suggerirvi un gioco. Un gioco che contiene sia un rischio che una rivelazione. Il gioco consiste nel camminare ad occhi chiusi, possibilmente fra le 5 e le 6 del mattino, a Venezia. Il rischio, ovviamente, è quello di cadere in un canale ma la rivelazione che vi aspetta, canale permettendo, è quella di ritrovare i suoni del vostro apparente e personale silenzio. I suoni del vostro respiro, dei passi, delle chiavi che ciondolano appese alla cintura, e ritrovarli non come "suoni solitari" ma in relazione profonda, proprio come in una sorta di polifonia, con tutte le altre voci e suoni della città. Perché Venezia, prima ancora d'essere una città consumata dallo sguardo e dai selfie, è questa: un grandissimo strumento musicale che non smette mai di suonare. Muoversi al suo interno, con attenzione e delicatezza, è come muoversi nella pancia di un gigantesco violoncello, proprio lì, vicinissimi a quella zona che, negli strumenti ad arco, viene chiamata "anima" in quanto generatrice delle vibrazioni acustiche dello strumento medesimo. Venezia Acustica - diario di un cacciatore di suoni, prova a indagare questa idea attraverso una pluralità di voci, compositori, scrittori, musicologi, artigiani del legno, ingegneri statitici, architetti, negozianti di strumenti, liutai, sagrestani ecc. implicate a sviluppare e tutelare quello che Renzo Piano, nell'ultima puntata, chiama il "materiale leggero"… ovvero il suono… che forse, laicamente, è proprio l'anima, non soltanto degli archi, ma anche di questa città. Andrea Liberovici

Classico

Miti di terra - In Miti di terra la regista e attrice Sista Bramini racconta liberamente prendendo spunto da fonti classiche e non (Ovidio, Omero, Virgilio, Wagner e altri) alcune storie che sono alle radici della cultura europea.

Classico/a/i

Debussy o Monsieur Croche - In occasione del prossimo 160° anniversario dalla nascita di Claude Debussy (nato il 22 agosto 1962), Radio3 propone un ciclo di trasmissioni a lui dedicato, ideato da Mario Bortolotto e andato in onda nel 2012. Nel corso di 10 puntate, il grande musicologo scomparso nel 2017 ripercorre tutta la produzione musicale di Debussy, attraverso un'analisi puntuale ed acuta, con il suo tagliente spirito critico.

Colonne sonore

I suoni del cinema - L'incredibile storia del suono e del doppiaggio sul grande schermo raccontata attraverso la voce di uno dei più famosi doppiatori italiani, Claudio Sorrentino.

Comico

Aspettando Viva Rai2! - Prove di risveglio con la rassegna stampa più improbabile d'Italia! Dal Lunedì al Venerdì Rosario Fiorello ed il compagno di viaggio Fabrizio Biggio commentano da un bar di Roma, a modo loro, i fatti accaduti e quelli che accadranno durante la giornata. Seguire attentamente le avvertenze e le ironie del caso.

Fantozzi di Paolo Villaggio - Siamo nel luglio 1968, dai microfoni di Radio2, a "Gran Varietà", Paolo Villaggio propone per la prima volta da protagonista quella che sarebbe diventata la maschera più rivoluzionaria della comicità italiana del dopoguerra: il mitico ragionier Fantozzi… Sette anni prima di fare il suo trionfale debutto sugli schermi cinematografici Fantozzi nasce alla Rai : in tv a "Quelli della domenica" e alla radio, a "Radio2, a Gran Varietà". Nel 1971 Paolo Villaggio dai microfoni di "Formula Uno" proporrà poi altre nuove avventure di Fantozzi.

Franca Valeri e le donne - Gran Varietà 1967 - Franca Valeri, in questa sua partecipazione a Gran Varietà del 1967, propone una galleria di donne "lavoratrici". I suoi ritratti sono sottili, taglienti, irresistibili, perché Franca Valeri sa che la forza della donna è soprattutto la sua ironia. Dalla signorina snob all'intervistatrice della radio, dalla tifosa alla moglie del tenore o all'immancabile signora Cecioni, Franca Valeri racconta le donne che conosce e le reinventa, convinta come diceva spesso, che "è un tratto di buona educazione e di affettuoso interesse ricordarsi i difetti della gente almeno quanto la data dei loro compleanni". Di compleanni ne ha festeggiati 100 e nella sua lunga vita ha continuato a raccontare il mondo che osservava, con instancabile passione, sperando magari, smascherandone cliché e ipocrisie, di renderlo migliore.

Gigi Proietti a Gran Varietà: Avogadro il ladro - Gigi Proietti debutta a Gran Varietà l' 11 marzo 1973. Ha 33 anni e una lunga esperienza nel mondo dello spettacolo, soprattutto teatrale. Fresco di successo con il musical di Garinei e Giovannini "Alleluja brava gente", non ha ancora scoperto le sue qualità di solista e di mattatore. Davanti alla platea radiofonica di Gran Varietà, Gigi Proietti avrà l'occasione di mettersi in evidenza come one man show. Per il suo debutto sceglie "Avogadro il Ladro ", un personaggio tagliato su misura per lui, una simpatica canaglia, erede della commedia all'italiana, tra stornelli romaneschi e furti maldestri… Gigi Proietti tornerà poi a Gran Varietà con altri due memorabili personaggi: Il Conquistatore, nel 1975 e il Mago della Garbatella, nel 1979.

Greg-a-Billy Radio Show - Greg in versione musicista e storico della musica, in uno storytelling musicale che lo impegna come narratore e cantante. Con la chitarra e gli spartiti dei grandi del soul e del rock, svela aneddoti poco conosciuti e racconta personaggi celebri, non solo dell'universo rock ma anche del jazz, della musica classica, della dance. Ospiti, rubriche lampo e personaggi sono tutti creati dallo stesso Greg.

Humoresque - Ridere e sorridere in musica a 150 anni dalla morte di Rossini - Con Guido Zaccagnini.

Krud dal pianeta Cott - Krud, l'alieno pasticcione che vuole invadere la Terra è tornato ma c'è una terribile novità: è diventato buono! Con Armando Traverso e Andrea Calabretta, regia di Isabella Carbone

L'acchiappasuoni - Questa è la storia di Lorenzo, del gatto Lulù e del suo incredibile acchiappasuoni con il quale cattura e conserva tutti suoni del mondo. Ma questa è anche la storia del cattivo alieno Krud che cerca di ostacolarlo in ogni modo! Riuscirà il nostro amico acchiappasuoni a farcela, nonostante i dispetti del terribile Krud? Aprite le orecchie e lo scoprirete! Un podcast di Lorenzo Tozzi, con Lorenzo Tozzi e Andrea Calabretta, regia di Natalia Sangiorgi

Le Lilloparole - Neologismi per tutte quelle cose, personaggi e situazioni che ci capitano quotidianamente ai quali non abbiamo ancora dato un nome. Le nostre vite cambiano, sono sempre più veloci, e il vocabolario della lingua italiana non tiene il passo. Sono infinite le circostanze quotidiane per le quali non esiste ancora il termine giusto e si è costretti a fare lunghi giri di parole per riconoscerle, descriverle e magari parlarne un po'. Lillo Petrolo accorcia le distanze, o almeno ci prova. Per esempio: con il neologismo "MICCHIONE" si identifica quell'individuo al quale arriva per ultimo o non arriva affatto il piatto che ha ordinato al ristorante. Il "micchione" aspetta invano e mentre tutti mangiano e gli offrono con misericordia i loro assaggini vaganti egli rimugina, si guarda intorno, si contorce in silenzio, cercando di minimizzare e mantenere la calma, poi si autocommisera e, solo con se stesso, riconosce la consuetudine di questa iattura che tocca sempre a lui. O perlomeno così gli sembra. L'ORUCU' invece è quell'oggetto casalingo, quel "coso" non ben identificato dalla apparente poca importanza che sta sempre da qualche parte, nessuno sa bene cosa sia, nessuno ha il coraggio di buttare. L'orucù infastidisce con le sue continue apparizioni per decenni, rivelandosi indispensabile soltanto dopo essere stato gettato via nel secchio dell'indifferenziata. Un podcast di Lillo e Carlo D'Alatri

Monica Vitti a Gran Varietà: Rosalia - Monica Vitti all'apice del successo, nel 1973, è la mattatrice di Gran Varietà dove propone per 8 puntate le avventure di Rosalia, giovane donna che dalla Sicilia sbarca a Roma per fare la portiera di condominio. In ogni uomo che si affaccia nella sua guardiola Rosalia, che vive sola con il suo inseparabile gattino Lulù, vede la possibile anima gemella, l'incontro che cambierà la sua vita. Tra finti corteggiamenti e malintesi Rosalia dà vita, alla radio, ad uno dei suoi straordinari personaggi femminili, delicati e autoironici.

Paese Reale - Edoardo Ferrario conduce Paese Reale, l'unico talk show che si interroga su tutto e non risponde a niente. Insieme ai suoi ospiti in collegamento, un parterre variegato ed estremamente chiassoso, cerca di fare il punto sui temi di attualità più scottanti.

Sandra Mondaini e Raimondo Vianello a Gran Varietà - Cicciolo e Cicciola - Sandra Mondaini e Raimondo Vianello, inseparabili e indimenticabili protagonisti del piccolo schermo presentano a Gran Varietà i loro "Cicciolo e Cicciola". In questi episodi Sandra e Raimondo non sono ancora marito e moglie, come in tv, ma due "fidanzatini" e approfittano di Gran Varietà per rivivere - come dirà Raimondo con la sua tipica ironia – " il tempo felice in cui non eravamo sposati". Ritroviamo in "Cicciola e Cicciola" tutto il garbo, l'ironia, la fantasia e l'affetto di una coppia che per più di cinquant'anni ha condiviso fuori e dentro la scena , schermaglie e battute e continua regalarci un' infinità di risate. Nella realtà Sandra e Raimondo si incontrarono nel 1958, in palcoscenico, dove entrambi recitavano in una rivista. Si innamorarono. Sandra avrebbe voluto sposarsi presto ma Raimondo continuava a rimandare. Il matrimonio venne celebrato finalmente il 28 maggio del 1962 nella Basilica di San Giovanni a Porta Latina, a Roma . Testimoni delle nozze furono Ugo Tognazzi e Maurizio Costanzo. Insieme ai 10 episodi potete ascoltate anche un piccolo extra in cui Maurizio Costanzo insieme a Sandra Mondaini e Raimondo Vianello ricorda il loro matrimonio e svela un gustoso retroscena.

Ugo Tognazzi a Gran Varietà - Ugo Tognazzi dal 1967 al 1978 è il protagonista di ben otto stagioni di Gran Varietà. Siamo negli anni della grande commedia all'italiana e la sua attività cinematografica è intensissima al fianco di Scola, Salce, Monicelli, Elio Petri, Dino Risi, Marco Ferreri… ma Tognazzi è sempre puntuale all'appuntamento con gli ascoltatori di Radio2, ogni domenica mattina. Perché, dice Tognazzi, è attraverso la radio che ritrova i tempi felici dei suoi inizi, nell'avanspettacolo. Alla radio aveva dato vita nel 1960 ad un'indimenticabile coppia di "pettegoli" insieme all'inseparabile Raimondo Vianello e alla radio tornò sempre volentieri. In questi suoi personaggi di Gran Varietà c'è tutto Tognazzi, con la sua generosità e la sua fantasia, la battuta pungente, lo sguardo satirico sull'attualità e la sua voglia di divertire inventando figure paradossali… e naturalmente con la sua passione per la cucina. Il suo piacere nel raccontare una ricetta è pari a quello di farci divertire. Ecco allora in questa raccolta tutti i personaggi di Ugo Tognazzi: da "Ugo e la sua coscienza" al "Tre Ugo Tre Ugo" che risponde agli ascoltatori. Nel 1970 lo troviamo ancora eccezionalmente in coppia con Vianello dare vita a sketch irresistibili ambientati nel mondo della televisione, nel 1975 impersona Don Gnazzi predicatore arguto nell'Anno Santo, e poi c'è il professore della Tavola Rotonda che conduce dibattiti accesissimi (la puntata sul calcio parla di moviola ma sembra profetizzare il Var) e infine persino un extraterrestre: Ufo Tognazzi in viaggio sulla terra per raccontarne i bizzarri costumi. Qualunque sia la sua maschera e il suo travestimento, insomma, Ugo Tognazzi ci parla di sé e di noi , dei tempi che cambiano, della nostra vita; improvvisa, scherza e con franchezza e spregiudicatezza dichiara il suo amore per lo spettacolo, tra intuizioni geniali e sincere passioni.

Commedia

Barbapapà - Una grande famiglia felice - Dai mitici libri per bambini francesi diventati un altrettanto famoso cartoon che ha accompagnato intere generazioni a partire dagli anni Settanta, i leggendari Barbapapà, la più pop delle famiglie, tornano con la loro straordinaria capacità di trasformarsi in qualsiasi cosa, per intrattenere anche il pubblico di oggi e, serie ecologista ante litteram, per rinnovare il loro messaggio verde, efficace anche per le nuove generazioni. Personaggi gentili, liberi e gioiosi, dalle forme tonde e colori pop che hanno scelto di vivere in campagna, fin dall'inizio i Barbapapà sono stati i pionieri della consapevolezza ambientale.

Casa Tognizzo - con Ricky Tognazzi e Simona Izzo. Aldo (alias Ricky) e Laura (alias Simona), una coppia di mezza età, lui regista teatrale e lei drammaturga, hanno un figlio trentenne omosessuale, Lorenzo, unito civilmente con Gianluca. La coppia ha avuto una figlia, Alice, grazie ad una cosiddetta madre (ospite) di cui non si conosce l'identità. I giovani padri hanno però deciso di separarsi... Laura e Aldo, a quel punto, si barricano nella dimora coniugale per tentare di destinarla al figlio Lorenzo affinché possa vivere lì con la piccola Alice. Nel corso di un tormentato weekend, in cui i due protagonisti dibattono sull'amore, sulla genitorialità e sull'omosessualità, farà irruzione un loro vecchio amico, accompagnato da una giovane donna misteriosa. I due saranno forieri di una sconvolgente verità che costringerà le due coppie ad uno showdown finale.

Cento giorni con Dante - Grandi interpreti per la Divina Commedia - Un podcast al giorno sul sito di Rai Radio3. Dalle registrazioni del Teatro Nazionale di Genova le voci storiche del teatro italiano leggono la Divina Commedia. Cento giorni insieme alla Divina Commedia e agli attori che hanno fatto la storia del teatro italiano. Il 25 marzo 2021 prende il via il progetto promosso da Rai Radio 3 e dal Teatro Nazionale di Genova in occasione delle celebrazioni dantesche. Sotto la direzione di Davide Livermore sono state recuperate dagli archivi del Teatro le registrazioni delle letture teatrali effettuate a Genova tra il 1984 e il 1986 nel corso di un'iniziativa che per la prima volta proponeva in teatro la lettura integrale della Divina Commedia, affidando i singoli canti ad attori come Arnoldo Foà, Aroldo Tieri, Eros Pagni, Ferruccio De Ceresa, Ugo Maria Morosi, Roberto Herlitzka, Gabriele Lavia, Mariano Rigillo, Massimo De Francovich, Giuseppe Pambieri, Tino Carraro, Paolo Poli, Giulio Bosetti e molti altri. Nato da un'idea di Carlo Repetti, che in quegli anni aveva già un ruolo di rilievo tra i collaboratori del grande direttore Ivo Chiesa, il progetto inaugurò la pratica dei reading teatrali ed ebbe un eccezionale successo di pubblico. A partire dal 25 marzoRai Radio 3 pubblicherà sul suo sito, giorno per giorno, i singoli canti sotto forma di podcast, proponendone inoltre degli estratti nel corso delle trasmissioni. Cento giorni con Dante è una straordinaria occasione per gli ascoltatori: fare, insieme, un viaggio nell'opera dantesca e nel teatro italiano, attraverso le voci di attori che hanno lasciato un segno indelebile sulla scena italiana.

De Pretore Vincenzo - Audiodescrizione della commedia teatrale con Eduardo e Luca De Filippo, "De Pretore Vincenzo". Vincenzo De Pretore è un giovane ladruncolo cresciuto in casa di un nobile signore a cui piace fare una vita comoda e senza fatiche. Di lui è innamorata Ninuccia, una brava ragazza che vorrebbe sposarlo e che è sempre pronta ad aspettarlo nei suoi andirivieni dalla galera. Affidatosi a San Giuseppe, il furfante crede di essere talmente protetto dal santo da essere inattaccabile. Quando, durante una rapina, viene ferito a morte cerca in tutti i modi di corrompere i santi per entrare in Paradiso e il Signore, impietosito dal suo triste destino, decide di trattenerlo nel suo palazzo. L'uomo, assistito dalla sua Ninuccia, può così morire. Interpreti: Eduardo De Filippo, Luca De Filippo, Nunzia Fumo, Angelica Ippolito

Ditegli sempre di sì - Audiodescrizione della commedia teatrale "Ditegli sempre di sì". Appena uscito dal manicomio, Michele torna a casa dove lo attende la sorella Teresa, unica a conoscere i suoi trascorsi di pazzia. L'uomo sembra guarito anche se prende alla lettera tutto quello che gli viene detto. Questa tendenza genera una serie di equivoci che coinvolgono Don Giovanni, il padrone di casa, la figlia Evelina e il giovane Luigi, corteggiatore della ragazza, a cui Michele cerca di tagliare la testa, credendola la radice dei problemi del ragazzo. Interpreti: Eduardo De Filippo, Maria Hilde Renzi, Regina Bianchi, Pietro Carloni, Antonio Casagrande, Gennarino Palumbo, Elena TIlena, Carlo Lima

Filumena Marturano (1962) - Audiodescrizione della commedia teatrale "Filumena Marturano". Filumena Marturano è una ex-prostituta che vive da anni, more uxorio, con Domenico Soriano, un ricco pasticciere napoletano che un tempo fu suo cliente. Per costringere Soriano al matrimonio, la donna si finge morente in modo da invocare le nozze "articulo mortis", ma la messinscena non riesce e Don Domenico cerca in tutti i modi di annullare il sacramento. Filumena è così costretta a vuotare il sacco e a confessare a Soriano che è madre di tre giovanotti e che uno dei tre è proprio figlio del pasticciere e che, proprio per il loro bene, si è decisa a cambiare vita cercando il matrimonio con lui. Interpreti: Eduardo De Filippo, Regina Bianchi, Enzo Petito, Nina De Padova, Gennarino Palumbo, Carlo Lima, Antonio Casagrande

Gli acchiappagiochi - Audiodescrizione del Cartone animato "Gli Acchiappagiochi". In un universo molto colorato c'è un piccolo pianeta popolato da bambini alieni di ogni tipo. Qui ha sede un posto molto speciale: il quartier generale degli Acchiappagiochi. Gli Acchiappagiochi sono cinque amici che viaggiano nello spazio esplorando pianeti fantastici, con una grande missione: scoprire, giocare e collezionare tutti i giochi dell'Universo. Ad aiutare gli Acchiappagiochi nella loro missione c'è Mr. Moustache, un simpatico alieno, che ha dedicato tutta la sua vita allo studio dei giochi per insegnarli alle nuove generazioni. In ogni episodio c'è un'avventura da affrontare, nuovi amici da conoscere e un gioco da acchiappare! Regia: Andrea Bozzetto, Branko Rakic

Gli esami non finiscono mai - Audiodescrizione dell'ultima commedia teatrale di Eduardo, scritta nel 1973, "Gli esami non finiscono mai". Tre momenti nella vita di un uomo qualunque, Guglielmo Speranza, che, come tutti noi, ha trascorso la sua vita sotto gli occhi esaminatori degli altri: il primo, quando subisce l'interrogatorio dei futuri suoceri; il secondo, quando, in età adulta e innamorato di una giovane donna, subisce la reprimenda dei benpensanti capitanati dal suo migliore amico; il terzo quando, oramai moribondo, subisce l'inganno dei familiari che non rispettano le sue ultime volontà. Interpreti: Eduardo De Filippo, Isa Danieli, Luca De Filippo, Diego Reggente

Humoresque - Ridere e sorridere in musica a 150 anni dalla morte di Rossini - Con Guido Zaccagnini.

Il berretto a sonagli - Audiodescrizione della commedia teatrale "Il berretto a sonagli". La signora Beatrice Fiorica, gelosa e insoddisfatta, vuole denunciare al Delegato Spano' il tradimento di suo marito con la giovane moglie di Ciampa, il suo scrivano che, a conoscenza dei fatti, tollera il tutto per non infangare l'onore. Nonostante le resistenze di Spano', la donna decide di far scoppiare lo scandalo attirandosi le ire della famiglia e, particolarmente, quelle del vecchio scrivano. Adattamento dell'omonima opera di Luigi Pirandello. Interpreti: Eduardo De Filippo, Angelica Ippolito, Luca De Filippo

Il sindaco del Rione Sanità (1979) - Audiodescrizione della commedia teatrale "Il sindaco del Rione Sanità". Antonio Barracano è un vecchio camorrista che amministra la legge con criteri singolari. Magnanimo e duro, severo e affettuoso è riconosciuto come 'sindaco' da tutti i diseredati del Rione Sanità. La sua è una particolare opera di giustizia verso i poveri che lo porta a sacrificare la propria vita pur di risolvere i problemi economici di Rafiluccio e Rita, una coppia in attesa di un figlio travolta dai debiti. Interpreti: Eduardo De Filippo, Luca De Filippo, Lina Polito, Franco Angrisano, Beppe Marinelli, Ferruccio De Ceresa, Franco Folli, Cloris Brosca, Giancarlo Santella, Gino Maringola

Krud dal pianeta Cott - Krud, l'alieno pasticcione che vuole invadere la Terra è tornato ma c'è una terribile novità: è diventato buono! Con Armando Traverso e Andrea Calabretta, regia di Isabella Carbone

L'acchiappasuoni - Questa è la storia di Lorenzo, del gatto Lulù e del suo incredibile acchiappasuoni con il quale cattura e conserva tutti suoni del mondo. Ma questa è anche la storia del cattivo alieno Krud che cerca di ostacolarlo in ogni modo! Riuscirà il nostro amico acchiappasuoni a farcela, nonostante i dispetti del terribile Krud? Aprite le orecchie e lo scoprirete! Un podcast di Lorenzo Tozzi, con Lorenzo Tozzi e Andrea Calabretta, regia di Natalia Sangiorgi

L'arte della commedia - Audiodescrizione dell'opera teatrale "L'arte della commedia". Oreste Campese, capocomico di una compagnia di guitti, riceve dal prefetto De Caro il "foglio di via" per lasciare il paese in seguito all'incendio del capannone che ospitava i suoi spettacoli. Al posto del documento, però, il prefetto consegna all'uomo la lista delle persone a cui deve dare udienza. Campese può così lanciare a De Caro la sua sfida: sarà in grado di stabilire se le persone che riceverà nel corso della giornata saranno veramente chi diranno di essere e non attori della sua compagnia travestiti per l'occasione? Interpreti: Eduardo De Filippo, Ferruccio De Ceresa, Paolo Graziosi, Luca De Filippo, Mario Scaccia, Angelica Ippolito, Giulio Farnese, Linda Moretti, Arnaldo Ninchi, Marina Confalone, Gennarino Palumbo

Lampadino e Caramella - "Lampadino e Caramella nel MagiRegno degli Zampa" è un cartone animato rivoluzionario per la sua metodologia: inclusivo e senza barriere, è adatto a tutti i bambini.

Le voci di dentro - Audiodescrizione dell'opera teatrale con Eduardo De Filippo e Pupella Maggio, "Le voci di dentro". Alberto Saporito denuncia i suoi vicini di casa, i Cimmaruta, come gli autori dell'assassinio e dell'occultamento del cadavere del suo caro amico Alberto Amitrano. La polizia irrompe così in casa dei presunti omicidi arrestandoli, ma nessuna prova del delitto viene rinvenuta. Alberto ammette così di aver sognato il tutto e questo getta i sospetti sulla sua figura. Interpreti: Eduardo De Filippo, Pupella Maggio, Marina Confalone, Luigi Uzzo, Giuliana Calandra, Gino Maringola, Luca De Filippo

Lupo - Audiodescrizione del Cartone animato "Lupo". "Lupo" è un eroe con moltissima immaginazione e un sacco di idee per rendere la vita, sua e dei suoi amici nella prateria, più piacevole. E se un giorno come un altro può rivelarsi una fantastica avventura... allora tanto meglio! C'è un problema di siccità? Uno dei suoi amici si è fatto male? Nessuno ha mai provato prima a navigare un fiume con una canoa? Nessuna sfida è troppo grande per Lupo, nessun ostacolo insormontabile, perché lui ha sempre un'idea. Regia: Paul Leluc

Napoli milionaria! - Audiodescrizione della commedia teatrale "Napoli milionaria!". Napoli, 1942. Sotto le bombe della guerra, Gennaro Jovine e la sua famiglia vivono in un basso e sbarcano il lunario con la borsa nera. Per salvare la sua famiglia, durante un'ispezione, l'uomo si finge morto ma la messinscena non va a buon fine per l'infuriare di un bombardamento. Fatto prigioniero, Jovine scompare per mesi e quando ritorna trova una situazione familiare completamente sconvolta: la moglie si è invaghita e associata col losco Errico Settebellezze; la figlia più grande, Rosaria, è incinta di un soldato americano; il figlio Amedeo è diventato un ladruncolo e la piccola Rituccia è gravemente malata. Tra le miserie, e una guerra che sembra finita ma che in realtà continua, Gennaro cerca di rimettere insieme i pezzi della sua famiglia, convinto che il buio prima o poi debba passare. Interpreti: Eduardo De Filippo, Regina Bianchi, Antonio Casagrande, Elena Tilena, Carlo Lima, Pietro Carloni, Nina De Padova, Angela Pagano, Ugo D'Alessio, Enzo Petito

Natale in casa Cupiello (1977) - Audiodescrizione della commedia teatrale con Eduardo e Luca De Filippo, Pupella Maggio e Lina Sastri, "Natale in casa Cupiello". Come ogni Natale, Luca Cupiello prepara il suo presepe, nonostante il disinteresse della moglie Concetta e del figlio Tommasino, un giovane apatico che passa gran parte della giornata a dormire e a litigare con lo zio Pasqualino, che lo accusa di ripetuti furti ai suoi danni. L'atmosfera natalizia è resa ancor più pesante dalla crisi matrimoniale di Ninuccia, altra figlia della coppia, che ha deciso di lasciare il marito Nicolino per stare con Vittorio, il suo amante che, amico di Tommasino, rimedia un invito per il pranzo della Vigilia. E proprio durante il pranzo i due rivali si incontrano e si scontrano, rovinando la festa al povero Luca. Interpreti: Eduardo De Filippo, Pupella Maggio, Luca De Filippo, Gino Maringola, Lina Sastri, Marina Confalone

Non ti pago - Audiodescrizione della commedia teatrale "Non ti pago". Don Ferdinando Quagliolo è lo sfortunato padrone di un banco del lotto che non riesce mai ad indovinare una giocata, a differenza del suo dipendente e futuro genero Mario Bertolini che, a furia di vincite, riesce a tenere un tenore di vita molto agiato. Quando il giovane vince quattro milioni di lire giocando i numeri che il defunto padre di Ferdinando gli ha rivelato in sogno, Quagliolo si rifiuta di pagargli la vincita, asserendo che essa gli spetta di diritto considerato che i numeri gli sono stati suggeriti da suo padre. Interpreti: Eduardo De Filippo, Isa Danieli, Lello Grotta, Lily Romanelli, Dolores Palumbo, Luisa Conte, Nino Veglia, Ugo D'Alessio

Topo Gigio - Audiodescrizioni del Cartone animato "Topo Gigio". Le nuove avventure del primo Topo che ha imparato a vivere nel mondo degli umani. O quasi. Per Topo Gigio qualunque cosa è una novità e così... una noiosa ricerca scolastica sui magneti, una gita allo zoo, un semplice gioco in cortile o il dare una mano ad un amico, diventano super eccitanti! Al suo fianco, l'amica del cuore Zoe, il buddy con cui truccare la bici "Bike" Bob, e il "GTeam", ovvero Talpa, Piccione, Coniglietti, Rospo e Tartaruga, che lo seguono nelle sue spericolate missioni. L'avventura sarà irresistibile! Regia: Davide Rosio, Giorgio Scorza

Uomo e galantuomo - Audiodescrizione della commedia teatrale "Uomo e galantuomo". Ospite del ricco e giovane Don Alberto De Simone, la sgangherata compagnia di attori "L'eclettica", capitanata da Gennaro De Sia, prova un nuovo spettacolo drammatico per riscattarsi dei fiaschi delle precedenti rappresentazioni. Le "prove" sono interrotte dall'irruzione di Salvatore, fratello di Viola, attrice che aspetta un figlio da Gennaro, e che vuole costringere l'uomo ad agire da galantuomo sposandola. L'equivoco è in agguato: Don Alberto incontra Salvatore, che crede essere il fratello della sua misteriosa amante Bice, e, sentendo le sue parole, gli assicura che la sposerà. Chiarito il pasticcio, Gennaro cerca di scappare per sottrarsi al matrimonio, mentre Alberto scopre che Bice è già sposata e, per salvare il suo onore, si finge pazzo. Interpreti: Eduardo De Filippo, Luca De Filippo, Isa Danieli, Linda Moretti, Patrizia D'Alessandro, Angelica Ippolito, Paolo Graziosi, Marina Confalone, Sergio Solli, Franco Solli, Gennaro Palumbo, Marisa Laurito

Competizioni e partite

Bearzot - Il carro del vincitore - Le polemiche, gli insulti e persino le minacce di morte sul muro di casa. Poi, il trionfo al campionato del mondo di calcio 1982 e anche chi lo aveva insultato improvvisamente passò dalla sua parte. Eppure nessuno uomo di successo è stato lasciato solo come Enzo Bearzot a cui oggi è intitolato solo stadio di Gorizia da mille posti. Questo è il racconto della sua storia lungo il filo dei ricordi di Gian Paolo Ormezzano

La ginnastica della mente - 4 grandi scacchisti sovietici - Le vite di Mikhail Moiseyevich Botvinnik, Boris Spassky, Anatolij Karpov e Garry Kasparov, raccontate da Valerio Corzani e Boris Spassky

Corsi di lingua

Besame Mucho - Quando "non si parla la stessa lingua" nascono le incomprensioni, può succedere nella vita di coppia o in un paese straniero. E ci assale il terrore da incomunicabilità. Niente panico: Radio2 presenta "Besame mucho", un programma che con il linguaggio ironico e vagamente surreale di un' improbabile sitcom, propone un vero e proprio corso di lingua spagnola (una fra le lingue più parlate al mondo). Henry (Ernesto Goyo) lasciato dalla sua ragazza fuggita in Spagna, vuole imparare la sua stessa lingua per raggiungerla. Si affida a Ira (Ira Fronten), una spumeggiante vicina di casa sudamericana che gli impartirà brevi ma efficaci lezioni di spagnolo, dalle frasi più comuni a quelle indispensabili per districarsi in mille situazioni? nonché proverbi o "pillole di saggezza amorosa", rigorosamente *en espaftol". Riuscirà Henry ad abbattere quel muro di incomunicabilità (linguistica e metaforica) con l'amata? Ira saprà sopportare il suo umore altalenante? E che succederà ai due, dopo giorni e giorni di frequentazione "con la scusa della lezione"? la risposta in due parole: Besame muchol Con Ernesto Goio e Ira Fronten. A cura di Rupert Bottaro. Scritto da Ernesto Goio. Regia di Arturo Villone

Mrs Spelling & the Fumbles - Mrs Spelling & the Fumbles è un programma radiofonico scritto e condotto da Teresa Pascarelli, creatrice e protagonista delle serie TV sui Fumbles, i dispettosi esserini nati dagli errori di spelling dei bambini. La versione radiofonica vede Mrs Spelling alle prese con un Fumble diverso in ogni puntata. Il monello spunta dalla borsa della originale maestra e ne combina di tutti i colori dando luogo a un dialogo esilarante arricchito dai jingle, dalle canzoni e dalla didattica del Fumble in questione.

Corsi per materia/tema

Alle Otto Della Sera - Nei suoi dieci anni di trasmissioni, Alle 8 Della Sera ha vinto sfide impossibili degne di un super eroe: raccontare alla radio sera dopo sera, gli ultimi quattro canti del Paradiso o il teorema di Fermat, la vita di Carlo Magno o le teorie sull'evoluzione di Darwin, il De bello Gallico di Giulio Cesare, la vita di Khomeini o quella di Karol Woitila... La regia dei cicli è stata curata da Angela Zamparelli, Giancarlo Simoncelli e Vittorio Attamamte. Post produzione per il web a cura di Angela Zamparelli, Giancarlo Simoncelli e Giovanna Romano

ConverseRai - Un podcast per capire il mondo che cambia, la transizione ecologica e quella digitale che stiamo vivendo. Esperte ed esperti nei settori più diversi – dalla cyber-sicurezza alla space economy, dall'economia sostenibile alle fake news, dagli open data alla robotica - raccontano la loro passione, quella per la quale lavorano da anni e che porta dentro di sé i valori nei quali credono. Ogni puntata di ConverseRai è un modo per alimentare la conversazione e la curiosità, una delle molle principali per acquisire conoscenza. Una produzione Rai per il Sociale per l'inclusione Digitale in collaborazione con RaiPlay Sound.

Filosofia - Maturadio - Lezioni di Filosofia in podcast. "Maturadio - Lezioni in podcast" è un progetto nato dalla collaborazione tra Ministero dell'Istruzione, Rai Radio 3 e Treccani dedicato alle studentesse e agli studenti che stanno preparando l'esame di maturità.

Fisica - Maturadio - Lezioni di Fisica in podcast. "Maturadio - Lezioni in podcast" è un progetto nato dalla collaborazione tra Ministero dell'Istruzione, Rai Radio 3 e Treccani dedicato alle studentesse e agli studenti che stanno preparando l'esame di maturità.

Greco - Maturadio - Lezioni di Greco in podcast. "Maturadio - Lezioni in podcast" è un progetto nato dalla collaborazione tra Ministero dell'Istruzione, Rai Radio 3 e Treccani dedicato alle studentesse e agli studenti che stanno preparando l'esame di maturità.

Inglese - Maturadio - Lezioni di Inglese in podcast. "Maturadio - Lezioni in podcast" è un progetto nato dalla collaborazione tra Ministero dell'Istruzione, Rai Radio 3 e Treccani dedicato alle studentesse e agli studenti che stanno preparando l'esame di maturità.

Italiano - Maturadio - Lezioni di Italiano in podcast. "Maturadio - Lezioni in podcast" è un progetto nato dalla collaborazione tra Ministero dell'Istruzione, Rai Radio 3 e Treccani dedicato alle studentesse e agli studenti che stanno preparando l'esame di maturità.

La presa del potere - Sono tanti i modi attraverso cui gli uomini hanno preso il potere: con la violenza o con la persuasione, in gruppi di pari o con la prevalenza di un leader, in nome di un ideale o per discendenza familiare, in un giorno o nell'arco di anni… In questa serie di dieci lezioni si ripercorrono i momenti decisivi in cui i protagonisti della storia sono arrivati al governo nelle più diverse latitudini, dall'Europa all'America Latina, dal Nord Africa alla Cina, con personaggi storici molto diversi fra loro, da Zeus a Maometto II, da Cortés a Fidel Castro. Il ciclo, realizzato da Editori Laterza, vede coinvolti alcuni tra i più autorevoli storici italiani da Laura Pepe ad Andrea Carandini, da Alessandro Barbero ad Alessandro Vanoli, da Luigi Mascilli Migliorini ad Alberto Mario Banti, da Luciano Canfora a Marcella Emiliani, da Guido Samarani a Loris Zanatta. I podcast sono il frutto delle registrazioni delle lezioni di storia di Editori Laterza tenute nel 2020-2021, in dieci teatri d'Italia: Fondazione Musica per Roma, Carcano di Milano, Regio di Torino, Grande di Brescia, Bellini di Napoli, Petruzzelli di Bari, Verdi di Firenze, Verdi di Padova – Comune di Padova, Arena del Sole di Bologna, Storchi di Modena. Le introduzioni dello scrittore Paolo di Paolo, ormai veterano delle Lezioni di storia di Roma, regalano di volta in volta spunti che vanno dall'attualità al cinema, alla letteratura. Le lezioni contengono, talvolta, riferimenti visivi a opere e quadri.

Latino - Maturadio - Lezioni di Latino in podcast. "Maturadio - Lezioni in podcast" è un progetto nato dalla collaborazione tra Ministero dell'Istruzione, Rai Radio 3 e Treccani dedicato alle studentesse e agli studenti che stanno preparando l'esame di maturità.

Lezioni di musica - Musicologi e musicisti italiani tra i più affermati e riconosciuti, insieme alle voci storiche di alcuni conduttori delle principali trasmissioni musicali di Radio3, accompagnano gli ascoltatori in un percorso divulgativo che vuole essere a un tempo didattico e coinvolgente. Grandi capolavori del repertorio sinfonico e di quello da camera, ma anche generi e forme musicali diversi, vengono esplorati con la proposta di esempi spesso eseguiti dal vivo al pianoforte o con l'offerta di ascolti rari e di grande qualità. La sigla è tratta da "The Young Person's Guide to the Orchestra, Variazioni e Fuga su un tema di Purcell", di Benjamin Britten nell'esecuzione dello stesso Britten. La trasmissione è a cura di Paola Damiani con la collaborazione di Nicola Pedone.

Matematica - Maturadio - Lezioni di Matematica in podcast. "Maturadio - Lezioni in podcast" è un progetto nato dalla collaborazione tra Ministero dell'Istruzione, Rai Radio 3 e Treccani dedicato alle studentesse e agli studenti che stanno preparando l'esame di maturità.

Scienze - Maturadio - Lezioni di Scienze in podcast. "Maturadio - Lezioni in podcast" è un progetto nato dalla collaborazione tra Ministero dell'Istruzione, Rai Radio 3 e Treccani dedicato alle studentesse e agli studenti che stanno preparando l'esame di maturità.

Smart Life - Con la trasformazione digitale, quali sono i lavori del futuro? Quali sono i lavori che spariranno, quelli che sopravviveranno o che si dovranno ibridare con il digitale? E quali sono le competenze necessarie per prepararsi a questa trasformazione? Esperti accreditati ci spiegano come stanno cambiando i diversi settori dell'economia e i diversi mestieri, dandoci nuove prospettive e nuove chiavi di lettura. Smart Life è un programma curato da Emanuela Pesando. Una produzione Rai per il Sociale per l'inclusione Digitale in collaborazione con RaiPlay Sound.

Storia - Maturadio - Lezioni di Storia in podcast. "Maturadio - Lezioni in podcast" è un progetto nato dalla collaborazione tra Ministero dell'Istruzione, Rai Radio 3 e Treccani dedicato alle studentesse e agli studenti che stanno preparando l'esame di maturità.

Storia dell'arte - Maturadio - Lezioni di Storia dell'arte in podcast. "Maturadio - Lezioni in podcast" è un progetto nato dalla collaborazione tra Ministero dell'Istruzione, Rai Radio 3 e Treccani dedicato alle studentesse e agli studenti che stanno preparando l'esame di maturità.

Wine Lovers - Racconti, tendenze, tradizioni di questo affascinante "nettare". A cura di Gianluca Semprini

Corsilezioni

"The" Bello Civili - Il De Bello Civili secondo Elio - Se dici Giulio ti viene in mente Andreotti; se dici Cesare ti viene in mente Previti; se dici Giulio Cesare ti viene in mente Giulio Cesare Giulio Cesare ha avuto una vita molto avventurosa, ma fortunatamente per lui è vissuto molti anni fa, circa 2000, per cui se ha commesso dei reati questi sono sicuramente prescritti; e pur avendo ammazzato milioni di persone, direttamente o indirettamente, nessuno parla male di lui; anzi, tutti ne parlano benissimo! Questo è forse il primo insegnamento che ci viene da Giulio Cesare: se commettete dei reati gravissimi sappiate che fra 2000 anni tutti potrebbero parlare bene di voi. Regia di Giancarlo Simoncelli

'The' Bello Gallico - Il De Bello Gallico secondo Elio - "La droga. L'insistenza degli amici. La mania di protagonismo. Resta il fatto che il suddetto cantante è la persona meno indicata per cercare di convincere la gente che il "De Bello Gallico" non solo è un bel libro, ma che è addirittura un capolavoro; e che le avventure di Giulio Cesare in Gallia, vecchie di 2000 anni, sono in realtà molto più interessanti e coinvolgenti di quasi tutto ciò che sta accadendo ai nostri giorni. E tuttavia qualcuno dovrà pur farlo il lavoro sporco di convincere i ragazzi che il "De Bello Gallico" non sono le noiose versioni che si fanno al liceo, svincolate dal contesto e quindi prive di significato, ma sono le imprese di Cesare e del suo esercito, primi a sbarcare in Britannia e a raccontare al mondo come erano fatti e come si comportavano gli antenati degli inglesi; primi ad invadere il territorio dei Germani, considerati dai Galli alla stregua di divinità per la loro forza, e a batterli, non tralasciando di descrivercene usi e costumi. E allora cantante o non cantante, tuffiamoci nella Storia che è bella e che in definitiva ci insegna come si comportava e come ragionava un grande uomo posto nelle situazioni più estreme". Di Elio. Regia di Giancarlo Simoncelli. Trasmesso dal 15/3/2004 al 26/3/2004.

10 Poeti italiani del '900 - La grande poesia del Novecento

10 Romanzi Romanzeschi - Si dice che la letteratura italiana non abbia una grande tradizione romanzesca: Franco Croce tenta di ribaltare questa immagine rileggendo dieci romanzi italiani, dall`Ottocento a oggi, come libri che si divorano la notte per vedere come se la caveranno i nostri eroi… Da 'I Promessi Sposi' a 'Il nome della rosa", Croce si avventura in un viaggio appassionante, quello dell'innamorato dei romanzi che tira giù dalla libreria i libri che lo intrigano. "Le confessioni di un italiano" di Nievo, con il sogno romantico di un' "Italia che si farà", al più classico dei noir italiani "Malombra" di Fogazzaro, all'amatissimo e oggi rivalutato Salgari con "I Misteri della Giungla Nera". E poi ancora Svevo, Pavese e il suo capolavoro: "La luna e i falò", Calvino e il suo celebre antenato "Il Barone rampante" e Beppe Fenoglio che con "Primavera di bellezza" ripercorre una pagina tragica ed eroica della storia italiana. A scelte più tradizionali, si alterneranno piccole sorprese e riscoperte di autori magari un po' dimenticati... di Franco Croce. Trasmesso dal 5 al 16 agosto 2002. Regia di Angela Zamparelli,

1914 - Luglio 1914: a ripensarci, quello fu davvero il mese più drammatico del Novecento. Quelle settimane che corsero tra l'assassinio dell'erede al trono d'Austria, Arciduca Francesco Ferdinando, e le dichiarazioni di guerra delle massime potenze d'Europa, furono una tale preparazione di avvenimenti straordinari, di decisioni enormi, di mutamenti radicali, che si potrebbero rassomigliare all'inizio di una tempesta cosmica. Fu davvero uno di quei momenti della storia universale, in cui pare che tutte le forze che muovono l'umanità -potenze materiali e potenze spirituali, volontà consapevoli e istinti oscuri, azioni di singoli e azioni di masse - confluiscono, s'avviluppano e precipitano in una crisi storica. Menzogna e leggerezza, passione e paura di trenta diplomatici, principi e generali, trasformarono milioni di uomini pacifici in assassini, briganti, incendiari, per la durata di quattro anni, per la ragion di Stato, per lasciare alla fine l'Europa imbarbarita, appestata, in miseria. Nessun popolo ne ricavò un profitto duraturo. Tutti perdettero Eventi di quella grandezza e complessità sogliono richiedere un lavoro di più generazioni, parecchi decenni di indagine, di critica, di revisione, ed anche di meditazione pacata e serena, prima che se ne veda maturare una vera e propria sintesi storica. "Alle otto della sera" ha tentato di ridar vita a quegli eventi Regia di Vittorio Attamante A cura di Angela Zamparelli

20 Divi, 20 Film - Oltre sessanta anni di film, da Via Col Vento a Titanic. Trame, scene, facce, battute. Miti e divi. La supremazia statunitense. La swinging London di Julie Christie. La Francia della "nouvelle vague". L'Italia dei grandi maestri. I retroscena e le battaglie di produttori e registi per portare a termine le loro opere. Giovanna Gagliardo ha pescato nella sua memoria venti film, venti attori, venti storie da raccontare in 20 appuntamenti, sera dopo sera, cercando di ricostruire le emozioni, le reazioni e le illusioni suscitate dal grande cinema. Regia di Giancarlo Simoncelli

Alessandro Magno - Di Valerio Massimo Manfredi

Alfred Hitchcock - Italo Moscati racconta il mago del brivido, una leggenda fatta di paura, di emozioni e di sudori caldi e freddi Regia di Angela Zamparelli A cura di Giancarlo Simoncelli

Alle Otto Della Sera - Nei suoi dieci anni di trasmissioni, Alle 8 Della Sera ha vinto sfide impossibili degne di un super eroe: raccontare alla radio sera dopo sera, gli ultimi quattro canti del Paradiso o il teorema di Fermat, la vita di Carlo Magno o le teorie sull'evoluzione di Darwin, il De bello Gallico di Giulio Cesare, la vita di Khomeini o quella di Karol Woitila... La regia dei cicli è stata curata da Angela Zamparelli, Giancarlo Simoncelli e Vittorio Attamamte. Post produzione per il web a cura di Angela Zamparelli, Giancarlo Simoncelli e Giovanna Romano

Alle Otto Della Sera - Ayatollah Khomeini - Un ciclo di venti puntate per raccontare la vita dell'ayatollah Ruhollah Khomeini, il fondatore della Repubblica islamica iraniana: non solo la sua infanzia, la giovinezza, gli anni della formazione politica e religiosa e non solo il Khomeini politico e rivoluzionario, ma anche le sue abitudini, i drammi familiari, i luoghi in cui è nato e in cui ha vissuto. Una biografia non convenzionale che cerca di raccontare insieme all'ayatollah più famoso e più discusso dei nostri tempi anche l'Iran e il mondo che lo hanno circondato e lo hanno reso uno dei personaggi capaci di determinare alcuni dei mutamenti politici più significativi del 900. Attraversando la vita dell'ayatollah Khomeini emergono i lati oscuri del suo carattere, i fatti che hanno maggiormente segnato la sua vita e la sua psicologia, a cominciare dell'assassinio del padre quando aveva appena sei mesi e più tardi, a quasi 80 anni di distanza, quello del suo figlio prediletto Mustafà. Lo stesso nome, forse non a caso, del padre di Khomeini. Il racconto della vita dell'ayatollah Khomeini include anche episodi curiosi e inediti: i suoi travestimenti durante l'esilio in Turchia, le sue giornate di riposo al mare e il vezzo di scrivere versi d'amore imitando i grandi poeti mistici iraniani. Khomeini, ayatollah intransigente, fautore di una teocrazia sciita di modello medievale in un paese antico come l'Iran, fanatico integralista e incubo delle democrazie occidentali, ma anche adorato dal suo popolo che nel nome di questo ayatollah accigliato, avaro di sorrisi e di compromessi ha rovesciato una monarchia che durava da 2500 anni. Di Bijan Zarmandili. Regia di Giancarlo Simoncelli. In onda da lunedì 4 a venerdì 29 maggio 2009

Alle Otto Della Sera - Carlo V - le lunghe e complesse vicende di un grande personaggio della storia europea moderna: Carlo d'Asbugo

Alle Otto Della Sera - Giorgio Caproni - In dieci puntate Franco Croce, ci guida alla scoperta di Giorgio Caproni, una delle voci più alte (se non la più alta) della poesia italiana della seconda metà del '900. Il ciclo si apre con la poesia ''Litania'', un lungo bellissimo canto d'amore a Genova, città d'adozione del poeta e prosegue puntando sull'ultima parte della poesia caproniana, quella che si apre con il "Muro della terra" (1975). Verranno poi le raccolte "Il Franco Cacciatore" (1982), "Il conte di Kevenhuller" (1986) e infine "Res Amissa" (1991), pubblicata postuma.

Anna Magnani - Anna Magnani simbolo di una romanità verace e genuina Di Italo Moscati

Annibale - Lintera vicenda terrena di Annibale: le origini e la famiglia, i contrasti con Roma, le campagne, le vittorie e le sconfitte, lesilio e la morte. Di Giovanni Brizzi

Arte - Elenco lezioni

Attila - La vita di Attila, re degli Unni: una biografia coinvolgente, ricca di aneddoti e di luoghi comuni da sfatare. Sullo sfondo un impero romano già in crisi irreversibile. L'immagine comune che si ha di Attila, re degli Unni, si compone di noti elementi: di un'iconografia che gli dà i tratti fisici normalmente attribuiti ai volti demoniaci; di un epiteto di non chiara origine (il «flagello di Dio»); del gesto di un pontefice, Leone I Magno, che con la sola autorità spirituale lo fermò sul fiume Mincio. Niente, o quasi niente, di questa immagine resiste sulla base dei documenti e delle fonti. Rimettendoli insieme, fonti e documenti, Giuseppe Zecchini racconta il personaggio Attila, la sua biografia possibile, l'interpretazione dell'enigmatica inquietudine che ha trasmesso. Il teatro è il crogiolo, composito e gorgogliante sugli spasimi dell'Impero, delle guerre dei e contro i barbari, che nutrì le saghe nibelungiche, armò Burgundi, Goti, Vescovi guerrieri, il generale Aezio; in cui si consumò il destino breve riservato dalla storia agli Unni Testo di Sergio Valzania Regia di Giancarlo Simoncelli

Beethoven: la fantasia, il romanticismo, il Novecento e oltre all'Accademia Filarmonica Romana - Lezioni di musica dal vivo all'Accademia Filarmonica Romana con Giovanni Bietti dedicate a Beethoven nel 250esimo anniversario della nascita e realizzate in collaborazione con Rai Radio 3.

Besame Mucho - Quando "non si parla la stessa lingua" nascono le incomprensioni, può succedere nella vita di coppia o in un paese straniero. E ci assale il terrore da incomunicabilità. Niente panico: Radio2 presenta "Besame mucho", un programma che con il linguaggio ironico e vagamente surreale di un' improbabile sitcom, propone un vero e proprio corso di lingua spagnola (una fra le lingue più parlate al mondo). Henry (Ernesto Goyo) lasciato dalla sua ragazza fuggita in Spagna, vuole imparare la sua stessa lingua per raggiungerla. Si affida a Ira (Ira Fronten), una spumeggiante vicina di casa sudamericana che gli impartirà brevi ma efficaci lezioni di spagnolo, dalle frasi più comuni a quelle indispensabili per districarsi in mille situazioni? nonché proverbi o "pillole di saggezza amorosa", rigorosamente *en espaftol". Riuscirà Henry ad abbattere quel muro di incomunicabilità (linguistica e metaforica) con l'amata? Ira saprà sopportare il suo umore altalenante? E che succederà ai due, dopo giorni e giorni di frequentazione "con la scusa della lezione"? la risposta in due parole: Besame muchol Con Ernesto Goio e Ira Fronten. A cura di Rupert Bottaro. Scritto da Ernesto Goio. Regia di Arturo Villone

British Invasion - Le radici sociali della British Invasion: la generazione arrabbiata - I locali della Swingin' London - La musica: i Beatles, i Rolling Stones, i Manfred Mann. Di Marco Dolcetta

Buon compleanno Darwin! - Le tappe della vita e del pensiero di Darwin

C'era una volta il mito - Normalmente tale espressione viene usata per designare quel grandioso, smisurato corpus di racconti mitici che il mondo classico ci ha tramandato. Si tratta di racconti che hanno per interpreti soprattutto dei ed eroi, ma anche uomini e donne normali, le cui vicende hanno trovato modo di assumere valore eccezionale. In questa maniera sono considerati racconti 'mitici' tanto il conflitto fra Zeus e Prometeo per la spartizione delle carni del sacrificio quanto le sventure di Edipo parricida e incestuoso; tanto la scomparsa di Persefone all'Ade quanto il folle amore di Narciso per la propria immagine Di Maurizio Bettini, a cura di Giancarlo Simoncelli. Regia di Angela Zamparelli

Carlo Magno - Le guerre, gli intrighi, le conquiste, ma anche la vita quotidiana e gli affetti del grande Imperatore che più di mille anni fa volle unificare l'Europa

Ce soir Paolo Conte - L'artista ha accettato il gioco di aggiungere nuove ipotesi a quelle già messe in musica, fornendo diverse chiavi di lettura dei propri brani, sulla base di scalette musicali tratte da tutta la sua opera, da "Azzurro" a "Razmataz". E non si è sottratto neppure a seguire un fil rouge tematico per ciascuna puntata (il ballo, i viaggi, l'esotismo, il mondo del jazz, le fughe, etc). Ma il gioco lo ha condotto alla sua maniera, che è quella di spiazzarti sul più bello, uscendo dal prevedibile per regalarti un triplo salto nel cielo della fantasia, dello sconcerto e della meraviglia. Con Paolo Conte. Regia di Vittorio Attamante. A cura di Ermanno Anfossi. Trasmesso dal 22 luglio al 2 agosto 2002 "L'applauso che desidero è quello circense. Sono come l'acrobata che riceve l'applauso quando riesce ad arrivare dall'altra parte"

Con Claudio Abbado - Con Claudio Abbado: ricordi, voci, racconti e qualche divagazione sul grande direttore d'orchestra. Di Helmut Failoni, regia e cura di Federico Vizzaccaro.

ConverseRai - Un podcast per capire il mondo che cambia, la transizione ecologica e quella digitale che stiamo vivendo. Esperte ed esperti nei settori più diversi – dalla cyber-sicurezza alla space economy, dall'economia sostenibile alle fake news, dagli open data alla robotica - raccontano la loro passione, quella per la quale lavorano da anni e che porta dentro di sé i valori nei quali credono. Ogni puntata di ConverseRai è un modo per alimentare la conversazione e la curiosità, una delle molle principali per acquisire conoscenza. Una produzione Rai per il Sociale per l'inclusione Digitale in collaborazione con RaiPlay Sound.

Corso per sommelier alla radio - Come scoprire la qualità del vino e come servirlo. Tutti gli strumenti per analizzare, conoscere e gustare un buon vino, dalla vigna alla tavola. Fede e Tinto di Decanter presentano il Primo Corso Italiano per Sommelier alla Radio. Conduttori: Federico Quaranta e Nicola Prudente "Tinto" . A cura di Alex Alongi In onda su Radio2 a "Decanter" dal 23 febbraio al 19 luglio 2012

Da Maurice Ravel a George Benjamin - Il pianista Emanuele Torquati presenta un ciclo molto originale di quattro Lezioni di musica dedicate al suo strumento. La prima coppia presenta pagine del Novecento storico, ovvero le Valses nobles et sentimentales, quintessenza della Danza secondo Ravel, e le Piano Variations di Aaron Copland, lavoro amatissimo anche da Leonard Bernstein. La seconda coppia accosta invece il suggestivo ultimo brano del Catalogue d'oiseaux di Messiaen con le recenti Piano Figures dell'inglese George Benjamin, che di Messiaen fu anche allievo.

Dalla Terra alla Luna - Il 20 luglio 1969, Neil Armstrong e Edwin Aldrin misero piede sulla Luna. Per la prima volta nella storia, rappresentanti della specie umana furono in grado di lasciare la Terra per raggiungere un altro corpo celeste

De Gasperi. Di Giulio Andreotti - Scrive Giulio Andreotti: "Cinquanta anni sono tanti, ma quando comprendono eventi che nazionalmente e nel mondo hanno più volte modificato le grandi linee della politica, dei rapporti economici, delle stesse tendenze culturali, il dimenticare è facile Ricordare il Presidente della Ricostruzione è un dovere morale, ma è anche una esigenza per l'informazione di chi allora non c'era e per la formazione della gioventù, che spesso è insidiata da un concetto superficiale e rissoso della vita pubblica. De Gasperi visse le sue esperienze giovanili rappresentando nel Parlamento di Vienna il Trentino irredento. E continuò a portare la voce e le virtù della sua gente montanara nel Parlamento italiano, purtroppo in un contesto nel quale le libertà furono soffocate e non vi fu più posto per i democratici. Costruttore della ripresa dei cattolici democratici fu guida sicura e consentì un recupero internazionale e l'avvio di un europeismo, che ha avuto in seguito tutto il suo sviluppo unificando il continente, a lungo frazionato. Per questo proponiamo una rilettura attenta della vita del Presidente De Gasperi." Di Giulio Andreotti Regia di Giancarlo Simoncelli

Debussy o Monsieur Croche - In occasione del prossimo 160° anniversario dalla nascita di Claude Debussy (nato il 22 agosto 1962), Radio3 propone un ciclo di trasmissioni a lui dedicato, ideato da Mario Bortolotto e andato in onda nel 2012. Nel corso di 10 puntate, il grande musicologo scomparso nel 2017 ripercorre tutta la produzione musicale di Debussy, attraverso un'analisi puntuale ed acuta, con il suo tagliente spirito critico.

Eduardo - Attore, regista, sceneggiatore, drammaturgo, scrittore e poeta italiano

Educazione Civica - Elenco lezioni

Einstein - Il filosofo della scienza Giulio Giorello racconta la vita di Einstein, le sue vicende private e quelle pubbliche, l'importanza delle sue scoperte che avrebbero sconvolto le concezioni della fisica classica e gettato le basi per una nuova impostazione delle ricerche scientifiche.

El siglo de oro. Organisti spagnoli fra '500 e '600 - Maria Cecilia Farina ci guida in uno dei repertori più spettacolari della storia della musica: in Spagna fra '500 e '600 dove la musica per tastiere conosce una fioritura straordinaria e in particolare quella per organo legata ai fasti della liturgia della Controriforma e destinata a strumenti ricchissimi nel suono e nelle decorazioni

Eugenio Montale - Di Franco Croce

Federico Fellini raccontato da Italo Moscati - Federico Fellini gigante del cinema mondiale

Federico il Grande - Federico II, re di Prussia, detto già dai suoi contemporanei Federico il Grande, è uno dei personaggi più controversi della moderna storia d'Europa. Re filosofo, letterato e musicista, salito al trono nel 1740 con la promessa di una grande era di riforme illuministiche, si rese protagonista di spregiudicate guerre di aggressione. Amico di Voltaire, appassionato della cultura francese al punto di non saper quasi parlare tedesco, grazie alle sue vittorie militari fece della Prussia una potenza europea, gettando le basi per l'unificazione tedesca e diventando l'icona del militarismo germanico. Cambiò il corso della storia europea, dando alla Germania un nuovo orientamento religioso e geografico. Regia di Vittorio Attamante

Filosofia - Elenco Lezioni

Filosofia - Maturadio - Lezioni di Filosofia in podcast. "Maturadio - Lezioni in podcast" è un progetto nato dalla collaborazione tra Ministero dell'Istruzione, Rai Radio 3 e Treccani dedicato alle studentesse e agli studenti che stanno preparando l'esame di maturità.

Fisica - Maturadio - Lezioni di Fisica in podcast. "Maturadio - Lezioni in podcast" è un progetto nato dalla collaborazione tra Ministero dell'Istruzione, Rai Radio 3 e Treccani dedicato alle studentesse e agli studenti che stanno preparando l'esame di maturità.

Francesco Cossiga. La vita vissuta - Il Presidente Francesco Cossiga nelle vesti di autore di un ciclo di Alle Otto della Sera con il racconto delle vicende che hanno cambiato la vita politica italiana Le puntate sono state registrate nel corso di tre mesi nella casa del senatore. "Siamo rimasti solo due testimoni, io e Andreotti" dice Cossiga. Senza altri interlocutori, Cossiga racconta di De Gasperi, degli americani e dell'aereo di Mattei esploso in volo. Con grande tenerezza ricorda l'infanzia a Sassari e le prime esperienze politiche di suo cugino Enrico Berlinguer. Le conversazioni radiofoniche del Presidente permetteranno agli ascoltatori di conoscere il punto di vista di uno dei protagonisti della prima repubblica perché alla sua maniera il senatore ricorda fatti e persone; un lungo e paradossale racconto della P2 di Gelli, "il materassaio", e un'intera settimana per ricostruire i passaggi politici e culturali che hanno portato al terrorismo delle BR e al rapimento e all'uccisione di Aldo Moro. Le ultime puntate sono dedicate alla politica internazionale, al terrorismo islamico e all'elezione di Barack Obama. Di Francesco Cossiga Regia di Giancarlo Simoncelli

Gaio Giulio Cesare - Le vicende pubbliche e private di Giulio Cesare, generale, scrittore e dittatore romano. Dalle prime campagne militari alla guerra civile contro Pompeo. Per finire con il potere assoluto in una Roma che complotta contro di lui, fino al 15 marzo del 44 a.C. di Luciano Canfora

Gengis Khan - Il racconto ricostruisce l'avventurosa vita di Gengis Khan, dalla difficile infanzia di orfano reietto fino alla conquista e all'estensione del potere assoluto Nella convinzione di poter imporre una monarchia universale per mandato divino, i Mongoli si lanceranno sulla Cina e dilagheranno a Occidente. Forti di un esercito immenso, preceduti da una fama atroce e leggendaria, i Gengiskhanidi sbaraglieranno i principati islamici mediorientali, e arriveranno a sconvolgere buona parte dell'Europa cristiana. Ma, pure, insedieranno a Pechino la dinastia degli Yuan, ammirata da Marco Polo per il suo splendore, e imporranno quella pax mongolica che schiuderà all'uomo medievale nuovi orizzonti spirituali e materiali, nuove opportunità d'incontri e relazioni. Il racconto che ne viene fuori è un affresco vivido di uomini, terre e percezioni dell'Oriente più estremo Di Vito Bianchi Regia di Giancarlo Simoncelli

Geografia - Elenco lezioni

Greco - Maturadio - Lezioni di Greco in podcast. "Maturadio - Lezioni in podcast" è un progetto nato dalla collaborazione tra Ministero dell'Istruzione, Rai Radio 3 e Treccani dedicato alle studentesse e agli studenti che stanno preparando l'esame di maturità.

Greta Garbo - L'attrice, la diva, la leggenda, il mito che conosciamo, i suoi film, la sua uscita clandestina dal cinema e dalla scena della vita. Sfuggente e misteriosa, di lei resta ancora molto da capire

I quartetti di Beethoven - Con Giovanni Bietti.

Igor Stravinskij - Grandi capolavori e piccole pagine scorreranno all'ascolto come un caleidoscopio sonoro che non finisce mai di stupire. Con Luca Mosca.

Il mestiere dell'artista da Giotto a Leonardo - La storia dell'arte italiana dal Trecento in poi attraverso una formidabile galleria di artisti, di nuovi territori di espressione e di stile personali Di Claudio Strinati

Il Mestiere dell'artista, da Raffaello a Caravaggio - Una straordinaria pagina di storia dell'arte italiana dai primi del '500 ai primi del '600

Il mondo dopo l'11 settembre - Nulla dopo l'11 settembre sarebbe più stato come prima. La sfida di Al Qaeda ha effettivamente modificato la situazione internazionale e, per molti aspetti, la nostra vita quotidiana. La guerra afghana, la guerra irachena, gli attentati terroristici del fondamentalismo islamico in alcuni paesi musulmani e europei, lo stillicidio della guerriglia e del terrorismo in Iraq, le elezioni in alcuni paesi medio-orientali e le nuove leggi sulla sicurezza nazionale adottate da molti Stati occidentali appartengono a un capitolo della storia mondiale che comincia, per l'appunto, l'11 settembre. Questo ciclo è un una specie di "interim report", di rapporto provvisorio sullo stato della situazione internazionale dopo quella data. Un'analisi lucida e accurata che, anche alla luce dei nuovi e drammatici scenari, resta ancora oggi di grande interesse e di estrema attualità. A cura di Angela Zamparelli Regia di Vittorio Attamante

Il pianoforte di Franz Schubert - Un percorso nella musica per pianoforte di Franz Schubert. Otto appuntamenti con Roberto Prosseda, dagli Improvvisi op.142 alla Sonata op.147.

Il primo viaggio in Italia di Mozart - "Il primo viaggio in Italia di Mozart" con Sandro Cappelletto - Dicembre del 1769, 250 anni fa. Una carrozza parte da Salisburgo: a bordo ci sono Wolfgang Amadeus Mozart, che deve ancora compiere 14 anni, e suo padre Leopold, che ne ha 50. È iniziato il primo dei tre viaggi che li porterà in Italia. Resteranno nella penisola per 16 mesi, viaggeranno dal Brennero a Napoli, andata e ritorno. Concerti, applausi, successi, guadagni, malattie, fatica, racconti, conoscenze, onorificenze: è in questo viaggio che inizia la metamorfosi di Mozart da bambino prodigio a compositore consapevole. Attraverso nove puntate Sandro Cappelletto racconterà il primo viaggio in Italia di Mozart, durante le quali ascolteremo le musiche da lui composte proprio in quel periodo e quelle dei suoi contemporanei. A cura di Federico Vizzaccaro con Filippo Travaglio. Regia di Federico Vizzaccaro.

Il teatro musicale veneziano dal Seicento al Novecento - Parlare del teatro musicale veneziano dalla prima metà del Seicento fino al pieno Novecento significa parlare delle origini dell'opera come la conosciamo oggi, ovvero uno spettacolo pubblico a pagamento. Era il 1637 quando una compagnia girovagante che faceva capo a Benedetto Ferrari e Francesco Manelli affitta un teatro della commedia dell'arte, il Teatro San Cassiano, per rappresentare l'Andromeda a un pubblico pagante. Questa innovazione avrà un successo straordinario e, di lì a poco, aprirà un teatro dopo l'altro. Con Giovanni Bietti in diretta dalla Biennale Musica 2022 di Venezia.

Inglese - Maturadio - Lezioni di Inglese in podcast. "Maturadio - Lezioni in podcast" è un progetto nato dalla collaborazione tra Ministero dell'Istruzione, Rai Radio 3 e Treccani dedicato alle studentesse e agli studenti che stanno preparando l'esame di maturità.

Io sono l'altro - Cosa accadrebbe se la nostra immagine riflessa si rifiutasse ostinatamente di comparire, o se addirittura ci affrontasse a viso aperto? In questo ciclo di trasmissioni dedicate al doppio, Maurizio Bettini riassume le esperienze letterarie, religiose ed oniriche che nel tempo si sono depositate nella nostra tradizione: dai doppi demoniaci del medioevo, a quelli ancor più inquietanti raccontati dalla cultura di Ottocento e Novecento.

Italiano - Maturadio - Lezioni di Italiano in podcast. "Maturadio - Lezioni in podcast" è un progetto nato dalla collaborazione tra Ministero dell'Istruzione, Rai Radio 3 e Treccani dedicato alle studentesse e agli studenti che stanno preparando l'esame di maturità.

La canzone è pericolosa - Quindici puntate per una libera passeggiata tra le canzoni del passato recente, tra quelle belle e quelle meno belle ma curiose e che hanno fatto la storia del costume della musica leggera. Da Elvis Costello a Oscar Carboni, passando da Jannacci e Gilda Mignonette per arrivare a Nino Taranto e George Brassens. Con una sosta particolare nella bottega dell'artigiano Nicola Piovani. Con Valentina Lo Surdo e Nicola Piovani

La grande coralità veneziana: Willaert, Gabrieli, Monteverdi e Vivaldi - Quattro Lezioni di musica, dalla Biennale Musica 2021, ampliano il tema del Festival esplorando la storia della grande coralità veneziana, che si sviluppò negli spazi particolarissimi offerti dalla città lagunare. Con Giovanni Bietti.

La musica del '400 - Nella storia della musica il Quattrocento ha un'importanza fondamentale, di solito poco considerata: in questo ampio periodo la musica polifonica acquista infatti una sonorità nuova, più calda e ricca, grazie all'affermazione della "triade" (il nostro accordo perfetto); e nello stesso tempo cominciano a svilupparsi alcuni generi destinati a restare centrali per molti secoli, in particolare la Messa. Il ciclo di Lezioni di Giovanni Bietti, che parte dall'Inghilterra (il luogo nel quale nacquero alcune delle innovazioni centrali del secolo) per poi spostarsi sul continente, affronta alcuni eventi epocali come la nascita e la diffusione della "Messa ciclica", e dedica uno spazio specifico a tutti i principali generi musicali sacri e profani del Quattrocento, prendendo in esame gran parte dei nomi più importanti: Dunstable, Dufay, Binchois, Ockeghem, Busnois, Obrecht, Josquin. Ma l'ascoltatore troverà menzionati anche eventi politici e sociali come la Guerra dei cent'anni, o importanti eventi religiosi come l'inaugurazione di Santa Maria del Fiore a Firenze, un'occasione per la quale Dufay scrisse un celebre Mottetto. Infine, uno spazio specifico è dedicato ai numerosi e sorprendenti "omaggi" che i grandi compositori quattrocenteschi si dedicavano a vicenda: testimonianza di un'epoca in cui la musica era considerata suprema attività intellettuale ed artigianale, e in cui i tributi e le attestazioni di stima nei confronti dei colleghi erano diffusi come raramente succederà in futuro.

La musica di Aleksandr Borodin - "La musica di Aleksandr Borodin" con Alessandro Solbiati - Chimico di fama internazionale e "musicista domenicale", cioè dilettante, come lui stesso amava definirsi, Aleksandr Borodin è stato in realtà uno dei più grandi compositori russi del XIX secolo. Alcuni suoi temi sono noti a tutti, anche ignorandone l'autore; ma questi temi sono solo la punta d'iceberg di una produzione non enorme, ma di straordinario livello che dovrebbe essere ben più frequentata. Si inizia con il ciclo delle tre Sinfonie: la prima, scritta al ritorno da quattro lunghi anni di soggiorno in Germania, Francia e Italia, inizia il percorso di fusione tra un cuore profondamente russo e le suggestioni culturali incontrate in Occidente, la seconda, la più matura, lo accompagna per molti degli anni in cui si dedicò al vasto affresco operistico Il principe Igor, mentre la terza rimase incompiuta. Si prosegue con una produzione cameristica più giovanile (un Quintetto con pianoforte e un Sestetto d'archi) in cui l'influsso occidentale, persino mendelssohniano, è più evidente, si prosegue con alcune delle liriche per voce e pianoforte, del cui testo è spesso autore e in cui viceversa lo spirito russo si rivela pienamente, per giungere ad una delle pagine più note, il poema sinfonico Nelle steppe dell'Asia centrale, di profonda bellezza e di grande sapienza compositiva.

La musica spiegata ai miei figli - Per capire la musica classica è necessario conoscere le note? Siamo sicuri che la comprensione musicale debba partire dal basso? In La musica spiegata ai miei figli, Nicola Campogrande suggerisce un approccio diverso da quelli consueti e propone direttamente un corso radiofonico di composizione aperto a tutti, grandi e piccini, esperti e neofiti. In quattordici puntate si smonteranno un centinaio di brani, per vedere come sono fatti, per scoprirne la logica; e così si proverà, per una volta, a ragionare "da compositori". Un programma di Nicola Campogrande. A cura di Lucia Rosei.

La Passione secondo Matteo - Due Lezioni dedicate a uno dei grandi capolavori della letteratura sacra: la Passione secondo Matteo di J.S. Bach. Composta probabilmente nel 1727, questa Passione rappresenta il punto culminante di un genere sacro molto diffuso in ambito protestante, incentrato naturalmente sul racconto delle ultime ore di Gesù Cristo. Bach mette in musica il testo evangelico in un ricchissimo stile di recitativo, e gli accosta altri brani - in particolare i tipici Corali luterani e le Arie solistiche - che hanno la funzione di un "commento" e di una meditazione sulla vicenda. Ciò che rende inarrivabile la Passione secondo Matteo, rispetto agli esempi precedenti di altri compositori e alla stessa Passione secondo Giovanni bachiana scritta qualche anno prima, è la grandiosa potenza del tono drammatico: Bach scrive il brano per due cori e due orchestre e amplifica i contrasti espressivi, ottenendo un risultato che si può confrontare con i massimi esempi del teatro barocco per la spettacolarità e l'immediatezza ma che allo stesso tempo dà voce al mistero e alla fede religiosa con un'intensità sconosciuta a qualsiasi altro compositore.

La presa del potere - Sono tanti i modi attraverso cui gli uomini hanno preso il potere: con la violenza o con la persuasione, in gruppi di pari o con la prevalenza di un leader, in nome di un ideale o per discendenza familiare, in un giorno o nell'arco di anni… In questa serie di dieci lezioni si ripercorrono i momenti decisivi in cui i protagonisti della storia sono arrivati al governo nelle più diverse latitudini, dall'Europa all'America Latina, dal Nord Africa alla Cina, con personaggi storici molto diversi fra loro, da Zeus a Maometto II, da Cortés a Fidel Castro. Il ciclo, realizzato da Editori Laterza, vede coinvolti alcuni tra i più autorevoli storici italiani da Laura Pepe ad Andrea Carandini, da Alessandro Barbero ad Alessandro Vanoli, da Luigi Mascilli Migliorini ad Alberto Mario Banti, da Luciano Canfora a Marcella Emiliani, da Guido Samarani a Loris Zanatta. I podcast sono il frutto delle registrazioni delle lezioni di storia di Editori Laterza tenute nel 2020-2021, in dieci teatri d'Italia: Fondazione Musica per Roma, Carcano di Milano, Regio di Torino, Grande di Brescia, Bellini di Napoli, Petruzzelli di Bari, Verdi di Firenze, Verdi di Padova – Comune di Padova, Arena del Sole di Bologna, Storchi di Modena. Le introduzioni dello scrittore Paolo di Paolo, ormai veterano delle Lezioni di storia di Roma, regalano di volta in volta spunti che vanno dall'attualità al cinema, alla letteratura. Le lezioni contengono, talvolta, riferimenti visivi a opere e quadri.

La primavera di Praga - Demetrio Volcic, inviato a Praga per la Rai dal 1° gennaio del 1968, racconta la Cecoslovacchia di quell'anno, un anno centrale per il XX° secolo, un anno in cui metà dell'Europa si esaltò con la rivoluzione studentesca e l'altra metà pianse sulla tragedia cecoslovacca. Dopo una primavera durata dal 5 gennaio alla notte tra il 20 e il 21 agosto, l'occupazione di Praga fa svanire anche negli ultimi ottimisti la speranza che il socialismo reale, il socialismo sovietico, potesse essere un'alternativa al sistema occidentale. Questo racconto cerca di trovare le linee guida della politica di Praga e della reazione di Mosca. Alla fine i sovietici sporcheranno le mura medioevali di Praga a grandi lettere, "Evviva l'Unione Sovietica, alleato per sempre". Il giorno dopo la scritta sarà completata con l'aggiunta, fatta da tante mani su tanti muri: "Per l'eternità ma neanche un secondo in più".

La Società dei Ghetti - I grandi ghetti in cui furono costretti gli ebrei dell'Europa Orientale nei paesi occupati dai nazisti, prima del trasferimento nei campi di sterminio

La Storia in Cucina - Un ciclo interamente dedicato alla cucina. Dalle origini dell'uomo ai modelli alimentari romani, germanici e cristiani

La vita avventurosa di Roberto Rossellini - Chi si immerge nel mondo di Roberto Rossellini resta suggestionato da immagini difficili da conciliare. Si affastellano materiali di due razze distinte: da una parte i libri dei cinefili, che passano la vita a contare i fotogrammi; dall'altra la valanga dei ritagli rosa sulla sua movimentata vita privata. Ma proprio da qui nasce e prende colore "La vita avventurosa di Roberto Rossellini", che forse rende giustizia al caro estinto, tracciando il ritratto di una delle personalità più complesse e contraddittorie dell'Italia del Dopoguerra. Di Maurizio Giammusso. A cura di Giancarlo Simoncelli. Trasmesso dal 17 novembre al 12 dicembre 2008

Latino - Maturadio - Lezioni di Latino in podcast. "Maturadio - Lezioni in podcast" è un progetto nato dalla collaborazione tra Ministero dell'Istruzione, Rai Radio 3 e Treccani dedicato alle studentesse e agli studenti che stanno preparando l'esame di maturità.

Le cantate di Dietrich Buxtehude - "Le cantate di Dietrich Buxtehude" con Maria Cecilia Farina - Il ciclo è dedicato al compositore tedesco-danese Dieterich Buxtehude, nato probabilmente a Helsingborg (Danimarca) nel 1637, e morto nella città anseatica di Lubecca nel 1707. Personalità complessa e sfaccettata, Buxtehude è noto soprattutto per la sua splendida produzione organistica e per l'influenza esercitata sul giovane Johann Sebastian Bach, che si mosse a piedi da Arnstadt a Lubecca (alcune centinaia di chilometri!) per ascoltare le sue improvvisazioni e carpirne i segreti. Accanto all'attività di organista a Lubecca, Buxtehude fu anche poeta, organizzatore di Abendmusiken (concerti vespertini) e autore di un vasto corpus di musica vocale sacra: molte decine di opere connotate da una sorprendente varietà di forme e organici e da un profondo lirismo.

Le composizioni per coro di Johannes Brahms - Con Maria Cecilia Farina.

Le messe di Josquin Desprez - Nel 2021 ricorre il cinquecentesimo anniversario della morte di Josquin Desprez: il più celebrato tra i compositori franco-fiamminghi attivi a cavallo tra il Quindicesimo e il Sedicesimo secolo, il musicista che, secondo una famosa frase di Martin Lutero, era "il padrone delle note", mentre gli altri compositori "devono obbedire alle note". La fama di Josquin si deve, oltre all'altissima qualità della sua musica, anche alla possibilità di diffonderla rapidamente in ogni parte d'Europa grazie al nuovissimo mezzo della stampa musicale, che nasce nel 1501. Non a caso, proprio a Josquin è dedicato il primo libro monografico mai pubblicato nella storia della musica: le Missae Josquin, uscite nel 1502 presso Ottaviano Petrucci a Venezia. RadioTre celebra questo fondamentale anniversario con una serie di Lezioni di Musica dedicate proprio alle Messe di Josquin, a cura di Giovanni Bietti. Dieci puntate che prendono in esame alcune delle composizioni liturgiche più straordinarie di ogni epoca, nelle quali la tecnica contrappuntistica rigorosa si unisce alla libertà espressiva, il tono fervido e devoto si sposa all'esercizio intellettuale.

Le origini dell'arte contemporanea - Venti conversazioni sui protagonisti dell'arte contemporanea. Il metodo scientifico e il paradosso: per avvicinarsi alle opere di Warhol e alle canzoni di Wilma Goich. Le case degli artisti, il fiume televisivo, la tomba di Berlusconi e le tombe che restituiscono le opere d'arte. Venti proposte per conoscere l'arte del '900 e l'esistenza esemplare del casellante dell'autostrada. La confusione dei linguaggi, la sacralità dell'arte, il cinema e la fotografia. Di Vittorio Sgarbi

Le partite per clavicembalo di Johann Sebastian Bach - Con Luca Mosca.

Le Porte dei Sogni - Che cosa avete sognato la notte scorsa? E che cosa sognerete stanotte? Secondo Maurizio Bettini in queste due domande apparentemente assurde sta il significato forse più profondo dei sogni, la loro essenza. I sogni sono evanescenti, imprevedibili, eppure se c'è qualcosa che ha suscitato nel corso dei secoli e dei millenni l'interesse degli uomini, sono proprio queste realtà impalpabili. Se ne sono occupati gli antichi, le popolazioni mesopotamiche, i greci, i romani. Di sogni ci si continua a occupare anche oggi. Maurizio Bettini ci guida lungo un percorso di 20 puntate dedicate a sogni, incubi, fantasmi e allucinazioni nel mondo antico, nel mondo moderno, nella letteratura. Dove risiedono i sogni? Da dove vengono? Se non sono un'esperienza solo interiore, come sosteneva Eraclito, chi li invia? Secondo quanto fa dire Omero alla saggia Penelope nell'Odissea, i sogni escono da due porte, di corno o di avorio: quelli che vengono dalle porte di corno sono veritieri, quelli che escono dalle porte di avorio sono ingannatori. Già, ma come si fa a sapere da quale porta sono usciti? A cura di Angela Zamparelli Regia di Laura Zanacchi

Le Radici della Scienza - L'attuale metodo scientifico viene fatto risalire in genere alla rivoluzione scientifica della prima età moderna. Secondo una ricostruzione molto diffusa nell'immaginario collettivo, studiosi come Galileo e Newton avrebbero intrapreso una strada nuova, con irrilevanti precedenti storici, rifiutando le tradizioni libresche e basandosi direttamente su osservazioni e esperimenti. Questa ricostruzione, che può giustificare l'ottimistica concezione di una scienza che, da quando esiste, è stata in continuo progresso, richiede di dimenticare la scienza antica e le fonti degli scienziati della prima età moderna. Inoltre essa si basa sulla creazione di miti moderni, come quello di Galileo che lasciando cadere dei gravi dalla torre di Pisa avrebbe scoperto per primo che il tempo di caduta non dipende dal peso del grave, o quello della mela che, cadendo, avrebbe suggerito a Newton la legge di gravitazione universale. Il prof Lucio Russo propone un ciclo interamente dedicato alla scoperta delle radici della scienza e queste sue conversazioni intendono suggerire l'idea che la storia della scienza diviene realmente comprensibile solo se è osservata su una scala non secolare ma millenaria. Su un arco di tempo sufficientemente lungo il continuo progresso della scienza non appare più la regola, ma piuttosto l'eccezione di alcuni periodi storici, che si sono alternati ad altri che hanno visto decadenze, crolli e relative stagnazioni.

Le sinfonie di Beethoven - Con Giovanni Bietti.

Le sinfonie di Franz Joseph Haydn - Con Giovanni Bietti.

Le sonate di Beethoven - Dai nostri archivi

Le suites inglesi di Johann Sebastian Bach - Conosciute, amate, studiate, fanno parte da sempre della formazione di clavicembalisti e pianisti, le Suites Inglesi di Johann Sebastian Bach vengono affrontate da Luca Mosca nel modo più classico: al pianoforte e rivelano tutta la loro raffinata struttura, le invenzioni e i giochi contrappuntistici che arricchiscono e rivestono le forme di danza. L'entusiasmo con cui Luca Mosca, pianista e compositore, si addentra nell'opera di Bach è totale e trascina gli ascoltatori in un viaggio sonoro affascinante e imprevedibile.

Letteratura italiana - Elenco lezioni

Letteratura straniera - Elenco lezioni

Lezioni di musica - Musicologi e musicisti italiani tra i più affermati e riconosciuti, insieme alle voci storiche di alcuni conduttori delle principali trasmissioni musicali di Radio3, accompagnano gli ascoltatori in un percorso divulgativo che vuole essere a un tempo didattico e coinvolgente. Grandi capolavori del repertorio sinfonico e di quello da camera, ma anche generi e forme musicali diversi, vengono esplorati con la proposta di esempi spesso eseguiti dal vivo al pianoforte o con l'offerta di ascolti rari e di grande qualità. La sigla è tratta da "The Young Person's Guide to the Orchestra, Variazioni e Fuga su un tema di Purcell", di Benjamin Britten nell'esecuzione dello stesso Britten. La trasmissione è a cura di Paola Damiani con la collaborazione di Nicola Pedone.

Lezioni materane - Il contributo di Radio3 a Matera capitale europea della cultura 2019 non sarà solo "Materadio. La festa di Radio3 a Matera" ma anche un ciclo di incontri con alcuni tra i maggiori esponenti della cultura italiana. Un ciclo dal titolo "Lezioni materane", che non è solo un omaggio a Italo Calvino, ma è l'indicazione di un modello che mira alla comprensione di alcune delle parole chiave del nostro tempo. E lo fa a partire da un tema generale che, in maniera più o meno diretta, formerà l'oggetto di ciascuna lezione. Questo tema è "I Sud": da Matera, prima città meridionale a ricevere la designazione a capitale europea della cultura, guarderemo ai Sud di tutto il mondo, per capirne le potenzialità e le complessità, la loro forza mitica e la vitalità culturale, la fragilità economica e le contraddizioni sociali. Da questo punto di vista, più che un esempio, Matera rappresenta una suggestiva metafora che l'ha portata dall'isolamento della vergogna alla rinascita di una nuova identità.

Lingua italiana - Elenco lezioni

Lucio Dalla. Chi Rompe Paga - "Chi rompe paga" è un lungo viaggio nel mondo del cantautore bolognese che mai come in questa esclusiva monografia si e' abbandonato ai ricordi, alle interpretazioni più' profonde delle sue canzoni, al valore dei sentimenti, dell'amicizia, del rapporto genitori-figli. E ancora retroscena e inediti sulle sue esperienze televisive e cinematografiche. Parole affettuose per i suoi ''compagni di viaggio'': gli artisti con i quali nel corso della sua lunga carriera ha condiviso momenti indimenticabili Di Lucio Dalla. Regia di Vittorio Attamante.

Ludwig van Beethoven e Franz Schubert - Dai nostri archivi

Marco Polo, un mercante in Cina - L'epopea di Marco Polo è un po' un romanzo di formazione. Il mercante-esploratore fu uno dei pochi nel XIII secolo ad accostarsi alle culture dei popoli orientali fino ad arrivare a quelli più distanti dalla terra natia: "i cinesi"

Matematica - Maturadio - Lezioni di Matematica in podcast. "Maturadio - Lezioni in podcast" è un progetto nato dalla collaborazione tra Ministero dell'Istruzione, Rai Radio 3 e Treccani dedicato alle studentesse e agli studenti che stanno preparando l'esame di maturità.

Meraviglie del '700 napoletano - La città è il centro del mondo musicale, i suoi musicisti sono ammirati e richiesti dalle corti e dai teatri d'opera di tutta Europa. La musica sacra resta però la base per qualunque compositore e il rapporto con l'antico, dal gregoriano a Palestrina, è il vero banco di prova della maestria nel fondere la tradizione del canto liturgico con la ricchezza espressiva che si va sperimentando nel melodramma. Sono pezzi non molto conosciuti, rari da ascoltare in concerto, ma di una bellezza folgorante che merita di tornare in piena luce.

Mostri, Eroi e Principesse - Il racconto delle cose e dei fatti. Attraverso i racconti dei libri, delle leggende, dei miti e dei film Ernesto Franco ricostruisce in un percorso di 10 puntate, la vita degli eroi popolari trattandoli come persone vere, con la loro infanzia, la giovinezza, la maturità, i travagli, gli amori, le umane debolezze. Le imprese e le avventure fanno da sfondo a un racconto che si preannuncia avvincente in cui s narrerà di Don Giovanni e di Robin Hood, di Corto Maltese e di Sherazade, di Marlowe e di Faust, di Morgana e di Tex Willer, di Nero Wolfe e di Moby Dick. Di Ernesto Franco. Regia di Vittorio Attamante. Andato in onda dal 9 al 20 giugno 2003.

Mrs Spelling & the Fumbles - Mrs Spelling & the Fumbles è un programma radiofonico scritto e condotto da Teresa Pascarelli, creatrice e protagonista delle serie TV sui Fumbles, i dispettosi esserini nati dagli errori di spelling dei bambini. La versione radiofonica vede Mrs Spelling alle prese con un Fumble diverso in ogni puntata. Il monello spunta dalla borsa della originale maestra e ne combina di tutti i colori dando luogo a un dialogo esilarante arricchito dai jingle, dalle canzoni e dalla didattica del Fumble in questione.

Musica - Elenco lezioni

Napoleone - Nel corso delle venti puntate il racconto fa rivivere i momenti più significativi della straordinaria carriera di Napoleone, generale a 26 anni, primo console a 30, imperatore a 35. Le grandi vittorie, da Rivoli a Marengo, da Austerlitz a Jena fino a Wagram. E poi il declino e la sconfitta, fino a quella definitiva di Waterloo. Di Sergio Valzania. Regia di Giancarlo Simoncelli. Andato in onda dal 15 maggio al 9 giugno 2000.

Nel nome di Maria - Nel nome di Maria o... Mary's Christmas, il Natale di Maria, con Paola De Angelis.

Opere corali di Robert Schumann e Johannes Brahms - Il ciclo, interamente dedicato ad alcuni capolavori corali del Romanticismo tedesco, si apre con l'oratorio profano Il Paradiso e la Peri di Robert Schumann, opera oggi poco conosciuta ed eseguita, che tuttavia contribuì in modo determinante all'affermazione del compositore trentenne. Protagonista dell'oratorio è la Peri, singolare figura della mitologia persiana: una sorta di angelo caduto che anela a tornare nell'Eden superando delle difficili prove. L'accesso al Paradiso le sarà finalmente consentito allorquando porterà in omaggio le lacrime di un peccatore pentito. Inesauribile fontana di invenzione melodica, di sapienza armonica e contrappuntistica, di raffinatezza di orchestrazione, l'opera suona oggi come un vero inno romantico alla redenzione. Legato a filo doppio alla vita e all'opera di Schumann, Johannes Brahms dedicò al coro tanta parte delle sue energie, sia come direttore di gruppi vocali che come compositore. Nei Vier Gesänge op.17, brevi composizioni dedicate al gruppo femminile Frauenchor di Amburgo, vive un'ideale rappresentazione della Sehnsucht romantica: la natura selvaggia e magica, l'amore infelice, le leggende nordiche, sono evocati da Brahms con le voci femminili e le sonorità suggestive del corno e dell'arpa, in un linguaggio musicale arcaizzante e modale. Di diverso clima, più scuro e pensoso, è invece Nänie op. 82 per coro e orchestra che chiude il ciclo di lezioni. «Anche il Bello deve morire…» - sentenzia il testo di Schiller scelto da Brahms. L'opera, efficacemente definita da Giorgio Pestelli un "fregio attico", è un inno alla caducità del Bello tramite la coralità, profonda espressione del destino della collettività umana. Con Maria Cecilia Farina.

Paradiso - Gli Ultimi 4 Canti - Di Franco Croce: trasmesso dal 13 al 24 agosto 2001.

Per pianoforte a quattro mani - Un ciclo di Lezioni di musica dedicate al pianoforte a 4 mani, formazione spesso trascurata ma interessantissima, e più in generale al Duo pianistico. Giovanni Bietti va in un certo senso alle sorgenti della scrittura per piano a 4 mani, prendendo in esame alcune composizioni di Mozart: c'è chi sostiene che il genere sarebbe stato proprio inventato ex-novo dal giovane Mozart, per esibirsi alla tastiera insieme alla sorella Nannerl. L'altro compositore preso in esame è Claude Debussy, che ci ha regalato alcuni dei brani più importanti del repertorio. Il ciclo comprende anche un singolo, delizioso brano di Georges Bizet, l'autore della Carmen.

Quattro compositrici contemporanee - Quattro lezioni dedicati a quattro importanti e riconosciute compositrici straniere contemporanee, Kaija Saariaho, Rebecca Saunders, Unsuk Chin e Olga Neuwirth, per testimoniare la realtà attuale della creatività compositiva femminile in Europa. Quattro grandi lavori, per coro e orchestra e per solisti e orchestra, che mettono in risalto lo straordinario livello tecnico ed espressivo, la progettualità ideativa e l'inedita ricerca timbrica nell'ambito dello stile specifico e inconfondibile di ognuna della quattro compositrici.

Quattro concerti per violino del Novecento - Scritti a trenta anni di distanza tra loro, I due concerti per violino e orchestra di Béla Bartók sono entrati stabilmente nel repertorio. Il primo concerto fu terminato nel 1908, il secondo nel 1938, ma il manoscritto del primo concerto rimase custodito in un cassetto fino al 1958, tredici anni dopo la morte del compositore. Nelle lezioni di musica tenute da Francesco Antonioni entreremo nel dettaglio di queste composizioni, alla scoperta delle ragioni per cui l'estrema bellezza e felicità dell'ispirazione sono legati alla nostalgia e al doloroso rimpianto. I due concerti per violino e orchestra di Dimitri Shostakovich possiedono una forza straordinaria, pari forse a quella del loro primo interprete, il leggendario violinista David Oistrakh. Sono due magnifiche risposte alle vicende controverse che toccano la vita del compositore, e sono indissolubilmente legati alla storia della Unione Sovietica, dal dopoguerra, agli anni 60 del Novecento.

Rock involution - Suoni e parole che rievocano la magia degli '60, '70 e dei primi degli '80: il 2sex, drugs and rock and roll che cambiarono l'America e il mondo. Di Marco Dolcetta.

Roll over Beethoven - Roll over Beethoven: 200 anni di musica ispirata al Grande Ludwig - Sin dagli anni in cui era il protagonista assoluto della Vienna musicale agli inizi del XIX secolo, Beethoven è stato ed è rimasto il compositore più amato da pubblici di ogni latitudine e più frequentato da solisti, direttori, complessi da camera e sinfonici. Altresì, più di qualsiasi altro suo collega, Beethoven è l'autore di opere che hanno suscitato l'interesse e stimolato la creatività di musicisti di dieci generazioni. E' quasi incredibile non solo il numero di compositori che hanno arrangiato, orchestrato, variato, stravolto, parodiato, trascritto i suoi temi ma anche, e forse soprattutto, le enormi differenze degli approcci: e consequenzialmente le distanze siderali dei rispettivi risultati finali. Basti pensare che nel novero compaiono Rachmaninov, Deep Purple, Brahms, Bee Gees, Bernstein, Beatles, Pete Seeger, Stockhausen, Jethro Tull, Šostakovič, Uri Caine, Borodin, Leo Ferré, Schumann, John Adams... Di fatto, Beethoven ha continuato a vivere nella contemporaneità grazie a tutti coloro che, prendendo le mosse dalla sua opera, lo hanno reso partecipe delle traiettorie percorse nel tempo dalla musica secondo generi e stili tra i più disparati. Da qui, l'idea di un ciclo di trasmissioni (15 puntate della durata di 45' ciascuna, dalle 13 alle 13.45', da lunedì a venerdì, dal 13 al 31 luglio) concepito quale ideale omaggio reso al genio beethoveniano attraverso una selezione (tutt'altro che esaustiva ma sufficientemente variegata) di musiche composte da una settantina di compositori e, per un verso o per l'altro, a lui ispirate.

Scienza - Elenco lezioni

Scienze - Maturadio - Lezioni di Scienze in podcast. "Maturadio - Lezioni in podcast" è un progetto nato dalla collaborazione tra Ministero dell'Istruzione, Rai Radio 3 e Treccani dedicato alle studentesse e agli studenti che stanno preparando l'esame di maturità.

Scipione l'Africano - Con Silla, Cesare ed Augusto, l'Africano è tra i sommi protagonisti nella storia di Roma repubblicana Rampollo di una delle famiglie più antiche e nobili di Roma, Publio Scipione, il futuro Africano, è un predestinato fin dal momento in cui, giovanissimo, salva il padre ferito alla battaglia del Ticino. Della seconda fase della guerra contro Annibale egli diviene il protagonista, prima sul fronte iberico (dove distrugge il dominio costruito dai Barcidi), e poi in Africa. Votato all'imitazione e al superamento dello stesso Annibale, ottiene infine, a Zama, la vittoria decisiva. Arbitro a lungo, nel decennio successivo, della politica romana e capace di condizionare le scelte della res publica, è coinvolto, insieme con il fratello, nella spedizione contro il re Antioco III di Siria, conclusasi con la grande vittoria di Magnesia. Malgrado il suo prestigio, viene però travolto da un grave scandalo, una sorta di Watergate dell'età sua, culminato nei 'processi degli Scipioni'; ed è costretto all'esilio di Literno, dove rimane fino alla morte Di Giovanni Brizzi Regia di Sara Zambotti Cura di Giancarlo Simoncelli

Scrittori alla sbarra - Degli scrittori si sa molto, ne parlano i personaggi delle loro opere. Quello che non si sa è che spesso la vita irregolare, qualche dissoluta abitudine, i debiti, la politica li hanno fatti finire in galera. Una mattina, un paio di questurini si sono presentati al loro indirizzo e senza porsi troppe domande li hanno buttati in una cella lurida. Daria Galateria racconta dei guai con la giustizia di venti scrittori, uno per puntata. Di qualcuno scoprirete la grandezza, di un altro la meschinità. Qualcuno vi lascerà l'amaro in bocca, di altri diventerete appassionati lettori. Andato in onda dal 21 febbraio al 17 marzo 2000. Di Daria Galateria. Regia di Giancarlo Simoncelli.

Sei maestri di oggi - Con Alessandro Solbiati

Senza Confine - Alla fine del Settecento, sull'onda dell'entusiasmo suscitato dall'idea di progresso, cominciò l'avventura affascinante di alcuni uomini e di alcune donne che si posero l'obiettivo di conoscere popoli, costumi e usanze diverse da quelle europee. Spinti dal desiderio di conoscenza, a volte da semplice curiosità, o anche spesso da motivazioni molto personali, questi antropologi e antropologhe intrapresero viaggi tornando ciascuno con "una storia" che, unita alle altre storie precedenti, contribuì a una più completa conoscenza del genere umano. A partire dai viaggi compiuti in Arabia, Iran, Pakistan, Medio Oriente e Africa, da "Ugo Fabietti", autore di questo ciclo, si racconteranno gli incontri e le scoperte fatte in compagnia reale e immaginaria con altri antropologi e antropologhe che hanno esplorato per noi la differenza culturale e quella dell'unità umana. Di Ugo Fabietti. Regia di Sara Zambotti

Sergio Leone - Sguardi e colpi di pistola. Cieli infiniti. Deserti e cactus. E orizzonti nuovi. Una montagna di sensibilità e talento, un uomo grande e grosso, un incantatore, un inventore di trappole filmiche, un duellante sotto il sole, un maestro che era stato un alunno, un innamorato dell'avventura e delle donne che non amava scandali e mondanità E ancora, un tipo speciale nato nel cinema e per il cinema che ha lasciato una traccia fatta soprattutto di film pellicole che sono la sua lunga, potente, fascinosa ombra Di Italo Moscati A cura di Giancarlo Simoncelli Regia di Angela Zamparelli

Sex and the Polis - Contrariamente a quel che spesso si dice l'amore non è un sentimento al di fuori della storia, così come non è fuori della storia il modo di intendere e vivere la sessualità. Anche i sentimenti e i desideri vengono influenzati dalla mentalità, dalle istituzioni sociali e giuridiche, dalla cultura nella quale vive chi li prova. Per capire l'eros dei greci e dei romani, dunque, è necessario contestualizzarlo collocandolo nella mentalità e nelle istituzioni dell'epoca, e questo è quello che si propongono di fare queste conversazioni con la Prof.ssa Eva Cantarella. Il discorso sull'eros nel mondo antico viene organizzato all'interno di un esame della condizione giuridica e sociale delle persone (libere o schiave), dell'organizzazione familiare, del rapporto uomo-donna, e dell'etica sessuale nel mondo greco e romano. Per offrire un panorama quanto più possibile completo vengono letti e commentati miti greci e leggende romane, opere di poeti, di letterati e di storici; viene descritta l'organizzazione dell'oikos greco e della famiglia romana; si parla della condizione servile e di quella femminile; si discutono le regole giuridiche e sociali volte a regolamentare i comportamenti sessuali (ovviamente diverse a seconda che si rivolgessero agli uomini o alle donne); e infine vengono descritti i tratti fondamentali dell'etica sessuale in materia di rapporti tra persone dello stesso sesso e le trasformazioni operate in questo campo dalla predicazione cristiana. Regia di Giancarlo Simoncelli

Smart Life - Con la trasformazione digitale, quali sono i lavori del futuro? Quali sono i lavori che spariranno, quelli che sopravviveranno o che si dovranno ibridare con il digitale? E quali sono le competenze necessarie per prepararsi a questa trasformazione? Esperti accreditati ci spiegano come stanno cambiando i diversi settori dell'economia e i diversi mestieri, dandoci nuove prospettive e nuove chiavi di lettura. Smart Life è un programma curato da Emanuela Pesando. Una produzione Rai per il Sociale per l'inclusione Digitale in collaborazione con RaiPlay Sound.

Socrate - Socrate, l'uomo messo a morte per le sue idee da un tribunale della democratica Atene; l'uomo il cui insegnamento si salvò grazie ai discepoli; colui che smascherò con il dialogo instancabile il conformismo del consenso

Sparta e Atene - Sparta e Atene simbolo di due visioni del mondo contrapposte

Storia - Elenco lezioni

Storia - Maturadio - Lezioni di Storia in podcast. "Maturadio - Lezioni in podcast" è un progetto nato dalla collaborazione tra Ministero dell'Istruzione, Rai Radio 3 e Treccani dedicato alle studentesse e agli studenti che stanno preparando l'esame di maturità.

Storia dell'arte - Maturadio - Lezioni di Storia dell'arte in podcast. "Maturadio - Lezioni in podcast" è un progetto nato dalla collaborazione tra Ministero dell'Istruzione, Rai Radio 3 e Treccani dedicato alle studentesse e agli studenti che stanno preparando l'esame di maturità.

Storia di Karol - La "Storia di Karol", raccontata da Gian Franco Svidercoschi, ripercorre la vita di Karol Wojtyla fino alla vigilia della sua elezione a Papa. La nascita di Karol a Wadowice, la sua vita in famiglia e gli amici d'infanzia, lo scenario religioso, culturale e sociale della Polonia degli anni trenta; i giochi, gli studi, la passione teatrale. Poi irrompe la guerra con il suo tragico scenario: il bombardamento di Cracovia, l'occupazione nazista, la tragedia dell'olocausto che Karol vive da vicino assistendo alla tragedia dell'olocausto e alla deportazione di tanti suoi amici ebrei. Sono gli anni in cui Karol, rimasto solo, per non finire in un campo di concentramento, lavora prima in una cava di pietra e poi in fabbrica e intanto si dedica alla sua grande passione: il teatro, mentre matura in lui, sempre piu' forte, la vocazione religiosa. E infine il ministero sacerdotale. Wojtyla e' ordinato sacerdote nel 1946. Gli studi a Roma, i viaggi in Europa per conoscere nuove realta' religiose come i preti-operai in Francia. Poi il ritorno in Polonia, il suo infaticabile apostolato tra i giovani, mentre in tutto l'Est si intensifica la persecuzione comunista contro il cristianesimo. La partecipazione al Concilio Vaticano II, la sua nomina ad arcivescovo di Cracovia. Una volta ripercorso l'itinerario umano e spirituale di Karol Wojtyla, sara' piu' facile percepire come tutte le prove che lui ha attraversato abbiano concorso a "prepararlo" alla responsabilita' del papato, proprio nell'attuale momento storico ed ecclesiale. Trasmesso dal 22/01/2001 al 16/02/2001

Storie di Divi e di Film - I retroscena di venti film memorabili e le storie di venti attori indimenticabili. Si comincia con "Il figlio dello sceicco", omaggio tutto italiano al primo latin lover di Hollywood, per passare poi alla nascita dei generi: il noir, con "La fiamma del peccato"; la commedia sentimentale con "La vita è meravigliosa"; il giallo con "La finestra sul cortile"; il western all'italiana con "Per un pugno di dollari". Senza dimenticare gli anni Sessanta con i loro film clamorosi come "Jules e Jim", "Bella di giorno" e "Easy rider".

Teatro immaginario: personaggi e storie attraverso la musica - Personaggi musicali si muovono su palcoscenici immateriali, fatti di sogni. Musica scritta per le sale da concerto che tuttavia contiene una grande quantità di gesti e segni provenienti dal mondo teatrale, carichi di significati e simboli che arrivano anche attraverso il puro ascolto. Maestri del Novecento come Hans Werner Henze , Sylvano Bussotti, Karlheinz Stockhausen, Luciano Berio, Mauricio Kagel, Paolo Castaldi dialogano con autori ancora in attività come Philip Glass e Mark-Anthony Turnage: sono tutti accomunati dalla voglia di raccontare personaggi e storie attraverso la musica. Una ribalta della mente e dei sensi svincolata da costumi , scenografie e luci ma con impresso il marchio indelebile del teatro. Con Carlo Boccadoro.

Van Gogh - l 27 luglio 1890, domenica, Vincent van Gogh esce da una locanda di Auvers e si avvia verso i campi. Entra in una fattoria, si stende nella buca del letame, fuma con calma la sua pipa. Sono passati appena dieci anni da quando ha stabilito di essere un pittore, e negli ultimi cinque anni ha rivoluzionato passato e futuro dell'arte moderna, senza che nessuno l'abbia capito. Quel giorno, però, non ha con sé i colori, la tela, il cavalletto, ma una pistola: "Quella pistola in mano sua è come un pennello, e con quel colpo Vincent non si uccide, si termina", dice Giordano Bruno Guerri nella sua appassionata ricostruzione della vita del pittore.

Variazioni per tastiera di Wolfgang Amadeus Mozart - Un nuovo ciclo di Lezioni di musica tenute da Carlo Boccadoro dedicato alle Variazioni per tastiera di Wolfgang Amadeus Mozart. Otto puntate per esplorare un repertorio poco presente in sala da concerto, ma profondamente rivelatore del gusto del tempo, del talento e delle straordinarie risorse compositive mozartiane.

Venti Imperatori Romani - Un viaggio attraverso la secolare storia dell'impero romano, scandito dalle figure di venti imperatori emblematici e significativi, nel bene e nel male, di una vicenda grandiosa e tormentata: Augusto, Tiberio, Caligola, Claudio, Nerone, Vespasiano, Tito, Traiano, Adriano, Marco Aurelio, Commodo, Caracalla, Massimino il Trace, Valeriano, Aureliano, Diocleziano, Costantino, Giuliano, Teodosio, Giustiniano. In ogni puntata, il racconto è centrato sulla personalità di un singolo sovrano, per aprirsi su problematiche di carattere generale, riguardanti sia la vita di palazzo sia i più ampi scenari della romanità. Di Andrea Giardina. A cura di Giancarlo Simoncelli. Regia di Federica Barozzi. Trasmesso dal 17 novembre al 12 dicembre 2008

Vite da Logico - Un lungo e colloquiale racconto sulla Logica attraverso le vite dei suoi principali protagonisti, dai greci ai nostri giorni, da Parmenide ad Alan Turing Di questi protagonisti, Piergiorgio Odifreddi racconta gli aneddoti, le idee, le scoperte e i teoremi rendendo facile e divertente una materia come quella della Logica, generalmente considerata noiosa e di difficile comprensione Regia Vittorio Attamante

Vittorio De Sica - La vita, la carriera e gli amori del grande regista Di Italo Moscati

Wine Lovers - Racconti, tendenze, tradizioni di questo affascinante "nettare". A cura di Gianluca Semprini

Costume e società

Angelo chi legge - Accolgono gli ospiti, accompagnano gli autori e vegliano sui dialoghi: sono gli angeli di pordenonelegge, hanno vent'anni e vivono immersi nel festival dei libri. Abbiamo chiesto loro di raccontare un libro in pochi minuti nel modo più efficace, usando il loro linguaggio e trasmettendo anche i loro sentimenti. Un libro da consigliare, una lettura che li ha emozionati rivolgendosi principalmente ai loro coetanei, Un progetto pordenonelegge realizzato in collaborazione con la Sede Rai FVG. A cura di Mario Mirasola e Riccardo Cicconetti.

Briganti e brigantesse nell'Unità d'Italia - Le vite di Fra' Diavolo (Michele Pezza), Filomena Pennacchio, Il Coppolone (Rocco Chirichigno), Michelina De Cesare, raccontate da Nello De Gatto

Cara Radio 3 - Dall'8 al 25 dicembre 2020 Radio3 è stata la destinataria privilegiata di diciotto lettere di Natale scritte da esponenti del mondo della cultura e della società civile. A loro sono stati chiesti una riflessione, un pensiero, un augurio da condividere nei strani giorni di festa del 2020. Trasmesse all'inizio di Fahrenheit, Radio3 Suite, Piazza Verdi e Zazà, le lettere sono di Valerio Magrelli, Bianca Pitzorno, Michelangelo Pistoletto, Carlo Rovelli, Concita De Gregorio, Alessandro Bergonzoni e molti altri che, attraverso Radio3, si rivolgono a tutta la comunità degli ascoltatori. Un po' come le lettere a Babbo Natale anche se in quelle soprattutto si "chiede" mentre in queste si tratta di "dare", "regalare", per ritrovare il calore dello stare insieme.

Come tutto cominciò: quattro firme italiane - Le vite di Giorgio Bocca, Giancarlo Fusco, Enzo Forcella e Rosellina Balbi, raccontate da Francesco Neri e Enzo Forcella

Da Betlemme al Polo Nord e ritorno, storie del Natale - Le storie di Babbo Natale, i Magi, San Girolamo, l'asceta della parola, Benino, il pastore del sogno, raccontate da Nello Del Gatto

Dissidenti – Donne e uomini contro Putin - Un podcast originale in sei puntate di RaiPlay Sound e Radio3. Sei ritratti di donne e uomini che si oppongono al leader russo, e alla sua guerra. E con le loro idee sovversive, provano a gettare le basi per la Russia che verrà.

Edo e Zac l'attualità riscattata dalla grande musica - La musica può servire egregiamente nel percepire in modo diverso e originale le immagini e i fatti del nostro tempo. Una manifestazione sportiva, una tragedia umanitaria, una crisi politica o una kermesse cinematografica possono essere lette e interpretate in misura diversa e più estesa sulla base di connessioni letterarie, storiche ed artistiche: secondo canoni e vocabolari estranei al consueto lessico mediatico. Una volta a settimana, il sabato dalle 18.00 alle 18.45, Edoardo Camurri e Guido Zaccagnini individueranno una parola chiave, legata all'attualità, sulla quale stendere un programma musicale: frutto, per l'appunto, di ragionamenti - ellittici ma non troppo - e cortocircuiti culturali.

Fan! Storie di ammiratori che hanno incontrato i loro miti - "Fan! Storie di ammiratori che hanno incontrato i loro miti" di Lidia Riviello - Voce di Patrizia Hartman

Fotoromanzo. Storie di attori sotto scatto - Le vite di Franco Gasparri, Maria Antonietta, Max Delys, Marina Coffa, raccontate da Lidia Riviello

Green Porn: storie di sesso vegetale - Se pensate che la natura sia inferiore all'uomo vi sbagliate. Le piante hanno e fanno sesso, sono erotiche e seduttive ma soprattutto ci insegnano il mistero della vita. Green Porn esplora il profondo e antico rapporto tra l'avventura umana e l'immenso sistema vegetale che domina il pianeta, per scoprire che noi dipendiamo dalle piante molto più di quanto le piante dipendono da noi. Di Maury Dattilo.

I look di Sanremo: Radio2 e Vogue raccontano - Vogue Italia e Rai Radio2 raccontano il Festival di Sanremo 2022. Per la prima volta due istituzioni del mondo della moda e della musica analizzano i look con cui gli artisti si esibiscono sul mitico palco dell'Ariston, nella settimana più importante della canzone italiana. Il podcast porta gli ascoltatori nei backstage, nelle sartorie, negli atelier e sotto le luci dei riflettori. Il racconto è arricchito da interviste esclusive a cantanti e stylist, con la voce e l'energia di Simone Furlan, stylist e art director. "I look di Sanremo: Radio2 e Vogue raccontano" è un podcast original di Rai Radio2 con Simone Furlan, regia di Enrica Zoleo, a cura di Giulia Laura Ferrari, coordinamento di Annalisa Vacca. Si ringrazia Vogue Italia

Il paese di cuccagna - Il paese di cuccagna di Matilde Serao letto da Teresa Saponangelo

Insert Coin. Il grande gioco dei videogames - I videogiochi sono un grande fenomeno della società digitale. Un'industria globalizzata che guida l'evoluzione delle tecnologie e delle professioni; genera creatività, ricerca, condivisione; suscita allarmi sull'utilizzo incontrollato ma favorisce l'accessibilità e promuove l'inclusione sociale. Accanto all'industria dell'intrattenimento cresce una produzione indipendente che crea giochi storici, informativi, scientifici, didattici. Un comparto diffuso che sviluppa nuovi saperi, lavoro, innovazione, capacità d'impresa per i giovani. Documentare le tante facce del gaming con un podcast, cioè senza la dimensione visuale, aiuta a comprendere in che modo il videogioco è diventato un sistema di interazioni fisiche e virtuali che sta cambiando lo statuto della realtà e il senso profondo della nostra identità. Giocare è una faccenda seria, i bambini lo sanno bene. Gli adulti lo scoprono con i videogames. Ideato e realizzato da Michele Gulinucci, Simona Lucchini, Nicoletta Micacchi, Fabio Ramacciani, Andrea Vignolini. Collaborazione di Simona Forner. 15 episodi

L'altra metà del verso - Essere umani nel mondo dei dati - Andando in giro col telefono, partecipando alle conversazioni sui social media, leggendo qualsiasi cosa online; pagando con la carta di credito; difendendo le proprietà con le telecamere davanti alla porta di casa o sul balcone; andando in automobile: insomma, in moltissime circostanze della vita quotidiana, miliardi di persone che usano le tecnologie digitali producono dati che vengono registrati da decine di server di ogni parte del mondo sviluppato. I giganti dell'economia planetaria prosperano con il trattamento di quei dati. I più grandi avanzamenti tecnologici si basano sull'elaborazione di quei dati. Il potere degli stati più importanti si basa sul controllo di quei dati. Lo stesso denaro è destinato a diventare un'aggregazione di dati. La vita nel mondo dei dati è tanto più libera quanto più è consapevole. E in questo podcast cerchiamo di aumentare di un poco quella consapevolezza. In nome della nostra libertà. Un podcast originale di Luca De Biase per Rai Radio3

L'età da inventare - Comunque la si viva, la vecchiaia spesso fa paura o porta con sé la malinconia del tramonto Per alcuni inoperosità forzata e solitudine. Per altri una lontana minaccia da sfuggire. Eppure oggi è diventata un tempo importante dell'esistenza, e si presenta come un'età da inventare. Mons. Vincenzo Paglia propone una visione penetrante e innovativa della vecchiaia. Un periodo libero dalla tirannia della produttività e disponibile per rafforzare legami e momenti di ascolto, un tempo degli affetti, della riflessione, del contributo offerto alla comunità. Un orizzonte spirituale che permette di dare senso al ciclo della vita, proiettando le proprie speranze nel futuro nel sentire la vecchiaia stessa come un compimento verso l'Eterno. Di Monsignor Vicenzo Paglia

La Palazzina. Una storia di mobbing di massa - Un corridoio sporco, con sei o sette uffici che si aprivano ai due lati. Qualche scrivania, sedie sgangherate, nessun computer né telefono, finestre rotte e fili elettrici a vista. Questo fu lo spettacolo che si presentò agli ispettori del lavoro di Taranto quando, nel novembre del 1998, entrarono nella famigerata Palazzina LAF. Era un reparto punitivo all'interno dell'acciaieria Ilva. Vi furono confinati - senza nulla da fare per otto ore e mezzo al giorno - ben 79 lavoratori che per vari motivi erano malvisti dalla proprietà, cioè dall'ingegner Emilio Riva. E' per lo scandalo Palazzina LAF che in Italia si comincia a parlare di mobbing: l'8 marzo del 2006 la Cassazione conferma la condanna per violenza privata a carico del proprietario dell'Ilva e di dieci dirigenti. Autrice Carla Manzocchi. Regia Luca Bernardini. Letture Valentina Antonelli, Giuseppe Carrisi e Lorenzo Opice.

La parola Yoga - La pratica di diverse tradizioni di Yoga è ormai diffusa a livello mondiale, con discutibili ma anche legittimi volumi di mercato, tanto che, nel dicembre 2014, il 21 giugno è stato istituito dall'ONU come Giorno Internazionale dello Yoga. Trasmesso nell'ottobre 2014 per il programma Passioni di Radio 3, "La parola Yoga" di Cristiana Munzi per la prima volta, per grandi linee, riprende i testi antichi hindu dalle origini e i contesti che sino a oggi hanno contribuito a formare l'uso della parola Yoga e la sua pratica, passando anche per i lati oscuri della storia. Con i maggiori studiosi italiani, una monaca allieva di un maestro storico indiano, Satyananda, e uno dei primi insegnanti che hanno portato lo Yoga in Italia. Infine voci di praticanti grandi e piccoli e il punto di vista cristiano con Antonio Gentili.

La posta in gioco - Un voto importantissimo, per gli equilibri dell'America e del mondo. L' 8 novembre Stati Uniti alle urne per le midterm, le elezioni di metà mandato, in cui tradizionalmente il partito del presidente in carica perde consensi (e seggi). In gioco quest'anno non c'è solo il controllo del Congresso che potrebbe passare ai repubblicani, in gioco – secondo il presidente Biden – ci sono diritti e democrazia. I temi cruciali, le sfide decisive, i candidati in primo piano, il possibile impatto sul futuro politico di Joe Biden e di Donald Trump, in vista delle presidenziali del 2024. Di Laura Pepe Regia di Leonardo Patané

Lo stato parallelo - A più di quarant'anni dall'accaduto, questo "action-podcast" fa rivivere in 10 puntate la scoperta dei meccanismi segreti che legarono la P2 alle istituzioni dello stato. Tra indagini, ritrovamenti e processi, a guidarci è proprio chi di quei fatti è stato protagonista: l'ex magistrato Gherardo Colombo, che, col collega Giuliano Turone, condusse nei primi anni 80 un'operazione senza precedenti che portò, tra ostacoli e intimidazioni, a svelare la più potente e pericolosa organizzazione massonica italiana. Attraverso il racconto di Gherardo Colombo e la ricostruzione degli eventi con documenti e testimonianze, la serie svela tutti gli aspetti più controversi di quel sistema occulto di potere che si era impadronito delle istituzioni, tra stragi, scandali, servizi segreti, potenze straniere, politici, imprenditori, magistrati e giornalisti corrotti e complici, stragismo nero e terrorismo rosso, con la connivenza dei vertici delle istituzioni italiane ed estere. Luci e ombre di un passato non troppo lontano che conserva ancora forti legami con il presente. Da un'idea di Gherardo Colombo e Danco Singer. Un podcast prodotto da Frame-Festival della Comunicazione per Rai Play Sound

Omissis - Graziella De Palo: una storia italiana - 1980. Muoiono giornalisti e giudici, tremano e crollano case in Irpinia, un'esplosione alla stazione di Bologna, un aereo nel mare di Ustica, un bomba sul treno Italicus. E in tutte queste storie se ne smarrisce una, che attira a sé quanto di più oscuro c'era in Italia: la storia di una ragazza di 24 anni. Questa è la storia di due amiche che crescono, inseparabili, negli anni Settanta, che militano, ventenni, nel Partito radicale e diventano giornaliste. Una si occupa di cultura, l'altra di traffico d'armi. L'altra è Graziella De Palo. La sorte di Graziella e del suo collega Italo Toni diventa un nodo, tuttora non sciolto, di un groviglio di interessi, depistaggi, trame dove tutto è collegato: la strage di Bologna e Gladio, l'assassinio di Ilaria Alpi e le navi dei veleni, la P2 e la morte di Aldo Moro. Sulla vicenda di Graziella è stato posto il segreto di Stato. Un podcast di Loredana Lipperini. Regia di Fabiana Carobolante. Suono di Alfredo Morana. Con la collaborazione ai testi di Michele De Mieri, alle interviste e alle ricerche d'archivio di Benedetta Annibali e Marcello Anselmo, alle riprese di Roberta Ginocchio.La segreteria organizzativa è di Barbara Mittiga e la supervisione di Cristiana Castellotti.

Ossi di Seppia - Il rumore della memoria - Una docuserie per rivivere, grazie a testimoni d'eccezione, le storie spesso dimenticate del nostro recente passato.

Prima dell'alba - Daily - Prima dell'Alba è la Rassegna stampa di Radio 1 condotta da Enrica Belli e Pablo Rojas, in diretta ogni mattina dal lunedì al venerdì dalle 5 alle 6,30. In questa parte i titoli, le interviste e gli editoriali principali dei giornali.

Profeti della rivoluzione sessuale - Le vite di Otto Gross, Wilhelm Reich, Alfred Kinsey, William Masters e Virginia Johnson, raccontate da Massimiliano Griner. Letture di Sabrina Sabatino

Quadrare i conti - La pandemia, la guerra in Ucraina, l'inflazione. Mai come adesso gli italiani sono alle prese con i problemi di budget e hanno dunque bisogno di avere il maggior numero di consigli utili per far quadrare i conti a fine mese. Dagli investimenti alle assicurazioni, dalle valute allo spread, dal risparmio sulle bollette fino ai mutui e al rapporto con le banche quando si apre un conto corrente. Quadrare i conti, Manuale di economia per le famiglie è un podcast che offre informazioni e consigli utili in tema di economia alle famiglie; venti puntate per spiegare che l'economia è un argomento più agevole di quanto possa apparire e, soprattutto, si può imparare, seguendo bene i consigli di Monica Setta, anche a far fortuna risparmiando. Quadrare i conti è un podcast originale, ideato e condotto da Monica Setta, regia di Natalia Sangiorgi

Questioni di Stilo - I personaggi del mondo della cultura, della moda e dello spettacolo si raccontano al microfono di Sabina Stilo

Rock involution - Suoni e parole che rievocano la magia degli '60, '70 e dei primi degli '80: il 2sex, drugs and rock and roll che cambiarono l'America e il mondo. Di Marco Dolcetta.

Scalfari. A sentimental journey - Chi è Eugenio Scalfari? Molto è stato raccontato sull'intellettuale, il giornalista, il fondatore di "La Repubblica" la cui vita ha accompagnato a lungo la storia del nostro Paese. Scalfari è stato non solo uno degli analisti più raffinati dei cambiamenti della società italiana, ma anche il narratore della propria esistenza. Ma chi è l'uomo dietro il grande personaggio pubblico? Questo documentario, attraverso lo sguardo delle figlie Donata ed Enrica, ci accompagna in un viaggio intimo tra le sue battaglie e le sue passioni, grazie anche ad archivi video-fotografici inediti.

Scritture al margine - "Trap: XXX Tentation, Lil Peep": Le vite di XXX Tentation, Lil Peep, e Antonin Artaud, raccontate da Irene Santori. "Da Baldini a Petrolini", di Irene Santori - Raffaello Baldini

Superquark più - Il programma pensato per un pubblico sempre più digitale, vede Piero Angela nelle vesti di "padrone di casa" per guidare gli spettatori nella scoperta del tema di ogni puntata. Ad accompagnarlo, i servizi degli autori di Superquark, le interviste agli esperti e gli interventi di cinque giovani ricercatori-divulgatori.

Terapia di coppia - I litigi sono una dimensione spesso irrazionale all'interno della vita di una coppia; possono servire alla crescita personale, possono svelarci aspetti della nostra personalità, possono aiutarci a capire chi siamo e ad accettare le nostre debolezze, così come quelle di chi amiamo. Molto più sovente diventano il calvario di una relazione e con il tempo il conflitto contribuisce a distruggerla. Terapia di Coppia ci immerge dentro questi frangenti di quotidianità, anche funesta. Ogni episodio è una finestra spalancata sui passaggi più complicati di un ménage sentimentale ormai eroso dalla routine. Elemento cardine di questo affresco relazionale è l'incomprensione del punto di vista dell'altro che, se compreso e trattato con creatività ed empatia, potrebbe contribuire a trasformare un rapporto conflittuale in un processo di crescita individuale. Terapia di Coppia è come una medicina amara per fornire al pubblico strumenti pratici utile alla gestione delle emozioni distruttive che sono alla base di rapporti bloccati nel loro percorso evolutivo. Ideato, diretto e prodotto da Davide Tosco Con la collaborazione della Compagnia Quinta Tinta Voci di Simona Guandalini, Roberto Garelli,Sergio Sasso, Carmen Maimone,Matteo Barbero, Laura Mottola, Andrea Bruno, Valentina Pintau, Daniela Lusso e Stefano Gorno Con l'amichevole partecipazione di Caterina Olivetti Fonico di presa diretta Luca Mangani Musiche e sound design Luis Manghél Consulenza psicologica Cristina Testa, Alfredo Malaspina Consulenza sonora Alberto Nonis Coordinamento Simona Guandalini

Tre soldi - Uno spazio nella sera di Radio3 dedicato all'audiodocumentario. Percorsi sonori che raccontano la realtà di oggi e di ieri con il linguaggio della testimonianza diretta. Tre soldi è un programma a cura di Fabiana Carobolante, Daria Corrias e Giulia Nucci.

Virgole fatte male - L'associazione Quore-To Housing, è un co-housing sociale che a Torino accoglie le persone LGBTQI+ (lesbiche, gay, bisessuali e transessuali) in difficoltà e in condizioni di estrema vulnerabilità. È una delle prime esperienze di questo tipo in Italia e offre un luogo sicuro e protetto da dove poter ripartire dopo una situazione difficile. Gabriele ha trascorso un breve periodo all'interno della struttura torinese, raccogliendo le storie di alcuni residenti. Tony, Airidia e Fulvio raccontano un po' della loro vita condividendo momenti e storie spesso molto difficili. Cose che nel 2022 non vorremmo più sentire e che invece accadono ancora. Questo documentario di Gabriele Iannoli è stato prodotto dal Centro Sperimentale di Cinematografia, sede Abruzzo, corso di reportage audiovisivo, con la direzione artistica di Daniele Segre.

Xenos - Nell'antica Grecia, ai tempi di Omero, Xenos significava straniero, ospite, amico, era il viandante al quale si mostrava rispetto e ospitalità. Cosa rimane, oggi, di questo senso di alterità, del reale desiderio di conoscenza di altre culture? Dove si è perso il linguaggio dell'accoglienza per far posto invece alla paura, trasformando spesso un bene prezioso in un nemico? Il podcast Xenos recupera lo spirito costruttivo dell'accezione originaria del termine attraverso le voci di molti stranieri, arrivati in Italia per cercare un approdo lontano da guerre, povertà, persecuzioni. Straniera è anche la persona straordinaria ma invisibile perché dotata di differenti abilità. Migranti e disabili, a loro è offerto spazio e tempo per rompere le proprie solitudini e presentarsi rivelando talenti, aspirazioni. Per abbattere i pregiudizi e crescere nella reciprocità. Xenos è un podcast scritto e realizzato da Sandra Salvato e Antonella Palermo con la collaborazione tecnica di Emanuele Donnini. Musiche originali di Riccardo Brizzi e Michele Mingrone, con effetti e supervisione di Sergio Nachira. Hanno contribuito: Trio GoInBa, Stefano Indino, Ady Cohen, Franco Baggiani, Filomeno Lopes. La copertina è dell'artista Riccardo Brizzi. Il programma è presentato da Federcasse.

Cronaca

Angelo chi legge - Accolgono gli ospiti, accompagnano gli autori e vegliano sui dialoghi: sono gli angeli di pordenonelegge, hanno vent'anni e vivono immersi nel festival dei libri. Abbiamo chiesto loro di raccontare un libro in pochi minuti nel modo più efficace, usando il loro linguaggio e trasmettendo anche i loro sentimenti. Un libro da consigliare, una lettura che li ha emozionati rivolgendosi principalmente ai loro coetanei, Un progetto pordenonelegge realizzato in collaborazione con la Sede Rai FVG. A cura di Mario Mirasola e Riccardo Cicconetti.

Apnea - Con Carlo Lucarelli. La sera del 13 gennaio 2012 nessuno si sarebbe mai aspettato che la nave più grande della Storia della Marineria Italiana potesse naufragare a meno di 100 metri dall'Isola del Giglio. Gli 8 pompieri e il loro capitano ai quali è arrivata la chiamata con la richiesta dei soccorsi pensavano addirittura fosse uno scherzo. E invece, è stato un incubo: una missione di salvataggio ai limiti dell'impossibile, lunga tutta la notte, che ha tolto loro il fiato e che nessuno di loro dimenticherà mai. Apnea è un podcast in 6 puntate prodotto da Lux Vide, nato da un'idea di Luca Bernabei, scritto da Matteo Liuzzi e Niccolò Martin con la cura editoriale di Maria Francesca Gagliardi, raccontato da Carlo Lucarelli e distribuito in esclusiva su RaiPlay e RaiPlay Sound.

Aspettando Viva Rai2! - Prove di risveglio con la rassegna stampa più improbabile d'Italia! Dal Lunedì al Venerdì Rosario Fiorello ed il compagno di viaggio Fabrizio Biggio commentano da un bar di Roma, a modo loro, i fatti accaduti e quelli che accadranno durante la giornata. Seguire attentamente le avvertenze e le ironie del caso.

Dissidenti – Donne e uomini contro Putin - Un podcast originale in sei puntate di RaiPlay Sound e Radio3. Sei ritratti di donne e uomini che si oppongono al leader russo, e alla sua guerra. E con le loro idee sovversive, provano a gettare le basi per la Russia che verrà.

Gli ammutati - Morti prima che potessero parlare. Verità non dette sulle stragi di Capaci e via d'Amelio che, come un filo sottile, attraversano le storie dei protagonisti di questo podcast prodotto con materiale d'archivio, interviste e musiche originali. A cavallo tra la prima e la seconda repubblica, una serie di omicidi e strani suicidi si nascondono nelle pieghe della storia. Su molti di questi casi non c'è ancora piena luce, e anche quando arrivano le condanne degli esecutori, a mancare sono sempre i nomi dei mandanti. Il poliziotto Nino Agostino e sua moglie Ida Castelluccio, l'educatore carcerario Umberto Mormile, l'infiltrato Luigi Ilardo, il mafioso Antonino Gioè sono alcuni dei personaggi che ci accompagneranno in questa lunga e faticosa ricerca della verità. Di Michela Mancini con la regia di Christian Manfredi

Il gioco del mostro - Ottobre 1992, nelle campagne di Foligno un bambino di quattro anni sparisce nel nulla. Il suo corpo verrà ritrovato due giorni più tardi nei boschi sopra la città, seguendo le indicazioni contenute in un messaggio di sfida lasciato in una cabina. La caccia all'assassino durerà dieci mesi, ma servirà il sangue di un secondo bambino per smascherare Luigi Chiatti e fermare il gioco del mostro. Un podcast di Giulia Bianconi, Massimo Solani e Dario Tomassini, regia di Leonardo Patanè. TGR Umbria con Radio 1 e RaiPlay Sound

Il senso della Serie A - Non solo gol, non solo schemi, non solo scudetto. Il racconto dell'ultima giornata campionato di Serie A attraverso le parole di chi ama così tanto il calcio da poterne dire anche male. Con Francesco Graziani

L'Arco di Chiara - Siamo gli speaker di Radioimmaginaria, la radio degli adolescenti. Una domenica di giugno del 2021, in un bosco dell'appennino tosco emiliano, Chiara, una ragazzina di 15 anni, viene uccisa a coltellate da un suo amico sedicenne. Alla fine di un interrogatorio estenuante, Alex sembra essere il maggiore indiziato di questo delitto. Dice di averla uccisa perché si accollava. Alex ora è in carcere in attesa di processo. La storia però è ancora piena di aspetti che devono essere approfonditi. Raccontare quello che è successo a questa nostra coetanea è doveroso. Poteva accadere a chiunque di noi. Scritto da Lorenzo Liberatore, Marco Regazzi, Noemi Sassatelli, musiche di Daniele Bengi Benati, prodotto da Radioimmaginaria. Post Produzione Simone Gigante. La canzone "Sad Story" è cantata da Matil; consulenze legali di Giovanni Annunziata di Studio Legale Giovanni Annunziata, Marco Cappucci, Francesca Tranchida di Studio Legale Capucci, Giulia Maienza, Andrea Pontecorvi e Pietro Puchet di Herbert Smith Freehills. Un ringraziamento speciale va ai genitori di Chiara, Giusi e Vincenzo, Francesca Taibbi, a Martina e all'Associazione L'Arco di Chiara che ha ispirato il titolo di questo podcast.

L'Ora della Venezia Giulia - "L'Ora della Venezia Giulia" è la trasmissione prodotta dalla Sede Rai del Friuli Venezia Giulia che si rivolge alla Comunità Nazionale Italiana di Slovenia e Croazia. Lo spazio quotidiano si apre con il notiziario realizzato dalla Tgr, la Testata giornalistica regionale. A seguire, il programma della nostra sede, "Sconfinamenti", a cura di Massimo Gobessi. Ogni domenica "L'ora della Venezia Giulia" si conclude con la rubrica "Il pensiero religioso", a cura della diocesi di Trieste.

La Palazzina. Una storia di mobbing di massa - Un corridoio sporco, con sei o sette uffici che si aprivano ai due lati. Qualche scrivania, sedie sgangherate, nessun computer né telefono, finestre rotte e fili elettrici a vista. Questo fu lo spettacolo che si presentò agli ispettori del lavoro di Taranto quando, nel novembre del 1998, entrarono nella famigerata Palazzina LAF. Era un reparto punitivo all'interno dell'acciaieria Ilva. Vi furono confinati - senza nulla da fare per otto ore e mezzo al giorno - ben 79 lavoratori che per vari motivi erano malvisti dalla proprietà, cioè dall'ingegner Emilio Riva. E' per lo scandalo Palazzina LAF che in Italia si comincia a parlare di mobbing: l'8 marzo del 2006 la Cassazione conferma la condanna per violenza privata a carico del proprietario dell'Ilva e di dieci dirigenti. Autrice Carla Manzocchi. Regia Luca Bernardini. Letture Valentina Antonelli, Giuseppe Carrisi e Lorenzo Opice.

La posta in gioco - Un voto importantissimo, per gli equilibri dell'America e del mondo. L' 8 novembre Stati Uniti alle urne per le midterm, le elezioni di metà mandato, in cui tradizionalmente il partito del presidente in carica perde consensi (e seggi). In gioco quest'anno non c'è solo il controllo del Congresso che potrebbe passare ai repubblicani, in gioco – secondo il presidente Biden – ci sono diritti e democrazia. I temi cruciali, le sfide decisive, i candidati in primo piano, il possibile impatto sul futuro politico di Joe Biden e di Donald Trump, in vista delle presidenziali del 2024. Di Laura Pepe Regia di Leonardo Patané

Lo stato parallelo - A più di quarant'anni dall'accaduto, questo "action-podcast" fa rivivere in 10 puntate la scoperta dei meccanismi segreti che legarono la P2 alle istituzioni dello stato. Tra indagini, ritrovamenti e processi, a guidarci è proprio chi di quei fatti è stato protagonista: l'ex magistrato Gherardo Colombo, che, col collega Giuliano Turone, condusse nei primi anni 80 un'operazione senza precedenti che portò, tra ostacoli e intimidazioni, a svelare la più potente e pericolosa organizzazione massonica italiana. Attraverso il racconto di Gherardo Colombo e la ricostruzione degli eventi con documenti e testimonianze, la serie svela tutti gli aspetti più controversi di quel sistema occulto di potere che si era impadronito delle istituzioni, tra stragi, scandali, servizi segreti, potenze straniere, politici, imprenditori, magistrati e giornalisti corrotti e complici, stragismo nero e terrorismo rosso, con la connivenza dei vertici delle istituzioni italiane ed estere. Luci e ombre di un passato non troppo lontano che conserva ancora forti legami con il presente. Da un'idea di Gherardo Colombo e Danco Singer. Un podcast prodotto da Frame-Festival della Comunicazione per Rai Play Sound

Omissis - Graziella De Palo: una storia italiana - 1980. Muoiono giornalisti e giudici, tremano e crollano case in Irpinia, un'esplosione alla stazione di Bologna, un aereo nel mare di Ustica, un bomba sul treno Italicus. E in tutte queste storie se ne smarrisce una, che attira a sé quanto di più oscuro c'era in Italia: la storia di una ragazza di 24 anni. Questa è la storia di due amiche che crescono, inseparabili, negli anni Settanta, che militano, ventenni, nel Partito radicale e diventano giornaliste. Una si occupa di cultura, l'altra di traffico d'armi. L'altra è Graziella De Palo. La sorte di Graziella e del suo collega Italo Toni diventa un nodo, tuttora non sciolto, di un groviglio di interessi, depistaggi, trame dove tutto è collegato: la strage di Bologna e Gladio, l'assassinio di Ilaria Alpi e le navi dei veleni, la P2 e la morte di Aldo Moro. Sulla vicenda di Graziella è stato posto il segreto di Stato. Un podcast di Loredana Lipperini. Regia di Fabiana Carobolante. Suono di Alfredo Morana. Con la collaborazione ai testi di Michele De Mieri, alle interviste e alle ricerche d'archivio di Benedetta Annibali e Marcello Anselmo, alle riprese di Roberta Ginocchio.La segreteria organizzativa è di Barbara Mittiga e la supervisione di Cristiana Castellotti.

Patrick - Patrick Zaki è lo studente egiziano, iscritto a un master d'eccellenza europeo tenuto presso l'Università di Bologna, che il 7 febbraio 2020 viene arrestato appena atterrato al Cairo, dove era rientrato per salutare la sua famiglia. Da allora, per lui, inizia un percorso kafkiano nel limbo della detenzione cautelare che il sistema giudiziario egiziano gli rinnova ogni 15 o 45 giorni fino a  settembre, quando Patrick viene rinviato a giudizio. Le accuse a carico di Patrick Zaki sono legate a suoi scritti circolati sul web, che il regime egiziano ritiene sovversivi, pericolosi, addirittura terroristici. Per Amnesty International, quello di Patrick Zaki è l'ennesimo caso fabbricato per mettere a tacere il dissenso: Zaki è un prigioniero di coscienza. Ora che il processo è iniziato, questo podcast vuole ricostruire dall'interno la vicenda di Patrick, con le voci di parenti, amici, colleghi e docenti tra Bologna e Il Cairo. Nel farlo vuole anche raccontare l'intenso lavoro dell'inedita campagna che per più di 20 mesi ne ha chiesto la liberazione e che ha sollecitato il Parlamento italiano a votare una mozione che impegna il governo a conferire a Patrick la cittadinanza. Un'iniziativa che non ha rallentato l'export di armamenti nei confronti dell'Egitto. Export che invece di bloccarsi - come chiesto da diverse risoluzioni del Parlamento europeo - aumenta. Un podcast di Azzurra Meringolo

Prima dell'alba - Daily - Prima dell'Alba è la Rassegna stampa di Radio 1 condotta da Enrica Belli e Pablo Rojas, in diretta ogni mattina dal lunedì al venerdì dalle 5 alle 6,30. In questa parte i titoli, le interviste e gli editoriali principali dei giornali.

Ragazze con la pistola - Tradite, disperate, determinate, vendicative. Sei donne, sei storie, sei omicidi. Sullo sfondo l'Italia dal Dopoguerra a agli anni 2000. Il racconto di sei lucide e folli esecuzioni riascoltando le voci dei testimoni, protagonisti e cronisti del tempo, recuperate dalle Teche Rai e dagli archivi dei quotidiani. Un tuffo in una Italia lontana, ma non troppo. Di e con Katiuscia Magliarisi, giornalista, playwriter, esperta di storytelling postmediale.

Va tutto bene. Trent'anni senza Falcone e Borsellino - Il vocio dei bambini ad una festa di comunione viene interrotto da un silenzio irreale. I 'grandi' – o almeno quelli che i bimbi vedono come tali – sono fermi in silenzio, davanti all'unico televisore presente in quella sala. Così inizia il racconto di Paolo Borrometi, giornalista modicano che quel 23 maggio del 1992, aveva soltanto 9 anni. L'attentato terroristico di stampo mafioso che mette fine alla vita del giudice Giovanni Falcone, di sua moglie e di tre agenti della scorta, seguito, a soli 57 giorni, dall'attentato in via d'Amelio a Palermo, dove a sacrificare la vita al servizio dello Stato è il giudice Paolo Borsellino, cambia e sconvolge per sempre la storia di molti individui e dell'intero Paese. L'Italia si riscopre diversa, conosceva già la violenza mafiosa, ma quei giorni perde definitivamente l'apparente 'innocenza', risvegliandosi dal sonno atavico che per qualcuno voleva dire 'poter convivere con le mafie'. Cosa è successo in questi 30 anni, chi ha ereditato i valori espressi dalla vita, dal lavoro, dal modo di essere di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino? Un racconto di quei giorni e di questi 3 decenni attraverso le voci di Angelo Corbo, poliziotto della scorta di Falcone, sopravvissuto alla strage di Capaci, di Chiara Contesini, magistrato livornese classe 1989, e di Salvatore Borsellino, fratello del giudice ucciso in via d'Amelio.

Verità e giustizia per Giulio Regeni - Il difficile cammino per fare piena luce sull'omicidio di Giulio Regeni, il giovane ricercatore friulano ucciso in Egitto nel 2016. Dopo 6 anni, sono stati fatti passi in avanti, ma le verità emerse con l'inchiesta e l'instancabile impegno dei genitori di Giulio aspettano ora di essere riconosciute nelle sedi della giustizia. Un podcast per tenere alta l'attenzione su una vicenda che mobilita sul piano internazionale donne, uomini e associazioni (il cosiddetto Popolo giallo) ed è divenuta emblema della lotta per i diritti umani. A cura di Daniele Morgera.

Vite a Mare - Voci, suoni, interviste. La cronaca di 17 giorni a bordo della Geo Barents, la nave umanitaria di Medici senza Frontiere in acque SAR -Search and Rescue- maltesi e libiche. Il racconto in tre puntate è di Valeria Riccioni, che ha partecipato a tutte le operazioni di salvataggio dei migranti. La giornalista ripercorre ogni momento del viaggio insieme ai naufraghi e al team di MsF. Regia di Leonardo Patanè.

Cucina ed enogastronomia

Corso per sommelier alla radio - Come scoprire la qualità del vino e come servirlo. Tutti gli strumenti per analizzare, conoscere e gustare un buon vino, dalla vigna alla tavola. Fede e Tinto di Decanter presentano il Primo Corso Italiano per Sommelier alla Radio. Conduttori: Federico Quaranta e Nicola Prudente "Tinto" . A cura di Alex Alongi In onda su Radio2 a "Decanter" dal 23 febbraio al 19 luglio 2012

La Storia in Cucina - Un ciclo interamente dedicato alla cucina. Dalle origini dell'uomo ai modelli alimentari romani, germanici e cristiani

Wine Lovers - Racconti, tendenze, tradizioni di questo affascinante "nettare". A cura di Gianluca Semprini

Cultura

Alighieri Durante, detto Dante - Un grande appuntamento per raccontare le pagine più importanti della vita del Sommo Poeta, con la "straordinaria partecipazione" di Giovanni Boccaccio, Dino Compagni, Leonardo Bruni, Giovanni e Filippo Villani, interpretati da un cast di ottimi attori, e la narrazione del professor Barbero.

Angelo chi legge - Accolgono gli ospiti, accompagnano gli autori e vegliano sui dialoghi: sono gli angeli di pordenonelegge, hanno vent'anni e vivono immersi nel festival dei libri. Abbiamo chiesto loro di raccontare un libro in pochi minuti nel modo più efficace, usando il loro linguaggio e trasmettendo anche i loro sentimenti. Un libro da consigliare, una lettura che li ha emozionati rivolgendosi principalmente ai loro coetanei, Un progetto pordenonelegge realizzato in collaborazione con la Sede Rai FVG. A cura di Mario Mirasola e Riccardo Cicconetti.

Dante Istoriato. A riveder le stelle - Le audiodescrizioni dedicate all'Ipervisione della Galleria degli Uffizi sui disegni della Divina Commedia di Federico Zuccari. Il progetto "Dante Istoriato. A riveder le stelle" è l'omaggio che le Gallerie degli Uffizi dedicano al Sommo Poeta, nell'anniversario dei 700 anni dalla morte, pubblicando sul sito ufficiale le tre cantiche della Divina Commedia istoriate da Federico Zuccari. Al fine di ampliare le opportunità di fruizione della mostra virtuale, Rai Pubblica Utilità ha collaborato con Gallerie degli Uffizi per rendere completamente accessibile l'esposizione digitale, realizzando le audiodescrizioni di ciascuna delle 92 tavole che compongono il percorso virtuale della mostra (di cui 88 immagini, 3 introduzioni - una per Cantica - e 1 frontespizio). La voce di Federico Pacifici e i testi di Luca Della Bianca accompagnano le illustrazioni di Federico Zuccari, consentendo anche alle persone con disabilità visive di apprezzarle nei poetici dettagli.

I Grandi della Letteratura Italiana - Un programma da sfogliare come un libro e da "leggere" insieme a Edoardo Camurri, autore – insieme a Errico Buonanno, Michele De Mieri e Tommaso Giartosio – di questa produzione realizzata con la supervisione del Comitato Scientifico composto dai professori Carlo Ossola, Gabriele Pedullà e Luca Serianni.

Il Caffè - Il programma culturale condotto da Pino Strabioli. In ogni puntata, notizie e approfondimenti su teatro, cinema, libri e musica. Ogni settimana ospiti i protagonisti della tv di ieri e di oggi, attori, scrittori e musicisti. Un viaggio nel racconto della memoria e nella scoperta delle novità che si muovono in campo culturale.

Italiane - Da Grazia Deledda a Rita Levi Montalcini, da Francesca Cabrini a Nilde Iotti. Figlie del popolo o aristocratiche, raffinate o incolte, "Italiane" è un affresco di circa 250 storie che, a partire dal Risorgimento, racconta il nostro paese attraverso la vita delle tante donne a cui noi tutti dobbiamo dire grazie e verso le quali si sente il dovere civile di conservarne la memoria e proseguirne l'impegno.  In tutte risiede il merito di aver contribuito alla crescita collettiva delle donne, alla loro emancipazione e alla consapevolezza d'essere protagoniste. "Italiane" è una produzione Rai Per il Sociale realizzata in collaborazione con il Dipartimento per l'informazione e l'editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Dipartimento per le Pari Opportunità della PCM, la Direzione Radio Rai e RaiPlay Sound.

L'età da inventare - Comunque la si viva, la vecchiaia spesso fa paura o porta con sé la malinconia del tramonto Per alcuni inoperosità forzata e solitudine. Per altri una lontana minaccia da sfuggire. Eppure oggi è diventata un tempo importante dell'esistenza, e si presenta come un'età da inventare. Mons. Vincenzo Paglia propone una visione penetrante e innovativa della vecchiaia. Un periodo libero dalla tirannia della produttività e disponibile per rafforzare legami e momenti di ascolto, un tempo degli affetti, della riflessione, del contributo offerto alla comunità. Un orizzonte spirituale che permette di dare senso al ciclo della vita, proiettando le proprie speranze nel futuro nel sentire la vecchiaia stessa come un compimento verso l'Eterno. Di Monsignor Vicenzo Paglia

La grande radio - La grande radio approfondisce grandi temi e personaggi attingendo in ogni puntata a diversi programmi che ci hanno aiutato a comprenderli nella storia e nella società; programmi più o meno recenti dell'archivio Rai che hanno raccontato e lasciato raccontare temi e protagonisti della cultura, dell'arte, della musica, dello spettacolo e della letteratura. La trasmissione, pensata in questa forma e curata per molti anni da Daniela Sbarrini, è da dicembre 2021 a cura di Cristina Faloci e Cristiana Munzi.

Lezioni materane - Il contributo di Radio3 a Matera capitale europea della cultura 2019 non sarà solo "Materadio. La festa di Radio3 a Matera" ma anche un ciclo di incontri con alcuni tra i maggiori esponenti della cultura italiana. Un ciclo dal titolo "Lezioni materane", che non è solo un omaggio a Italo Calvino, ma è l'indicazione di un modello che mira alla comprensione di alcune delle parole chiave del nostro tempo. E lo fa a partire da un tema generale che, in maniera più o meno diretta, formerà l'oggetto di ciascuna lezione. Questo tema è "I Sud": da Matera, prima città meridionale a ricevere la designazione a capitale europea della cultura, guarderemo ai Sud di tutto il mondo, per capirne le potenzialità e le complessità, la loro forza mitica e la vitalità culturale, la fragilità economica e le contraddizioni sociali. Da questo punto di vista, più che un esempio, Matera rappresenta una suggestiva metafora che l'ha portata dall'isolamento della vergogna alla rinascita di una nuova identità.

Lo stato parallelo - A più di quarant'anni dall'accaduto, questo "action-podcast" fa rivivere in 10 puntate la scoperta dei meccanismi segreti che legarono la P2 alle istituzioni dello stato. Tra indagini, ritrovamenti e processi, a guidarci è proprio chi di quei fatti è stato protagonista: l'ex magistrato Gherardo Colombo, che, col collega Giuliano Turone, condusse nei primi anni 80 un'operazione senza precedenti che portò, tra ostacoli e intimidazioni, a svelare la più potente e pericolosa organizzazione massonica italiana. Attraverso il racconto di Gherardo Colombo e la ricostruzione degli eventi con documenti e testimonianze, la serie svela tutti gli aspetti più controversi di quel sistema occulto di potere che si era impadronito delle istituzioni, tra stragi, scandali, servizi segreti, potenze straniere, politici, imprenditori, magistrati e giornalisti corrotti e complici, stragismo nero e terrorismo rosso, con la connivenza dei vertici delle istituzioni italiane ed estere. Luci e ombre di un passato non troppo lontano che conserva ancora forti legami con il presente. Da un'idea di Gherardo Colombo e Danco Singer. Un podcast prodotto da Frame-Festival della Comunicazione per Rai Play Sound

Mostri, Eroi e Principesse - Il racconto delle cose e dei fatti. Attraverso i racconti dei libri, delle leggende, dei miti e dei film Ernesto Franco ricostruisce in un percorso di 10 puntate, la vita degli eroi popolari trattandoli come persone vere, con la loro infanzia, la giovinezza, la maturità, i travagli, gli amori, le umane debolezze. Le imprese e le avventure fanno da sfondo a un racconto che si preannuncia avvincente in cui s narrerà di Don Giovanni e di Robin Hood, di Corto Maltese e di Sherazade, di Marlowe e di Faust, di Morgana e di Tex Willer, di Nero Wolfe e di Moby Dick. Di Ernesto Franco. Regia di Vittorio Attamante. Andato in onda dal 9 al 20 giugno 2003.

Senza Confine - Alla fine del Settecento, sull'onda dell'entusiasmo suscitato dall'idea di progresso, cominciò l'avventura affascinante di alcuni uomini e di alcune donne che si posero l'obiettivo di conoscere popoli, costumi e usanze diverse da quelle europee. Spinti dal desiderio di conoscenza, a volte da semplice curiosità, o anche spesso da motivazioni molto personali, questi antropologi e antropologhe intrapresero viaggi tornando ciascuno con "una storia" che, unita alle altre storie precedenti, contribuì a una più completa conoscenza del genere umano. A partire dai viaggi compiuti in Arabia, Iran, Pakistan, Medio Oriente e Africa, da "Ugo Fabietti", autore di questo ciclo, si racconteranno gli incontri e le scoperte fatte in compagnia reale e immaginaria con altri antropologi e antropologhe che hanno esplorato per noi la differenza culturale e quella dell'unità umana. Di Ugo Fabietti. Regia di Sara Zambotti

Sulla paura - Cosa significa avere paura? Sappiamo che questa emozione primaria, la sola che condividiamo con gli animali, ha la funzione di segnalarci un pericolo e dunque di prepararci alla difesa. Ma è anche un sentimento che si alimenta di suggestioni e immaginazione. E dunque, seppur conosciuta e sperimentata da noi tutti, rappresenta per ciascuno un'esperienza diversa. Abbiamo chiesto a cinque scrittori italiani di raccontarci le loro paure, e insieme a loro ne esploreremo gli insondabili territori.

Un archivio salvato - Nel carcere di San Sebastiano, a Sassari, nord della Sardegna, sei detenuti e un professore hanno recuperato l'archivio dell'ex colonia penale di Tramariglio, piccolo borgo non lontano da Alghero, attiva dal 1940 al 1962 e oggi sede del Parco Naturale Regionale di Porto Conte. Questa è una storia di un carcere. Di un carcere e di un lavoro. Di un carcere, di un lavoro e di tante pagine. Una storia che dal carcere di oggi parla del carcere di ieri. E Ieri è quasi sessant'anni fa. Di Daria Corrias e Stefano A. Tedde.

Xenos - Nell'antica Grecia, ai tempi di Omero, Xenos significava straniero, ospite, amico, era il viandante al quale si mostrava rispetto e ospitalità. Cosa rimane, oggi, di questo senso di alterità, del reale desiderio di conoscenza di altre culture? Dove si è perso il linguaggio dell'accoglienza per far posto invece alla paura, trasformando spesso un bene prezioso in un nemico? Il podcast Xenos recupera lo spirito costruttivo dell'accezione originaria del termine attraverso le voci di molti stranieri, arrivati in Italia per cercare un approdo lontano da guerre, povertà, persecuzioni. Straniera è anche la persona straordinaria ma invisibile perché dotata di differenti abilità. Migranti e disabili, a loro è offerto spazio e tempo per rompere le proprie solitudini e presentarsi rivelando talenti, aspirazioni. Per abbattere i pregiudizi e crescere nella reciprocità. Xenos è un podcast scritto e realizzato da Sandra Salvato e Antonella Palermo con la collaborazione tecnica di Emanuele Donnini. Musiche originali di Riccardo Brizzi e Michele Mingrone, con effetti e supervisione di Sergio Nachira. Hanno contribuito: Trio GoInBa, Stefano Indino, Ady Cohen, Franco Baggiani, Filomeno Lopes. La copertina è dell'artista Riccardo Brizzi. Il programma è presentato da Federcasse.

Dance music

Dance Revolution. Quattro voci della discomusic - Le vite di Manu Dibango, Barry White, Donna Summer e Sylvester, raccontate da Marco Silvestri

Danza e ballo

Dalle ombre del Tanztheater alle luci di Broadway - Le vite di quattro danzatori e coreografi del XX secolo, pionieri della danza moderna, raccontate da Rossella Battisti

Danza per elementi dall'aria di Paul Taylor al fuoco di Bob Fosse - Quattro protagonisti della danza contemporanea raccontati da Rossella Battisti

Silfidi, cigni e altre creature fantastiche nel balletto - Le vite straordinarie di quattro ballerine che hanno fatto la storia della danza

Digitale

Codice Beta - Ogni cosa è digitale - Siamo sommersi da notizie su tecnologie che dovrebbero risolvere i nostri problemi ma che più spesso ci disorientano e che a volte ci inquietano. Quel che ci manca sono le chiavi di lettura per capire questo salto d'epoca. Codice Beta, il podcast di Barbara Carfagna e Massimo Cerofolini, con i migliori esperti dell'innovazione, punta proprio a questo: tracciare la mappa per orientarsi in un mondo dove ogni cosa è digitale ma dove ogni speranza resta irriducibilmente umana.

Insert Coin. Il grande gioco dei videogames - I videogiochi sono un grande fenomeno della società digitale. Un'industria globalizzata che guida l'evoluzione delle tecnologie e delle professioni; genera creatività, ricerca, condivisione; suscita allarmi sull'utilizzo incontrollato ma favorisce l'accessibilità e promuove l'inclusione sociale. Accanto all'industria dell'intrattenimento cresce una produzione indipendente che crea giochi storici, informativi, scientifici, didattici. Un comparto diffuso che sviluppa nuovi saperi, lavoro, innovazione, capacità d'impresa per i giovani. Documentare le tante facce del gaming con un podcast, cioè senza la dimensione visuale, aiuta a comprendere in che modo il videogioco è diventato un sistema di interazioni fisiche e virtuali che sta cambiando lo statuto della realtà e il senso profondo della nostra identità. Giocare è una faccenda seria, i bambini lo sanno bene. Gli adulti lo scoprono con i videogames. Ideato e realizzato da Michele Gulinucci, Simona Lucchini, Nicoletta Micacchi, Fabio Ramacciani, Andrea Vignolini. Collaborazione di Simona Forner. 15 episodi

L'altra metà del verso - Essere umani nel mondo dei dati - Andando in giro col telefono, partecipando alle conversazioni sui social media, leggendo qualsiasi cosa online; pagando con la carta di credito; difendendo le proprietà con le telecamere davanti alla porta di casa o sul balcone; andando in automobile: insomma, in moltissime circostanze della vita quotidiana, miliardi di persone che usano le tecnologie digitali producono dati che vengono registrati da decine di server di ogni parte del mondo sviluppato. I giganti dell'economia planetaria prosperano con il trattamento di quei dati. I più grandi avanzamenti tecnologici si basano sull'elaborazione di quei dati. Il potere degli stati più importanti si basa sul controllo di quei dati. Lo stesso denaro è destinato a diventare un'aggregazione di dati. La vita nel mondo dei dati è tanto più libera quanto più è consapevole. E in questo podcast cerchiamo di aumentare di un poco quella consapevolezza. In nome della nostra libertà. Un podcast originale di Luca De Biase per Rai Radio3

Next Generation - La ripresa raccontata dalle nuove generazioni. Il Next Generation EU non è solo un piano di ripresa: è il simbolo della ripartenza che dobbiamo costruire ogni giorno. Questo podcast racconta la Next Generation, storie grandi e piccole di giovani che con il loro entusiasmo e impegno quotidiano danno forma al futuro. Ogni puntata approfondisce le tante sfumature dei temi centrali per il rilancio del nostro Paese tramite la voce dei suoi protagonisti. Next Generation è un podcast della Fondazione Antonio Megalizzi per Rai Radio1. Nata per promuovere il dibattito democratico e favorire lo sviluppo del senso critico, con particolare riguardo verso le nuove generazioni, la Fondazione si muove nel solco dei progetti e dei sogni concreti di Antonio Megalizzi, giornalista trentino vittima dell'attentato di Strasburgo del dicembre 2018. Capo progetto Rai Dario Dionoro. In redazione Sabrina Fasanella, Andrea Fioravanti, Caterina Moser e Nicola Pifferi. Voce Nicola Pifferi. Sonorizzazione Rossella Biagi.

Smart Life - Con la trasformazione digitale, quali sono i lavori del futuro? Quali sono i lavori che spariranno, quelli che sopravviveranno o che si dovranno ibridare con il digitale? E quali sono le competenze necessarie per prepararsi a questa trasformazione? Esperti accreditati ci spiegano come stanno cambiando i diversi settori dell'economia e i diversi mestieri, dandoci nuove prospettive e nuove chiavi di lettura. Smart Life è un programma curato da Emanuela Pesando. Una produzione Rai per il Sociale per l'inclusione Digitale in collaborazione con RaiPlay Sound.

Un archivio salvato - Nel carcere di San Sebastiano, a Sassari, nord della Sardegna, sei detenuti e un professore hanno recuperato l'archivio dell'ex colonia penale di Tramariglio, piccolo borgo non lontano da Alghero, attiva dal 1940 al 1962 e oggi sede del Parco Naturale Regionale di Porto Conte. Questa è una storia di un carcere. Di un carcere e di un lavoro. Di un carcere, di un lavoro e di tante pagine. Una storia che dal carcere di oggi parla del carcere di ieri. E Ieri è quasi sessant'anni fa. Di Daria Corrias e Stefano A. Tedde.

Diritto

#Anch'io - In occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne la redazione di Tre Soldi ha provato a fare il punto sulla situazione chiedendo via e-mail ad amiche e conoscenti di raccontare un episodio di molestia o abuso. Le risposte sono state superiori alle aspettative e il passaparola ha portato nei nostri studi storie di donne che hanno colto l'occasione per condividere la loro esperienza con gli ascoltatori. A partire dal #Metoo internazionale che ha aiutato ad acquisire consapevolezza e denunciare abusi, #Anch'io fa emergere un vissuto condiviso dalla maggior parte delle donne raccontandoci che nessuna condizione sociale, nessun luogo, nessun professione e nessuna età mettono al riparo da qualche genere di violenza.

Fumettisti dei diritti civili: quattro disegnatori afroamericani - Le vite di Zelda Mavin Jackson (Jackie Ormes ), Elmer Simms Campbell, Emory Douglas, Oliver Wendell Harrington, raccontate da Gianluca Diana

Storie di DJ afroamericani per il Civil Rights Movement - "Storie di DJ afroamericani per il Civil Rights Movement" di Gianluca Diana - Quattro voci dell'afroamerica di peso nella radiofonia dello scorso secolo, capaci dietro ad un mestiere apparentemente frivolo, di contribuire in modo determinante alla stagione del "Civil Right Movement". Richard Durham. WMAQ - Chicago. Autore del leggendario format "Destination Freedom"; Dr. Daddy-O. WWEZ - New Orleans. Il primo programma condotto da un afroamericano nella città della musica; Rufus Thomas. WDIA-AM – Memphis. Il noto cantautore è stato prima di tutto la voce di Memphis per eccellenza; "Chattie" Hattie Leeper. WGIV-AM – Cherlotte, NC. La prima donna nera nonchè imprenditrice di successo nel mondo discografico.

Docufiction

Marta. Il delitto della Sapienza - Il 9 maggio 1997, all'interno della Sapienza, la città universitaria di Roma, viene uccisa Marta Russo, una studentessa di ventidue anni. Ripercorriamo, attraverso le registrazioni audio del diario intimo e segreto di Marta, sinora mai reso pubblico, il racconto inedito di una storia che ha sconvolto ed appassionato il Paese.

Ossi di Seppia - Il rumore della memoria - Una docuserie per rivivere, grazie a testimoni d'eccezione, le storie spesso dimenticate del nostro recente passato.

Documentari

#Anch'io - In occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne la redazione di Tre Soldi ha provato a fare il punto sulla situazione chiedendo via e-mail ad amiche e conoscenti di raccontare un episodio di molestia o abuso. Le risposte sono state superiori alle aspettative e il passaparola ha portato nei nostri studi storie di donne che hanno colto l'occasione per condividere la loro esperienza con gli ascoltatori. A partire dal #Metoo internazionale che ha aiutato ad acquisire consapevolezza e denunciare abusi, #Anch'io fa emergere un vissuto condiviso dalla maggior parte delle donne raccontandoci che nessuna condizione sociale, nessun luogo, nessun professione e nessuna età mettono al riparo da qualche genere di violenza.

#Braccio 5 - Braccio cinque - segnali radio dal carcere di Regina Coeli è il frutto di un laboratorio radiofonico realizzato all'interno del più antico penitenziario di Roma, insieme alla cooperativa PID, Pronto Intervento Disagio. Dal 15 aprile al 22 giugno del 2018 un gruppo di detenuti si è trovato ogni settimana nella sala multimediale dell'istituto, situata sotto la sezione 5. Hanno condotto finte dirette (non essendo possibile effettuare una vera trasmissione), realizzato interviste immaginarie, (non avendo il permesso di avere ospiti dall'esterno), dato voce a sceneggiati sonori di fantascienza.

'Nu poc' e me - "'Nu poc' e me. Io Napoli e la scena neomelodica" di Anna Raimondo - A Napoli la musica inonda le strade, fa cantare a squarciagola, raduna migliaia di appassionati, muove soldi e crea successo. È il fenomeno, non nuovo e spesse volte raccontato, dei cantanti neomelodici, artisti amatissimi, che si portano dietro fan accaniti e vendono dischi a palate

100 anni di Bauhaus - Le vite di Walter Adolph Gropius, Annelise Else Frieda Fleischmann, Marianne Brandt e Marcel Breuer, raccontate da Enrico Morteo

12 dicembre 1969 - 12 dicembre 1969: la strage di Piazza Fontana con Benedetta Tobagi. 12 dicembre 1969: l'hanno chiamato "il giorno dell'innocenza perduta" perché dopo la strage di piazza Fontana – la bomba che uccide 17 persone in una banca nel pieno centro di Milano – l'Italia non è più stata la stessa. Piazza Fontana segna l'inizio di una stagione di stragi e terrorismo, di cui il Paese porta ancora le cicatrici, anche perché, dopo 36 anni di inchieste e processi, la strage resta impunita. Benedetta Tobagi ripercorre quella giornata fatale intrecciando piccole e grandi storie, calando gli ascoltatori nel clima sociale e politico e del tempo, ritessendo i fili oscuri che hanno portato all'impunità, ma non ci hanno impedito di conoscere la verità storica sulla "madre di tutte le stragi".

16 ottobre 1943: La razzia nel Ghetto - La giornata di venerdì 16 ottobre, verrà scandita dal racconto della storica Anna Foa che in 10 tappe seguirà l'evoluzione, ora per ora, degli eventi di quella drammatica giornata del 1943 in cui oltre mille ebrei romani – uomini e donne di tutte le età – furono catturati, casa per casa, da una squadra speciale di SS guidata dal nazista Theodor Dannecker, appositamente arrivato da Berlino per risolvere definitivamente la questione ebraica nella capitale, arrestando e deportando tutti gli ebrei. L'occupazione nazista dell'Italia centro settentrionale era iniziata da 5 settimane e mai prima di allora gli ebrei italiani – anche se pesantemente discriminati dalle leggi razziali fasciste del 1938 - erano stati uccisi in massa o deportati nei campi di sterminio, come di fatto stava avvenendo in tutti gli altri paesi europei sotto il gioco di Hitler. E' proprio con la razzia del 16 ottobre, quindi, svoltasi dalle 5.30 alle 14.00 nel vecchio ghetto e in altri quartieri della città – che ha inizio la sistematica messa in opera dei progetti di sterminio nazisti contro gli ebrei italiani. Gli ebrei catturati il 16 ottobre, saranno detenuti per due giorni al Collegio Militare, proprio a due passi dalle finestre del Papa. Il 18 ottobre i prigionieri saranno caricati su un treno merci che dalla Stazione Tiburtina li porterà nel campo di sterminio di Auschwitz Birkenau, in Polonia. Di quel convoglio, alla fine della guerra, torneranno solo in 17.

2 agosto 1980 - La lunga giornata del 2 agosto 1980 ripercorsa ora per ora, fin dal momento in cui, alle 10.25, una bomba di enorme potenza esplode nella sala d'aspetto di seconda classe della Stazione Centrale di Bologna, travolgendo tutti quelli che si trovavano nel locale, sul marciapiede del primo binario, nel bar-ristorante accanto e nel piazzale dei taxi. Le 10.25 sono un orario che difficilmente si dimentica e che l'orologio fuori dalla stazione ricorda ancora oggi. Le vittime della strage, alla fine, saranno 85 e i feriti oltre 200.

20 settembre 1870: La breccia di Porta Pia - 150 anni fa, il 20 settembre del 1870 con la Breccia di Porta Pia l'esercito italiano di Vittorio Emanuele II conquistò Roma mettendo fine al più antico regno d'Europa, quello di Pio IX, il Papa Re.

2020: Fuga da Milano - "2020: Fuga da Milano" di Jonathan Zenti | Jonathan Zenti si trova a dover prendere un volo dagli Stati Uniti a Milano proprio nei giorni dell'esplosione dei contagi. Il suo racconto è un diario delle inquietudini interiori e dello svuotamento degli spazi esteriori, ambientato nei luoghi solitamente affollati di aeroporti, aerei e mezzi pubblici. Un ritorno a casa che assume i tratti di un confinamento volontario e che ricorda realtà distopiche che improvvisamente diventano reali. Una su tutte quella di "1997: Fuga da New York" di John Carpenter, la cui colonna sonora fa da sfondo a questo diario. Jonathan Zenti è autore del podcast "Problemi" e "2020: Fuga da Milano" è prodotto da Agave Studio.

23 maggio 1992 - Ora per ora, Lirio Abbate racconta il giorno della strage di Capaci. Il 23 maggio 1992 la Mafia colpisce il cuore dello Stato uccidendo in un attentato senza precedenti per la violenza messa in campo il magistrato Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e i tre agenti della scorta Antonio Montinari, Rocco Di Cillo, Vito Schifani. Il racconto di quella giornata di 26 anni fa è affidato al giornalista Lirio Abbate che ora per ora intreccia le ultime ore di vita e di lavoro di Giovanni Falcone con la cronaca delle votazioni alla Camera dei deputati per eleggere il nono Presidente della Repubblica.

25 aprile 1945. Documenti e testimonianze - Beppe Fenoglio: un uomo, un partigiano. Le due Liberazioni. Ricordi, valutazioni e musiche del 25 aprile.

25 aprile 1945: Milano, Genova, Torino - Radio3 celebra quest'anno l'anniversario della Liberazione punteggiando tutta la giornata con il racconto della cronaca di quel fatidico 25 aprile 1945 in cui finalmente l'Italia del Nord viene liberata dai partigiani mettendo fine all'occupazione nazifascista. Tutte le trasmissioni ospiteranno al loro interno la voce dello storico Carlo Greppi che ricostruirà, per frammenti, i momenti cruciali, esaltanti e drammatici di quella giornata vissuta nelle strade e nelle fabbriche di Milano, Genova e Torino. Protagonisti del racconto i vertici della Resistenza che, dall'alba al tramonto, diedero vita a quell'impresa, diramando l'ordine di insurrezione nazionale che liberò il paese senza attendere l'arrivo degli Alleati. Progetto a cura di Federica Barozzi e Monica D'Onofrio

27 gennaio 1945: La liberazione Auschwitz - La giornata di mercoledì 27 gennaio scandita dal racconto dello storico Umberto Gentiloni che in 9 tappe segue l'evoluzione, ora per ora, degli eventi di quella storica giornata del 1945 (76 anni fa) quando le prime truppe sovietiche guidate dal generale Pawel Kuroczkin entrarono ad Auschwitz scoprendo la più grande fabbrica di morte costruita dai nazisti nel cuore dell'Europa.

4 giugno 1944 - Radio 3 ricorda quest'anno l'anniversario della liberazione di Roma punteggiando tutta la giornata con il racconto della cronaca di quel 4 giugno 1944 in cui gli Alleati entrarono a Roma mettendo fine all'occupazione nazifascista che nella capitale durò nove mesi.

4 novembre 1918 - "La fine della grande guerra" con Marco Mondini - 3 e 4 novembre, nel corso delle trasmissioni| Dieci milioni di morti, trenta milioni di feriti e mutilati, tre imperi plurisecolari cancellati dalla mappa europea (asburgico, russo e ottomano), quattro monarchie abbattute per sempre (tedesca, russa, austriaca e turca): questa fu l'eredità della prima guerra mondiale, che terminò ufficialmente per l'Italia il 4 novembre 1918 alle ore 15.00 quando entrò ufficialmente in vigore l'armistizio firmato il 3 novembre a Villa Giusti tra l'Austria e gli Alleati. Con lo storico Marco Mondini ripercorreremo le ultime ore del conflitto intrecciando le testimonianze dei veterani che vissero fino all'ultimo sulle linee del fronte italo austriaco, le trattative che portarono alla firma dell'armistizio e lo sguardo dei vinti di quello che fu il primo vero spartiacque dell'età moderna.

50 anni dal '68 - Memoradio a 50 anni dal 1968.

60 anni della PerugiAssisi - Il racconto di come è cresciuta anno dopo anno la Marcia della Pace. Un podcast di Riccardo Chartroux e Arianna Voto

8 giorni a Maputo. Appunti sulla scena artistica del Mozambico - "8 giorni a Maputo. Appunti sulla scena artistica del Mozambico" di Graziano Graziani | Il Mozambico è un mosaico di culture, antiche e moderne, coloniali e tradizionali, che si mescolano in un panorama unico. Il festival Kinani, una piattaforma biennale di danza contemporanea che si svolge a Maputo, è oggi uno dei motori del rinnovamento artistico, che cerca di connettere le nuove generazioni ai linguaggi della scena internazionale. Se infatti la scena artistica del paese è vastissima, la difficoltà maggiore per le giovani generazioni è viaggiare all'estero e confrontarsi coi loro coetanei del resto del mondo. In un paese tra i più poveri dell'Africa, con un'enorme differenza tra le città e le zone rurali, dove manca l'acqua corrente, la danza e la musica rappresentano un'occasione di innovazione, riscatto e riflessione sui problemi che attraversa il Mozambico contemporaneo. Foto di Mariano Silva.

8 settembre 1943 - Radio3 ricorda quest'anno l'anniversario dell'annuncio dell'armistizio con gli Alleati che il Maresciallo Pietro Badoglio fece agli italiani alle 19.42 dai microfoni dell'EIAR proprio nella sede storica di Via Asiago 10

9 maggio 1978 - Radio3 racconta la lunga giornata del 9 maggio di quarant'anni fa, ripercorsa ora per ora, fin dalle prime luci dell'alba: l'uccisione di Aldo Moro nel covo di Via Montalcini, il ritrovamento del cadavere di Moro nel bagagliaio di una Renault rossa in via Caetani annunciato dalle Brigate Rosse, le prime reazioni di tutte le forze politiche e dei familiari dello statista democristiano nel racconto dello storico Miguel Gotor. Progetto a cura di Federica Barozzi e Monica D'Onofrio.

9 novembre 1989 - Radio3 ricorda il trentesimo anniversario della caduta del muro di Berlino punteggiando la giornata di sabato 9 novembre con il racconto degli eventi che portarono alla caduta del Muro e culminarono a tarda sera con migliaia di berlinesi in strada a festeggiare la ritrovata libertà . Alcune trasmissioni ospiteranno al loro interno la voce dello storico Carlo Greppi che ricostruirà per frammenti, i momenti cruciali ed esaltanti e di quella giornata vissuta a Berlino ma che tenne col fiato sospeso il mondo intero.

A memoria d'uomo - Passioni 2015

A memoria. Storie di poeti - "A memoria. Storie di poeti" è un ciclo di trasmissioni dedicate alla vita e alla poesia di dieci poeti di ogni tempo. Ideato e condotto da Irene Santori. A cura di Paola Tagliolini. Letture di Gianluigi Fogacci.

A tutti i costi - "A tutti i costi" di Chiara D'Ambros | Questa è una storia di lavoro e salute, di sostanze invisibili e acque inquinate, di paesaggi contaminati e vite compromesse. La voce dei lavoratori della Miteni, una fabbrica di prodotti chimici, di un medico, di attivisti ci porteranno attraverso un viaggio sonoro in Veneto, regione che a partire dagli anni '60, ha conosciuto uno sviluppo economico fulminante. Questo territorio si arricchisce, ma a costi altissimi per l'ambiente e spesso per la salute. È in questi anni che nasce la RiMar, Ricerche Marzotto, che a fine anni '80 verrà venduta a Mistubishi e Enichem diventando così, Miteni: una fabbrica in cui si producevano i derivati del fluoro, gli Pfas, "molecole indistruttibili". Nel tempo si è scoperto che causavano danni, anche gravi alla salute. I lavoratori della Miteni sono risultati essere i più contaminati al mondo. Ad aggravare questa situazione è stata la contaminazione di Pfas delle falde acquifere e quindi dell'acqua dei comuni a valle della fabbrica. Una crisi di proporzioni enormi che ha danneggiato l'ambiente. Si pone così una domanda fondamentale: lavoro a tutti i costi? Anche a discapito dei danni ambientali e alla salute?

A volte non ritornano - "A volte non ritornano. Cercando il nonno disperso sul Don" - Un nonno disperso sul fronte russo, una ferita aperta, una nipote che non si rassegna all'oblio. Di Camilla Lattanzi | in 5 puntate più una puntata extra solo in podcast. A 76 anni dalla ritirata di Russia una nipote cerca suo nonno, soldato dichiarato disperso in Russia durante la seconda guerra mondiale. Deruvo Del Bianco 32 anni, di Carrara, dattilografo nel comando del Reparto Munizioni e Viveri del Lmo Gruppo di Artiglieria d'Armata, lascia l'Italia nel luglio del 42 per il fronte del Don e scompare a fine dicembre, durante la drammatica ritirata dell'esercito italiano, lasciando una moglie e una figlia di sette anni. Nel 2018 sua nipote Camilla, rileggendo con la madre anziana le lettere che il nonno aveva inviato dal fronte, decide di provare a cercarlo per chiudere quella ferita aperta. Che fine aveva fatto il nonno? Cosa si celava dietro l'espressione "disperso"? Dalle ricerche di archivio a quelle telefoniche; dagli incontri con ricercatori, studiosi e scrittori, alle richieste di documenti storici presso alte istituzioni militari, fino al viaggio della memoria sulle rive del Don, dove il nonno aveva trascorso l'ultimo periodo della sua vita prima di scomparire nel nulla. Il percorso segue flebili tracce che spesso non portano a nulla, a volte però il caso e la tenacia fanno affiorare indizi, strappandoli all'oblio. Un piccolo giallo storico e familiare, una cassetta degli attrezzi per chi vorrà intraprendere una ricerca simile, ma soprattutto una sfida alla rassegnazione, animata dal desiderio di ricomporre il dolore e l'angoscia che la guerra produce negli individui, nelle famiglie e nella società. Dedicato a mia madre Franca e a mia nonna Lucia, ferite a vita dalla guerra.

Adozioni - "Adozioni" di Nello Del Gatto - Il percorso adottivo può essere lungo, stancante, oneroso, stressante, mettere a dura prova relazioni e situazioni. Soprattutto quando si parla di adozione internazionale, nella quale i primi contatti avvengono via lettera, con foto, regalini inviati e ricevuti. Paure, preoccupazioni che svaniscono quando si stringe per la prima volta fra le braccia il nuovo arrivato. C'è un momento, dicevo, nel quale realizzi che è tuo. C'è un momento nel quale lo vedi insieme all'altra figlia e capisci che non c'è nessuna differenza, anche se uno ha gli occhi di una forma diversa. C'è un momento nel quale ti chiede di mettere in camera il poster di Maradona. C'è un momento nel quale dice che è napoletano, che mangia le cozze e gli spaghetti a vongole. C'è un momento nel quale, come San Gennaro, vescovo di Benevento ma patrono della città di Napoli dalla quale è stato adottato, realizza che 'e figlie so e chi si cresce.

Affari di famiglia - "Affari di famiglia" di ZimmerFrei è un archivio di registrazioni realizzato nell'arco di quattro anni negli interni delle case di una trentina di famiglie, tutte diverse, in cinque territori italiani: Milano, Roma, Cagliari, Bologna e la Romagna. Il progetto documentario e antropologico di ZimmerFrei parte dall'idea che ognuno di noi sia il massimo esperto della propria famiglia. L'interesse per i gruppi familiari e di convivenza non è tanto rivolta alle relazioni o ai sentimenti, ma alla vita in comune in quanto sorgente di narrazioni. Le registrazioni sono state realizzate durante le residenze di produzione del progetto di teatro documentario Family Affair presso il Teatro India (Roma), Teatro Massimo (Cagliari), Festival Danae (Milano), Ipercorpo (Forlì) e Santarcangelo Festival (Santarcangelo di Romagna), con un contributo della Regione Emilia-Romagna e del network europeo Open Latitudes. Affari di famiglia è dedicato a Gennaro Mattei (1949-2020) e alla sua famiglia doppia. ZimmerFrei è un gruppo composto da Massimo Carozzi (musicista e sound designer) e da Anna de Manincor (artista e filmmaker) che si avvale della collaborazione di numerosi altri artisti e professionisti per realizzare film, documentari sonori, videoinstallazioni e performance dal vivo.

Afghanistan: 20 anni dopo - A vent'anni dall'inizio della guerra in Afghanistan, la serie documentario "Afghanistan: The Wounded Land", nominata al premio Rose D'OR, al RealScreen e al Rockie Awardse e vincitrice del premio della giuria al GRIMME-PREIS, uno dei più prestigiosi riconoscimenti della tv tedesca, ci aiuta a raccontare la storia recente del paese, fornendo uno sguardo su quello che è stato e quello che sarà il futuro di questa terra tormentata.

Aharon Appelfeld - 30 gennaio 2018

Al centro di Camerino - "Al centro di Camerino" di Diego Marras - A cinque anni dal sisma che ha devastato la città ducale, la ricostruzione sembra prendere finalmente una certa velocità, riaprono i primi ristoranti come "Noè Errante" e rientrano i primi cittadini ma il centro appare ancora deserto. Eppure il centro di Camerino è un autentico luogo di memoria. Qui è custodito il cuore di una identità collettiva e come tale l'attesa per la riapertura, non solo delle strade, ma anche delle attività culturali e commerciali è atteso da un intera comunità sia cittadina che rurale.

Alba, l'identità accordata - "Alba, l'identità accordata" di Ornella Bellucci | Questa è la storia di una sintonizzazione. Un percorso male to female, da uomo a donna. E lungo un sentiero in salita e ad ostacoli. Alba però oggi è fiorita. La sua testimonianza, coraggiosa, ci dice, sì della fatica personale fatta per arrivare a compiersi, ma anche del giudizio e pregiudizio ingiusto degli altri davanti alla sua azione davvero libertaria. Le immagini a corredo dell'audiodocumentario sono opere di Viola Di Massimo.

Albergo Visconti. La pandemia vissuta da giovani medici - "Albergo Visconti. La pandemia vissuta da giovani medici" di Francesca Berardi - Francesca, Ornella e Samin sono tre medici neolaureati che lo scorso marzo hanno interrotto le loro vite e lasciato Torino per andare a lavorare nell'ospedale covid di Cremona. Si sono così trovati a vivere la loro prima vera esperienza sul campo affrontando una crisi sanitaria che stava - e sta tuttora - sconvolgendo gran parte del mondo. Nei quasi tre mesi trascorsi a Cremona hanno imparato moltissimo, a gestire lo stress del lavoro in reparto, ma soprattutto a relazionarsi con il dolore dei pazienti. Ciò che li ha davvero aiutati è stato vivere tutti insieme in un piccolo hotel a conduzione famigliare rimasto vuoto, proprio davanti all'ospedale, l'Albergo Visconti. Qui si trovavano la sera per confrontarsi su quello che era accaduto in giornata, ma anche per cercare distrarsi, fare esercizio fisico, mangiare piadine fatte in casa e bere una birra insieme. L'Albergo Visconti era diventata la loro casa, un rifugio in cui si sono uniti e hanno insieme riflettuto su cosa significa essere medici, e soprattutto essere dei giovani medici che si affacciano al mondo del lavoro in Italia. Le loro vite si sono divise con l'arrivo dell'estate, ma non hanno quasi avuto il tempo di pensare al futuro che sono stati di nuovo tutti coinvolti in prima linea nella cosiddetta seconda ondata.

Albert Camus sessant'anni dopo - Il 4 gennaio 1960 moriva il premio Nobel autore de "Lo straniero"

Alchimia di Luca Nerazzini - Passioni 2016

Aldo dice 26 x 1 : Quattro storie di Resistenza - Di Nicola Attadio

Alias - ALIAS è un audio documentario fantascientifico che racconta i tre mesi di stage che Giovanni ha praticato all’interno del programma di Rai Radio3 Tutta la città ne parla, durante i quali si chiede se la sua diversità, la sindrome di Asperger, lo costringerà per tutta la vita a sentirsi un alieno precipitato per caso sul Pianeta Terra

Alla deriva, storie di naufraghi - Le vite di Luis Alejandro Velazco, Donald Crowhurst, Louis Zamperini, Simone Guli' e la nave Principessa Mafalda, raccontate da Marco SIlvestri. Letture di Maria Zamponi

Alla ricerca del sud (forse perduto) - Alla ricerca del sud (forse perduto) di Filippo La Porta - Viaggi immaginari verso Sud di quattro scrittori novecenteschi: Joseph Conrad, Louis Ferdinand Cèline, Albert Camus e Carlo Levi.

Allenatori - di Alessandro Leogrande

Almeno seicento metri sopra al mare: il territorio del Sirente-Velino - "Almeno seicento metri sopra al mare: il territorio del Sirente-Velino", audio documentari a cura della sede Abruzzo del Centro Sperimentale di Cinematografia - I due audio documentari In cima, le Pagliare di Luca Draoli e Con Costanza di Marlon Sartore, sono stati realizzati nell'ambito del progetto didattico di ricerca dal titolo Almeno seicento metri sopra al mare, sul territorio montano del Sirente-Velino, prodotto dal Centro Sperimentale di Cinematografia - Sede Abruzzo, in collaborazione con l'Università degli Studi dell'Aquila - Dipartimento di Scienze Umane. Negli audio documentari, realizzati dagli allievi del corso di Reportage audiovisivo, Nicolino ci parla delle "pagliare", un luogo senza tempo che ricorda un passato vivace in cerca di un nuovo futuro. Costanza, invece, ha dedicato la vita a custodire una chiesa dell'XI secolo, a Rosciolo, un paesino della Marsica in Abruzzo.

America Latina - Da Simon Bolivar a Nestor Kirchner, da Fidel Castro ad Atahualpa Yupanqui un lungo viaggio nella storia dell'America Latina in 20 tappe, con Gennaro Carotenuto

Amori sulle punte - Personaggi immortali di balletti classici come Giselle e Odette e Odile sono ancora portatori di messaggi non solo d'amore. Scopriamo declinazioni delle loro storie con sempre nuovi snodi, rappresentazioni e finali delle loro vicende a sorpresa. Con l'esperta e critica teatrale Rossella Battisti.

Ancora 5 minuti - "Ancora 5 minuti. Tra piacere e dipendenza, il mondo dei video giochi e la ricerca della felicità" di Davide Tosco - I videogiochi sono diventati la principale forma di intrattenimento della società contemporanea. Demonizzati dai genitori, preoccupati per la salute mentale dei propri figli, dai media e dal mondo della scuola, che non di rado collegano eventi tragici all'uso di giochi violenti e diseducativi, ad una parte degli studiosi umanistici e alle lobby delle grandi aziende produttrici, che ne elogiano la valenza culturale ed economica, il dibattito pubblico si muove tra posizioni molto ambivalenti. Ancora 5 Minuti ci porta dritti dentro le questioni più brucianti esplorando la quotidianità famigliare, le ansie e paure che guidano una parte della ricerca scientifica e le opportunità evidenziate dalle opposte controparti accademiche. Per non soccombere alle strategie di fidelizzazione di una sempre più sofisticata e florida industria dell'intrattenimento interattivo serve orientarsi in quello che a tutti gli effetti è un territorio pericoloso quanto eccitante, a seconda di chi lo guarda. Così, attraverso il vissuto di un giovane giocatore e le riflessioni di psicologi, educatori e di una nuova avanguardia genitoriale che lotta per un uso consapevole di questi dispositivi di gioco, proviamo a capire perchè il gaming online sia diventato un attrazione con un seguito da centinaia di milioni di utenti a livello planetario ma anche come il gaming disorder, il fenomeno della dipendenza e la sua diffusione, siano oggi da considerarsi riflessi di un'evoluzione antropologica. Testi e regia di Davide Tosco, con la collaborazione di Matteo Maspoli e Naim Tosco, con i contributi di Mauro Maurino, Viola Antonucci, Serena Naldini, Sonia Bertinat, con la partecipazione di Caterina Olivetti. Musiche originali di Marco Baccino. Si ringrazia il progetto Edugamers

Andrea Camilleri - 6 settembre 1925 - 17 luglio 2019

André Gide a 150 anni dalla nascita - Il 22 novembre 1869 nasceva a Parigi lo scrittore premio Nobel per la letteratura (1947)

Anime: da Lady Oscar all'Uomo Tigre - Dialoghi, parole e biografie delle celebrità animate. Ideato e condotto da Lidia Riviello regia di Ornella Bellucci, letture di Patrizia Hartman Il piano della serie: Lady Oscar Atlas Ufo Robot - Goldrake L'Uomo Tigre Creamy

Anna Karenina - Note e riflessioni

Anna Magnani, bravissima! - Il 7 marzo nasceva a Roma Anna Magnani, una delle più grandi interpreti femminili della storia del cinema

Antologia di S. - "Antologia di S." di Riccardo Fazi / Muta Imago | Nel 1993 Riccardo Fazi trascorre una settimana di vacanza a Rimini con i suoi genitori. Conosce qui una ragazza, quattordicenne come lui, che la sera prima della sua partenza lo saluta regalandogli una musicassetta registrata con un messaggio: "Ciao Roma! Ci vediamo a Santarcangelo!" 22 anni dopo Riccardo parte alla ricerca di quella voce.

Antonio Vivaldi - la vita

Appunti sul Prix Italia - Memoradio

Apriamo le danze - Dal creatore del balletto moderno, Jean-Georges Noverre, alle stelle della danza del '900, da Isadora Duncan, a Rudolf Nureyev, Lindsay Kemp, Martha Graham, Merce Cunningham, una breve storia della danza raccontata da Donatella Bertozzi ed Elisa Vaccarino.

Archeologia - Dalla scoperta di Troia al brutale assassinio di Khaled al-Asaad, il nostro remoto passato raccontato da Vito Bianchi e Carlo Dellonte

Architettura - Forme, materiali, spazi e....genio tra autostrade e ponti

Archivio desaparecido: storie di desaparecidos italiani in America Latina - "Archivio desaparecido: storie di desaparecidos italiani in America Latina" a cura di Elena Basso, Marco Mastrandrea e Alfredo Sprovieri, un progetto del Centro di giornalismo permanente con la voce di Horacio Czertok - Durante le dittature sudamericane degli anni '70 migliaia di persone vengono arrestate, detenute illegalmente nei centri clandestini di tortura, uccise e fatte sparire. Chiunque si opponga ai regimi militari deve essere eliminato: sono gli anni dei desaparecidos. Molti di loro sono cittadini di origine italiana. Chi sono? Che cosa ne è stato di loro? L'Archivio desaparecido raccoglie le loro storie e ne ricostruisce le biografie grazie alle testimonianze dei familiari e dei protagonisti di quegli anni.

AreaAzione - "AreaAzione" un documentario di Carla Fioravanti in cinque episodi | Un percorso narrativo che segue le tracce musicali, vocali, e culturali lasciate dal gruppo degli AREA, che è stato senza dubbio il gruppo musicale che poteva al meglio rappresentare i movimenti di protesta giovanile degli anni settanta in Italia. Dal primo nucleo fondato da Demetrio Stratos e Giulio Capiozzo, con Patrick Djivas, Eddie Busnello, Jonny Lambizzi e Leandro Gaetano, alla formazione storica conosciuta con il nome "Area - International Popular Group", con Paolo Tofani, Ares Tavolazzi e Patrizio Fariselli. Il documentario è stato realizzato con il contributo di: Daniela Ronconi: moglie di Demetrio Stratos, www.demetriostratos.org. Gianni Emilio Simonetti: intellettuale situazionista, ideatore e profeta del movimento "Fluxus", www.gianniemiliosimonetti.it. Alcuni musicisti degli Area: Ares Tavolazzi, Patrizio Fariselli, Patrick Djivas, e con la voce di Giulio Capiozzo (materiale storico fornito da Christian Capiozzo). Roberto Masotti e Silvia Lelli: hanno documentato i concerti degli Area e la ricerca vocale di Stratos e hanno seguito tutte le musiche creando un prezioso Archivio Fotografico, www.lelliemasotti.com. Claudio Chianura: editore (edizioni Auditorium), www.haze-auditoriumedizioni.it. Emiliano Li Castro: esperto di musica. Graziano Tisato: ricercatore del CNR di Padova, per primo indica il funzionamento del Canto degli Armonici o Overtone Singing. Nicola Bernardini: professore di musica elettronica al conservatorio di Padova, e Santa Cecilia di Roma. Le foto di copertina e degli episodi 1,2,3 sono di © Roberto Masotti / Lelli e Masotti Archivio Le foto degli episodi 4 e 5 sono di © Silvia Lelli / Lelli e Masotti Archivio

Arno Atlas - Una serie di cinque documentari dedicati al fiume Arno, una mappatura della sua geografia emozionale, un progetto di narrativa sonora per far riascoltare la voce di un fiume e la città che attraversa, Firenze

Arrefresca l'anema ro' priatorio - In una cava di tufo, nel quartiere Sanità, da secoli i napoletani si rivolgono alle anime pezzentelle per chiedere grazie. Sono le anime del purgatorio, resti (teschi e tibie) di circa 8 milioni tra appestati, morti per carestie, tumulti e malattie del corso dei secoli a Napoli

Arrivederci Saigon - Sul '68 è stato raccontato quasi tutto ma non la storia de Le Stars, gruppo musicale femminile della Toscana rossa, che è stata sottaciuta per cinquant'anni. Nell'adattamento radiofonico del documentario Arrivederci Saigon Wilma Labate racconta questa storia attraverso le testimonianze dirette di quattro delle protagoniste. Ma ricorda anche le proteste di quell'anno "spartiacque", ci fa ascoltare le dichiarazioni di Martin Luther King sulla guerra in Vietman e sul razzismo si una società che permetteva agli afro-americani di combattere a fianco dei bianchi ma non di sedere accanto a loro sui banchi di scuola, e ci riporta all'epoca d'oro del soul attraverso le voci di Aretha Franklin, Nina Simone, Otis Reddings e Wilson Pickett. Ed è in questo questo contesto infiammato che Le Stars partono per una tournée in Oriente.

Artishow - Inestimabili cose qualunque. Sono anni che attacco sul frigo i biglietti delle mostre che visito. Ne ho centinaia e non riesco a buttarli. In effetti l'arte è la cosa più salutare che il mio frigo abbia mai ospitato. Benvenuti a Artishow, una serie di ritratti (da 10 minuti ciascuno) di artisti contemporanei che hanno segnato il mio percorso per un motivo ben preciso: hanno saputo trasformare cose comuni in opere dal valore inestimabile. Un podcast di  Ema Stokholma e Priscilla La Gioia. Con Ema Stokholma. Regia e sound design Leonardo Carioti. A cura di Riccardo Pandolfi.

Auschwitz A/R - Frequentavo le scuole medie quando Schindler's List era già un film per la televisione e al cinema davano La vita è bella. Mi è sembrato di bestemmiare quando ho pensato che a Birkenau, se ci si dimentica per un attimo dell'orrore che lì si è consumato, si vedono solo delle betulle bellissime. La natura può essere magnifica anche quando non è il caso.

Bacchette - le storie dei grandi direttori d'orchestra del secolo scorso

Balilla Blues - "Balilla Blues" di Cristiano Cenci e Alice Gussoni - Il vociare di una folla eccitata si fa strada nel fruscio di una vecchia registrazione: "Duce! Evviva il Duce!" si leva chiara e forte la voce di un bambino. L'uomo tanto invocato parla con voce perentoria: "Questo è il passato, ma noi fascisti non viviamo sul passato …" Gli applausi e le grida di approvazione sfumano in un lungo silenzio. Sentiamo la voce di Ivano Cipriani, classe '26, che ci racconta l'inizio della sua storia: "Quando nacqui mia madre aveva trentun anni. Figlio di una vecchia ero predisposto a malattie e inganni. Mi dettero il nome di Ivano, anche se in realtà avrebbero voluto chiamarmi Ivan, ma l'impiegato dell'anagrafe spiegò a mio padre che il Duce aveva proibito di usare nomi stranieri". Figlio di antifascisti costretti a lasciare la Toscana per rifugiarsi a Roma, Ivano Cipriani ha deciso di scrivere un diario in tarda età, nel quale ricostruisce i primi anni della sua infanzia e adolescenza. Quasi 100 anni dopo è lo stesso Ivano a raccontare questa storia dal suo inizio fino a un'epifania musicale inaspettata. Il diario omonimo, pubblicato da Terre di mezzo Editore, è stato vincitore del Premio Pieve dell' Archivio dei diari .

Bandiera Gialla. Napoli 1973 - "Bandiera Gialla. Napoli 1973" un documentario di Marcello Anselmo - L'infezione colerica che tra la fine di agosto e l'inizio di ottobre del 1973 colpì Napoli, Bari, Cagliari è stata l'ultima epidemia del Secolo Breve. Il focolaio principale fu senza dubbio la metropoli partenopea, città già di per sé attraversata da forti tensioni politiche e sociali e martoriata dalla devastante speculazione edilizia che ne raddoppiò la popolazione in poco più di un decennio. Fin da subito l'untore venne identificato nelle cozze e la diffusione della malattia venne imputata all'abitudine, diffusa soprattutto nei ceti popolari, di mangiare i mitili crudi. In realtà le responsabilità di questa catastrofe furono le disastrose condizioni igienico-sanitarie della città. Fogne a cielo aperto, acqua potabile contaminata da fecaloidi, nettezza urbana carente erano la realtà della capitale del mezzogiorno al principio deli anni '70. Il documentario racconta l'epidemia e il complesso contesto sociale che ne fu protagonista attraverso una vasta gamma di materiali di archivio (sia sonori che documentali) e le testimonianze di alcuni medici e abitanti della città. Le musiche originali sono di Nino Bruno e Massimiliano Sacchi. Letture di Antonello Cossia e Giovanni Ludeno Voci di Franco Ortolani, Alfredo Zarone, Giancarlo Carrada, Giancarlo Maiello, Nora Puntillo, Pietro Nunziante. Un ringraziamento a Flavio Ammendola per il supporto tecnico.

Banditi, la strada del crimine - Il gobbo del Quarticciolo, Martin Cahill e Luciano Lutring raccontati da Marco Silvestri

Barba e capelli - Conversazioni intorno alle antiche barberie di Roma | Indagare la figura dei barbieri è solo un pretesto. Un pretesto per dispiegare una narrazione colorata e vivace che attraversa gli spazi di botteghe storiche situate tra Torpignattara e il Quadraro, tra via dei Portoghesi e via della Vite, tra via in Lucina e via Piemonte, fino a via Marcantonio Colonna

Bayt - In viaggio verso casa - "Bayt – In viaggio verso casa" di Marzia Coronati, con la Rivista e Centro Studi Conforti, musiche di Dario Coletta, immagini di Michele Lipori | A novembre 2019 ho seguito il viaggio di 113 persone, 113 tra quel milione di profughi siriani che oggi vive in Libano. I 113 hanno una cosa in comune, una piccola coincidenza che ha cambiato il corso del loro destino: l'incontro con gli operatori dei corridoi umanitari, un programma che organizza traghettamenti sicuri dal Libano a l'Italia per le persone in fuga dalla guerra. Bayt in lingua araba si può tradurre con "casa", ma il suo significato va oltre le pareti, evoca emozioni, desideri, aspettative, dinamiche intorno al luogo abitato. In Medio Oriente la bayt è sacra. Ho accompagnato i 113 negli ultime preparativi e ho potuto constatare che nessuno di loro in Libano è riuscito a ricostruire la propria bayt frantumata dai bombardamenti, la speranza è che in Italia le cose vadano diversamente. In queste settimane a Bruxelles si sta discutendo la possibilità di istituzionalizzare i corridoi umanitari. La macchina, attiva dal 2016, è ormai oliata e se a coprirne i costi fossero le istituzioni i numeri dei beneficiari potrebbero drasticamente aumentare. I proponenti del progetto dei corridoi umanitari europei hanno ipotizzato di iniziare dalla Libia, dove attualmente cinquanta mila profughi sono in cerca di un posto sicuro in cui costruire la loro bayt.

Bearzot - Il carro del vincitore - Le polemiche, gli insulti e persino le minacce di morte sul muro di casa. Poi, il trionfo al campionato del mondo di calcio 1982 e anche chi lo aveva insultato improvvisamente passò dalla sua parte. Eppure nessuno uomo di successo è stato lasciato solo come Enzo Bearzot a cui oggi è intitolato solo stadio di Gorizia da mille posti. Questo è il racconto della sua storia lungo il filo dei ricordi di Gian Paolo Ormezzano

Bella tu sei qual sole - "Bella tu sei qual sole - I seicentotrent'anni della Bruna" di Patrizia Giancotti | Nello spazio della sera di Radio3 dedicato all'audiodocumentario, l'antropologa Patrizia Giancotti porta il pubblico tra le vie di Matera nel giorno più lungo dell'anno, il 2 luglio, giorno della festa della Madonna della Bruna. La festa, che nell'anno di Matera Capitale Europea della Cultura ha compiuto seicentotrent'anni, inizia alle quattro del mattino con la messa "dei pastori" e con la processione tra i Sassi, e dura fino a mezzanotte inoltrata, quando, dopo il corteo di quasi cento cavalieri che scorta la statua della Madonna e dopo l'impressionante distruzione del carro trionfale, esplodono i fuochi d'artificio sull'antico borgo rupestre. La voce dei protagonisti, il suono dei mortaretti, la banda, i canti liturgici, le campane a festa, le grida della folla durante "lo strappo" del carro e i fuochi finali, sono un tuffo nella sfera sonora di una delle più emozionanti feste religiose del panorama nazionale, che non ha perso l'incanto delle sue antiche origini. Si ringraziano gli amici della Fondazione Matera Basilicata 2019, Serafino Paternoster, Emmanuele Curti, Massimiliano Burgi, Rossella Tarantino, Italo Masssari, Pietro Stori, e, in ordine di "apparizione sonora", Andrea Semplici, la corale dei Cantori Materani, Michele Plati, Bruno Caiella, la Signora Caterina con figli, nipoti e nipotini, i titolari della bancarella di Catania, Zia Rosetta, Emanuele Calculli, Marco Pelosi, Francesco Moliterni, l'Arcivescovo di Matera e Irsina don Antonio Giuseppe Caiazzo, Domenico Andrisani detto Mimì, Raffaele Pentasuglia, Valeria Zampagni, Kinsley.

Belle di fama e di sventura. La virtù del potere - Quattro meravigliose figure femminili, donne che nell'immaginario attuale a volte sono del tutto travisate rispetto al ruolo che ebbero al tempo tra coloro cui dobbiamo il nostro Rinascimento. La nobilissima imperatrice Galla Placidia, capace in qualche modo di unire l'Europa con una vita e matrimoni avventurosissimi; Matilda di Canossa, figura fondamentale dell'anno Mille, una delle donne che hanno fatto la Storia; Lucrezia Borgia, castellana e non solo 'madrina' della letteratura italiana, ma vera mecenate e promotrice di Ariosto e Bembo e Trissino; Caterina Cornaro, regina di Cipro e poi signora di Asolo, l'anima del carattere veneziano. Di Giovanni Carlo Federico Villa.

Belli di casa - Caren si è iscritta a un concorso di bellezza. A Roma, in una sala da ballo sta provando il numero che porterà sul palco tra pochi giorni. Parteciperà con la pettorina 14 al Miss Ginang, il concorso che incorona la più bella mamma filippina in Italia. Caren ha scelto di esibirsi in un tango. I passi li ha imparati a memoria ma c'è qualcosa che manca. Projection è la parola scelta dalla sua amica e consigliera Emilie. Projection che in filippino è quella particolare capacità di risplendere di luce propria: l'immagine di se stessi che viene proiettata al di fuori. "Un qualcosa che parte da dentro, dal proprio stato d'animo" spiega Cristina Ramos truccatrice al concorso "e che i trucchi possono solo aiutare ad esprimersi". Belli di casa è una ricerca sonora sui diversi modi di intendere la bellezza a Roma. Dalle capigliature sfoggiate sulle teste in marmo del Museo Nazionale romano a Riccio Capriccio dove si lavora contro l'abbrutimento esteriore e interiore proponendo un taglio solidale per donne colpite dalla crisi; dai tagli a forbice calda portati dall'Ucraina alla moda italo pakistana che una giovanissima studentessa vorrebbe vedere presto nascere. Bello che per Faime, parrucchiera diplomatasi a Teheran, vuole dire mostrare senza però dover mettere per forza tutto in piazza; mentre per Evelyne Sarah Afaawua, fondatrice di Afro-Italian Nappy girls significa manifestare la propria identità riscoprendo il naturale e i propri ricci.

Bellissime - Ci sono bambine che imparano presto a truccarsi, a sorridere, a essere simpatiche e maliziose. Sognano di fare le miss o le modelle. Hanno mamme disposte a guidare intere ore nella notte per portarle a sfilare a Pitti Bimbo e padri capaci di organizzare tour de force dello shopping per trovare il vestito adatto a un concorso. Anche in Italia – benché siano molto lontane le esagerazioni americane e la corsa alla principessizzazione cui le bimbe statunitensi sono sottoposte dalle rispettive madri per apparire più adulte - esiste un mondo che non può superare il metro e quaranta di altezza, tale è infatti il limite per prendere parte alle sfilate di moda e a molte iniziative pubblicitarie che vedono i più piccoli come protagonisti.

Benjamin Britten - la vita e le opere

Benvenuti al MOI - "Benvenuti al MOI. Voci di migranti (vecchi e nuovi) dall'ex villaggio olimpico di Torino" di Davide Tosco | Mercato Ortofrutticolo all'Ingrosso (MOI) era il nome dei mercati generali di Torino che in occasione delle Olimpiadi invernali del 2006, con una rapida operazione edilizia, viene trasformato in villaggio olimpico per ospitare gli atleti che parteciperanno alle competizioni sportive. Negli anni successivi gli edifici sono destinati all'edilizia popolare e sociale, quattro palazzine rimangono però inutilizzate. A seguito della cosiddetta 'emergenza Nord Africa', della crisi Libica nel 2009 e della situazione Siriana, l'Italia diventa territorio di destinazione di nuovi flussi migratori dall'Africa Subsahariana, accrescono le affluenze in città che trovano rifugio nell'ex-villaggio olimpico. Nel marzo 2013 quattro palazzine vengono progressivamente occupate da rifugiati e richiedenti asilo. Il numero degli abitanti cresce rapidamente fino a raggiungere il migliaio di residenti, diventando di fatto la più numerosa occupazione abitativa irregolare d'Europa. La carenza di strutture di accoglienza contribuisce a creare una situazione di illegalità che per alcuni anni viene tollerata. Nel 2017 MOI diventa Migranti un'Opportunità di Inclusione, un progetto di riqualificazione gestito da un tavolo inter-istituzionale (città, regione, prefettura, Diocesi e Compagnia di San Paolo). Benvenuti al MOI presenta il punto di vista dei nuovi abitanti e dà voce alla popolazione locale, in gran parte alla terza o quarta generazione di immigrati a Torino dal Sud Italia.

Biden-Harris - L'America volta pagina - Dall'Inauguration Day in una Washington blindata dopo l'assalto al Congresso, come cambia l'America del presidente Joe Biden e della sua vice Kamala Harris. Il racconto di Laura Pepe

Biennale Musica: il college. Venezia 2021 - Giovanna Natalini ha incontrato i giovani compositori, performer, cantanti che da tutto il mondo sono giunti a Venezia in residenza per Biennale College Musica per sviluppare e presentare un loro lavoro. Giovanna Natalini li ha seguiti dietro le quinte, negli spazi dell'Arsenale, durante alcune sessioni di studio e ricerca guidate dai tutor del College, li ha intervistati raccogliendone biografie, desideri e timori, difficoltà e conquiste che hanno segnato il percorso prima del debutto sul palcoscenico del 65° Festival Internazionale di Musica Contemporanea.

Biografie divine - "Biografie divine", le vite di Hera, Afrodite, Efesto e Ares - di Maurizio Bettini - Gli dèi antichi dispongono una vera e propria "biografia", di una vita, perché non sono solo oggetti di culto nei templi o potenti agenti invisibili, a cui rivolgere preghiere e suppliche, come di fatto furono; ma sono stati anche interpreti di numerosi racconti mitologici, che con il crollo della religione antica, per opera del Cristianesimo, sono restati l'ultima, poderosa traccia della loro presenza nell'immaginario occidentale. Nei secoli successivi le persone e le vicende degli dèi antichi sono state narrate e rinarrate infinite volte da poeti e scrittori, hanno fornito il soggetto per meravigliose opere d'arte, fino a ricomparire nelle serie televisive di oggi. Le vicende biografiche di questo ciclo riguardano quattro divinità maggiori: Hera, Afrodite, Efesto, Ares, colte in momenti della loro "vita" in cui appaiono meno note e meno stereotipe di come le conosciamo.

Bowienext - Nascita di una galassia - Per chi ha David Bowie nel cuore, un documentario "corale" che raccoglie interviste e tributi artistici da tutto il mondo, il primo nel suo genere dedicato ad una popstar. Un viaggio nel passato proiettato nel futuro.

Briganti e brigantesse nell'Unità d'Italia - Le vite di Fra' Diavolo (Michele Pezza), Filomena Pennacchio, Il Coppolone (Rocco Chirichigno), Michelina De Cesare, raccontate da Nello De Gatto

Bruno, storia di una custodia cautelare - Ascolta "Bruno, storia di una custodia cautelare" di Francesca Berardi | Quando ho conosciuto Bruno non sapevo perché fosse finito in carcere, non sapevo neppure quale fosse il suo vero nome. L'unica cosa di cui ero al corrente è che aveva trascorso quasi un anno in custodia cautelare nel carcere romano di Regina Coeli, per poi, cinque anni dopo, essere riconosciuto innocente. Bruno è stato ingiustamente incarcerato come sospetto membro di una banda criminale inesistente, in una caso che i media hanno raccontato con toni da gangster story. La voce di Bruno potrebbe essere quella di migliaia di persone che ogni anno in Italia vengono trattenute in carcere in attesa di un giudizio. Secondo i dati pubblicati dall'organizzazione Antigone alla fine del 2018 in Italia i detenuti in custodia cautelare erano 19.565, il 32,8% della popolazione carceraria. Un numero superiore alla media europea, che colloca l'Italia al quinto posto tra i paesi dell'UE per tasso di presunti innocenti in prigione. A finire in carcere in attesa di una sentenza sono per lo più persone economicamente o socialmente svantaggiate. Persone che una volta tornate in libertà, si trovano a dover affrontare una condizione che Bruno definisce "una prigione permanente". Questa storia fa parte di una serie di radio documentari sul tema "colpa e perdono" realizzati da autori di diverse nazionalità europee, resa possibile grazie al sostegno di Reporters in the Field, un programma della Robert Bosch Foundation. La serie sarà interamente pubblicata online nel febbraio 2020, nelle lingue originali con traduzione inglese.

C'era una volta il telefono - "C'era una volta il telefono" di Anna Raimondo, sound mix di Corinne Dubien | Napoli, oggi. Delle voci ripercorrono le memorie sonore dell'arrivo del telefono nelle case napoletane. Come si comunicava prima del suo arrivo? Come "suonava" la voce dall'altra parte della cornetta? Com'era parlare per la prima volta al telefono? Chi erano le commutatrici? Scherzi, telefonate anonime e d'amore colorano questi ricordi, evocando un tempo non lontano, fatto di cornette pesanti, suonerie troppo forti, gettoni telefonici e tastiere. Un particolare ringraziamento alle voci protagoniste: Rino, Ida, Viviana, Umberto R., Maria, Mariacarla, Umberto E., Francesco, Annamaria, Maria, Franco, Maria V., Lello, Franco, Domenico e Raimondo.

C'era una volta l'Ammerica - "C'era una volta l'Ammerica" - Lo scrittore Francesco Neri racconta le vite di Joe Petrosino, Fiorello La Guardia, Antonio Meucci e Vincenzo James Capone, con quattro storie di migranti italiani divenuti famosi nel mondo.

Campioni di sport e di diritti civili - Le storie esemplari di Arthur Ashe e Faruk Hadzibegic raccontate da Francesco Neri

Canaletto - La lente del critico - di Federico Zeri ( Canaletto "Il ritorno del Bucintoro di fronte al molo di San Marco") 2003

Cantanti - le storie delle grandi voci

Cara Repubblica - L’Arma: dal 1946 a oggi - Una serie di podcast, in collaborazione tra RaiRadio e Carabinieri, con la voce di Gegè Telesforo, racconta gli anni della Repubblica italiana attraverso la storia dell'Arma, che si intreccia con quella del paese: dal referendum costituzionale del 1946, che dà vita alla nuova forma dello Stato e sancisce per i carabinieri la cesura netta con la monarchia, con cui l'istituzione era nata, ai giorni nostri. Un viaggio lungo 76 anni, che ricostruisce e celebra anche il percorso del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, nelle sue battaglie principali contro Cosa Nostra e il terrorismo.

Caravaggio - Memoradio

Carrasegare: indagine sul carnevale in Barbagia - La Barbagia, una vasta regione montuosa della Sardegna centrale che si estende sui fianchi del massiccio del Gennargentu, è ogni anno teatro di un antichissimo Carnevale, caratterizzato da maschere, ritmi e rituali specifici. "Carrasegare" è un'indagine sonora in cinque episodi, in cui si compone un frammentario, multiforme e necessariamente incompleto ritratto del Carnevale barbaricino. Le voci di protagonisti, partecipanti, osservatori e studiosi di un rito collettivo si alternano, si integrano e si scontrano, intrecciando temi come estasi, animalità, spettacolo, identità, tradizione, traduzione e tradimento. Con Fabio Calzia, Antonio Costeri, Gianfranco Delussu, Gonario Denti, Anna Destefanis, Tommaso Dolcetta, Marcello Fois, Ruggero Mameli, Franco Maritato, Mauro Medde, Paolo Piquereddu, Tom Rodgers, Luca Sedda, Pier Gavino Sedda, Dolores Turchi. Con la partecipazione di Gaetano Crivaro, Antonio Del Piano, Barbara Fidelmi, Selene Ghironi, Barbara Mascia, Danilo Mascia, Marco Moledda, Oriana Perez, Margherita Pisano, Sabrina Sanna e Stefania Serra. Produzione: Progetto MUSE e Compagnia B, in collaborazione con Sardegna Teatro, Teatro Eliseo di Nuoro, CESP, Lariso, Regione Autonoma della Sardegna.

Cavalli scalzi: un'altra vita a Fahnestock ranch - Viola è una fotografa, ha quarant'anni e vive a Parigi. Qualche tempo fa ha deciso di abbandonare per un po' la mondanità parigina per realizzare un sogno che avveva da tanto: vita all'aria aperta e lavoro con i cavalli. Per farlo si spinge fino al deserto californiano in un ranch speciale che accoglie cavalli abbandonati o malati, li cura e cerca una famiglia che li adotti. È il Fahnestock ranch. Qui, immersa in una natura da far west tra serpenti a sonagli e coyote, Viola fa amicizia con Cynthia, scopre la durezza del lavoro fisico, conosce un simpatico maniscalco, impara a convivere con una mandria di cavalli scalzi, ognuno con vita e personalità diverse. Tra suoni di ranch, fiato di cavalli e sbattere di zoccoli, ascoltiamo le riflessioni che ogni giorno Viola registra nella roulotte dove vive raccontandoci quanto un'esperienza che aveva sempre sognato l'abbia cambiata confermando il suo grande amore per i cavalli. La regia è di Elisabetta Parisi

Charlie Parker - Charlie Parker

Chiamatemi Fufi - Ogni racconto di vita ha colpi di scena e piccole o grandi rivoluzioni, ma quello di Fufi è particolarmente emblematico dell'esperienza femminista degli anni '70. Come arriverà questa giovane donna alle manifestazioni, all'autocoscienza e a dar voce alle parole del collettivo di via Pompeo Magno a Roma? In ogni puntata un elemento in più per comporre il quadro della vita di Fufi Sonnino e di molte altre donne.

Chiodi Fissi - Ad Ulassai, in uno sperduto paesino tra monti dell'Ogliastra, Maurizio Oviglia, scalatore molto esperto e scrittore, ha iniziato la chiodatura di queste falesie, nominando molte delle sue vie come le opere di Maria Lai, artista e poetessa contemporanea. La storia di questo luogo si lega alla roccia, proprio come racconta una delle fiabe dell'artista originaria di Ulassai, che oggi è diventato meta turistica per arrampicatori da tutto il mondo

Cibo - Cibo

Cibo e cultura con Sonya Orfalian - Passioni 2015

Cinque anni di desiderio - "Cinque anni di desiderio" di Massimo Carozzi, con la collaborazione di Agnese Cornelio e il contributo editoriale degli studenti dell'Accademia di Belle Arti di Bologna | Nel novembre del 1995 un gruppo di lavoratori dello spettacolo, di artisti e di studenti occupa gli spazi del Teatro dell'Accademia di Belle Arti di Bologna. Nasce così la vicenda del Teatro Polivalente Occupato di Via Irnerio a Bologna. Nell'arco di cinque anni lo spazio si apre alla città divenendo uno dei luoghi di aggregazione culturale più rilevanti a livello nazionale, ospitando le principali compagnie del teatro di ricerca degli anni '90, proponendo concerti Jazz e di musica sperimentale, organizzando i primi rave e divenendo in breve tempo un luogo di sperimentazione politica ed esistenziale per la generazione che vedrà soffocare le proprie istanze nelle giornate di Genova 2001. In questi 5 anni gli occupanti sperimentano modalità di autoformazione e di creazione artistica alternativa al circuito ufficiale. La programmazione del teatro diventa un'occasione per ripensare il rapporto tra arte e politica, per costruire e definire definire il proprio ruolo di lavoratori nella società e ripensare modalità di interazione fra gli artisti e il corpo sociale. Con le voci di: Vincenzo Bonaffini, Francesco Carta, Elisabetta Cottone, Anna De Manincor, Elena Lolli, Andrea Masu, Valentina Medda, Domenico Mucignat, Otto Marco Mercante, Riccardo Paccosi, Mario Paolicelli, Anna Rispoli, Gianmassimo Vigazzola, e DJ Zeta (Giulio Furbetti). Materiali d'archivio: Elisabetta Cottone, Francesco Vacca. Musiche: Steve Lacy, Steve Coleman, Paolo Fresu, Furio di Castri, Antonello Salis, Carlo Atti.

Codice Beta - Ogni cosa è digitale - Siamo sommersi da notizie su tecnologie che dovrebbero risolvere i nostri problemi ma che più spesso ci disorientano e che a volte ci inquietano. Quel che ci manca sono le chiavi di lettura per capire questo salto d'epoca. Codice Beta, il podcast di Barbara Carfagna e Massimo Cerofolini, con i migliori esperti dell'innovazione, punta proprio a questo: tracciare la mappa per orientarsi in un mondo dove ogni cosa è digitale ma dove ogni speranza resta irriducibilmente umana.

Com'è profondo il mare - Che posto hanno l'arte, l'immaginazione e la scienza nel definire il patrimonio comune dell'umanità

Come d'inverno i pappagalli - "Come d'inverno i pappagalli" di Alice Gussoni - Come vive chi non ha una casa? Quanto tempo è necessario per svolgere tutte quelle azioni quotidiane che normalmente si risolvono in poche ore? Mangiare, vestirsi, lavarsi, curarsi. Graziano è un uomo di 55 anni e vive per strada da tre

Come l'acqua per i pesci - Lidia nasce nel 1929, a Milano, in una famiglia molto modesta, in una realtà dove l'analfabetismo è la regola. Durante la guerra riesce a studiare e ha appena 18 anni quando, nel 1947, entra per la prima volta, in un nuovo teatro che due giovani hanno appena fondato. Di Mauro Pescio.

Come l'acqua, come l'aria. Il Valle occupato 10 anni fa - "Come l'acqua, come l'aria. Il Valle occupato 10 anni fa" di Graziano Graziani e Fabiana Carobolante - Dieci anni dall'occupazione del Teatro Valle, uno dei gesti più eclatanti realizzati da un movimento di lavoratori e lavoratrici dello spettacolo che decisero di saldare le proprie lotte con la questione dei beni comuni, a partire dall'acqua pubblica. Cosa resta di quella esperienza? Quali parole d'ordine sono rimaste importanti nel dibattito odierno tra diritti e cultura? Abbiamo chiesto ad alcune protagoniste della stagione del Valle Occupato – tutte donne, perché fu un'esperienza anche di protagonismo femminile – di raccontarci i loro ricordi e il loro punto di vista. Uno dei vari, perché, come ci hanno raccontato, non esiste un solo Valle Occupato, ma molti, uno per ciascuna persona che ha attraversato quei tre anni di mobilitazione.

Come tutto cominciò: quattro firme italiane - Le vite di Giorgio Bocca, Giancarlo Fusco, Enzo Forcella e Rosellina Balbi, raccontate da Francesco Neri e Enzo Forcella

Come un castello di carte - Il 31 ottobre del 2002, una scossa di terremoto fece crollare la scuola di una cittadina del Molise, San Giuliano di Puglia. Sotto le macerie morirono 27 bambini e una maestra. Seguì una lunga ed estenuante vicenda giudiziaria per dimostrare che se quell'edificio fosse stato costruito correttamente, forse, quella strage non sarebbe avvenuta.

Con i loro occhi - "Con i loro occhi - Un viaggio speciale da Rebibbia a Matera" di Elisabetta Parisi | Il Dipartimento di Amministrazione Penitenziaria per il 2019 ha invitato le carceri italiane a confrontarsi con il meraviglioso patrimonio di Matera attraverso l'elaborazione di liberi progetti. Così, nel Carcere di Rebibbia, a Roma, è stato raccolto questo invito. Un film racconta questa esperienza: "Rebibbia Matera. COME UN RESPIRO DI LIBERTA'" Il film è di Tiziana Gagnor (regista), scritto da Tiziana Gagnor e Antonella Cristofaro (insegnante a Rebibbia) Ci sono le riflessioni e gli incontri più significativi delle detenute come quello con Mario Carbone, oggi novantacinquenne, grande fotografo e documentarista, che ha accompagnato e fotografato nei primi anni Sessanta il viaggio di Carlo Levi in Lucania. Radio3 ha voluto dedicare a questa esperienza una "lezione Materana" che si è tenuta il 24 novembre a Matera. Rita Ratti e Celene Maldonado, detenute a Rebibbia, sono state invitate a Matera per vederla con i loro occhi, e hanno potuto lasciare il carecere in permesso premio. Le ha accompagnate il comandante Dario Pulsinelli, insieme all'insegnante Antonella Cristofaro e alla regista Tiziana Gagnor. Il documentario racconta questo viaggio molto speciale.

Con senso. Ogni giorno e ogni notte alla Clinica Mangiagalli - "Con senso. Ogni giorno e ogni notte alla Clinica Mangiagalli" di Lidia Riviello - Questa è la storia del primo Pronto Soccorso in Italia, nato trent'anni fa, ad aver offerto la prima, la più difficile e immediata assistenza a tutte le donne che si sono presentate, ad ogni ora e in ogni condizione fisica e psicologica, chiedendo aiuto a causa di violenze subìte, prima domestiche, così difficili se non impossibili inizialmente a raccontarsi e denunciare, poi estese a tutte le forme di sopruso fisico e psicologico. Questa è la storia della Clinica, del Centro Mangiagalli di Milano, delle sue fondatrici, dei suoi medici, avvocati, psicologi, volontari, delle vittime ancora in corsa per la rinascita e delle ex vittime, tornate a nuova vita. Ed è anche la storia delle due anime/corpi nati da una stessa grande identità di soccorso, assistenza, analisi, cura. La Clinica, appunto e l'associazione SVS Donna Aiuta Donna Onlus. Qui da anni, vittime di ogni forma di violenza, cercano e trovano ascolto, cura, possibilità di accedere a servizi, riferimenti, conoscenze , spesso soluzioni anche a situazioni di assoluta fragilità e precarietà. Donne diverse per storia, cultura, origine, provenienza, ceto sociale. Un coro di voci che prende il via da due prime fondamentali: quella della fondatrice dello storico Pronto Soccorso, la Dottoressa Alessandra Kustermann che ricostruirà un percorso militante e illuminante di questi trent'anni di servizio pubblico e di assistenza profonda e totale alle donne e dell'avvocato Patrizio Nicolò, legale che ha alle sue spalle e davanti a sé quotidiane esperienze, le più diverse fra loro, di violenza e in gran parte di emarginazione.

Con straordinario trasporto - "Con straordinario trasporto" di Patrizia Giancotti - I Gigli di Nola, la Varia di Palmi, la Macchina di Santa Rosa di Viterbo, i Candelieri di Sassari e i Ceri di Gubbio. Le Grandi Macchine a Spalla, decretate dall'UNESCO Patrimonio dell'Umanità, metafora dell'impresa impossibile, in mostra in un'installazione imponente lo scorso anno a Milano presso lo Studio Messina, sono il punto di partenza del documentario Con straordinario trasporto di Patrizia Giancotti. I suoni dell'impresa si mescolano alla testimonianza emozionata dei protagonisti per descrivere le strutture "a riposo", private oggi delle centinaia di corpi che le sostengono e le animano durante il faticoso percorso e proprio in questo momento raccontano l'assenza di questo straordinario trasporto. Musica di Francesco De Melis tratta dai suoi film "Un patrimonio sulle spalle", "Prodigio in slow motion".

Concerti Capitali - "Concerti capitali: il rock sbarca a Roma" di Marco Silvestri | Musica. Musica e ricordi per rivivere la storia di un luogo, di una generazione, di una città; ricostruire momenti memorabili e mode giovanili, come quelle che hanno attraversato la Capitale, segnata dai concerti "leggendari" del rock, serate epocali che hanno stravolto il panorama musicale e fatto appassionare migliaia di giovani. Concerti che hanno segnato la strada a nuove "ere del rock", che hanno sorpreso e stupito per la loro novità, spiazzando pubblico e organizzatori. Difficile ma non impossibile immaginarsi sale mezze vuote davanti a Lennon e McCartney, Kurt Cobain o Jimi Hendrix. Storie ed aneddoti di chi ha avuto la fortuna di assistere ai grandi concerti del passato; fan che hanno urlato nella folla sotto potenti amplificatori e il suono assordante delle chitarre elettriche, potendo finalmente contemplare davanti ai propri occhi la rockstar tanto attesa; ma anche addetti ai lavori, promoters, giornalisti e organizzatori che con le star hanno condiviso camerini, viaggi in aereo e in limousine; o chi a quel concerto non è riuscito ad andare perdendo un'occasione unica mai più riavuta, perché la musica rock suonata dal vivo non è mai la stessa, cambia e cattura ogni volta qualcosa di irripetibile.

Conoscere la Cina - Dalla fine dell'Impero alla nascita della Repubblica la Cina raccontata da Marina Miranda, Guido Samarani, Paolo Santangelo

Cospiratori per la libertà - Le vite di antifascisti e fuoriusciti, raccontate da Massimiliano Griner

Cracovia, interno giorno - Diario di una guerra al confine - "Cracovia, interno giorno - Diario di una guerra al confine" di Elisabetta Ranieri e Giada Valdannini con Wirginia Cristin - Wirginia ha 37 anni, vive a Cracovia col marito Maciej e con la figlia Ines di appena due anni. È l'amica che chiunque di noi può avere, quella che abita oltre confine. Solo che il suo confine, oggi, è dannatamente vicino a quello del conflitto scoppiato lo scorso 24 febbraio tra Russia e Ucraina. Il poligono di Yavoriv, colpito lo scorso 13 marzo dai missili russi, dista infatti appena venti chilometri dalla Polonia. Wirginia, perciò, è l'amica che chiami per sapere come stia ma anche quella che sai alle prese col timore di dover fuggire. Lei e Maciej si sono infatti chiesti cosa farebbero se la Russia attaccasse anche la Polonia. È con gli occhi di Wirginia che proviamo a guardare cosa significhi avere una guerra dietro casa, che suono abbiano le stazioni e le strade dove i profughi sono sempre in aumento, cosa significhi per loro fare i conti con la perdita di tutto.

Creature invisibili - di Anna Raimondo

Cyrano de Bergerac - Cyrano de Bergerac. Fra mito e letteratura di Alberto Gozzi - regia di Ernesto Cortese - 1974 "In fondo la commedia di Edmond Rostand ha come fine ultimo di illustrare un personaggio in tutti i suoi risvolti, di sciorinare tutte le sue prodezze, in poche parole di creare un mito". In questa puntata del ciclo Pagina aperta, Alberto Gozzi, scrittore e drammaturgo (autore della riduzione teatrale dell'opera L'altro mondo. Storia comica degli stati e degli imperi della luna di Cyrano de Bergerac), analizza il mito di Cyrano, tra storia e letteratura, nella Parigi del XVII° secolo. Rita Sala racconta Cyrano de Bergerac di Rostand Cyrano de Bergerac - con Ruggero Ruggeri - introduzione di Rita Sala - 1990 "Cyrano, poeta francese nato nel 1619 e morto nel 1655 è diventato ad opera di Rostand il personaggio del celebre dramma dell'uomo dal grande naso". Rita Sala racconta in questa puntata del 1990 la commedia di Edmond Rostand interpretata da Ruggero Ruggeri (registrazione del 1953) nella storica traduzione di Mario Giobbe. "E' la storia di un uomo brutto che ama una donna bella che ama un uomo bello meno intelligente dell'uomo brutto."

Da Berlino a Baghdad - Passioni 2015

Da Betlemme al Polo Nord e ritorno, storie del Natale - Le storie di Babbo Natale, i Magi, San Girolamo, l'asceta della parola, Benino, il pastore del sogno, raccontate da Nello Del Gatto

Da capo a piedi - Passioni 2015

Dalla terra alla storia - "Dalla terra alla storia" è un viaggio tra le più grandi scoperte dell'archeologia e un percorso affascinante nella storia dell'uomo. Dalla preistoria ai giorni nostri, passando per l'età romana e il Medioevo o la nascita dell'agricoltura e della religione, viaggiando per il mondo, ad esempio, dalla Turchia a Stonehenge e per scoprire la fine di Pompei e di civiltà molto lontane dalla nostra, come quella dell'Isola di Pasqua e altre ancora. Proveremo emozioni uniche, come la scoperta di tesori e monasteri dimenticati o il ritrovamento della tomba del re Riccardo III. Come di consueto ascolteremo anche la voce dei protagonisti delle scoperte, gli archeologi, che in prima persona racconteranno le sensazioni provocate da quegli attimi straordinari. A cura di Monica D'Onofrio.

Dalla vergogna all'orgoglio - "Dalla vergogna all'orgoglio - 50 anni dai moti di Stonewall" di Manuela Cavalieri e Donatella Mulvoni | All'una e venti del mattino di sabato 28 giugno 1969, un gruppo di agenti fece irruzione nello Stonewall Inn, il bar gay più famoso di New York, a Christopher Street, nel cuore del Greenwich Village. Non era la prima volta. Erano anni neri per la comunità gay americana. I rapporti omosessuali erano illegali in 49 stati su 50 e puniti con il carcere. Disconosciuti dalle famiglie, allontanati dalle scuole, impossibilitati a trovare un lavoro, molti cercavano rifugio a New York. La città era diventata il punto di arrivo per molti giovani gay da tutto il Paese; ma anche qui la vita non era facile. Bisognava fare i conti con la brutalità della polizia. Come altri bar gay, lo Stonewall, gestito dalla mafia italoamericana, era soggetto a blitz della polizia. Era un locale fuorilegge perché pur non avendo licenza offriva alcol e per giunta lo serviva ai gay. Tutte le retate avevano lo stesso copione. I poliziotti arrivavano, umiliavano i clienti del bar, li identificavano, spesso li arrestavano. A volte li trascinavano nelle toilette per verificare che gli abiti indossati corrispondessero al genere biologico. Ma quella sera d'estate accadde qualcosa. I clienti dello Stonewall - gay, lesbiche, trans, drag queen - capirono di non essere più disposti a subire umiliazioni e violenza. E si ribellarono. Iniziarono a lanciare monetine, sassi, oggetti, poi bidoni della spazzatura. Quella notte tracciò il confine tra la vergogna e l'orgoglio per la comunità gay newyorkese. Seguirono cinque giorni di proteste e sommosse, oggi conosciuti come i Moti di Stonewall. Manuela Cavalieri e Donatella Mulvoni – giornaliste freelance – sono tornate al Village per raccogliere la preziosa testimonianza di alcuni degli ultimi protagonisti dei Moti del '69. Ma anche per raccontare la forza propulsiva che Stonewall continua a sprigionare oggi.

Dalle ombre del Tanztheater alle luci di Broadway - Le vite di quattro danzatori e coreografi del XX secolo, pionieri della danza moderna, raccontate da Rossella Battisti

Dance Revolution. Quattro voci della discomusic - Le vite di Manu Dibango, Barry White, Donna Summer e Sylvester, raccontate da Marco Silvestri

Dante Istoriato. A riveder le stelle - Le audiodescrizioni dedicate all'Ipervisione della Galleria degli Uffizi sui disegni della Divina Commedia di Federico Zuccari. Il progetto "Dante Istoriato. A riveder le stelle" è l'omaggio che le Gallerie degli Uffizi dedicano al Sommo Poeta, nell'anniversario dei 700 anni dalla morte, pubblicando sul sito ufficiale le tre cantiche della Divina Commedia istoriate da Federico Zuccari. Al fine di ampliare le opportunità di fruizione della mostra virtuale, Rai Pubblica Utilità ha collaborato con Gallerie degli Uffizi per rendere completamente accessibile l'esposizione digitale, realizzando le audiodescrizioni di ciascuna delle 92 tavole che compongono il percorso virtuale della mostra (di cui 88 immagini, 3 introduzioni - una per Cantica - e 1 frontespizio). La voce di Federico Pacifici e i testi di Luca Della Bianca accompagnano le illustrazioni di Federico Zuccari, consentendo anche alle persone con disabilità visive di apprezzarle nei poetici dettagli.

Danza per elementi dall'aria di Paul Taylor al fuoco di Bob Fosse - Quattro protagonisti della danza contemporanea raccontati da Rossella Battisti

Dario Fo - L'eterno giullare e maschera del teatro di Parola

Datemi un mantello - di Silvestro Ferrara

David Bowie - London Boy - David Bowie raccontato attraverso testimonianze e racconti inediti di amici e collaboratori degli anni giovanili. Dal 1947, anno di nascita, al 1973, l'anno che segna la sua consacrazione al mondo intero attraverso la nascita e la morte di Ziggy Stardust. L'ardua ascesa al successo di un uomo divenuto una leggenda, in un travolgente viaggio musicale nel tempo.

De Finibus Terrae. Autunno al Capo di Leuca - "De Finibus Terrae. Autunno al Capo di Leuca" di Riccardo Giacconi e Carolina Valencia Caicedo | Il Capo di Leuca è la punta più estrema del tacco d'Italia. Si può arrivare in treno fino a Gagliano, ultima stazione della linea. Poco più in là c'è il faro e, accanto, il santuario di Santa Maria de Finibus Terrae, già tempio dedicato a Minerva. Secondo una tradizione, per accedere al paradiso bisogna passare per questo finisterre, per quest'ultimo lembo prima dell'incrocio di due mari. Ma vivere oggi in questa terra estrema vuol dire anche interrogarsi sulla storia di una delle più antiche porte d'Europa, un intreccio di culture e lingue. Vuol dire abitare un campo di forze, in cui coesistono tarantismo e turismo, fossili e rifiuti, muri a secco e trombe d'aria. "La nostra terra è un mostro marino / Carne di conchiglie e sabbia / Piccoli vortici di polvere che si formano dal niente / e dal niente danzano, al ritmo cupo delle nubi." Con: Antonio Biasco, Vita Biasco, Leonardo Bisanti, Biagino Bleve, Valentina Canarelli, Pietro Casciaro, Mauro Ciardo, Luca Coclite, Carlo Codacci Pisanelli, Giuseppe Creati, Cunservamara, Suleymane Kmara, Luigi Lezzi, Domenico Licchelli, Vito Lisi, Amandine Luma, Fernando Maggio, Mariella Mangiullo, Maristella Martella, Stefania Miscuglio, Daniela Palma, Luigina Paradiso, Cosimino Pizzolante, Valentino Pizzolante, Dario Profico, Carla Quaranta, Francesco Ruberti, Monia Saponaro, Benedetta Trane, Edoardo Winspeare. Con la partecipazione di Massimo Carozzi, Guido Bisanti, Daouda Cissé, Otilia Lefter, Claudio Mele, Elena Mele, Nino Mele, Paolo Mele, Laura Perrone, Annapaola Presta, Angelo Trane, Claudio Zecchi. Un progetto di Botafuego. Mix e suoni: Attila Faravelli. Progetto curato e prodotto da Ramdom nell'ambito del progetto "Sino alla fine del Mare", residenze artistiche nelle Terre Estreme. Realizzato con il sostegno di SIAE | Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura e MiBACT.

Denis Diderot: filosofo, scrittore ed enciclopedista - (Langres 1713 - Parigi 1784)

Diari del nucleare italiano - "Diari del nucleare italiano" di Enrico Masi e Stefano Migliore - L'Italia mantiene un triplice primato legato alla storia del nucleare mondiale. Le scoperte di Enrico Fermi negli anni '30 e il gruppo dei ragazzi di Via Panisperna, il breve record di potenza della centrale di Trino Vercellese a metà degli anni '60 e la vittoria delle forze antinucleariste nel 1987 che hanno reso l'Italia il primo paese sulla terra a decidere di abbandonare questa tecnologia per la produzione di energia. Diari del Nucleare Italiano è un viaggio tra le storie e i siti che hanno ospitato l'industria atomica italiana. Il percorso è condotto dagli autori attraverso una deriva psico-geografica, condotta a distanza e sul campo in un anno in cui lo spazio "svuotato" della nazione è diventato un palcoscenico in cui riscoprire anche il paesaggio sonoro. Hanno partecipato al documentario professori e ricercatori, ingegneri e ambientalisti, donne e uomini che hanno intrecciato una parte della loro vita con questa forma di produzione energetica, il cui immaginario si è irradiato tra cartoni animati e musica, tra letteratura distopica e cinema, fino a collegarsi al mito di Prometeo, che dopo aver rubato il fuoco agli Dei per donarlo all'umanità, viene punito e confinato sulle montagne del Caucaso. L'audio documentario raccoglie la prima parte della ricerca per un progetto cinematografico ispirato all'ecologia politica di Alexander Von Humboldt dal titolo Terra Incognita. Musiche di Zende Music e Scoolptures Con interventi di Massimo Scalia, Barbara Curli, Franco Farinelli, Alberto Vanolo, Elisabetta Bini, Gian Piero Godio, Laura Ciglioni, Leopoldo Nuti, Annalisa Colombu, Alessandro Dodaro, Pietro Agostini, Laura Gaidolfi, Leonardo Setti, Maria Vittoria Gazzola, Stefano Bevacqua, Lorenzo Fiori, Bettina Pitzurra. Le fotografie sono di Tomas Rigoni, Enrico Masi, Enrico Carnuccio.

Diari del nucleare. Sul confine tra sviluppo e progresso - "Diari del Nucleare. Sul confine tra sviluppo e progresso" è la prosecuzione di una ricerca ambientale intrapresa intorno al film Terra Incognita. Viaggiando nel cuore europeo tra Italia, Francia e Germania, gli autori raccolgono segni della transizione energetica e delle sue controverse diramazioni. Facendo risaltare il rapporto geopolitica - umano - energia e linguaggio, Diari del Nucleare si propone come strumento narrativo al centro dello stallo storico dell'Antropocene. Da Plinio a Latouche, dalle alture di Frascati alle scure sponde boscose del Baltico, Diari del Nucleare è un'esplorazione sonora che affronta la cultura atomica con approccio epistemologico e psicogeografico. Contributi di Barbara Curli, Angelo Tartaglia, Paola Ricci Sindoni, Emanuele Leonardi, Davide Orsini, Nadia Cherubini, Antonio Della Corte, Erin e Travis Wilkerson, Serge Latouche, Paola Batistoni, Roberto Roberti, Umberto Minopoli, Alessandro Bonito-Oliva, Giuseppe Celentano, Simonetta Turtu, Stella Bonavita. Un ringraziamento speciale a Laura Moretti - ENEA, Alma Mater Studiorum, Legambiente, Politecnico di Torino, Università degli Studi di Torino. Le fotografie sono di E. Carnuccio, E. Masi, T. Rigoni. Scritto e diretto da Enrico Masi, Stefano Migliore e Davide Rabacchin, prodotto da Caucaso, musiche originali di Fabrizio Puglisi e Alberto Capelli - ATMAN, l'attrice Laura Pizzirani, il fonico Jacopo Bonora.

Diario dalla zona rossa - "Diario dalla zona rossa" di Carolina Valencia Caicedo e Riccardo Giacconi con la collaborazione di Chiara D'Andrea | Dal 21 febbraio 2020 il governo italiano ha emesso delle norme che hanno gradualmente limitato la mobilità degli abitanti del paese, per rispondere all'emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus. Il 10 marzo, l'Italia intera è stata proclamata "zona rossa". Carolina, una ragazza colombiana a Milano, racconta la sua presa di coscienza dello stato di eccezione che le si instaura attorno. Registra messaggi e telefonate con molte persone che le raccontano le proprie, diversissime esperienze nei primi giorni di una quarantena planetaria. Carolina ascolta e mette insieme queste voci, sapendo che ogni testimonianza da questo periodo, compreso il racconto corale che sta componendo, sarà forse visto, in futuro, come un messaggio da un mondo in procinto di cambiare per sempre.

Diario di una città ai tempi del coronavirus - "Diario di una città ai tempi del coronavirus" di Anais Poirot Gorse | Cartoline sonore, conversazioni al citofono, esplorazioni per stazioni deserte, suoni che il silenzio di una città tra parentesi permette finalmente di ascoltare. Una vita tra parentesi nei giorni del coronavirus.

Divas. Icone latinoamericane - Le vite di La Lupe, Silvia Pinal, Yma Sumac e Toto' La Momposina, raccontate da Marco Silvestri

Diversamente napoletano - Napoletani, si sa, si nasce e non si diventa. E' una questione genetica, anche se è possibile instillare gocce di napoletanità in giro. Gli esempi, i maestri sono tanti ed ognuno, anche se in opposizione all'altro, racconta un diverso e vero aspetto dell'essere napoletano. La musica di Tony Tammaro è una summa filosofica dell'essere napoletano contemporaneo, raccontando (e criticando) con l'ironia tipica della grande tradizione partenopea, i vizi e le virtù del suo popolo. Non c'è napoletano, indipendentemente dal suo ceto, dal suo stato economico, dal luogo sperduto del mondo dove vive o ha vissuto che non abbia avuto almeno una canzone di Tony come colonna sonora di un passo di vita. Ma l'essere napoletano ha molteplici sfaccettature e ognuno è napoletano a suo modo. Come Vincenzo Sarnelli,figlio d'arte, alter ego del cantante della tamarragine, che è nato a Napoli, ma è diversamente napoletano.

Divine. Donne del Novecento di Flavia Piccinni - Passioni 2016

Divine. Storie di donne del XX secolo - Passioni 2015

Donne che fendono l'aria: acrobate e tiratrici - Le vite di Miss Zaeo, Annie Oakley, Elisa Mantovani e Madame Saqui raccontate da Marzia Coronati. Miss Zaeo, l'incantevole trapezista della Belle Epoque, Annie Oakley, la mitica tiratrice del Wild West Show di Buffallo Bill, Elisa Mantovani, l'acrobata che attraversò le cascate del Niagara su una corda, Madame Saqui, la funambola delle feste di corte. Quattro biografie travolgenti di quattro donne eccezionali, oggi giunte a noi solo grazie al tramandarsi dei racconti tra famiglie di circensi e pochi articoli di giornale sapientemente conservati dal Centro educativo di documentazione delle arti circensi di Verona. Quattro storie nomadi che intrecciano arte, musica, sport e vicende politiche e sociali da ogni angolo del mondo.

Donne coraggio - Le vite di donne che hanno vissuto con coraggio le loro scelte radicali come ambientaliste, attiviste, militanti pacifiste, raccontate da Silvia Cavicchioli, Marcello Flores, Emanuele Giordana, Marco Gisotti, Monica Lanfranco, Riccardo Michelucci, Farian Sabahi

Donne e uomini della Resistenza - Le vite straordinarie di quattro partigiani raccontate da Francesco Neri

Donne in musica - l'altra storia della musica

Donne sulle onde dell'Oceano - Da Parigi al Tibet, da Filadelfia alla Sardegna, da Edimburgo a Samoa, da Cuba a Parigi, quando ancora non si viaggiava in aereo ma su velieri o navi a vapore, quattro donne coraggiose di diversissima estrazione sociale, spinte dalla sete di conoscenza hanno lasciato la terra natale per andare all'altro capo del mondo a scoprire nuovi paesi e nuove genti, nuove lingue, nuove religioni e diversi modi di vivere. Di Bianca Pitzorno

Dorothy Parker - Dorothy Parker

Dove ho sbagliato - Storie di vittime e prevaricatori nell'era di internet

E il cielo si riempì di stelle - "E il cielo si riempì di stelle. Audio Reportage onirico d'una giornata a Bauladu" di Daniela Diurisi e Agostino Aresu - Occorre essere disposti ad accettare l'imprevedibilità del viaggio, l'itinerario mentale dei sogni, per approdare in un luogo temporale che appartiene al passato, alla nostra infanzia, quella di ciascuno di noi. Fino a sprofondare nelle radici di un'Isola, un'isola come condizione dell'essere, come un'infanzia, un'Isola che ognuno di noi ha dentro e che (forse abbiamo dimenticato) avevamo dimenticato, perso alla vista e all'immaginazione.  Un progetto a cavallo tra sogno e realtà, un viaggio onirico, che si sviluppa in un arco temporale di una sola giornata, dentro un piccolo paese della Sardegna, Bauladu, raccontato con gli occhi e l'immaginazione dei bambini.

Economia - Dalla Banca d'Italia al caso Enron, dal Bancomat al Fondo monetario Internazionale, al fallimento della Lehman Brothers e allo Schema Ponzi, 13 storie rilevanti dell'economia mondiale di ieri e di oggi raccontate da Stefano Feltri e Roberta Carlini

Enzo Jannacci - Cantautore fuori da ogni schema, stravagante e generoso, tra i più grandi e amati. Lui è stato grande con i grandi come Giorgio Gaber, Dario Fo, Cochi e Renato, Beppe Viola, Paolo Rossi e Adriano Celentano. Forte del suo indiscusso eclettismo, "l'irregolare" Enzo attraversa almeno cinquant'anni di storia: dal rock 'n' roll dei Cinquanta al cabaret dei Sessanta, dalla canzone d'autore alla musica libera da schemi dei decenni successivi.

Ernest Hemingway, l'eredità di uno scrittore - (Oak Park, Illinois, 21 luglio 1899 - Ketchum, Idaho, 2 luglio 1961)

Ernesto de Martino tra magia e civiltà - Passioni 2015

Escursionisti proletari - "Sempre più in alto per una nuova umanità", questo è il motto dell' Ape, l'Associazione Proletari escursionisti che nasce a Lecco nel 1919, per poi diffondersi anche a Milano ed Alessandria. È stata la prima associazione sportiva italiana di orientamento socialista animate dalla convinzione lo sport non doveva essere solo appannaggio dell'elite borghese ma un diritto per tutti. L'attività sportiva diventa quindi strumento di emancipazione sociale, di riscatto della vita delle famiglie operaie, e di lotta contro l'alcolismo. Escursioni per tutti, uomini e donne, e alla portata di ogni tasca e di ogni esperienza. La montagna diventa una possibilità, una via di fuga dalla vita cittadina e dall'usurante lavoro in fabbrica, una condivisione collettiva di sapienza popolare ed ideali di stampo socialista. L'avvento del fascismo interrompe bruscamente il diffondersi dell'escursionismo proletario dell'Ape e molti "apeini" si unirono ai combattenti partigiani. Finita la Guerra però le associazioni si ricostituirono mantenendo la sua vocazione sociale. L'Ape sopravvive sino ad oggi, con la fondazione della sede di Roma (2014) mai esistita in passato.

Esercizi sull'abitare (16,9 km / 333 km / 6.900 km) - Esercizi sull'abitare, nato come progetto per la scena è un non-luogo a metà strada tra l'esperienza teatrale, la ricerca antropologica, il documentario, l'installazione artistica, la condivisone di storie, memorie e saperi, in cui il tempo e lo spazio co-abitano in una casa orizzontale, aperta e in perenne cambiamento. A partire dalla riflessione sul tema della casa come luogo di concentrazione simbolica della convivenza umana, abbiamo dialogato con territori, abitanti, artisti, spazi. Cos'è casa, dove essa sia e cosa significhi abitarla nel nostro presente sono le domande attorno a cui negli ultimi anni ci siamo interrogati, indagando il tema dell'abitare secondo i modi e gli accenti della nostra pratica artistica. Esercizi sull'abitare per la radio è un diario di viaggio che ricuce i fili delle tappe attraversate fino ad ora, dal 2019 al 2022. È una mappa di geografie umane dentro cui perdersi. È la storia dei chilometri percorsi, delle storie incontrate, di come la pandemia è entrata dentro la ricerca tracciando una linea di confine che ha aperto nuovi ragionamenti. Il racconto del viaggio è diviso in tre tappe, in ogni tappa ci sono alcuni esercizi che approfondiscono temi e persone, alla fine di ogni esercizio una canzone. Nella prima tappa siamo partiti da una periferia romana, dal Teatro Quarticciolo che ci ha fatto percorrere i primi 16,9 km. Nella seconda tappa, 333 km, il percorso è continuato fuori dalla città. Nella terza tappa ci siamo domandati cosa significa cercare casa altrove. E così si sono materializzati i 6.900 km Non-Stop Home che ci hanno portato fino a New York. Tutti questi esercizi ci raccontano che casa è ovunque noi siamo, è il racconto dei racconti che siamo - i volti, i gesti, i suoni, le voci che incontriamo - è lo spazio smisurato che abitiamo. Ogni passo indica l'itinerario di un'indagine e crea un nuovo luogo da abitare. Di e con Tamara Bartolini e Michele Baronio e la collaborazione artistica di Michele Boreggi.

Essere Elio Pandolfi - Passioni 2015

Essere Parsifal - Il gioco di ruolo dal vivo (abbreviato in GRV, in inglese LARP, Live Action Role-Playing) è una forma di gioco di ruolo in cui i partecipanti impersonano i personaggi rappresentando le situazioni del gioco nella realtà fisica, nel modo più verosimile possibile, utilizzando abbigliamento, attrezzi, e scenografie adatte alla parte. Vi può partecipare chiunque abbia voglia di essere per qualche giorno altri da sé.

Eterna. Pina Bausch a Roma - "Eterna. Pina Bausch a Roma" di Graziano Graziani | Il documentario ripercorre l'esperienza di Pina Bausch nella città eterna a cui dedicò due spettacoli indimenticabili, Viktor (1986) e O Dido (1999). Attraverso un intreccio di preziose testimonianze – da Matteo Garrone a Mario Martone, da Vladimir Luxuria a Ninni Romeo e Cristiana Morganti, da Leonetta Bentivoglio a Andrés Neumann, da Maurizio Millenotti a Claudia Di Giacomo fino alla famiglia rom Firlović – riemerge così, a 10 anni dalla morte, la Roma insospettabile di Pina Bausch, una città autentica e assolutamente anticonvenzionale: una Roma quotidiana, scandita da pranzi in trattoria, incursioni in sale da ballo popolari e passeggiate al mercato della frutta; una Roma underground, distesa nelle sue periferie multietniche, conosciuta grazie a ripetute visite in campi rom e a sopralluoghi notturni in locali transgender e circoli di cultura omosessuale. Pina Bausch a Roma è un documentario prodotto da Riccione Teatro in collaborazione con Archivio Teatrale Andres Neumann / Il Funaro (Pistoia)

Eterni - Mai come oggi l'uomo ha sottoposto la vita, e quindi la morte, a un così grande potere di manipolazione. Questo potere ha alimentato la più grande illusione che le società contemporanee hanno coltivato spendendo enormi capitali scientifici, culturali e finanziari; che la morte si possa dimenticare, escludere, allontanare dal proprio orizzonte di vita. Un atteggiamento che in realtà nasconde la presenza, incombente, di una morte più che mai avvertita e temuta e perciò innominabile. Il corpo è diventato l'oggetto biologico per eccellenza, da conservare e preservare a tutti i costi: vitaminizzato, reimpiantato, riprogrammato, ibridato, aumentato, e anche criogenicamente congelato, in attesa di essere riavviato, resettato, riformattato, suddiviso in pixel e ricostruito a partire da ricordi archiviati. Sullo sfondo di questa contemporaneità ipertecnologica, vitalistica e amortale, ascoltiamo storie che parlano di malattia, scienza, filosofia e fede. L'ossessione di lasciare traccia di sé e la fame di tempo che ne deriva, la gestione della sofferenza e il dilemma etico che ne consegue, ma soprattutto i limiti che la natura umana mostra di fronte alla morte, sono gli aspetti che informano la nostra esperienza quotidiana. Aspetti che dobbiamo sottoporre ad un'incessante revisione. Il senso di una storia si capisce solo da come va a finire.

Faire avec, uno sguardo sulle malattie rare - "Faire avec, uno sguardo sulle malattie rare" di Stefano Scherma | Cosa significa essere colpito da una malattia rara, cosa significa essere genitore o amico di una persona affetta da una malattia rara, cosa accade nel quotidiano di una persona colpita da una malattia rara? Da queste domande trae spunto il progetto Faire avec, uno sguardo sulle malattie rare. Sei storie che si possono leggere singolarmente, ma che nell'insieme contribuiscono a costruire un racconto di racconti e forniscono uno sguardo sul tema "malattia rara". "Ho iniziato a lavorare al progetto fotografico Faire avec nel 2017 stimolato dalla scintilla della curiosità. C'è voluto tempo per entrare in confidenza. Parlare, ascoltare ha creato le basi per documentare i momenti che ho passato nelle loro case, momenti di fiducia reciproca in cui sono diventato parte della quotidianità. Ho voluto inizialmente raccontare una storia per immagini per cercare di andare oltre le apparenze. Il rapporto tra genitori, tra genitori e figli, tra fratelli, il caregiving familiare, la scuola, il gioco, i viaggi, la ricerca e l'impegno nelle Onlus sono alcuni dei temi emersi nelle nostre conversazioni L'audiodocumentario per Radio 3 è nato proprio dalla confidenza che nei mesi si è creata con tutte queste persone." - Stefano Scherma - www.stefanoscherma.com

Falce e Pastello - Gli anni '90 in Italia sono stati il trionfo del benessere, della tv commerciale e del disimpegno. A meno che tu non fossi nato in una famiglia di comunisti duri e puri. C'è infatti una parte di millennials che non è ancora stata raccontata: con Falce e pastello ripercorriamo la storia dell'ultima generazione cresciuta con genitori politicizzati nel momento in cui le ideologie stavano tramontando e il berlusconismo era lo stile di vita imperante. Insomma, l'ultima, tragicomica, infanzia comunista.

Fan! Storie di ammiratori che hanno incontrato i loro miti - "Fan! Storie di ammiratori che hanno incontrato i loro miti" di Lidia Riviello - Voce di Patrizia Hartman

Fattore J 27. Leggende e superstizioni delle grandi stelle del rock - Le vite di Janis Joplin, Brian Jones, Amy Jade Winehouse, Jimi Hendrix raccontate da Dario Salvatori

Federico Fellini, da Rimini a Cinecittà - Memoradio rende omaggio al grande regista a 25 anni dalla scomparsa.

Federico Fellini, il visionario - Un omaggio al grande maestro del cinema italiano

Federico Zeri. Lo sguardo di un grande critico - Memoradio ripropone all'ascolto: la prima puntata del ciclo "Zeri assoluto" condotto da Anna Ottani Cavina, in onda nel 2006 e la prima puntata del programma "Il teatrino della memoria" in onda nel 1982. Anna Ottani Cavina, professore emerito di Storia dell'Arte Moderna all'Università di Bologna, ha fondato e diretto la Fondazione Federico Zeri. Tra i suoi libri: I paesaggi della ragione (1994) e Federico Zeri. Dietro l'immagine (2009). Federico Zeri, studioso e storico dell'arte (Roma, 12 agosto 1921 – Mentana, 5 ottobre 1998) è stato allievo di Pietro Longhi. Ha pubblicato Pittura e controriforma (1957), Due dipinti, la filologia e un nome (1961), Diari di lavoro (1971-1976), Dietro l'immagine (1987), Il cannocchiale del critico (1993) e numerosi cataloghi d'arte tra cui quelli dei dipinti italiani del Metropolitan Museum di New York e della Walter Art Gallery di Baltimora.

Felinità - Una playlist sui nostri amici gatti tutta da ascoltare

Fenoglio e le Langhe, una questione privata - "Fenoglio e le Langhe, una questione privata" di Damiano Grasselli | Le notizie che Beppe Fenoglio invia ad Italo Calvino sulla sua biografia sono scarne e didascaliche. La vera biografia di Fenoglio, partigiano e scrittore, va cercata tra i sassi delle strade polverose che si arrampicano sui colli attorno alla città di Alba. Gli amici, che lo hanno conosciuto e frequentato, ne tratteggiano un ritratto di uomo di compagnia ma anche timido, balbuziente, uno scrittore a cui non interessavano i salotti letterari. È attraverso queste voci che abbiamo provato a inseguire le camminate, infaticabili, di un Beppe Fenoglio privato, sulle sue amate Langhe, protagoniste letterarie di questo racconto di ieri e di oggi. Foto di Aldo Agnelli, archivio Centro studi Beppe Fenoglio Onlus.

Ferite - Capaci - Via d'Amelio: 30 anni dopo. Una serie podcast dedicata al ricordo, trent'anni dopo, delle stragi di mafia che hanno sconvolto l'Italia nel 1992: gli attentati di Capaci e via d'Amelio. Un tranquillo sabato pomeriggio di trent'anni fa è squarciato dalla notizia che viene battuta dalle agenzie di stampa e diffusa da tutti i media: l'attentato di stampo terroristico-mafioso organizzato da Cosa Nostra toglie la vita al giudice Giovanni Falcone, a sua moglie Francesca Morvillo e a tre uomini della scorta: Vito Schifani, Rocco Di Cillo e Antonio Montinaro. L'Italia si ferma e ascolta incredula quanto viene trasmesso. A ricondurci a quei minuti e a farci riaffiorare i ricordi è la voce narrante dell'attrice Donatella Finocchiaro che si alterna a quelle di donne che hanno vissuto sulla propria pelle quegli eventi tragici, che sono state testimoni o anche semplicemente spettatrici. Ferite - Capaci: 30 anni dopo è un Podcast Originale RaiPlay Sound, prodotto da Loft Produzioni, scritto da Matteo Billi, Francesca La Mantia e Giuseppe Paternò Raddusa.

Film - Dentro e fuori dal film: la storia , i set, la critica,

Filosofia, Sociologia, Psicologia - Mettiamo la testa a posto: un viaggio istruttivo nella storia del pensiero del Novecento guidati da Marilia Albanese, Matteo Borri Stefano Caldirola, Gabriella Caramore, Franesco Codello, Giusppe Di Giacomo, Maurizio Ferraris, Simona Forti, Giulio Giorello, Raffaele Mantegazza, Alessandro Mariotti, Fabio Raimondi, Massimo Recalcati, Rocco Ronchi, Paolo Soldini, Gabriella Turnaturi , Luigi Zoja

Fino al cuore della rivolta - "Fino al Cuore della Rivolta - Gli archivi della Resistenza sulla Linea Gotica Occidentale" di Anais Poirot Gorse in podcast | Il collettivo Archivi della Resistenza dal 2004 si occupa di storia orale delle classi non egemoni e, soprattutto, di raccogliere testimonianze audiovisive degli ultimi e delle ultime protagonisti/e della Resistenza contro il nazifascismo sulla Linea Gotica Occidentale. Il collettivo dal 2012 gestisce il Museo audiovisivo della Resistenza di Fosdinovo e promuove la memoria della Resistenza e dell'antifascismo attraverso eventi culturali, pubblicazioni, mostre, e l'organizzazione del festival della Resistenza "Fino al cuore della Rivolta", giunto alla XVI edizione, che quest'anno si terrà - nonostante l'emergenza - e si svolgerà on line sui canali social. Simona Mussini e Alessio Giannanti, tra i fondatori del collettivo Archivi della Resistenza saranno le voci narranti che ci faranno viaggiare nelle le storie di resistenza dell'antifascismo sulla linea Gotica Occidentale (al confine tra Liguria e Toscana). Grazie ai materiali audiovisivi raccolti dal collettivo in anni di ricerca sul campo, avremo accesso alle memorie della resistenza di un territorio.

First lady - Le donne che hanno fatto l'America - Le vite di Martha Washington, Eleanor Roosevelt, Jacqueline Kennedy, Lou Hoover e Mary Lincoln, raccontate da Dario Salvatori - Letture di Patrizia Hartman

Folli giardinieri: storie d'amore e di grandi maestri del verde - Le storie di quattro leggendari botanici, giardinieri e architetti del paesaggio italiani Libereso Guglielmi, Ippolito Pizzetti, Gian Lupo Osti, Maria Teresa Parpagliolo Shephard raccontate da Maury Dattilo.

Fotografia - I luoghi, gli oggetti, le persone negli obiettivi della Polaroid, della Leica , della Cabina fotografica e negli scatti di Dorothea Lange, Robert Capa, Gianni Berengo Gardin, Vivian Maier, Gabriele Basilico e molti altri da Alessandra Mauro e Sara Antonelli

Fotoromanzo. Storie di attori sotto scatto - Le vite di Franco Gasparri, Maria Antonietta, Max Delys, Marina Coffa, raccontate da Lidia Riviello

Franco Ferrarotti, il pioniere della sociologia - Passioni 2016

Franco Quadri e la Patafisica - L'acuta osservazione del particolare e dell'eccezione, è stata, nella polivalente attività di Franco Quadri, la principale ispirazione. Una ispirazione, che lo ha portato ben oltre la sua attività di giornalista e di critico. In effetti Quadri è stato un instancabile agitatore teatrale. La parola, la scrittura, l'osservazione di un Teatro inteso come veicolo della "scienza delle soluzioni immaginarie" (ovvero la Patafisica di Alfred Jarry), hanno fatto in modo che le avanguardie culturali sommerse e parallele, trovassero il loro spazio e il loro tempo, già a partire dalla metà degli anni sessanta, proprio in occasione dello storico incontro di Ivrea del 1967. In questo documentario la narrazione si muove dinamicamente per raccontare la figura di un uomo che amava il Teatro, che entrava all'interno dei processi di creazione, che si confrontava con le figure che stavano scuotendo radicalmente le arti performative in Italia e nel mondo, e che ha potuto agire - non senza difficoltà - opponendosi elegantemente alle paludose realtà politiche, che hanno governato il nostro paese. La narrazione, oscillando tra testimonianze storiche e citazioni teatrali, rimanda all'ironia e alla qualità dell'assurdo, tipiche di Jarry, e intende restituire l'immagine di un editore, saggista, redattore, padre del premio Ubu e del Patalogo, ma soprattutto, di un mediatore culturale di altissimo livello. Un audiodocumentario di Carla Fioravanti.

Frank Sinatra - Il ricordo di uno dei più grandi artisti contemporanei

Fuga dall’inferno. Ucraina ventiventidue - Allo scoppio del conflitto in Ucraina, il 24 febbraio del 2022, una quarantina di italiani sono rimasti bloccati, nella regione di Kherson, occupata fin da subito dall'esercito russo. Per diverse settimane hanno vissuto sulla loro pelle una guerra a un passo dall'Europa. Sono stati costretti a rifugiarsi negli scantinati, sotto i bombardamenti. "Fuga dall'inferno. Ucraina ventiventidue" racconta le loro storie, le paure, e i pericoli affrontati da queste famiglie per uscire dall'Ucraina e tornare in Italia, attraversando sotto le bombe la linea del fronte e la terra di nessuno. Mentre sul campo raccontavamo il conflitto in corso, li abbiamo seguiti e alcune volte anche aiutati, a lasciarsi alle spalle la distruzione di quei territori. Ma una volta tornati a casa dimenticare certe scene, per loro, è stato impossibile.

Fumetti - Il colorato mondo dei fumetti e dell'animazione raccontato da Luca Raffaelli, Giulio Giorello ed Emilio Gentile

Fumettisti dei diritti civili: quattro disegnatori afroamericani - Le vite di Zelda Mavin Jackson (Jackie Ormes ), Elmer Simms Campbell, Emory Douglas, Oliver Wendell Harrington, raccontate da Gianluca Diana

Fuochi - "Fuochi" di Daria Corrias, musiche di Mumucs, illustrazione di Oscar Racca - Il 24 luglio 2021 nella zona del Montiferru, centro ovest della Sardegna, un incendio di violenza inaspettata ha distrutto 20 mila ettari di territorio cambiando forse per sempre un paesaggio ricco di boschi e un'economia locale basata sulla coltivazione degli ulivi. I fuochi, gli incendi, nell'isola non sono una novità: ogni anno brucia qualcosa e quella passata è stata una stagione di roghi un po' in tutta Italia e in diverse parti del mondo. L'incendio del Montiferru è solo l'ultimo esempio di quanta distruzione possa portare il fuoco quando non controllato, quando la prevenzione che è cura del territorio non è praticata. Una prevenzione che non può essere solo quella istituzionalizzata ma che deve rientrare nelle buone pratiche quotidiane di ognuno di noi. In cinque puntate seguiremo il percorso del fuoco: dalle vedette antincendio che ogni giorno con i loro occhi vegliano sul territorio, al racconto di chi la notte del 24 luglio ha dovuto fronteggiare le fiamme cercando di salvare piante e animali, per arrivare poi a chiederci cosa si può e si deve fare per far sì che non accada più. Con le parole di: Cipriano Fronteddu e Ignazio Mereu, vedette antincendio nel comune di Dorgali (NU); Giorgio Zampa, agronomo, allevatore e olivicoltore di Cuglieri (OR); Laura Cocco, Azienda Olearia Peddio, Cuglieri; Maria Idda, Oleificio Idda, Cuglieri; Roberto Bianchi, compagnia barracellare di Cuglieri; Agostino Fara, olivicoltore di Cuglieri; Piera Perria, abitante di Cuglieri; Antonio Fara, agricoltore di Cuglieri; Gavino Irde, capitano compagnia barracellare di Cuglieri; Matteo Cara, geografo di Nuoro. Grazie a Stefano Machiavelli, Marco Antonini, Giuliana Sias, Enrico Pau, Elena Canu, Bastiana Carrone, Sandro Corrias, Francesca Berardi, Marta Loddo, Oscar Racca, Franco Ariaudo.

Fuori combattimento - Storie vere di pugili - Le vite di Angelo Jacopucci, Arthur Cravan, Rubin Carter e Hertzko Haft, raccontate da Angelo Ferracuti

Fuori. Storie di giovani ex detenuti - "Fuori. Storie di giovani ex detenuti" di Flavio Artusi e Matteo Calzolaio - Si parla spesso di detenzione in Italia, e nella maggior parte dei casi non positivamente. Si parla di sovraffollamento, di violenza, di sopraffazione e di disorganizzazione. È un sistema che va rivisto sotto molti aspetti, certo, ma vale lo stesso discorso per le carceri minorili? Cosa significa essere affidati a un Istituto Penale Minorile in giovane età, spesso durante l'adolescenza? Quali sono le motivazioni e le cause che spingono i più giovani a mettersi nei guai? Non si tratta di ragazzi da prima pagina, non sono solo nomi che si leggono in cronaca, ma persone con dei sogni, delle paure, delle insicurezze, con una vita alle spalle e un futuro ancora tutto da scrivere. Sbagliare è facile, ma rimediare è difficile, eppure molti di loro hanno ancora la forza e il coraggio di rialzare la testa, dimostrando a tutti che un'altra via è sempre possibile. Raccontare il mondo giovanile sotto questa prospettiva è l'obiettivo di questo audio documentario. Le voci di coloro che hanno vissuto un'esperienza detentiva ci accompagnano in un viaggio nell'Italia dei quartieri e delle periferie, quelle più famose e quelle meno note alla maggior parte delle persone. Quartieri e periferie che spesso li hanno cresciuti, nel bene e nel male. I protagonisti si raccontano in maniera disincantata e matura, come se avessero già vissuto tante vite diverse, consapevoli di aver sbagliato e di non voler più cadere nei tranelli che il destino, spesso, lascia lungo il cammino.

Fuorilegge. Quattro storie criminali - Le vite di Paul Kelly, Joe Masseria, Albert Anastasia e Joe Gallo, raccontate da Nicola Attadio

Gabriele d'Annunzio - Le leggende sulla sua nascita, l'adolescenza in un convitto dove lo chiamavano «lupacchiotto della Majella» e lui prende a morsi un compagno per difendersi, il legame con la sua terra natìa. Ma anche la superstizione, la spavalderia e le descrizioni poetiche. Florinda Fiamma racconta alcuni aspetti poco noti della vita del Vate.

Gandhi - 23 gennaio 2018

Generazione Vulcano. Essere adolescenti alle isole Eolie - "Generazione Vulcano. Essere adolescenti alle isole Eolie" di Marta Bellingreri e Giulia Frigieri - Mentre la natura paradisiaca nutre i loro occhi, la mattina la sveglia per chi deve andare a scuola sulle isole dell'arcipelago eolico suona molto presto. Prima il bus, poi l'aliscafo, per raggiungere il liceo a Lipari, l'isola-città dell'arcipelago. A Stromboli invece non c'è settimana che passi senza una salita al Vulcano. In queste isole consumate dal turismo estivo, i racconti fuori stagione di chi le abita in età adolescenziale restituiscono l'euforia di chi cresce in un'isola che come nessun altro luogo al mondo potrà mai chiamare casa.

Gennaio - Passioni 2015

Genova, il desiderio - "Genova, il desiderio - Indagine sull'intimità di una città di mare" di Federica Manzitti | Non una cronaca dalla città che ha vissuto indicibili traumi anche recenti, ma un un'indagine sul desiderio e su Genova, la città dove il riserbo sfiora la segretezza, la città dei grandi naviganti, delle grandi fabbriche, delle prostitute, la città che riesce ad essere contemporaneamente austera e dissoluta. Cos'è il desiderio, dove nasce e soprattutto dove ci porta? Che differenza c'è tra desiderare e volere? Che senso ha l'etimologia della parola de-sidera? Un passo dopo l'altro, un incontro dopo l'altro, l'enigma sembra sciogliersi, ma per fortuna è solo apparenza, perché dove non c'è mistero non c'è più desiderio. Con: Ursula, Ilja Leonard Pfeiffer, Ugo Volli, Giuseppe Marcenaro, Rossella Bianchi, l'archivio della Fondazione Ansaldo, il sig. Cornero, il comandante Bruno Sacella.

Gente di Procida - La Capitale italiana della Cultura per il 2022 è una piccola isola appartata, uno scrigno di grande storia e di tesori trascurati. Il carattere schivo di una comunità di antica tradizione marinara viene messo alla prova, ed esprime ambizioni e timori. I Campi Flegrei si aspettano di condividere un successo sostenibile e non effimero con la Campania e con l'Italia che riparte. La più intima delle isole del Golfo di Napoli si rivela con fierezza e pudore in un documentario denso di voci e rumori. La gente di Procida prima che la festa cominci. Gente di Procida è un podcast Rai Radio, ideato e realizzato da Michele Gulinucci, Nicoletta Micacchi, Fabio Ramacciani, con la collaborazione di Procida Capitale. Musiche originali e sound design di Filippo Manni e Massimo Perin.

Georg Friederich Haendel - compositore tedesco naturalizzato inglese

Giochi - Storia dei giochi. I passatempi a tutte le latitudini raccontati da Andrea Angiolino

Giorgio Gaber - 'Un ragazzo milanese perennemente spettinato che suonava la chitarra e cantava a squarciagola il rock and roll'

Giorgio Scerbanenco: il giallo e il nero - L'inesauribile fantasia narrativa del padre del noir italiano

Giorni norvegesi. Incontro con Dag Solstad - "Giorni norvegesi. Incontro con Dag Solstad" di Angelo Ferracuti, musiche originali di Daniele Rossi, prodotto da Iperborea con il contributo dell'Ambasciata di Norvegia in Italia - Angelo Ferracuti in "Giorni norvegesi" narra la sua educazione sentimentale nel Grande Nord, dai racconti di emigrazione dei suoi zii Cesare e Dina, arrivati ad Oslo alla fine degli anni '50, l'incontro con la condotta e le opere dello scrittore e operaio Luigi Di Ruscio, suo conterraneo, operaio per trent'anni alla Christiania Spigerverk nella capitale norvegese, amato da Calvino e Quasimodo, al viaggio di nozze fatto in tenda canadese con sua moglie Patrizia nel 1987, da Fermo a Capo Nord. Racconta piccoli alberghi dove soggiorna nel quartiere di Grunerlokka a Oslo, birrerie equivoche, il Vigeland Park, il Circolo degli italiani dove incontra gli emigrati superstiti venuti qui mezzo secolo fa, ma anche i luoghi dove lo scorso anno ha accompagnato le sue figlie Eugenia e Lorenza. Tra presentazioni di libri all'Istituto di Cultura, passeggiate con il suo amico Antonio Trivilino, i suoi due incontri con uno dei più grandi scrittori scandinavi contemporanei, lo scontroso e timido Dag Solstad, più volte candidato al Nobel.

Giro di boa - maturità 2020 - "Giro di boa - maturità 2020" di Tiziana Guerrisi e Camilla Orsini | All'inizio del 2020 Sarah e Mattia sono all'ultimo anno di liceo, vivono alle porte di Roma ed entrambi frequentano un liceo della Capitale. Ogni giorno si svegliano e fanno un'ora di tragitto in auto o pullman per raggiungere le proprie classi. Per loro è l'anno della maturità, ne parlano da mesi, si sono immaginati tutto, l'ultimo giorno di scuola, l'esame, le feste. Poi un giorno di inizio marzo tutto cambia, il Covid-19 fa paura, il governo italiano decide di chiudere le scuole. Mattia, Sarah e i loro compagni non sanno che quel giorno segnerà una frattura tra loro e tutti gli altri maturandi della storia repubblicana. Davanti a loro si spalanca un percorso tutto diverso, pieno di incognite, novità, scoperte, piccole e grandi sfide. Non hanno esempi da seguire, la didattica a distanza - quella che molti ritengono più corretto chiamare "scuola dell'emergenza" - prende il posto della vita tra i banchi di sempre e sotto la prima pandemia d'epoca contemporanea, Mattia e Sarah compiono il loro personalissimo giro di boa, si maturano. E lo fanno tra la paura di essere stati derubati di un pezzo della loro storia personale e la forza dirompente della loro età che li porta a trovare nuove vie. "Giro di boa" è uno spaccato in 5 puntate di una generazione che sta diventando adulta in un mondo tutto nuovo per relazioni, sfide, idea di futuro. È ideato e realizzato da Tiziana Guerrisi e Camilla Orsini con le riflessioni e i pensieri raccolti in quattro mesi di interviste da giugno a settembre 2020 a Mattia Monacciani e Sarah Addari.

Giuseppe Ungaretti - 6 febbraio 2018

Giuseppe Verdi - la vita e le opere

Gli ammutati - Morti prima che potessero parlare. Verità non dette sulle stragi di Capaci e via d'Amelio che, come un filo sottile, attraversano le storie dei protagonisti di questo podcast prodotto con materiale d'archivio, interviste e musiche originali. A cavallo tra la prima e la seconda repubblica, una serie di omicidi e strani suicidi si nascondono nelle pieghe della storia. Su molti di questi casi non c'è ancora piena luce, e anche quando arrivano le condanne degli esecutori, a mancare sono sempre i nomi dei mandanti. Il poliziotto Nino Agostino e sua moglie Ida Castelluccio, l'educatore carcerario Umberto Mormile, l'infiltrato Luigi Ilardo, il mafioso Antonino Gioè sono alcuni dei personaggi che ci accompagneranno in questa lunga e faticosa ricerca della verità. Di Michela Mancini con la regia di Christian Manfredi

Gli italiani che fecero il tango di Giampiero Vigorito - Passioni 2017

Gli sciamani d'Italia di Marzia Coronati - Passioni 2017

Gli scrittori e la Grande Guerra - Raccontare la Prima guerra mondiale: R. Bacchelli, C.E. Gadda, B. Tecchi

Gorizia - Nascita di un confine - "Gorizia - Nascita di un confine" di Renato Rinaldi - Il 10 febbraio 1947, a Parigi, i rappresentanti di Stati Uniti, Unione Sovietica, Francia e Inghilterra definiscono la linea di confine che dividerà l'Italia dalla Jugoslavia, lasciando ancora in sospeso l'appartenenza nazionale di Trieste. Le potenze vincitrici della Seconda guerra mondiale si accordano sulla cosiddetta "linea etnica", che viene tracciata su una mappa e che alcuni mesi dopo, nel settembre del 1947, diventerà una traccia bianca di gesso che attraverserà strade, piazze, cortili, campi e cimiteri. Questa è la storia di quella linea bianca, e di come si è arrivati a definirla. Una storia osservata dal punto di vista di una città che da quella linea verrà attraversata e divisa: Gorizia. Presteremo orecchio ai racconti dei testimoni, goriziani, italiani e sloveni, che hanno vissuto i complicati giorni del 1947. Una pluralità di storie di vita, di narrazioni, irriducibili ad un'unica versione dei fatti. Voci e sguardi che mettono in luce la dimensione soggettiva della storia del primo Novecento, attraverso la narrazione della quotidianità: dalla "corsa" per Gorizia alle foibe, dalle manifestazioni per l'appartenenza nazionale alla difficile scelta di abbandonare qualcosa "al di là della rete". Un archivio di testimonianze orali raccolte da un team di ricercatori italiani e sloveni all'interno del progetto "Topografie della memoria" promossa dall'Associazione Quarantasettezeroquattro di Gorizia. Credits: Il podcast è realizzato all'interno del progetto "Topografie della memoria". Promosso dall'Associazione Quarantasettezeroquattro. Con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia, Turismo FVG. A cura di: Alessandro Cattunar, Renato Rinaldi, Natalie Norma Fella. Interviste di: Alessandro Cattunar, Kaja Širok. Drammaturgia: Renato Rinaldi, Natalie Norma Fella. Montaggio e sonorizzazione: Renato Rinaldi.

Grand Hotel Tevere - L'Idroscalo di Ostia è conosciuto come il luogo del ritrovamento del cadavere di Pier Paolo Pasolini nel 1975. È un'enclave abitativa alle porte di Roma, sorta abusivamente nel corso degli anni, stretta tra il mare e il fiume Tevere

Green Porn: storie di sesso vegetale - Se pensate che la natura sia inferiore all'uomo vi sbagliate. Le piante hanno e fanno sesso, sono erotiche e seduttive ma soprattutto ci insegnano il mistero della vita. Green Porn esplora il profondo e antico rapporto tra l'avventura umana e l'immenso sistema vegetale che domina il pianeta, per scoprire che noi dipendiamo dalle piante molto più di quanto le piante dipendono da noi. Di Maury Dattilo.

Herman Melville e Moby Dick - Storia della balena bianca e del capitano Achab.

I circensi - Il circo è considerato anacronistico, vecchio, addirittura estinto, e invece è ancora vivo, resiste al mondo contemporaneo, ha resistito al Covid e si ripropone al pubblico nel suo evolversi continuo. È un mondo affascinante, ma anche complicato e sofferente. Il problema principale è rappresentato dalle condizioni di vita di molti animali ancora portati in pista, animali addestrati che vivono in cattività. Per questo il circo si trova davanti a un bivio e non può esistere più in quella forma che ormai rappresenta il passato. Ma come vivono i circensi oggi? Come i giovani affrontano le contraddizioni tra l'eredità familiare e le richieste dettate dall'evoluzione dei tempi? E dove affondano le loro radici? Francesca Bellino ha incontrato parte della quinta generazione della dinastia Togni, Giorgia e Ugo Vinicio, figli di Vinicio Togni Canestrelli, terzogenito di Lidia Togni e Riccardo Canestrelli. Li ha seguiti nella loro quotidianità vissuta in bilico tra il desiderio di seguire la tradizione familiare e la voglia di trasgredire a una vita nomade in cui tutto è provvisorio e in cui la ricerca dell'equilibro non è soltanto una sfida da palcoscenico, ma un compito quotidiano.

I colori di dentro. Come nasce una mappa - Passioni 2015

I filosofi e il vino - Passioni 2015

I giganti addormentati - "I giganti addormentati, le storie dei forti di Roma" di Marco Silvestri, con la collaborazione di Simone Ferretti dell'Associazione ProgettoForti | I forti di Roma sono quindici ed hanno una struttura pressoché identica, per uno sviluppo complessivo di circa quaranta chilometri intorno alla città, ognuno con un area equivalente a quella dell'intero colonnato di San Pietro. Un vero e proprio capolavoro di ingegneria militare, una delle più imponenti opere pubbliche mai realizzate nella Capitale d'Italia. Dislocati sulle strade consolari, un tempo lontani nelle campagne, i forti di Roma sono ormai in una periferia a due passi dal centro. Luoghi dimenticati, nascosti, in parti dismessi e abbandonati, avvolti dalla natura che li ha fatti quasi sparire. Eppure sono lì a ricordarci, ognuno con le sue storie, i segni e le tracce lasciate dal tempo nella Capitale. Da fortezze a depositi militari, da luoghi di ricovero a discariche, set cinematografici, ospedali e carceri. Il percorso sonoro ne attraversa cinque, da nord a sud ad ovest: sono le storie di chi ci ha vissuto, di chi li ha studiati, delle numerose famiglie di sfollati della guerra, di chi in un forte è stato detenuto, i racconti delle fucilazioni dei nazifascisti all'alba... Il documentario ripercorre il passato dimenticato attraverso l'ascolto delle voci e dei suoni del presente, per ripensare il futuro di questi luoghi, che aspettano, finalmente, di essere trasformati e riqualificati. Con le voci di: Lorenzo Grassi, Augusto Pompeo, Mimmo Franzinelli, Simone Ferretti, Davide Conti, Bruno Buratti, Antonello Anappo, Laura Quaranta, Franco Moscogiuri, Paola Cossu e Sergio Andreis. Le foto sono di Fabrizio Latini - APS Progetto Forti

I Maestri dell'arte moderna e contemporanea - Ritratti d'artista raccontati da Costantino D'Orazio, Flaminio Gualdoni, Adriana Polveroni, Angela Vettese

I mestieri del volontariato - Telethon dietro le quinte - Stefano Fresi ci accompagna in un viaggio dietro le quinte di un grande progetto collettivo di solidarietà e ricerca che da oltre trent'anni rappresenta un patrimonio del no-profit italiano. Il grande pubblico conosce la Maratona della Rai, le donazioni, i progetti di ricerca. Questo podcast svela la grande storia di Telethon, i retroscena, i protagonisti che l'hanno fatta crescere negli anni e chi ha contribuito a questa impresa unica restando nell'anonimato. Personaggi famosi e persone comuni, tutti ugualmente preziosi per una causa comune che abbraccia Telethon, la Rai e il nostro Paese all'insegna della solidarietà e della gratuità. Podcast originale Rai Radio in sei puntate

I migliori fabbri - Passioni 2015

I nuovi cittadini. Scuole popolari di ieri e di oggi - "I nuovi cittadini. Scuole popolari di ieri e di oggi" di Marzia Coronati.

I predestinati - Tra dolore e riscatto - di Giampiero Vigorito

I ragazzi di Cinecittà - Il quartiere Quadraro e le altre borgate tra la via Tuscolana e la via Appia venivano identificate con il termine unico di Cinecittà già a partire dal 1937, data in cui furono costruiti gli stabilimenti cinematografici della più grande città del cinema in Europa. Dopo la guerra, questi territori di frontiera tra città e campagna erano in condizioni di estrema povertà.

I ritornanti - di Jonathan Zenti

I Sikh I guerrieri della pace di Nello Del Gatto - Passioni 2016

I suoni del cinema - L'incredibile storia del suono e del doppiaggio sul grande schermo raccontata attraverso la voce di uno dei più famosi doppiatori italiani, Claudio Sorrentino.

I supereroi della Marvel - Ciclo dedicato ai supereroi della Marvel e ai loro creatori raccontati da Roberto Moroni. Dalla leggenda del Golem, fabbricato dal Rabbino Loew con il fango della Moldava e custodito nella Sinagoga Vecchia del ghetto di Praga, ai grattacieli di Manhattan scalati dall'Uomo Ragno. Dalla grande diaspora di inizio Novecento e i drammatici sbarchi a Ellis Island, a un impero di carta e celluloide che ha coinvolto - e seguita a coinvolgere - nonni, genitori, figli e nipoti in uno spettacolare succedersi generazionale. Dai motti yiddish all'intrattenimento globale, da Cracovia a Brooklyn, e quindi Hollywood, passando per la Notte dei Cristalli - questa è la storia di un pugno di uomini che da Madison Avenue, New York, inventa una nuova forma di arte popolare impastando antiche leggende ebraiche con un immaginario mitico americano ancora in via di fondazione, e arriva al successo planetario con una nuova genealogia di dei, potentissimi e al contempo dilaniati dalle loro stesse passioni. Questa è la storia della Marvel, dei suoi supereroi e soprattutto degli (umanissimi) eroi che l'hanno immaginata.

I tipi pasoliniani - A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini, un modo particolare di ricordare un artista che ha lasciato il segno nella coscienza del Paese, attraverso un grande e multiforme dialogo intorno alle sue opere e parole. Davide Rondoni e David Riondino conversano tra loro – e con scrittori, personaggi della società, del giornalismo, della cultura e dell'arte – intervallando canzoni, poesie, citazioni e storie, chiedendosi e chiedendo quanto ci sia di pasoliniano in ciascuno e quali siano i tipi e i temi pasoliniani per antonomasia. "I tipi pasoliniani" è un podcast di Davide Rondoni e David Riondino, con la regia di Elisabetta Malantrucco, direzione artistica Andrea Borgnino, responsabile della produzione Anna Maria Delogu, esperta di produzione Paola Manduca, esperta web e di produzione Claudia Salati.

I Trattati di Roma - 2017

Igor Stravinskij - Le opere - Le opere raccontate a Wikimusic.

Il canto libero delle interpreti arabe - Omm Kulthum, Asmahan, Saliha e Fairuz raccontate da Francesca Bellino; voce di Patrizia Hartman.

Il colore lilla - "Il colore lilla" dal progetto fotografico Body and soul di Stefano Scherma - Anoressia, bulimia, binge eating disorder, bigoressia, ortoressia, pica, ruminazione, sono le principali definizioni delle malattie da disturbo del comportamento alimentare, i DCA, che secondo i dati del 2018 del Ministero della salute in Italia colpiscono circa 3,5 milioni di persone ogni anno e che sono, con 4000 casi, la seconda causa di morte, dopo gli incidenti stradali, tra i giovani. Il 15 marzo è stata istituita la Giornata nazionale del Fiocchetto Lilla per ricordare queste malattie. "Body and soul" è un progetto fotografico iniziato nel 2019 sulle malattie del comportamento alimentare maschile che, entrando nella quotidianità dei protagonisti, punta a mostrare come la malattia non sia né una questione esclusivamente femminile, come veicolato dall'immaginario collettivo, né una questione estetica legata al peso corporeo. È una malattia generata da sofferenze profonde che portano a sfogare sul corpo il dolore nascosto. Questo progetto ha permesso a Stefano Scherma, l'autore delle foto, di incontrare Riccardo, Stefano, Nicholas, Sebastiano, Marco, Babara e Mattia, protagonisti di questo documentario.

Il Grande Gioco di Emanuele Giordana - Passioni 2017

Il mestiere di registrare musica - Le vite di Alan Lomax, Violeta Parra, Hugh Tracey e Cosimo Matassa raccontate da Gianluca Diana.

Il mio nome è Jihad Storia di un monaco siriano - Passioni 2015

Il mio posto. Un incontro al Parco Saraceno - Di Francesca Leonardi.

Il mondo di Pulcinella - Realtà, immagine e avventure di una maschera

Il Muro di Berlino - 1961- 1989

Il nostro scontento - Il nostro scontento: letteratura è realtà. In collaborazione con il Salone Internazionale del Libro di Torino. Di Silvia Ballestra, Mauro Covacich, Antonella Lattanzi e Matteo Nucci. "Quando si semina il veleno del "prima degli italiani" ci si fonda su una sofferenza reale che per anni non è stata vista, e forse non viene vista ancora. Quando si urla nelle periferie che bisogna dare le case ai terremotati e non "agli zingari" si mente, certo, e in quella menzogna si nasconde una parte di verità: le case ai terremotati non sono state date, anche se non è certo sottraendole ai rom che le otterranno. Si mente, ma si dice la verità quando si afferma che ci sono dolori, rabbie, solitudini che non sono state, ancora una volta, viste." Abbiamo chiesto quindi a cinque scrittori di raccontare la storia di qualcun altro, di italiani che soffrono, sono soli, abbandonati. Storie di realtà, di scontento, di rabbia, di delusione raccontate dalla penna e dalla voce di cinque scrittori, Silvia Ballestra, Mauro Covacich, Antonella Lattanzi, Matteo Nucci, Evelina Santangelo insieme a due audio documentaristi, Jonathan Zenti e Renato Rinaldi, e alla redazione di Tre Soldi. Perché osservare e raccontare è un inizio. Letteratura è, anche, realtà. Non è, appunto, che un inizio. Piccolo, come sempre. Ma non si può che procedere per tentativi. Firmato, Loredana Lipperini. Casette, di Silvia Ballestra - regia di Jonathan Zenti. Cinghie, di Mauro Covacich - regia di Renato Rinaldi. Il processo, di Antonella Lattanzi - regia di Fabiana Carobolante. La fontana, di Matteo Nucci - regia di Giulia Nucci.

Il pensiero poetico di Rimbaud - Il 20 ottobre 1854 nasce a Charleville, nelle Ardenne, Jean-Nicolas-Arthur Rimbaud

Il Ponte La storia degli italiani di Tunisia di Francesca Bellino - Passioni 2017

Il primo giorno di non scuola - Per tutta la giornata, nelle nostre trasmissioni, le voci dei bambini, oggi adulti, che nel 1938, a causa delle leggi razziali, non tornarono in classe. Il loro, il nostro primo giorno di (non) scuola "Ricordo che eravamo a tavola e mio padre trovò il coraggio di dirmi: 'Quest'anno non puoi più tornare a scuola, sei stata espulsa'. Espulsa, questa parola pesante, sappiamo cosa vuol dire. Si è espulsi quando si è fatto qualcosa di grave e io l'avevo fatta: ero nata ebrea, quella era la mia colpa, di essere nata, non di aver fatto qualcosa di male". (Liliana Segre)

Il prossimo tuo. Storie di volontari in Bolivia - Passioni 2015

Il Risorgimento - Dalla fucilazione dei Fratelli Bandiera alle prime elezioni dell'Italia unita 13 storie risorgimentali raccontate da Roberto Balzani, Silvia Cavicchioli, Emilio Franzina, Mario Isnenghi e Giuseppe Parlato

Il ritorno del vendicatore - 13 luglio 1914. Sotto le lenzuola bianche giacciono i corpi senza vita di sette abitanti di un piccolo paese bergamasco. Tra di loro si trovano alcuni esponenti delle autorità locali come il parroco, il medico condotto e il segretario comunale. Sono le vittime della strage di Camerata Cornello, compiuta e attentamente premeditata da Simone Pianetti. L'assassino è un uomo caduto in disgrazia, le cui attività economiche si sono rivelate fallimentari. Subito dopo la strage Pianetti fugge sulle montagne e di lui si perdono definitivamente le tracce. A distanza di cento anni dagli avvenimenti, un giovane antropologo (la voce narrante del documentario), decide di recarsi sui luoghi della vicenda per raccogliere le testimonianze della comunità locale.

Il Sessantotto - Storie di Sessantotto in Italia e nel mondo

Il sillabario delle emozioni - Le emozioni sono dentro e fuori di noi. A volte sembra di non sentirle più, ma non sono morte. Continuano a vivere con noi, ci bussano alla porta e aspettano solo di essere accolte. Le emozioni sono dentro tutte le storie. A volte ci vengono incontro e a volte bisogna andarle a cercare. Domenico Iannacone ci guida in un viaggio all'interno di sei storie che hanno lasciato un segno nella sua vita e nella sua carriera di giornalista. Un sillabario fatto di parole, musiche e pause per riprendere contatto con l'altro e noi stessi. Il Sillabario delle Emozioni è un podcast di Domenico Iannacone. Con la collaborazione di Giulia Laura Ferrari. Musiche di Marco Scorsolini. A cura di Giulia Laura Ferrari. Coordinamento Rai Radio2 di Annalisa Vacca.

Il sogno - 13 febbraio 2018

Il sogno di un'altra scuola di Eraldo Affinati - Passioni 2016

Il sogno di una cosa. I giorni del Lodo de Gasperi a San Vito al Tagliamento - "Il sogno di una cosa. I giorni del Lodo de Gasperi a San Vito al Tagliamento" di Renato Rinaldi - La mattina del 29 gennaio nel piazzale di Madonna di Rosa si radunarono circa 600 persone la maggior parte giovani mezzadri e braccianti alcuni dei quali "armati" di picconi e badili. Lo scopo della manifestazione era far firmare ai proprietari terrieri di San Vito al Tagliamento un documento in cui si sarebbero impegnati ad applicare il famoso lodo de Gasperi, che imponeva un aggiustamento della percentuale, dal 50 al 53% a favore dei mezzadri e disponeva che il 10% del prodotto padronale fosse destinato a lavori di miglioria, dando seguito alla norma di legge sull'imponibile di mano d'opera del 1947 e che prevedeva l'obbligo da parte dei datori di lavoro agricoli di assumere e di impiegare una certa quantità di mano d'opera per un certo numero di giornate. La ribellione di San Vito del 29 gennaio 1948 è memorabile per la presenza di tre grandi personaggi: Angelo Galante (detto Ciliti), Carlo Tullio-Altan e Pier Paolo Pasolini. Il primo fu il capo carismatico dei contadini, il secondo fu il proprietario che propose l'accordo - e diventerà poi il padre dell'antropologia culturale in Italia -, il terzo fu un intellettuale, testimone, che diventerà il cantore di quei fatti in due romanzi, Il sogno di una cosa e Atti impuri: un'esperienza storica emblematica, come poche volte è capitato nella storia italiana. Il sogno di una cosa è prodotto dal Comune di San Vito al Tagliamento. Un ringraziamento particolare a Graziella Chiarcossi per la riproduzione di brani di P. P. Pasolini da "Il sogno di una cosa" (Garzanti), "Quello lì è il mio padrone" racconto che è contenuto nel libro Un paese di temporali e di primule, a cura di Nico Naldini (Guanda) e per il suggerimento della citazione da Poeta delle Ceneri (Archinto 2010). Fisarmonica di Mirko Cisilino

Il sonno è un super eroe di Lidia Riviello - Passioni 2016

Il Sottosopra - Il tempo delle miniere è custodito nelle gallerie allagate, tra i resti dei villaggi minerari, nelle acque rosse che attraversano le dune, nelle scelte di un maestro, nella voce di una lampada a carburo, in un vecchio nastro magnetico. Buio, paga, pericolo, acqua, vagone, laveria, esplosivo, paura, perforatrice, bedaux, occupazione, cronometro, turno, galleria, minerale, pozzo. Sono alcune parole che abitano questo passato, seguendole abbiamo incontrato il senso del Noi, la dignità nel lavoro e l'irrefrenabile desiderio di poter lasciare qualcosa di buono ai figli. Quantomeno la storia di chi eravamo. "Il Sottosopra" è un audiodocumentario di Gianluca Stazi e Giuseppe Casu. Un progetto a cura di Tratti Documentari e in collaborazione con i minatori del Sulcis Iglesiente.

Il suono contemporaneo - architetture del tempo - "Il suono contemporaneo - architetture del tempo" un documentario di Carla Fioravanti in cinque episodi. Un percorso che intende sondare l'universo sonoro a partire dalla funzione dell'ascolto. Per esplorare l'attività del suono in relazione al rumore e al segnale, all'informazione, al silenzio. La visione dello spazio temporale organizzato difronte al rumore del mondo, il suono come generatore di musica, la musica come architettura del tempo. Il tessuto narrativo si costruisce progressivamente e simultaneamente al flusso musicale, sviluppandosi a partire dalle sonorità e dalle visioni sperimentali di alcuni compositori del "contemporaneo" Cage, Berio, Scelsi, Maderna, Chiari, Kagel, Hidalgo e Marchetti, ... (per fare alcuni esempi), mondi diversi per costruire nuove architetture del tempo, lasciando emergere i legami che la musica può stringere con la parola e con il fluire del linguaggio. Le voci attraverso le quali si sviluppa il discorso intorno al suono contemporaneo, sono quelle di Giorgio Battistelli, Nicola Bernardini, Alvin Curran, Giancarlo Schiaffini. Voci determinanti, per indicare le tappe storiche che hanno costituito le principali correnti di ricerca culturale del secolo scorso, per uno sguardo sull'attualità e una visione del futuro. Giorgio Battistelli compositore e musicista, Direttore Artistico del Festival Puccini di Torre del Lago, nominato nuovo Direttore artistico dell'Orchestra della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento. Nicola Bernardini professore di musica elettronica al conservatorio di Padova, e Santa Cecilia di Roma. Alvin Curran musicista e compositore statunitense, cofondatore assieme a Frederic Rzewski, Allan Bryant e Richard Teitelbaum del gruppo di free improvisation romano Musica Elettronica Viva. Giancarlo Schiaffini compositore, trombonista e suonatore di tuba, attivo nella musica d'avanguardia, nell'improvvisazione libera e nel free jazz.

Il teatro di Giorgio Strehler - Memoradio

Il tempo dei giusti - "Il tempo dei Giusti" di Diego Marras | Il documentario racconta la storia di Ezio Giorgetti, albergatore di Bellaria, che nel 1943 salvò 38 ebrei con l'aiuto del maresciallo dei carabinieri Osmar Carugno. Nel 1964 Ezio Giorgetti viene riconosciuto “giusto tra le Nazioni", primo italiano a ricevere questa onorificenza. Con l'aiuto del giornalista e scrittore Emilio Drudi ricordiamo anche Ziga Neumann e Joseph Konforti che riuscirono a tenere le fila di questo gruppo di esuli perseguitati dai nazifascisti. Il termine giusto è utilizzato dalla tradizione ebraica per indicare i non ebrei che hanno rispetto per Dio e, dopo la Seconda Guerra Mondiale, coloro che hanno agito in modo eroico, a rischio della propria vita, per salvare anche un solo ebreo durante il genocidio nazista.

Imperi - Un podcast in cinque puntate per capire le grandi potenze. Da dove vengono, di cosa vivono, che obiettivi hanno, come si battono per l'egemonia. Cina, Stati Uniti, Russia, Turchia, Iran. Massimi elementi di continuità, gli imperi trascendono ideologie, sistemi politici, leader, trionfi, sconfitte. Nel tempo spostano i confini, attraversano i continenti, affrontano i nemici. Lungo il loro violento percorso producono civiltà. Un podcast originale di Radio3, l'autore è Dario Fabbri e la regia di Annamaria Giordano. Le musica e la sonorizzazione sono di Roberta D'Angelo. Producer Costanza Spocci, produzione esecutiva Sara Sanzi, supervisione di Cristiana Castellotti.

Impostori: storie di seducenti ingannatori - di Massimiliano Griner - Letture di Alessandro Pala

Impresari e manager - Si chiamavano semplicemente impresari, erano i primi manager, i promotori del teatro, quelli che organizzavano, distribuivano, scoprivano talenti, a volte imbrogliavano ma certo sempre vendevano Quattro trasmissioni in cui si raccontano quattro vite tra arte e politica. Di Andrea Porcheddu

In Antartide - Voliamo in Antartide al seguito della XXXVIII Spedizione Italiana nel continente più remoto della Terra. Insieme al giornalista di RaiNews24 Andrea Bettini entriamo nella base Mario Zucchelli sul Mare di Ross e nella base italo-francese Concordia sul Plateau Antartico. Un'avventura a decine di gradi sottozero per scoprire la vita del personale e degli scienziati che compiono studi su cambiamenti climatici, biologia marina, atmosfera, geologia, astronomia. Ricerche fondamentali perché ciò che accade in quel luogo lontano influenza tutto il pianeta. Ogni giorno un aggiornamento sulla missione direttamente dall'altro capo del mondo. Un podcast di Andrea Bettini. Direzione Artistica: Andrea Borgnino. Responsabile di produzione: Anna Maria Delogu. Sound designer: Alexandra Genzini. Esperta della materia: Claudia Salati. Si ringrazia il PNRA – Programma Nazionale di Ricerche in Antartide. Foto di Claudio Scarchilli - PNRA

In evoluzione. Nel Novecento musicale - In evoluzione: nel Novecento musicale . Dagli anni Quaranta fino alla seconda metà degli anni Novanta del Novecento

In principio era il fusillo - La domenica a Napoli, senza pasta, è una giornata senza senso. La messa prima, il piatto di pasta tutti insieme poi. Ragù o genovese non conta. L'importante è a tavola ci siano tutti prima di buttare la pasta. Un rito laico immancabile, che unisce il giovane e il vecchio, il povero e il ricco. E come ogni rito che si rispetti, ognuno ha il suo ruolo e segue la sua liturgia: le mamme preparano il sugo, i bambini spezzano gli ziti con le mani. Sacerdoti di questo rito sono i pastai e la loro terra promessa la provincia di Napoli, con Gragnano e Torre Annunziata terre sante.

In una parola - "In una parola" di Elisabetta Valentini - In ogni lingua esistono parole dette spesso intraducibili perché appartengono solo ad essa e non hanno una corrispondente diretta nella nostra o in altre. Sono parole che per essere spiegate e comprese hanno bisogno di una spiegazione perché portano con sé un concetto o raccontano un'emozione particolare o esprimono un'idea strettamente legata alla cultura del popolo che la parla. Per esempio sapevate che in Perù c'è una parola precisa per indicare un tipo di pioggia sottile sottile? Che l'insieme di relazioni di una comunità in Cina è intesa con un termine esatto? O che quel famoso sistema operativo open source deve il nome a una parola africana dal significato profondo e universale? Questa settimana compiremo una piccola esplorazione di alcune di queste parole dette intraducibili ma dense di significato.

In viaggio tra le nuove economie - di Daniele Oliveri

Incontro tra musicisti - le storie di incontri tra grandi artisti

Insert Coin. Il grande gioco dei videogames - I videogiochi sono un grande fenomeno della società digitale. Un'industria globalizzata che guida l'evoluzione delle tecnologie e delle professioni; genera creatività, ricerca, condivisione; suscita allarmi sull'utilizzo incontrollato ma favorisce l'accessibilità e promuove l'inclusione sociale. Accanto all'industria dell'intrattenimento cresce una produzione indipendente che crea giochi storici, informativi, scientifici, didattici. Un comparto diffuso che sviluppa nuovi saperi, lavoro, innovazione, capacità d'impresa per i giovani. Documentare le tante facce del gaming con un podcast, cioè senza la dimensione visuale, aiuta a comprendere in che modo il videogioco è diventato un sistema di interazioni fisiche e virtuali che sta cambiando lo statuto della realtà e il senso profondo della nostra identità. Giocare è una faccenda seria, i bambini lo sanno bene. Gli adulti lo scoprono con i videogames. Ideato e realizzato da Michele Gulinucci, Simona Lucchini, Nicoletta Micacchi, Fabio Ramacciani, Andrea Vignolini. Collaborazione di Simona Forner. 15 episodi

Insospettabili giardinieri di Maury Dattilo - Passioni 2016

Inventare l'avvenire - 4 rivoluzionari africani diventati Presidenti - Le vite di Kwame Nkrumah, Patrice Lumumba, Thomas Sankara, Nelson Mandela raccontate da Valerio Corzani - "Per ottenere un cambiamento radicale bisogna avere il coraggio d'inventare l'avvenire. Noi dobbiamo osare inventare l'avvenire": è un frammento di un discorso del leader burkinabé Thomas Sankara che ha ispirato il titolo di questo ciclo dedicato a quattro grandi combattenti per l'indipendenza e per il riconoscimento dei diritti del proprio popolo che poi sono diventati anche capi di stato, presidenti. Un percorso storiografico che è anche un viaggio nelle diverse anime di un continente, nelle sue frastagliate matrici, nel suo faticoso percorso di affrancamento dal lascito coloniale. Se l'Africa post-indipendenza ha tradito le ambizioni dei padri della lotta di liberazione anticoloniale smarrendo la stella dell'emancipazione politica e mancando l'obiettivo di costituire, a partire da strutture statuali ereditate dalla colonizzazione, delle nazioni coese, è anche perché si è dimenticata presto della lezione di queste figure così importanti per la costruzione di un dna ideologico credibile e antiutilitaristico. I quattro leader – il ghanese Nkrumah, il congolese Lumumba, il burkinabé Sankara e il sudafricano Mandela - che di quelle lotte furono protagonisti assoluti, spiccano per non aver seguito l'esempio del tradimento delle romantiche lotte di liberazione da parte di leader rivoluzionari trasformati in cleptocrati. Hanno in qualche modo tenuto in fede al loro impegno e ai loro ideali, sia pur con una diversità di approcci e di vicende biografiche personali. Due di loro, Sankara e Lumumba, sono stati assassinati perché troppo scomodi e "indipendenti"; gli altri due sono morti di vecchiaia, ma prima di diventare presidenti hanno subito carcere e torture con una ulteriore specifica nel caso del ghanese Nkrumah, il quale, nella seconda fase del suo mandato da capo di stato, si è reso protagonista di uno stile di governo sempre più autocratico.

Inviate in prima linea - Le donne che hanno vissuto in prima linea, e raccontato a tutta Italia, i fatti che hanno determinato e sconvolto la storia recente: le nostre inviate. Laura Cappon incontra le giornaliste che hanno ispirato tante giovani ragazze a intraprendere la stessa carriera. I servizi originali di allora, recuperati dalle teche Rai, aprono le interviste in cui le inviate si raccontano e analizzano a distanza di anni i fatti e la loro narrazione. Nelle prime due puntate torneremo nei territori devastati dalle sperimentazioni atomiche in Kazakistan con Milena Gabanelli e racconteremo il lavoro di Maria Grazia Cutuli, attraverso la testimonianza di Barbara Stefanelli e Carlo Verdelli. Inviate in prima linea è un podcast di Laura Cappon e Giulia Laura Ferrari, regia di Alex Messina, a cura di Alessandra Narduzzi.

Isole d'inverno - L'Italia è piena di isole meravigliose, un tempo teatro di vita marinara e oggi sempre di più luoghi di turismo di massa. Si riempiono ad ogni stagione estiva per svuotarsi subito dopo. Chissà allora che lo spirito dell'isola, che anche quando è vicina continua ad essere un suggestivo altrove, non risieda proprio lì, in quel negativo dell'immagine da cartolina che ce le fa amara, desiderare. Di Graziano Graziani.

Italia - Romania: in viaggio con le badanti - ITALIA – ROMANIA: IN VIAGGIO CON LE BADANTI di Flavia Piccinni In Italia vivono più di un milione e mezzo di badanti, delle quali quasi trecento mila sono rumene. Ogni giorno, decine di loro partono dalle nostre città per tornare dalle rispettive famiglie. Intanto altre donne si mettono in viaggio per venire ad assistere i nostri anziani e così raccogliere, più o meno consapevolmente, gli ultimi brandelli della nostra memoria collettiva. I viaggi che queste donne compiono sono silenziosi, quasi invisibili, anche se continuamente autobus di linea e piccoli pulmini irregolari attraversano l'Italia e viaggiano per riportarle a casa attraverso la Slovenia e l'Ungheria. Ma, se delle città da cui vengono queste donne si sa molto poco, ancora meno si sa del viaggio che ogni sei mesi, ogni anno, intraprendono per lasciarsi alle spalle l'Italia e i nostri nonni, come li chiamano loro. Per raccontare questo lungo viaggio, costellato di soste e di zone grigie, e le storie che si intrecciano a bordo dell'autobus, ma anche il momento in cui l'Italia è cambiata e la cura degli anziani è stata lentamente delegata a degli estranei alla famiglia, Flavia Piccinni è partita a bordo di un pullman che dall'Italia l'ha portata, dopo oltre 2000 chilometri e quaranta ore di viaggio, nella capitale della Romania: a Bucuresti. Italia-Romania: in viaggio con le badanti è così il racconto, denso e sorprendente, di un'epopea di altri tempi, ma anche l'impietosa fotografia di come le badanti rumene curano e ascoltano i nostri anziani, di come considerano il proprio lavoro, il futuro e l'Italia.

Jacques Lacan - (Parigi, 13 aprile 1901 - Parigi, 9 settembre 1981)

James Dean - Il divo "giovane" a 90 anni dalla nascita

Jiddu Krishnamurti. La paura e l'amore di Cristiana Munzi - Passioni 2017

John Cage - la vita e le opere

John Keats 200 anni dopo - John Keats (Londra, 31 ottobre 1795 - Roma, 23 febbraio 1821)

Jules Verne - Jules Verne

Karl Marx - 200 anni dopo

Kater I Rades - Il 28 marzo del 1997 nel Canale d'Otranto, nel Mediterraneo, la Kater I Rades, una piccola carretta albanese viene speronata da una corvetta della Marina Militare Italiana e cola a picco. I morti sono 81, in gran parte donne e bambini.

L'altra metà del verso - Essere umani nel mondo dei dati - Andando in giro col telefono, partecipando alle conversazioni sui social media, leggendo qualsiasi cosa online; pagando con la carta di credito; difendendo le proprietà con le telecamere davanti alla porta di casa o sul balcone; andando in automobile: insomma, in moltissime circostanze della vita quotidiana, miliardi di persone che usano le tecnologie digitali producono dati che vengono registrati da decine di server di ogni parte del mondo sviluppato. I giganti dell'economia planetaria prosperano con il trattamento di quei dati. I più grandi avanzamenti tecnologici si basano sull'elaborazione di quei dati. Il potere degli stati più importanti si basa sul controllo di quei dati. Lo stesso denaro è destinato a diventare un'aggregazione di dati. La vita nel mondo dei dati è tanto più libera quanto più è consapevole. E in questo podcast cerchiamo di aumentare di un poco quella consapevolezza. In nome della nostra libertà. Un podcast originale di Luca De Biase per Rai Radio3

L'altra scena. Quattro rivoluzionarie del Teatro - Molto prima che Marina Abramovic facesse la Muraglia cinese a piedi, o si mettesse nuda con Ulay a mo' di stipite in una parete. Prima che Orlane iniziasse a mutarsi in cyborg e prima ancora che le Femen intervenissero a seno nudo in piazza per rivendicare giuste libertà, certe eleganti signore edoardiane ed elisabettiane creavano un'innovativa perfomance in cui il personale diventava smaccatamente politico, il politico performativo e il performativo pubblico. Di Andrea Porcheddu

L'Aquila, il mio futuro è qui - L'Aquila il mio futuro è qui, realizzato dagli allievi del Centro Sperimentale di Cinematografia, corso di reportage audiovisivo, sede Abruzzo, è il ritratto di una generazione di giovani tra i 15 e i 30 anni a L'Aquila. Sono lavoratori, studenti degli Istituti superiori, universitari, ricercatori, non occupati, così come insegnanti, allenatori, educatori. Raccontano se stessi in prima persona, le loro paure, i desideri, le aspettative. il ritratto di una generazione che vive a L'Aquila inevitabilmente connotata dall'esperienza del terremoto, ma ugualmente affine ad altri contesti nel resto d'Italia.

L'Aquila, storie di straordinaria ordinarietà - A dieci anni dal terremoto, un gruppo di ragazzi, aquilani e non, ma che molto ha avuto a che fare con la città abruzzese, racconta alcune storie di persone la cui vita è stata intrecciata, prima o dopo, con il sisma del 2009. Non sono storie straordinarie, eccezionali o particolari, ma storie comuni che raccontano come la vita riesca a ritrovare il suo corso o a trovarne un altro dopo che un evento inaspettato e catastrofico scompiglia il normale flusso quotidiano. Storie che potrebbero essere le nostre e che nelle pieghe di questa ordinarietà nascondono comunque un elemento di forza e rinascita.

L'Armenia di ieri e quella di domani di Anna Mazzone - Passioni 2016

L'arte di curare e di raccontare - "L'arte di curare e di raccontare" di Roberto Gandini e Gianluca Rame | L'arte di curare e di raccontare è un progetto che nasce dalla collaborazione tra la Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche e il Teatro di Roma – L.T.I. Piero Gabrielli con l'obiettivo di costruire uno spettacolo che racconti la professione infermieristica mettendo in luce aspetti meno evidenti di chi vive accanto alla sofferenza e se ne prende cura. Al centro de L'arte di curare e di raccontare c'è l'ascolto delle storie vissute degli infermieri raccontate in prima persona dagli stessi protagonisti. La struttura del progetto, che prevede che le testimonianze dei partecipanti contribuiscano alla composizione di un testo teatrale, alla sua messinscena e alla realizzazione di un reportage radiofonico e video. Nel 2019 sono state raccolte in tutto il territorio nazionale più di 200 storie; di queste ne sono state selezionate 19 i cui autori hanno partecipato ad un workshop teatrale, presso la sede del Laboratorio Gabrielli, nel mese di novembre. A luglio 2020 per circa 15 giorni, sarà organizzato, presso il Laboratorio Gabrielli, un secondo workshop a cui prenderà parte un gruppo di infermieri e di attori. Gli incontri avranno come obiettivo la stesura di alcuni "canovacci" estratti dalle narrazioni degli infermieri che porteranno poi alla scrittura di testo che verrà messo in scena nel 2021.

L'arte, secondo lei - Isabella d'Este e Gabriella Lonardi Buontempo sono le protagoniste di questo ciclo di "Vite" che esplora il poco noto universo del mecenatismo e collezionismo femminile. Di Costantino D'Orazio.

L'epopea dei cantanti dialettali - di Luca Morino

L'Infanzia nella Storia - Il fare e il disfare l'infanzia tra educazione e guerra: ritratti di bambini, soli o in gruppo, raccontati da Eraldo Affinati, Guido Barbieri, Emanuele Giordana, Bruno Maida, Riccardo Michelucci

L'isola che c'è - di Daria Corrias e Alessandro Serranò Il rocambolesco naufragio della Costa Concordia, avvenuto il 13 gennaio scorso, resterà certamente nella storia dell'Isola del Giglio, un piccolo angolo di bellezza e natura al centro del Mediterraneo. Ma come si vive al Giglio? Cosa raccontano i suoi abitanti e cosa ricordano di quella notte? Come vivono l'invasione e la confusione a cui, nei mesi invernali, non sono abituati? L'isola che c'è è un instant doc realizzato all'indomani della tragedia. Il racconto a più voci di un fatto che ha attirato l'attenzione di tutto il mondo su una delle più belle isole del nostro paese e sulla piccola comunità che la abita.

L'isola dei Rohingya - "L'isola dei Rohingya" di Giuliano Battiston | Alla foce del fiume Meghna, sospeso sulle acque del Golfo del Bengala, in Bangladesh, c'è un isolotto emerso pochi anni fa, colpito dai cicloni e disabitato. "Non è un posto in cui vivere", dicono i pescatori locali. Eppure su Thengar Char - o Bhashan Char, "l'isola fluttuante" - verranno trasferiti 100.000 profughi Rohingya, minoranza musulmana proveniente dallo Stato del Rakhine, nel Myanmar. L'isolotto è off-limits. Noi siamo andati a visitarlo.

L'Italia liberata - Dalla direttiva Longo all'insurrezione di Trieste, la Liberazione dal nazifascismo in 15 tappe

L'occhio di vetro. Volevo i nonni partigiani - "L'occhio di vetro. Volevo i nonni partigiani" adattamento radiofonico del film di Duccio Chiarini, vincitore della 61° edizione del Festival dei Popoli - 26 aprile 1945. Ferruccio Razzini, un ragazzo di quindici anni figlio di un eroe della Prima Guerra Mondiale, si ritrova a combattere tra le fila degli ultimi difensori della Repubblica di Salò. Ne scrive giorno per giorno in un diario in cui racconta anche i destini delle due sorelle maggiori, Liliana e Maria Grazia, sposate l'una a un fascista l'altra a un partigiano comunista. Il ragazzo è un vecchio zio del regista, che guidato da quel diario inizia una ricerca nel passato della sua famiglia.

L'ora d'aria - "L'ora d'aria": #1 "Un archivio salvato. Il lavoro dei detenuti a Tramariglio" di Daria Corrias e Stefano Alberto Tedde; #2 "Fidelio a Rebibbia" di Fabiana Carobolante e Daria Corrias. #1 Un archivio salvato. Il lavoro dei detenuti a Tramariglio di Daria Corrias e Stefano Alberto Tedde | Nel carcere di San Sebastiano, a Sassari, nord della Sardegna, sei detenuti e un professore hanno recuperato l'archivio dell'ex colonia penale di Tramariglio, piccolo borgo non lontano da Alghero, attiva dal 1940 al 1962 e oggi sede del Parco Naturale Regionale di Porto Conte. Questa è una storia di un carcere. Di un carcere e di un lavoro. Di un carcere, di un lavoro e di tante pagine. Una storia che dal carcere di oggi parla del carcere di ieri. E ieri è più di sessant'anni fa. - #2 Fidelio a Rebibbia di Fabiana Carobolante e Daria Corrias | Registrato nella casa circondariale di Rebibbia a Roma tra il 2 e 6 luglio 2017 nell'ambito del progetto Fidelio a cura dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Il progetto, ispirato al capolavoro beethoveniano, prevede una serie di interventi laboratoriali, attività musicale e di formazione corale all'interno dell'istituto di detenzione romano.

L'osceno del villaggio - Porno è una delle parole più cercate sul web, ma nel codice penale italiano viene praticamente ignorata. Chi il porno lo fa è costretto a confrontarsi con le ambiguità di una censura che si rifà a leggi scritte negli anni 30, e al centro di questo impressionante vuoto normativo si erge come sommo paradosso la porno tassa. che cos'è la pornografia? È veramente così difficile definirla? È un'invenzione moderna o è vecchia quanto l'uomo? È una forma di discriminazione sessuale? Un abuso che lede la dignità della donna o un raffinato divertissement? Cosa la differenzia dall'erotismo? Se l'erotismo mette in scena il mistero del corpo e dell'incontro con l'altro, la pornografia riduce tutto a oggetto? Abbassa anche il desiderio alla dimensione del consumo? Che ruolo ha il porno in un paese dove l'educazione sessuale è lasciata al caso? Quale effetto può avere sui ragazzi e le ragazze di oggi? Nuoce alla salute? Fa diventare ciechi?

L'Otello Sospeso. Voci e storie dal Teatro Comunale di Bologna - "L'Otello Sospeso. Voci e storie dal Teatro Comunale di Bologna" di Jonathan Ferràmola - A poche settimane dalla "prima" prevista per l'11 novembre 2020, l'Otello di Giuseppe Verdi con la direzione d'orchestra di Asher Fisch e la regia di Gabriele Lavia viene sospeso a data da destinarsi. Dopo le prime chiusure di febbraio 2020 e un'estate di lavoro frenetico per ridisegnare spazi, riadattare le produzioni e ripartire al Palazzetto dello Sport, la seconda chiusura ha assestato un colpo duro a tutto l'ambiente, alle prese con le prove degli orchestrali da casa, lo spettro della crisi della cultura sempre incombente, le difficoltà logistiche delle maestranze costrette a lavorare senza un proscenio e la paura dei contagi. L'Otello Sospeso raccoglie 16 storie di musicisti, coristi, tecnici, sovrintendenti, costumisti, direttori d'orchestra e spettatori che raccontano il presente ed il recente passato del teatro dell'opera bolognese e la difficile ripartenza che li aspetta. Curato e prodotto da Jonathan Ferràmola, con la collaborazione della Fondazione Teatro Comunale di Bologna (Fulvio Macciardi, Maurizio Tarantino e Irene Sala). Le foto di copertina sono di Michele Lapini.

L'ultima frontiera - Ogni anno l'Amazzonia brasiliana perde una parte della sua foresta pari alla grandezza di sei volte la città di Roma. Questa distruzione ambientale è una sfida per il pianeta e per tutti noi, perché l'Amazzonia ha un ruolo cruciale nella lotta contro il cambiamento climatico. Ma quali sono le cause di questa distruzione e le conseguenze per la popolazione? Realizzata dopo due anni di viaggi e investigazioni nella regione, L'ultima frontiera: vita, morte e resistenza in Amazzonia pretende, giustamente, di dare voce alla gente locale per demitizzare una regione che spesso immaginiamo come intatta, idillica e paradisiaca. Le storie che si raccontano, dalla lotta degli indigeni per preservare la loro terra fino all'uccisione di attivisti e contadini, mostrano una faccia ben meno conosciuta della Grande Foresta. Una realtà segnata dal conflitto, dalla miseria e, soprattutto, da una smisurata ambizione umana che, con l'arrivo di Jair Bolsonaro alla presidenza del Brasile, diventa sempre più preoccupante.

L'uomo che non era Maigret di Chiara Valerio - Passioni 2016

L'uomo delle nevi - "L'uomo delle nevi" di Valentina Lo Surdo | Lorenzo Leicht è l'unico maestro di giorno e gattista di notte della Via Lattea, il più grande comprensorio sci ai piedi d'Italia. Seguendo dalla mattina alla notte una giornata di lavoro di questo ragazzo umbro trapiantato in Piemonte, siamo andati a scoprire la dura vita degli uomini delle nevi: innevatori, impiantisti, gattisti, maestri, meccanici, direttori tecnici e preparatori delle piste, barratori, forze dell'ordine e del soccorso alpino, che silenziosamente permettono a milioni di sciatori di vivere la tanto attesa settimana bianca.

L'uscita di scuola - "L'uscita di scuola" di Andrea Morbio e Chiara D'Andrea | Quando il 4 marzo 2020 è stata annunciata la chiusura delle scuole, pochi immaginavano che l'anno scolastico si sarebbe concluso tra le mura domestiche. Durante i mesi di isolamento le lezioni a distanza hanno cercato di colmare il vuoto che si era creato in seguito alla chiusura degli istituti. Come è stata vissuta questa nuova realtà da studenti e insegnanti? E soprattutto come hanno affrontato questo periodo gli studenti dell'ultimo anno, ad un passo dalla maturità? L'uscita di scuola racconta, attraverso le voci di chi ha vissuto in prima persona questa esperienza, l'ultimo anno di liceo dei maturandi 2020. Dalle loro testimonianze, raccolte all'uscita dell'esame di maturità, scopriamo una realtà complessa. Se per alcuni l'esame è stato percepito come un'ingiustizia, per altri ha rappresentato l'occasione per rivedere i propri professori dal vivo. Nonostante l'eccezionalità dell'anno appena trascorso, l'esame di maturità ha segnato ancora una volta la fine di un ciclo per studenti, insegnanti e genitori.

La banda dei grani antichi - A luglio 2015 su invito di Pollinaria - un’azienda agricola in provincia di Pescara che è anche residenza per artisti - Tiziano Bonini e Ilaria Gadenz hanno intrapreso un viaggio nelle vite e nelle speranze di un manipolo di coltivatori visionari

La collina dei matti - Storie dall'ex manicomio di Quarto | Settantamila metri quadri, architetture ottocentesche, un grande parco e un secolo di storia. Pochi sanno, anche a Genova, che l'ex ospedale psichiatrico di Quarto è uno spazio aperto al pubblico, e racconta un percorso diverso da quello di tutti gli altri manicomi italiani

La congiura degli Eguali - Cronaca di un’odissea radiofonica | Prendere possesso di uno studio radiofonico come espressione di una volontà agita nel solco della rappresentazione di un sé individuale ma collettivo. Un flusso indefinibile tra la realtà e la finzione, un po’ come è la vita

La congiura del silenzio - 16 ottobre 2000, periferia di Tbilisi. Un poliziotto in pensione rinviene un cadavere col torace sfondato in una stradina di campagna. È Antonio Russo, l'inviato di Radio Radicale scomparso due notti prima dalla sua abitazione. Incidente? Rapina? O assassinio? Stava documentando la guerra in Cecenia e aveva denunciato l'uso da parte russa di armi proibite sui civili. La documentazione da lui raccolta non è stata ritrovata, ma forse non è così. Si aprono due inchieste giudiziarie, una in Georgia, una in Italia. Vengono eletti indiziati improbabili, formulate ricostruzioni inattendibili, l'unico indagato è un artista olandese. È davvero coinvolto? A 21 anni dalla morte la verità resta sepolta, e tutti gli interrogativi sono senza risposta. "La congiura del silenzio", inchiesta finalista alla decima edizione del premio Roberto Morrione, è un podcast in 4 puntate scritto e realizzato da Jacopo Ottenga Barattucci, capo progetto Rai Dario Dionoro.

La ginnastica della mente - 4 grandi scacchisti sovietici - Le vite di Mikhail Moiseyevich Botvinnik, Boris Spassky, Anatolij Karpov e Garry Kasparov, raccontate da Valerio Corzani e Boris Spassky

La grande radio - La grande radio approfondisce grandi temi e personaggi attingendo in ogni puntata a diversi programmi che ci hanno aiutato a comprenderli nella storia e nella società; programmi più o meno recenti dell'archivio Rai che hanno raccontato e lasciato raccontare temi e protagonisti della cultura, dell'arte, della musica, dello spettacolo e della letteratura. La trasmissione, pensata in questa forma e curata per molti anni da Daniela Sbarrini, è da dicembre 2021 a cura di Cristina Faloci e Cristiana Munzi.

La mia vita al 4 Stelle - Dalila ha 20 anni, è nata in Italia a e ha un papà arabo e una mamma italiana. Vive con i suoi due fratellini e i genitori in un appartamento di 40 mq sulla via Prenestina, alla periferia di Roma, dentro un ex hotel occupato illegalmente da alcune centinaia di persone in emergenza abitativa. La notte del 10 novembre un incendio in alcuni locali dell'edificio provoca 10 feriti non gravi, e attira l'attenzione delle autorità. Alle 170 famiglie che vivono là dentro viene staccata luce e acqua e l'ombra dello sgombero coatto diventa una minaccia concreta. Com'è la vita di una ragazza costretta a fare i conti con una vita precaria e priva di certezze? Come vive un'adolescente come tante, carina, curata, con amiche, amori, sogni, voglia di divertirsi ma con l'incubo sempre presente di finire in strada da un giorno all'altro? Quelli che ascolterete sono i suoni della casa di Dalila, della sua famiglia, delle persone che la circondano e questo è il diario della sua vita al 4 Stelle.

La musica antica - Storie di musicisti che fanno vivere la musica antica

La musica nei lager - Essere musicisti nel tempo dei lager

La nostra Africa - Pezzi d'Africa in Movimento raccontati da Alessandro Triulzi, Daniele Scaglione, Donatello Santarone, Giuseppe Gariazzo, Karin Pallaver, Marcella Emiliani, Marinella Correggia, Roberto Silvestri

La nostra montagna - Gli allievi del corso di Reportage raccontano l’Appennino abruzzese.

La Palazzina. Una storia di mobbing di massa - Un corridoio sporco, con sei o sette uffici che si aprivano ai due lati. Qualche scrivania, sedie sgangherate, nessun computer né telefono, finestre rotte e fili elettrici a vista. Questo fu lo spettacolo che si presentò agli ispettori del lavoro di Taranto quando, nel novembre del 1998, entrarono nella famigerata Palazzina LAF. Era un reparto punitivo all'interno dell'acciaieria Ilva. Vi furono confinati - senza nulla da fare per otto ore e mezzo al giorno - ben 79 lavoratori che per vari motivi erano malvisti dalla proprietà, cioè dall'ingegner Emilio Riva. E' per lo scandalo Palazzina LAF che in Italia si comincia a parlare di mobbing: l'8 marzo del 2006 la Cassazione conferma la condanna per violenza privata a carico del proprietario dell'Ilva e di dieci dirigenti. Autrice Carla Manzocchi. Regia Luca Bernardini. Letture Valentina Antonelli, Giuseppe Carrisi e Lorenzo Opice.

La Parola e il Corpo di Carla Fioravanti - Passioni 2016

La parola Yoga - La pratica di diverse tradizioni di Yoga è ormai diffusa a livello mondiale, con discutibili ma anche legittimi volumi di mercato, tanto che, nel dicembre 2014, il 21 giugno è stato istituito dall'ONU come Giorno Internazionale dello Yoga. Trasmesso nell'ottobre 2014 per il programma Passioni di Radio 3, "La parola Yoga" di Cristiana Munzi per la prima volta, per grandi linee, riprende i testi antichi hindu dalle origini e i contesti che sino a oggi hanno contribuito a formare l'uso della parola Yoga e la sua pratica, passando anche per i lati oscuri della storia. Con i maggiori studiosi italiani, una monaca allieva di un maestro storico indiano, Satyananda, e uno dei primi insegnanti che hanno portato lo Yoga in Italia. Infine voci di praticanti grandi e piccoli e il punto di vista cristiano con Antonio Gentili.

La parola Zen di Cristiana Munzi - Passioni 2016

La poesia dei vivi di Davide Rondoni - Passioni 2016

La Prima guerra mondiale - Dalla prima battaglia dell'Isonzo al Milite ignoto la Prima guerra mondiale in 9 lezioni, con Bruna Bianchi, Patrizia Dogliani Emilio Franzina, Emilio Gentile, Mario Isnenghi e Paolo Soldini

La Radio che fa storia - Il 6 ottobre del 1924 nasce in Italia la prima trasmissione radiofonica con la voce di Maria Luisa Boncompagni, mamma di Gianni : musica operistica, un bollettino meteorologico e qualche notizia di Borsa. Nel corso di questi 97 anni, passando anche attraverso un conflitto mondiale, il mezzo radiofonico si è reso protagonista di eventi , di trasmissioni di servizio e di intrattenimento grazie ad alcune figure di autori, cronisti, conduttori, musicisti. Tra questi, Nunzio Filogamo padre del genere "Varietà", Nicolo' Carosio commentatore sportivo dei piu' seguiti eventi calcistici mondiali, Corrado Mantoni primo conduttore ufficiale della radio italiana, Renzo Arbore il DJ che insieme a Gianni Boncompagni , ha rivoluzionato il modo di "fare radio".

La ricetta indiana di lunga vita di Valentina lo Surdo - Passioni 2017

La rinascita di un bosco - "La rinascita di un bosco" di Arianna Scarnecchia e Francesco Cimino - Nell'ottobre del 2018 un evento meteorologico estremo si è abbattuto sull'area nordorientale dell'Italia. Una forte perturbazione di origine atlantica ha portato piogge ingenti e vento tra i cento e i duecento chilometri orari. Milioni di alberi ed ettari di foreste sono stati distrutti. Tra le foreste distrutte vi è quella di Paneveggio che sin dal 1600 ha attratto i liutai di tutto il mondo alla ricerca di legname per la loro produzione. La foresta è difatti nota per l'abete rosso, il cui legno, a fine ciclo vita, è impiegato nella costruzione di strumenti musicali. Una band italiana, Eugenio in Via Di Gioia, ha deciso di coinvolgere i propri ascoltatori nella ricostruzione della foresta, invitandoli a partecipare alla piantumazione di nuovi alberi. Attraverso le parole degli abitanti delle aree colpite dalla tempesta, dai membri del gruppo Eugenio in Via Di Gioia, e dai loro ascoltatori, abbiamo raccontato la distruzione e la ricostruzione della foresta. Ringraziamo Paolo Kovatsch, Gabriele Calliari, Paolo Dellantonio, Elio De Silvestro, Iole Sommavilla, Roberto Zoanetti, Mauro Dellantonio, Angelo Cemin, i membri del gruppo Eugenio In Via Di Gioia, il loro team e i loro ascoltatori, i membri del gruppo Charlie T. Foto di Andrea Fenu.

La rivoluzione russa - La rivoluzione russa in quattro date, raccontate dallo storico Marcello Flores

La scienza diffusa - La biologia, l' astronomia, la fisica e la matematica, le vite delle scienziate degli scienziati, raccontate da PIero Bianucci, Fabio Pagan, Telmo Pievani e Daniele Scaglione

La scrittrice cucinava qui - Le vite di Virginia Woolf, Elsa Morante, Simone de Beauvoir, Agatha Christie e Pamela Lyndon Travers, raccontate da Stefania Aphel Barzini

La scuola è un'astronave - Come un'astronave la scuola Di Donato di Roma prova da anni a viaggiare verso l'obiettivo di diventare un luogo ad uso di tutti. La scrittura collettiva, che incoraggia i bambini a produrre storie tenendo conto del punto di vista dell'altro, la stampa serigrafica di gruppo e le attività dell'associazione genitori sono esempi di scuola partecipata che ridefinisce i ruoli di studenti, insegnanti e genitori per fare esperienza di cittadinanza attiva.

La Seconda guerra mondiale - Battaglie, occupazioni, bombardamenti, armistizi, una selezione degli eventi bellici che dal 1939 al 1945 sconvolsero il mondo, raccontati da David Bidussa, Simona Colarizi, Daniele Fiorentino, Marcello Flores, Emilio Gentile, Gabriella Gribaudi, Michela Ponzani

La stanza degli ospiti - Un appartamento spazioso, con le pareti colorate per renderlo più allegro. Oppure un giaciglio di fortuna sul pavimento di un edificio industriale dismesso. Sono i destini diversissimi che può incontrare un migrante nel suo viaggio attraverso l’Italia

La terra ballerina. Il terremoto del 23 novembre 1980 in Irpinia e a Napoli - "La terra ballerina. Il terremoto del 23 novembre 1980 in Irpinia e a Napoli" di Marcello Anselmo | L'audiodocumentario ripercorre, a quarant'anni di distanza, il sisma che, il 23 novembre 1980, colpì violentemente l'Irpinia e Napoli facendo quasi 3000 vittime. Le voci dei testimoni si incrociano con materiali sonori e d'archivio in un racconto per non perdere la memoria.

La tribù delle noci sonanti - Come si vive senza elettricità? senza telefono, senza tv, senza tutte quelle cose che abbiamo intorno e che ci sembrano ormai indispensabili? Forse illuminarsi con una semplice lampada a olio è divertente solo per i primi giorni. Poi cosa succede?

La vera storia della Uno bianca - Audiodescrizione del documentario "La vera storia della Uno bianca". 24 morti, 103 feriti, oltre un centinaio di azioni criminali: questo è il bilancio della guerra condotta dalla banda della Uno bianca che, dal 1987 al 1994 ha agito praticamente indisturbata, a Bologna, nella Romagna, arrivando a colpire fino a Pesaro. Scritto da Marina Loi e Flavia Triggiani. Regia: Flavia Triggiani, Marina Loi, Alessandro Galluzzi

La via maestra. Napoli contro la dispersione scolastica - "La via maestra. Napoli contro la dispersione scolastica" di Marta Bellingreri e Costanza Spocci - Dai Maestri di Strada, per un attimo si dimentica la scuola noiosa "dove si scrive e basta" e gli spari della Camorra tanto comuni sotto casa a Ponticelli, quartiere di Napoli Est. Tramite i loro laboratori, i Maestri di Strada mettono in atto una pedagogia che pone al centro l'incontro coi ragazzi, in un quartiere con il tasso di abbandono scolastico tra i più alti d'Italia. Le loro possibilità inesplorate, i loro talenti nascosti, i loro sogni diventano musica, teatro, bellezza. Grazie a questi stimoli, alcuni di loro si instradano su un futuro diverso, imparando un mestiere e immaginando quello che un giorno potrebbe essere un vero e proprio lavoro.

La via verde: viaggio nella Green Economy di Silvia Zamboni - Passioni 2016

La voce degli alberi - Gli alberi non sono giganti silenziosi, anzi ci parlano continuamente per fornirci informazioni sul loro stato di salute e sono sentinelle nella lotta contro il cambiamento climatico. Per questo un gruppo di scienziati, ricercatori e dottori forestali italiani ha avviato l'esperimento "Tree Talker" e si è messo in ascolto di 36 esemplari del bosco di Piegaro, in provincia di Perugia.

Lacrime sul golfo del Bengala di Emanuele Giordana - Passioni 2017

Lama Bianca - escursione radiofonica - "Lama Bianca" escursione radiofonica a cura di Gianluca Stazi e Francesca Camilla d'Amico, una produzione Tratti Documentari e Bradamante Teatro, con il sostegno di Parco Nazionale della Maiella, con la partecipazione di AIGAE – Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche, con il patrocinio di WWF – The World Wide Fund for Nature. "Le storie sono nel vento. Girano tra gli alberi e, a volte, chiedono di essere ascoltate." In un tempo non molto lontano, nella natura selvaggia degli Appennini, di lupi ce n'erano rimasti pochi ed erano tanto affamati. Paolo, un giovane biologo, insieme al suo fedele cane Orso, viene mandato tra quelle montagne per studiarli. Lo attendono notti all'addiaccio, sveglie all'ora dei gufi, attese e batticuori, ululati e sguardi selvatici. Dopo secoli di persecuzioni, i lupi hanno imparato l'arte del silenzio e per questo non è facile vederli. La narratrice e guida ambientale Francesca Camilla D'Amico ci accompagna in un'escursione sonora attraverso la faggeta di Lama Bianca nel Parco Nazionale della Maiella. La storia trae ispirazione dalla vita del biologo e poeta Paolo Barrasso che partecipò, negli anni '70, al primo progetto per la salvaguardia del lupo appenninico in Italia: l'Operazione San Francesco, promossa dal WWF e dal Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise. Il racconto intende sfatare miti e false convinzioni sul lupo, per favorire la conoscenza di uno degli animali simbolo delle nostre montagne e raccontare come l'uomo possa intervenire in maniera costruttiva sui delicati equilibri dell'ecosistema. Crediti Regia: Gianluca Stazi Scrittura: Francesca Camilla D'Amico Suono: Gianluca Stazi Produzione: Tratti Documentari in collaborazione con Bradamante Teatro Illustrazioni di copertina delle puntate: Filippo Mauro Motole Web: bradamanteteatro.it - tratti.org Contatti: info@bradamanteteatro.it / info@tratti.org

Langhe: suoni e voci dal Far West italiano - È un viaggio trasversale nelle Langhe-Roero in un parte di Piemonte sempre più conosciuta come terra del vino e dei tartufi, ma anche territorio magico, a volte tirato a lucido, a volte decisamente più ruvido e selvaggio. La zona di esplorazione sonora arriva fino a ridosso della Liguria, la cosiddetta Alta Langa, ed è tuttora abbastanza difficile da raggiungere: l'unico modo è avventurarsi tra le curve lungo infiniti saliscendi, tra vigne e noccioleti. Insomma, una specie di Far West dall'enorme potere evocativo e ricco di storie da raccontare, dall'idea letteraria di una terra che si chiamerebbe "Tanaria" ai movimenti migratori attraverso ponti immaginari tra il Sudamerica e i Balcani. Esiste poi una geografia meno conosciuta di cui fanno parte romantici cantastorie, musicisti itineranti, mitici campioni di pallapugno, locali notturni sperduti nelle campagne. Riverberi di tempi in cui, nel retro di fumosi bar, gli uomini si giocavano delle fortune a carte. Sono avventure che a volte vengono appena bisbigliate, spesso difficili da intercettare, ma anche affascinanti perché raccontano l'attualità attraverso un pezzo di storia del nostro Paese.

Le canaglie del mare. Storie di pirati, bucanieri e corsari inglesi - Da sempre il mare nasconde insidie di ogni tipo ed è soggetto a regole e codici che sfuggono agli uomini della terra ferma. Tanto è un mondo a parte che anche oggi, nell'età della globalizzazione e del controllo poliziesco di ogni aspetto e di ogni attività, la pirateria continua a imperversare in alcune parti del globo. Nella storia e nel nostro immaginario, tuttavia, questa parola evoca uomini del Seicento, galeoni e affascinanti paesaggi marini dell'America centrale. La grande età della pirateria nei Caraibi ebbe inizio intorno al 1560 e si concluse solamente verso il 1720, non appena le nazioni dell'Europa Occidentale, che possedevano colonie nelle Americhe, cominciarono a esercitare più controllo lungo le vie commerciali marittime del Nuovo Continente. Tuttavia, il periodo durante il quale i pirati ebbero maggiore successo va dal 1640 fino al 1680. È una forbice temporale in cui prosperarono nei Caraibi grazie soprattutto a porti inglesi come Nelson's Dockyard, Port Royal, Antigua, Barbados. In queste quattro puntate Valerio Corzani ripercorre la storia di grandi personaggi, figure leggendarie dell'epoca d'oro della pirateria, analizzando cause, conseguenze e dimensioni di un fenomeno che non smette di colpire il nostro immaginario. Sono le vite di Francis Drake, Henry Morgan, Anne Bonny e Mary Read e di Edward Teach detto Barbanera raccontate da Valerio Corzani.

Le città e la paura. Effetto Lisbona. - "Le città e la paura. Effetto Lisbona." di Francesca Berardi - Le città, diceva Italo Calvino, sono luoghi di memoria, desideri, scambi, di segni d'un linguaggio... sono queste le ragioni segrete che spingono le persone a sceglierle. Molte città sono anche luoghi di paura. Paura di perdere la casa, di non potersi più permettere un affitto, di non poter più restare. Una paura che si fa strada tra discorsi sulla rinascita dei quartieri, su ritrovati splendori, tra milioni di turisti e milioni di euro in investimenti. Nelle prime quattro puntate andremo a Lisbona, per raccontare attraverso storie personali l'impatto che fenomeni come la gentrificazione, il turismo di massa e la finanziarizzazione del patrimonio immobiliare hanno sulla salute mentale, individuale e collettiva, delle persone. Soprattutto racconteremo come parlare di diritto alla casa significhi anche parlare di questioni di classe, genere e razza. Tra la quarta e quinta puntata ci sono stati di mezzo una pandemia e una lunga passeggiata a Venezia. Anche qui il diritto alla casa è strettamente legato alla salute, non solo delle persone ma della città stessa: può una città definirsi tale se non offre case da abitare? Le puntate su Lisbona sono state realizzate nell'ambito del progetto europeo Horizon2020 ROCK (GA: 730280). A Lisbona si è focalizzato su Marvila ed è stato condotto dall' Instituto de Ciências Sociais (ICS - Universidade de Lisboa). L'immagine di copertina è di Lucio Schiavon - Città immaginaria #3 di Lucio Schiavon (2018). Le fotografie a corredo degli episodi sono di Francesca Berardi.

Le donne che fecero la Costituzione - Donne del passato, donne del presente. Arriva fino ai giorni nostri lo sguardo lungimirante delle 21 donne che il 2 giugno del 1946 - quando gli italiani scelsero la Repubblica - furono elette all'Assemblea Costituente. Nonostante fossero solo il 3,7% del totale, queste 21 madri (9 comuniste, 9 democristiane, 2 socialiste e una del partito dell'uomo qualunque) riuscirono tutte assieme, trasversalmente al loro colore politico, a rendere la Carta più democratica. Grazie al loro contributo furono introdotti nella Costituzione principi come: l'uguaglianza di tutti i cittadini davanti alla legge, la parità salariale tra uomo e donna, l'uguaglianza morale e giuridica tra i coniugi, la tutela sociale e giuridica dei figli illegittimi. Principi ancora non del tutto realizzati. Riscopriamo assieme queste meravigliose 21 donne, ascoltiamo le loro storie, le idee, le voci. Con la convinzione che - come disse Teresa Mattei, la più giovane madre costituente - "nessun sviluppo democratico si realizza se non è accompagnato da una piena emancipazione delle donne".

Le donne e l'arte - Esiste differenza fra la creatività maschile e quella femminile? Un percorso nell'universo della creatività femminile e nel lavoro delle donne artiste.

Le lotte del Cormôr. Un garbato sciopero alla rovescia - "Le lotte del Cormôr. Un garbato sciopero alla rovescia" radiodocumentario in cinque puntate di Renato Rinaldi | Singolare esempio di protesta popolare nonviolenta, quelle del Cormôr furono lotte per bisogni umani fondamentali – il pane, il lavoro, il territorio, la dignità ma, pur precedendole di qualche anno, restano purtroppo sconosciute rispetto alle ben più celebri lotte contadine guidate da Danilo Dolci in Sicilia. La ricostruzione radiofonica degli avvenimenti e delle motivazioni dello sciopero a rovescio messo in atto dai disoccupati friulani nell'estate del 1950, si è resa possibile attraverso il recupero e l'uso di fonti orali di repertorio, nello specifico attraverso la digitalizzazione e il restauro dell'archivio di interviste condotte da Paolo Gaspari negli anni 1978-1980 per la realizzazione del libro Le lotte del Cormôr e quelle condotte da Adriano Venturini e Lorenzo Fabbro nel 2009, quando gli ultimi protagonisti di quella stagione erano ancora in vita. Progetto realizzato in collaborazione con: Artetica - Sezione ANPI "Premoli" - Teatro della Sete - SISLav - AISO - Regione Fvg - ANPI Udine - AUSER Udine e Turgnano - CGIL Udine - Ist. Friulano Storia Movimento Liberazione - DIUM e CIRF Università di Udine - Comuni di Palazzolo dello Stella, Muzzana del Turgnano, Carlino, Precenicco, Ronchis, Castions di Strada, San Giorgio di Nogaro, Cervignano del Friuli e Torviscosa - Prima Cassa FVG - Radio Onde Furlane Un ringraziamento speciale a Guido Carrara, Alessandra Kersevan e Giancarlo Velliscig per le musiche e Paolo Gaspari e Adriano Venturini per il materiale d'archivio con le voci di : Pierluigi Di Piazza, Lorenzo Fabbro, Paolo Gaspari, Giampaolo Gri, Laura Nadalutti, Felice Tollon.

Le maliarde e le ribelli - "Le maliarde e le ribelli: storie di donne che incantarono le scene". Le vite della bella Otero, Carlotta Ikede, Ida Rubinstein e Bronislawa Nijinska raccontate da Rossella Battisti con letture di Patrizia Hartman.

Le parole del cinema - Memoradio

Le parole dell'Eritrea - Il pretesto per questo viaggio è stato quello di andare alla ricerca delle parole italiane che ancora resistono incastrate nella lingua Tigrina. Queste parole formano una memoria vivente del nostro passato coloniale, non troppo lontano, in questo paese del Corno d'Africa. Sono schegge sonore di un trascorso in colonia e di una parte di Italia che esiste "fuori da sè" conservata nel prisma un po' trasognato della realtà quotidiana di città come Asmara e Massaua. Che cosa significa essere Eritreo quando sei il figlio non riconosciuto di una coppia mista, l'italiano è praticamente la tua prima lingua e hai passato metà della tua vita in Italia? E cosa significa essere Italiano se non lasci l'Eritrea da decenni, non hai mai conosciuto i tuoi parenti sulla penisola e hai la pelle nera? Il bello della radio è che ci permette di ascoltare queste contraddizioni nelle voci degli asmarini ancor prima di conoscerne l'aspetto, il colore della pelle e la storia individuale. Scopriamo che qui I pompieri si chiamano bimbori, le rotatorie con l'aiuola in mezzo si chiamano girafiori e che le bariste fanno tutt'altro mestiere che servire caffè e aperitivi.

Le parole per dirlo - Vite dissonanti di donne che hanno inventato una maniera di stare al mondo tutta loro, mandando all'aria i cliché sul femminile e quello che era stato previsto per il loro sesso. Storie femminili di epoche diverse di chi ha cercato la sua voce a qualunque costo, pagando a volte anche un prezzo molto alto in termini di follia, morte, esclusione sociale… Sono donne che hanno espresso il loro talento nel territorio della scrittura e che hanno lottato per uscire dalla prigione simbolica dentro cui è stata rinchiusa da sempre l'anima e il corpo delle donne : Jeanette Winterson, Virginia Woolf, Gertrude Stein, Marie Cardinal. Di Rossana Campo.

Le piccole storie - "Le piccole storie" di Riccardo Fazi, con la collaborazione di Claudia Sorace | Un racconto-inchiesta molto personale sul rapporto che intercorre tra storia e memoria, tra i grandi eventi storici e le nostre piccole vite. Con l'aiuto di una buona memoria e di una serie di numi tutelari, Riccardo Fazi cerca di capire se e come gli eventi storici hanno influito sulla sua vita e se e come lui ha avuto un ruolo in tutto quello che gli è successo intorno. Quand'è che una persona prende in mano la propria storia? Dove risiede la possibilità di intervento sul reale? Si può essere parte attiva della storia o siamo destinati a subirla? Questa e altre domande non troveranno risposta. Con (in rigoroso ordine di apparizione): Daria Corrias, Goffredo Fofi, Vittoria Gurzillo, Elia Fazi, Claudia Sorace, Emilio Fazi, Lorenzo Pavolini, Mariana Ferratto, Adriano Cattaneo, Alessandro Portelli, Giorgio Fazi, Roberta Zanardo, Arianna Pavolini, la sig.ra De Rossi, Isabella Giuliani.

Le radio di confine - "Le radio di confine" di Andrea Borgnino - Un racconto sul mondo delle radio di frontiera e sulle emittenti radiofoniche che con le loro voci e suoni possono essere un potente strumento di coesione là dove le frontiere invece segnalano una linea di demarcazione. Dalla storia di Radio Venezia Giulia, emittente clandestina, a Radio Capodistria, una delle voci radiofoniche più importanti del confine orientale, ascoltata in tutto il bacino del mare Adriatico, passando per il lavoro che ogni giorno viene svolto dalla Rai di Trieste.

Le Signore di Bahia - Le vite di Iyá Nassô, Tia Ciata, Mãe Sehnora, Mãe Menininha do Gantois di Patrizia Giancotti. "Coloro che si prendono cura del culto degli dei-orixas sono le Signore di Bahia, una più bella e sapiente dell'altra, principesse e regine, le iya, le madri del popolo." Jorge Amado

Le stagioni del nuovo teatro di Valentina Valentini - Passioni 2016

Le storie di Pippo. Voci dai bombardamenti aerei della Seconda Guerra Mondiale - "Le storie di Pippo. Voci dai bombardamenti aerei della Seconda Guerra Mondiale" di Luca Bozzoli, Federico Gesualdi e Nicola Nardi - Un rombo di motore si avvicina nel buio delle campagne del Nord Italia. L'aereo entra nelle vite degli uomini del XX secolo che guardano ammirati un prodigio tecnologico. Quell'aereo porta bombe, fuoco e distruzione. Lontano dai fronti, dagli eroi celebrati dalla propaganda fascista. Lo porta tra donne, anziani e bambini. Tra le vite comuni di chi dall'inizio della guerra ha vissuto in luoghi abbandonati e sospesi, lavorando sodo e rimanendo in attesa di notizie dal fronte. Il rombo dei motori dei bombardieri inaugura una notte lunghissima, obbliga a nascondersi, a spegnere le luci per non essere visti. Ma la guerra aerea non è solo distruzione, è anche vita nuova. E' paura e stupore, spettacolo di luce, fascinazione per la liberazione di energie mai conosciute prima. E resistenza: la vita continua nella notte, l'aereo viene soprannominato 'Pippo', entra nel quotidiano: è un gioco per i bambini che trovano rifugio durante gli attacchi, è fonte di materia prima per la costruzione di utensili. Le bombe e gli oggetti che cadono dagli aerei vengono riutilizzati e diventano candelabri, giocattoli, vestiti. Qual è il ruolo dell'aereo nella guerra? La tecnologia è un elemento che attraversa le nostre vite e ci permette di confrontarci con la nostra natura. Notte e giorno, vicino e lontano, bene e male. Molti testimoni diretti tra i quarantacinque intervistati per questo documentario non conoscono la provenienza degli aerei che li hanno bombardati. Pippo è una figura sinistra e mitologica, un capro espiatorio. Viene identificato da alcuni con l'esercito tedesco e da altri, correttamente, con le truppe aeree alleate. Le storie di Pippo non è il racconto della guerra ma del suo riflesso negli sguardi degli esseri umani, non è una storia passata ma presente.

Le strade dell'Utopia - Di Alessandro Leogrande

Le vie del grano - Passioni 2015

Le vite degli altri - Mettersi nei panni di chi è sopravvissuto ad una strage, di una professoressa transgender, di una donna ucraina da anni in Italia per assistere gli anziani, di una persona che ha conosciuto la depressione, del fratello di un ragazzo con sindrome di Down. Fondazione Empatia Milano, che promuove e diffonde l'empatia attraverso attività culturali, propone l'ascolto di dieci storie 'scritte a voce'. Per entrare in punta di piedi nelle vite degli altri. "Le vite degli altri" è un audiodocumentario con storie a cura di Fondazione Empatia Milano, montaggio di Massimo D'Anolfi e Martina Parenti, musiche di Massimo Mariani, grafica a cura di Elisa Vendramin.

Le voci dei poeti - Passioni 2017

Le voci del coraggio - Passioni 2015

Leggende olimpiche - Le imprese memorabili di atleti che hanno emozionato e commosso il mondo, arrivando persino a mutare il corso della storia. "Leggende Olimpiche" si immerge nell'archivio di quei ricordi che ci hanno accompagnato negli anni, davanti alla radio o a una televisione a colori o in bianco e nero, in un salotto inondato da amici o in completa solitudine, a un orario impossibile o sprofondati su un divano in pieno giorno. A cura di Giampiero Vigorito.

Letteratura nordamericana - Narrativa e poesia da Jack London a Sylvia Plath, da Margaret Mitchell a Truman Capote, da Susan Sontag a James Baldwin, Walt Withman, Foster Wallace e...Moby Dick raccontati da Sara Antonelli, Luca Briasco, Mario Corona, Gian Luca Favetto

Librettisti - Il mestiere di scrivere le parole che verranno musicate

Lisetta Carmi, un'anima in cammino - I suoi scatti, la sua visione del mondo, i suoi lavori appassionati e in controtendenza con la società italiana degli anni Sessanta e Settanta, hanno segnato il mondo dell'arte fino a oggi: i travestiti e i portuali di Genova, l'erotismo e l'autoritarismo del cimitero monumentale di Staglieno, i viaggi per documentare il mondo, il fulminante incontro fotografico con Ezra Pound. Infine il profondo incontro mistico con Babaji in India nel 1976 e la costruzione dell'Ashram di Cisternino, il primo costruito in Occidente e meta ogni anno di migliaia di devoti da tutto il mondo. Una vita incredibile quella di Lisetta carmi, iniziata il 15 febbraio del 1924 in via Sturla a Genova in una famiglia di origine ebraica. Di Daniele Segre.

Livorno e il mare di Gianluca Diana - Passioni 2016

Lo scherzo - Il caso Gkn, lotta operaia del terzo millennio - La mattina del 9 luglio 2021 la vita dei 500 lavoratori della GKN di Campi Bisenzio, viene sconvolta da una notizia: l'azienda, che produce semiassi per automobili, improvvisamente comunica via mail la chiusura dello stabilimento e l'avvio delle procedure di licenziamento. Gli operai inizialmente non ci credono, e pensano a uno scherzo. Poi capiscono e si organizzano per rispedire lo scherzo al mittente, avviando una mobilitazione popolare che supera i confini locali. La fabbrica viene occupata e comincia un'imprevedibile lotta operaia del terzo millennio: attorno al collettivo di fabbrica della GKN si forma e si sviluppa un laboratorio sociale e politico destinato a lasciare un segno. Di Valentina Baronti, Camilla Lattanzi, Gianluca Masala. Ringraziamenti: Siamo in debito con molte persone, preziose e decisive per la realizzazione de Lo scherzo: il collettivo di fabbrica e tutti i rappresentanti sindacali, ma di più il nostro referente Roberto Spera; il gruppo di supporto "#Insorgiamo", specialmente Macha Bacci; gli operai, tra i quali Massimo Corsini detto "I' Berva", Alessandro Tapinassi detto "Snupo", Umberto, Matteo Ciolli, Jacopo Gallo. E poi Silvia, Andrea e Felice, che ci hanno accolte la prima volta in fabbrica. Lorenzo Guadagnucci, per aver reso migliori le nostre numerose versioni del lavoro; Cristiano Lucchi, perché la prima volta in fabbrica è stata per scrivere un articolo per lui; Anna Granata per la sua musica e la sua ricerca; Antonio Baronti per le soluzioni informatiche; Il gatto nero BORIS per il suo effetto rilassante. E con lui DURRINA, gatta partecipativa; Valerio, Gabriele Palloni e Annarita Bonanata per l'organizzazione della cena vegana in fabbrica; tutti i musicisti del mondo per avere nel tempo prodotto un oceano di musica, bellissima e necessaria; e sempre grazie a Sabrina Sganga, che non abita più la dimensione terrena: ovunque tu sia Sabrina, spero che sarai fiera del nostro lavoro.

Lo Studio di Fonologia Rai a Milano - "Lo Studio di Fonologia Rai a Milano" di Carla Fioravanti - Questo documentario racconta il percorso storico, artistico e tecnico dello Studio di Fonologia musicale di Milano. A partire dal secondo dopoguerra - momento in cui la ricerca di nuovi linguaggi e nuove tecniche di registrazione sonora, in modo trasversale erano all'attenzione di musicisti di tutto il mondo - l'esplorazione di nuove e infinite possibilità di analisi, tracciava nuovi orizzonti di sintesi e trattamento del suono, all'epoca poco frequentati. Orizzonti estremamente affascinanti e ineffabilmente complici. In questo scenario, ci voleva la mente piuttosto geniale di un fisico come Alfredo Lietti, per ideare e trasformare una serie di strumenti, oltre che la sensibilità tecnica di Marino Zuccheri, per dare concretezza e sviluppo alle idee di sperimentazione musicale. Idee che Luciano Berio e Bruno Maderna, allora giovani compositori, stavano scoprendo. Lo Studio di Fonologia di Milano, diventò presto il luogo in cui testare forme nuove e autonome, di musica elettronica e concreta. Il luogo in cui sperimentare commenti sonori d'avanguardia, ad uso radiofonico e cinematografico. L'articolazione del documentario si concentra, in particolare, sui processi sperimentali e musicali. Processi che hanno aperto nuovi orizzonti, nel campo delle tecniche di registrazione su nastro magnetico e in quello delle tecniche di sintesi compositiva. Tecniche che utilizzavano nuove apparecchiature per generare suoni elettronici, registrarli e combinarli.

Loro di Napoli. Storie e voci della canzone napoletana - Nessuna altra città al mondo può dire di essere la patria della canzone come Napoli. Un'arte che ha influenzato non solo la cultura locale, ma quella internazionale, che riconosce la canzone napoletana come un marchio registrato, ben identificato geograficamente e musicalmente. Le storie e le voci intorno alla canzone hanno influenzato stili, dato il via a mode, segnato epoche e vicende. Quattro storie, quattro vite, quattro voci che da Napoli hanno diffuso la canzone napoletana nel mondo: Guglielmo e Teodoro Cottrau, E.A. Mario, Gilda Mignonette e Sergio Bruni.

Lovely Planet - Salvarsi la vita viaggiando e ascoltare la Terra, sono solo due delle raccomandazioni che scaturiscono dai racconti dei protagonisti di questa decima edizione. Dai parchi nazionali europei ai luoghi del Bardo, dai cavalli in corsa nella steppa mongola alle passeggiate tra le tombe del Pere Lachaise, si torna a viaggiare con Radio3, sfogliando un'altra collezione di guide turistiche speciali. Per l'estate 2022 e per le stagioni che verranno 10 nuove storie da ascoltare e da condividere. Quest'anno viaggiando persino con i numeri in un tour matematico dell'Europa e come sempre girando per città e Paesi, tornando a Sarajevo trent'anni dopo e riscoprendo Tirana città per giovani, lambendo il tetto del mondo nel Pakistan 'paese dei cattivi' e ritrovando un piccolo atlante di storia a Novi Sad. Sempre in compagnia di persone che segnano una strada e offrono un'ispirazione, un souvenir o un indirizzo da annotare, indicazioni di viaggio su un pianeta da amare. "Lovely Planet. Le guide di Radio3" è un programma di Anna Maria Giordano.

Luca Ronconi - Luca Ronconi

Lucio Battisti - Avrebbe compiuto 75 anni

Lucio Battisti alla radio - I live, le ospitate e le interviste radiofoniche di Lucio Battisti raccontate per Radio Techeté da Luciano Ceri, Andrea Borgnino ed Elisabetta Malantrucco.

Ludwig van Beethoven - raccontata da Giorgio Pestelli

Luigi Pirandello - Memoradio

Maestri di vita, maestri d'amore - Le storie di quattro pedagogisti italiani raccontate da Francesco Neri

Maghi tra storia e leggenda - Le storie di Orfeo, I Re Magi, Paracelso, Merlino, raccontate da Massimo Ortelio

Mamma Termini. Viaggio nella stazione - "Mamma Termini. Viaggio nella stazione" di Francesco Conte e Federica Manzitti - Termini è dove comincia Roma per migliaia di persone. Settentrionali o meridionali, orientali o amerindi, da oltre settant'anni le genti in arrivo nella Capitale trovano un punto di riferimento nella grande struttura a ridosso delle Terme di Diocleziano. Perfino durante la crisi pandemica, con i treni fermi e le serrande abbassate, è stato così. Da sette anni a cogliere il genius loci di questa immensa piazza c'è Termini Tv, un canale web creato da un gruppo di volontari autenticamente indipendenti per raccontare storie in viaggio. Tra mille vicissitudini e innumerevoli incontri: le voci, i canti, i colpi di teatro, i lamenti, le storie di una stazione che somiglia più al ventre di una balena o a una piazza di paese che ad uno scalo ferroviario.

Marcel Duchamp e la rivoluzione artistica del '900 - La vita e le opere dell'artista scomparso il 2 ottobre 1968

Marcel Proust - Omaggio a 150 anni dalla nascita

Marcello Mastroianni - Marcello Mastroianni

Marconisti. Le storie dei radiotelegrafisti di bordo - "Marconisti. Le storie dei radiotelegrafisti di bordo" di Andrea Borgnino - Il 12 dicembre 1901 Guglielmo Marconi trasmetteva il primo segnale radio transoceanico. A quasi un centenario di distanza un viaggio radiofonico in cinque puntate racconta l'epopea dei marconisti, operatori radio a bordo dei transatlantici o delle navi cargo, che garantivano con il loro lavoro le comunicazioni radio con la terra e con le altre unità in navigazione. I marconisti hanno rappresentato per decine di anni una figura lavorativa unica: attraverso la telegrafia e il codice morse potevano comunicare in tutto il mondo collegando paesi e navi distanti migliaia di chilometri e anticipando con il loro lavoro la grande "ragnatela" comunicativa che oggi chiamiamo Internet. Il programma racconta la vita quotidiana di un "marconi" italiano a bordo di navi passeggeri o navi militari, dalla navigazione a casi più noti come il sequestro dell'Achille Lauro descritto da chi aveva la responsabilità di comunicare tra la nave e il mondo esterno. Il marconista è un lavoro che non esiste più, sostituito da computer e satelliti, ma il suo agire è ancora vivo nel mondo dei radioamatori che in tutto il pianeta ancora utilizzano la telegrafia per comunicare e fanno rivivere un'epopea iniziata con l'invenzione di Guglielmo Marconi.

Margherita Hack - Scienziata per caso - L'astrofisica Margherita Hack in una lunga intervista ripercorre i momenti più importanti del suo percorso di vita e della sua carriera scientifica. Una delle menti più brillanti della comunità scientifica italiana, è stata la prima donna a dirigere un osservatorio astronomico in Italia e ha dato un notevole contributo nello studio e nella classificazione spettrale di molte categorie di stelle.

Marta. Il delitto della Sapienza - Il 9 maggio 1997, all'interno della Sapienza, la città universitaria di Roma, viene uccisa Marta Russo, una studentessa di ventidue anni. Ripercorriamo, attraverso le registrazioni audio del diario intimo e segreto di Marta, sinora mai reso pubblico, il racconto inedito di una storia che ha sconvolto ed appassionato il Paese.

Massimo Castri e il suo Teatro di Gianfranco Capitta - Passioni 2016

Massimo Troisi - Scusate il ritardo, ecco a voi Massimo Troisi

Matera e i suoi Sassi - La città raccontata attraverso il materiale d'archivio

Matti per sempre? - La legge 180 del 1978, è passata alla storia come legge Basaglia, dal nome dello psichiatra veneziano Franco Basaglia. È stata la prima legge al mondo ad abolire gli ospedali psichiatrici e a stabilire un principio fondamentale: tutte le persone con disturbi mentali hanno gli stessi diritti di tutti i cittadini, diritti che per secoli la psichiatria ha negato. Ma la rivoluzione culturale avviata da Basaglia si è compiuta solo in parte. Che cosa ne è stato degli ex internati? E come sono assistite oggi le persone con un disturbo mentale? Quando nel 1980 un giornalista chiese a Basaglia dove andavano messi i malati mentali, lui rispose: "Da nessuna parte". Oggi, non ci sono più fili spinati e reti a separare le "città dei matti" dal resto della società, eppure resistono altre forme di esclusione: l'80% dei servizi psichiatrici di diagnosi e cura sono a porte chiuse e in molti viene praticata la contenzione. I ricoveri in Trattamento Sanitario Obbligatorio sono circa 18 ogni 100.000 abitanti e il 16% dei dimessi torna in ospedale nel corso dell'anno. Spesso la "cura" si riduce all'esclusivo uso di psicofarmaci. Basta una legge per liberarsi dalla paura dell'altro? Questa serie fa parte del progetto Matti per sempre - realizzato grazie al Premio di giornalismo investigativo Roberto Morrione 2017.

Memoria di massa - "Memoria di massa", di Renato Rinaldi e Andrea Collavino, è un progetto che indaga i problemi relativi al mantenimento delle memorie digitali, cui viene oggi affidato tutto il patrimonio di testi, immagini e filmati che la società produce.

Memorie dal sottosuolo di Luciano del Sette - Passioni 2016

Memorie della Shoah - Dal processo a Adolf Eichmann ai bambini di Sciesopoli, dalla razzia degli ebrei romani al rastrellamento del Velodromo d'inverno, dalle leggi razziali alle pietre d'inciampo. Le "Memorie della Shoah" sono raccontate da Guido Barbieri, Marcello Flores, Anna Foa, Isabella Insolvibile, Elena Loewenthal, Bruno Maida, Tristano Matta, Alessandra Mauro, Marcello Pezzetti, Liliana Picciotto, Brunetto Salvarani, Daniele Susini, Alessandra Tarquini, Mario Venezia, Claudio Vercelli.

Memorie di carta - Manca poco alla scoperta delle memorie emotive vissute dagli uomini e donne della carta. Coloro, cioè, che usavano lasciare traccia di fatti e sentimenti su supporti che si toccavano, si annusavano, ingiallivano nel tempo. In un’era pre digitale usare la carta era l’abitudine e il desiderio, nel tempo digitale è già l’eccezione e forse il ricordo, nel futuro prossimo cosa resterà?

Memorie di classe - La storia della scuola raccontata attraverso i registri scolastici. Un viaggio nel passato, tra nostalgia e storia, attraverso i diari degli insegnanti e i compiti dei bambini di allora.

Mercanti di bellezza - Le vite di Leo Castelli e Ileana Sonnanbend, raccontate da Costantino D'Orazio

Mi chiamo fuori - "Mi chiamo fuori - Il fenomeno Hikikomori e il ritiro sociale tra gli adolescenti", testi di Davide Tosco e Fabio Mancini, regia di Davide Tosco, musiche originali di Mario Conte | Mi chiamo fuori affronta il tema del ritiro sociale, fenomeno conosciuto anche come "hikikomori". Si tratta di adolescenti e giovani adulti che sviluppano una fobia nei confronti della scuola e a poco a poco smettono di frequentarla, rifiutando ogni altro contatto sociale, per ritirarsi nella propria stanza. In costante aumento in Italia, questa condizione coinvolge, secondo stime recenti, tra i 60.000 e i 100.000 casi. Spesso la reclusione domestica si accompagna all'utilizzo eccessivo di Internet e al tentativo di rifugiarsi nel mondo virtuale della rete, ma questa non è la causa semmai una conseguenza della volontà consapevole di rifiutare una società che non li rappresenta e da cui non si sentono accettati. Mi Chiamo Fuori racconta questo mondo dall'interno entrando nelle vite di giovani che vivono in completo isolamento per comprendere una realtà complessa, radicata nelle criticità del nostro tempo. Con un approccio non tipicamente giornalistico indaghiamo le dimensioni umane raccogliendo - grazie alla collaborazione dell'Associazione Hikikomori Italia, Fondazione Minotauro e l'Ospedale Regina Margherita di Torino - i diari di un gruppo di giovani hikikomori italiani. Sono loro a raccontarci la condizione del ritiro sociale, ragazzi che si chiamano fuori per scelta. Questo racconto corale alterna le singole storie personali con il parere di esperti (neuropsichiatri, sociologi, psicologi) e le esperienze dei genitori che vivono questa realtà quotidianamente cercando, spesso senza un supporto adeguato, di arginare una condizione che non sono in grado di comprendere e tanto meno di gestire. Mi chiamo Fuori è anche un documentario televisivo che sarà trasmesso da Rai 3 (all'interno del programma Doc 3) il 10 ottobre 2019 e accessibile su Rai Play con il titolo di Afraid of Failing.

Mina - Un'artista eclettica e versatile

Minerale vegetale animale - Un viaggio per raccontare non soltanto una zona di frontiera nel cuore delle Alpi, ma anche la relazione dell'uomo con la terra che abita. Il rispetto per la civiltà contadina come impianto primario di vita in questa valle - situata tra le montane della Bregaglia - sottolinea il rapporto con la natura, la visione sociale secondo punti di vista diversi e a volte vicini all'espressione artistica.

Mio fratello Zef - Viola è una fotografa italiana. Zef un ragazzo del Kossovo. Anni fa si sono incontrati in un campo profughi in Puglia dove Zef era arrivato in fuga dal suo paese devastato dalla guerra. Un incontro che ha il suono del clic della macchina fotografica di Viola. Ogni puntata uno scatto per raccontare una storia di incontro, affidamento familiare, fiducia e futuro

Modello Friuli - Il terremoto del Friuli, più volte preso ad esempio come modello riuscito di gestione dell'emergenza e della ricostruzione, a quarant'anni di distanza dall'evento, si ripresenta come punto da cui partire, ma anche come sistema che non può essere riproposto così com'è.

Modugno - Il ricordo di Mister Volare dagli archivi Rai

Morire di lavoro - Un viaggio, in 4 puntate, difficile, doloroso e necessario per testimoniare e stimolare l'attenzione sul mondo del lavoro italiano dove ogni giorno muoiono o si infortunano gravemente uomini e donne, per non parlare delle vedove e degli orfani da lavoro. Morire di Lavoro, prodotto dalla società I Cammelli con il sostegno della Film Commission Torino Piemonte, realizzato nel 2008 è stato presentato in anteprima alla Camera dei deputati a Roma e al Parlamento europeo a Strasburgo, premio ANMIL Piacenza 2008.

Mother Ireland, quattro donne che hanno fatto l'Irlanda - Le vite di Maud Gonne, Constance Markievicz, Edna O'Brien e Veronica Guerin raccontate da Paola De Angelis.

Muro - La strada come nuovo museo. MURO sviluppa un breve percorso nella città di Roma provando a costruire una mappa che attraversa luoghi periferici e zone del centro, per raccontare gli spazi aperti in cui le opere di “street art" hanno cambiato lo sguardo dei residenti sull’arte, favorendo nuove opportunità d’incontro all’interno delle comunità

MUSA. Il museo del Labanof - "MUSA. Il museo del Labanof" di Giulia Nucci con Renato Rinaldi - Musa sta per museo universitario delle scienze antropologiche, mediche e forensi per i diritti umani ed è la nuova sfida del Labanof. Nel laboratorio di antropologia e odontologia forense di Milano ogni giorno medici legali, biologi, archeologi e antropologi studiano ossa, resti umani e corpi per ricostruirne la vita e la morte. Questo infinito lavoro viene finalmente offerto a noi visitatori. Aggirandoci tra i corridoi e le stanze del museo, fra ossa appese alle pareti, diorami, testi scritti, murales e video, finiremo per capire cosa le scienze mediche e forensi possono fare per la tutela della giustizia e dei diritti umani. Un reportage sull'allestimento del Musa e il racconto della sua nascita e dei suoi obiettivi attraverso le voci di Cristina Cattaneo e di Davide Porta che lavorano insieme al Labanof da 25 anni e di Andrea Perin museografo.

Musei - Dal Museo d'Orsay al meno noto Museo della Guerra per la Pace Diego de Henriquez, 10 brevi visite guidate da Andrea Angiolino, Alfonso Botti, Steve della Casa, Stefano Chiodi, Patrizia Giancotti, Gian Luca Favetto, Flaminio Gualdoni, Elisa Guzzo Vaccarino, Angela Vettese

Muso a Muso - Orsi e lupi erano estinti, il loro nome rimaneva legato solo a storie e leggende popolari. Negli ultimi vent'anni sono tornati a popolare in gran numero le montagne del Trentino, recuperando i loro spazi. Una presenza che arricchisce la biodiversità ma che sta aumentando anche quella conflittualità che sembrava sepolta nei ricordi. Questo è il racconto degli incontri (o degli scontri) fra gli uomini e gli orsi e i lupi che sono tornati a vivere accanto alle loro case. Un'esplorazione attraverso interviste originali e voci del passato custodite dalla Teca. Muso a Muso è un podcast della Tgr Rai di Trento, scritto da Alessandro Franzi, supervisione di Massimo Mazzalai, tecnici di produzione Rolando Eccher, Sergio Benvenuti, Enrico Gremes, Paolo Bosatra, Luca Castagnoli, Alberto Grosello e Roberto Lorenzi.

Napoleone Bonaparte - (Ajaccio, 15 agosto 1769 - Longwood, isola di Sant'Elena, 5 maggio 1821)

Nativos - Un messaggio dai Nativos o Indios rivolto a tutti noi, dalla loro viva voce, per la vita sulla terra: saggezza, acume, ironia, frasi e storie da non dimenticare che ci fanno scoprire chi siamo. Martirio di persone che pochi conoscono. Le loro meravigliose musiche, i suoni della foresta e dei grandi musicisti brasiliani. Guardiane della terra, capi carismatici, guerriere, curandeiros, attivisti, sono "nativos", portavoce dei popoli originari del Brasile in lotta per il diritto alla sopravvivenza. Di e con l'antropologa Patrizia Giancotti.

Nel mirino: colpirne uno per educarne cento - "Nel mirino: colpirne uno per educarne cento" è un ciclo di Francesco Neri dedicato alle drammatiche storie di due vittime del terrorismo durante gli anni di piombo della storia italiana. Walter Tobagi, giornalista del Corriere della Sera, ed Ezio Tarantelli, economista e docente universitario a La Sapienza, furono uccisi dalle Brigate Rosse. Il primo nel 1980. Il secondo nel 1985

Nelle tracce del Lupo - Il primo podcast italiano dedicato al lupo nasce per invitare l'ascoltatore alla conversazione tra il mondo selvatico e quello umano. Nelle Tracce Del Lupo racconta la nostra attitudine culturale verso la natura muovendosi "nelle" tracce di questo animale elusivo, per quanto studiato e conosciuto. Il viaggio attraversa sia le aree alpine dell'Italia, che negli ultimi dieci anni si sono confrontate con la presenza di questo predatore, sia il cuore dell'Appennino che ci ha sempre convissuto, anche quando nel resto d'Europa era praticamente estinto. In Lupi e uomini, Barry Lopez scrive: «essere rigorosi in tema di lupi equivale a pretendere certezze dalle nuvole». Seguire la sua inafferrabile traccia significa metterci in relazione con un contesto biologico e geografico, culturale e filosofico; significa sentirci esploratori curiosi di imparare i meccanismi della natura. Significa percepirne la presenza fisica. Per questo abbiamo ascoltato biologi, esploratori, storici, guardiacaccia, addetti forestali, naturalisti, scrittori, pastori. Di recente il percorso che ha portato il lupo a ripopolare i boschi italiani, dopo essersi rintanato nel Parco Nazionale d'Abruzzo per un secolo, è stato fotografato dal primo censimento realizzato tra il 2018 e il 2021 su scala nazionale, coinvolgendo migliaia di addetti e centinaia di associazioni, grazie al coordinamento di ISPRA. Abbiamo camminato nelle sue tracce, anche in compagnia di chi ha partecipato a questa mappatura, provando a capirne la prospettiva, annusando i segni del suo passaggio per stabilire una relazione più genuina con il nostro senso di appartenenza al mondo selvatico. I cinque episodi del podcast descrivono come il lupo sia un fondamentale regolatore di biodiversità, un marker vivente dell'ecosistema, che arricchisce la rete di relazioni nella quale siamo immersi. Come tutto ciò che è selvatico dentro di noi, è bello sapere che esiste, ma non è obbligatorio doverlo incontrare. Davide Sapienza: testo e voce narrante Lorenzo Pavolini: testo, registrazioni, montaggio Francesco Garolfi: musiche originali

Neve e Fuoco, l'Italia in Argentina - Di Italia in Argentina ce n'è molta. Dai "tanos", i figli degli immigrati che attraversarono l'oceano un secolo fa, ai molti che scelgono come meta per vivere e lavorare una nazione che offre meno sicurezze dell'Europa ma che, forse proprio per questo, conserva intatta la sua vitalità. Questo viaggio sulle tracce degli italiani d'Argentina comincia nell'estremo sud, nella Terra del Fuoco, in una città che fu ripopolata nel 1948 da duemila lavoratori tra emiliani e veneti, venuti per cercare fortuna in capo al mondo. E prosegue poi a Buenos Aires, dove è ancora viva la memoria del movimento anarchico un tempo composto soprattutto da italiani. Buenos Aires è una città di grandi contraddizioni, epicentro delle proteste contro la crisi perenne che sovrasta le vite degli argentini e città affascinante e viva, dove tanti europei finiscono per cercare ispirazione artistica e impegno sociale. Questo guardarsi allo specchio degli italiani in Argentina è il frutto di un dialogo mai interrotto tra queste due nazioni, che ricorda agli europei il tempo in cui "a migrare eravamo noi".

New York orizzontale - Si dice che New York sia una città solo per i molto ricchi, o per i molto poveri. Quella dei molto ricchi ha a che fare con la verticalità: la carriera, i grattacieli, le penthouse, le feste esclusive sui rooftop, i tacchi di scarpe che non si sporcano. Quella dei molto poveri è una metropoli orizzontale. Si muove sui marciapiedi, nei sotterranei delle case, lungo le linee della metropolitana, impone l'uso di scarpe pesanti e comode. In queste cinque puntate esploriamo la New York di chi rivolge lo sguardo a terra: quella dei "canners", le persone che vivono raccogliendo bottiglie e lattine per strada per poi scambiarle per 5 centesimi a pezzo. A New York sono in migliaia, persone con origini e storie molto diverse. Solo in pochi vivono per strada, la maggioranza sono immigrati con una casa e una famiglia, ma in grande difficoltà. È facile riconoscerli: spingono carrelli da supermercato straripanti di sacchi colmi di contenitori vuoti. Alcuni ne raccolgono abbastanza per guadagnare 200 dollari al mese, altri anche 2000, dipende dalle ore di lavoro e dalle strategie adottate. Il "canning" è possibile grazie a una legge statale approvata nei primi anni ottanta conosciuta come Bottle Bill e inizialmente pensata come incentivo per la raccolta differenziata e il riciclo. Le storie raccontate in queste cinque puntate sono molto personali e sono il risultato di oltre un anno di lavoro sul campo in un redemption center di Brooklyn, Sure We Can. Il progetto è stato realizzato con il sostegno del Brown Institute for Media Innovation alla Columbia University (più informazioni sul sito canners.nyc). Alcuni nomi sono stati cambiati per proteggere le identità dei canners più vulnerabili. Di Francesca Berardi.

Non avere paura. Storia di un campus per adolescenti a Corinaldo - "Non avere paura. Storia di un campus per adolescenti a Corinaldo" di Graziano Graziani - Be Your Hero è un progetto immaginato da Sineglossa, un collettivo artistico di Ancona, per aiutare ragazze e ragazzi adolescenti a ragionare sulle proprie paure e cercare di vincerle attraverso uno sport particolare e non competitivo, l'Art du déplacement (simile al Parkour, ma più comunitario). Si comincia affrontando le proprie vertigini e si finisce per guardare nei propri abissi personali. Corinaldo, il paese in cui il campus ha avuto luogo, è anche il luogo dove nel dicembre del 2018 si è verificata la tragedia della Lanterna Azzurra, la discoteca in cui sono morte sei persone, alcune giovanissime. Immaginare in quel posto un progetto sulle paure significava anche cercare di rimarginare una ferita collettiva, attraverso la cultura e lo sport. La pandemia da Covid-19, tuttavia, ha scombussolato i piani: il progetto è stato spostato in avanti, al giugno del 2021, e a quel punto parlare di paura e insicurezza con gli adolescenti ha assunto un significato ancora più vasto.

Non siamo alberi - "Non siamo alberi - Storie di ritorni dall'Italia e il Cile" di Mariana Diaz Vasquez | Il racconto di un viaggio a Santiago del Cile per incontrare dei cileni che hanno trascorso lunghi periodi della loro vita in Italia. Storie di vita che parlano delle speranze e delle difficoltà che si affrontano quando si decide di emigrare. C'è chi è venuto in Italia durante la dittatura cilena, altri alla ricerca dell'arte e la cultura, per incontrare e conoscere la propria madre o per amore. L'Italia era ciò che si aspettavano? La bellezza delle città, la storia, il cibo, la natura e le amicizie hanno cambiato la vita di questi cileni, ma non sempre le cose sono andate nel verso giusto. Alcuni sono tornati in Cile dopo aver trascorso molti anni in Italia senza sapere che stavano andando incontro a un nuovo percorso migratorio. Dopo aver vissuto un lungo periodo della loro vita in Italia, senza rendersene conto, erano cambiati e neanche il Cile che hanno trovato al loro ritorno era più lo stesso. Altri invece sono rimasti in Italia ma non sentono questa la loro casa e non escludono di spostarsi ancora portandosi dietro le proprie radici perché, appunto, non siamo alberi.

Non solo economisti - Le vite di Otto-Albert Hirschmann, Giorgio Fuà, Giacomo Becattini, Amartya Cumar Sen, raccontate da Luigino Bruni

Non sprecare. Eccedenze alimentari e soluzioni elementari - "Non sprecare - Eccedenze alimentari e soluzioni elementari" di Daniele Oliveri | Perché un terzo del cibo prodotto finisce nella spazzatura? Cosa si può fare per ridurre questi sprechi? A Padova il collettivo 'La cucina brigante' si occupa proprio di questo: proporre soluzioni e far conoscere il problema. Tra mercati generali, tecnologia, cassonetti e il nostro frigo scopriremo diversi modi per evitare che il cibo totalmente commestibile finisca nella pattumiera. La serie è stata realizzata da Daniele Oliveri, allievo del Corso di Reportage della sede Abruzzo del Centro Sperimentale di Cinematografia, con il sostegno di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Regione Abruzzo, Comune dell'Aquila.

Nonne Vocali. Racconti al telefono senza fili - "Nonne Vocali. Racconti al telefono senza fili" di Luca Mastrantonio - Con lo scoppio della pandemia e l'inizio del lockdown a marzo del 2020 un gruppo di studenti italiani e stranieri ha iniziato a registrare le conversazioni telefoniche con i propri nonni. Lo scopo è farsi raccontare il momento più difficile della loro vita e come l'hanno superato, condividendo prima nelle aule virtuali e poi sulla rete questo dialogo tra generazioni. Così sono nate le #nonnevocali. Si tratta di un progetto del laboratorio di Storytelling multimediale dell'Università IULM di Milano tenuto da Luca Mastrantonio. L'ispirazione è venuta dal discorso di David Foster Wallace Questa è l'acqua, dalla sua lezione di empatia: dobbiamo sforzarci di guardare il mondo con gli occhi degli altri. In questo caso, i soggetti più fragili. Ma a sentire quello che hanno dovuto affrontare, guerre e tragedie personali, e come l'hanno superato, sotto la fragilità del loro stato di salute, si rivela la grande forza d'animo dei nonni e delle nonne d'Italia. Una forza che è di ispirazione per i nipoti che devono affrontare per la prima volta una crisi globale che mette in discussione l'idea stessa di futuro.

Oceano, Italia - Oceano, Italia è il racconto della vita e delle incredibili imprese di Alex Carozzo, una leggenda vivente della vela. Da oltre mezzo secolo, naviga su tutti gli oceani, a bordo di imbarcazioni di ogni tipo

Oggetti che vivono sulla scena - Con Enrico Morteo scopriamo come gli oggetti abbiano vissuto e raccontato la vita degli italiani attraverso la loro presenza sui set televisivi e cinematografici.

Oltre lo sport - Cosa succede quando un infortunio, un incidente e soprattutto l'età che avanza allontana l'atleta dallo sport agonistico? Cosa c'è alla fine dell'ultima corsa quando la vita pretende una svolta alla carriera e all'identità di un atleta? Oltre ai recenti ritiri di stelle come Usain Bolt, Kobe Bryant o Francesco Totti o di quelli inevitabilmente a seguire di Gianluigi Buffon, Valentino Rossi, Federica Pellegrini o Roger Federer c'è una massa di sportivi di fronte al bivio più importante della loro vita: la prima vera gara fuori dallo sport. Qualcosa che anche tu hai vissuto in prima persona e che continua a seguirti come un'ombra e che fa esplodere ogni volta i tuoi ricordi. Qui sono radunate cinque storie di campioni che ci ricordano la loro carriera dalla prima scintilla agli ultimi fuochi. Parliamo di Giuseppe Abbagnale due medaglie d'oro olimpiche nel canottaggio. Marta Pagnini ex capitana della straordinaria squadra di ginnastica ritmica argento alle Olimpiadi di Londra, del velocista plurimedagliato Maurizio Mercuri. E ancora del capitano del settebello di pallanuoto oro alle Olimpiadi di Barcellona Mario Fiorillo e del fuoriclasse della ginnastica Yuri Chechi.

Oltre ogni aspettativa - "Oltre ogni aspettativa" di Marco Rip - Arrivato ad un angolo cieco della sua vita professionale, Marco decide di prendersi una pausa e intraprendere un cammino da solo. Un viaggio iniziato come un'evasione da una città e un lavoro soffocanti, diventa un'immersione in ascolto di se stesso alla ricerca di un senso di appartenenza, del proprio spazio e del proprio suono. In un anno denso di difficoltà e nell'anniversario della scomparsa di uno dei suoi migliori amici, Marco cerca il coraggio di mettersi in discussione mettendosi in cammino lungo uno dei più storici e affascinanti pellegrinaggi, la Via Francigena, procedendo "per agri" (dal lat. "attraverso i campi") fra soluzioni inusuali e senza paura dell'imprevedibile, verso una scelta che gli cambierà la vita.

Omaggio a Bernardo Bertolucci - Regista e sceneggiatore, scomparso un anno fa

Omaggio a Carlo Cassola - 2017

Omaggio a Ennio Morricone - Musicista e compositore. Leone d'oro alla carriera (1995), Oscar alla carriera (2007), Oscar alla miglior colonna sonora (2016), tre Golden Globe

Omaggio a Gianni Rodari - Scrittore, pedagogista e poeta (Omegna, 23 ottobre 1920 - Roma, 14 aprile 1980)

Omaggio a Pasolini - Dalla poesia agli esordi al cinema

Omaggio a Totò - 2017

Onde sul muro. Berlino 30 anni dopo - "Onde sul muro. Berlino 30 anni" dopo di Giulia Nucci | Raccontare la caduta del muro di Berlino a distanza di 30 anni attraverso l'archivio di Radio Berlino Internazionale, la cosiddetta voce della DDR all'estero e le testimonianze di chi il 9 novembre del 1989 era presente. Le bobine di Radio Berlino Internazionale una radio di propaganda che trasmetteva in 13 lingue diverse, dallo swahili al danese, dal portoghese all'hindi, raggiungendo attraverso le onde corte moltissimi paesi del mondo tra cui l'Italia, sono conservate nell'archivio radiofonico di Potsdam dove siamo andati a recuperarle.

ONE DAY - Cinquant'anni senza Martin Luther King - "ONE DAY - Cinquant'anni senza Martin Luther King" di Manuela Cavalieri e Donatella Mulvoni - Il 4 aprile del 1968 un colpo di fucile spegneva a Memphis il sogno del reverendo Martin Luther King, il profeta della nonviolenza. A cinquant'anni dalla morte di King, siamo andati ad Atlanta, la sua città natale ma anche la capitale spirituale del Movimento per i Diritti Civili dei neri d'America. Un viaggio alla ricerca della sua eredità che parte dalla chiesa dove ha predicato e che continua nelle strade che l'hanno visto crescere, nell'università dove ha iniziato la sua formazione, fino ai ristoranti di soul food preferiti, le "sedi non ufficiali" del Movimento. Quello che abbiamo ascoltato è un messaggio vivo e reale, che brilla negli occhi delle donne e degli uomini che hanno lottato al fianco di King negli anni Sessanta, ma anche in quelli dei giovani che a lui devono molte delle loro conquiste. Tra loro, la figlia minore Bernice, a capo del King Center che lavora per tener vivo il sogno di suo padre. Anche nell'America di Donald Trump.

Opzioni. Appunti su Alto Adige e Südtirol - "Opzioni. Appunti su Alto Adige e Südtirol" di Riccardo Giacconi e Carolina Valencia Caicedo - Opzioni è un diario di ricerca, una serie di frammenti su un luogo scandito da fiumi, laghi e catene montuose, chiamato Südtirol o Alto Adige. Attraverso un mosaico di voci e punti di vista, vengono evocate storie di confini, identità, comunità linguistiche, patrie, minoranze e migrazioni, ripercorrendo le variegate vicende di un pezzo di terra fra due placche tettoniche. Con le voci di: Meinrad Berger, Riccardo Dello Sbarba, Bassamba Diaby, Maurizio Ferrandi, Maddalena Fingerle, Christoph Franceschini, Lucio Giudiceandrea, Franz Haller, Ulrike Kindl, Eva Klotz, Florian Kronbichler, Aldo Mazza, Giorgio Mezzalira, Mauro Minniti, Renate Mumelter, Hannes Obermair, Eva Pfanzelter, Siegfried de Rachewiltz, Iaco Rigo, Leopold Steurer, Alexandra Theoktisto, Alex Trebo, Joseph Zoderer. Con la partecipazione di: Martina Angelotti, Erica Boito, Frida Carazzato, Nicolò Degiorgis, Ekaterina Degot (steirischer herbst), Hannes Egger, Georg Grote, Hans Heiss, Mirza Latiful Haque, Georg Mair, Albert Mayr, Lisa Mazza, Georg Mischì, Günther Pallaver, Verena Rastner (ar/ge kunst), Katja Renzler, Carlo Romeo, Andrei Siclodi, Kate Strain (Grazer Kunstverein), Hilary Solly, Ina Tartler (Vereinigte Bühnen Bozen), Samir Thabet, Martha Verdorfer. Un progetto di Botafuego Audio Mix e suoni: Attila Faravelli Collaborazione al montaggio: Camilla Giampieri, Filippo Perfetti

Ora: un anno col terremoto - Marianna ha 28 anni, è nata e vive a Norcia. Dopo la scossa di terremoto che il 30 ottobre 2016 ha distrutto il centro storico e buona parte della città, si ritrova con una casa inagibile, un lavoro sospeso a tempo indeterminato, e il bisogno di fare qualcosa. Marianna ripercorre le tappe di un anno di ricostruzione umana personale e della sua comunità, raccontando la nascita di una associazione di amici e la scoperta di una città che non conosceva. “Ora – un anno col terremoto” è un diario sonoro lungo un anno che traccia la memoria di quello che emerge dalle crepe interiori quando una scossa ci costringe a fare i conti con un nuovo inevitabile presente.

Organi e organisti - le storie degli strumenti e di quelli che li hanno suonati

Ossessionati dall'arte - Collezionisti e falsari dal Cinquecento a oggi

Ossi di Seppia - Il rumore della memoria - Una docuserie per rivivere, grazie a testimoni d'eccezione, le storie spesso dimenticate del nostro recente passato.

Ossi di Seppia - Quello che ricordiamo - Il racconto degli ultimi trent'anni della storia del nostro Paese, documenti della nostra memoria che raccontano momenti di svolta e personaggi . Fatti cruciali, paradossalmente spesso dimenticati, che hanno segnato l'immaginario collettivo. Dall'epidemia di Aviaria all'assassinio di Sara Di Pietrantonio, passando per il calcio di 90° Minuto, la marcia dei 40mila, la tempesta Vaia, l'Aids, il naufragio della Costa Concordia, la morte di Marco Simoncelli, la caduta dell'eroe Michael Schumacher, Lucio Dalla, il caso Stamina, la rivoluzione di Cicciolina e molte altre vicende.

Outsider: scrittori irregolari - Scrittori irregolari, di generazioni diverse, che per questioni caratteriali, di condizione sociale o per scelta politica o culturale, hanno scritto e vissuto in una condizione di isolamento. Luigi Di Ruscio, amato da Fortini e Quasimodo, operaio metalmeccanico in una fabbrica di Oslo, Lucio Mastronardi, l'autore de "Il maestro di Vigevano", Guido Morselli, appartato e rifiutato in vita da tutti gli editori, Mariateresa Di Lascia, leader radicale autrice di un solo romanzo, "Passaggio in ombra", con il quale vinse il Premio Strega. Sono tutte figure di grande fascino letterario e esistenziale. Di e con Angelo Ferracuti.

Ovidio, duemila anni di Metamorfosi - 2017

Paolo Terni - Le puntate di Paolo Terni a Qui Comincia

Partire. Restare. Tornare - "Partire. Restare. Tornare - Un viaggio di sola andata nei primi 20 anni del nuovo millennio" di Marina Lalovic | "Nessuno può immaginare che cosa significhi nascere e vivere al confine fra due mondi, conoscerli e comprenderli ambedue e non poter fare nulla per riavvicinarli, amarli entrambi e oscillare fra l'uno e l'altro per tutta la vita, avere due patrie e non averne nessuna, essere di casa ovunque e rimanere estraneo a tutti, in una parola, vivere crocifisso ed essere carnefice e vittima allo stesso tempo." (Ivo Andric, Racconti di Bosnia). I primi 20 anni del nuovo millennio li ho vissuti in Italia. Ho compiuto quello che si chiama "giro di boa" dell'esistenza: metà della vita vissuta nel mio paese d'origine, la allora ex Jugoslavia, e metà vissuta qui, in Italia. Sono nata nel 1981, un anno dopo la morte di Tito, il presidente della Repubblica Federale Socialista Jugoslava, giusto in tempo per far parte dell'ultima generazione dei pionieri del maresciallo jugoslavo. La mia è anche la generazione del 2000. Ho finito il liceo subito dopo il bombardamento della NATO su Belgrado nel '99. A 20 anni di distanza mi chiedo: che cosa mi sono lasciata alle spalle, cosa mi sono persa, cosa ho tradito con la mia partenza, a cosa ho contribuito in questi 20 anni? C'è una sola appartenenza che conti? Questa è la storia di una partenza avvenuta 20 anni fa ma anche di un ritorno in una regione a 20 anni dalla fine della guerra. Un paese da dove le persone continuano ad andarsene. Il lavoro è stato realizzato durante la fellowship promossa dall'Istituto di Scienze Umane di Vienna e Erste Foundation.

Pasta nera - Tra il 1945 e il 1952 più di 100.000 bambini del Sud più svantaggiato furono ospitati temporaneamente da famiglie del Centro-Nord. Quei bambini presero in quegli anni il primo treno della loro vita, per lasciarsi alle spalle la povertà e le macerie del dopoguerra e vivere un'esperienza che non avrebbero mai più dimenticato. Pasta Nera riporta alla luce uno dei migliori esempi di solidarietà e spirito unitario nella storia del nostro Paese. Pasta Nera è un film presentato al festival di Venezia nel 2011.

Petrolio, anatomia di una visione con Emanuele Trevi e Lorenzo Pavolini - Passioni 2015

Pezzi da 90 - C'è sempre più spazio a Pezzi da 90. S'inforcano le bici e corrono le puntate ancora calde. Fanno cantare i Pezzi da 90, e fanno sorridere e fanno piacere le vecchie storie raccontate. Scrivi un libro, fai un film, azzecchi una canzone, vinci un mondiale, perdi un Sanremo? E finisci a Pezzi. Pezzi da 90 è un programma che racconta di artisti, di scienziati, di persone, di storielle e di storiacce. E così piace a tutti. Semplice!

Pezzi da 90 - Claudio Baglioni - Cantautore e conduttore televisivo del sessantottesimo Festival della Canzone italiana #Sanremo2018

Pezzi da 90 - Giorgio Faletti - Faletti amava scrivere, amava la musica e amava il mare.

Pezzi da 90 - Lucio Dalla - Dice che era un bell'uomo e veniva, veniva dal mare

Pezzi da 90 - Mike Bongiorno - Mike Bongiorno, il primo , il più grande, con allegria!

Pezzi da 90 - Renzo Arbore - "Sono sempre stato un televisivo radiofonico."

Pezzi da 90 - Sua Santità Papa Francesco - Nato Jorge Mario Bergoglio a Buenos Aires il 17 dicembre 1936

Piano Condor. Continente desaparecido - Di Alessandro Leogrande

Piccola storia dell'ambientalismo - Da Antonio Cederna a Wangari Maathai, dai disastri ecologici alle conferenze storiche, una piccola storia dell'ambientalismo raccontata da Stefano Caserini, Massimo De Giuseppe, Francesco Erbani, Marco Gisotti, Gad Lerner, Stefano Paolucci, Telmo Pievani per Wikiradio.

Piccole identità italiane - Piccole identità italiane: mondi paralleli di sopravvivenza, spazi altri collegati al passato, alla proiezione nel futuro; il confronto con l’'altro, la subordinazione o la ribellione, il delicato cambiamento degli equilibri interni, la minaccia dell’'identità

Pier Paolo Pasolini, il corsaro vero - Un secolo fa nasceva Pier Paolo Pasolini. Poeta, scrittore, pittore, regista, giornalista, Pasolini è stato soprattutto un intellettuale, eretico e controcorrente ma sempre acuto e profetico nell'osservare la realtà con il coraggio della ragione e delle idee. Brutalmente assassinato a 53 anni, l'autore degli "Scritti corsari" ha detto molto, ma molto avrebbe avuto ancora da dire. La testimonianza di Dacia Maraini. Di Claudia Fayenz

Pionieri nel blu - Luigi Ferraro e Alessandro Olschki nutrivano grandi speranze sul progresso degli studi, della ricerca e dell'esplorazione subacquea, ritenendoli decisivi per il destino stesso dell'umanità "assai più", scriveva Olschki nel 1968, "delle analoghe e opposte ricerche negli spazi siderali". L'anno dopo, l'uomo avrebbe messo piede sulla luna. E se un risultato così eclatante sotto la superficie del mare non si può dire sia stato ancora raggiunto, parecchio è stato realizzato e non poche discipline hanno tratto giovamento dall'applicazione e dall'affinamento delle tecniche di immersione: la cinematografia e la fotografia subacquea, per esempio, ma anche la biologia marina, l'oceanografia, l'archeologia sottomarina. All'origine di tutto, la passione, l'entusiasmo, l'intraprendenza di alcuni uomini (e pochissime donne) che possono, a ragione, essere considerati dei pionieri e che nelle diverse specialità sono stati tra i primi a "sperimentare" sott'acqua. Li abbiamo incontrati in un lungo viaggio attraverso l'Italia, dalla Sicilia alla Liguria, passando per Roma.

Poeti - Ritratti di poeti raccontati da Franco Buffoni, Gian Luca Favetto, Daria Galateria, Massimo Raffaeli, Sara Antonelli

Poeti alla Radio di Florinda Fiamma e Giulia Nucci - Passioni 2017

Pointe Ninì - Storie di montagna al femminile - Pointe Ninì, una vetta, sulle cime del Monte Bianco, è il simbolo di una montagna alta e femminile di cui si è saputo troppo poco. È il ritratto in quattro puntate di una grande alpinista vissuta a cavallo degli anni Trenta, attraverso il suo memorabile diario. In un'epoca dominata dal culto della personalità e nell'alpinismo in particolare dal mito eroico della vetta, il diario di Ninì Pietrasanta è una testimonianza unica dell'approccio all'alpinismo di una donna fuori dal comune. Attratta irresistibilmente verso l'alta quota, qui trova uno spazio di libertà che la società dell'epoca non consente alle donne. La voce di Ninì è interpretata da Valentina Carnelutti. Un podcast ideato e scritto da Francesca Borghetti. Regia di Danilo Paoni. Con il contributo di Linda Cottino, storica dell'alpinismo, Anna Torretta, alpinista, Lorenzo Boccalatte. Prodotto per RaiPlay Sound - direzione artistica Andrea Borgnino, responsabile di produzione Anna Maria Delogu, esperto di produzione e web Claudia Salati - in collaborazione con CAI Club Alpino Italiano.

Portella della Ginestra - Banditi, mafiosi, contadini e militanti politici, sono i protagonisti di questo ciclo di Tre soldi dedicato al dopoguerra in Sicilia. Una selezione di testimonianze inedite, raccolte per la ricerca "La memoria e il lutto: la strage di Portella della Ginestra nel vissuto dei protagonisti" e oggi conservate all'Archivio di Stato di Palermo, ci fa rivivere le vicende del bandito più famoso d'Italia, Salvatore Giuliano: dal mercato nero alla strage di Portella della Ginestra del 1° maggio 1947, per molti la prima strage di Stato.

Preferirei di no - Passioni 2015

Profeti della rivoluzione sessuale - Le vite di Otto Gross, Wilhelm Reich, Alfred Kinsey, William Masters e Virginia Johnson, raccontate da Massimiliano Griner. Letture di Sabrina Sabatino

Pronto, Prima Pagina? - Da quarant'anni Prima Pagina attraversa le onde radio per un'ora al giorno e si deposita nelle case e nelle vite dei suoi ascoltatori, che nel tempo hanno plasmato la loro quotidianità sull'inizio di un programma radiofonico. In quattro puntate Tre Soldi entra nelle case di alcuni degli ascoltatori più assidui e ostinati, cercando negli angoli dei loro risvegli quel momento in cui, ancora mezzi addormentati, decidono di alzare la cornetta, comporre un numero che conoscono a memoria e dire "Pronto, Prima Pagina?"

Prove di infinito - Riflessioni a due secoli di distanza dalla stesura de "L'infinito" di Giacomo Leopardi

Punjitalia - Punjitalia: gli schiavi sikh nell'agro pontino di Marco Silvestri All'ombra del Circeo, sud del Lazio quasi al confine con la Campania, vive una comunità di oltre settemila indiani che da anni coltiva e tiene fertile l'agro pontino al costo di 3 euro l'ora. Sono gli schiavi sikh e li possiamo vedere tutti i giorni andare al lavoro sulle loro biciclette. Ne abbiamo sentito parlare lo scorso maggio quando per la prima volta hanno portato avanti proteste e vertenze contro le inaccettabili condizioni di sfruttamento cui sono sottoposti.

Quando l'abito fa l'artista - Le vite di Rosa Bonheur e Sonia Terk Delaunay, raccontate da Costantino D'Orazio

Quarto potere. I pionieri - di Nicola Attadio

Quattro illustri viaggiatori italiani oggi dimenticati - Le vite di Enrico Montazio, Carlo Camillo di Rudio, Giovanni Martini, Giovanni Battista Belzoni, raccontate da David Riondino

Quattro intellettuali in fuga dall'Italia fascista - Le vite di Giacomo Ancona, Giselda Biancalani, Vinicio Barocas, Renata Calabresi, raccontati da Silvia Bencivelli

Quattro personaggi usciti dalla trama - La serie è dedicata a protagonisti di celebri romanzi: Emma Bovary, Zeno Cosini, Ferdinand Bardamu, Ida e Davide. Di Filippo La Porta

Quattro scrittrici che inventano l'infanzia - Le vite di Ida Baccini, Lina Schwarz, Amelia Pincherle Rosselli e Ada Gobetti raccontate da Carola Susani.

Quattro storie per tre film - Quattro personaggi di tre film del regista Tony Saccucci, che ce li racconta in radio: Leone Jacovacci, protagonista del film documentario uscito nel 2017 dal titolo "Il pugile del duce", menzione speciale ai Nastri d'Argento; Mate Čipčić Bragadin, infoibato, non italiano, non in Istria, una coproduzione e co-regia italo-croata che uscirà nel 2021; Walter Mocchi, marito della protagonista del film "La prima donna"; Emma Carelli, lei "La prima donna", prossimamente al cinema.

Queen - "Si può essere tutto ciò che si vuole, basta trasformarsi in tutto ciò che si pensa di poter essere"

Quei giovani rivoluzionari del teatro (scomparsi troppo presto) - Quattro vite, quattro autori-drammatughi-poeti. Hanno lasciato un segno indelebile nella drammaturgia mondiale. Hanno vissuto vite spesso al limite, inseguiti, perseguiti, a volte non compresi in vita. Sono morti giovani, anche in modo violento, lasciando però delle opere che ancora oggi ci parlano con franchezza e felicità. Sono Christopher Marlowe, Georg Büchner, Joe Orton e Annibale Ruccello. Epoche storiche diverse, stili diversi, lingue diverse, ma questi autori sono portatori di proposte innovative, poetiche e politiche di grande impatto. Sismografi raffinati del sentimento umano, al di là del tempo e delle geografie. Talenti persi troppo presto, vite dissolute, faticose, eccentriche, brillanti, liriche, creative, folli, sensuali. Quattro storie uniche, con un filo conduttore comune: la passione.

Quel giorno a Linate - "Quel giorno a Linate" - Originale Tre soldi - L'8 ottobre 2001 all'aeroporto di Milano Linate, poco dopo le 8.00 del mattino, un volo di linea della compagnia SAS si schianta, in fase di decollo, contro un piccolo jet privato diretto a Parigi. È il più grave incidente aereo mai verificatosi in Italia con 118 morti. A distanza di 20 anni Adele Scarani, moglie di Maurizio, una delle vittime del disastro aereo di Linate, ci racconta i ricordi di quella giornata e dei giorni immediatamente successivi, i problemi relativi alla gestione dell'incidente e alla comunicazione con le famiglie delle vittime da parte degli organi competenti, fino alla costituzione del Comitato 8 ottobre per non dimenticare, associazione che unisce tutti i familiari delle persone che, quella mattina del 2001, hanno perso la vita, di cui lei è presidente.

Quello che le artiste non dicono - Spesso ribelli, sempre passionali e tutte non convenzionali sono le quattro artiste a cui è dedicato un percorso che prende le mosse dall'arte rinascimentale e arriva all'arte contemporanea. Di e con Costantino D'Orazio.

Questione di vita - Fine vita, eutanasia, morte "dolce", suicidio assistito, sono temi difficili da affrontare, ma sui quali ogni esperienza nella sua imprescindibilità riesce sempre a insegnarci qualcosa. Tre soldi ha raccolto la storia di Basilio ed Emanuele coinvolti in prima persona nella scelta di Damiana. Basilio, il compagno di vita ed Emanuele, il figlio, sono stati, ognuno a suo modo, testimoni degli ultimi anni e dell'ultimo atto della vita di Damiana che ha scelto di morire in Svizzera il 4 settembre 2014.

Quirinale segreto - Un percorso esclusivo con Radio Rai all'interno del Colle più alto, la "Casa degli Italiani" come amano definirla i Presidenti della Repubblica. Un viaggio a tappe tra curiosità e vita pratica dal titolo "Quirinale segreto". Con Grazia Trabalza.

Racconti dalla città parallela di Luciano del Sette - Passioni 2017

Racconti dalla frontiera - Ventimiglia rappresenta il contesto culturale dell'estremo ponente ligure, al confine con la Francia. Attraverso i sentieri di montagna sono transitati nei secoli contrabbandieri, clandestini, antifascisti, rifugiati. Da Napoleone a Schengen, passando per le due guerre mondiali, il passaggio più impervio, e di conseguenza il più sicuro perché più difficilmente controllabile, è oggi noto come "Passo della Morte". I materiali di ricerca per il film-documentario Shelter, anche grazie alla collaborazione scientifica dell'Università di Bologna, hanno dato vita ad un percorso di attraversamento e narrazione critica di questo terzo spazio tra Liguria e Alpi Marittime.

Radio - Le radio nel mondo da Radio Bari a Radio Caroline

Radio Brod. L'ultima Jugoslavia trasmessa via etere - "Radio Brod. L'ultima Jugoslavia trasmessa via etere" di Andrea Borgnino e Marina Lalovic - Questa è una storia di pura utopia: una radio nel centro del mare adriatico che utilizza l'informazione per "spegnere" l'incendio dell'odio etnico che sta devastando i paesi dell'ex Jugoslavia. Ma l'utopia a volte si realizza e nel 1993 un gruppo di giornalisti serbi, croati, montenegrini, macedoni, sloveni e bosniaci grazie ad un finanziamento della comunità europea, fa nascere Radio Brod un'emittente pirata che trasmette da una nave e che usa il giornalismo come una vera e propria arma con i messaggi di odio tramessi dai paesi in conflitto. La guerra è quella dell'ex Jugoslavia, dove i media vengono usati per alimentare l'odio etnico e dove non esistono notizie vere, ma solo diverse versioni della verità. Radio Brod diventa un esperimento unico per un'informazione libera e corretta, ma anche uno strumento per gestire l'enorme tragedia dei rifugiati che attraverso la radio posso lanciare messaggi via radio in tutta Europa per tentare di ritrovarsi. Grazie a documenti audio ritrovati negli archivi di Radio Rai, Radio Radicale, della Tgr Rai Puglia e di Tv7 è possibile oggi raccontare la storia di Radio Brod con le voci originali dei redattori a bordo della nave "Droit de Parole" e dei suoi programmi originali. Una serie di interviste ci raccontano invece che cosa è rimasto di questo esperimento unico di radio libera dopo quasi trent'anni dalle sue trasmissioni.

Radio Freccia Azzurra - La radioscuola delle bambine e dei bambini | Si chiama Radio Freccia Azzurra, come il nome della celebre romanzo di Gianni Rodari. È la prima web radio delle bambine e dei bambini e ha aperto i microfoni nella scuola primaria Giorgio Perlasca, a Montecucco, a due passi dal Trullo, celebre borgata di Roma

Radio scatenata - Cento anni dopo la pubblicazione della recherche, Markus Zohner e Alan Alpenfelt sono entrati nel penitenziario La Stampa di Lugano per leggere Proust con i detenuti. Ne è nato un progetto teatrale e radiofonico di forte impatto dedicato alle grandi domande della vita e in particolare della vita in carcere

Radio terremoto - È il 1980. Radio Alfa è una radio libera, trasmette da Avellino. Gli studi sono stanze insonorizzate in un palazzo del centro. Giovani deejay e aspiranti giornalisti, si alternano al microfono. Si fa esperienza, per un lavoro vero c'è ancora tempo, qualcuno però spera, perché gli ascolti sono in crescita in tutta la città. La radio rafforza l'amicizia, si ride, si scherza. Poi all'improvviso tutto cambia. Il 23 novembre un fortissimo terremoto devasta l'Irpinia e senza esitazione i giovani di Radio Alfa si precipitano nelle zone del cratere, raggiungono le popolazioni colpite e cominciano a raccontare. La loro voce arriva ovunque, anche nei paesi spazzati via dalla furia del sisma, e fa compagnia. Così "Radio Alfa" diventa per tutti "Radio Terremoto ", e questa è la sua storia. Un podcast di Marilù Merolla.

Ragazze in onda a Giambellino - Ragazze in onda a Giambellino | di Anais Poirot Gorse, con Diana Wasef, Cristina Wasef, Safwa Mohed e Caterin Ghebreal - Quattro ragazze tra i 14 e i 18 anni tutte di origine egiziana e tutte nate in Italia vivono e si muovono a Milano nel quartiere Giambellino, alla periferia sud della città meneghina. Come molti quartieri popolari nelle grandi città anche Giambellino ha vissuto il cambiamento di tessuto sociale dovuto alle migrazioni degli ultimi anni. Accanto a botteghe di italiani sorgono adesso verdurai egiziani, kebabbari marocchini o ristoranti asiatici. Ed è qui che Diana, Cristina, Safwa e Caterin vivono la loro vita di giovani donne con un identità a metà strada tra Egitto e Italia. Per raccontarsi hanno scelto lo strumento radiofonico e creato la redazione di "Ladies radio in Giambellino" che nasce all'interno del centro di aggregazione giovanile I.R.D.A di Milano in collaborazione con l'Associazione Shareradio, nel cuore del quartiere milanese. Le loro voci raccontano da vicino e senza veli, un vissuto a cavallo tra due culture, una vita a metà tra l'Italia e l'Egitto: tra le tradizioni del paese di origine e le mode giovanili dei luoghi che frequentano, il confronto con i nonni durante le vacanze, le domande dei genitori anch'essi spesso divisi tra la ricerca di una piena integrazione in Italia e l'attaccamento al paese di provenienza. E poi l'hip hop che è diventato ormai uno degli strumenti di espressione tipici dei giovani di seconda generazione. Una delle ragazze, Diana Wasef, scrive e canta. Le sue canzoni prodotte dall'associazione Shareradio e realizzate in collaborazione con due rappers Cristina Felice in arte Sista IRA e Daniele Vitrone in arte Diamante, con le basi di Simone Ollearo aka Mr DATA, accompagnano ogni puntata.

Rapporto di minoranza. Le lingue del Friuli-Venezia Giulia - "Rapporto di minoranza. Le lingue del Friuli-Venezia Giulia" di Renato Rinaldi. Realizzato in collaborazione con ARLeF (Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane - Agenzia Regionale per la Lingua Friulana) e S.S.O. (Svet Slovenskih Organizacij - Confederazione Organizzazioni Slovene). Il 25 novembre 1999 con l'approvazione della legge n. 482 (Norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche), la Repubblica Italiana riconosce dodici comunità linguistiche storiche parlanti idiomi diversi dall'italiano, che resta la lingua ufficiale dello stato. Di questi dodici gruppi linguistici ben tre sono presenti nel territorio del Friuli-Venezia Giulia: friulani, sloveni e germanici. Il territorio della regione Friuli-Venezia Giulia si presenta come un vero laboratorio per osservare i rapporti tra le varie minoranze linguistiche, non solo sono presenti tutte queste varianti, ma spesso si sovrappongono. Una regione che costituisce di per sé uno spazio linguistico-culturale complesso nel quale, accanto all'italiano e al friulano, convivono altri idiomi romanzi (dialetti veneti), slavi e germanici che fanno del territorio regionale un grande esempio di plurilinguismo. Inoltre ci sono situazioni particolari costituite da isole linguistiche inserite in un contesto a sua volta minoritario, nel caso dei dialetti germanici di Sauris e Timau all'interno dell'area del friulano, già minoritario rispetto all'italiano. Si può arrivare all'estremo di situazioni come quella del Tarvisiano, dove singole comunità germaniche, slovene e friulane si integrano in un quadro che vede l'utilizzo dell'italiano ufficiale come lingua franca. Nell'affrontare questa situazione complessa e delicata, assumono particolare importanza gli atteggiamenti identitari, il sentimento dei parlanti, e anche considerazioni più o meno velatamente ideologiche delle comunità coinvolte.

Registi - Il cinema secondo i registi

Resilienti - di Alesio Salvini, Greta Rossi, Paolo Sideri, Martina Galiè

Ribelli. Storie di chi non ha mai voluto arrendersi - Di Nicola Attadio

Ribelli: donne che sfidarono la mafia - Nella storia della lotta alla mafia si stagliano alcune figure femminili. Coraggio, dignità e fierezza accomuna le quattro protagoniste del ciclo di "Vite" di Mimma Scigliano. Letture di Patrizia Hartman

Ricordo di Alberto Arbasino - Narratore e saggista

Ricordo di Alessandro Leogrande - Memoradio

Ricordo di Ignazio Silone - Pescina, 1° maggio 1900 - Ginevra, 22 agosto 1978

Rider. Consegne a domicilio - "Rider. Consegne a domicilio" di Elisabetta Ranieri e Giada Valdannini - Percorrono un sacco di chilometri al giorno. Talvolta, sette giorni su sette per portare a casa poche centinaia di euro. Niente ferie, permessi, malattia. Sono i rider – coloro che portano cibo, bevande, spesa a domicilio. Sono soprattutto uomini, ma aumentano costantemente le donne che scelgono questo lavoro per mettere insieme il pranzo con la cena, magari perché – durante questa lunghissima pandemia - hanno perso il posto. Di recente, la Procura di Milano – dopo un anno di indagini sulle loro condizioni di lavoro – ha mandato un chiaro altolà alle aziende che li usano per le consegne: "Hanno un trattamento di lavoro che nega loro un futuro", ma sono invece lavoratori cui vanno garantite le tutele e i diritti. Tutti fanno parte della cosiddetta Gig Economy - l'economia del lavoro "on demand" - che in Italia impiega più di 210mila persone. E che nemmeno il lockdown ha fermato. In questo viaggio di 5 puntate capiamo meglio in che direzione va questo lavoro e per farlo abbiamo trascorso un intero weekend al loro fianco, nelle strade di Napoli e Roma. Dal venerdì al sabato per i rider è una vera e propria corsa contro il tempo alla conquista di maggiori consegne e noi, quella corsa, l'abbiamo fatta assieme a loro.

Risalento. Verso un nuovo paesaggio pugliese - "Risalento. Verso un nuovo paesaggio pugliese" di Viola Berlanda - Puglia. Siamo in terra d'Arneo, nel cuore del Salento. In un contesto dove il batterio chiamato Xilella sta continuando ad uccidere tutti gli ulivi, il territorio e i suoi abitanti si ritrovano a combattere una dura lotta contro elementi naturali ed umani. Partendo dalle storie intime legate ad un piccolo bosco appena nato ed alla sua custode, si esplorano vita, morte e minacce del nostro tacco in coma.

Ritorno in Africa - "Ritorno in Africa" di Luigi Spinola e Costanza Spocci | Un viaggio tra i migranti che rientrano a casa, dalle carovane dei giovani gambiani deportati dalle prigioni libiche che si mobilitano per convincere i coetanei a non partire, agli incontri dell'esclusivo circolo dei repats, che nel locale più bello di Dakar progettano un "Rinascimento africano". La direzione è la stessa, ma le vie e il senso del ritorno in Africa sono molto diversi se in tasca hai un biglietto di prima, seconda o terza classe.

Ritratti - "Durante uno di questo viaggi, ad Orgosolo in Sardegna, ho visto un murales che, citando la Vita di Galileo di Brecht, riportava "felice il popolo che non ha bisogno di eroi". Facendo questi ritratti, ho scoperto che è felice anche quel popolo che trova un eroe in ogni suo abitante. "

Roma Tor Sapienza - la borgata tradita di Giulia Nucci e Enza Roberta Petrillo - Passioni 2016

Rotta per la Galite, l'altra Ponza - "Rotta per la Galite, l'altra Ponza" di Francesca Bellino | La Galite è la principale isola dell'arcipelago tunisino che si trova a 64 km a nord di Tabarka, nel cuore del Mediterraneo. Qui, tra fine '800 e inizio '900, ha vissuto una piccola comunità italiana proveniente da Ponza. Il primo ponzese a mettere piede sull'isola nel 1843 fu Antonio D'Arco a seguito di un naufragio. Ci rimase sei anni prima di essere portato in salvo da una barca siciliana e ci tornò nel 1872 insieme alla moglie e ai figli. Negli anni successivi altre famiglie seguirono il suo esempio attratti dai fondali pescosi e una vita in libertà. Nel 1903 vivevano alla Galite 103 persone e nel 1936 ben 250, una comunità che serviva anche da assistenza ai pescatori stagionali che da Ponza partivano per la pesca delle aragoste. La Galite, chiamata Yalta dai tunisini, era considerata da chi viveva di pesca un'America nel Mediterraneo per la ricchezza dei fondali. La maggior parte della comunità ponzese ha vissuto su quest'isola fino il 1956, anno della conquista dell'indipendenza dai francesi da parte dei tunisini. Alcuni negli anni Sessanta sono tornati a Ponza, mentre moli altri, avendo la nazionalità francese, hanno scelto di trasferirsi in Costa Azzurra dove oggi ancora vivono molti discendenti dei ponzo-galitani. Per tutti la Galite rimane nella memoria come una terra speculare a Ponza, una terra sorella, a tratti gemella: l'altra Ponza. È ancora molto forte nei discendenti dei vecchi abitanti della Galite il desiderio di mantenere un legame con l'isola e tenere viva la memoria di questa bella storia di migrazione italiana in Tunisia.

RRR, Radio Rai Ricorda - Sei puntate curate da Walter Veltroni per raccontare la storia della radio in Italia, per ritrovare suoni, programmi, musiche, voci che sono nella nostra memoria collettiva. Documenti storici di eccezionale rilevanza, recuperati dalle teche Rai e da altre fonti, che hanno costituito e costituiscono la fonte essenziale del sapere degli italiani, prima e dopo l'arrivo della televisione e dei nuovi media. Il materiale è tratto dai giornali radio, dai documentari, dai programmi d'intrattenimento e di sport, dal ricco varietà radiofonico. La sua struttura testimonia così anche l'evoluzione dei linguaggi del mezzo. Divisa per periodi storici, la trasmissione consente all'ascoltatore di partecipare al gioco unico della memoria e delle emozioni e di rivivere insieme la propria storia e quella del Paese. Di e con Walter Veltroni. Regia di Alex Messina. Con la partecipazione di Andrea Borgnino e di Elisabetta Malantrucco.

Rumore di fondo. Mi cercarono l'anima a forza di botte - "Rumore di fondo. Mi cercarono l'anima a forza di botte" di Ascanio Celestini - Quattro persone che abbiamo conosciuto quando non erano più vive. Quattro morti finiti sui giornali. Tutto quello che è accaduto prima resta nascosto al di là di un confine. La notizia li allontana da noi, li trasforma in personaggi di un racconto che non ci riguarda. Io sono andato a registrare la voce di chi li ricorda vivi. Di chi gli stava accanto prima dell'evento che li ha massacrati. La mamma di Federico, la sorella di Giuseppe, i genitori di Davide e Giulio. L'ho trascritta e rimessa un po' in ordine. Poco. Per non razionalizzare troppo un disordine che racconta lo spaesamento, la rabbia e le paure. Aggirando la cronaca giornalistica e giudiziaria, abbiamo bisogno di tornare al contesto nel quale erano ancora vivi con la loro esistenza anonima e ordinaria. Federico che prende lezioni di guida dalla mamma, Davide che gioca a pallone e sogna di diventare come Totti, Giuseppe che s'è lasciato con la moglie e gioca col cibo a tavola con la sorella, Giulio studente modello che legge Topolino. E allora ci accorgiamo che Federico, Davide, Giuseppe e Giulio sono come noi. Come i nostri figli e i nostri fratelli. E la violenza che li ha colpiti ci riguarda direttamente. Non possiamo posare una lapide sulla loro vita per nasconderli. L'elaborazione del lutto che passa attraverso il racconto della loro vita ci mostra quattro corpi sui quali vediamo, come dicono i genitori di Giulio Regeni, "tutto il male del mondo".

Sa Mena La Miniera Racconti di minatori sardi di Gianluca Diana - Passioni 2017

Saharaui una canzone un popolo di Gianluca Diana - Passioni 2015

Saltare in cielo - cinque maghi del basket NBA - di Valerio Corzani

Salto nel buio - "Salto nel buio" di Valentina Lo Surdo, l'imprevedibile esperienza di un gruppo in cammino, quando tra i suoi partecipanti c'è una ragazza non vedente, cinque puntate per Tre Soldi in occasione del Centenario dell'UICI (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti) | Cinque donne e un uomo in cammino sulla Via degli Dei: siamo Alessandra, Valentina D., Marcella, Camilla, Valentina L. S. e Simone. Veniamo tutti da città diverse, abbiamo età e un bagaglio di esperienze differenti. Il percorso che affronteremo è la via transappenninica che unisce Bologna a Firenze e noi la compiremo all'inverso, da Piazza della Signoria a Piazza Maggiore. Alessandra, Valentina D. e Camilla sono alla loro prima volta su un cammino a tappe, ci vorranno cinque giorni per raggiungere la meta, e per Camilla il salto nel buio è doppio: già perché lei è una ragazza non vedente. Siamo arrivati alla partenza preparandoci al meglio per affrontare la sfida di "essere gli occhi" di Camilla nei boschi e sui sentieri, in salita e negli arrivi a fondo valle, per guadare fiumi e scavalcare sassi. Abbiamo portato con noi cordini e bastoncini, abbiamo studiato le possibili tecniche per aiutarla. Ma quello che accadrà nel corso del cammino sarà un salto nel buio per ognuno di noi, a confronto con emozioni imprevedibili, difficoltà impreviste, sconfitte e vittorie che ci insegneranno molto. Una testimonianza forte, a contatto con la fatica reale, fatica del gruppo e individuale, con il desiderio di farcela e di mollare, con lo slancio di offrire un contributo e l'esigenza personale di pensare a sé. Un percorso di ascolto in cui imparare a vedere con le orecchie, il naso, i piedi che dedichiamo alla ricorrenza del centenario dalla fondazione dell'UICI.

Salvatore Satta Ritratto di famiglia di Giulia Nucci - Passioni 2016

Samba. Il ritmo della gioia di Patrizia Giancotti - Passioni 2017

Santa subito - "Santa subito" di Alessandro Piva | Santa Subito è la storia di Santa Scorese, giovane attivista cattolica barese che per anni ha subito le attenzioni morbose di uno sconosciuto. Una storia di persecuzione molti anni prima che esistesse il reato di stalking. Il racconto si sofferma sugli avvenimenti che hanno portato al tragico epilogo della vicenda, ma anche sulla forza dei suoi familiari nell'andare avanti, costretti a convivere con il dolore di una lacerazione tragica e assurda. Alessandro Piva, regista del docufilm vincitore della 14esima edizione della Festa del Cinema di Roma, dichiara: "Tra femminicidio e martirio, Santa Subito racconta la storia di un destino annunciato. Paradigma di troppe altre storie dallo stesso finale: il mio piccolo, personale appello affinché le donne siano lasciate meno sole, quando si ritrovano in balia di una psicosi travestita da amore". Le letture del diario di Santa sono di Federica Torchetti.

Scafi blu - Scafi Blu racconta dell’evoluzione del fenomeno del contrabbando di tabacchi lavorato che dal dopoguerra fino alla prima metà degli anni ’80 ha caratterizzato l’area di Napoli e del suo golfo

Scalfari. A sentimental journey - Chi è Eugenio Scalfari? Molto è stato raccontato sull'intellettuale, il giornalista, il fondatore di "La Repubblica" la cui vita ha accompagnato a lungo la storia del nostro Paese. Scalfari è stato non solo uno degli analisti più raffinati dei cambiamenti della società italiana, ma anche il narratore della propria esistenza. Ma chi è l'uomo dietro il grande personaggio pubblico? Questo documentario, attraverso lo sguardo delle figlie Donata ed Enrica, ci accompagna in un viaggio intimo tra le sue battaglie e le sue passioni, grazie anche ad archivi video-fotografici inediti.

Scampia, femminile plurale - di Elisabetta Ranieri e Giada Valdannini

Scrittori nel tempo - Le vite di Ignazio Silone, Francesco Jovine, Leonardo Sciascia, Vitaliano Brancati, Rocco Scotellaro, raccontate da Goffredo Fofi

Scrittrici e scrittori francesi - Le molteplici espressioni letterarie nella Francia a cavallo tra 800 e 900. Da Apollinaire a Yourcenar, da Flaubert a Gary, da Colette a De Beauvoir, da Stendhal a Zola, da Celine a Simenon raccontati da Gian Luca Favetto, Daria Galateria e Massimo Raffaeli

Scrittrici e scrittori italiani - Scrittrici e scrittori italiani dell'Ottocento e del Novecento

Scritture al margine - "Trap: XXX Tentation, Lil Peep": Le vite di XXX Tentation, Lil Peep, e Antonin Artaud, raccontate da Irene Santori. "Da Baldini a Petrolini", di Irene Santori - Raffaello Baldini

Scuola - Dieci lezioni intorno alla storia della scuola e ad alcuni protagonisti di metodi ed esperienze educative del nostro tempo

Se otto ore. Il lavoro agile dall'emergenza alla normalità - "Se otto ore. Il lavoro agile dall'emergenza alla normalità" di Marzia Coronati | Il lavoro agile - così in Italia si chiama lo smart working - è una prassi già in uso da anni negli Stati Uniti e in molti paesi europei, ma in Italia sino a pochi mesi fa era stata ancora adottata con molta parsimonia. Tutto è cambiato con l'emergenza coronavirus, che ha costretto molte aziende e datori di lavoro ad adottare questo sistema. "Se otto ore" è un audio documentario corale che raccoglie le testimonianze di decine di donne durante il più stretto lockdown, lavoratrici privilegiate, certo, perché hanno potuto continuare a lavorare e hanno potuto farlo in sicurezza, ma comunque soggette a una serie di rischi di altro tipo. La maggior parte delle protagoniste ha raccontato di essersi trovate a lavorare più del solito, gravate dalla cura della famiglia e sommerse dalle incombenze domestiche, spesso tutte sulle loro spalle. Il lavoro agile, preferibilmente in una forma ibrida, che preveda giorni in presenza e giorni a distanza, potrebbe aiutare molte donne e molti uomini a organizzarsi meglio, a lavorare più serenamente, a riuscire a liberare più tempo per lo svago e la famiglia, ma potrebbe anche diventare una trappola nel caso in cui dipendenti, aziende, sindacati non riusciranno a confrontarsi e a trovare una giusta regolamentazione e donne e uomini non riusciranno a trovare equilibrate forme di convivenza e dialogo. Con il contributo di: Alice Gussoni, Angela Boni, Chiara Dalmaviva, Chiara Barile, Sara Sartori, Sara Basta, Francesca Sarli, Silvia Cerreti, Benedetta Spadoni, Paola Travaglini, Cristina Ladisa, Francesca Colabraro, Roberta Passoni, Tiziano Bonini, Giulia Siviero, Chiara Saraceno, Davide Mazzocco, Chiara Lalli, Sabrina Ciraolo. Musiche originali di Dario Coletta. Immagini di Alice Giacopini.

Segnati dalla Luna: Buzz Aldrin e Harrison Schmitt - Le vite di Buzz Aldrin e Harrison Schmitt, raccontate da Paolo Conte

Selva oscura - Questi tre reportage radiofonici sono il frutto di un viaggio che lo scrittore Angelo Ferracuti ha fatto insieme al fotografo Giovanni Marrozzini nell'estate del 2017, parte di un più ampio lavoro sullo stato della Foresta Amazzonica iniziato in Perù, "Selva Oscura", che diventerà un libro e una grande mostra fotografica itinerante. Arrivato a Boa Vista, nel nord del Brasile, nella regione del Roraima, ospite della Missione Consolata, Ferracuti incontra due figure di spicco della resistenza indigena, Carlo Zacquini, missionario che vive da 50 anni in Brasile, e Davi Kopenawa, sciamano e leader e portavoce del popolo Yanomami. Nei giorni successivi, a bordo di un aereo taxi raggiunge i villaggi di Catrimani, dentro la foresta, a raccogliere il racconto di quanti di loro cercano di resistere agli attacchi del governo corrotto, dei diboscatori e dei garimpeiros (ndr cercatori d'oro). Alla fine di un avventuroso tragitto, raggiungerà anche quelli che vivono in Venezuela, oltre il confine di sant'Elena, a Marcipan, che distruggono la foresta per un pugno di polvere. Tutte le foto sono di Giovanni Marrozzini.

Senza le prescritte autorizzazioni. Castelporziano 1979 - "Senza le prescritte autorizzazioni. Castelporziano 1979" del Collettivo Stanza 7105 con Lidia Riviello | "Sulla spiaggia. Non in una piazza, non in un teatro, ma in un luogo libero e aperto come la spiaggia, una specie di visione, un sogno così bello, sulla spiaggia tutti i poeti che stanno lì 3 giorni". Così scrive Simone Carella, regista del Beat '72, il teatro d'avanguardia romano intorno al quale si muoveva nelle direzioni più sperimentali la scena degli artisti di quegli anni, pensando al primo Festival Internazionale dei poeti 'messo in scena' nelle tre serate del 28, 29 e 30 giugno del 1979, a Castelporziano, sulla spiaggia di Ostia, a pochi passi da Roma, ideato dal regista Simone Carella, da Ulisse Benedetti, dall'artista Mario Romano e dallo scrittore Franco Cordelli. Il ritorno sulla spiaggia 40 anni dopo, di tre dei protagonisti del festival, Ulisse Benedetti, Anna Antonelli ed Enrica Patrizi, per raccontare come nacque l'idea e cosa rese possibile la realizzazione del Festival dei Poeti di Castelporziano, si mischia al ricordo dei testimoni di quelle giornate: ideatori, organizzatori, collaboratori, poeti che misero la loro voce e il loro corpo in scena, e spettatori raccontano e riflettono su quell'esperienza.

Senza Maschera: tre volti del teatro del Seicento - di Antonio Audino

Sfide e successi afroamericani - di Marco Silvestri

Sguardi Uniti d'America - Quattro fotografi che hanno raccontato l'America del '900 - Le vite di William Eugene Smith, Robert Louis Frank, Vivian Maier, William Eggleston, raccontate da Valerio Corzani

Sguardo animale - John Berger sosteneva che gli animali non guardano più gli uomini. Sono stati immunizzati dall'incontro, a causa della loro marginalizzazione da parte dell'uomo. Partendo da questa riflessione, siamo andati alla ricerca di uomini e donne che hanno costruito relazioni durature o occasionali con il mondo animale, per provare a capire se ancora è possibile uno scambio di sguardi tra i due mondi. Dal laboratorio di un tassidermista al bosco dove vive una mandria di mucche inselvatichite, passando per un'allevatrice di nutrie, una famiglia di Torino che convive con un maiale, la casa della capra Giacomina. I microfoni di "Sguardo animale" raccolgono testimonianze e racconti di incontri che hanno cambiato la vita di animali e uomini, camminando sull'invisibile linea di separazione tracciata dall'uomo tra "selvatico" e "civilizzato". Con il contributo del programma radiofonico Restiamo Animali Con le voci di: Maurizio Gattabria, Laura, Giacomina, la famiglia di Elvis, Enzo Maiorca, gli abitanti del comune di Mele e Masone, Eraldo Minetti, Giulia Nucci Musiche originali di Dario Coletta con la collaborazione del programma radiofonico "Restiamo animali"

Shahada veneta - Shahada Veneta è un progetto sonoro documentario a puntate che raccoglie le testimonianze di Veneti che si sono convertiti all'Islam. Le interviste sono state raccolte tra Padova, Verona e Belluno tra Gennaio e Aprile 2017.

Shamailang - Le trame di una storia come tante e come nessun'altra - Questa è la storia di Roger Sciama, nato in Egitto negli anni '20, diventato il referente dell'import-export tra l'Italia e l'Afghanistan negli anni '50 e '60 e poi arrivato a Milano, dov'è rimasto fino alla fine. Roger era ebreo, nato in Egitto da genitori di origine siriana, ma aveva un passaporto italiano. Questo audio-documentario vuole riflettere, tramite la sua avventura, sull'impossibilità di definire a priori l'identità e il diritto di appartenenza di una persona ad una nazione o una cultura specifica, sulla complessità delle storie individuali, estremamente stratificate e su come le loro trame e traiettorie incontrino e si intreccino con i fili della Storia e della geopolitica. Crediti - Shamailang. Le trame di una storia come tante e come nessun'altra è un audio documentario di Martina Melilli+Botafuego (Carolina Valencia Caicedo e Riccardo Giacconi) con la supervisione scientifica di Piera Rossetto. Sound mix: Attila Faravelli Le immagini e i materiali d'archivio sono della Fondazione CDEC, Milano. Con la gentile partecipazione di Elisa Giunchi (Università degli Studi di Milano), Emanuela Scarpellini (Università degli Studi di Milano) e Marta Serafini (Corriere della Sera) e Matteo Zadra. Shamailang è stato prodotto nell'ambito del progetto Europe's (In)Visible Jewish Migrants condotto da Piera Rossetto e finanziato dall'Austrian Science Fund (Grant. N. T1024-G28).

Si fa presto a dire Molenbeek - Molenbeek è il comune di Bruxelles da dove venivano i ragazzi del commando terroristico che ha compiuto gli attentati di Parigi e quelli di Bruxelles il 22 marzo 2016. Da allora, i mass-media hanno massacrato Molenbeek definendolo come un quartiere di terroristi, come la "Capitale europea dello jihadismo", arrivando a chiamarlo "Molenbeekistan". Ma siccome conosco Molenbeek fin dagli anni 90 e sento/vedo descritta Molenbeek in tanti modi, tranne che dal punto di vista umano, ho sentito l'esigenza di tornare a Molenbeek per cercare di capire e far capire come si vive oggi a Molenbeek e con quali problematiche si confronta – com'è stato affrontato il trauma della violenza?

Siamo realisti! - Una scatola piena di cassette, un raccoglitore con schede di catalogazione e alcune trascrizioni di lunghe interviste, ecco il materiale da cui partiamo questa settimana per raccontarvi schegge del 1968, 'un anno durato decenni'. Storie raccolte da Alessandro Portelli, presidente del Circolo Gianni Bosio, associazione che promuove la raccolta di materiali sonori musicali e di storia orale, e da altri ricercatori nel 2001. I nastri che siamo andate a ricercare nell'Archivio Franco Coggiola del Bosio, contengono storie di persone comuni, che impatto hanno avuto gli sconvolgimenti di quell'anno sulle loro vite? Da allora è davvero cambiato tutto? E cosa davvero è cambiato nella vita di tutti i giorni?

Siamo Serie: storie di videodipendenza di Jonathan Zenti - Passioni 2017

Sigmund Freud. Spunti e riflessioni - 80 anni fa moriva il padre della psicoanalisi

Silfidi, cigni e altre creature fantastiche nel balletto - Le vite straordinarie di quattro ballerine che hanno fatto la storia della danza

Soli. Storie di eremiti contemporanei - Le vite di Tadeusx Wrona, Suor Stella Lepore da Roccaporena, Fabrizio Cardinali da Cupramontana, Adriana Zarri, raccontate da Angelo Ferracuti

Solo una palestra di quartiere - "Solo una palestra di quartiere" di Matteo Gagliardi - La "San Basilio" è una palestra storica a Roma. Carlo Maggi la fondò una trentina d'anni fa in uno scantinato dell'omonimo quartiere. Grazie agli insegnamenti durissimi di Maggi, da lì sono uscite decine di campioni del pugilato. Daniele "Bucetto" Petrucci è stato uno di questi. Seguito da Maggi dal primo all'ultimo match, è stato campione italiano, europeo e ha sfiorato un titolo mondiale. Ma una sconfitta, l'unica, è stata decisiva per la fine della sua carriera. E una morte, quella di Maggi, ha segnato l'inizio della fine della palestra. Ricevuta in eredità dal suo maestro, "Bucetto" è diventato improvvisamente l'allenatore della "San Basilio", tra pochi alti e molti bassi. È qui che Matteo Gagliardi e Daniele Petrucci si incontrano, poco prima che la "San Basilio" venga cancellata definitivamente dalla storia. E racconto dopo racconto riprendono vita le urla, i match, i protagonisti e i ricordi di una stagione irripetibile del pugilato romano. "Solo una palestra di quartiere" è un audio-documentario scritto da Matteo Gagliardi e realizzato da Edoardo Spallazzi. Musiche di Paolo Caporaletti. Foto di Eugenio Spallazzi

Sono state via - Voci perdute e ritrovate degli anni '70 - Il ciclo è dedicato a quattro figure di culto della musica folk rock, quattro donne musiciste che hanno coltivato il proprio talento attraverso straordinari percorsi personali. Di Paola De Angelis

Sophia Loren. Voce di una diva - La storia della vita privata e pubblica della grande attrice italiana, ricostruita dal giornalista e critico Marco Spagnoli, attraverso una ricerca approfondita negli archivi della Rai in un Podcast realizzato da Radiotre con la collaborazione di Rai Documentari. Sophia – Voce di Diva racconta l'attrice attraverso le sue parole: dalle prime interviste radiofoniche con il decano dei giornalisti cinematografici italiani Lello Bersani, fino ad arrivare alla consacrazione internazionale. È un progetto che si avvale di materiali di repertorio rarissimi e straordinari. Raccoglie le interviste dei tanti giornalisti Rai che hanno seguito Sophia Loren nella sua 'favola' di ragazzina. nata nell'Italia della Seconda Guerra Mondiale e diventata l'ultima 'diva' dello Star System internazionale. Hanno partecipato al racconto, insieme all'autore Marco Spagnoli e alla voce narrante dell'attrice Orsetta De Rossi, Enrico Lucherini, il primo press agent e Ufficio stampa di Sophia Loren, e Tonino Pinto, inviato speciale della Rai, che incontrò in esclusiva l'attrice in occasione dell'Oscar alla carriera a Hollywood. Sono stati due protagonisti della storia del cinema italiano e offrono il loro sguardo particolare che ha accompagnato la diva dagli inizi fino ad oggi con grande coinvolgimento.

Sostanza di cose sperate. Voci e storie dal processo 7 aprile - "Sostanza di cose sperate. Voci e storie dal processo 7 aprile" di Massimo e Ivan Carozzi - Il 7 aprile 1979, un'imponente operazione di polizia porta all'arresto di decine e decine di militanti dell'area di Autonomia Operaia. Il più noto è il professor Antonio Negri, docente di Dottrina dello Stato all'Università di Padova. L'accusa del magistrato Pietro Calogero desta scalpore. Secondo Calogero, dietro i tanti episodi di illegalità e terrorismo diffuso dell'Italia degli anni Settanta - dall'esproprio nel supermercato al sequestro Moro - ci sarebbe la regia di un gruppo ristretto, che manovra le tante sigle del mondo extraparlamentare e i gruppi clandestini che praticano la lotta armata. Per la prima volta nella storia della Repubblica viene contestato il reato di «insurrezione armata contro i poteri dello Stato». Le voci, i volti e le storie del processo 7 aprile occuperanno per anni le cronache dei giornali e dei tg, eppure oggi se n'è quasi del tutto perduta la memoria. Attraverso gli audio dei processi, interviste e documenti sonori, viene ricostruito il clima di un'epoca insieme alla vicenda di un teorema giudiziario, che se da una parte portò ad accertare molti reati, dall'altra fu responsabile di un abuso dello strumento della carcerazione preventiva e contribuì alla liquidazione di un'opzione politica ed esistenziale, quella «sostanza di cose sperate» evocata in aula dall'imputato Paolo Virno.

Sparizioni - "Sparizioni" di Riccardo Fazi e Claudia Sorace – Muta Imago, consulenza musicale: Chiara Colli, con Sara Leghissa, Alvin Curran, Filippo Perocco, Annamaria Ajmone, Paola Granato, John Cascone, Francesca Grilli e Benno Steinegger, creato nell'ambito di Radio India/produzione Teatro di Roma - Teatro Nazionale. Un radio-road movie fatto di canzoni pop e rock, testi letterari, riflessioni, spazi vuoti in cui intrufolarsi attraverso una drammaturgia sonora che è un racconto e un viaggio allo stesso tempo, in 15 puntate. Nato durante i primi mesi di lockdown nell'ambito della programmazione di Radio India in cui il commento e l'approfondimento di quel tempo sospeso si affiancava all'immaginazione di mondi altri e a un'occasione di condivisione con il pubblico, Sparizioni è un invito all'esplorazione sconfinata degli spazi interiori ed esteriori, in un momento di immobilità e isolamento dei corpi, attraverso lettere scritte ad amiche e ad amici lontani. Riccardo Fazi e Claudia Sorace spariscono in luoghi remoti dove l'uomo non può sopravvivere: dal Deserto di Sonora ai crateri lunari, passando per le sparizioni nell'io legate al passato e al presente della psichedelia. Sparizioni è una sospensione esistenziale, dove la narrazione si addentra nelle vie dell'inconscio. Un progetto radiofonico tra l'immaginazione, la visualizzazione e la critica filosofica, in cui ogni puntata è dedicata a un luogo remoto e a traiettorie sonore e di pensiero a partire dall'ascolto di registrazioni in hi-fi di ambienti impossibili da abitare per l'essere umano, sviluppando un percorso fra documenti e riflessioni condivise con artiste/i invitate/i, che investigano i concetti di sparizione, di arretramento dell'ego e di evasione. Un programma radiofonico che, senza mai esplicitamente menzionare la pandemia in corso, ci parla del regime di isolamento sociale e affronta l'impossibilità di avventurarsi nello spazio esterno attraverso un'avanzata nell'esplorazione del sé.

Speciale Andrea Zanzotto - (Pieve di Soligo, 10 ottobre 1921 - Conegliano, 18 ottobre 2011)

Spie, patrioti e traditori - Spie, patrioti e traditori | di Roberto Giambrone - L'hanno fatto per passione, per spirito di avventura, perché credevano in un ideale. Hanno tradito il proprio paese o l'hanno servito pagando con la vita. Sono donne e uomini speciali, contagiati dal virus dell'irrequietezza. Sono stati guerrieri, spie, avventurieri. La grande storia li ha travolti, le loro vite sono state dimenticate o sono diventate una leggenda. Kim Philby, Thomas Edward Lawrence (Lawrence d'Arabia), Amleto Vespa, Margaretha Geertruida Zelle (Mata Hari).

Spiriti liberi. Quattro fedeli dalla vita spericolata - Le vite di Giovanni Franzoni, Tullio Vinay, Mario Alberto Rollier, Lidia Pöet, raccontati da Marzia Coronati

Stardust Memories - "Stardust Memories. Souvenir della notte trasteverina" di Chloé Barreau, con il contributo di Matteo Nucci e Tony Allotta, mix Giovanni Perez | Vent'anni fa da dietro il bancone dello Stardust, bistrot jazz, per anni locale emblematico della notte romana, una giovane parigina scopre l'Italia e vive i primi fuochi di uno spensierato nuovo secolo. Telecamera in mano, l'autrice registra ogni episodio della sua vita da espatriata. Un punto di vista estraneo e intimo sulla città del Grande Giubileo, ambientato nelle atmosfere notturne dello Stardust, dove vite e storie diverse s'incontrano al suono della musica Jazz, il tutto restituito con autentici materiali di repertorio. La socialità di una generazione di ventenni oggi quarantenni, a cavallo fra un secolo e l'altro: uno stare insieme spontaneo e informale, non ancora filtrato da smartphone e social network, in cui il locale del cuore è un punto fisso, a qualsiasi ora del giorno o della notte. Un racconto intimo, in prima persona, sulla memoria dei luoghi.

Statue in piazza - Il più grande museo italiano, diffuso su tutto il territorio nazionale: è la nostra statuaria monumentale. Un museo ai più ignoto, o indifferente; sovente trascurato, umiliato, trasferito; e però ancora conservato, restaurato, qualche volta ammirato. Un museo che, anno dopo anno, continua ad arricchirsi di nuove opere e protagonisti. Di Giovanni Carlo Federico Villa, a cura di Monica D'Onofrio, regia e scelte musicali di Cristiana Munzi.

Storia d'Italia dal Dopoguerra ad oggi - Prima Parte - Dal Dopoguerra al rapimento di Mario Sossi

Storia d'Italia dal Dopoguerra ad oggi - Seconda Parte - Dal Referendum sul divorzio ad oggi

Storia delle epidemie - La febbre gialla, il vaiolo, la peste e l'influenza spagnola: Wikiradio propone una raccolta di puntate dedicata alla storia delle epidemie. Cinque lezioni di Silvano Tagliagambe, professore emerito di Filosofia della Scienza e Gilberto Corbellini, docente di storia della medicina e bioetica all'Università di Roma La Sapienza, che ricostruiscono l'esplosione e la diffusione di diverse epidemie in vari paesi del mondo tra Ottocento e Novecento e le storie degli scienziati che ne hanno ricercato cause e scoperto vaccini. Dal primo volontario a sottoporsi al contagio del virus della febbre gialla al medico svizzero che isolò il bacillo della peste, dalla scoperta della penicillina e del DNA al dilagare dell'influenza spagnola: cinque podcast per conoscere le emergenze sanitarie del passato e le vite di coloro che le hanno combattute.

Storia di A., sogni e battaglie di un minorenne migrante solo in Italia - Il podcast racconta, in 4 puntate, la storia di Abdul, arrivato in Italia nel 2017 dalla Costa d'Avorio a soli 14 anni come minorenne straniero non accompagnato. Le puntate, narrate dalla voce del protagonista, ripercorrono la sua storia dall'arrivo in Italia all'inserimento nel sistema di accoglienza, tra sfide e sogni. La storia di A. si intreccia con quella delle persone che lo hanno supportato in Italia. È il caso di una sua insegnante, che ne assume la tutela proprio nel periodo in cui entrava in vigore la legge che istituiva questa figura. Sarà poi il caso di una famiglia che lo accoglie in casa, attraverso il percorso di affido familiare "Terreferme" che l'UNICEF e il Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza hanno attivo, dal 2017, per promuovere l'accoglienza in famiglia per minorenni migranti e rifugiati arrivati da soli in Italia. Gli episodi mettono in risalto le difficoltà di un minorenne che arriva da solo senza figure familiari di riferimento in Italia, le sfide aggiuntive che deve affrontare per realizzare i suoi sogni e i programmi che l'UNICEF implementa, in collaborazione con i partner, sul territorio, per favorire i percorsi di protezione e inclusione sociale di bambine, bambini, ragazze e ragazzi migranti e rifugiati. "Storia di A., sogni e battaglie di un minorenne migrante solo in Italia" è un podcast prodotto dal Fondo delle Nazioni Unite per l'Infanzia (UNICEF), in collaborazione con il Coordinamento Nazionale Comunità d'Accoglienza (CNCA) realizzato dall'autore Marco Stefanelli.

Storia di una canzone - Dieci canzoni che raccontano una storia, anzi molte storie: quella di chi le ha incise, di chi le ha scritte e di chi le ha cantate. Pezzi che si collocano in un momento cruciale per la vita dell'artista che si trova a condividerle: con gli impresari, i discografici e, soprattutto, con il pubblico. Storia di una canzone affronta le circostanze dietro a ogni opera con l'intenzione, più che di spiegarne semplicemente l'importanza, di coinvolgere chi ascolta nella riscoperta di qualche passaggio importante, nelle vicende della musica che amiamo di più.

Storie di anarchici della Belle Époque - Le vite di Louise Michel, la Banda Bonnot, Alexandre Marius Jacob, Sante Caserio, raccontate da Nicola Attadio. Letture di Patrizia Hartman.

Storie di DJ afroamericani per il Civil Rights Movement - "Storie di DJ afroamericani per il Civil Rights Movement" di Gianluca Diana - Quattro voci dell'afroamerica di peso nella radiofonia dello scorso secolo, capaci dietro ad un mestiere apparentemente frivolo, di contribuire in modo determinante alla stagione del "Civil Right Movement". Richard Durham. WMAQ - Chicago. Autore del leggendario format "Destination Freedom"; Dr. Daddy-O. WWEZ - New Orleans. Il primo programma condotto da un afroamericano nella città della musica; Rufus Thomas. WDIA-AM – Memphis. Il noto cantautore è stato prima di tutto la voce di Memphis per eccellenza; "Chattie" Hattie Leeper. WGIV-AM – Cherlotte, NC. La prima donna nera nonchè imprenditrice di successo nel mondo discografico.

Storie di lavoratori e lavoro - Lotte per la conquista dei diritti dei lavoratori raccontate da Roberto Bertinetti, Lorenzo Bertucelli, Danilo Chirico, Ornella Domenicali, Emilio Gentile, Gabriele Mammarella, Riccardo Michelucci, Walter Passerini, Alessandro Portelli, Andrea Sangiovanni

Storie di magliari - Di Marcello Anselmo e Pietro Marcello

Storie di provincia - Una costellazione di storie che raccontano un territorio fortemente antropizzato fatto di campagne agricole, zone industriali e piccoli centri abitati poco collegati fra loro. Queste storie, scovate tra la provincia di Brescia e quella di Mantova, disegnano una mappa sentimentale ricca di contrasti. Un territorio da cui molti vogliono fuggire e in cui tanti altri si ostinano a restare. L'io narrante, nato e cresciuto in provincia, dialoga con le voci di chi se n'è andato, di chi è rimasto e di chi ha scelto di tornare. "Storie di provincia" è un audiodocumentario di Andrea Morbio. L'illustrazione è di Tanja Mastroiacovo. Storie di provincia è stato realizzato con il supporto di Centrale Fies - Centro di ricerca per le pratiche performative contemporanee.

Storie di vittime dimenticate - "Storie di vittime dimenticate" di Francesco Neri è un ciclo dedicato alle storie di Antonio Landieri, Federico Del Prete, Franco Imposimato e Simonetta Lamberti, vittime innocenti della criminalità organizzata.

Storie straordinarie di piccole donne avventurose - "Storie straordinarie di piccole donne avventurose" di Carola Susani - Louisa May Alcott

Storie umane di matematici di Chiara Valerio - Passioni 2016

Strade di Porto Marghera - "Strade di Porto Marghera" di Gilda Zazzara | Negli anni Settanta Porto Marghera era una città di fabbriche e di operai industriali. I 40.000 di allora oggi sono qualche migliaio, concentrati soprattutto nel cantiere dove si costruiscono le "grandi navi" da crociera. La deindustrializzazione ha lasciato immensi spazi vuoti, rovine fatiscenti, terreni contaminati e memorie divise: i cittadini si sentono sollevati dalla scomparsa delle produzioni inquinanti e pericolose, ma per gli ex operai la loro uscita di scena merita di essere raccontata con altre parole. Ho percorso le strade parlanti di Porto Marghera – via delle Industrie, via dell'Elettricità, via del Commercio, via della Chimica, via Fratelli Bandiera – per ascoltare queste storie e osservare un paesaggio stratificato e mutevole. Lungo il cammino non ho incontrato solo fantasmi e nostalgia, non solo macerie e memorie. Ho incontrato lavoratori diversi, poco visibili, più soli. E persone che reinventano questo luogo, dando nuovi sensi e funzioni ai suoi spazi. In queste cinque camminate, che partono dal cantiere navale "resistente" nella parte di più vecchia industrializzazione e finiscono al confine tra la zona industriale-portuale e l'abitato, fino all'ultimo lembo di Porto Marghera da cui è possibile vedere lo skyline di Venezia, mi hanno accompagnata musiche nate tra questi incroci e la voce poetica di Antonella Barina. I suoi versi raccontano il senso di appartenenza a una comunità che ha pagato un prezzo altissimo allo sviluppo e il travaglio di riconciliarsi con il passato industriale, con "madre Marghera". Di Gilda Zazzara, regia di Alberto Valtellina, montaggio di Renato Rinaldi, poesie di Antonella Barina, produzione Università Ca' Foscari Venezia.

Sul matrimonio - 2017

Sulla stessa barca - Sulla stessa barca è una storia di famiglia, ma è soprattutto la storia di tre uomini e di un gommone a vela che, nell'estate del 1969, ha attraversato l'Oceano Pacifico, coprendo la distanza dalle coste del Perù alle isole della Polinesia. È la restituzione di tre testimonianze autentiche grazie ad un ampio archivio audio, video e scritto. Audiocassette registrate durante la traversata, diari di bordo e un documentario girato durante i 70 giorni di navigazione ma mai distribuito. È dunque la testimonianza diretta dei tre membri dell'equipaggio del gommone "Celeusta" attraverso i loro diari. Sergio Croci, ideatore della spedizione, regista cinematografico al suo primo film, Mario Valli capitano di marina e Vittorio Macioci, il più giovane del gruppo, scenografo incontrato per caso. Una vicenda umana incredibile, una storia vera accaduta nell'estate del 1969 mentre altre, gloriose imprese si compivano.

Sulla Strada - Indagine lungo la strada statale 36 - "Sulla Strada - Indagine lungo la strada statale 36" di Renato Rinaldi | La ricerca si svolge lungo la strada statale 36 del Lago di Como e dello Spluga, conosciuta con il nome di Via Spluga e più comunemente detta 'Valassina'. La SS36 è una strada ad alta percorrenza, tra le più trafficate d'Italia, punto di collegamento tra Milano e la Svizzera e principale via di accesso alla Valtellina. Il progetto di documentazione radiofonica Sulla Strada ha interrogato persone che vivono e lavorano lungo quella strada. Qual è il rapporto di convivenza tra il paesaggio dominato dalla SS36 e le abitudini quotidiane? Dalle voci di chi ha partecipato è emersa l'anima produttiva, imprenditoriale, che costituisce la retorica della Brianza e del suo distretto pre e post-industriale, ancorato nell'orgoglio di maestranze artigianali e di abilità commerciali. Un ringraziamento particolare a: Sergio Acquistapace, Ali Reza Arabnia, Mascia Arienti e Anna Arienti, Fabrizio Brongio, Gabriele Chinellato, Roberto Corti, Cose Cosmiche, Attila Faravelli, Monica Fumagalli, Sandro Fumagalli, Enrica Guanella, Gianfranco Pagani e Nicoletta Pagani, Matteo Rossini, Standards, Gianpiero Tagliaferri, Leopoldo Tommaso e tutte le persone che abbiamo incontrato. Le immagini che accompagnano la ricerca sono state realizzate dal fotografo Vittorio Mortarotti nell'ambito del progetto SS36 - © Vittorio Mortarotti - 2016 Sulla Strada è realizzato nell'ambito della ricerca VOICESCAPESS36 – ECHI DALLA STRADA, co-finanziato da Archivio Etnografia e Storia Sociale - AESS, Direzione Generale Autonomia e Cultura - Regione Lombardia Queste ricerche sono parte del progetto SS36 a cura di Roberta Pagani, promosso dall'Associazione Culturale Terzo Paesaggio. Si ringrazia per il sostegno la Fondazione Pietro e Alberto Rossini.

Suoni sacri - "Suoni sacri. Cinque ritratti sonori di comunità religiose a Bologna e dintorni" di Massimo Carozzi e Agnese Cornelio. Sale di preghiera, chiese, capannoni, oratori, palestre, sale comunali: sono solo alcuni dei luoghi dove le varie comunità religiose che abitano Bologna, (Ortodossa, Evangelica, Copta, Ebraica, Cattolica, Musulmana, Sikh e altre ancora) si incontrano per officiare i loro riti, o semplicemente per riunirsi. In questi luoghi formali e informali di culto e socialità il suono e la musica sono elementi fondanti e unificanti, attraverso i quali la liturgia si incontra con la pratica collettiva. Abbiamo raccolto musiche, registrazioni ambientali e conversazioni nei luoghi di incontro delle diverse comunità religiose per indagare il ruolo e il senso che la musica e la dimensione sonora hanno all'interno di questi contesti e restituirne le specificità linguistico-culturali e sonore, tra la dimensione collettiva della comunità, e quella personale del fedele, fra memoria e immaginazione. Un progetto di Massimo Carozzi e Agnese Cornelio. con la partecipazione di: Comunità cenobita della Piccola Famiglia dell'Annunziata, Chiesa Ortodossa di San Basilio, Chiesa Cristiana Ortodossa Tewhado, Congregazione Omega Fire Ministry di Rastignano, Comunità Ebraica di Bologna e con le voci di: Andrea Della Lena Guidiccioni, Catalina Vicens, Fratel Daniele, Filmon Natran Yemane, Germano Bandini, Padre Giovanni Paolo, Moussie Zeray, Suor Sara, Pastor Sunny Isoze Con il contributo di: Comune di Bologna / Bologna Città della Musica, Fondazione del Monte

Super Sanremo - Dal 29 gennaio 1951

Supertuesday 2020 - La sfida all'ultimo voto per la conquista della Casa Bianca raccontata da Laura Pepe

Tabù HIV - Tabù HIV - di Giulia Elia | "Tabù Hiv" traccia un racconto del virus che ha provocato milioni di morti nel mondo per AIDS e di cui oggi non sentiamo più parlare. Nel nostro paese le nuove diagnosi sono circa 4000 ogni anno, e la maggior parte di queste arrivano tardi, quando il sistema immunitario è già stato compromesso. A destare maggiore preoccupazione è la diffusa e generale mancanza di informazione tra la popolazione. Il virus infatti continua a circolare perché si ignora o sottovaluta il rischio del contagio, e tra i giovani la situazione è ancora più allarmante. L'HIV è ancora un vero e proprio tabù, dietro cui si celano storie dolorose. Se da una parte, grazie ai progressi della medicina, di AIDS non si muore più, dall'altra le persone sieropositive sono ancora oggetto di stigma e discriminazione. Sembrerebbe inaccettabile, eppure l'HIV è ancora una vergogna pubblica, e gli aspetti sociali della patologia come la solitudine e la paura vengono troppo spesso lasciati alla gestione del singolo. Attraverso le voci di persone sieropositive e il racconto dei loro vissuti ed esperienze, si mostra cosa sia diventata oggi questa patologia quasi dimenticata, e cosa significhi oggi vivere con il virus dell'HIV.

Taranto artigiana - "Taranto artigiana" di Ornella Bellucci - La Taranto artigiana ancora oggi si coagula intorno al mare. Molti mestieri d'un tempo – in corso almeno 50/60 anni fa - sono ancora in uso nella città vecchia, fiorita intorno a via Duomo. Altri un po' in là, verso la periferia operaia, a ridosso della grande fabbrica dell'acciaio, oppure nelle botteghe e nei cantieri a un passo dal mare. I mestieri tarantini d'un tempo si dicevano in dialetto stretto, ora solo in dialetto. Mestieri che si facevano con le mani. Anche i titoli dei mestieranti, correndo di bocca in bocca, si fermavano tra le mani. Con la collaborazione di Delia Petruzzi.

Taranto. Donne sotto le ciminiere - "Taranto. Donne sotto le ciminiere" di Ornella Bellucci - Le donne nella fabbrica dell'acciaio – oggi Acciaierie d'Italia S.p.A. – sono, in buona sostanza, estromesse dal lavoro a contatto con le macchine di produzione. Ci sono donne in fabbrica, sì, ma sono tenute per lo più in ruoli subalterni rispetto a quelli appannaggio degli uomini. Una vecchia storia, che affonda le sue radici nei primi tempi di esistenza di quel complesso siderurgico, tra i più grandi d'Europa. E poi avallata dalla proprietà Riva, quando la fabbrica si chiamava Ilva. E, nella memoria dei tarantini, si chiama sempre Ilva. Perché la storia che avveniva ai tempi del primo proprietario privato, il gruppo Riva appunto, si ripete, anzi si aggrava: i morti lasciati sul campo dalla produzione siderurgica non sono più solo gli operai. E le donne, sono testimoni esauste dello stillicidio che interessa l'esterno fabbrica, ferita profonda inferta dall'interno.

Teatro - Lo spazio scenico e gli attori nelle pratiche teatrali tra Ottocento e Novecento raccontati da Giulio Baffi, Gianfranco Capitta, Guido Di Palma, Gian Luca Favetto, Angelo Foletto, Laura Mariani, Antonella Ottai, Gianni Poli, Oliviero Ponte di Pino, Rodolfo Sacchettini,

Terre sostenibili - Un podcast su borghi italiani misconosciuti ma ricchi di una storia raccontata dagli stessi abitanti. Storie di ieri che rivivono - oggi - attraverso le loro azioni positive, in nome della sostenibilità socio-ambientale. Un auspicio per la ripresa del turismo di prossimità più attento e solidale. Condotto da Vittoria De Matteis.

Terreno Sinti - Terreno Sinti è l'esito in forma di audio-documentario di un lavoro di adesione e testimonianza, con il quale l'autrice ha affiancato il progetto partecipativo Misano per l'inclusione sociale: progetto sperimentale per la coesione e l'inclusione sociale della popolazione Sinti che il Comune di Misano Adriatico, in Emilia-Romagna, ha condotto da settembre 2017 a febbraio 2018.

Terry Truck - un viaggio in camion

The Beatles - L'omaggio di Pezzi da 90 al gruppo che ha rivoluzionato la storia della musica

Theoria degli affetti - Osservatorio poetico sulla vecchiaia | Il progetto Theoria degli affetti nasce con l’intenzione di osservare dall’interno il luogo e il tempo di vita delle persone anziane in ricovero e quindi pensare azioni di sensibilità e visibilità per ricucire lo strappo che separa la Casa di Riposo dalla Città

Thomas Hardy - Thomas Hardy

Torre del Greco La città di corallo di Nello Del Gatto - Passioni 2016

Tra animali e dei - "Tra animali e dei" di Gioia Lussana e Antonio Rigopoulos - Due insigni studiosi ci raccontano storia e storie di divinità tra il divino e il mondo animale: Siva e Shakti, Ganesha, dio elefante, e Hanuman, dio scimmia, figure divine collegate tra loro ed entrate nel nostro immaginario anche grazie a letteratura e musica d'oriente e occidente, senza che molti di noi ne conoscano effettivamente l'origine, la 'vita', i miti e i culti popolari. Gioia Lussana è una ricercatrice sul campo, laureata con Raniero Gnoli e dottore di ricerca con Raffele Torella, autrice di diversi libri e articoli tra cui La dea che scorre; Lo Yoga della bellezza. Antonio Rigopoulos è professore ordinario di Indologia all'Università Ca' Foscari di Venezia.

Tra i Giganti del Bosco - Passioni 2017 - Natura e cultura nel Parco Nazionale della Sila di Patrizia Giancotti

Tra il Tirgi e l'Eufrate. Viaggio in Kurdistan con Emanuela Irace - Passioni 2016

Tracce - Storie di cammini - Per questa nuova serie abbiamo compiuto un viaggio a piedi che non ha precedenti nella storia del turismo italiano: è il primo cammino solidale in Europa, quello nelle Terre Mutate. Un percorso che nell'azione del camminare si propone di ricucire i lembi di terra e di quotidianità, riparando la rete di relazioni umane strappate da un'ininterrotta onda sismica, che dal 1997 ha colpito Marche, Umbria, Lazio e Abruzzo a più riprese. 14 tappe, 257 chilometri, da Fabriano all'Aquila, una straordinaria avventura a piedi raccontata in occasione della ricorrenza del 30 ottobre 2016, quando la "grande botta" devastò Norcia e Amatrice. Un podcast di Valentina Lo Surdo, regia e sound disegn Erika Manni e Pino Zingarelli, supervisione di Cristiana Castellotti.

Tracce di giullari - Raccontare le vite di autori letterari di cui rimangono pochi e incerti frammenti storiografici implica la necessità di leggerne e ricostruirne la storia attraverso la trama degli spunti biografici che, in filigrana, si può evincere dalle opere sopravvissute. Immanuel Romano detto Manoello Giudeo, Ruggeri Apugliese, Matazone da Caligano e Michele detto Cielo o Ciullo d'Alcamo sono quattro autori di testi definiti popolari o giullareschi, che vissero in Italia tra il XIII e il XIV secolo, con beneficio del dubbio per quanto riguarda il penultimo, considerato da alcuni attivo nella prima metà del XV secolo. L'attore e autore Matteo Belli li racconterà e reciterà.

Trainsurfer - In viaggio per le ferrovie degli Stati Uniti con Duccio Chiarini

Trauma_mappe del mutamento - "Trauma_mappe del mutamento" di Isabella Bordoni - Pensato durante il primo lockdown e realizzato tra la primavera 2021 e l'inverno 2022, trauma_mappe del mutamento incontra persone, storie e porzioni di paesaggio italiano muovendosi tra geografie reali e interiori; nel chiedersi che cosa produce un trauma entra negli spazi di un archetipo, nelle sue cause e nelle sue conseguenze. Nel riconoscere al dolore una forza generativa, si pone in ascolto di cosa muove l'individuo da uno stato di crisi a un progetto di vita nuovo; osserva come l'attraversamento di un trauma - un lutto, una perdita, un radicale cambio di prospettiva - richieda spesso la scelta di un paesaggio dove collocare una vita altra e possibile. Nel riconoscere il paesaggio e l'ambiente naturale come soggetti di relazione, trauma_mappe del mutamento racconta quattro esperienze diverse accomunate dalla necessità di spostare le coordinate della propria esistenza e che, nel farlo, trovano nelle pratiche di cura – nel manufare, nella terra, nella cultura, nell'arte – espressione di accoglienza reciproca, sia come dimensione personale sia come prospettiva politica. Ciascuna esperienza intercetta, a proprio modo, le condizioni di un patto di riconciliazione con la vita e con la morte in cui il luogo si fa òikos, casa e etica, spazio domestico e pratica libertaria.

Tre rivoluzionari della scena - Le vite di Leo de Berardinis, Judith Malina, Vsevolod Emilevic Mejerchol'd, raccontate da Andrea Porcheddu

Tre soldi - Uno spazio nella sera di Radio3 dedicato all'audiodocumentario. Percorsi sonori che raccontano la realtà di oggi e di ieri con il linguaggio della testimonianza diretta. Tre soldi è un programma a cura di Fabiana Carobolante, Daria Corrias e Giulia Nucci.

Tremano gli uomini - Un uomo che ha a lungo abitato in Umbria e conosce bene i paesi colpiti dai terremoti del 2016 si mette in cammino, accompagnato da suo padre, per incontrare le persone che sono rimaste a vivere in quelle terre

Tribù Tattoo - le storie dietro i tatuaggi - "Tribù Tattoo - le storie dietro i tatuaggi" un documentario di Viola Berlanda | Sui social, nella moda, nella pubblicità, nella musica, nei luoghi pubblici, nei luoghi professionali, si vedono sempre più persone marchiare il proprio corpo con immagini. Il tatuaggio, caratteristica di primitivi e criminali di una volta, è diventato oggi un ornamento alla moda. Attraverso l'espediente di fare dei ritratti, Viola conosce persone che le raccontano le ragioni per cui hanno voluto farsi dei tatuaggi e ne vengono fuori racconti di vita molto intimi. Nel frattempo comincia il Salone Mondiale del Tatuaggio di Parigi, grande evento per tatuati e tatuatori, dove Viola cerca di incontrare il mitico Tin Tin, tatuatore e creatore dell'evento. Nell'avventurarsi in questo mondo colorato e rumoroso s'imbatte in vari personaggi che la aiuteranno a percorrere la storia del tatuaggio da una generazione all'altra. Photo ©violaberlanda - www.violaberlanda.com

Truffaut e Hitchcock: riflessioni sul cinema - Nel 1962 François Truffaut intervista Alfred Hitchcock, delle appassionanti conversazioni resta il libro "Il cinema secondo Hitchcock" (1966)

TurboRadioFictions - Quali sono gli ostacoli di una donna migrante in una città come Milano e in un quartiere come S. Siro? Quali quelli più comuni alle donne, al di là delle loro origini? Tre storie significative per raccontare un mondo femminile alle prese con una routine superpotente. Tre Turbo Radio Fictions, tre donne e tre supereroine.

Tutte le voci dell'Orchestra - La storia e le storie dell'Orchestra Rai, una sorta di dietro le quinte che racconta voci, progetti, difficoltà, ricordi, viaggi, scontri, emozioni, ospiti importanti, colpi di fulmine inattesi, serate indimenticabili e giornate di impegno e fatica, prime esecuzioni, momenti della vita personale che si incrociano con quelli di vita artistica. Il tutto può essere convogliato attraverso l'uso di documentazione di prima mano, raccolta in interviste, incontri e registrazioni sul campo, materiali esistenti, storici o nuovi, contributi speciali.

Tutto normale - "Tutto normale. Un altro sguardo sulla disabilità" di Enrichetta Alimena | In occasione della Giornata Internazionale delle persone con Disabilità indetta per il 3 dicembre 2019, "Tutto normale. Un altro sguardo sulla disabilità" racconta le storie di Giampiero, Ketty e Daniele, tre persone che lottano quotidianamente per avere una vita piena nonostante la loro disabilità. I tre protagonisti del radio-documentario di Enrichetta Alimena non sono eroi. Sono persone comuni che si scontrano con le difficoltà quotidiane e che, anche senza conoscersi, sono legate tra di loro dal desiderio, o meglio dal diritto "normale", di volere e poter fare da sé, senza dipendere da altri. Giampiero Griffo, attivista per i diritti delle persone con disabilità fin dagli anni '70 e oggi membro del DPI (Disabled People International), ci aiuta a delineare un quadro storico sul movimento delle persone con disabilità motorie. Poi c'è una ragazza che sogna di fare la musicoterapista. Si chiama Ketty e, mentre attende di veder realizzato il suo desiderio, ha trasformato la passione per la musica in un lavoro che le consente di esprimere sia la sua forza sia le sue fragilità. Infine, Daniele ci offre uno sguardo disincantato sulla disabilità raccontando con semplicità e simpatia dei suoi successi e delle sue difficoltà. Insieme a loro abbiamo incontrato anche Marco Pelliccioni, fisioterapista, che ci racconta con passione e realismo il suo lavoro.

Un archivio salvato - Nel carcere di San Sebastiano, a Sassari, nord della Sardegna, sei detenuti e un professore hanno recuperato l'archivio dell'ex colonia penale di Tramariglio, piccolo borgo non lontano da Alghero, attiva dal 1940 al 1962 e oggi sede del Parco Naturale Regionale di Porto Conte. Questa è una storia di un carcere. Di un carcere e di un lavoro. Di un carcere, di un lavoro e di tante pagine. Una storia che dal carcere di oggi parla del carcere di ieri. E Ieri è quasi sessant'anni fa. Di Daria Corrias e Stefano A. Tedde.

Un fine comune - Viaggio radiofonico tra le comunità di Amatrice e Accumoli | Storie diverse che hanno in comune la voglia di essere ancora comunità, nonostante tutto, e di voler superare la paura e il dolore causato dalle scosse di terremoto del 24 Agosto, del 30 Ottobre e del 18 Gennaio che hanno devastato un pezzo di Italia centrale

Un gioco di società: il turismo a Napoli al tempo del Coronavirus - "Un gioco di società: il turismo a Napoli al tempo del Coronavirus" di Lorenzo Fargnoli, Maurizio Franco, Matteo Garavoglia e Marco Mastrandrea; voce di Maria Panariello e in collaborazione con Marco Stefanelli; musiche di Sante Rutigliano | Negli ultimi anni, Napoli ha visto passeggiare per le sue strade milioni di visitatori. La città li ha accolti e pian piano ne ha subito il fascino. Così l'industria del turismo ha imposto le proprie regole dando sfogo alla creatività. O alla sua forza di distruzione creativa. Oggi, invece, è il Coronavirus il metronomo della quotidianità del capoluogo partenopeo e dei suoi abitanti. E il baratro sociale, nascosto sotto lo scintillio dell'economia del turismo, emerge con ancora più forza sul palcoscenico napoletano. ll podcast è una diramazione dell'inchiesta multimediale Un gioco di società, vincitrice dell'VIII edizione del Premio Roberto Morrione per il giornalismo investigativo. Gli autori sono membri del Centro di giornalismo permanente, un consorzio di giornalisti freelance. Le foto sono a cura di Marco Mastrandrea.

Un giorno dopo l'altro. Mario Dondero a memoria - "Un giorno dopo l'altro. Mario Dondero a memoria" di Angelo Ferracuti - Le tre puntate di "Un giorno dopo l'altro" sono fatte di piccoli frammenti narrativi e di vita di Mario Dondero, uno dei più grandi fotografi europei del '900, grande viaggiatore, soprattutto in Europa e in Africa, dove ha documentato tutte le guerre di liberazione dei popoli. Scritte da Angelo Ferracuti, che è stato suo discepolo, ha lavorato con lui a molti reportage sul campo soprattutto per "Diario" e "il Manifesto", e gli ha dedicato la biografia narrativa "Non ci resta che l'amore" (Il Saggiatore, 2021), queste piccole narrazioni radiofoniche sono inframmezzate dalla voce del fotografo milanese, più volte intervistato da Radio3. Precedute dalla voce malinconica di Luigi Tenco, sono alcuni momenti e situazioni che anticipano alcuni celebri scatti dell'artista scomparso a Petritoli nel 2015, dagli anni giovanili del Bar Jamaica a Brera vissuti insieme ai suoi compagni di avventura e di vita Luciano Bianciardi e Ugo Mulas, al Maggio francese sulle barricate, la foto rubata al processo all'eroe della resistenza greca Alekos Panagulis, condannato a morte, quella memorabile del Noveau roman con Samuel Beckett, Claude Simon, Nathalie Sarraute, Claude Mauriac, Claude Ollier, Robert Pinget e Alain Robbe-Grillet, il documentario girato a Reggio Emilia negli anni '60 nella terra dei comunisti, fino al crollo del muro di Berlino. Tutte storie della Storia di uno dei testimoni più originali della cultura italiana del secondo '900, una vera leggenda del fotogiornalismo, quello che un altro scrittore, Francesco Biamonti descrisse così: "Si è messo in testa di avere un forte, definitivo appuntamento con l'angelo della storia, e corre qua e là a cercarlo, tra macchine fotografiche logore, consumate, appese alla spalla. Dall'Africa salta in Siberia, e poi te lo ritrovi a Parigi, in Liguria, di ritorno da qualche altra parte".

Un incontro a Ostia Bronx - C'erano un regista, un principe e una contessa. Un giorno si incontrarono al tramonto su una spiaggia del litorale laziale. Il Principe e la Contessa portarono il regista alla scoperta del loro mondo artistico fatto di declamazioni, abiti immaginifici e performance teatrali di struggente intensità. Decisero di farne un film. E fu un successo. Tre Soldi è lieta di ospitare il racconto della genesi e della realizzazione del film documentario di Raffaele Passerini "Il Principe di Ostia Bronx".

Un passaggio sicuro - Viaggio a bordo della nave di MSF in soccorso nel Mediterraneo | Queste navi segnano la linea del fronte tra la vita e la morte e al tempo stesso sono un passaggio sicuro lungo l’ultimo tratto della rotta migratoria più pericolosa al mondo, dove negli ultimi anni hanno perso la vita migliaia di persone

Un po' di Europa - Da Altiero Spinelli alla Banca centrale europea, 5 capitoli di storia europea raccontati da Stefano Cingolani, Patrizia Dogliani, Marcello Flores, Paolo Soldini, Andrea Terzi

Un'onda pazza: la voce libera di Peppino Impastato - A quarant'anni dalla sua morte Tre Soldi ricorda Peppino Impastato, il suo profilo umano, il suo impegno politico e le sue attività di denuncia, attraverso la radio libera che fondò nel 1977, Radio Aut. E lo fa attraverso le parole dei suoi compagni, che vissero insieme a lui quegli anni, e del fratello Giovanni, che, insieme alla madre Felicia, scomparsa nel 2004, ha compiuto la stessa scelta di rottura di Peppino e ha tenuto viva fino a oggi la memoria del fratello. La voce di Peppino Impastato, infatti, è oggi più che mai viva. La forza della sua storia continua a coinvolgere generazioni intere. E a camminare sulle gambe di molti giovani.

Una settimana al City Plaza Hotel - Atene. Il City Plaza Hotel è un enorme palazzone di sette piani nel centro città. Simbolo della crisi greca, era in stato di abbandono da anni. Nel 2016 è stato occupato da un gruppo di attivisti greci e oggi accoglie e ospita nelle sue stanze più di 400 migranti in attesa di asilo. Si tratta per lo più di rifugiati siriani e afgani, ma ci abitano anche curdi, palestinesi, iraniani, africani. È considerato da molti un esempio positivo di autogestione e solidarietà di fronte all'ondata di profughi in arrivo sulle coste del Mediterraneo.

Una voce nella notte. Storia di una radio partigiana - "Una voce nella notte. Storia di una radio partigiana" di Filippo Ortona, regia di Marcello Anselmo, letture di Iacopo Dinuzzo - Il ritrovamento in cantina di una serie di vecchi brogliacci innesca la scoperta di una radio partigiana. Tra l'autunno 1944 e la primavera 1945, Radio Libertà trasmise clandestinamente dalle colline del biellese, unica radio partigiana destinata alla popolazione in tutta la resistenza. Radio Libertà ebbe vita breve, ma seppe coniugare in maniera innovativa i drammi della guerra civile alla militanza politica, alla musica, alla comunicazione col proprio pubblico. Un nonno partigiano parco di racconti e scomparso da tempo, uno storico locale e un giornalista mettono assieme le proprie voci per raccontare l'incredibile storia di una radio pirata e partigiana. Le musiche sono tratte dallo spettacolo "E sulla terra faremo libertà", a cura di Alberto Lovatto, prodotto dall'ISTORBIVE.

Uno sguardo sul mondo - Uno sguardo sul mondo

Va tutto bene. Trent'anni senza Falcone e Borsellino - Il vocio dei bambini ad una festa di comunione viene interrotto da un silenzio irreale. I 'grandi' – o almeno quelli che i bimbi vedono come tali – sono fermi in silenzio, davanti all'unico televisore presente in quella sala. Così inizia il racconto di Paolo Borrometi, giornalista modicano che quel 23 maggio del 1992, aveva soltanto 9 anni. L'attentato terroristico di stampo mafioso che mette fine alla vita del giudice Giovanni Falcone, di sua moglie e di tre agenti della scorta, seguito, a soli 57 giorni, dall'attentato in via d'Amelio a Palermo, dove a sacrificare la vita al servizio dello Stato è il giudice Paolo Borsellino, cambia e sconvolge per sempre la storia di molti individui e dell'intero Paese. L'Italia si riscopre diversa, conosceva già la violenza mafiosa, ma quei giorni perde definitivamente l'apparente 'innocenza', risvegliandosi dal sonno atavico che per qualcuno voleva dire 'poter convivere con le mafie'. Cosa è successo in questi 30 anni, chi ha ereditato i valori espressi dalla vita, dal lavoro, dal modo di essere di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino? Un racconto di quei giorni e di questi 3 decenni attraverso le voci di Angelo Corbo, poliziotto della scorta di Falcone, sopravvissuto alla strage di Capaci, di Chiara Contesini, magistrato livornese classe 1989, e di Salvatore Borsellino, fratello del giudice ucciso in via d'Amelio.

Vagabondi eccezionali - "Vagabondi eccezionali" è un ciclo di quattro trasmissioni in cui si raccontano le storie di quattro persone straordinarie vissute nel secolo scorso. Monsieur Chouchani era uno straordinario maestro di Talmud, conosceva decine di lingue perfettamente e girava il mondo con una valigia vuota; Moondog, virtuoso polistrumentista, compositore e contrappuntista cieco vissuto sempre per strada; Tommaso Lipari (detto l'omu cani), comparso misteriosamente a Mazara del Vallo e che qualcuno ha pensato essere Ettore Majorana sotto mentite spoglie; Efa, coraggiosa donna vissuta nei boschi dietro Trieste tra gli animali selvatici. Ideato e condotto da Marzia Coronati, regia di Cristiana Munzi.

Valentino Zeichen. Il poeta della scherma. - Passioni 2017

Venezia: frammenti di Biennale d'arte - 1978 - 1980

Ventimila chilometri di radici: gli emigrati lucani in Australia - "Ventimila chilometri di radici: gli emigrati lucani in Australia" di Valentina Lo Surdo | È uno spunto di cronaca che dà avvio al viaggio sulle tracce dell'emigrazione lucana in Australia: a Five Dock, sobborgo di Sydney, abitano oltre tremila sanfelesi, originari di un paesino in provincia di Potenza, San Fele appunto, che di abitanti ne conta ormai duecento in meno. Per trarre le fila dell'enorme movimento migratorio che dalla Basilicata ha portato a trasferirsi senza biglietto di ritorno decine di migliaia di persone a ventimila chilometri di distanza, si è reso necessario ricucire in una rotta traversale le lontanissime coste ovest ed est dell'Australia, con un passaggio centrale nel suo cuore aborigeno. Dalla costa ovest a Fremantle alla foresta pluviale della Daintree Forest, da Brisbane alla Sunshine Coast, dove un aborigeno noto per le sue battaglie sociali, Alan Parsons, ci ha spiegato il rapporto degli "indigeni" con la loro terra. Da Uluru a Sidney e poi a Melbourne per andare a trovare Magica Fossati, la speaker radiofonica che parla agli immigrati italiani dagli studi della SBS. Infine l'approdo a Five-Dock, a casa di Dona Di Giacomo è il primo finale di una storia che si conclude davvero proprio nel ritorno a San Fele. Il paesino da cui proviene Joe, il marito di Dona, che è pronto ad accoglierci nel giorno della festa più sentita della popolazione: San Giustino, il 30 luglio.

Verità e giustizia per Giulio Regeni - Il difficile cammino per fare piena luce sull'omicidio di Giulio Regeni, il giovane ricercatore friulano ucciso in Egitto nel 2016. Dopo 6 anni, sono stati fatti passi in avanti, ma le verità emerse con l'inchiesta e l'instancabile impegno dei genitori di Giulio aspettano ora di essere riconosciute nelle sedi della giustizia. Un podcast per tenere alta l'attenzione su una vicenda che mobilita sul piano internazionale donne, uomini e associazioni (il cosiddetto Popolo giallo) ed è divenuta emblema della lotta per i diritti umani. A cura di Daniele Morgera.

VeroAmore - Verona è la città di Romeo e Giulietta, la storia d’amore più famosa della letteratura, e le coppie che si dicono “innamorate” colgono l'occasione per passare qualche giorno in città, visitare i luoghi che ad un certo punto ci si è detti essere di Romeo e Giulietta sperando che, per osmosi, un po' di quella passione letteraria possa essere assorbita anche nella meno rocambolesca gestione della vita quotidiana nelle relazioni di coppia. Ciò che Shakespeare ha racchiuso in poche pagine dense di avvenimenti, incontri, ottime intenzioni, pessima fortuna e cattivi consiglieri, è però ben diverso da ciò che gli innamorati di tutti i giorni si trovano ad affrontare, una volta che si sceglie di costruire un progetto comune che riesca a generare vita piuttosto che morte, salute piuttosto che tragedia. Nel dramma di Shakespeare è il Caso a fare la differenza, sbattendo i protagonisti da ogni parte fino a far ottenere loro il contrario di ciò che speravano (la morte immediata al posto dell'innamoramento eterno). Nella stessa città e nelle stesse strade, tuttavia, è possibile trovare altre storie d’amore in cui sono le scelte a guidare gli eventi e non il contrario. Storie di coppia con il cuore sulle spalle, appunto, in cui a raccontare i propri personali momenti d'amore sono proprio i protagonisti della relazione in un processo narrativo che diventa anche scambio di esperienza e competenze. Vero Amore prova quindi a tracciare un percorso nelle relazioni di coppia raccontando chi le costruisce ogni giorno, superando i bivi che incontra, usando gli strumenti che ha e sceglie di usare.

Viaggio ad Atlanta di Giovanni Vallone - Passioni 2016

Vinili - una rivoluzione nel mondo della musica - I primi vinili della storia: Caruso e il Jazz

Virgo. L'universo si fa suono - Immaginate di poter viaggiare nello spazio e nel tempo solo attraverso un segnale simile al suono, ma restando fermi, sulla terra. Per trent'anni e per tre generazioni, un gruppo di scienziati ha inseguito il sogno di captare delle speciali onde provenienti da luoghi molto remoti del cosmo, onde teorizzate da Albert Einstein oltre un secolo fa ma, che nessuno era ancora riuscito a intercettare. Grazie alla visionaria intuizione di due fisici, Adalberto Giazotto e Alain Brillet, e grazie al lavoro di un gruppo di scienziati di diversi paesi europei, l'esperimento Virgo viene costruito nelle campagne vicino a Pisa. Virgo è un interferometro, una grande macchina con due tunnel lunghi tre chilometri in grado di captare le onde gravitazionali, flebili segnali emanati da violenti eventi cosmici avvenuti a milioni e miliardi di anni luce dalla terra. Questa è la storia dell'esperimento Virgo, ma anche la storia del gruppo di scienziati che ha creduto in un sogno che sembrava impossibile. Di Raffaele Passerini. Musiche originali di Riccardo Amorese. Produttore esecutivo Fabiana Carobolante. Supervisione di Elisabetta Parisi. Realizzato con la partecipazione della equipe di Virgo e di Vincenzo Napolano per la consulenza scientifica.

Virgole fatte male - L'associazione Quore-To Housing, è un co-housing sociale che a Torino accoglie le persone LGBTQI+ (lesbiche, gay, bisessuali e transessuali) in difficoltà e in condizioni di estrema vulnerabilità. È una delle prime esperienze di questo tipo in Italia e offre un luogo sicuro e protetto da dove poter ripartire dopo una situazione difficile. Gabriele ha trascorso un breve periodo all'interno della struttura torinese, raccogliendo le storie di alcuni residenti. Tony, Airidia e Fulvio raccontano un po' della loro vita condividendo momenti e storie spesso molto difficili. Cose che nel 2022 non vorremmo più sentire e che invece accadono ancora. Questo documentario di Gabriele Iannoli è stato prodotto dal Centro Sperimentale di Cinematografia, sede Abruzzo, corso di reportage audiovisivo, con la direzione artistica di Daniele Segre.

Visioni - "Visioni - Tre anni di spettatori migranti" di Luca Lotano | Estate 2016. Claudio Ranieri vince a sorpresa il campionato inglese, il 52 per cento degli elettori britannici ha appena votato per la Brexit, iniziano le olimpiadi in Brasile e sta per arrivare un terremoto che devasterà Amatrice. Nel mediterraneo continuano a morire persone dirette in Europa e in Italia sarà l'anno record degli sbarchi. Il sistema di accoglienza italiano dichiara di dover affrontare una situazione di emergenza, i centri ordinari non bastano più, così iniziano ad aprire numerosi Centri di Accoglienza Straordinaria per richiedenti asilo. Ne apre uno anche a Tor Bella Monaca, quartiere periferico romano; lì, in quei giorni, tra i quasi trecento migranti accolti nella struttura e una trentina di operatori arrivano Alagie, 19 anni, gambiano richiedente asilo appena sbarcato in Sicilia e Luca, 32 anni, insegnante di italiano per stranieri. Tutti e due entrano per la prima volta in un centro d'accoglienza, si incontrano nel salone durante i colloqui per la scuola e poi alle prime lezioni di italiano. Il 7 ottobre 2016 la scuola di italiano, su richiesta prevista dal capitolato del centro di attivare un corso di educazione alla cittadinanza, inizia un progetto di spettatorialità con Teatro e Critica e con la collaborazione di molti teatri della città, fino a firmare un'intesa con il Teatro di Roma. Dal 2016 al 2019 il progetto porterà così nuovi spettatori provenienti da più di trenta paesi diversi, a vedere ventiquattro spettacoli nei teatri romani e non solo. Intanto gli studenti imparano l'italiano, il progetto esce fuori dal centro di accoglienza, e Alagie e Luca misurano - conoscendosi - il lungo tempo di attesa per ricevere, o meno, un documento.

Vite a Mare - Voci, suoni, interviste. La cronaca di 17 giorni a bordo della Geo Barents, la nave umanitaria di Medici senza Frontiere in acque SAR -Search and Rescue- maltesi e libiche. Il racconto in tre puntate è di Valeria Riccioni, che ha partecipato a tutte le operazioni di salvataggio dei migranti. La giornalista ripercorre ogni momento del viaggio insieme ai naufraghi e al team di MsF. Regia di Leonardo Patanè.

Vite che non sono la tua - Racconti di vite fantastiche, mitiche o romanzesche, marginali, naturali o surreali. Un programma dal 2014 sino a marzo 2022 a cura di Paola Tagliolini, con la regia di Ornella Bellucci dal 2017, dal settembre 2021 con la cura e la regia anche di Cristiana Munzi.

Vite di Alice - "Vite di Alice" del collettivo Lorem ipsum. "L'unione fa la forza, così vivono le orchidee. Sono belle, tutte diverse tra loro e fragili. Ma se tu metti tutte le orchidee insieme, le radici si attorcigliano e crescono, iniziano a fiorire" Alice è arrivata in Italia dalla Russia 25 anni fa. Qui incontra un uomo. La storia di Alice è la storia di troppe donne che convivono ogni giorno con la violenza. Non solo fisica che lascia i segni sulla pelle, ma anche psicologica, che si insinua nella testa e stravolge la vita delle vittime, economica che le imbriglia al partner e sessuale che subiscono in silenzio. Alice si è salvata grazie alla sua sete di vita e all'amore per i figli. Ma deve la sua rinascita anche alle altre donne vittime di violenza: la forza è arrivata proprio dalla condivisione del dolore con le donne di Reama, la rete antiviolenza di Fondazione Pangea Onlus, rete per l'empowerment e l'auto mutuo aiuto che, capillarmente, raccoglie vite di donne sfuggite alla violenza e le aiuta a rimettersi in piedi. La storia di Alice è una storia di paura e di coraggio, di violenza e di rinascita. Solo insieme, ammette Alice, è possibile rifiorire.

Vitti d'arte, Vitti d'amore - AUDIODESCRIZIONE Rai Documentari presenta un documentario realizzato in occasione dei 90 anni dell'attrice. Monica Vitti brilla in una luce intatta agli occhi di spettatori di ogni latitudine e la sua leggenda sopravvive nel cuore di un pubblico sconfinato che continua ad amarla incondizionatamente. Un'antidiva dal fascino magnetico che, con arguta ironia, è diventata anche il simbolo della comicità al femminile, segnando uno spartiacque con i modelli di attrice e donna convenzionali della sua epoca.

Vittime di mafia - Due giudici, un sacerdote, un sindacalista, un giornalista, un politico, un generale, un attivista, un avvocato e un'intera famiglia di Via dei Gerogofili. 10 storie di vittime di mafia in Italia raccontate da Lirio Abbate, Raffaele Sardo, Mimmo Franzinelli, Alessandro Leogrande e Giovanni Bianconi.

Vivere con le pietre - Le Murate è il nome del vecchio carcere di Firenze situato nel centro della città. La storia di queste pietre è antica come la città che lo circonda: si tratta di un grande monastero di clausura del 1400 adibito a carcere dal 1832 al 1983, anno nel quale Le Murate vengono chiuse ed i suoi detenuti trasferiti nel nuovo carcere di Sollicciano edificato fuori dai confini dalla vita urbana. Le Murate così svuotate divengono un luogo sospeso e dimenticato, un vuoto urbano in pieno centro storico. Alla fine degli anni '90, il comune inizia a predisporre un lungo piano di recupero e conversione dell'intero complesso: in barba al mercato immobiliare, a partire dal 2004, Le Murate consegnano alla città 73 alloggi di edilizia economica e popolare, due piazze pubbliche che si sovrappongono ai cortili dell'ora d'aria del vecchio carcere, una strada-galleria che percorre ed apre quella che era la terza sezione, un centro d'arte ed uno per i diritti umani, numerosi uffici e locali ad uso pubblico e commerciale assegnati tramite bando.

Voci dal Malaspina - I sogni e le amarezze, le possibilità concrete e gli ostacoli da superare di un gruppo di minorenni detenuti nel carcere "Malaspina" di Palermo. Uno sguardo alla carcerazione minorile raccontata dagli stessi protagonisti di storie "difficili" e dai loro educatori. In un affresco corale, i ragazzi del "Malaspina" disegnano un quadro dove il crimine è antropologicamente endemico e viene dato per scontato senza lasciare possibilità di scelta. Tra successi e ricadute i giovani detenuti e i loro educatori percorrono assieme la lunga strada che punta al riscatto.

Voci dal silenzio - Passioni 2015

Voci del deserto Culture e popoli dal Sahara alle Ande di Luciano Del Sette - Passioni 2015

Voicescapes: il paesaggio dentro una voce - Ho parlato con persone anziane che vivono da sole in luoghi che tutti hanno abbandonato, paesi difficili, scomodi, freddi, in alto dove la natura è avara e il silenzio avvolge tutto. In questi luoghi vivere è rompere il silenzio, un esercizio quotidiano fatto in solitudine, in un tempo dove non c'è mai contemporaneità o sovrapposizione, e tutto si srotola in sequenza. Ma come si rompe il silenzio quando si è soli? Con chi si parla? Che cosa si dice? E soprattutto, si usa la voce? Le voci che abitano questo silenzio sono particolari, sono voci minerali che restano attaccate alle rocce più che alle persone; la loro grana e il timbro sembrano incrostati di paesaggio, il ritmo e le pause invece, con la loro cadenza partecipano alla fissità del tempo e alla vastità dello spazio. L'illustrazione è di Giorgio Vazza

Volo libero - L’idea di “imparare a volare” appartiene alla sfera del sogno e solo talvolta può entrare a far parte di quella del desiderio e della possibilità. Si può iniziare quindi a sperimentarsi in aria provando a fare un volo in tandem con istruttori o piloti preparati. Il passo successivo è conquistare l’autonomia, poter volare da soli

Voltagabbana - Uomini che non hanno tradito sé stessi - Le vite di Roger Casement, John Brown e Castner Hanway, Robert Catesby, e la rivolta dei Sepoys, raccontate da Massimilano Griner. Letture di Patrizia Hartman

Volti e voci della Calabria Greca di Patrizia Giancotti - Passioni 2016

Wik...ing on the Moon - I luoghi, le missioni, le esplorazioni, gli astronauti, la musica, il cinema, raccontati da Francesco Ballo, Patrizia Caraveo, Stefano Catucci, Danilo Di Termini, Marcello Flores, Elena Lazzaretto, Emanuela Martini, Fabio Pagan

Wiki Technologicus - Le connessioni tra l'umano e le macchine raccontate da Luca De Biase, Alessandro Loppi, Federico Mello, Gino Roncaglia.

Wikimusic - Un'enciclopedia della musica raccontata da musicologi, musicisti e studiosi. Ideale prolungamento di WikiRadio nel week-end, il nuovo programma è tutto dedicato alla musica classica. Ogni puntata parte da un evento legato al calendario di quel giorno, ad esempio una prima rappresentazione di un'opera, la data di nascita di un compositore, un avvenimento storico che accompagna una memorabile esecuzione musicale, una ricorrenza straordinaria che può interessare cantanti, esecutori, direttori d'orchestra. Protagonista è la musica attraverso il racconto, la lettura di documenti dell'epoca (lettere, diari di viaggio, articoli di riviste del tempo e altre fonti storiche) e, soprattutto, l'ascolto di una ricca selezione di brani musicali. Ogni puntata di WikiMusic, dunque, è una piccola tessera di un mosaico che nel tempo formerà una singolare "enciclopedia" della musica raccontata alla radio, dal medioevo ai nostri giorni

Wikiradio - Wikiradio costruisce giorno per giorno una sorta di almanacco di cose notevoli ed utili da sapere per orientarsi nella nostra modernità. Ogni puntata racconta un evento accaduto proprio nel giorno in cui va in onda, intrecciando il passato con il presente, la memoria storica con ciò che oggi essa significa per noi. Dalla storia all'economia, dal cinema alla scienza, la letteratura, il teatro, le arti visive, la musica, i grandi momenti che hanno segnato un punto di svolta raccontati da esperti, studiosi, critici, con spezzoni di repertorio, sequenze cinematografiche, brani musicali, in un articolato mosaico che vuole restituire agli ascoltatori tutti i significati possibili di un avvenimento. A cura di Loredana Rotundo, con Marcello Anselmo, Natascia Cerqueti e Maddalena Gnisci.

William Butler Yeats - William Butler Yeats

Willkommen - Berlino e l'emergenza profughi | Dal mese di agosto, quando il numero di migranti è iniziato a crescere esponenzialmente Berlino ha cambiato faccia. In ogni quartiere è possibile imbattersi in palestre, scuole o caserme, trasformate in centri per l’accoglienza dei rifugiati

Wolfgang Amadeus Mozart - Racconti su Mozart con Anna Menichetti, Stefano Valanzuolo, Nicola Pedone, Sandro Cappelletto, Guido Barbieri e Andrea Ottonello

Wolfsburg: la città della fabbrica - 05/10/2015 Un grandissimo scandalo ha recentemente travolto la Volkswagen, celebre casa automobilistica tedesca, mettendo in crisi un modello di onestà e competenza in cui i tedeschi affezionati al marchio, hanno sempre creduto. Un viaggio tra i lavoratori del più grande gruppo industriale tedesco, emblema del 'made in Germany' e tra i cittadini di Wolfsburg, culla dell'azienda del maggiolino. La città e la fabbrica separate fisicamente da un fiume, sono legate indissolubilmente nelle aspirazioni e nelle prospettive. Una città con una comunità italiana fortemente sviluppata, che ha contribuito alla sua crescita, dove tutto è Volkswagen: le banche, le assicurazioni, la centrale che rifornisce i cittadini di energia elettrica, la squadra di calcio che quest'anno ha vinto la coppa Germania, nonché i curry wurst, popolarissime salsicce tedesche. Una città che deve tutto alla fabbrica, a partire dalla sua nascita, fino alle numerosissime infrastrutture culturali, alle scuole e a molte strutture abitative. Una città dove quasi un terzo dei cittadini vive grazie a uno stipendio Volkswagen. E oggi dopo la frode commessa dall'impresa del Paese che ha fatto dell'osservanza delle regole il suo orgoglio nazionale, la città si stringe intorno alla fabbrica e spera in una nuova rinascita. Un radio documentario di Giulia Nucci.

Zachor! La fatica della memoria - Dal giorno in cui Meir Polacco - leggendo dei documenti trovati in una vecchia scatola che gli ha lasciato sua mamma prima di morire - scopre che durante la Seconda guerra mondiale la sua famiglia è sfuggita miracolosamente ai nazisti aiutata da una rete clandestina, non avrà più pace: deve assolutamente trovare chi sono state quelle persone buone grazie alle quali lui è vivo. Con la moglie Paola diventa un detective della memoria. Inizia così la loro indagine "a caccia dei buoni". La tradizione ebraica impone l'obbligo del ricordo, indicato con il termine "Zachor!" una parola che vuol dire "Ricorda!" e che ricorre nella Bibbia innumerevoli volte. Un imperativo cruciale per la sopravvivenza di un popolo e della sua identità, un popolo che ha dovuto attraversare l'esilio, le persecuzioni e tentativi di sterminio. Ma ricordare, ricostruire il passato non è una cosa semplice per chi discende da famiglie che hanno vissuto traumi e perdite, hanno cambiato case e paesi… Un documentario di Caterina Doglio. Grazie ai documenti trovati nella scatola, Meir scopre anche che suo papà Giorgio si è unito ai partigiani, è stato arrestato, si è salvato ma alla fine della guerra ha trovato un paese indifferente, smemorato... Capisce che è per questo che suo padre ha lasciato l'Italia, per questo lui è nato in un kibbutz in Israele. Una vicenda rocambolesca e un viaggio - quello dei due pensionati detective - che attraversa non solo i luoghi in cui si svolsero gli eventi ma anche il lungo processo della costruzione della Memoria in un paese, il nostro, che nel dopoguerra aveva tanta fretta di dimenticare e nel quale i sopravvissuti che non venivano ascoltati, si chiusero in un lungo silenzio...

Docuserie

60 anni della PerugiAssisi - Il racconto di come è cresciuta anno dopo anno la Marcia della Pace. Un podcast di Riccardo Chartroux e Arianna Voto

Antropocene - L'era in cui viviamo è quella in cui una sola specie, la nostra, ha modificato gli equilibri naturali del pianeta che in piena crisi climatica è destinato a diventare sempre meno ospitale e vivibile. Gli unici che possono rimediare a questa situazione  ancora una volta siamo noi. Antropocene, l'era umana! Riusciremo a convincere la natura che stiamo diventando la versione migliore di noi e che possiamo continuare a vivere insieme?

Bearzot - Il carro del vincitore - Le polemiche, gli insulti e persino le minacce di morte sul muro di casa. Poi, il trionfo al campionato del mondo di calcio 1982 e anche chi lo aveva insultato improvvisamente passò dalla sua parte. Eppure nessuno uomo di successo è stato lasciato solo come Enzo Bearzot a cui oggi è intitolato solo stadio di Gorizia da mille posti. Questo è il racconto della sua storia lungo il filo dei ricordi di Gian Paolo Ormezzano

Biden-Harris - L'America volta pagina - Dall'Inauguration Day in una Washington blindata dopo l'assalto al Congresso, come cambia l'America del presidente Joe Biden e della sua vice Kamala Harris. Il racconto di Laura Pepe

Cara Repubblica - L’Arma: dal 1946 a oggi - Una serie di podcast, in collaborazione tra RaiRadio e Carabinieri, con la voce di Gegè Telesforo, racconta gli anni della Repubblica italiana attraverso la storia dell'Arma, che si intreccia con quella del paese: dal referendum costituzionale del 1946, che dà vita alla nuova forma dello Stato e sancisce per i carabinieri la cesura netta con la monarchia, con cui l'istituzione era nata, ai giorni nostri. Un viaggio lungo 76 anni, che ricostruisce e celebra anche il percorso del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, nelle sue battaglie principali contro Cosa Nostra e il terrorismo.

Codice Beta - Ogni cosa è digitale - Siamo sommersi da notizie su tecnologie che dovrebbero risolvere i nostri problemi ma che più spesso ci disorientano e che a volte ci inquietano. Quel che ci manca sono le chiavi di lettura per capire questo salto d'epoca. Codice Beta, il podcast di Barbara Carfagna e Massimo Cerofolini, con i migliori esperti dell'innovazione, punta proprio a questo: tracciare la mappa per orientarsi in un mondo dove ogni cosa è digitale ma dove ogni speranza resta irriducibilmente umana.

Ferite - Capaci - Via d'Amelio: 30 anni dopo. Una serie podcast dedicata al ricordo, trent'anni dopo, delle stragi di mafia che hanno sconvolto l'Italia nel 1992: gli attentati di Capaci e via d'Amelio. Un tranquillo sabato pomeriggio di trent'anni fa è squarciato dalla notizia che viene battuta dalle agenzie di stampa e diffusa da tutti i media: l'attentato di stampo terroristico-mafioso organizzato da Cosa Nostra toglie la vita al giudice Giovanni Falcone, a sua moglie Francesca Morvillo e a tre uomini della scorta: Vito Schifani, Rocco Di Cillo e Antonio Montinaro. L'Italia si ferma e ascolta incredula quanto viene trasmesso. A ricondurci a quei minuti e a farci riaffiorare i ricordi è la voce narrante dell'attrice Donatella Finocchiaro che si alterna a quelle di donne che hanno vissuto sulla propria pelle quegli eventi tragici, che sono state testimoni o anche semplicemente spettatrici. Ferite - Capaci: 30 anni dopo è un Podcast Originale RaiPlay Sound, prodotto da Loft Produzioni, scritto da Matteo Billi, Francesca La Mantia e Giuseppe Paternò Raddusa.

Gente di Procida - La Capitale italiana della Cultura per il 2022 è una piccola isola appartata, uno scrigno di grande storia e di tesori trascurati. Il carattere schivo di una comunità di antica tradizione marinara viene messo alla prova, ed esprime ambizioni e timori. I Campi Flegrei si aspettano di condividere un successo sostenibile e non effimero con la Campania e con l'Italia che riparte. La più intima delle isole del Golfo di Napoli si rivela con fierezza e pudore in un documentario denso di voci e rumori. La gente di Procida prima che la festa cominci. Gente di Procida è un podcast Rai Radio, ideato e realizzato da Michele Gulinucci, Nicoletta Micacchi, Fabio Ramacciani, con la collaborazione di Procida Capitale. Musiche originali e sound design di Filippo Manni e Massimo Perin.

Gli ammutati - Morti prima che potessero parlare. Verità non dette sulle stragi di Capaci e via d'Amelio che, come un filo sottile, attraversano le storie dei protagonisti di questo podcast prodotto con materiale d'archivio, interviste e musiche originali. A cavallo tra la prima e la seconda repubblica, una serie di omicidi e strani suicidi si nascondono nelle pieghe della storia. Su molti di questi casi non c'è ancora piena luce, e anche quando arrivano le condanne degli esecutori, a mancare sono sempre i nomi dei mandanti. Il poliziotto Nino Agostino e sua moglie Ida Castelluccio, l'educatore carcerario Umberto Mormile, l'infiltrato Luigi Ilardo, il mafioso Antonino Gioè sono alcuni dei personaggi che ci accompagneranno in questa lunga e faticosa ricerca della verità. Di Michela Mancini con la regia di Christian Manfredi

I suoni del cinema - L'incredibile storia del suono e del doppiaggio sul grande schermo raccontata attraverso la voce di uno dei più famosi doppiatori italiani, Claudio Sorrentino.

Imperi - Un podcast in cinque puntate per capire le grandi potenze. Da dove vengono, di cosa vivono, che obiettivi hanno, come si battono per l'egemonia. Cina, Stati Uniti, Russia, Turchia, Iran. Massimi elementi di continuità, gli imperi trascendono ideologie, sistemi politici, leader, trionfi, sconfitte. Nel tempo spostano i confini, attraversano i continenti, affrontano i nemici. Lungo il loro violento percorso producono civiltà. Un podcast originale di Radio3, l'autore è Dario Fabbri e la regia di Annamaria Giordano. Le musica e la sonorizzazione sono di Roberta D'Angelo. Producer Costanza Spocci, produzione esecutiva Sara Sanzi, supervisione di Cristiana Castellotti.

Insert Coin. Il grande gioco dei videogames - I videogiochi sono un grande fenomeno della società digitale. Un'industria globalizzata che guida l'evoluzione delle tecnologie e delle professioni; genera creatività, ricerca, condivisione; suscita allarmi sull'utilizzo incontrollato ma favorisce l'accessibilità e promuove l'inclusione sociale. Accanto all'industria dell'intrattenimento cresce una produzione indipendente che crea giochi storici, informativi, scientifici, didattici. Un comparto diffuso che sviluppa nuovi saperi, lavoro, innovazione, capacità d'impresa per i giovani. Documentare le tante facce del gaming con un podcast, cioè senza la dimensione visuale, aiuta a comprendere in che modo il videogioco è diventato un sistema di interazioni fisiche e virtuali che sta cambiando lo statuto della realtà e il senso profondo della nostra identità. Giocare è una faccenda seria, i bambini lo sanno bene. Gli adulti lo scoprono con i videogames. Ideato e realizzato da Michele Gulinucci, Simona Lucchini, Nicoletta Micacchi, Fabio Ramacciani, Andrea Vignolini. Collaborazione di Simona Forner. 15 episodi

Inviate in prima linea - Le donne che hanno vissuto in prima linea, e raccontato a tutta Italia, i fatti che hanno determinato e sconvolto la storia recente: le nostre inviate. Laura Cappon incontra le giornaliste che hanno ispirato tante giovani ragazze a intraprendere la stessa carriera. I servizi originali di allora, recuperati dalle teche Rai, aprono le interviste in cui le inviate si raccontano e analizzano a distanza di anni i fatti e la loro narrazione. Nelle prime due puntate torneremo nei territori devastati dalle sperimentazioni atomiche in Kazakistan con Milena Gabanelli e racconteremo il lavoro di Maria Grazia Cutuli, attraverso la testimonianza di Barbara Stefanelli e Carlo Verdelli. Inviate in prima linea è un podcast di Laura Cappon e Giulia Laura Ferrari, regia di Alex Messina, a cura di Alessandra Narduzzi.

L'altra metà del verso - Essere umani nel mondo dei dati - Andando in giro col telefono, partecipando alle conversazioni sui social media, leggendo qualsiasi cosa online; pagando con la carta di credito; difendendo le proprietà con le telecamere davanti alla porta di casa o sul balcone; andando in automobile: insomma, in moltissime circostanze della vita quotidiana, miliardi di persone che usano le tecnologie digitali producono dati che vengono registrati da decine di server di ogni parte del mondo sviluppato. I giganti dell'economia planetaria prosperano con il trattamento di quei dati. I più grandi avanzamenti tecnologici si basano sull'elaborazione di quei dati. Il potere degli stati più importanti si basa sul controllo di quei dati. Lo stesso denaro è destinato a diventare un'aggregazione di dati. La vita nel mondo dei dati è tanto più libera quanto più è consapevole. E in questo podcast cerchiamo di aumentare di un poco quella consapevolezza. In nome della nostra libertà. Un podcast originale di Luca De Biase per Rai Radio3

La congiura del silenzio - 16 ottobre 2000, periferia di Tbilisi. Un poliziotto in pensione rinviene un cadavere col torace sfondato in una stradina di campagna. È Antonio Russo, l'inviato di Radio Radicale scomparso due notti prima dalla sua abitazione. Incidente? Rapina? O assassinio? Stava documentando la guerra in Cecenia e aveva denunciato l'uso da parte russa di armi proibite sui civili. La documentazione da lui raccolta non è stata ritrovata, ma forse non è così. Si aprono due inchieste giudiziarie, una in Georgia, una in Italia. Vengono eletti indiziati improbabili, formulate ricostruzioni inattendibili, l'unico indagato è un artista olandese. È davvero coinvolto? A 21 anni dalla morte la verità resta sepolta, e tutti gli interrogativi sono senza risposta. "La congiura del silenzio", inchiesta finalista alla decima edizione del premio Roberto Morrione, è un podcast in 4 puntate scritto e realizzato da Jacopo Ottenga Barattucci, capo progetto Rai Dario Dionoro.

Lo stato parallelo - A più di quarant'anni dall'accaduto, questo "action-podcast" fa rivivere in 10 puntate la scoperta dei meccanismi segreti che legarono la P2 alle istituzioni dello stato. Tra indagini, ritrovamenti e processi, a guidarci è proprio chi di quei fatti è stato protagonista: l'ex magistrato Gherardo Colombo, che, col collega Giuliano Turone, condusse nei primi anni 80 un'operazione senza precedenti che portò, tra ostacoli e intimidazioni, a svelare la più potente e pericolosa organizzazione massonica italiana. Attraverso il racconto di Gherardo Colombo e la ricostruzione degli eventi con documenti e testimonianze, la serie svela tutti gli aspetti più controversi di quel sistema occulto di potere che si era impadronito delle istituzioni, tra stragi, scandali, servizi segreti, potenze straniere, politici, imprenditori, magistrati e giornalisti corrotti e complici, stragismo nero e terrorismo rosso, con la connivenza dei vertici delle istituzioni italiane ed estere. Luci e ombre di un passato non troppo lontano che conserva ancora forti legami con il presente. Da un'idea di Gherardo Colombo e Danco Singer. Un podcast prodotto da Frame-Festival della Comunicazione per Rai Play Sound

Monica o Come Tu Mi Vuoi - Andrea Camilleri aveva poco più di trent'anni quando arrivò a Radio Rai. Aveva già alle spalle una ricca esperienza teatrale, era stato il primo a portare Beckett in Italia, e a Radio2 iniziò una lunga fertilissima carriera che lo avrebbe portato a firmare più di 1300 regie radiofoniche, a realizzare trasmissioni di ricerca e sperimentazione, tra cui molti degli episodi delle "Interviste impossibili", prima di approdare alla televisione. Tra le sue tante creazioni durante la sua collaborazione con Radio2 ci piace riproporvi questo suo omaggio a Monica Vitti: "Monica o come tu mi vuoi" un programma in 16 puntate realizzato nel 1968. Un programma di cui è autore e regista, e anche in alcuni momenti conduttore, e in cui Camilleri con una geniale e appassionata intuizione, traccia, forse per primo, uno dei più accurati e piu' affettuosi ritratti che mai siano stati dedicati a Monica Vitti. Al termine delle sedici puntate Camilleri ritiene di poter definire compiuto non soltanto il ritratto di Monica Vitti, ma anche di poter stabilire quanto nel personaggio umano di Monica Vitti c'è di sovrimpresso o di immaginato. È la prima volta che un'attrice viene sotto posta ad una diagnosi così minuziosa e l'esperimento si annuncia senza dubbio interessante.

Mother Ireland, quattro donne che hanno fatto l'Irlanda - Le vite di Maud Gonne, Constance Markievicz, Edna O'Brien e Veronica Guerin raccontate da Paola De Angelis.

Nelle tracce del Lupo - Il primo podcast italiano dedicato al lupo nasce per invitare l'ascoltatore alla conversazione tra il mondo selvatico e quello umano. Nelle Tracce Del Lupo racconta la nostra attitudine culturale verso la natura muovendosi "nelle" tracce di questo animale elusivo, per quanto studiato e conosciuto. Il viaggio attraversa sia le aree alpine dell'Italia, che negli ultimi dieci anni si sono confrontate con la presenza di questo predatore, sia il cuore dell'Appennino che ci ha sempre convissuto, anche quando nel resto d'Europa era praticamente estinto. In Lupi e uomini, Barry Lopez scrive: «essere rigorosi in tema di lupi equivale a pretendere certezze dalle nuvole». Seguire la sua inafferrabile traccia significa metterci in relazione con un contesto biologico e geografico, culturale e filosofico; significa sentirci esploratori curiosi di imparare i meccanismi della natura. Significa percepirne la presenza fisica. Per questo abbiamo ascoltato biologi, esploratori, storici, guardiacaccia, addetti forestali, naturalisti, scrittori, pastori. Di recente il percorso che ha portato il lupo a ripopolare i boschi italiani, dopo essersi rintanato nel Parco Nazionale d'Abruzzo per un secolo, è stato fotografato dal primo censimento realizzato tra il 2018 e il 2021 su scala nazionale, coinvolgendo migliaia di addetti e centinaia di associazioni, grazie al coordinamento di ISPRA. Abbiamo camminato nelle sue tracce, anche in compagnia di chi ha partecipato a questa mappatura, provando a capirne la prospettiva, annusando i segni del suo passaggio per stabilire una relazione più genuina con il nostro senso di appartenenza al mondo selvatico. I cinque episodi del podcast descrivono come il lupo sia un fondamentale regolatore di biodiversità, un marker vivente dell'ecosistema, che arricchisce la rete di relazioni nella quale siamo immersi. Come tutto ciò che è selvatico dentro di noi, è bello sapere che esiste, ma non è obbligatorio doverlo incontrare. Davide Sapienza: testo e voce narrante Lorenzo Pavolini: testo, registrazioni, montaggio Francesco Garolfi: musiche originali

Pointe Ninì - Storie di montagna al femminile - Pointe Ninì, una vetta, sulle cime del Monte Bianco, è il simbolo di una montagna alta e femminile di cui si è saputo troppo poco. È il ritratto in quattro puntate di una grande alpinista vissuta a cavallo degli anni Trenta, attraverso il suo memorabile diario. In un'epoca dominata dal culto della personalità e nell'alpinismo in particolare dal mito eroico della vetta, il diario di Ninì Pietrasanta è una testimonianza unica dell'approccio all'alpinismo di una donna fuori dal comune. Attratta irresistibilmente verso l'alta quota, qui trova uno spazio di libertà che la società dell'epoca non consente alle donne. La voce di Ninì è interpretata da Valentina Carnelutti. Un podcast ideato e scritto da Francesca Borghetti. Regia di Danilo Paoni. Con il contributo di Linda Cottino, storica dell'alpinismo, Anna Torretta, alpinista, Lorenzo Boccalatte. Prodotto per RaiPlay Sound - direzione artistica Andrea Borgnino, responsabile di produzione Anna Maria Delogu, esperto di produzione e web Claudia Salati - in collaborazione con CAI Club Alpino Italiano.

Quirinale segreto - Un percorso esclusivo con Radio Rai all'interno del Colle più alto, la "Casa degli Italiani" come amano definirla i Presidenti della Repubblica. Un viaggio a tappe tra curiosità e vita pratica dal titolo "Quirinale segreto". Con Grazia Trabalza.

RRR, Radio Rai Ricorda - Sei puntate curate da Walter Veltroni per raccontare la storia della radio in Italia, per ritrovare suoni, programmi, musiche, voci che sono nella nostra memoria collettiva. Documenti storici di eccezionale rilevanza, recuperati dalle teche Rai e da altre fonti, che hanno costituito e costituiscono la fonte essenziale del sapere degli italiani, prima e dopo l'arrivo della televisione e dei nuovi media. Il materiale è tratto dai giornali radio, dai documentari, dai programmi d'intrattenimento e di sport, dal ricco varietà radiofonico. La sua struttura testimonia così anche l'evoluzione dei linguaggi del mezzo. Divisa per periodi storici, la trasmissione consente all'ascoltatore di partecipare al gioco unico della memoria e delle emozioni e di rivivere insieme la propria storia e quella del Paese. Di e con Walter Veltroni. Regia di Alex Messina. Con la partecipazione di Andrea Borgnino e di Elisabetta Malantrucco.

Storia di una canzone - Dieci canzoni che raccontano una storia, anzi molte storie: quella di chi le ha incise, di chi le ha scritte e di chi le ha cantate. Pezzi che si collocano in un momento cruciale per la vita dell'artista che si trova a condividerle: con gli impresari, i discografici e, soprattutto, con il pubblico. Storia di una canzone affronta le circostanze dietro a ogni opera con l'intenzione, più che di spiegarne semplicemente l'importanza, di coinvolgere chi ascolta nella riscoperta di qualche passaggio importante, nelle vicende della musica che amiamo di più.

Terapia di coppia - I litigi sono una dimensione spesso irrazionale all'interno della vita di una coppia; possono servire alla crescita personale, possono svelarci aspetti della nostra personalità, possono aiutarci a capire chi siamo e ad accettare le nostre debolezze, così come quelle di chi amiamo. Molto più sovente diventano il calvario di una relazione e con il tempo il conflitto contribuisce a distruggerla. Terapia di Coppia ci immerge dentro questi frangenti di quotidianità, anche funesta. Ogni episodio è una finestra spalancata sui passaggi più complicati di un ménage sentimentale ormai eroso dalla routine. Elemento cardine di questo affresco relazionale è l'incomprensione del punto di vista dell'altro che, se compreso e trattato con creatività ed empatia, potrebbe contribuire a trasformare un rapporto conflittuale in un processo di crescita individuale. Terapia di Coppia è come una medicina amara per fornire al pubblico strumenti pratici utile alla gestione delle emozioni distruttive che sono alla base di rapporti bloccati nel loro percorso evolutivo. Ideato, diretto e prodotto da Davide Tosco Con la collaborazione della Compagnia Quinta Tinta Voci di Simona Guandalini, Roberto Garelli,Sergio Sasso, Carmen Maimone,Matteo Barbero, Laura Mottola, Andrea Bruno, Valentina Pintau, Daniela Lusso e Stefano Gorno Con l'amichevole partecipazione di Caterina Olivetti Fonico di presa diretta Luca Mangani Musiche e sound design Luis Manghél Consulenza psicologica Cristina Testa, Alfredo Malaspina Consulenza sonora Alberto Nonis Coordinamento Simona Guandalini

Terre sostenibili - Un podcast su borghi italiani misconosciuti ma ricchi di una storia raccontata dagli stessi abitanti. Storie di ieri che rivivono - oggi - attraverso le loro azioni positive, in nome della sostenibilità socio-ambientale. Un auspicio per la ripresa del turismo di prossimità più attento e solidale. Condotto da Vittoria De Matteis.

Tracce - Storie di cammini - Per questa nuova serie abbiamo compiuto un viaggio a piedi che non ha precedenti nella storia del turismo italiano: è il primo cammino solidale in Europa, quello nelle Terre Mutate. Un percorso che nell'azione del camminare si propone di ricucire i lembi di terra e di quotidianità, riparando la rete di relazioni umane strappate da un'ininterrotta onda sismica, che dal 1997 ha colpito Marche, Umbria, Lazio e Abruzzo a più riprese. 14 tappe, 257 chilometri, da Fabriano all'Aquila, una straordinaria avventura a piedi raccontata in occasione della ricorrenza del 30 ottobre 2016, quando la "grande botta" devastò Norcia e Amatrice. Un podcast di Valentina Lo Surdo, regia e sound disegn Erika Manni e Pino Zingarelli, supervisione di Cristiana Castellotti.

Tre soldi - Uno spazio nella sera di Radio3 dedicato all'audiodocumentario. Percorsi sonori che raccontano la realtà di oggi e di ieri con il linguaggio della testimonianza diretta. Tre soldi è un programma a cura di Fabiana Carobolante, Daria Corrias e Giulia Nucci.

Tutte le voci dell'Orchestra - La storia e le storie dell'Orchestra Rai, una sorta di dietro le quinte che racconta voci, progetti, difficoltà, ricordi, viaggi, scontri, emozioni, ospiti importanti, colpi di fulmine inattesi, serate indimenticabili e giornate di impegno e fatica, prime esecuzioni, momenti della vita personale che si incrociano con quelli di vita artistica. Il tutto può essere convogliato attraverso l'uso di documentazione di prima mano, raccolta in interviste, incontri e registrazioni sul campo, materiali esistenti, storici o nuovi, contributi speciali.

Virgo. L'universo si fa suono - Immaginate di poter viaggiare nello spazio e nel tempo solo attraverso un segnale simile al suono, ma restando fermi, sulla terra. Per trent'anni e per tre generazioni, un gruppo di scienziati ha inseguito il sogno di captare delle speciali onde provenienti da luoghi molto remoti del cosmo, onde teorizzate da Albert Einstein oltre un secolo fa ma, che nessuno era ancora riuscito a intercettare. Grazie alla visionaria intuizione di due fisici, Adalberto Giazotto e Alain Brillet, e grazie al lavoro di un gruppo di scienziati di diversi paesi europei, l'esperimento Virgo viene costruito nelle campagne vicino a Pisa. Virgo è un interferometro, una grande macchina con due tunnel lunghi tre chilometri in grado di captare le onde gravitazionali, flebili segnali emanati da violenti eventi cosmici avvenuti a milioni e miliardi di anni luce dalla terra. Questa è la storia dell'esperimento Virgo, ma anche la storia del gruppo di scienziati che ha creduto in un sogno che sembrava impossibile. Di Raffaele Passerini. Musiche originali di Riccardo Amorese. Produttore esecutivo Fabiana Carobolante. Supervisione di Elisabetta Parisi. Realizzato con la partecipazione della equipe di Virgo e di Vincenzo Napolano per la consulenza scientifica.

Vite a Mare - Voci, suoni, interviste. La cronaca di 17 giorni a bordo della Geo Barents, la nave umanitaria di Medici senza Frontiere in acque SAR -Search and Rescue- maltesi e libiche. Il racconto in tre puntate è di Valeria Riccioni, che ha partecipato a tutte le operazioni di salvataggio dei migranti. La giornalista ripercorre ogni momento del viaggio insieme ai naufraghi e al team di MsF. Regia di Leonardo Patanè.

Dramma

Il gioco del mostro - Ottobre 1992, nelle campagne di Foligno un bambino di quattro anni sparisce nel nulla. Il suo corpo verrà ritrovato due giorni più tardi nei boschi sopra la città, seguendo le indicazioni contenute in un messaggio di sfida lasciato in una cabina. La caccia all'assassino durerà dieci mesi, ma servirà il sangue di un secondo bambino per smascherare Luigi Chiatti e fermare il gioco del mostro. Un podcast di Giulia Bianconi, Massimo Solani e Dario Tomassini, regia di Leonardo Patanè. TGR Umbria con Radio 1 e RaiPlay Sound

L'Arco di Chiara - Siamo gli speaker di Radioimmaginaria, la radio degli adolescenti. Una domenica di giugno del 2021, in un bosco dell'appennino tosco emiliano, Chiara, una ragazzina di 15 anni, viene uccisa a coltellate da un suo amico sedicenne. Alla fine di un interrogatorio estenuante, Alex sembra essere il maggiore indiziato di questo delitto. Dice di averla uccisa perché si accollava. Alex ora è in carcere in attesa di processo. La storia però è ancora piena di aspetti che devono essere approfonditi. Raccontare quello che è successo a questa nostra coetanea è doveroso. Poteva accadere a chiunque di noi. Scritto da Lorenzo Liberatore, Marco Regazzi, Noemi Sassatelli, musiche di Daniele Bengi Benati, prodotto da Radioimmaginaria. Post Produzione Simone Gigante. La canzone "Sad Story" è cantata da Matil; consulenze legali di Giovanni Annunziata di Studio Legale Giovanni Annunziata, Marco Cappucci, Francesca Tranchida di Studio Legale Capucci, Giulia Maienza, Andrea Pontecorvi e Pietro Puchet di Herbert Smith Freehills. Un ringraziamento speciale va ai genitori di Chiara, Giusi e Vincenzo, Francesca Taibbi, a Martina e all'Associazione L'Arco di Chiara che ha ispirato il titolo di questo podcast.

Terapia di coppia - I litigi sono una dimensione spesso irrazionale all'interno della vita di una coppia; possono servire alla crescita personale, possono svelarci aspetti della nostra personalità, possono aiutarci a capire chi siamo e ad accettare le nostre debolezze, così come quelle di chi amiamo. Molto più sovente diventano il calvario di una relazione e con il tempo il conflitto contribuisce a distruggerla. Terapia di Coppia ci immerge dentro questi frangenti di quotidianità, anche funesta. Ogni episodio è una finestra spalancata sui passaggi più complicati di un ménage sentimentale ormai eroso dalla routine. Elemento cardine di questo affresco relazionale è l'incomprensione del punto di vista dell'altro che, se compreso e trattato con creatività ed empatia, potrebbe contribuire a trasformare un rapporto conflittuale in un processo di crescita individuale. Terapia di Coppia è come una medicina amara per fornire al pubblico strumenti pratici utile alla gestione delle emozioni distruttive che sono alla base di rapporti bloccati nel loro percorso evolutivo. Ideato, diretto e prodotto da Davide Tosco Con la collaborazione della Compagnia Quinta Tinta Voci di Simona Guandalini, Roberto Garelli,Sergio Sasso, Carmen Maimone,Matteo Barbero, Laura Mottola, Andrea Bruno, Valentina Pintau, Daniela Lusso e Stefano Gorno Con l'amichevole partecipazione di Caterina Olivetti Fonico di presa diretta Luca Mangani Musiche e sound design Luis Manghél Consulenza psicologica Cristina Testa, Alfredo Malaspina Consulenza sonora Alberto Nonis Coordinamento Simona Guandalini

Drammatico

Goldfish and Soldiers - Goldfish and Soldiers, vincitore del Prix Europa Rising Star 2020, è un audio dramma prodotto tra Italia e Regno Unito. Al centro della narrazione c'è Sara, una giovane donna italiana che vive a Londra quando il suo paese viene travolto dal covid-19. Il dolore della sua comunità arriva filtrato da un telefono, mentre aumenta il senso di alienazione vivendo in un luogo, l'Inghilterra, dove, in quei primi giorni di marzo, nessuno temeva l'avvento del virus. L'ascoltatore si immerge nella mente della protagonista esplorando i suoi sogni notturni che sempre più a fatica si distinguono dalla realtà. Il confine tra ciò che è vero e quel che è invece solo immaginato sarà sempre più sottile fino al punto in cui non avremo più bisogno di chiederci in quale terra straniera ci abbia trascinato questa pandemia.

I Had a Dream - Che cosa abbiamo sognato durante i momenti più bui della nostra Storia? Quali ossessioni, quali desideri sono rimasti imbrigliati nella vita onirica di intere generazioni senza mai diventare racconto? E quanti altri invece hanno visto la luce grazie a chi ha voluto narrarli e quindi condividerli? L'autrice raccoglie queste preziose testimonianze e le trasforma in una sinfonia di voci, suoni e silenzi. Ci allontaniamo lentamente dal mondo rassicurante della veglia, per immergerci nella terra del chiaro scuro per eccellenza: quello del sonno e delle sue apparizioni. Protagonista dell'opera è il manifestarsi in diversi sogni della progressiva sospensione dell'Io. Nel periodo nazista questo processo avveniva in nome dell'appartenenza al partito – prima – e al regime – poi; mentre durante la pandemia, quella stessa sospensione corrisponde al terrore di perdere la propria dimensione sociale, ma anche alla difficoltà di cedere parte della propria libertà a favore di un controllo delle istituzioni sempre più pervasivo. I due archivi onirici utilizzati, il libro Il Terzo Reich dei Sogni di Charlotte Beradt e il sito web I dream of Covid – sono una sorta di "sismografia" di due dei momenti storici più bui dei nostri tempi. Senza cedere alla tentazione di paragonarli, entrambi questi "diari notturni" riescono a raccontare le profonde angosce del genere umano senza che l'io censore della veglia ne alteri i veri significati. Autrice: Michela Mancini. Attori: Phoebe McIndoe, Steven Toner, Hailey Choi, Faizah Hakim, Eleonora Belcamino, Michela Mancini, Giulio Crispini, Lee Wilkinson, Carrie Morrison, Emily Nailor, Alexandros Georgiou, Ilona Toller.

Il compagno - di Cesare Pavese letto da Valerio Binasco

Il gioco del mostro - Ottobre 1992, nelle campagne di Foligno un bambino di quattro anni sparisce nel nulla. Il suo corpo verrà ritrovato due giorni più tardi nei boschi sopra la città, seguendo le indicazioni contenute in un messaggio di sfida lasciato in una cabina. La caccia all'assassino durerà dieci mesi, ma servirà il sangue di un secondo bambino per smascherare Luigi Chiatti e fermare il gioco del mostro. Un podcast di Giulia Bianconi, Massimo Solani e Dario Tomassini, regia di Leonardo Patanè. TGR Umbria con Radio 1 e RaiPlay Sound

Il grande Gatsby - Il grande Gatsby

Il pranzo di Babette - Il pranzo di Babette

Il soccombente - Il soccombente

L'edera - "L'edera" di Grazia Deledda letto da Elisabetta Piccolomini - "Un sentiero s'apriva, al di là di un muricciuolo a secco, a destra dello stradale polveroso e mal tenuto; ma due macchie di rovi rosseggianti di more acerbe ne chiudevano quasi completamente il varco. — Tu hai ragione, — disse a voce alta Paulu, accarezzando la testa dell'intelligente bestia. — È meglio passare di qui. Il sentiero è brutto, ma c'è meno polvere e più ombra. E lasciò andare il cavallo che passò cautamente fra le due macchie." Annesa, come l'edera, si appoggia per crescere. Annesa, come l'edera, toglie luce, e forse aria. Annesa è la figlia d'anima della famiglia Decherchi, una famiglia aristocratica che ha avuto terre e ricchezza e ora affronta una decadenza che, quando il romanzo comincia, non si sa bene da quando è iniziata. I Decherchi decadono forse da sempre. Al centro di questa storia e di una casa piena di stanze sta ziu Zua, un lontano parente dalla salute vacillante e che, si sussurra, abbia nascosta una cartella piena di titoli di credito. In un paese dove tutti parlano ma nessuno ha un segreto, Grazia Deledda racconta di come e quanto il bene e il male, il giusto e ciò che giusto non è, l'inettitudine e la capacità non siano che punti di vita.

La paura - La paura

Nel mirino: colpirne uno per educarne cento - "Nel mirino: colpirne uno per educarne cento" è un ciclo di Francesco Neri dedicato alle drammatiche storie di due vittime del terrorismo durante gli anni di piombo della storia italiana. Walter Tobagi, giornalista del Corriere della Sera, ed Ezio Tarantelli, economista e docente universitario a La Sapienza, furono uccisi dalle Brigate Rosse. Il primo nel 1980. Il secondo nel 1985

Santa subito - "Santa subito" di Alessandro Piva | Santa Subito è la storia di Santa Scorese, giovane attivista cattolica barese che per anni ha subito le attenzioni morbose di uno sconosciuto. Una storia di persecuzione molti anni prima che esistesse il reato di stalking. Il racconto si sofferma sugli avvenimenti che hanno portato al tragico epilogo della vicenda, ma anche sulla forza dei suoi familiari nell'andare avanti, costretti a convivere con il dolore di una lacerazione tragica e assurda. Alessandro Piva, regista del docufilm vincitore della 14esima edizione della Festa del Cinema di Roma, dichiara: "Tra femminicidio e martirio, Santa Subito racconta la storia di un destino annunciato. Paradigma di troppe altre storie dallo stesso finale: il mio piccolo, personale appello affinché le donne siano lasciate meno sole, quando si ritrovano in balia di una psicosi travestita da amore". Le letture del diario di Santa sono di Federica Torchetti.

Sopravvivere alla Shoah - Sopravvivere alla Shoah. Un podcast di Rai Radio 3 realizzato in occasione del giorno della memoria. Voci forti, parole dure che non possono lasciare indifferenti. Dodici testimonianze di uomini e donne che, "colpevoli" di essere ebrei, hanno vissuto una delle pagine più oscure della storia dell'umanità.

Trauma_mappe del mutamento - "Trauma_mappe del mutamento" di Isabella Bordoni - Pensato durante il primo lockdown e realizzato tra la primavera 2021 e l'inverno 2022, trauma_mappe del mutamento incontra persone, storie e porzioni di paesaggio italiano muovendosi tra geografie reali e interiori; nel chiedersi che cosa produce un trauma entra negli spazi di un archetipo, nelle sue cause e nelle sue conseguenze. Nel riconoscere al dolore una forza generativa, si pone in ascolto di cosa muove l'individuo da uno stato di crisi a un progetto di vita nuovo; osserva come l'attraversamento di un trauma - un lutto, una perdita, un radicale cambio di prospettiva - richieda spesso la scelta di un paesaggio dove collocare una vita altra e possibile. Nel riconoscere il paesaggio e l'ambiente naturale come soggetti di relazione, trauma_mappe del mutamento racconta quattro esperienze diverse accomunate dalla necessità di spostare le coordinate della propria esistenza e che, nel farlo, trovano nelle pratiche di cura – nel manufare, nella terra, nella cultura, nell'arte – espressione di accoglienza reciproca, sia come dimensione personale sia come prospettiva politica. Ciascuna esperienza intercetta, a proprio modo, le condizioni di un patto di riconciliazione con la vita e con la morte in cui il luogo si fa òikos, casa e etica, spazio domestico e pratica libertaria.

Economia e finanza

Astropolitica - Un racconto avvincente tra politica internazionale e corsa allo spazio, dalla guerra fredda ai giorni nostri. La nuova corsa allo spazio rappresenta una gigantesca occasione per l'umanità di avanzare nella ricerca scientifica. Le rivalità nel settore non sono solo appannaggio della (fu) Guerra Fredda. Oggi più che mai controllare ciò che avviene nei cieli significa avere il primato su questioni strategiche a partire dal controllo dei satelliti, attraverso i quali confluiscono i dati e le informazioni che costituiscono l'impalcatura economica del mondo. Dalle comunicazioni all'intelligence, dal posizionamento con i sistemi di Gps, alle operazioni militari. Un podcast di Eva Giovannini. Sound Designer Simone Colaiacomo.

Blister - Le pillole di approfondimento giornalistico realizzate come un racconto: documentari radiofonici immersivi per affrontare ogni tipo di argomento per capire meglio il mondo in cui viviamo, spaziando in tutti i campi, dalla scienza alla cronaca, dagli esteri all'economia, dalla cultura allo sport. La voce narrante si intreccia con gli interventi degli ospiti, con le musiche, con i sonori, per creare un vero e proprio viaggio di conoscenza. Ideato e curato da Camilla Francisci, è realizzato dalla Redazione Social e Podcast di Radio1.

ConverseRai - Un podcast per capire il mondo che cambia, la transizione ecologica e quella digitale che stiamo vivendo. Esperte ed esperti nei settori più diversi – dalla cyber-sicurezza alla space economy, dall'economia sostenibile alle fake news, dagli open data alla robotica - raccontano la loro passione, quella per la quale lavorano da anni e che porta dentro di sé i valori nei quali credono. Ogni puntata di ConverseRai è un modo per alimentare la conversazione e la curiosità, una delle molle principali per acquisire conoscenza. Una produzione Rai per il Sociale per l'inclusione Digitale in collaborazione con RaiPlay Sound.

Il mondo nuovo - Il nuovo programma di Radio 1 che affronta i temi di attualità, dalla salute alla psicanalisi, dalla cultura all'ambiente, dai giovani ai social. A Vanessa Giovagnoli si affiancano 5 coconduttori, 5 esperti che si alternano dal lunedì al venerdì: Giovanna Zucconi, Massimo Recalcati, Antonella Viola, Stefano Mancuso e Carlotta Vagnoli

Le opere dell'uomo - Ci sono opere collettive che restano nei secoli a testimonianza di una civiltà. Opere che possono unire, come una piazza e un tempio, ma anche dividere, come un muro. Opere dal forte valore simbolico, come una statua, ma anche gigantesche imprese organizzative ed economiche, capaci di mobilitare migliaia di persone. Prendendo spunto dalla storia della realizzazione di queste opere, 9 studiosi d'eccezione, autorevoli per rigore scientifico e brillanti per efficacia comunicativa, ricostruiranno l'origine di un'idea, il suo farsi concreto, la continuità – o le trasformazioni – della memoria. In ogni lezione si proverà a comprendere ciò che tiene insieme storia, potere, denaro, cultura e consenso. I podcast sono il frutto delle registrazioni delle lezioni di storia tenute nella sala Petrassi dell'Auditorium Parco della Musica di Roma, nel 2019-2020 e al Teatro Petruzzelli di Bari nel 2021. Le introduzioni dello scrittore Paolo di Paolo, ormai veterano delle lezioni di storia di Roma, regalano di volta in volta spunti che vanno dall'attualità alla letteratura.

Non solo economisti - Le vite di Otto-Albert Hirschmann, Giorgio Fuà, Giacomo Becattini, Amartya Cumar Sen, raccontate da Luigino Bruni

Quadrare i conti - La pandemia, la guerra in Ucraina, l'inflazione. Mai come adesso gli italiani sono alle prese con i problemi di budget e hanno dunque bisogno di avere il maggior numero di consigli utili per far quadrare i conti a fine mese. Dagli investimenti alle assicurazioni, dalle valute allo spread, dal risparmio sulle bollette fino ai mutui e al rapporto con le banche quando si apre un conto corrente. Quadrare i conti, Manuale di economia per le famiglie è un podcast che offre informazioni e consigli utili in tema di economia alle famiglie; venti puntate per spiegare che l'economia è un argomento più agevole di quanto possa apparire e, soprattutto, si può imparare, seguendo bene i consigli di Monica Setta, anche a far fortuna risparmiando. Quadrare i conti è un podcast originale, ideato e condotto da Monica Setta, regia di Natalia Sangiorgi

Smart Life - Con la trasformazione digitale, quali sono i lavori del futuro? Quali sono i lavori che spariranno, quelli che sopravviveranno o che si dovranno ibridare con il digitale? E quali sono le competenze necessarie per prepararsi a questa trasformazione? Esperti accreditati ci spiegano come stanno cambiando i diversi settori dell'economia e i diversi mestieri, dandoci nuove prospettive e nuove chiavi di lettura. Smart Life è un programma curato da Emanuela Pesando. Una produzione Rai per il Sociale per l'inclusione Digitale in collaborazione con RaiPlay Sound.

Educational

Angelo chi legge - Accolgono gli ospiti, accompagnano gli autori e vegliano sui dialoghi: sono gli angeli di pordenonelegge, hanno vent'anni e vivono immersi nel festival dei libri. Abbiamo chiesto loro di raccontare un libro in pochi minuti nel modo più efficace, usando il loro linguaggio e trasmettendo anche i loro sentimenti. Un libro da consigliare, una lettura che li ha emozionati rivolgendosi principalmente ai loro coetanei, Un progetto pordenonelegge realizzato in collaborazione con la Sede Rai FVG. A cura di Mario Mirasola e Riccardo Cicconetti.

BIGnomi - Pillole di Storia e Letteratura raccontate in modo chiaro, semplice e "scolastico" da molti personaggi dello spettacolo. Ideazione e realizzazione di Giovanni Benincasa.

Dante Istoriato. A riveder le stelle - Le audiodescrizioni dedicate all'Ipervisione della Galleria degli Uffizi sui disegni della Divina Commedia di Federico Zuccari. Il progetto "Dante Istoriato. A riveder le stelle" è l'omaggio che le Gallerie degli Uffizi dedicano al Sommo Poeta, nell'anniversario dei 700 anni dalla morte, pubblicando sul sito ufficiale le tre cantiche della Divina Commedia istoriate da Federico Zuccari. Al fine di ampliare le opportunità di fruizione della mostra virtuale, Rai Pubblica Utilità ha collaborato con Gallerie degli Uffizi per rendere completamente accessibile l'esposizione digitale, realizzando le audiodescrizioni di ciascuna delle 92 tavole che compongono il percorso virtuale della mostra (di cui 88 immagini, 3 introduzioni - una per Cantica - e 1 frontespizio). La voce di Federico Pacifici e i testi di Luca Della Bianca accompagnano le illustrazioni di Federico Zuccari, consentendo anche alle persone con disabilità visive di apprezzarle nei poetici dettagli.

Il colore lilla - "Il colore lilla" dal progetto fotografico Body and soul di Stefano Scherma - Anoressia, bulimia, binge eating disorder, bigoressia, ortoressia, pica, ruminazione, sono le principali definizioni delle malattie da disturbo del comportamento alimentare, i DCA, che secondo i dati del 2018 del Ministero della salute in Italia colpiscono circa 3,5 milioni di persone ogni anno e che sono, con 4000 casi, la seconda causa di morte, dopo gli incidenti stradali, tra i giovani. Il 15 marzo è stata istituita la Giornata nazionale del Fiocchetto Lilla per ricordare queste malattie. "Body and soul" è un progetto fotografico iniziato nel 2019 sulle malattie del comportamento alimentare maschile che, entrando nella quotidianità dei protagonisti, punta a mostrare come la malattia non sia né una questione esclusivamente femminile, come veicolato dall'immaginario collettivo, né una questione estetica legata al peso corporeo. È una malattia generata da sofferenze profonde che portano a sfogare sul corpo il dolore nascosto. Questo progetto ha permesso a Stefano Scherma, l'autore delle foto, di incontrare Riccardo, Stefano, Nicholas, Sebastiano, Marco, Babara e Mattia, protagonisti di questo documentario.

Il giro del mondo in Wiki - Con la serie Il giro del mondo in Wiki, 25 puntate in onda nel mese di agosto, Wikiradio si fa enciclopedia viaggiante. Sotto la guida esperta di Patrizia Giancotti, Gian Luca Favetto, Adriana Polveroni, Roberto Silvestri e Valerio Corzani andremo in capo al mondo per raccontare i luoghi attraverso lo sguardo insolito, critico, a volte eccentrico, di esploratrici, scrittori, artisti, documentaristi e musicisti. Tutti i lunedì saremo in viaggio con le esploratrici, i martedì con gli scrittori, i mercoledì con gli artisti, i giovedì con i documentaristi e i venerdì con i musicisti. Il giro del mondo in Wiki è un programma di Loredana Rotundo, con Marcello Anselmo, Natascia Cerqueti e Maddalena Gnisci

Le avventure di Whisky il ragnetto - Whisky è un ragnetto molto furbo a cui piace vivere avventure e scoprire il mondo intorno a sé. Va a spasso su e giù per la montagna, ma a volte accadono imprevisti e curiosi incontri. Riuscirà Whisky il ragnetto a tornare al sicuro tra le braccia della sua mamma? Un programma di e con Lorenzo Tozzi, a cura di Natalia Sangiorgi

Le opere dell'uomo - Ci sono opere collettive che restano nei secoli a testimonianza di una civiltà. Opere che possono unire, come una piazza e un tempio, ma anche dividere, come un muro. Opere dal forte valore simbolico, come una statua, ma anche gigantesche imprese organizzative ed economiche, capaci di mobilitare migliaia di persone. Prendendo spunto dalla storia della realizzazione di queste opere, 9 studiosi d'eccezione, autorevoli per rigore scientifico e brillanti per efficacia comunicativa, ricostruiranno l'origine di un'idea, il suo farsi concreto, la continuità – o le trasformazioni – della memoria. In ogni lezione si proverà a comprendere ciò che tiene insieme storia, potere, denaro, cultura e consenso. I podcast sono il frutto delle registrazioni delle lezioni di storia tenute nella sala Petrassi dell'Auditorium Parco della Musica di Roma, nel 2019-2020 e al Teatro Petruzzelli di Bari nel 2021. Le introduzioni dello scrittore Paolo di Paolo, ormai veterano delle lezioni di storia di Roma, regalano di volta in volta spunti che vanno dall'attualità alla letteratura.

Mini Cuccioli a scuola - Audiodescrizione del Cartone animato "Mini Cuccioli a scuola". I Mini Cuccioli vivono le loro prime esperienze a scuola, dove il gioco è lo strumento per apprendere e imparare a conoscere sé stessi e il mondo circostante. La conoscenza avviene attraverso l'esperienza del fare: recitando, imparando e suonare in gruppo, visitando città e musei, giocando con la matematica, e così via. Questo luogo è anche l'occasione per incontrare nuovi compagni: Ciccio il riccio, Gelsomina la lontra, Cocò la volpe, Nicola il picchio, Cangiante il camaleonte e Federico il lombrico. E ad accogliere gli alunni ci sono inoltre dei simpatici insegnanti: Laura la lince, Giovanni il gufo, Sebastiano il fenicottero, Celeste la cicogna ed Ester la tartaruga, la Direttrice della scuola. E anche in questa nuova avventura i Mini Cuccioli sono in compagnia dell'Albero Matusalemme, sempre disponibile ad aiutarli a trovare soluzioni ai loro problemi. Regia: Sergio Manfio

Museo nazionale - In Italia non esiste un Museo Nazionale. La nostra storia - e la nostra arte - è policentrica: ogni regione ha un museo importante, ogni museo un'opera memorabile. Questa situazione particolare è il prodotto della nostra storia e forse anche dei suoi limiti. Sicuramente è un pregio del nostro territorio, una qualità diffusa da ricordare e valorizzare. Per esempio con un progetto che solo grazie alla radio si può realizzare. Costituire un Museo Nazionale nel quale trovino collocazione, nel mondo virtuale e narrativo della radio, centocinquanta opere d'arte capaci di raccontare la storia d'Italia. Come ogni museo che si rispetti c'è uno staff dedicato: lo scrittore Luca Scarlini funge da direttore, e poi ci sono i curatori della collezione e i "prestatori" delle opere scelte, l'allestitore delle sale, il designer sonoro e così via. Centocinquanta storici dell'arte propongono le opere che a loro libero giudizio devono far parte di un Museo Nazionale, rispettando un solo vincolo: le opere scelte appartengono a collezioni permanenti di musei pubblici italiani. Ogni puntata è dedicata a un'opera della collezione. Oltre alle opere d'arte è possibile ascoltare visite guidate personalizzate, incontrare gli storici dell'arte, ascoltare i loro racconti e trovare informazioni, bibliografie e percorsi museali italiani. Un gioco radiofonico sulle opere e i luoghi dell'arte italiana per coniugare curiosità e passione con l'impegno a conoscere e difendere il grande patrimonio museale del nostro paese.

Superquark più - Il programma pensato per un pubblico sempre più digitale, vede Piero Angela nelle vesti di "padrone di casa" per guidare gli spettatori nella scoperta del tema di ogni puntata. Ad accompagnarlo, i servizi degli autori di Superquark, le interviste agli esperti e gli interventi di cinque giovani ricercatori-divulgatori.

Educazione civica

#Anch'io - In occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne la redazione di Tre Soldi ha provato a fare il punto sulla situazione chiedendo via e-mail ad amiche e conoscenti di raccontare un episodio di molestia o abuso. Le risposte sono state superiori alle aspettative e il passaparola ha portato nei nostri studi storie di donne che hanno colto l'occasione per condividere la loro esperienza con gli ascoltatori. A partire dal #Metoo internazionale che ha aiutato ad acquisire consapevolezza e denunciare abusi, #Anch'io fa emergere un vissuto condiviso dalla maggior parte delle donne raccontandoci che nessuna condizione sociale, nessun luogo, nessun professione e nessuna età mettono al riparo da qualche genere di violenza.

Cara Repubblica - L’Arma: dal 1946 a oggi - Una serie di podcast, in collaborazione tra RaiRadio e Carabinieri, con la voce di Gegè Telesforo, racconta gli anni della Repubblica italiana attraverso la storia dell'Arma, che si intreccia con quella del paese: dal referendum costituzionale del 1946, che dà vita alla nuova forma dello Stato e sancisce per i carabinieri la cesura netta con la monarchia, con cui l'istituzione era nata, ai giorni nostri. Un viaggio lungo 76 anni, che ricostruisce e celebra anche il percorso del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, nelle sue battaglie principali contro Cosa Nostra e il terrorismo.

Health me! La sanità a portata di mano - Spesso la sanità è un labirinto. Conoscere i percorsi di cura di cui abbiamo diritto e capire come usare i servizi sanitari sul territorio ci aiuta a non perdere tempo quando abbiamo un problema di salute, a evitare esami e visite inutili e a risparmiare soldi. Ma soprattutto sapere quali sono i nostri diritti sanitari è il primo passo per farli valere e difenderli. Da come si prenota una prestazione specialistica a cosa fare in caso di liste di attesa troppo lunghe, dai modi per accedere gratuitamente agli screening oncologici ai servizi che si trovano all'interno di un consultorio familiare, da che cos'è il fascicolo sanitario elettronico a come si previene la fertilità, come funzionano i centri per i disturbi alimentari e quelli per le infezioni trasmesse per via sessuale e come si ottengono l'assistenza a domicilio per gli anziani non autosufficienti e le cure palliative per adulti e bambini. Una guida pratica, che tiene conto delle diverse organizzazioni regionali, per orientarsi nel panorama sanitario italiano tra criticità, opportunità e nuovi scenari evolutivi. Un podcast ideato e curato da Chiara Daina

Le opere dell'uomo - Ci sono opere collettive che restano nei secoli a testimonianza di una civiltà. Opere che possono unire, come una piazza e un tempio, ma anche dividere, come un muro. Opere dal forte valore simbolico, come una statua, ma anche gigantesche imprese organizzative ed economiche, capaci di mobilitare migliaia di persone. Prendendo spunto dalla storia della realizzazione di queste opere, 9 studiosi d'eccezione, autorevoli per rigore scientifico e brillanti per efficacia comunicativa, ricostruiranno l'origine di un'idea, il suo farsi concreto, la continuità – o le trasformazioni – della memoria. In ogni lezione si proverà a comprendere ciò che tiene insieme storia, potere, denaro, cultura e consenso. I podcast sono il frutto delle registrazioni delle lezioni di storia tenute nella sala Petrassi dell'Auditorium Parco della Musica di Roma, nel 2019-2020 e al Teatro Petruzzelli di Bari nel 2021. Le introduzioni dello scrittore Paolo di Paolo, ormai veterano delle lezioni di storia di Roma, regalano di volta in volta spunti che vanno dall'attualità alla letteratura.

Le vite degli altri - Mettersi nei panni di chi è sopravvissuto ad una strage, di una professoressa transgender, di una donna ucraina da anni in Italia per assistere gli anziani, di una persona che ha conosciuto la depressione, del fratello di un ragazzo con sindrome di Down. Fondazione Empatia Milano, che promuove e diffonde l'empatia attraverso attività culturali, propone l'ascolto di dieci storie 'scritte a voce'. Per entrare in punta di piedi nelle vite degli altri. "Le vite degli altri" è un audiodocumentario con storie a cura di Fondazione Empatia Milano, montaggio di Massimo D'Anolfi e Martina Parenti, musiche di Massimo Mariani, grafica a cura di Elisa Vendramin.

Xenos - Nell'antica Grecia, ai tempi di Omero, Xenos significava straniero, ospite, amico, era il viandante al quale si mostrava rispetto e ospitalità. Cosa rimane, oggi, di questo senso di alterità, del reale desiderio di conoscenza di altre culture? Dove si è perso il linguaggio dell'accoglienza per far posto invece alla paura, trasformando spesso un bene prezioso in un nemico? Il podcast Xenos recupera lo spirito costruttivo dell'accezione originaria del termine attraverso le voci di molti stranieri, arrivati in Italia per cercare un approdo lontano da guerre, povertà, persecuzioni. Straniera è anche la persona straordinaria ma invisibile perché dotata di differenti abilità. Migranti e disabili, a loro è offerto spazio e tempo per rompere le proprie solitudini e presentarsi rivelando talenti, aspirazioni. Per abbattere i pregiudizi e crescere nella reciprocità. Xenos è un podcast scritto e realizzato da Sandra Salvato e Antonella Palermo con la collaborazione tecnica di Emanuele Donnini. Musiche originali di Riccardo Brizzi e Michele Mingrone, con effetti e supervisione di Sergio Nachira. Hanno contribuito: Trio GoInBa, Stefano Indino, Ady Cohen, Franco Baggiani, Filomeno Lopes. La copertina è dell'artista Riccardo Brizzi. Il programma è presentato da Federcasse.

Epica/o

Cento giorni con Dante - Grandi interpreti per la Divina Commedia - Un podcast al giorno sul sito di Rai Radio3. Dalle registrazioni del Teatro Nazionale di Genova le voci storiche del teatro italiano leggono la Divina Commedia. Cento giorni insieme alla Divina Commedia e agli attori che hanno fatto la storia del teatro italiano. Il 25 marzo 2021 prende il via il progetto promosso da Rai Radio 3 e dal Teatro Nazionale di Genova in occasione delle celebrazioni dantesche. Sotto la direzione di Davide Livermore sono state recuperate dagli archivi del Teatro le registrazioni delle letture teatrali effettuate a Genova tra il 1984 e il 1986 nel corso di un'iniziativa che per la prima volta proponeva in teatro la lettura integrale della Divina Commedia, affidando i singoli canti ad attori come Arnoldo Foà, Aroldo Tieri, Eros Pagni, Ferruccio De Ceresa, Ugo Maria Morosi, Roberto Herlitzka, Gabriele Lavia, Mariano Rigillo, Massimo De Francovich, Giuseppe Pambieri, Tino Carraro, Paolo Poli, Giulio Bosetti e molti altri. Nato da un'idea di Carlo Repetti, che in quegli anni aveva già un ruolo di rilievo tra i collaboratori del grande direttore Ivo Chiesa, il progetto inaugurò la pratica dei reading teatrali ed ebbe un eccezionale successo di pubblico. A partire dal 25 marzoRai Radio 3 pubblicherà sul suo sito, giorno per giorno, i singoli canti sotto forma di podcast, proponendone inoltre degli estratti nel corso delle trasmissioni. Cento giorni con Dante è una straordinaria occasione per gli ascoltatori: fare, insieme, un viaggio nell'opera dantesca e nel teatro italiano, attraverso le voci di attori che hanno lasciato un segno indelebile sulla scena italiana.

Erotico

Il diavolo in corpo - Il diavolo in corpo

Lolita - Lolita

Europa

Fuga dall’inferno. Ucraina ventiventidue - Allo scoppio del conflitto in Ucraina, il 24 febbraio del 2022, una quarantina di italiani sono rimasti bloccati, nella regione di Kherson, occupata fin da subito dall'esercito russo. Per diverse settimane hanno vissuto sulla loro pelle una guerra a un passo dall'Europa. Sono stati costretti a rifugiarsi negli scantinati, sotto i bombardamenti. "Fuga dall'inferno. Ucraina ventiventidue" racconta le loro storie, le paure, e i pericoli affrontati da queste famiglie per uscire dall'Ucraina e tornare in Italia, attraversando sotto le bombe la linea del fronte e la terra di nessuno. Mentre sul campo raccontavamo il conflitto in corso, li abbiamo seguiti e alcune volte anche aiutati, a lasciarsi alle spalle la distruzione di quei territori. Ma una volta tornati a casa dimenticare certe scene, per loro, è stato impossibile.

Eventi e manifestazioni

Lezioni materane - Il contributo di Radio3 a Matera capitale europea della cultura 2019 non sarà solo "Materadio. La festa di Radio3 a Matera" ma anche un ciclo di incontri con alcuni tra i maggiori esponenti della cultura italiana. Un ciclo dal titolo "Lezioni materane", che non è solo un omaggio a Italo Calvino, ma è l'indicazione di un modello che mira alla comprensione di alcune delle parole chiave del nostro tempo. E lo fa a partire da un tema generale che, in maniera più o meno diretta, formerà l'oggetto di ciascuna lezione. Questo tema è "I Sud": da Matera, prima città meridionale a ricevere la designazione a capitale europea della cultura, guarderemo ai Sud di tutto il mondo, per capirne le potenzialità e le complessità, la loro forza mitica e la vitalità culturale, la fragilità economica e le contraddizioni sociali. Da questo punto di vista, più che un esempio, Matera rappresenta una suggestiva metafora che l'ha portata dall'isolamento della vergogna alla rinascita di una nuova identità.

Pezzi da 90 - C'è sempre più spazio a Pezzi da 90. S'inforcano le bici e corrono le puntate ancora calde. Fanno cantare i Pezzi da 90, e fanno sorridere e fanno piacere le vecchie storie raccontate. Scrivi un libro, fai un film, azzecchi una canzone, vinci un mondiale, perdi un Sanremo? E finisci a Pezzi. Pezzi da 90 è un programma che racconta di artisti, di scienziati, di persone, di storielle e di storiacce. E così piace a tutti. Semplice!

Questioni di Stilo - I personaggi del mondo della cultura, della moda e dello spettacolo si raccontano al microfono di Sabina Stilo

Road to Eurovision - Dal 10 al 14 maggio 2022 Torino sarà il centro del mondo ospitando la 66ª edizione dell'Eurovision Song Contest, il più seguito concorso canoro del pianeta! Per prepararci a questo incredibile evento Rai Radio2 rilascia questo tonico podcast: con le schede di tutti i paesi in gara e un'intervista esclusiva a Mahmood e Blanco, il duo che rappresenterà l'Italia. Road to Eurovision by Rai Radio2 di Filippo Solibello e Marco Ardemagni, regia di Enrica Zoleo, a cura di Giulia Laura Ferrari, coordinamento di Annalisa Vacca. Una produzione Original Rai Radio2 per RaiPlay Sound.

Fantascienza

Krud dal pianeta Cott - Krud, l'alieno pasticcione che vuole invadere la Terra è tornato ma c'è una terribile novità: è diventato buono! Con Armando Traverso e Andrea Calabretta, regia di Isabella Carbone

Fantasy

Alice & Lewis - Audiodescrizione del cartone animato "Alice & Lewis". Ispirato all'omonimo romanzo di Lewis Carrol, la serie racconta le stravaganti avventure di Alice, sei anni, che, grazie ad una chiave magica, riesce ad aprire qualsiasi porta e ad arrivare nel Paese delle Meraviglie. Qui incontra un coniglio accattivante, Lewis, e i due diventano amici per la pelle. Alice ama giocare con Lewis e gli altri suoi amici, anche se questo significa vedersela con la capricciosa regina dai capelli rossi, con castelli di carte in bilico sulla collina, e soprattutto con le regole e le convenzioni eccentriche di questo regno parallelo. Regia: Bernard Ling

Il cardillo addolorato - Il cardillo addolorato

Il giuoco delle perle di vetro - Il giuoco delle perle di vetro

Il maestro e Margherita - Il maestro e Margherita

Il mago di Oz - Il mago di Oz

Maghi tra storia e leggenda - Le storie di Orfeo, I Re Magi, Paracelso, Merlino, raccontate da Massimo Ortelio

Mephisto - Mephisto

Fate e principesse

Fiabe dei fratelli Grimm - Per Ad alta voce Elia Shilton legge Fiabe dei fratelli Grimm tradotte da Antonio Gramsci - La vita e l'opera di Gramsci mostrano non solo la preoccupazione per le nuove generazioni possibili vittime di totalitarismi, ma pure una immaginazione per le nuove generazioni. L'interesse per le fiabe di uno dei più limpidi intellettuali italiani non è dunque strano, le fiabe, quelle dei Grimm in particolare, mostrano un altro modo di guardare e capire il mondo. Queste traduzioni sono state realizzate alla fine degli anni Venti del Novecento e, rispetto a come le abbiamo sentite raccontare, paiono più racconti che fiabe. E in questi racconti di preoccupazione e immaginazione Gramsci mostra la via di una educazione dei fanciulli e delle fanciulle che passi attraverso libertà, uguaglianza e indipendenza di pensiero. Le fiabe: Nevina (Biancaneve); Storia di uno, Giovanni Senzapaura; Mignolino + Il lupo e i 7 caprettini; Cenerentola; Cappuccetto rosso + I quattro musicanti di Brema; Il pellegrinaggio di Mignoletto + Elsa la furba; Lo scricciolo e l'orso + La figlia di Maria; I tre omini + Gente furba; Le tre filatrici + I dodici fratelli; Rosaspina + La contadinella furba; Fratellino e sorellina; Gianni e la felicità; Il re dei ranocchi + Il cane e il passero; Rumpelstilzchen + Millepelli; Giannino e Ghitina.

Fiabe e favole

Alice & Lewis - Audiodescrizione del cartone animato "Alice & Lewis". Ispirato all'omonimo romanzo di Lewis Carrol, la serie racconta le stravaganti avventure di Alice, sei anni, che, grazie ad una chiave magica, riesce ad aprire qualsiasi porta e ad arrivare nel Paese delle Meraviglie. Qui incontra un coniglio accattivante, Lewis, e i due diventano amici per la pelle. Alice ama giocare con Lewis e gli altri suoi amici, anche se questo significa vedersela con la capricciosa regina dai capelli rossi, con castelli di carte in bilico sulla collina, e soprattutto con le regole e le convenzioni eccentriche di questo regno parallelo. Regia: Bernard Ling

Alice nel paese delle meraviglie - di Lewis Carrol letto da Aldo Busi

C'era due volte il barone Lamberto - "C'era due volte il barone Lamberto" di Gianni Rodari letto Manuela Mandracchia in 10 puntate | Un barone molto vecchio (ha 93 anni) molto ricco (ha 24 banche), molto malato (ha 24 malattie) vive sull'isola di San Giulio, quasi nel mezzo del lago d'Orta, con il maggiordomo Anselmo e sei persone che hanno il compito di ripetere in continuazione il suo nome. Per questo vengono pagati 500 lire ogni "Lamberto" pronunciato in un microfono. E intanto la morte sembra allontanarsi sempre di più, per lasciare spazio a una seconda giovinezza che il barone trascorre praticando ogni tipo di attività fisica. Ma qualcuno non sembra entusiasta della curiosa trasformazione... Gianni Rodari torna nei luoghi della sua infanzia per applicare la sua grammatica della fantasia a un antico detto egiziano: "l'uomo il cui nome è detto resta in vita". A cura di Fabiana Carobolante, Jacopo de Bertoldi, Lorenzo Pavolini, Chiara Valerio Regia di Riccardo Amorese

Da Betlemme al Polo Nord e ritorno, storie del Natale - Le storie di Babbo Natale, i Magi, San Girolamo, l'asceta della parola, Benino, il pastore del sogno, raccontate da Nello Del Gatto

Favole al telefono - Favole al telefono

Fiabe dal mondo - Una raccolta di fiabe, storie e leggende tratte dal repertorio tradizionale dei diversi Paesi del Mondo.

Fiabe dei fratelli Grimm - Per Ad alta voce Elia Shilton legge Fiabe dei fratelli Grimm tradotte da Antonio Gramsci - La vita e l'opera di Gramsci mostrano non solo la preoccupazione per le nuove generazioni possibili vittime di totalitarismi, ma pure una immaginazione per le nuove generazioni. L'interesse per le fiabe di uno dei più limpidi intellettuali italiani non è dunque strano, le fiabe, quelle dei Grimm in particolare, mostrano un altro modo di guardare e capire il mondo. Queste traduzioni sono state realizzate alla fine degli anni Venti del Novecento e, rispetto a come le abbiamo sentite raccontare, paiono più racconti che fiabe. E in questi racconti di preoccupazione e immaginazione Gramsci mostra la via di una educazione dei fanciulli e delle fanciulle che passi attraverso libertà, uguaglianza e indipendenza di pensiero. Le fiabe: Nevina (Biancaneve); Storia di uno, Giovanni Senzapaura; Mignolino + Il lupo e i 7 caprettini; Cenerentola; Cappuccetto rosso + I quattro musicanti di Brema; Il pellegrinaggio di Mignoletto + Elsa la furba; Lo scricciolo e l'orso + La figlia di Maria; I tre omini + Gente furba; Le tre filatrici + I dodici fratelli; Rosaspina + La contadinella furba; Fratellino e sorellina; Gianni e la felicità; Il re dei ranocchi + Il cane e il passero; Rumpelstilzchen + Millepelli; Giannino e Ghitina.

Fiabe della Buonanotte - C'era una volta in un regno lontano lontano… così iniziano le fiabe più belle della letteratura mondiale, riscritte da Isabelle Adriani con Isabella Carbone e raccolte nel volume "Le fiabe di Isabelle". Siete pronti a viaggiare con noi alla volta di luoghi incantati, in un tempo senza tempo, dove la magia della polvere di stelle realizza i desideri?

La torta in cielo - La torta in cielo

Le avventure di Pinocchio - di Carlo Collodi letto da Paolo Poli

Le Avventure di Topolino - Radiofantasie - Sette "Radiofantasie" di Angelo Nizza e Riccardo Morbelli dedicate alle avventure di Topolino, che nascono negli anni '30 come favole radiofoniche rivolte ai più piccini e rappresentano il debutto radiofonico della celebre coppia di piemontesi che divennero poi celebri con la parodia de "I quattro Moschettieri" di Dumas. 7 preziose avventure incise negli anni '50 sui "padelloni" (dischi a incisione diretta) e restaurati per l'occasione, tutte da collezionare! CREDITS Regia di Riccardo Massucci, commenti musicali di Egidio Storaci, interpreti della Compagnia di Prosa della RAI di Torino. Progetto a cura di Emma Caggiano. Restauro e riversamento di Stefano Pogelli Immagini Copyright Disney - Per gentile concessione di The Walt Disney Company Italia S.r.l.

Le avventure di Whisky il ragnetto - Whisky è un ragnetto molto furbo a cui piace vivere avventure e scoprire il mondo intorno a sé. Va a spasso su e giù per la montagna, ma a volte accadono imprevisti e curiosi incontri. Riuscirà Whisky il ragnetto a tornare al sicuro tra le braccia della sua mamma? Un programma di e con Lorenzo Tozzi, a cura di Natalia Sangiorgi

Maghi tra storia e leggenda - Le storie di Orfeo, I Re Magi, Paracelso, Merlino, raccontate da Massimo Ortelio

Peter Pan - Nila Prisco legge Peter Pan nei giardini di Kensington di James Matthew Barrie. Ascolta l'audiolibro.

Piccolaestate - Quest'anno Piccolaestate si avvale della collaborazione di Locomoctavia Audiolibri - una compagnia teatrale e piccola casa editrice indipendente - che ha registrato per noi alcune fiabe della tradizione, a queste si affiancheranno le meravigliose storie, favole e filastrocche del nostro sconfinato archivio radiofonico. Piccolaestate, per le bambine, i bambini e i grandi a loro vicini.

Tante storie e favole di Gianni Rodari - Giovannino Perdigiorno e il paese degli uomini pianta; Il paese del nulla; Il pianeta bugiardo; Le avventure di Piertonto.

Filosofia

Alle Otto Della Sera - Nei suoi dieci anni di trasmissioni, Alle 8 Della Sera ha vinto sfide impossibili degne di un super eroe: raccontare alla radio sera dopo sera, gli ultimi quattro canti del Paradiso o il teorema di Fermat, la vita di Carlo Magno o le teorie sull'evoluzione di Darwin, il De bello Gallico di Giulio Cesare, la vita di Khomeini o quella di Karol Woitila... La regia dei cicli è stata curata da Angela Zamparelli, Giancarlo Simoncelli e Vittorio Attamamte. Post produzione per il web a cura di Angela Zamparelli, Giancarlo Simoncelli e Giovanna Romano

Come si farà? Il futuro in 20 minuti - Il podcast degli Eugenio in Via Di Gioia focalizzato sulla macro-tematica uomo e futuro, approfondita attraverso interviste ad ospiti speciali. L'obiettivo è quello di provare a fornire uno sguardo sulla società moderna e la sua evoluzione, l'antropocene e l'impatto dell'uomo sul Pianeta Terra, la quarta rivoluzione e l'inserimento delle tecnologie nella nostra quotidianità, il capitalismo e la globalizzazione, la crescita delle disuguaglianze e l'impatto che tutto ciò avrà sulle relazioni umane.

Einstein - Il filosofo della scienza Giulio Giorello racconta la vita di Einstein, le sue vicende private e quelle pubbliche, l'importanza delle sue scoperte che avrebbero sconvolto le concezioni della fisica classica e gettato le basi per una nuova impostazione delle ricerche scientifiche.

Filosofia - Maturadio - Lezioni di Filosofia in podcast. "Maturadio - Lezioni in podcast" è un progetto nato dalla collaborazione tra Ministero dell'Istruzione, Rai Radio 3 e Treccani dedicato alle studentesse e agli studenti che stanno preparando l'esame di maturità.

Il giuoco delle perle di vetro - Il giuoco delle perle di vetro

La scoperta del Bambino - La scoperta del Bambino

Le Porte dei Sogni - Che cosa avete sognato la notte scorsa? E che cosa sognerete stanotte? Secondo Maurizio Bettini in queste due domande apparentemente assurde sta il significato forse più profondo dei sogni, la loro essenza. I sogni sono evanescenti, imprevedibili, eppure se c'è qualcosa che ha suscitato nel corso dei secoli e dei millenni l'interesse degli uomini, sono proprio queste realtà impalpabili. Se ne sono occupati gli antichi, le popolazioni mesopotamiche, i greci, i romani. Di sogni ci si continua a occupare anche oggi. Maurizio Bettini ci guida lungo un percorso di 20 puntate dedicate a sogni, incubi, fantasmi e allucinazioni nel mondo antico, nel mondo moderno, nella letteratura. Dove risiedono i sogni? Da dove vengono? Se non sono un'esperienza solo interiore, come sosteneva Eraclito, chi li invia? Secondo quanto fa dire Omero alla saggia Penelope nell'Odissea, i sogni escono da due porte, di corno o di avorio: quelli che vengono dalle porte di corno sono veritieri, quelli che escono dalle porte di avorio sono ingannatori. Già, ma come si fa a sapere da quale porta sono usciti? A cura di Angela Zamparelli Regia di Laura Zanacchi

Scritto letto detto - Giovanni Paolo Fontana incontra e intervista scrittori, giornalisti e testimoni che, attraverso i loro racconti, abbiano indagato il passato, con uno sguardo attento al nostro contemporaneo.

Sex and the Polis - Contrariamente a quel che spesso si dice l'amore non è un sentimento al di fuori della storia, così come non è fuori della storia il modo di intendere e vivere la sessualità. Anche i sentimenti e i desideri vengono influenzati dalla mentalità, dalle istituzioni sociali e giuridiche, dalla cultura nella quale vive chi li prova. Per capire l'eros dei greci e dei romani, dunque, è necessario contestualizzarlo collocandolo nella mentalità e nelle istituzioni dell'epoca, e questo è quello che si propongono di fare queste conversazioni con la Prof.ssa Eva Cantarella. Il discorso sull'eros nel mondo antico viene organizzato all'interno di un esame della condizione giuridica e sociale delle persone (libere o schiave), dell'organizzazione familiare, del rapporto uomo-donna, e dell'etica sessuale nel mondo greco e romano. Per offrire un panorama quanto più possibile completo vengono letti e commentati miti greci e leggende romane, opere di poeti, di letterati e di storici; viene descritta l'organizzazione dell'oikos greco e della famiglia romana; si parla della condizione servile e di quella femminile; si discutono le regole giuridiche e sociali volte a regolamentare i comportamenti sessuali (ovviamente diverse a seconda che si rivolgessero agli uomini o alle donne); e infine vengono descritti i tratti fondamentali dell'etica sessuale in materia di rapporti tra persone dello stesso sesso e le trasformazioni operate in questo campo dalla predicazione cristiana. Regia di Giancarlo Simoncelli

Socrate - Socrate, l'uomo messo a morte per le sue idee da un tribunale della democratica Atene; l'uomo il cui insegnamento si salvò grazie ai discepoli; colui che smascherò con il dialogo instancabile il conformismo del consenso

Tra animali e dei - "Tra animali e dei" di Gioia Lussana e Antonio Rigopoulos - Due insigni studiosi ci raccontano storia e storie di divinità tra il divino e il mondo animale: Siva e Shakti, Ganesha, dio elefante, e Hanuman, dio scimmia, figure divine collegate tra loro ed entrate nel nostro immaginario anche grazie a letteratura e musica d'oriente e occidente, senza che molti di noi ne conoscano effettivamente l'origine, la 'vita', i miti e i culti popolari. Gioia Lussana è una ricercatrice sul campo, laureata con Raniero Gnoli e dottore di ricerca con Raffele Torella, autrice di diversi libri e articoli tra cui La dea che scorre; Lo Yoga della bellezza. Antonio Rigopoulos è professore ordinario di Indologia all'Università Ca' Foscari di Venezia.

Vite da Logico - Un lungo e colloquiale racconto sulla Logica attraverso le vite dei suoi principali protagonisti, dai greci ai nostri giorni, da Parmenide ad Alan Turing Di questi protagonisti, Piergiorgio Odifreddi racconta gli aneddoti, le idee, le scoperte e i teoremi rendendo facile e divertente una materia come quella della Logica, generalmente considerata noiosa e di difficile comprensione Regia Vittorio Attamante

Fisica

Fisica - Maturadio - Lezioni di Fisica in podcast. "Maturadio - Lezioni in podcast" è un progetto nato dalla collaborazione tra Ministero dell'Istruzione, Rai Radio 3 e Treccani dedicato alle studentesse e agli studenti che stanno preparando l'esame di maturità.

Storie della Scienza - Programma condotto dal filosofo della scienza Telmo Pievani, con la partecipazione della giornalista scientifica Silvia Bencivelli, che approfondisce come e perché la scienza sia diventata così centrale nel mondo di oggi. Le puntate raccontano la storia e l'evoluzione del pensiero scientifico, con le scoperte, le intuizioni, gli esperimenti, le invenzioni, l'applicazione del metodo scientifico.

Formula 1

Domenica Sport - Contenitore di informazione sportiva con la collaborazione di esperti del settore per commentare le giornate dei campionati di tutte le serie. All'interno: Tutto il calcio minuto per minuto.

Sabato Sport - Contenitore di informazione sportiva con la collaborazione di esperti del settore per commentare le giornate dei campionati di tutte le serie. All'interno: Tutto il calcio minuto per minuto.

Fotografia

Sguardi Uniti d'America - Quattro fotografi che hanno raccontato l'America del '900 - Le vite di William Eugene Smith, Robert Louis Frank, Vivian Maier, William Eggleston, raccontate da Valerio Corzani

Un giorno dopo l'altro. Mario Dondero a memoria - "Un giorno dopo l'altro. Mario Dondero a memoria" di Angelo Ferracuti - Le tre puntate di "Un giorno dopo l'altro" sono fatte di piccoli frammenti narrativi e di vita di Mario Dondero, uno dei più grandi fotografi europei del '900, grande viaggiatore, soprattutto in Europa e in Africa, dove ha documentato tutte le guerre di liberazione dei popoli. Scritte da Angelo Ferracuti, che è stato suo discepolo, ha lavorato con lui a molti reportage sul campo soprattutto per "Diario" e "il Manifesto", e gli ha dedicato la biografia narrativa "Non ci resta che l'amore" (Il Saggiatore, 2021), queste piccole narrazioni radiofoniche sono inframmezzate dalla voce del fotografo milanese, più volte intervistato da Radio3. Precedute dalla voce malinconica di Luigi Tenco, sono alcuni momenti e situazioni che anticipano alcuni celebri scatti dell'artista scomparso a Petritoli nel 2015, dagli anni giovanili del Bar Jamaica a Brera vissuti insieme ai suoi compagni di avventura e di vita Luciano Bianciardi e Ugo Mulas, al Maggio francese sulle barricate, la foto rubata al processo all'eroe della resistenza greca Alekos Panagulis, condannato a morte, quella memorabile del Noveau roman con Samuel Beckett, Claude Simon, Nathalie Sarraute, Claude Mauriac, Claude Ollier, Robert Pinget e Alain Robbe-Grillet, il documentario girato a Reggio Emilia negli anni '60 nella terra dei comunisti, fino al crollo del muro di Berlino. Tutte storie della Storia di uno dei testimoni più originali della cultura italiana del secondo '900, una vera leggenda del fotogiornalismo, quello che un altro scrittore, Francesco Biamonti descrisse così: "Si è messo in testa di avere un forte, definitivo appuntamento con l'angelo della storia, e corre qua e là a cercarlo, tra macchine fotografiche logore, consumate, appese alla spalla. Dall'Africa salta in Siberia, e poi te lo ritrovi a Parigi, in Liguria, di ritorno da qualche altra parte".

Fumetti

Diabolik - Vampiri a Clerville - 14-15-18/2 Vampiri a Clerville (3 puntate) (Vampiri a Clerville, Operazione Nosferatu, L’ultima battaglia) Quando si trova di fronte a cadaveri dissanguati e con due buchi sul collo, la fantasia popolare si scatena. E Ginko, scettico, indaga…ignaro che la sua pista, ancora una volta, lo porterà a incontrare Diabolik. Un Diabolik assetato di vendetta. E di sangue.

Dylan Dog - L'urlo del giaguaro - Con Francesco Prando , Mino Caprio, Laura Boccanera, Renato Mori, Massimiliano Manfredi.

Dylan Dog - Abyss - Con Francesco Prando , Mino Caprio, Roberta Greganti, Renato Mori, Massimo Rinaldi, Renato Cecchetto, Laura Mercatali.

Dylan Dog - Ananga - Con Francesco Prando , Mino Caprio, Laura Boccanera, Renato Mori, Massimiliano Manfredi.

Dylan Dog - Finché morte non ci separi - Con Francesco Prando, Mino Caprio, Renato Mori e Claudia Catani.

Dylan Dog - Il cervello di Killex - Con Francesco Prando, Mino Caprio, Renato Mori, Emanuela Rossi.

Dylan Dog - Il sorriso dell'oscura signora - “Il sorriso dell’oscura signora” Con Francesco Prando , Mino Caprio, Chiara Colizzi, Saverio Moriones, Renato Mori, Anna Cesareni.

Dylan Dog - Jack lo squartatore - Con Francesco Prando , Mino Caprio, Renato Mori (Bloch), Stella Musy, Laura Mercatali, Emilio Cappuccio, Dina Braschi, Renato Cortesi.

Dylan Dog - L'alba dei morti viventi - Con Francesco Prando (Dylan), Mino Caprio (Groucho), Rodolfo Bianchi,Francesca Fiorentini.

Dylan Dog - L'uccisore di streghe - Con Francesco Prando, Mino Caprio, Tiziana Avarista, Nino Prester, Fabrizio Pucci, Angiolina Quinterno, Laura Mercatali e con Pasquale Ruju (sceneggiatore del fumetto).

Dylan Dog - Necropolis - Con Francesco Prando, Laura Lenghi, Danilo De Girolamo, Paolo Buglioni, Gioacchino Maniscalco e con Paola Barbato (sceneggiatrice del fumetto).

Fumettisti dei diritti civili: quattro disegnatori afroamericani - Le vite di Zelda Mavin Jackson (Jackie Ormes ), Elmer Simms Campbell, Emory Douglas, Oliver Wendell Harrington, raccontate da Gianluca Diana

Le Avventure di Topolino - Radiofantasie - Sette "Radiofantasie" di Angelo Nizza e Riccardo Morbelli dedicate alle avventure di Topolino, che nascono negli anni '30 come favole radiofoniche rivolte ai più piccini e rappresentano il debutto radiofonico della celebre coppia di piemontesi che divennero poi celebri con la parodia de "I quattro Moschettieri" di Dumas. 7 preziose avventure incise negli anni '50 sui "padelloni" (dischi a incisione diretta) e restaurati per l'occasione, tutte da collezionare! CREDITS Regia di Riccardo Massucci, commenti musicali di Egidio Storaci, interpreti della Compagnia di Prosa della RAI di Torino. Progetto a cura di Emma Caggiano. Restauro e riversamento di Stefano Pogelli Immagini Copyright Disney - Per gentile concessione di The Walt Disney Company Italia S.r.l.

Pimpa - Audiodescrizione dei cartoni animati de "Pimpa". Pimpa, cagnolina a pallini rossi che si muove e parla come una bambina, è stata creata nel 1975 dal prestigioso artista e scrittore italiano Altan. Con le sue storie divertenti e poetiche, la Pimpa è diventata negli anni uno dei grandi beniamini dei bambini nel mondo del fumetto Regia: Altan

Tex Willer - Mefisto - I fumetti e la radio, la radio e i fumetti possono dare vita ad una felice contaminazione? "Radio2 a fumetti" nasce dall'idea che il lettore possa ascoltare la storia che sta leggendo, che può trovare in edicola, come se avesse una sorta di libretto d'opera illustrato. E l'ascoltatore, a sua volta, potrà ritrovare sulla carta, disegnate in vignette, le suggestioni sonore proposte dallo sceneggiato radiofonico. La possibilità della fruizione, volendo anche in contemporanea, dello sceneggiato e dell'albo a fumetti è il tentativo di offrire al pubblico un confronto tra due modalità espressive differenti, di verificarne il gioco dei rimandi, di raffrontare e paragonare l'ascolto alla lettura. A partire dal 2000, Radio2 ha portato avanti questo esperimento con 3 miti del fumetto: Diabolik, Dylan dog e Tex Willer. L'impasto sonoro delle voci, degli effetti e delle musiche è riuscito a rievocare le grandi avventure disegnate. Oggi il successo delle avventure a fumetti alla radio è stato decretato dalla cospicua quantità di download del podcast, che permette l'ascolto dello sceneggiato quando l'utente lo desidera, senza la costrizione di un appuntamento obbligato, proprio come la lettura di un albo, di cui si sceglie il momento ed il luogo. Oggi dunque fumetti e radio sono ancora più vicini

Tex Willer - Ombre nella notte - TEX WILLER OMBRE NELLA NOTTE Strane cose accadono, da qualche tempo, sulla Mesa de Los Pimas. Strane e terribili! Chi ha ucciso, dilaniandone orrendamente i corpi, gli indiani Pimas ritrovati nel deserto? E quale inferno ha vomitato sulla terra quelle spaventose creature coperte di peli e armate di artigli e zanne come lupi, uomini e bestie allo stesso tempo, che alcuni abitanti di Tubac hanno avuto la mala ventura di incontrare nottetempo? La gente del luogo sostiene che nulla di tutto questo accadeva prima che un solitario scienziato, Robert Stevens, prendesse dimora da quelle parti CREDITS Tex Willer Ombre nella notte Radiofumetto in 10 puntate di Armando Traverso. Tratto dal dal personaggio di Giovanni Luigi Bonelli e Aurelio Galleppini Con Francesco Pannofino (Tex), Rodolfo Bianchi (Kit Carson), Pietro Biondi, Dante Biagioni, Riccardo Rossi, Massimiliano Manfredi Regia di Armando Traverso Pubblicato da Sergio Bonelli Editore

Gangster

Fuorilegge. Quattro storie criminali - Le vite di Paul Kelly, Joe Masseria, Albert Anastasia e Joe Gallo, raccontate da Nicola Attadio

Geografia

In Antartide - Voliamo in Antartide al seguito della XXXVIII Spedizione Italiana nel continente più remoto della Terra. Insieme al giornalista di RaiNews24 Andrea Bettini entriamo nella base Mario Zucchelli sul Mare di Ross e nella base italo-francese Concordia sul Plateau Antartico. Un'avventura a decine di gradi sottozero per scoprire la vita del personale e degli scienziati che compiono studi su cambiamenti climatici, biologia marina, atmosfera, geologia, astronomia. Ricerche fondamentali perché ciò che accade in quel luogo lontano influenza tutto il pianeta. Ogni giorno un aggiornamento sulla missione direttamente dall'altro capo del mondo. Un podcast di Andrea Bettini. Direzione Artistica: Andrea Borgnino. Responsabile di produzione: Anna Maria Delogu. Sound designer: Alexandra Genzini. Esperta della materia: Claudia Salati. Si ringrazia il PNRA – Programma Nazionale di Ricerche in Antartide. Foto di Claudio Scarchilli - PNRA

Nove minuti - La notizia geopolitica della settimana con Dario Fabbri. Un podcast per comprendere ciò che capita nel mondo. Per trascendere la cronaca, per cogliere l'origine degli eventi, per intuirne l'evoluzione. Ogni settimana l'analisi profonda di una notizia internazionale, al di là delle ideologie, degli schieramenti. Dentro la complessità del pianeta, dentro i dossier decisivi. Perché nulla si esaurisce nell'attualità. Un podcast di Dario Fabbri, regia di Manuel de Lucia e Giovanna Savignano, supervisione Cristiana Castellotti.

Tracce - Storie di cammini - Per questa nuova serie abbiamo compiuto un viaggio a piedi che non ha precedenti nella storia del turismo italiano: è il primo cammino solidale in Europa, quello nelle Terre Mutate. Un percorso che nell'azione del camminare si propone di ricucire i lembi di terra e di quotidianità, riparando la rete di relazioni umane strappate da un'ininterrotta onda sismica, che dal 1997 ha colpito Marche, Umbria, Lazio e Abruzzo a più riprese. 14 tappe, 257 chilometri, da Fabriano all'Aquila, una straordinaria avventura a piedi raccontata in occasione della ricorrenza del 30 ottobre 2016, quando la "grande botta" devastò Norcia e Amatrice. Un podcast di Valentina Lo Surdo, regia e sound disegn Erika Manni e Pino Zingarelli, supervisione di Cristiana Castellotti.

Ucraina, il conflitto - di Dario Fabbri. Una serie podcast per raccontare le cause della guerra, il valore strategico della contesa, la rilevanza dell'Ucraina come terra di frontiera, le rivendicazioni della Russia, il ruolo dell'Occidente, il peso della religione.

Giallo e crime

Blu Notte - Lo scrittore Carlo Lucarelli ricostruisce con straordinaria capacità affabulatoria e con rigore documentale i principali crimini, misteri e delitti del nostro paese. I grandi misteri d'Italia, dai delitti di Alleghe alla strage di Ustica, dal ruolo di Michele Sindona agli omicidi della Uno bianca, dalla morte di Enrico Mattei alla funzione di Gladio, dalla scomparsa del giornalista Mauro de Mauro al delitto Pasolini.

Blu Notte - I Grandi Misteri - Lo scrittore Carlo Lucarelli ricostruisce con straordinaria capacità i grandi misteri d'Italia, dai delitti di Alleghe alla strage di Ustica, dal ruolo di Michele Sindona agli omicidi della Uno bianca, dalla morte di Enrico Mattei alla funzione di Gladio, dalla scomparsa del giornalista Mauro de Mauro al delitto Pasolini.

Che fine ha fatto Baby Jane? - Con taglio giornalistico, Franca Leosini indaga nell'animo umano fra ex detenuti che hanno ritrovato la libertà. Dalla reclusione all'inclusione. Cosa rappresenterà per gli ex detenuti il ritorno alla libertà dopo aver scontato la pena? Cosa significherà il loro reinserimento nella società? Che sentimenti nutriranno le persone vicine?

Ferite - Capaci - Via d'Amelio: 30 anni dopo. Una serie podcast dedicata al ricordo, trent'anni dopo, delle stragi di mafia che hanno sconvolto l'Italia nel 1992: gli attentati di Capaci e via d'Amelio. Un tranquillo sabato pomeriggio di trent'anni fa è squarciato dalla notizia che viene battuta dalle agenzie di stampa e diffusa da tutti i media: l'attentato di stampo terroristico-mafioso organizzato da Cosa Nostra toglie la vita al giudice Giovanni Falcone, a sua moglie Francesca Morvillo e a tre uomini della scorta: Vito Schifani, Rocco Di Cillo e Antonio Montinaro. L'Italia si ferma e ascolta incredula quanto viene trasmesso. A ricondurci a quei minuti e a farci riaffiorare i ricordi è la voce narrante dell'attrice Donatella Finocchiaro che si alterna a quelle di donne che hanno vissuto sulla propria pelle quegli eventi tragici, che sono state testimoni o anche semplicemente spettatrici. Ferite - Capaci: 30 anni dopo è un Podcast Originale RaiPlay Sound, prodotto da Loft Produzioni, scritto da Matteo Billi, Francesca La Mantia e Giuseppe Paternò Raddusa.

Fuorilegge. Quattro storie criminali - Le vite di Paul Kelly, Joe Masseria, Albert Anastasia e Joe Gallo, raccontate da Nicola Attadio

Gli ammutati - Morti prima che potessero parlare. Verità non dette sulle stragi di Capaci e via d'Amelio che, come un filo sottile, attraversano le storie dei protagonisti di questo podcast prodotto con materiale d'archivio, interviste e musiche originali. A cavallo tra la prima e la seconda repubblica, una serie di omicidi e strani suicidi si nascondono nelle pieghe della storia. Su molti di questi casi non c'è ancora piena luce, e anche quando arrivano le condanne degli esecutori, a mancare sono sempre i nomi dei mandanti. Il poliziotto Nino Agostino e sua moglie Ida Castelluccio, l'educatore carcerario Umberto Mormile, l'infiltrato Luigi Ilardo, il mafioso Antonino Gioè sono alcuni dei personaggi che ci accompagneranno in questa lunga e faticosa ricerca della verità. Di Michela Mancini con la regia di Christian Manfredi

Il cappello del prete - "Il cappello del prete" di Emilio De Marchi letto da Patrizia Zappa Mulas - "Il Barone Carlo Coriolano di Santafusca non credeva in Dio e meno ancora credeva nel diavolo; e, per quanto buon napoletano, nemmeno nelle streghe e nella iettatura. A vent'anni voleva farsi frate, ma imbattutosi in un dotto scienziato francese, un certo dottor Panterre, perseguitato dal governo di Napoleone III per la sua propaganda materialistica ed anarchica, colla fantasia rapida e violenta propria dei meridionali, si innamorò delle dottrine del bizzarro cospiratore, che aveva anche una testa curiosa, tutta osso, con due occhiacci di falco, insomma un terribile fascinatore." Il cappello del prete è forse il primo romanzo giallo italiano. Racconta la storia di un aristocratico in bancarotta, Carlo Coriolano di Santafusca che, per pagare un debito, deve mettere in vendita il palazzo di famiglia. Il debito è con un prete ed è ancora a un prete che chiede aiuto. A questo secondo prelato, Padre Cirillo, interessano però più i commerci terreni che quelli celesti, così che fingendo di correre in aiuto del barone di Santafuca, ordisce un piano per frodarlo. A dire il vero, nemmeno le intenzioni del barone sono limpide. Ed è in questo spazio torbido di non detto che Emilio De Marchi, alla fine degli anni Ottanta dell'Ottocento, pensa e scrive la sua indagine nella quale fondamentale è il cappello del titolo. Torna, Ad alta voce, un classico italiano che ci ricorda quanto la letteratura gialla ci sia sempre stata nel nostro paese e abbia sempre raccontato le nostre miserie e le nostre aspirazioni.

Il fondo della bottiglia - "Il fondo della bottiglia" di Georges Simenon letto da Paolo Pierobon; in 15 puntate | Accade molto di rado che Simenon segnali che i personaggi e gli eventi da lui narrati sono «puramente immaginari e privi di qualsiasi riferimento a persone viventi o defunte». Per capire come mai in questo caso ne abbia sentito il bisogno occorre tornare al 1945, quando al fratello Christian, condannato a morte in contumacia per aver coadiuvato le SS in una spedizione punitiva che aveva fatto ventisette vittime, Georges aveva consigliato di arruolarsi nella Legione straniera: un modo per scomparire, certo, e per riscattarsi – ma anche, cambiando cognome, per non compromettere lo scrittore ormai celebre con una parentela imbarazzante. «È colpa tua! Lo hai ucciso tu!» si sentì rinfacciare dalla madre allorché, ai primi di gennaio del 1948, lo stesso Georges le comunicò la morte, nel Tonchino, del figlio preferito. Nei mesi immediatamente successivi, quasi volesse espellere i propri fantasmi, Simenon scrisse due dei suoi romanzi più neri e potenti: La neve era sporca e Il fondo della bottiglia. In quest'ultimo, uno stimabile avvocato, che è riuscito, partendo dal basso, a conquistarsi un posto nella ristretta comunità dei notabili di Nogales, al confine tra gli Stati Uniti e il Messico, vede vacillare tutte le sue certezze quando gli compare davanti, evaso dal carcere in cui scontava una condanna per il tentato omicidio di un poliziotto, il fratello minore – quello debole, irresponsabile, sfortunato, eppure dotato di un inquietante potere di seduzione –, che gli chiede di aiutarlo a passare la frontiera. Nel piccolo mondo costituito dai ricchi proprietari dei ranch l'arrivo dell'estraneo scatena una sorta di psicodramma, che culminerà in una vera e propria caccia all'uomo, mentre, fra odio e amore, rancori e sensi di colpa, sbronze e scazzottate, si consuma la resa dei conti tra i due fratelli.

Il gioco del mostro - Ottobre 1992, nelle campagne di Foligno un bambino di quattro anni sparisce nel nulla. Il suo corpo verrà ritrovato due giorni più tardi nei boschi sopra la città, seguendo le indicazioni contenute in un messaggio di sfida lasciato in una cabina. La caccia all'assassino durerà dieci mesi, ma servirà il sangue di un secondo bambino per smascherare Luigi Chiatti e fermare il gioco del mostro. Un podcast di Giulia Bianconi, Massimo Solani e Dario Tomassini, regia di Leonardo Patanè. TGR Umbria con Radio 1 e RaiPlay Sound

Il grande Bob - Il grande Bob

Il nome della rosa - Moni Ovadia legge Il nome della rosa di Umberto Eco. Ascolta l'audiolibro.

Il saccheggio. Storia di una biblioteca depredata - La sera del 18 aprile del 2012 i carabinieri entrano nell'antica Biblioteca dei Girolamini, nel cuore di Napoli. Trovano un caos biblico: volumi preziosi spostati, altri dentro grandi scatoloni. Ma soprattutto scoprono che alcune scaffalature sono state svuotate completamente. Una banda, di notte, svaligiava i libri con carrelli e camion. A capo dell'organizzazione c'era nientemeno che il direttore, Marino Massimo De Caro. Questa è la storia di un saccheggio senza precedenti. Autrice Carla Manzocchi Regia Luca Bernardini Letture Claudio Vigolo.

Io ero il milanese - Lorenzo entra in carcere per la prima volta a 10 giorni. A 12 anni compie il primo furto, a 14 la prima rapina. Per oltre 40 anni vive da fuorilegge, passando gran parte del tempo in carcere. A 33 anni riceve una condanna a 57 anni di carcere, ma la sua vita prende un'improvvisa svolta, fino al lieto fine più inaspettato. È la storia di un uomo che solo attraverso il confronto con gli altri, ha avuto la possibilità di salvarsi. L'autore Mauro Pescio di lui scrive: "Ho conosciuto Lorenzo nell'estate del 2017. Era uscito dal carcere da una decina di giorni. Durante il nostro primo incontro, durato qualche ora, mi ha raccontato in sintesi tutta la sua vita, da quando era entrato in carcere la prima volta a pochi mesi, a trovare suo padre, a quando era uscito come un uomo nuovo di 40 anni, in quel luglio 2017, trasformato in una risorsa per la società. Io ero il milanese è il racconto di un uomo che nella vita ha fatto tante scelte sbagliate, un uomo con cui la sfortuna si è accanita, un uomo che ha toccato il fondo, ma che da quel fondo si è rialzato. È la storia di come non debba mai venire meno la speranza, la fiducia e soprattutto di come si debba sempre offrire un'altra possibilità". "Io ero il milanese" di e con Mauro Pescio, sound design di Leonardo Carioti, direzione artistica Andrea Borgnino, responsabile di produzione Anna Maria Delogu, esperta di produzione Paola Manduca.

L'Arco di Chiara - Siamo gli speaker di Radioimmaginaria, la radio degli adolescenti. Una domenica di giugno del 2021, in un bosco dell'appennino tosco emiliano, Chiara, una ragazzina di 15 anni, viene uccisa a coltellate da un suo amico sedicenne. Alla fine di un interrogatorio estenuante, Alex sembra essere il maggiore indiziato di questo delitto. Dice di averla uccisa perché si accollava. Alex ora è in carcere in attesa di processo. La storia però è ancora piena di aspetti che devono essere approfonditi. Raccontare quello che è successo a questa nostra coetanea è doveroso. Poteva accadere a chiunque di noi. Scritto da Lorenzo Liberatore, Marco Regazzi, Noemi Sassatelli, musiche di Daniele Bengi Benati, prodotto da Radioimmaginaria. Post Produzione Simone Gigante. La canzone "Sad Story" è cantata da Matil; consulenze legali di Giovanni Annunziata di Studio Legale Giovanni Annunziata, Marco Cappucci, Francesca Tranchida di Studio Legale Capucci, Giulia Maienza, Andrea Pontecorvi e Pietro Puchet di Herbert Smith Freehills. Un ringraziamento speciale va ai genitori di Chiara, Giusi e Vincenzo, Francesca Taibbi, a Martina e all'Associazione L'Arco di Chiara che ha ispirato il titolo di questo podcast.

L'innamorato della sig.ra Maigret - Alberto Lionello nel ruolo del famoso commissario nello sceneggiato radiofonico tratto dall'omonimo romanzo di Georges Simenon

La vera storia della Uno bianca - Audiodescrizione del documentario "La vera storia della Uno bianca". 24 morti, 103 feriti, oltre un centinaio di azioni criminali: questo è il bilancio della guerra condotta dalla banda della Uno bianca che, dal 1987 al 1994 ha agito praticamente indisturbata, a Bologna, nella Romagna, arrivando a colpire fino a Pesaro. Scritto da Marina Loi e Flavia Triggiani. Regia: Flavia Triggiani, Marina Loi, Alessandro Galluzzi

Labanof - Un podcast originale in cinque episodi dedicato alle diverse professionalità che animano il Laboratorio di Antropologia e Odontologia Forense di Milano, fondato e diretto dall'antropologa e medico legale Cristina Cattaneo. Scritto e realizzato da Fabiana Carobolante, Daria Corrias, Giulia Nucci, Raffaele Passerini. Musica e suono di Riccardo Amore. Con la voce di Vinicio Marchioni. Tecnici di sala Mario Cirillo e Sergio Lai.

Lo stato parallelo - A più di quarant'anni dall'accaduto, questo "action-podcast" fa rivivere in 10 puntate la scoperta dei meccanismi segreti che legarono la P2 alle istituzioni dello stato. Tra indagini, ritrovamenti e processi, a guidarci è proprio chi di quei fatti è stato protagonista: l'ex magistrato Gherardo Colombo, che, col collega Giuliano Turone, condusse nei primi anni 80 un'operazione senza precedenti che portò, tra ostacoli e intimidazioni, a svelare la più potente e pericolosa organizzazione massonica italiana. Attraverso il racconto di Gherardo Colombo e la ricostruzione degli eventi con documenti e testimonianze, la serie svela tutti gli aspetti più controversi di quel sistema occulto di potere che si era impadronito delle istituzioni, tra stragi, scandali, servizi segreti, potenze straniere, politici, imprenditori, magistrati e giornalisti corrotti e complici, stragismo nero e terrorismo rosso, con la connivenza dei vertici delle istituzioni italiane ed estere. Luci e ombre di un passato non troppo lontano che conserva ancora forti legami con il presente. Da un'idea di Gherardo Colombo e Danco Singer. Un podcast prodotto da Frame-Festival della Comunicazione per Rai Play Sound

Luciedda. Una storia ritrovata - Quella di Lucia Mantione é una drammatica storia che risale al lontano 1955. Aveva 13 anni quando scomparve il 6 gennaio, giorno dell'Epifania. Le ricerche durarono 3 giorni, il suo corpo venne ritrovato in un casolare alle porte del paese: Montedoro, nell'entroterra di Caltanissetta. Uccisa dopo un tentativo di violenza. A 'Luciedda' vennero negati i funerali per una decisione incredibile: il sacerdote dell'epoca applicò in maniera rigida il principio che vietava il rito funebre nei casi di morte violenta. La comunità di Montedoro però non ha mai smarrito il ricordo di quella tragedia ed ha continuato a chiedere che fosse fatta luce su questa vicenda. Al microfono Rita Pedditzi, alla regia Renato de Angelis

Mistero in Blu - La prima stagione integrale di "Mistero in blu" di Carlo Lucarelli, che in seguito sarebbe diventato "Blu notte". Andato in onda nel 1998 su Rai2, "Mistero in blu" ricostruiva casi irrisolti di cronaca nera, spesso senza movente. Tra i delitti ricostruiti da Lucarelli col solito rigore e fascino affabulatorio, quello di Alvise di Robilant, Francesca Alinovi, Massimiliano Iorio, Antonella Falcidia, Nada Cella e Alessandra Vanni.

MUSA. Il museo del Labanof - "MUSA. Il museo del Labanof" di Giulia Nucci con Renato Rinaldi - Musa sta per museo universitario delle scienze antropologiche, mediche e forensi per i diritti umani ed è la nuova sfida del Labanof. Nel laboratorio di antropologia e odontologia forense di Milano ogni giorno medici legali, biologi, archeologi e antropologi studiano ossa, resti umani e corpi per ricostruirne la vita e la morte. Questo infinito lavoro viene finalmente offerto a noi visitatori. Aggirandoci tra i corridoi e le stanze del museo, fra ossa appese alle pareti, diorami, testi scritti, murales e video, finiremo per capire cosa le scienze mediche e forensi possono fare per la tutela della giustizia e dei diritti umani. Un reportage sull'allestimento del Musa e il racconto della sua nascita e dei suoi obiettivi attraverso le voci di Cristina Cattaneo e di Davide Porta che lavorano insieme al Labanof da 25 anni e di Andrea Perin museografo.

Omissis - Graziella De Palo: una storia italiana - 1980. Muoiono giornalisti e giudici, tremano e crollano case in Irpinia, un'esplosione alla stazione di Bologna, un aereo nel mare di Ustica, un bomba sul treno Italicus. E in tutte queste storie se ne smarrisce una, che attira a sé quanto di più oscuro c'era in Italia: la storia di una ragazza di 24 anni. Questa è la storia di due amiche che crescono, inseparabili, negli anni Settanta, che militano, ventenni, nel Partito radicale e diventano giornaliste. Una si occupa di cultura, l'altra di traffico d'armi. L'altra è Graziella De Palo. La sorte di Graziella e del suo collega Italo Toni diventa un nodo, tuttora non sciolto, di un groviglio di interessi, depistaggi, trame dove tutto è collegato: la strage di Bologna e Gladio, l'assassinio di Ilaria Alpi e le navi dei veleni, la P2 e la morte di Aldo Moro. Sulla vicenda di Graziella è stato posto il segreto di Stato. Un podcast di Loredana Lipperini. Regia di Fabiana Carobolante. Suono di Alfredo Morana. Con la collaborazione ai testi di Michele De Mieri, alle interviste e alle ricerche d'archivio di Benedetta Annibali e Marcello Anselmo, alle riprese di Roberta Ginocchio.La segreteria organizzativa è di Barbara Mittiga e la supervisione di Cristiana Castellotti.

Ragazze con la pistola - Tradite, disperate, determinate, vendicative. Sei donne, sei storie, sei omicidi. Sullo sfondo l'Italia dal Dopoguerra a agli anni 2000. Il racconto di sei lucide e folli esecuzioni riascoltando le voci dei testimoni, protagonisti e cronisti del tempo, recuperate dalle Teche Rai e dagli archivi dei quotidiani. Un tuffo in una Italia lontana, ma non troppo. Di e con Katiuscia Magliarisi, giornalista, playwriter, esperta di storytelling postmediale.

Re Noir. I colori del giallo - Libri, scrittori, interviste, curiosità e novità editoriali di un genere letterario di grande successo. Una trasmissione, ideata e condotta da Stefano Tura, che analizza la società odierna attraverso le opere e le testimonianze dei più famosi autori di gialli e noir, italiani e stranieri.

Spie - Chi sono veramente gli 007? Come si diventa un agente segreto? E fino a che punto ci si può fidare della parola di una spia? Il podcast racconta in sei puntate cosa si nasconde dietro il mestiere di "spia". Gli agenti segreti della realtà sono molto diversi dal James bond che siamo abituati a vedere al cinema: non guidano Aston Martin, non bevono Martini in elegantissimi bar. Sono uomini e donne normali, che spesso svolgono lavori d'ufficio, hanno delle famiglie, insomma fanno di tutto per rimanere invisibili. Ma cosa succede quando le spie entrano davvero in azione? Quali sono i segreti custoditi dagli 007? Spie è un podcast di Enrico Franceschini e Federico Varese prodotto da Chora Media per Radio1. Scritto da Enrico Franceschini e Federico Varese, con la cura editoriale di Sabrina Tinelli con Alessia Rafanelli. Capo progetto Rai Dario Dionoro. Producer Matteo Perkins.

Storie Maledette - Capire, dubitare, raccontare. Non sono professionisti del crimine i tragici protagonisti di Storie Maledette, ma persone che sono piombate nel baratro di una maledetta storia, della quale o sono responsabili oppure pagano alto il prezzo di una colpa della quale si professano innocenti.

Va tutto bene. Trent'anni senza Falcone e Borsellino - Il vocio dei bambini ad una festa di comunione viene interrotto da un silenzio irreale. I 'grandi' – o almeno quelli che i bimbi vedono come tali – sono fermi in silenzio, davanti all'unico televisore presente in quella sala. Così inizia il racconto di Paolo Borrometi, giornalista modicano che quel 23 maggio del 1992, aveva soltanto 9 anni. L'attentato terroristico di stampo mafioso che mette fine alla vita del giudice Giovanni Falcone, di sua moglie e di tre agenti della scorta, seguito, a soli 57 giorni, dall'attentato in via d'Amelio a Palermo, dove a sacrificare la vita al servizio dello Stato è il giudice Paolo Borsellino, cambia e sconvolge per sempre la storia di molti individui e dell'intero Paese. L'Italia si riscopre diversa, conosceva già la violenza mafiosa, ma quei giorni perde definitivamente l'apparente 'innocenza', risvegliandosi dal sonno atavico che per qualcuno voleva dire 'poter convivere con le mafie'. Cosa è successo in questi 30 anni, chi ha ereditato i valori espressi dalla vita, dal lavoro, dal modo di essere di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino? Un racconto di quei giorni e di questi 3 decenni attraverso le voci di Angelo Corbo, poliziotto della scorta di Falcone, sopravvissuto alla strage di Capaci, di Chiara Contesini, magistrato livornese classe 1989, e di Salvatore Borsellino, fratello del giudice ucciso in via d'Amelio.

Giochi e quiz

La ginnastica della mente - 4 grandi scacchisti sovietici - Le vite di Mikhail Moiseyevich Botvinnik, Boris Spassky, Anatolij Karpov e Garry Kasparov, raccontate da Valerio Corzani e Boris Spassky

Girl power

#Anch'io - In occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne la redazione di Tre Soldi ha provato a fare il punto sulla situazione chiedendo via e-mail ad amiche e conoscenti di raccontare un episodio di molestia o abuso. Le risposte sono state superiori alle aspettative e il passaparola ha portato nei nostri studi storie di donne che hanno colto l'occasione per condividere la loro esperienza con gli ascoltatori. A partire dal #Metoo internazionale che ha aiutato ad acquisire consapevolezza e denunciare abusi, #Anch'io fa emergere un vissuto condiviso dalla maggior parte delle donne raccontandoci che nessuna condizione sociale, nessun luogo, nessun professione e nessuna età mettono al riparo da qualche genere di violenza.

Artemisia - "Artemisia è il capolavoro (conosciuto da pochissimi) di una grande scrittrice italiana (conosciuta da pochissimi) e grande storica dell'arte accanto al marito Roberto Longhi (che ha avuto il merito di riscoprire Caravaggio, genio fino allora dimenticato dalla storia dell'arte, e la sua cerchia di artisti, tra cui Orazio Gentileschi, padre di Artemisia). Il romanzo racconta liberamente la storia della prima grande pittrice che ha operato in Italia, nel Seicento, la prima donna che si è distinta in un mestiere di uomini ed è oggi conosciuta solo grazie alla riscoperta fatta dai due storici. Anna Banti ha visto un suo quadro a Londra nel 1939 e negli anni successivi (durante la seconda guerra mondiale) scrive a Firenze un racconto di cento pagine sulla sua vita, ma nella notte tra il 3 e il 4 agosto 1944 il manoscritto sparisce sotto le macerie della sua casa distrutta dalle mine dei tedeschi in fuga dalla città. Invece di riscriverlo Anna Banti riparte da quella perdita e la prima pagina comincia tra gli sfollati fiorentini che si rifugiano nei giardini di Boboli. E lo riscrive in una forma completamente nuova, un flusso di coscienza che la collega alla figura di Artemisia che ha appena raccontato e perduto ma non accetta di farsi dimenticare. Sullo sfondo di una Firenze distrutta, Anna Banti ripercorre un'intera esistenza ricostruita in un racconto onirico che scorre davanti ai nostri occhi come una fuga di quadri seicenteschi." - Patrizia Zappa Mulas -

La piazza del Diamante - Nei romanzi di Mercé Rodoreda si trovano tre condizioni essenziali: una immaginazione del tempo, una immaginazione della storia e una immaginazione della lingua e il racconto che il mondo sia l'insieme – proprio come diceva Wittgenstein, ma con più colori del filosofo –, delle sue rappresentazioni e che queste rappresentazioni siano essenzialmente caratteri, tipi, umani. Così, se altri scrittori hanno unità di tempo (anche atomiche, Virginia Woolf, per esempio), o unità di spazio (anche atomiche, più spesso, a grappoli, come Thomas Mann), Rodoreda ha unità umane. È sugli uomini e sulle donne – e talvolta sugli angeli – che avanzano le sue storie, è su di essi che si avvolgono. Questo accade perché Rodoreda è una scrittrice più colta dei personaggi che racconta, e questa cultura – le letture, l'aver partecipato a moti antifascisti, l'aver visto posti diversi in differenti età della vita, essere una scrittrice spagnola di lingua catalana, – non solo non l'ha allontanata dall'umano, ma l'ha avvicinata. Rodoreda descrive l'umano non dall'interno e non dall'esterno, ma accanto, e il suo essere più colta la fa scrivere col cervello dunque col cuore. Potrebbe essere l'aria del tempo, del suo – è nata all'inizio del Novecento ed è morta quasi in fine secolo –, un tempo che si riappropria della coscienza che la cultura non va, necessariamente, a detrimento dell'immaginazione. L'essere una scrittrice spagnola di lingua catalana impone la capacità di considerare, contemporaneamente, due punti di vista non opposti ma di certo non sovrapponibili, e soprattutto, l'imparare da capo, per frequentazione e non per osmosi, la lingua che dovrebbe essere quella dei sentimenti (cosa che capita, più avanti nel tempo e per scelta politica, per esempio, ne Il Posto di Annie Ernaux). È così se altri hanno flussi di coscienza o piani spaziali, Rodoreda ha un flusso tutto umano, in mezzo al quale sta, e resta, chi legge.

Giudiziario

Come un castello di carte - Il 31 ottobre del 2002, una scossa di terremoto fece crollare la scuola di una cittadina del Molise, San Giuliano di Puglia. Sotto le macerie morirono 27 bambini e una maestra. Seguì una lunga ed estenuante vicenda giudiziaria per dimostrare che se quell'edificio fosse stato costruito correttamente, forse, quella strage non sarebbe avvenuta.

Gli ammutati - Morti prima che potessero parlare. Verità non dette sulle stragi di Capaci e via d'Amelio che, come un filo sottile, attraversano le storie dei protagonisti di questo podcast prodotto con materiale d'archivio, interviste e musiche originali. A cavallo tra la prima e la seconda repubblica, una serie di omicidi e strani suicidi si nascondono nelle pieghe della storia. Su molti di questi casi non c'è ancora piena luce, e anche quando arrivano le condanne degli esecutori, a mancare sono sempre i nomi dei mandanti. Il poliziotto Nino Agostino e sua moglie Ida Castelluccio, l'educatore carcerario Umberto Mormile, l'infiltrato Luigi Ilardo, il mafioso Antonino Gioè sono alcuni dei personaggi che ci accompagneranno in questa lunga e faticosa ricerca della verità. Di Michela Mancini con la regia di Christian Manfredi

Il gioco del mostro - Ottobre 1992, nelle campagne di Foligno un bambino di quattro anni sparisce nel nulla. Il suo corpo verrà ritrovato due giorni più tardi nei boschi sopra la città, seguendo le indicazioni contenute in un messaggio di sfida lasciato in una cabina. La caccia all'assassino durerà dieci mesi, ma servirà il sangue di un secondo bambino per smascherare Luigi Chiatti e fermare il gioco del mostro. Un podcast di Giulia Bianconi, Massimo Solani e Dario Tomassini, regia di Leonardo Patanè. TGR Umbria con Radio 1 e RaiPlay Sound

La Palazzina. Una storia di mobbing di massa - Un corridoio sporco, con sei o sette uffici che si aprivano ai due lati. Qualche scrivania, sedie sgangherate, nessun computer né telefono, finestre rotte e fili elettrici a vista. Questo fu lo spettacolo che si presentò agli ispettori del lavoro di Taranto quando, nel novembre del 1998, entrarono nella famigerata Palazzina LAF. Era un reparto punitivo all'interno dell'acciaieria Ilva. Vi furono confinati - senza nulla da fare per otto ore e mezzo al giorno - ben 79 lavoratori che per vari motivi erano malvisti dalla proprietà, cioè dall'ingegner Emilio Riva. E' per lo scandalo Palazzina LAF che in Italia si comincia a parlare di mobbing: l'8 marzo del 2006 la Cassazione conferma la condanna per violenza privata a carico del proprietario dell'Ilva e di dieci dirigenti. Autrice Carla Manzocchi. Regia Luca Bernardini. Letture Valentina Antonelli, Giuseppe Carrisi e Lorenzo Opice.

Lo stato parallelo - A più di quarant'anni dall'accaduto, questo "action-podcast" fa rivivere in 10 puntate la scoperta dei meccanismi segreti che legarono la P2 alle istituzioni dello stato. Tra indagini, ritrovamenti e processi, a guidarci è proprio chi di quei fatti è stato protagonista: l'ex magistrato Gherardo Colombo, che, col collega Giuliano Turone, condusse nei primi anni 80 un'operazione senza precedenti che portò, tra ostacoli e intimidazioni, a svelare la più potente e pericolosa organizzazione massonica italiana. Attraverso il racconto di Gherardo Colombo e la ricostruzione degli eventi con documenti e testimonianze, la serie svela tutti gli aspetti più controversi di quel sistema occulto di potere che si era impadronito delle istituzioni, tra stragi, scandali, servizi segreti, potenze straniere, politici, imprenditori, magistrati e giornalisti corrotti e complici, stragismo nero e terrorismo rosso, con la connivenza dei vertici delle istituzioni italiane ed estere. Luci e ombre di un passato non troppo lontano che conserva ancora forti legami con il presente. Da un'idea di Gherardo Colombo e Danco Singer. Un podcast prodotto da Frame-Festival della Comunicazione per Rai Play Sound

MUSA. Il museo del Labanof - "MUSA. Il museo del Labanof" di Giulia Nucci con Renato Rinaldi - Musa sta per museo universitario delle scienze antropologiche, mediche e forensi per i diritti umani ed è la nuova sfida del Labanof. Nel laboratorio di antropologia e odontologia forense di Milano ogni giorno medici legali, biologi, archeologi e antropologi studiano ossa, resti umani e corpi per ricostruirne la vita e la morte. Questo infinito lavoro viene finalmente offerto a noi visitatori. Aggirandoci tra i corridoi e le stanze del museo, fra ossa appese alle pareti, diorami, testi scritti, murales e video, finiremo per capire cosa le scienze mediche e forensi possono fare per la tutela della giustizia e dei diritti umani. Un reportage sull'allestimento del Musa e il racconto della sua nascita e dei suoi obiettivi attraverso le voci di Cristina Cattaneo e di Davide Porta che lavorano insieme al Labanof da 25 anni e di Andrea Perin museografo.

Patrick - Patrick Zaki è lo studente egiziano, iscritto a un master d'eccellenza europeo tenuto presso l'Università di Bologna, che il 7 febbraio 2020 viene arrestato appena atterrato al Cairo, dove era rientrato per salutare la sua famiglia. Da allora, per lui, inizia un percorso kafkiano nel limbo della detenzione cautelare che il sistema giudiziario egiziano gli rinnova ogni 15 o 45 giorni fino a  settembre, quando Patrick viene rinviato a giudizio. Le accuse a carico di Patrick Zaki sono legate a suoi scritti circolati sul web, che il regime egiziano ritiene sovversivi, pericolosi, addirittura terroristici. Per Amnesty International, quello di Patrick Zaki è l'ennesimo caso fabbricato per mettere a tacere il dissenso: Zaki è un prigioniero di coscienza. Ora che il processo è iniziato, questo podcast vuole ricostruire dall'interno la vicenda di Patrick, con le voci di parenti, amici, colleghi e docenti tra Bologna e Il Cairo. Nel farlo vuole anche raccontare l'intenso lavoro dell'inedita campagna che per più di 20 mesi ne ha chiesto la liberazione e che ha sollecitato il Parlamento italiano a votare una mozione che impegna il governo a conferire a Patrick la cittadinanza. Un'iniziativa che non ha rallentato l'export di armamenti nei confronti dell'Egitto. Export che invece di bloccarsi - come chiesto da diverse risoluzioni del Parlamento europeo - aumenta. Un podcast di Azzurra Meringolo

Storie Maledette - Capire, dubitare, raccontare. Non sono professionisti del crimine i tragici protagonisti di Storie Maledette, ma persone che sono piombate nel baratro di una maledetta storia, della quale o sono responsabili oppure pagano alto il prezzo di una colpa della quale si professano innocenti.

Gossip

I look di Sanremo: Radio2 e Vogue raccontano - Vogue Italia e Rai Radio2 raccontano il Festival di Sanremo 2022. Per la prima volta due istituzioni del mondo della moda e della musica analizzano i look con cui gli artisti si esibiscono sul mitico palco dell'Ariston, nella settimana più importante della canzone italiana. Il podcast porta gli ascoltatori nei backstage, nelle sartorie, negli atelier e sotto le luci dei riflettori. Il racconto è arricchito da interviste esclusive a cantanti e stylist, con la voce e l'energia di Simone Furlan, stylist e art director. "I look di Sanremo: Radio2 e Vogue raccontano" è un podcast original di Rai Radio2 con Simone Furlan, regia di Enrica Zoleo, a cura di Giulia Laura Ferrari, coordinamento di Annalisa Vacca. Si ringrazia Vogue Italia

Grandi eventi

Angelo chi legge - Accolgono gli ospiti, accompagnano gli autori e vegliano sui dialoghi: sono gli angeli di pordenonelegge, hanno vent'anni e vivono immersi nel festival dei libri. Abbiamo chiesto loro di raccontare un libro in pochi minuti nel modo più efficace, usando il loro linguaggio e trasmettendo anche i loro sentimenti. Un libro da consigliare, una lettura che li ha emozionati rivolgendosi principalmente ai loro coetanei, Un progetto pordenonelegge realizzato in collaborazione con la Sede Rai FVG. A cura di Mario Mirasola e Riccardo Cicconetti.

Record. Storie olimpiche - La storia dello sport non è fatta solo di trionfi, record e medaglie d'oro ma anche di sconfitte, cadute, drammi sportivi e grandi rimonte, talvolta impossibili. Maurizio Ruggeri racconta gli atleti che hanno lasciato un segno indelebile nella storia delle Olimpiadi moderne.

Guerra

Amici - "Amici" di Romano Bilenchi letto da Sandro Lombardi. Ascolta i podcast. | La lettura di Sandro Lombardi sceglie di rendere omaggio a uno scrittore appartato ma centrale nei percorsi letterari e civili del nostro Novecento. La sua proverbiale asciuttezza narrativa, che ha fatto scuola ad una generazione di autori italiani, è testimoniata dal breve romanzo che chiude la trilogia de Gli anni impossibili, dove il paesaggio naturale diventa il personaggio principale al pari di quello sociale. E la lettura di alcuni dei racconti di Amici ci porta nella Firenze occupata dai nazisti e la lotta clandestina a cui Bilenchi partecipa attivamente, dopo una gioventù socialista e da fascista di sinistra, e prima della sua avventura di giornalista e straordinario cronista.

Belle storie. Donne e uomini nella Resistenza - Nel 1945 l'insurrezione nel nord Italia liberava il paese dalla presenza nazista e fascista. Per ricordare quell'evento, che è stato alle fondamenta della Costituzione e della Repubblica, Rai Radio 3 ripercorre la vita e le vicende di quaranta resistenti, uomini e donne, partigiani e civili, internati e deportati, famosi o poco conosciuti. Sono persone che in modi diversi hanno contribuito a riscattare l'onore della patria, che Mussolini aveva gettato nel fango portandola all'alleanza con Hitler e alla guerra, e hanno favorito e accelerato l'avanzata alleata che ha permesso la liberazione dell'Italia dal nazifascismo. Alcuni hanno trovato la morte, altri sono sopravvissuti per vedere la libertà ottenuta con la lotta, ma è stata la loro scelta, la scelta di partecipare, opporsi, combattere, aiutare, a rappresentare la memoria più importante di quel momento cruciale della vita nazionale. È per ricordare quella scelta, la sua forza morale e, prima di tutto, umana, che Rai Radio 3 racconta le loro vite e i momenti più significativi della loro esistenza con gli storici: Marcello Flores, Mimmo Franzinelli, Isabella Insolvibile, Michela Ponzani, Toni Rovatti e Carlo Greppi. Il progetto è di Federica Barozzi, Monica D'Onofrio e Marcello Flores.

Chissà dov'ero quel 25 aprile - letto da Valerio Binasco

Cracovia, interno giorno - Diario di una guerra al confine - "Cracovia, interno giorno - Diario di una guerra al confine" di Elisabetta Ranieri e Giada Valdannini con Wirginia Cristin - Wirginia ha 37 anni, vive a Cracovia col marito Maciej e con la figlia Ines di appena due anni. È l'amica che chiunque di noi può avere, quella che abita oltre confine. Solo che il suo confine, oggi, è dannatamente vicino a quello del conflitto scoppiato lo scorso 24 febbraio tra Russia e Ucraina. Il poligono di Yavoriv, colpito lo scorso 13 marzo dai missili russi, dista infatti appena venti chilometri dalla Polonia. Wirginia, perciò, è l'amica che chiami per sapere come stia ma anche quella che sai alle prese col timore di dover fuggire. Lei e Maciej si sono infatti chiesti cosa farebbero se la Russia attaccasse anche la Polonia. È con gli occhi di Wirginia che proviamo a guardare cosa significhi avere una guerra dietro casa, che suono abbiano le stazioni e le strade dove i profughi sono sempre in aumento, cosa significhi per loro fare i conti con la perdita di tutto.

Fuga dall’inferno. Ucraina ventiventidue - Allo scoppio del conflitto in Ucraina, il 24 febbraio del 2022, una quarantina di italiani sono rimasti bloccati, nella regione di Kherson, occupata fin da subito dall'esercito russo. Per diverse settimane hanno vissuto sulla loro pelle una guerra a un passo dall'Europa. Sono stati costretti a rifugiarsi negli scantinati, sotto i bombardamenti. "Fuga dall'inferno. Ucraina ventiventidue" racconta le loro storie, le paure, e i pericoli affrontati da queste famiglie per uscire dall'Ucraina e tornare in Italia, attraversando sotto le bombe la linea del fronte e la terra di nessuno. Mentre sul campo raccontavamo il conflitto in corso, li abbiamo seguiti e alcune volte anche aiutati, a lasciarsi alle spalle la distruzione di quei territori. Ma una volta tornati a casa dimenticare certe scene, per loro, è stato impossibile.

Gorizia - Nascita di un confine - "Gorizia - Nascita di un confine" di Renato Rinaldi - Il 10 febbraio 1947, a Parigi, i rappresentanti di Stati Uniti, Unione Sovietica, Francia e Inghilterra definiscono la linea di confine che dividerà l'Italia dalla Jugoslavia, lasciando ancora in sospeso l'appartenenza nazionale di Trieste. Le potenze vincitrici della Seconda guerra mondiale si accordano sulla cosiddetta "linea etnica", che viene tracciata su una mappa e che alcuni mesi dopo, nel settembre del 1947, diventerà una traccia bianca di gesso che attraverserà strade, piazze, cortili, campi e cimiteri. Questa è la storia di quella linea bianca, e di come si è arrivati a definirla. Una storia osservata dal punto di vista di una città che da quella linea verrà attraversata e divisa: Gorizia. Presteremo orecchio ai racconti dei testimoni, goriziani, italiani e sloveni, che hanno vissuto i complicati giorni del 1947. Una pluralità di storie di vita, di narrazioni, irriducibili ad un'unica versione dei fatti. Voci e sguardi che mettono in luce la dimensione soggettiva della storia del primo Novecento, attraverso la narrazione della quotidianità: dalla "corsa" per Gorizia alle foibe, dalle manifestazioni per l'appartenenza nazionale alla difficile scelta di abbandonare qualcosa "al di là della rete". Un archivio di testimonianze orali raccolte da un team di ricercatori italiani e sloveni all'interno del progetto "Topografie della memoria" promossa dall'Associazione Quarantasettezeroquattro di Gorizia. Credits: Il podcast è realizzato all'interno del progetto "Topografie della memoria". Promosso dall'Associazione Quarantasettezeroquattro. Con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia, Turismo FVG. A cura di: Alessandro Cattunar, Renato Rinaldi, Natalie Norma Fella. Interviste di: Alessandro Cattunar, Kaja Širok. Drammaturgia: Renato Rinaldi, Natalie Norma Fella. Montaggio e sonorizzazione: Renato Rinaldi.

I dieci giorni che sconvolsero il mondo - I dieci giorni che sconvolsero il mondo

I piccoli maestri - I piccoli maestri

Il compagno - di Cesare Pavese letto da Valerio Binasco

Il deserto della Libia - Il deserto della Libia

Il sentiero dei nidi di ragno - di Italo Calvino letto da Manuela Mandracchia

Inviate in prima linea - Le donne che hanno vissuto in prima linea, e raccontato a tutta Italia, i fatti che hanno determinato e sconvolto la storia recente: le nostre inviate. Laura Cappon incontra le giornaliste che hanno ispirato tante giovani ragazze a intraprendere la stessa carriera. I servizi originali di allora, recuperati dalle teche Rai, aprono le interviste in cui le inviate si raccontano e analizzano a distanza di anni i fatti e la loro narrazione. Nelle prime due puntate torneremo nei territori devastati dalle sperimentazioni atomiche in Kazakistan con Milena Gabanelli e racconteremo il lavoro di Maria Grazia Cutuli, attraverso la testimonianza di Barbara Stefanelli e Carlo Verdelli. Inviate in prima linea è un podcast di Laura Cappon e Giulia Laura Ferrari, regia di Alex Messina, a cura di Alessandra Narduzzi.

L'isola. New York 9/11 - Un podcast originale di Rai Radio 3 racconta la città di New York nelle ore e nei giorni che seguirono l'attentato alle Torri Gemelle. Una città vista dal basso, con gli occhi attoniti e terrorizzati di chi ci viveva in quella fine estate di venti anni fa. La mappa di un luogo che si è trasformato in apocalisse, ripercorsa insieme ai protagonisti: i newyorkesi. Per ogni strada, per ogni sobborgo una voce, un suono, una testimonianza. Con due testimoni d'eccezione: Steve McCurry e Amitav Ghosh. "L'isola - New York 9/11" è un podcast originale realizzato da Costanza Spocci, Vittorio Giacopini e Roberto Zichittella. La regia è di Costanza Spocci, le musiche di Riccardo Amorese. Collaborazione di Manuela Cavalieri e Donatella Mulvoni. Produttrice esecutiva Sara Sanzi, supervisione di Cristiana Castellotti e Elisabetta Parisi.

La guerra di Gino - La guerra di Gino racconta la formazione e le avventure di Gino Belluzzo, partigiano di città, e di sua moglie Irlanda Fabbris. La vicenda si ambienta a Torino nel periodo tra il 25 luglio '43 e il 25 aprile '45, con digressioni nel ventennio fascista precedente. Gino e Irlanda si conoscono da bambini nelle case popolari in cui abitano entrambi. La famiglia di Irlanda è immigrata dal Veneto, dove il padre Luigi ha perso il lavoro per la sua attività antifascista.

La paura - La paura

La pelle - di Curzio Malaparte letto da Tony Laudadio

La tregua - La tregua

Memorie della Shoah - Dal processo a Adolf Eichmann ai bambini di Sciesopoli, dalla razzia degli ebrei romani al rastrellamento del Velodromo d'inverno, dalle leggi razziali alle pietre d'inciampo. Le "Memorie della Shoah" sono raccontate da Guido Barbieri, Marcello Flores, Anna Foa, Isabella Insolvibile, Elena Loewenthal, Bruno Maida, Tristano Matta, Alessandra Mauro, Marcello Pezzetti, Liliana Picciotto, Brunetto Salvarani, Daniele Susini, Alessandra Tarquini, Mario Venezia, Claudio Vercelli.

Niente di nuovo sul fronte occidentale - Niente di nuovo sul fronte occidentale

Nove minuti - La notizia geopolitica della settimana con Dario Fabbri. Un podcast per comprendere ciò che capita nel mondo. Per trascendere la cronaca, per cogliere l'origine degli eventi, per intuirne l'evoluzione. Ogni settimana l'analisi profonda di una notizia internazionale, al di là delle ideologie, degli schieramenti. Dentro la complessità del pianeta, dentro i dossier decisivi. Perché nulla si esaurisce nell'attualità. Un podcast di Dario Fabbri, regia di Manuel de Lucia e Giovanna Savignano, supervisione Cristiana Castellotti.

Se questo è un uomo - Se questo è un uomo

Sopravvivere alla Shoah - Sopravvivere alla Shoah. Un podcast di Rai Radio 3 realizzato in occasione del giorno della memoria. Voci forti, parole dure che non possono lasciare indifferenti. Dodici testimonianze di uomini e donne che, "colpevoli" di essere ebrei, hanno vissuto una delle pagine più oscure della storia dell'umanità.

Ucraina, il conflitto - di Dario Fabbri. Una serie podcast per raccontare le cause della guerra, il valore strategico della contesa, la rilevanza dell'Ucraina come terra di frontiera, le rivendicazioni della Russia, il ruolo dell'Occidente, il peso della religione.

Un anno sull'altipiano - Un anno sull'altipiano

Una notte del '43 - di Giorgio Bassani letto da Valerio Binasco

Una voce nella notte. Storia di una radio partigiana - "Una voce nella notte. Storia di una radio partigiana" di Filippo Ortona, regia di Marcello Anselmo, letture di Iacopo Dinuzzo - Il ritrovamento in cantina di una serie di vecchi brogliacci innesca la scoperta di una radio partigiana. Tra l'autunno 1944 e la primavera 1945, Radio Libertà trasmise clandestinamente dalle colline del biellese, unica radio partigiana destinata alla popolazione in tutta la resistenza. Radio Libertà ebbe vita breve, ma seppe coniugare in maniera innovativa i drammi della guerra civile alla militanza politica, alla musica, alla comunicazione col proprio pubblico. Un nonno partigiano parco di racconti e scomparso da tempo, uno storico locale e un giornalista mettono assieme le proprie voci per raccontare l'incredibile storia di una radio pirata e partigiana. Le musiche sono tratte dallo spettacolo "E sulla terra faremo libertà", a cura di Alberto Lovatto, prodotto dall'ISTORBIVE.

Zachor! La fatica della memoria - Dal giorno in cui Meir Polacco - leggendo dei documenti trovati in una vecchia scatola che gli ha lasciato sua mamma prima di morire - scopre che durante la Seconda guerra mondiale la sua famiglia è sfuggita miracolosamente ai nazisti aiutata da una rete clandestina, non avrà più pace: deve assolutamente trovare chi sono state quelle persone buone grazie alle quali lui è vivo. Con la moglie Paola diventa un detective della memoria. Inizia così la loro indagine "a caccia dei buoni". La tradizione ebraica impone l'obbligo del ricordo, indicato con il termine "Zachor!" una parola che vuol dire "Ricorda!" e che ricorre nella Bibbia innumerevoli volte. Un imperativo cruciale per la sopravvivenza di un popolo e della sua identità, un popolo che ha dovuto attraversare l'esilio, le persecuzioni e tentativi di sterminio. Ma ricordare, ricostruire il passato non è una cosa semplice per chi discende da famiglie che hanno vissuto traumi e perdite, hanno cambiato case e paesi… Un documentario di Caterina Doglio. Grazie ai documenti trovati nella scatola, Meir scopre anche che suo papà Giorgio si è unito ai partigiani, è stato arrestato, si è salvato ma alla fine della guerra ha trovato un paese indifferente, smemorato... Capisce che è per questo che suo padre ha lasciato l'Italia, per questo lui è nato in un kibbutz in Israele. Una vicenda rocambolesca e un viaggio - quello dei due pensionati detective - che attraversa non solo i luoghi in cui si svolsero gli eventi ma anche il lungo processo della costruzione della Memoria in un paese, il nostro, che nel dopoguerra aveva tanta fretta di dimenticare e nel quale i sopravvissuti che non venivano ascoltati, si chiusero in un lungo silenzio...

Hits

Storia di una canzone - Dieci canzoni che raccontano una storia, anzi molte storie: quella di chi le ha incise, di chi le ha scritte e di chi le ha cantate. Pezzi che si collocano in un momento cruciale per la vita dell'artista che si trova a condividerle: con gli impresari, i discografici e, soprattutto, con il pubblico. Storia di una canzone affronta le circostanze dietro a ogni opera con l'intenzione, più che di spiegarne semplicemente l'importanza, di coinvolgere chi ascolta nella riscoperta di qualche passaggio importante, nelle vicende della musica che amiamo di più.

Hollywood

I suoni del cinema - L'incredibile storia del suono e del doppiaggio sul grande schermo raccontata attraverso la voce di uno dei più famosi doppiatori italiani, Claudio Sorrentino.

Horror

Dracula - Dracula

Frankenstein - Frankenstein

Giro di Vite - Di Henry James letto da Maria Paiato. Traduzione di Fausta Cialente.

Il Monaco - Il Monaco

Il ritratto di Dorian Gray - Il ritratto di Dorian Gray

La peste - La peste

La ricorrenza - La ricorrenza

Le avventure di Gordon Pym - Le avventure di Gordon Pym

Le linee d'ombra - Elia Schilton legge "Le linee d'ombra" di Amitav Ghosh | Adattamento in 25 puntate di Chiara Valerio; The shadow lines di Amitav Ghosh. Copyright 1988, Amitav Gosh. Tutti i diritti riservati; traduzione di Anna Nadotti. A trenta anni dalla sua prima pubblicazione, Ad Alta Voce propone la lettura del romanzo che ha ci fatto conoscere Amitav Ghosh, grande scrittore e saggista indiano. Le linee d'ombra è un romanzo verticale, fisso nel luogo – Londra, Calcutta – e che va avanti e indietro nel tempo, come la memoria e come la tendenza dei popoli a spostarsi. Ad alta voce è un programma a cura di Anna Antonelli e Fabiana Carobolante, con Lorenzo Pavolini e Chiara Valerio.

In divisa

Cara Repubblica - L’Arma: dal 1946 a oggi - Una serie di podcast, in collaborazione tra RaiRadio e Carabinieri, con la voce di Gegè Telesforo, racconta gli anni della Repubblica italiana attraverso la storia dell'Arma, che si intreccia con quella del paese: dal referendum costituzionale del 1946, che dà vita alla nuova forma dello Stato e sancisce per i carabinieri la cesura netta con la monarchia, con cui l'istituzione era nata, ai giorni nostri. Un viaggio lungo 76 anni, che ricostruisce e celebra anche il percorso del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, nelle sue battaglie principali contro Cosa Nostra e il terrorismo.

Inchieste e reportage

#Anch'io - In occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne la redazione di Tre Soldi ha provato a fare il punto sulla situazione chiedendo via e-mail ad amiche e conoscenti di raccontare un episodio di molestia o abuso. Le risposte sono state superiori alle aspettative e il passaparola ha portato nei nostri studi storie di donne che hanno colto l'occasione per condividere la loro esperienza con gli ascoltatori. A partire dal #Metoo internazionale che ha aiutato ad acquisire consapevolezza e denunciare abusi, #Anch'io fa emergere un vissuto condiviso dalla maggior parte delle donne raccontandoci che nessuna condizione sociale, nessun luogo, nessun professione e nessuna età mettono al riparo da qualche genere di violenza.

#Braccio 5 - Braccio cinque - segnali radio dal carcere di Regina Coeli è il frutto di un laboratorio radiofonico realizzato all'interno del più antico penitenziario di Roma, insieme alla cooperativa PID, Pronto Intervento Disagio. Dal 15 aprile al 22 giugno del 2018 un gruppo di detenuti si è trovato ogni settimana nella sala multimediale dell'istituto, situata sotto la sezione 5. Hanno condotto finte dirette (non essendo possibile effettuare una vera trasmissione), realizzato interviste immaginarie, (non avendo il permesso di avere ospiti dall'esterno), dato voce a sceneggiati sonori di fantascienza.

'Nu poc' e me - "'Nu poc' e me. Io Napoli e la scena neomelodica" di Anna Raimondo - A Napoli la musica inonda le strade, fa cantare a squarciagola, raduna migliaia di appassionati, muove soldi e crea successo. È il fenomeno, non nuovo e spesse volte raccontato, dei cantanti neomelodici, artisti amatissimi, che si portano dietro fan accaniti e vendono dischi a palate

1492 - Alessandro Barbero ci racconta il 1492, l'anno che, per convenzione, segna la fine del Medioevo e l'inizio dell'età moderna. Attraverso la sua narrazione e l'intervento di 'testimoni' dell'epoca, interpretati da attori, Barbero porta il pubblico alla scoperta di un anno davvero eccezionale, e non solo per la scoperta dell'America. Regia: Graziano Conversano

2020: Fuga da Milano - "2020: Fuga da Milano" di Jonathan Zenti | Jonathan Zenti si trova a dover prendere un volo dagli Stati Uniti a Milano proprio nei giorni dell'esplosione dei contagi. Il suo racconto è un diario delle inquietudini interiori e dello svuotamento degli spazi esteriori, ambientato nei luoghi solitamente affollati di aeroporti, aerei e mezzi pubblici. Un ritorno a casa che assume i tratti di un confinamento volontario e che ricorda realtà distopiche che improvvisamente diventano reali. Una su tutte quella di "1997: Fuga da New York" di John Carpenter, la cui colonna sonora fa da sfondo a questo diario. Jonathan Zenti è autore del podcast "Problemi" e "2020: Fuga da Milano" è prodotto da Agave Studio.

60 anni della PerugiAssisi - Il racconto di come è cresciuta anno dopo anno la Marcia della Pace. Un podcast di Riccardo Chartroux e Arianna Voto

Afghanistan: 20 anni dopo - A vent'anni dall'inizio della guerra in Afghanistan, la serie documentario "Afghanistan: The Wounded Land", nominata al premio Rose D'OR, al RealScreen e al Rockie Awardse e vincitrice del premio della giuria al GRIMME-PREIS, uno dei più prestigiosi riconoscimenti della tv tedesca, ci aiuta a raccontare la storia recente del paese, fornendo uno sguardo su quello che è stato e quello che sarà il futuro di questa terra tormentata.

Almeno seicento metri sopra al mare: il territorio del Sirente-Velino - "Almeno seicento metri sopra al mare: il territorio del Sirente-Velino", audio documentari a cura della sede Abruzzo del Centro Sperimentale di Cinematografia - I due audio documentari In cima, le Pagliare di Luca Draoli e Con Costanza di Marlon Sartore, sono stati realizzati nell'ambito del progetto didattico di ricerca dal titolo Almeno seicento metri sopra al mare, sul territorio montano del Sirente-Velino, prodotto dal Centro Sperimentale di Cinematografia - Sede Abruzzo, in collaborazione con l'Università degli Studi dell'Aquila - Dipartimento di Scienze Umane. Negli audio documentari, realizzati dagli allievi del corso di Reportage audiovisivo, Nicolino ci parla delle "pagliare", un luogo senza tempo che ricorda un passato vivace in cerca di un nuovo futuro. Costanza, invece, ha dedicato la vita a custodire una chiesa dell'XI secolo, a Rosciolo, un paesino della Marsica in Abruzzo.

Astropolitica - Un racconto avvincente tra politica internazionale e corsa allo spazio, dalla guerra fredda ai giorni nostri. La nuova corsa allo spazio rappresenta una gigantesca occasione per l'umanità di avanzare nella ricerca scientifica. Le rivalità nel settore non sono solo appannaggio della (fu) Guerra Fredda. Oggi più che mai controllare ciò che avviene nei cieli significa avere il primato su questioni strategiche a partire dal controllo dei satelliti, attraverso i quali confluiscono i dati e le informazioni che costituiscono l'impalcatura economica del mondo. Dalle comunicazioni all'intelligence, dal posizionamento con i sistemi di Gps, alle operazioni militari. Un podcast di Eva Giovannini. Sound Designer Simone Colaiacomo.

Benvenuti al MOI - "Benvenuti al MOI. Voci di migranti (vecchi e nuovi) dall'ex villaggio olimpico di Torino" di Davide Tosco | Mercato Ortofrutticolo all'Ingrosso (MOI) era il nome dei mercati generali di Torino che in occasione delle Olimpiadi invernali del 2006, con una rapida operazione edilizia, viene trasformato in villaggio olimpico per ospitare gli atleti che parteciperanno alle competizioni sportive. Negli anni successivi gli edifici sono destinati all'edilizia popolare e sociale, quattro palazzine rimangono però inutilizzate. A seguito della cosiddetta 'emergenza Nord Africa', della crisi Libica nel 2009 e della situazione Siriana, l'Italia diventa territorio di destinazione di nuovi flussi migratori dall'Africa Subsahariana, accrescono le affluenze in città che trovano rifugio nell'ex-villaggio olimpico. Nel marzo 2013 quattro palazzine vengono progressivamente occupate da rifugiati e richiedenti asilo. Il numero degli abitanti cresce rapidamente fino a raggiungere il migliaio di residenti, diventando di fatto la più numerosa occupazione abitativa irregolare d'Europa. La carenza di strutture di accoglienza contribuisce a creare una situazione di illegalità che per alcuni anni viene tollerata. Nel 2017 MOI diventa Migranti un'Opportunità di Inclusione, un progetto di riqualificazione gestito da un tavolo inter-istituzionale (città, regione, prefettura, Diocesi e Compagnia di San Paolo). Benvenuti al MOI presenta il punto di vista dei nuovi abitanti e dà voce alla popolazione locale, in gran parte alla terza o quarta generazione di immigrati a Torino dal Sud Italia.

Biennale Musica: il college. Venezia 2021 - Giovanna Natalini ha incontrato i giovani compositori, performer, cantanti che da tutto il mondo sono giunti a Venezia in residenza per Biennale College Musica per sviluppare e presentare un loro lavoro. Giovanna Natalini li ha seguiti dietro le quinte, negli spazi dell'Arsenale, durante alcune sessioni di studio e ricerca guidate dai tutor del College, li ha intervistati raccogliendone biografie, desideri e timori, difficoltà e conquiste che hanno segnato il percorso prima del debutto sul palcoscenico del 65° Festival Internazionale di Musica Contemporanea.

Blister - Le pillole di approfondimento giornalistico realizzate come un racconto: documentari radiofonici immersivi per affrontare ogni tipo di argomento per capire meglio il mondo in cui viviamo, spaziando in tutti i campi, dalla scienza alla cronaca, dagli esteri all'economia, dalla cultura allo sport. La voce narrante si intreccia con gli interventi degli ospiti, con le musiche, con i sonori, per creare un vero e proprio viaggio di conoscenza. Ideato e curato da Camilla Francisci, è realizzato dalla Redazione Social e Podcast di Radio1.

Come d'inverno i pappagalli - "Come d'inverno i pappagalli" di Alice Gussoni - Come vive chi non ha una casa? Quanto tempo è necessario per svolgere tutte quelle azioni quotidiane che normalmente si risolvono in poche ore? Mangiare, vestirsi, lavarsi, curarsi. Graziano è un uomo di 55 anni e vive per strada da tre

Come l'acqua per i pesci - Lidia nasce nel 1929, a Milano, in una famiglia molto modesta, in una realtà dove l'analfabetismo è la regola. Durante la guerra riesce a studiare e ha appena 18 anni quando, nel 1947, entra per la prima volta, in un nuovo teatro che due giovani hanno appena fondato. Di Mauro Pescio.

Come l'acqua, come l'aria. Il Valle occupato 10 anni fa - "Come l'acqua, come l'aria. Il Valle occupato 10 anni fa" di Graziano Graziani e Fabiana Carobolante - Dieci anni dall'occupazione del Teatro Valle, uno dei gesti più eclatanti realizzati da un movimento di lavoratori e lavoratrici dello spettacolo che decisero di saldare le proprie lotte con la questione dei beni comuni, a partire dall'acqua pubblica. Cosa resta di quella esperienza? Quali parole d'ordine sono rimaste importanti nel dibattito odierno tra diritti e cultura? Abbiamo chiesto ad alcune protagoniste della stagione del Valle Occupato – tutte donne, perché fu un'esperienza anche di protagonismo femminile – di raccontarci i loro ricordi e il loro punto di vista. Uno dei vari, perché, come ci hanno raccontato, non esiste un solo Valle Occupato, ma molti, uno per ciascuna persona che ha attraversato quei tre anni di mobilitazione.

Come tutto cominciò: quattro firme italiane - Le vite di Giorgio Bocca, Giancarlo Fusco, Enzo Forcella e Rosellina Balbi, raccontate da Francesco Neri e Enzo Forcella

Come un castello di carte - Il 31 ottobre del 2002, una scossa di terremoto fece crollare la scuola di una cittadina del Molise, San Giuliano di Puglia. Sotto le macerie morirono 27 bambini e una maestra. Seguì una lunga ed estenuante vicenda giudiziaria per dimostrare che se quell'edificio fosse stato costruito correttamente, forse, quella strage non sarebbe avvenuta.

Con senso. Ogni giorno e ogni notte alla Clinica Mangiagalli - "Con senso. Ogni giorno e ogni notte alla Clinica Mangiagalli" di Lidia Riviello - Questa è la storia del primo Pronto Soccorso in Italia, nato trent'anni fa, ad aver offerto la prima, la più difficile e immediata assistenza a tutte le donne che si sono presentate, ad ogni ora e in ogni condizione fisica e psicologica, chiedendo aiuto a causa di violenze subìte, prima domestiche, così difficili se non impossibili inizialmente a raccontarsi e denunciare, poi estese a tutte le forme di sopruso fisico e psicologico. Questa è la storia della Clinica, del Centro Mangiagalli di Milano, delle sue fondatrici, dei suoi medici, avvocati, psicologi, volontari, delle vittime ancora in corsa per la rinascita e delle ex vittime, tornate a nuova vita. Ed è anche la storia delle due anime/corpi nati da una stessa grande identità di soccorso, assistenza, analisi, cura. La Clinica, appunto e l'associazione SVS Donna Aiuta Donna Onlus. Qui da anni, vittime di ogni forma di violenza, cercano e trovano ascolto, cura, possibilità di accedere a servizi, riferimenti, conoscenze , spesso soluzioni anche a situazioni di assoluta fragilità e precarietà. Donne diverse per storia, cultura, origine, provenienza, ceto sociale. Un coro di voci che prende il via da due prime fondamentali: quella della fondatrice dello storico Pronto Soccorso, la Dottoressa Alessandra Kustermann che ricostruirà un percorso militante e illuminante di questi trent'anni di servizio pubblico e di assistenza profonda e totale alle donne e dell'avvocato Patrizio Nicolò, legale che ha alle sue spalle e davanti a sé quotidiane esperienze, le più diverse fra loro, di violenza e in gran parte di emarginazione.

Cracovia, interno giorno - Diario di una guerra al confine - "Cracovia, interno giorno - Diario di una guerra al confine" di Elisabetta Ranieri e Giada Valdannini con Wirginia Cristin - Wirginia ha 37 anni, vive a Cracovia col marito Maciej e con la figlia Ines di appena due anni. È l'amica che chiunque di noi può avere, quella che abita oltre confine. Solo che il suo confine, oggi, è dannatamente vicino a quello del conflitto scoppiato lo scorso 24 febbraio tra Russia e Ucraina. Il poligono di Yavoriv, colpito lo scorso 13 marzo dai missili russi, dista infatti appena venti chilometri dalla Polonia. Wirginia, perciò, è l'amica che chiami per sapere come stia ma anche quella che sai alle prese col timore di dover fuggire. Lei e Maciej si sono infatti chiesti cosa farebbero se la Russia attaccasse anche la Polonia. È con gli occhi di Wirginia che proviamo a guardare cosa significhi avere una guerra dietro casa, che suono abbiano le stazioni e le strade dove i profughi sono sempre in aumento, cosa significhi per loro fare i conti con la perdita di tutto.

Diari del nucleare. Sul confine tra sviluppo e progresso - "Diari del Nucleare. Sul confine tra sviluppo e progresso" è la prosecuzione di una ricerca ambientale intrapresa intorno al film Terra Incognita. Viaggiando nel cuore europeo tra Italia, Francia e Germania, gli autori raccolgono segni della transizione energetica e delle sue controverse diramazioni. Facendo risaltare il rapporto geopolitica - umano - energia e linguaggio, Diari del Nucleare si propone come strumento narrativo al centro dello stallo storico dell'Antropocene. Da Plinio a Latouche, dalle alture di Frascati alle scure sponde boscose del Baltico, Diari del Nucleare è un'esplorazione sonora che affronta la cultura atomica con approccio epistemologico e psicogeografico. Contributi di Barbara Curli, Angelo Tartaglia, Paola Ricci Sindoni, Emanuele Leonardi, Davide Orsini, Nadia Cherubini, Antonio Della Corte, Erin e Travis Wilkerson, Serge Latouche, Paola Batistoni, Roberto Roberti, Umberto Minopoli, Alessandro Bonito-Oliva, Giuseppe Celentano, Simonetta Turtu, Stella Bonavita. Un ringraziamento speciale a Laura Moretti - ENEA, Alma Mater Studiorum, Legambiente, Politecnico di Torino, Università degli Studi di Torino. Le fotografie sono di E. Carnuccio, E. Masi, T. Rigoni. Scritto e diretto da Enrico Masi, Stefano Migliore e Davide Rabacchin, prodotto da Caucaso, musiche originali di Fabrizio Puglisi e Alberto Capelli - ATMAN, l'attrice Laura Pizzirani, il fonico Jacopo Bonora.

Elisabetta II. Regina d'Inghilterra - È il più anziano sovrano del mondo, e il monarca che ha regnato più a lungo nella storia della Gran Bretagna. Elisabetta II è regina non solo del Regno Unito, ma anche di Canada, Australia, Nuova Zelanda e di altri 12 stati membri del Commonwealth. Ha vissuto il progressivo smantellamento del glorioso Impero Britannico. Ha attraversato molte guerre e grandi sconvolgimenti economici e sociali.

Esercizi sull'abitare (16,9 km / 333 km / 6.900 km) - Esercizi sull'abitare, nato come progetto per la scena è un non-luogo a metà strada tra l'esperienza teatrale, la ricerca antropologica, il documentario, l'installazione artistica, la condivisone di storie, memorie e saperi, in cui il tempo e lo spazio co-abitano in una casa orizzontale, aperta e in perenne cambiamento. A partire dalla riflessione sul tema della casa come luogo di concentrazione simbolica della convivenza umana, abbiamo dialogato con territori, abitanti, artisti, spazi. Cos'è casa, dove essa sia e cosa significhi abitarla nel nostro presente sono le domande attorno a cui negli ultimi anni ci siamo interrogati, indagando il tema dell'abitare secondo i modi e gli accenti della nostra pratica artistica. Esercizi sull'abitare per la radio è un diario di viaggio che ricuce i fili delle tappe attraversate fino ad ora, dal 2019 al 2022. È una mappa di geografie umane dentro cui perdersi. È la storia dei chilometri percorsi, delle storie incontrate, di come la pandemia è entrata dentro la ricerca tracciando una linea di confine che ha aperto nuovi ragionamenti. Il racconto del viaggio è diviso in tre tappe, in ogni tappa ci sono alcuni esercizi che approfondiscono temi e persone, alla fine di ogni esercizio una canzone. Nella prima tappa siamo partiti da una periferia romana, dal Teatro Quarticciolo che ci ha fatto percorrere i primi 16,9 km. Nella seconda tappa, 333 km, il percorso è continuato fuori dalla città. Nella terza tappa ci siamo domandati cosa significa cercare casa altrove. E così si sono materializzati i 6.900 km Non-Stop Home che ci hanno portato fino a New York. Tutti questi esercizi ci raccontano che casa è ovunque noi siamo, è il racconto dei racconti che siamo - i volti, i gesti, i suoni, le voci che incontriamo - è lo spazio smisurato che abitiamo. Ogni passo indica l'itinerario di un'indagine e crea un nuovo luogo da abitare. Di e con Tamara Bartolini e Michele Baronio e la collaborazione artistica di Michele Boreggi.

Ferite - Capaci - Via d'Amelio: 30 anni dopo. Una serie podcast dedicata al ricordo, trent'anni dopo, delle stragi di mafia che hanno sconvolto l'Italia nel 1992: gli attentati di Capaci e via d'Amelio. Un tranquillo sabato pomeriggio di trent'anni fa è squarciato dalla notizia che viene battuta dalle agenzie di stampa e diffusa da tutti i media: l'attentato di stampo terroristico-mafioso organizzato da Cosa Nostra toglie la vita al giudice Giovanni Falcone, a sua moglie Francesca Morvillo e a tre uomini della scorta: Vito Schifani, Rocco Di Cillo e Antonio Montinaro. L'Italia si ferma e ascolta incredula quanto viene trasmesso. A ricondurci a quei minuti e a farci riaffiorare i ricordi è la voce narrante dell'attrice Donatella Finocchiaro che si alterna a quelle di donne che hanno vissuto sulla propria pelle quegli eventi tragici, che sono state testimoni o anche semplicemente spettatrici. Ferite - Capaci: 30 anni dopo è un Podcast Originale RaiPlay Sound, prodotto da Loft Produzioni, scritto da Matteo Billi, Francesca La Mantia e Giuseppe Paternò Raddusa.

Generazione Vulcano. Essere adolescenti alle isole Eolie - "Generazione Vulcano. Essere adolescenti alle isole Eolie" di Marta Bellingreri e Giulia Frigieri - Mentre la natura paradisiaca nutre i loro occhi, la mattina la sveglia per chi deve andare a scuola sulle isole dell'arcipelago eolico suona molto presto. Prima il bus, poi l'aliscafo, per raggiungere il liceo a Lipari, l'isola-città dell'arcipelago. A Stromboli invece non c'è settimana che passi senza una salita al Vulcano. In queste isole consumate dal turismo estivo, i racconti fuori stagione di chi le abita in età adolescenziale restituiscono l'euforia di chi cresce in un'isola che come nessun altro luogo al mondo potrà mai chiamare casa.

Gli ammutati - Morti prima che potessero parlare. Verità non dette sulle stragi di Capaci e via d'Amelio che, come un filo sottile, attraversano le storie dei protagonisti di questo podcast prodotto con materiale d'archivio, interviste e musiche originali. A cavallo tra la prima e la seconda repubblica, una serie di omicidi e strani suicidi si nascondono nelle pieghe della storia. Su molti di questi casi non c'è ancora piena luce, e anche quando arrivano le condanne degli esecutori, a mancare sono sempre i nomi dei mandanti. Il poliziotto Nino Agostino e sua moglie Ida Castelluccio, l'educatore carcerario Umberto Mormile, l'infiltrato Luigi Ilardo, il mafioso Antonino Gioè sono alcuni dei personaggi che ci accompagneranno in questa lunga e faticosa ricerca della verità. Di Michela Mancini con la regia di Christian Manfredi

Gorizia - Nascita di un confine - "Gorizia - Nascita di un confine" di Renato Rinaldi - Il 10 febbraio 1947, a Parigi, i rappresentanti di Stati Uniti, Unione Sovietica, Francia e Inghilterra definiscono la linea di confine che dividerà l'Italia dalla Jugoslavia, lasciando ancora in sospeso l'appartenenza nazionale di Trieste. Le potenze vincitrici della Seconda guerra mondiale si accordano sulla cosiddetta "linea etnica", che viene tracciata su una mappa e che alcuni mesi dopo, nel settembre del 1947, diventerà una traccia bianca di gesso che attraverserà strade, piazze, cortili, campi e cimiteri. Questa è la storia di quella linea bianca, e di come si è arrivati a definirla. Una storia osservata dal punto di vista di una città che da quella linea verrà attraversata e divisa: Gorizia. Presteremo orecchio ai racconti dei testimoni, goriziani, italiani e sloveni, che hanno vissuto i complicati giorni del 1947. Una pluralità di storie di vita, di narrazioni, irriducibili ad un'unica versione dei fatti. Voci e sguardi che mettono in luce la dimensione soggettiva della storia del primo Novecento, attraverso la narrazione della quotidianità: dalla "corsa" per Gorizia alle foibe, dalle manifestazioni per l'appartenenza nazionale alla difficile scelta di abbandonare qualcosa "al di là della rete". Un archivio di testimonianze orali raccolte da un team di ricercatori italiani e sloveni all'interno del progetto "Topografie della memoria" promossa dall'Associazione Quarantasettezeroquattro di Gorizia. Credits: Il podcast è realizzato all'interno del progetto "Topografie della memoria". Promosso dall'Associazione Quarantasettezeroquattro. Con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia, Turismo FVG. A cura di: Alessandro Cattunar, Renato Rinaldi, Natalie Norma Fella. Interviste di: Alessandro Cattunar, Kaja Širok. Drammaturgia: Renato Rinaldi, Natalie Norma Fella. Montaggio e sonorizzazione: Renato Rinaldi.

Health me! La sanità a portata di mano - Spesso la sanità è un labirinto. Conoscere i percorsi di cura di cui abbiamo diritto e capire come usare i servizi sanitari sul territorio ci aiuta a non perdere tempo quando abbiamo un problema di salute, a evitare esami e visite inutili e a risparmiare soldi. Ma soprattutto sapere quali sono i nostri diritti sanitari è il primo passo per farli valere e difenderli. Da come si prenota una prestazione specialistica a cosa fare in caso di liste di attesa troppo lunghe, dai modi per accedere gratuitamente agli screening oncologici ai servizi che si trovano all'interno di un consultorio familiare, da che cos'è il fascicolo sanitario elettronico a come si previene la fertilità, come funzionano i centri per i disturbi alimentari e quelli per le infezioni trasmesse per via sessuale e come si ottengono l'assistenza a domicilio per gli anziani non autosufficienti e le cure palliative per adulti e bambini. Una guida pratica, che tiene conto delle diverse organizzazioni regionali, per orientarsi nel panorama sanitario italiano tra criticità, opportunità e nuovi scenari evolutivi. Un podcast ideato e curato da Chiara Daina

I circensi - Il circo è considerato anacronistico, vecchio, addirittura estinto, e invece è ancora vivo, resiste al mondo contemporaneo, ha resistito al Covid e si ripropone al pubblico nel suo evolversi continuo. È un mondo affascinante, ma anche complicato e sofferente. Il problema principale è rappresentato dalle condizioni di vita di molti animali ancora portati in pista, animali addestrati che vivono in cattività. Per questo il circo si trova davanti a un bivio e non può esistere più in quella forma che ormai rappresenta il passato. Ma come vivono i circensi oggi? Come i giovani affrontano le contraddizioni tra l'eredità familiare e le richieste dettate dall'evoluzione dei tempi? E dove affondano le loro radici? Francesca Bellino ha incontrato parte della quinta generazione della dinastia Togni, Giorgia e Ugo Vinicio, figli di Vinicio Togni Canestrelli, terzogenito di Lidia Togni e Riccardo Canestrelli. Li ha seguiti nella loro quotidianità vissuta in bilico tra il desiderio di seguire la tradizione familiare e la voglia di trasgredire a una vita nomade in cui tutto è provvisorio e in cui la ricerca dell'equilibro non è soltanto una sfida da palcoscenico, ma un compito quotidiano.

I nuovi cittadini. Scuole popolari di ieri e di oggi - "I nuovi cittadini. Scuole popolari di ieri e di oggi" di Marzia Coronati.

Il colore lilla - "Il colore lilla" dal progetto fotografico Body and soul di Stefano Scherma - Anoressia, bulimia, binge eating disorder, bigoressia, ortoressia, pica, ruminazione, sono le principali definizioni delle malattie da disturbo del comportamento alimentare, i DCA, che secondo i dati del 2018 del Ministero della salute in Italia colpiscono circa 3,5 milioni di persone ogni anno e che sono, con 4000 casi, la seconda causa di morte, dopo gli incidenti stradali, tra i giovani. Il 15 marzo è stata istituita la Giornata nazionale del Fiocchetto Lilla per ricordare queste malattie. "Body and soul" è un progetto fotografico iniziato nel 2019 sulle malattie del comportamento alimentare maschile che, entrando nella quotidianità dei protagonisti, punta a mostrare come la malattia non sia né una questione esclusivamente femminile, come veicolato dall'immaginario collettivo, né una questione estetica legata al peso corporeo. È una malattia generata da sofferenze profonde che portano a sfogare sul corpo il dolore nascosto. Questo progetto ha permesso a Stefano Scherma, l'autore delle foto, di incontrare Riccardo, Stefano, Nicholas, Sebastiano, Marco, Babara e Mattia, protagonisti di questo documentario.

Il gioco del mostro - Ottobre 1992, nelle campagne di Foligno un bambino di quattro anni sparisce nel nulla. Il suo corpo verrà ritrovato due giorni più tardi nei boschi sopra la città, seguendo le indicazioni contenute in un messaggio di sfida lasciato in una cabina. La caccia all'assassino durerà dieci mesi, ma servirà il sangue di un secondo bambino per smascherare Luigi Chiatti e fermare il gioco del mostro. Un podcast di Giulia Bianconi, Massimo Solani e Dario Tomassini, regia di Leonardo Patanè. TGR Umbria con Radio 1 e RaiPlay Sound

Il mio posto. Un incontro al Parco Saraceno - Di Francesca Leonardi.

Il sillabario delle emozioni - Le emozioni sono dentro e fuori di noi. A volte sembra di non sentirle più, ma non sono morte. Continuano a vivere con noi, ci bussano alla porta e aspettano solo di essere accolte. Le emozioni sono dentro tutte le storie. A volte ci vengono incontro e a volte bisogna andarle a cercare. Domenico Iannacone ci guida in un viaggio all'interno di sei storie che hanno lasciato un segno nella sua vita e nella sua carriera di giornalista. Un sillabario fatto di parole, musiche e pause per riprendere contatto con l'altro e noi stessi. Il Sillabario delle Emozioni è un podcast di Domenico Iannacone. Con la collaborazione di Giulia Laura Ferrari. Musiche di Marco Scorsolini. A cura di Giulia Laura Ferrari. Coordinamento Rai Radio2 di Annalisa Vacca.

Il Sottosopra - Il tempo delle miniere è custodito nelle gallerie allagate, tra i resti dei villaggi minerari, nelle acque rosse che attraversano le dune, nelle scelte di un maestro, nella voce di una lampada a carburo, in un vecchio nastro magnetico. Buio, paga, pericolo, acqua, vagone, laveria, esplosivo, paura, perforatrice, bedaux, occupazione, cronometro, turno, galleria, minerale, pozzo. Sono alcune parole che abitano questo passato, seguendole abbiamo incontrato il senso del Noi, la dignità nel lavoro e l'irrefrenabile desiderio di poter lasciare qualcosa di buono ai figli. Quantomeno la storia di chi eravamo. "Il Sottosopra" è un audiodocumentario di Gianluca Stazi e Giuseppe Casu. Un progetto a cura di Tratti Documentari e in collaborazione con i minatori del Sulcis Iglesiente.

Inviate in prima linea - Le donne che hanno vissuto in prima linea, e raccontato a tutta Italia, i fatti che hanno determinato e sconvolto la storia recente: le nostre inviate. Laura Cappon incontra le giornaliste che hanno ispirato tante giovani ragazze a intraprendere la stessa carriera. I servizi originali di allora, recuperati dalle teche Rai, aprono le interviste in cui le inviate si raccontano e analizzano a distanza di anni i fatti e la loro narrazione. Nelle prime due puntate torneremo nei territori devastati dalle sperimentazioni atomiche in Kazakistan con Milena Gabanelli e racconteremo il lavoro di Maria Grazia Cutuli, attraverso la testimonianza di Barbara Stefanelli e Carlo Verdelli. Inviate in prima linea è un podcast di Laura Cappon e Giulia Laura Ferrari, regia di Alex Messina, a cura di Alessandra Narduzzi.

Isole d'inverno - L'Italia è piena di isole meravigliose, un tempo teatro di vita marinara e oggi sempre di più luoghi di turismo di massa. Si riempiono ad ogni stagione estiva per svuotarsi subito dopo. Chissà allora che lo spirito dell'isola, che anche quando è vicina continua ad essere un suggestivo altrove, non risieda proprio lì, in quel negativo dell'immagine da cartolina che ce le fa amara, desiderare. Di Graziano Graziani.

L'altra metà del verso - Essere umani nel mondo dei dati - Andando in giro col telefono, partecipando alle conversazioni sui social media, leggendo qualsiasi cosa online; pagando con la carta di credito; difendendo le proprietà con le telecamere davanti alla porta di casa o sul balcone; andando in automobile: insomma, in moltissime circostanze della vita quotidiana, miliardi di persone che usano le tecnologie digitali producono dati che vengono registrati da decine di server di ogni parte del mondo sviluppato. I giganti dell'economia planetaria prosperano con il trattamento di quei dati. I più grandi avanzamenti tecnologici si basano sull'elaborazione di quei dati. Il potere degli stati più importanti si basa sul controllo di quei dati. Lo stesso denaro è destinato a diventare un'aggregazione di dati. La vita nel mondo dei dati è tanto più libera quanto più è consapevole. E in questo podcast cerchiamo di aumentare di un poco quella consapevolezza. In nome della nostra libertà. Un podcast originale di Luca De Biase per Rai Radio3

L'Arco di Chiara - Siamo gli speaker di Radioimmaginaria, la radio degli adolescenti. Una domenica di giugno del 2021, in un bosco dell'appennino tosco emiliano, Chiara, una ragazzina di 15 anni, viene uccisa a coltellate da un suo amico sedicenne. Alla fine di un interrogatorio estenuante, Alex sembra essere il maggiore indiziato di questo delitto. Dice di averla uccisa perché si accollava. Alex ora è in carcere in attesa di processo. La storia però è ancora piena di aspetti che devono essere approfonditi. Raccontare quello che è successo a questa nostra coetanea è doveroso. Poteva accadere a chiunque di noi. Scritto da Lorenzo Liberatore, Marco Regazzi, Noemi Sassatelli, musiche di Daniele Bengi Benati, prodotto da Radioimmaginaria. Post Produzione Simone Gigante. La canzone "Sad Story" è cantata da Matil; consulenze legali di Giovanni Annunziata di Studio Legale Giovanni Annunziata, Marco Cappucci, Francesca Tranchida di Studio Legale Capucci, Giulia Maienza, Andrea Pontecorvi e Pietro Puchet di Herbert Smith Freehills. Un ringraziamento speciale va ai genitori di Chiara, Giusi e Vincenzo, Francesca Taibbi, a Martina e all'Associazione L'Arco di Chiara che ha ispirato il titolo di questo podcast.

L'isola. New York 9/11 - Un podcast originale di Rai Radio 3 racconta la città di New York nelle ore e nei giorni che seguirono l'attentato alle Torri Gemelle. Una città vista dal basso, con gli occhi attoniti e terrorizzati di chi ci viveva in quella fine estate di venti anni fa. La mappa di un luogo che si è trasformato in apocalisse, ripercorsa insieme ai protagonisti: i newyorkesi. Per ogni strada, per ogni sobborgo una voce, un suono, una testimonianza. Con due testimoni d'eccezione: Steve McCurry e Amitav Ghosh. "L'isola - New York 9/11" è un podcast originale realizzato da Costanza Spocci, Vittorio Giacopini e Roberto Zichittella. La regia è di Costanza Spocci, le musiche di Riccardo Amorese. Collaborazione di Manuela Cavalieri e Donatella Mulvoni. Produttrice esecutiva Sara Sanzi, supervisione di Cristiana Castellotti e Elisabetta Parisi.

L'Ora della Venezia Giulia - "L'Ora della Venezia Giulia" è la trasmissione prodotta dalla Sede Rai del Friuli Venezia Giulia che si rivolge alla Comunità Nazionale Italiana di Slovenia e Croazia. Lo spazio quotidiano si apre con il notiziario realizzato dalla Tgr, la Testata giornalistica regionale. A seguire, il programma della nostra sede, "Sconfinamenti", a cura di Massimo Gobessi. Ogni domenica "L'ora della Venezia Giulia" si conclude con la rubrica "Il pensiero religioso", a cura della diocesi di Trieste.

L'Otello Sospeso. Voci e storie dal Teatro Comunale di Bologna - "L'Otello Sospeso. Voci e storie dal Teatro Comunale di Bologna" di Jonathan Ferràmola - A poche settimane dalla "prima" prevista per l'11 novembre 2020, l'Otello di Giuseppe Verdi con la direzione d'orchestra di Asher Fisch e la regia di Gabriele Lavia viene sospeso a data da destinarsi. Dopo le prime chiusure di febbraio 2020 e un'estate di lavoro frenetico per ridisegnare spazi, riadattare le produzioni e ripartire al Palazzetto dello Sport, la seconda chiusura ha assestato un colpo duro a tutto l'ambiente, alle prese con le prove degli orchestrali da casa, lo spettro della crisi della cultura sempre incombente, le difficoltà logistiche delle maestranze costrette a lavorare senza un proscenio e la paura dei contagi. L'Otello Sospeso raccoglie 16 storie di musicisti, coristi, tecnici, sovrintendenti, costumisti, direttori d'orchestra e spettatori che raccontano il presente ed il recente passato del teatro dell'opera bolognese e la difficile ripartenza che li aspetta. Curato e prodotto da Jonathan Ferràmola, con la collaborazione della Fondazione Teatro Comunale di Bologna (Fulvio Macciardi, Maurizio Tarantino e Irene Sala). Le foto di copertina sono di Michele Lapini.

La congiura del silenzio - 16 ottobre 2000, periferia di Tbilisi. Un poliziotto in pensione rinviene un cadavere col torace sfondato in una stradina di campagna. È Antonio Russo, l'inviato di Radio Radicale scomparso due notti prima dalla sua abitazione. Incidente? Rapina? O assassinio? Stava documentando la guerra in Cecenia e aveva denunciato l'uso da parte russa di armi proibite sui civili. La documentazione da lui raccolta non è stata ritrovata, ma forse non è così. Si aprono due inchieste giudiziarie, una in Georgia, una in Italia. Vengono eletti indiziati improbabili, formulate ricostruzioni inattendibili, l'unico indagato è un artista olandese. È davvero coinvolto? A 21 anni dalla morte la verità resta sepolta, e tutti gli interrogativi sono senza risposta. "La congiura del silenzio", inchiesta finalista alla decima edizione del premio Roberto Morrione, è un podcast in 4 puntate scritto e realizzato da Jacopo Ottenga Barattucci, capo progetto Rai Dario Dionoro.

La marcia su Roma - È stata la marcia su Roma a permettere a Mussolini di conquistare il potere? O la marcia è stata lo spettacolo pubblico che è diventato il simbolo della vittoria del fascismo? Cosa ha permesso nel giro di due settimane a Mussolini di diventare capo del governo, una ipotesi che nessuno prendeva in considerazione a inizio ottobre del 1922? La 'resistibile' ascesa al potere di Mussolini, le responsabilità della vecchia classe politica liberale, gli errori e il settarismo dei partiti socialista, cattolico e comunista, le complicità e le connivenze delle istituzioni statali, che spianarono la strada alla violenza fascista e al suo regime totalitario, nel racconto di Marcello Flores, studioso dei totalitarismi e autore di "Perché il fascismo è nato in Italia" e Mimmo Franzinelli, studioso del fascismo e dell'Italia del Novecento, autore de "L'insurrezione fascista. Storia e mito della marcia su Roma"

La Palazzina. Una storia di mobbing di massa - Un corridoio sporco, con sei o sette uffici che si aprivano ai due lati. Qualche scrivania, sedie sgangherate, nessun computer né telefono, finestre rotte e fili elettrici a vista. Questo fu lo spettacolo che si presentò agli ispettori del lavoro di Taranto quando, nel novembre del 1998, entrarono nella famigerata Palazzina LAF. Era un reparto punitivo all'interno dell'acciaieria Ilva. Vi furono confinati - senza nulla da fare per otto ore e mezzo al giorno - ben 79 lavoratori che per vari motivi erano malvisti dalla proprietà, cioè dall'ingegner Emilio Riva. E' per lo scandalo Palazzina LAF che in Italia si comincia a parlare di mobbing: l'8 marzo del 2006 la Cassazione conferma la condanna per violenza privata a carico del proprietario dell'Ilva e di dieci dirigenti. Autrice Carla Manzocchi. Regia Luca Bernardini. Letture Valentina Antonelli, Giuseppe Carrisi e Lorenzo Opice.

La via maestra. Napoli contro la dispersione scolastica - "La via maestra. Napoli contro la dispersione scolastica" di Marta Bellingreri e Costanza Spocci - Dai Maestri di Strada, per un attimo si dimentica la scuola noiosa "dove si scrive e basta" e gli spari della Camorra tanto comuni sotto casa a Ponticelli, quartiere di Napoli Est. Tramite i loro laboratori, i Maestri di Strada mettono in atto una pedagogia che pone al centro l'incontro coi ragazzi, in un quartiere con il tasso di abbandono scolastico tra i più alti d'Italia. Le loro possibilità inesplorate, i loro talenti nascosti, i loro sogni diventano musica, teatro, bellezza. Grazie a questi stimoli, alcuni di loro si instradano su un futuro diverso, imparando un mestiere e immaginando quello che un giorno potrebbe essere un vero e proprio lavoro.

Labanof - Un podcast originale in cinque episodi dedicato alle diverse professionalità che animano il Laboratorio di Antropologia e Odontologia Forense di Milano, fondato e diretto dall'antropologa e medico legale Cristina Cattaneo. Scritto e realizzato da Fabiana Carobolante, Daria Corrias, Giulia Nucci, Raffaele Passerini. Musica e suono di Riccardo Amore. Con la voce di Vinicio Marchioni. Tecnici di sala Mario Cirillo e Sergio Lai.

Le vite degli altri - Mettersi nei panni di chi è sopravvissuto ad una strage, di una professoressa transgender, di una donna ucraina da anni in Italia per assistere gli anziani, di una persona che ha conosciuto la depressione, del fratello di un ragazzo con sindrome di Down. Fondazione Empatia Milano, che promuove e diffonde l'empatia attraverso attività culturali, propone l'ascolto di dieci storie 'scritte a voce'. Per entrare in punta di piedi nelle vite degli altri. "Le vite degli altri" è un audiodocumentario con storie a cura di Fondazione Empatia Milano, montaggio di Massimo D'Anolfi e Martina Parenti, musiche di Massimo Mariani, grafica a cura di Elisa Vendramin.

Lisetta Carmi, un'anima in cammino - I suoi scatti, la sua visione del mondo, i suoi lavori appassionati e in controtendenza con la società italiana degli anni Sessanta e Settanta, hanno segnato il mondo dell'arte fino a oggi: i travestiti e i portuali di Genova, l'erotismo e l'autoritarismo del cimitero monumentale di Staglieno, i viaggi per documentare il mondo, il fulminante incontro fotografico con Ezra Pound. Infine il profondo incontro mistico con Babaji in India nel 1976 e la costruzione dell'Ashram di Cisternino, il primo costruito in Occidente e meta ogni anno di migliaia di devoti da tutto il mondo. Una vita incredibile quella di Lisetta carmi, iniziata il 15 febbraio del 1924 in via Sturla a Genova in una famiglia di origine ebraica. Di Daniele Segre.

Lo scherzo - Il caso Gkn, lotta operaia del terzo millennio - La mattina del 9 luglio 2021 la vita dei 500 lavoratori della GKN di Campi Bisenzio, viene sconvolta da una notizia: l'azienda, che produce semiassi per automobili, improvvisamente comunica via mail la chiusura dello stabilimento e l'avvio delle procedure di licenziamento. Gli operai inizialmente non ci credono, e pensano a uno scherzo. Poi capiscono e si organizzano per rispedire lo scherzo al mittente, avviando una mobilitazione popolare che supera i confini locali. La fabbrica viene occupata e comincia un'imprevedibile lotta operaia del terzo millennio: attorno al collettivo di fabbrica della GKN si forma e si sviluppa un laboratorio sociale e politico destinato a lasciare un segno. Di Valentina Baronti, Camilla Lattanzi, Gianluca Masala. Ringraziamenti: Siamo in debito con molte persone, preziose e decisive per la realizzazione de Lo scherzo: il collettivo di fabbrica e tutti i rappresentanti sindacali, ma di più il nostro referente Roberto Spera; il gruppo di supporto "#Insorgiamo", specialmente Macha Bacci; gli operai, tra i quali Massimo Corsini detto "I' Berva", Alessandro Tapinassi detto "Snupo", Umberto, Matteo Ciolli, Jacopo Gallo. E poi Silvia, Andrea e Felice, che ci hanno accolte la prima volta in fabbrica. Lorenzo Guadagnucci, per aver reso migliori le nostre numerose versioni del lavoro; Cristiano Lucchi, perché la prima volta in fabbrica è stata per scrivere un articolo per lui; Anna Granata per la sua musica e la sua ricerca; Antonio Baronti per le soluzioni informatiche; Il gatto nero BORIS per il suo effetto rilassante. E con lui DURRINA, gatta partecipativa; Valerio, Gabriele Palloni e Annarita Bonanata per l'organizzazione della cena vegana in fabbrica; tutti i musicisti del mondo per avere nel tempo prodotto un oceano di musica, bellissima e necessaria; e sempre grazie a Sabrina Sganga, che non abita più la dimensione terrena: ovunque tu sia Sabrina, spero che sarai fiera del nostro lavoro.

Lo stato parallelo - A più di quarant'anni dall'accaduto, questo "action-podcast" fa rivivere in 10 puntate la scoperta dei meccanismi segreti che legarono la P2 alle istituzioni dello stato. Tra indagini, ritrovamenti e processi, a guidarci è proprio chi di quei fatti è stato protagonista: l'ex magistrato Gherardo Colombo, che, col collega Giuliano Turone, condusse nei primi anni 80 un'operazione senza precedenti che portò, tra ostacoli e intimidazioni, a svelare la più potente e pericolosa organizzazione massonica italiana. Attraverso il racconto di Gherardo Colombo e la ricostruzione degli eventi con documenti e testimonianze, la serie svela tutti gli aspetti più controversi di quel sistema occulto di potere che si era impadronito delle istituzioni, tra stragi, scandali, servizi segreti, potenze straniere, politici, imprenditori, magistrati e giornalisti corrotti e complici, stragismo nero e terrorismo rosso, con la connivenza dei vertici delle istituzioni italiane ed estere. Luci e ombre di un passato non troppo lontano che conserva ancora forti legami con il presente. Da un'idea di Gherardo Colombo e Danco Singer. Un podcast prodotto da Frame-Festival della Comunicazione per Rai Play Sound

Luciedda. Una storia ritrovata - Quella di Lucia Mantione é una drammatica storia che risale al lontano 1955. Aveva 13 anni quando scomparve il 6 gennaio, giorno dell'Epifania. Le ricerche durarono 3 giorni, il suo corpo venne ritrovato in un casolare alle porte del paese: Montedoro, nell'entroterra di Caltanissetta. Uccisa dopo un tentativo di violenza. A 'Luciedda' vennero negati i funerali per una decisione incredibile: il sacerdote dell'epoca applicò in maniera rigida il principio che vietava il rito funebre nei casi di morte violenta. La comunità di Montedoro però non ha mai smarrito il ricordo di quella tragedia ed ha continuato a chiedere che fosse fatta luce su questa vicenda. Al microfono Rita Pedditzi, alla regia Renato de Angelis

Marta. Il delitto della Sapienza - Il 9 maggio 1997, all'interno della Sapienza, la città universitaria di Roma, viene uccisa Marta Russo, una studentessa di ventidue anni. Ripercorriamo, attraverso le registrazioni audio del diario intimo e segreto di Marta, sinora mai reso pubblico, il racconto inedito di una storia che ha sconvolto ed appassionato il Paese.

Mistero in Blu - La prima stagione integrale di "Mistero in blu" di Carlo Lucarelli, che in seguito sarebbe diventato "Blu notte". Andato in onda nel 1998 su Rai2, "Mistero in blu" ricostruiva casi irrisolti di cronaca nera, spesso senza movente. Tra i delitti ricostruiti da Lucarelli col solito rigore e fascino affabulatorio, quello di Alvise di Robilant, Francesca Alinovi, Massimiliano Iorio, Antonella Falcidia, Nada Cella e Alessandra Vanni.

MUSA. Il museo del Labanof - "MUSA. Il museo del Labanof" di Giulia Nucci con Renato Rinaldi - Musa sta per museo universitario delle scienze antropologiche, mediche e forensi per i diritti umani ed è la nuova sfida del Labanof. Nel laboratorio di antropologia e odontologia forense di Milano ogni giorno medici legali, biologi, archeologi e antropologi studiano ossa, resti umani e corpi per ricostruirne la vita e la morte. Questo infinito lavoro viene finalmente offerto a noi visitatori. Aggirandoci tra i corridoi e le stanze del museo, fra ossa appese alle pareti, diorami, testi scritti, murales e video, finiremo per capire cosa le scienze mediche e forensi possono fare per la tutela della giustizia e dei diritti umani. Un reportage sull'allestimento del Musa e il racconto della sua nascita e dei suoi obiettivi attraverso le voci di Cristina Cattaneo e di Davide Porta che lavorano insieme al Labanof da 25 anni e di Andrea Perin museografo.

Nelle tracce del Lupo - Il primo podcast italiano dedicato al lupo nasce per invitare l'ascoltatore alla conversazione tra il mondo selvatico e quello umano. Nelle Tracce Del Lupo racconta la nostra attitudine culturale verso la natura muovendosi "nelle" tracce di questo animale elusivo, per quanto studiato e conosciuto. Il viaggio attraversa sia le aree alpine dell'Italia, che negli ultimi dieci anni si sono confrontate con la presenza di questo predatore, sia il cuore dell'Appennino che ci ha sempre convissuto, anche quando nel resto d'Europa era praticamente estinto. In Lupi e uomini, Barry Lopez scrive: «essere rigorosi in tema di lupi equivale a pretendere certezze dalle nuvole». Seguire la sua inafferrabile traccia significa metterci in relazione con un contesto biologico e geografico, culturale e filosofico; significa sentirci esploratori curiosi di imparare i meccanismi della natura. Significa percepirne la presenza fisica. Per questo abbiamo ascoltato biologi, esploratori, storici, guardiacaccia, addetti forestali, naturalisti, scrittori, pastori. Di recente il percorso che ha portato il lupo a ripopolare i boschi italiani, dopo essersi rintanato nel Parco Nazionale d'Abruzzo per un secolo, è stato fotografato dal primo censimento realizzato tra il 2018 e il 2021 su scala nazionale, coinvolgendo migliaia di addetti e centinaia di associazioni, grazie al coordinamento di ISPRA. Abbiamo camminato nelle sue tracce, anche in compagnia di chi ha partecipato a questa mappatura, provando a capirne la prospettiva, annusando i segni del suo passaggio per stabilire una relazione più genuina con il nostro senso di appartenenza al mondo selvatico. I cinque episodi del podcast descrivono come il lupo sia un fondamentale regolatore di biodiversità, un marker vivente dell'ecosistema, che arricchisce la rete di relazioni nella quale siamo immersi. Come tutto ciò che è selvatico dentro di noi, è bello sapere che esiste, ma non è obbligatorio doverlo incontrare. Davide Sapienza: testo e voce narrante Lorenzo Pavolini: testo, registrazioni, montaggio Francesco Garolfi: musiche originali

New York orizzontale - Si dice che New York sia una città solo per i molto ricchi, o per i molto poveri. Quella dei molto ricchi ha a che fare con la verticalità: la carriera, i grattacieli, le penthouse, le feste esclusive sui rooftop, i tacchi di scarpe che non si sporcano. Quella dei molto poveri è una metropoli orizzontale. Si muove sui marciapiedi, nei sotterranei delle case, lungo le linee della metropolitana, impone l'uso di scarpe pesanti e comode. In queste cinque puntate esploriamo la New York di chi rivolge lo sguardo a terra: quella dei "canners", le persone che vivono raccogliendo bottiglie e lattine per strada per poi scambiarle per 5 centesimi a pezzo. A New York sono in migliaia, persone con origini e storie molto diverse. Solo in pochi vivono per strada, la maggioranza sono immigrati con una casa e una famiglia, ma in grande difficoltà. È facile riconoscerli: spingono carrelli da supermercato straripanti di sacchi colmi di contenitori vuoti. Alcuni ne raccolgono abbastanza per guadagnare 200 dollari al mese, altri anche 2000, dipende dalle ore di lavoro e dalle strategie adottate. Il "canning" è possibile grazie a una legge statale approvata nei primi anni ottanta conosciuta come Bottle Bill e inizialmente pensata come incentivo per la raccolta differenziata e il riciclo. Le storie raccontate in queste cinque puntate sono molto personali e sono il risultato di oltre un anno di lavoro sul campo in un redemption center di Brooklyn, Sure We Can. Il progetto è stato realizzato con il sostegno del Brown Institute for Media Innovation alla Columbia University (più informazioni sul sito canners.nyc). Alcuni nomi sono stati cambiati per proteggere le identità dei canners più vulnerabili. Di Francesca Berardi.

Nove minuti - La notizia geopolitica della settimana con Dario Fabbri. Un podcast per comprendere ciò che capita nel mondo. Per trascendere la cronaca, per cogliere l'origine degli eventi, per intuirne l'evoluzione. Ogni settimana l'analisi profonda di una notizia internazionale, al di là delle ideologie, degli schieramenti. Dentro la complessità del pianeta, dentro i dossier decisiv